PROGETTAZIONE DI PLESSO - Scuola Primaria Statale "Falcone Borsellino" - Istituto Comprensivo di Cadoneghe

 
PROGETTAZIONE DI PLESSO - Scuola Primaria Statale "Falcone Borsellino" - Istituto Comprensivo di Cadoneghe
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CADONEGHE
          Via Conche,1 - 35010 Cadoneghe (PD)
         Tel. 049 700660/701477 CF 80024320287
    PDIC846003@istruzione.it - www.iccadoneghe.gov.it

PROGETTAZIONE DI PLESSO
  Scuola Primaria Statale
   “Falcone Borsellino”

                                                        Anno scolastico 2018/19
PROGETTAZIONE DI PLESSO - Scuola Primaria Statale "Falcone Borsellino" - Istituto Comprensivo di Cadoneghe
1 ANALISI DI PARTENZA

Il plesso “Falcone e Borsellino” è formato da cinque classi a tempo pieno.
L’orario settimanale è il seguente:
da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00
La popolazione scolastica totale è di 122 alunni così suddivisi:

                                      Classe        Alunni per classe
                                        1^                 25
                                        2^                 25
                                        3^                 23
                                        4^                 25
                                        5^                 24

Nel plesso operano 11 insegnanti di posto comune ( di cui una in part time) e un’insegnante di
religione.
Personale ATA: 1 collaboratrice a tempo pieno e un collaboratore a scavalco con altra scuola.

2 SFONDO INTEGRATORE/TEMA TRASVERSALE

Il tema conduttore che caratterizza i progetti e le attività per l’a.s. in corso è il seguente:

                               “IN VIAGGIO VERSO L’AMICO MONDO”

inteso come percorso che vede coinvolte le tematiche relative all’educazione ambientale. Il tema
verrà sviluppato da tutte le insegnanti nelle varie discipline, approfondito nei vari laboratori e
segnalato anche agli esperti esterni.
PROGETTAZIONE DI PLESSO - Scuola Primaria Statale "Falcone Borsellino" - Istituto Comprensivo di Cadoneghe
3. FINALITA’

Il plesso, da sempre, condivide l’attuazione di progetti unitari per tutte le classi e persegue le
finalità educative quali:

OFFRIRE:
   • accoglienza ed occasioni di valorizzazione e sviluppo delle potenzialità individuali nell’ambito
      di un progetto educativo che ha come riferimento costante l’alunno come persona e come
      soggetto attivo di formazione e crescita

   •   situazioni per valorizzare l’identità personale nella relazione con gli altri

FAVORIRE:
   • una visione allargata della società per educare al dialogo interculturale in una prospettiva di
     reciproco rispetto

   •   la partecipazione dell’alunno alla vita della scuola promuovendo l’istruzione come
       trasmissione ed acquisizione di valori, comportamenti, atteggiamenti sociali corretti, la
       formazione come percorso che accompagni ogni bambino verso la maturazione di proprie
       scelte in armonia con se stesso e con gli altri, da persona e cittadino consapevole.

PROMUOVERE:
   • la collaborazione con le famiglie e con il territorio (Comune, agenzie educative varie)
     affinchè il percorso educativo sia più completo ed efficace nella piena condivisione di risorse,
     intenti, progetti.

MOTIVARE:
  • all’apprendimento perché gli alunni imparino a pensare ed “imparino ad imparare”
     nell’ottica dello “star bene a scuola”

   •   alla responsabilizzazione graduale, intesa come presa di coscienza del bambino del suo
       essere soggetto operante in una rete necessaria di diritti e doveri verso la realizzazione di un
       progetto di vita il più possibile espressione delle proprie potenzialità nel rispetto degli altri.

4.OBIETTIVI GENERALI

I docenti individuano i seguenti obiettivi generali da raggiungere.

    ● trasmissione e acquisizione dei contenuti disciplinari ( sapere)
    ● capacità di trasformare in azione i contenuti acquisiti( saper fare)
    ● capacità di interagire con gli altri e l’ambiente e di tradurre conoscenze e abilità in
        comportamenti responsabili ( saper essere)
In particolare si pone l’attenzione:
    ● ai livelli di conoscenza e di attitudine del singolo alunno e del gruppo classe;
    ● ai criteri di valutazione comune
    ● agli atteggiamenti e alle strategie condivise
PROGETTAZIONE DI PLESSO - Scuola Primaria Statale "Falcone Borsellino" - Istituto Comprensivo di Cadoneghe
● ai progetti interdisciplinari di tipo laboratoriale specifici del tempo pieno

5. ATTIVITA’

I percorsi formativi, attraverso i quali si sviluppa la progettualità, fanno riferimento ai tre aspetti
che sintetizzano le tappe fondamentali della crescita intellettuale ed affettiva dell’alunno:

   •   relazione (io, io e gli altri, io ed il mondo)

   •   pensiero creativo (linguaggi verbali, linguaggi non verbali)

   •   pensiero logico (metodo di studio)

Ogni classe struttura le varie attività, arricchendole con progetti di classe e di plesso, che si
riferiscono ai suddetti tre aspetti.
Gli schemi allegati sintetizzano l’offerta progettuale.
Attraverso la modalità laboratoriale, inoltre, si realizzano percorsi didattico-educativi in cui
l’apprendimento è potenziato dalla prospettiva interdisciplinare che offre al bambino molte
possibilità di esprimersi e di imparare. La strutturazione della classe in gruppi permette, poi, di
confrontarsi in modo più diretto ed attivo con i coetanei.
Tutti i momenti di contemporaneità degli insegnanti sono utilizzati per:
    • i piani di emergenza

   •   i laboratori (di recupero, di potenziamento, di produzione)

                                              STRUMENTI E MEZZI
   •   materiale didattico

   •   strumentazione audiovisiva

   •   strumentazione informatica

   •   attrezzatura e materiale per l’attività artistica ed espressiva

   •   utilizzo di spazi comuni (laboratorio d’informatica, palestra, biblioteca, cortile)

   •   interventi di esperti esterni

   •   visite d’istruzione

   •   apertura ad eventuali proposte del territorio

   •   collaborazione scuola-famiglia
6.LABORATORI

CLASSE           NOME LABORATORIO                                         INSEGNANTI IMPEGNATE

prima            1. “GIOCHIAMO CON LE PAROLE”                             Vianello Zecchin
                 2. “GIOCHIAMO CON LE STORIE”                             Annunziata Vianello

seconda          1. “IMPARIAMO CON GLI ANIMALI”                           Lazzari Sciacca
                 2. “LEGGO, RAGIONO, CREO”                                Lazzari Munaretto

terza            1. “PASSO DOPO PASSO”                                    Picarella Vianello
                 2. “CRESCIAMO INSIEME”                                   Lazzari Picarella

quarta           1. “PROGRAMMIAMO E COSTRUIAMO”                           Falzone Moratti
                 2. ”LA NOSTRA SCUOLA: IL MONDO”                          Ferreri Sciacca

quinta           1. ”SPAZIAMO CON LA MENTE”                               Annunziata Moratti
                 2. “DAL FOGLIO AL FILE”                                  Ferreri Annunziata

                                                PROGETTI DI PLESSO

Progetto accoglienza (tutte le classi)                   Progetto “Frutta nelle scuole” (tutte le classi)

Progetto sport (tutte le classi)                         Progetto biblioteca (tutte le classi)

Progetto affettività (classe quinta)                     Progetto continuità (Infanzia-Primaria-Scuola
                                                         secondaria di Primo Grado)
                                                         Certificazione lingua inglese con Trinity College
Progetto ”Relazioni in gioco” (classe quarta)            (classe quinta)
Progetto Musica (tutte le classi)                        Progetto “Planet, responsabilità, territorio” (classe
                                                         quinta)
Progetto “Insegnami come imparo” (classi 1 e 2)          Progetto di Cittadinanza e Costituzione (tutte le
                                                         classi)
Progetto “Come stai” Sportello di ascolto                Progetto inclusione “Oltre l’apparenza” (tutte le
                                                         classi)
Progetto ceramica (tutte le classi)                      Progetto solidarietà -calendario a favore dell’Ail
                                                         (tutte le classi)
Progetto di potenziamento e recupero (tutte le classi)   Educazione stradale (tutte le classi)

Progetto Intercultura (classe seconda)
1. PROGETTO ACCOGLIENZA

Per tutte le classi: l’accoglienza rivolta ai bambini di prima non è da intendersi soltanto come una
semplice organizzazione del primo giorno per rendere più agevole il loro ingresso nella scuola
primaria, ma si propone di affiancarli nel loro percorso di adattamento all’ambiente nuovo, in piena
armonia con la rete di relazioni interpersonali non solo di gruppo-classe ma anche di plesso. Le
attività realizzate hanno lo scopo non solo di rassicurare i più piccoli di fronte alle inevitabili
difficoltà, ma anche di educare i più grandi ad assumere un atteggiamento di tutoraggio
educativamente stimolante anche per loro.

2. PROGETTO RECUPERO E POTENZIAMENTO
Per tutte le classi: attività di recupero/rinforzo per alunni i cui risultati, rilevati dalle prove d’ingresso
abbiano dimostrato la necessità di interventi più mirati rispetto a particolari carenze di
apprendimento e attività di potenziamento. La modalità dei suddetti interventi sarà di un approccio
volto alla personalizzazione delle varie proposte didattiche.

3. PROGETTO MUSICA

Per tutte le classi: anche nell'anno scolastico 2018/ 2019 verrà attuato il progetto di Educazione
musicale nel plesso con la presenza dell’esperto Antonello Barbiero in collaborazione con gli
insegnanti di classe
Il Progetto ha come finalità:
• La formazione musicale di base attraverso l'uso della voce, di strumenti ritmici e di canto corale.
• Lo studio della notazione musicale applicata all'apprendimento del flauto dolce e alla musica
       d'insieme.
Il progetto si articolerà in due momenti:
• Nella prima fase di 8 incontri, verranno affrontati i giochi vocali, l'impostazione vocale ed il canto
       corale. Il percorso terminerà con una lezione aperta, rivolta ai genitori, nella settimana prima
       di Natale.
• Nella seconda fase di 12 incontri, si utilizzeranno anche gli strumenti ritmici (tamburi, maracas,
       piatti,) e il flauto dolce, attraverso lo studio della notazione tradizionale.
Questa seconda fase si concluderà con la consueta Festa di fine anno che si svolgerà l'ultima
settimana di scuola.
4. PROGETTO CERAMICA:

Per tutte le classi; come di consueto, alcuni esperti della scuola di ceramica di Cadoneghe
interverranno nelle varie classi per organizzare delle attività finalizzate alla sensibilizzazione verso
espressioni creative piacevoli ed educative ed alla realizzazione di manufatti.
OBIETTIVI
1.Far conoscere a bambini e ragazzi l’arte della ceramica sviluppandone sia gli aspetti tecnici e
culturali che quelli espressivi con una modalità ludica e laboratoriale.
2. Stimolare nei bambini e ragazzi la capacità ideativa e rappresentativa usando le mani per creare
e per liberare la loro fantasia.
CONTENUTI
La creta, per le sue caratteristiche plastiche, consente di manipolare, creare, fare e disfare, premere,
distruggere usando come strumento privilegiato le mani. Dopo una prima fase di gioco con l’argilla,
individuandone le proprietà e imparando i rudimenti della tecnica, i partecipanti andranno a creare
un’opera, individuale o collettiva, utilizzando le tecniche di modellazione (colombino, striscia, lastra,
pinch). In questa fase è possibile eseguire decorazioni sull’oggetto realizzato (impronte, tracce,
texture, rilievi, vetri, ingobbi, colori). Parallelamente all’esperienza laboratoriale, verranno
affrontati contenuti teorici legati alla dimensione storico-artistica e ai processi di trasformazione
della creta in ceramica, attraverso la visione di filmati e spiegazioni interattive. Il percorso è calibrato
sull’età dei partecipanti; la proposta perciò sarà diversificata a seconda della classe di appartenenza.
Durante il laboratorio si potranno apprendere alcune tecniche dell’arte della ceramica.

5. GIORNATA DELLA SOLIDARIETA’ SCUOLA-FAMIGLIA.
Per tutte le classi; realizzazione del calendario di plesso la cui vendita, durante il momento dello
scambio di auguri natalizi tra scuola e famiglie degli alunni, permetterà di ricavare una quota da
destinare ad un fine benefico (AIL). A fine anno ci sarà l’attività di autofinanziamento proposta e
realizzata dai genitori per contribuire ad arricchire la dotazione di sussidi del plesso.

6. PROGETTO “RELAZIONI IN GIOCO”

Il progetto si propone di lavorare sulle relazioni (con sé, con l’altro, con il gruppo), promuovendo il
benessere del bambino, inteso come risultante di una positiva interazione tra la persona e il suo
ambiente fisico e socio-relazionale. Gli obiettivi del progetto si distinguono in:
1. Obiettivi a livello individuale:
     ● entrare in contatto con le proprie emozioni
     ● conoscere le proprie potenzialità espressive
     ● vedere/riconoscere stereotipi e pregiudizi
●    sviluppare la capacità di lettura di possibili significati delle situazioni
   ●    facilitare l’individuazione di ipotesi e soluzione ai problemi

2. Obiettivi di relazione:
   ● riconoscere ritmi e regole, spazi e tempi propri e degli altri
   ● accogliere sé e l’altro con i limiti e le risorse di ciascuno
   ● sviluppare la fiducia nell’altro - favorire la capacità di relazione
   ● promuovere la capacità di stare in gruppo.

7. PROGETTO ”INSEGNAMI COME IMPARO”

Per le classi prime e seconde,. Il progetto si identifica nel percorso normativo della legge 170, per le
attività di identificazione dei casi sospetti di DSA.
Vengono attivate azioni osservative rivolte ai bambini in fase di apprendimento della letto-scrittura.

8. PROGETTO DI EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITA’.

Classe quinta con intervento di esperti esterni
Obiettivi:
    ● far conoscere le caratteristiche delle trasformazioni fisiche e psicologiche nell'età puberale.
    ● far scoprire ai ragazzi le differenze fisiche e relazionali tra femmine e maschi, per facilitare
        le modalità di comunicazione e di relazione
Metodologia:
colloqui preliminari e finali con docenti e genitori coinvolti; percorsi di tipo ludico-partecipativo;
lavori di gruppo, di dialogo, confronto e approfondimento con gli alunni attraverso l'ausilio di schede
e fascicoli relativi agli argomenti sviluppati nei vari incontri.
Risultati previsti:
maggiore conoscenza e consapevolezza del sé in relazione agli altri.
Tempi:
quattro incontri di due ore per classe, più due incontri serali con i genitori di due ore ciascuno.
9. PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE:

Per tutte le classi. attività rivolte a far acquisire un corretto comportamento sulla strada svolte in
collaborazione con il Corpo di Polizia Locale.

10. PROGETTO LINGUE STRANIERE (CERTIFICAZIONE TRINITY COLLEGE):

Progetto :
   • Certificazione esterna con Ente Certificatore Trinity College (Grade 2, livello A1 quadro di
       riferimento europeo);

   •   lettorato di inglese (12 ore) con insegnante madrelingua in orario extra-scolastico.

Equipe : Docente: Munaretto Chiara
         Personale esterno : Mrs. Sandra Speed

Per Certificazione esterna Trinity College :

Obiettivi : sviluppo delle abilità di comprensione e produzione orale
Destinatari : alunni della classe quinta A della scuola primaria ”Falcone Borsellino”.
Metodologia: attività di ascolto e produzione orale
Risultati previsti : incremento della competenza orale; incremento del lessico; superamento
dell’esame di certificazione con buoni risultati da parte di tutti gli alunni .
Tempi : da gennaio a inizio maggio ;
Monitoraggio e valutazione: risultato finale dell’esame.
Oneri economici: interamente a carico delle famiglie

L’esame si terrà nei locali della scuola “Don Milani“ indicativamente nella seconda metà di maggio.
11. PROGETTO “FRUTTA NELLA SCUOLA”

“Frutta e verdura nelle scuole” è un programma promosso dall’Unione Europea, coordinato dal
Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, e svolto in collaborazione con
il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero della Salute, Agea, le Regioni
e Province autonome di Trento e Bolzano. Il programma è rivolto ai bambini che frequentano la
scuola primaria (6-11 anni) e ha lo scopo di incrementare il consumo dei prodotti ortofrutticoli e di
accrescere la consapevolezza dei benefici di una sana alimentazione. A questo scopo, l'obiettivo del
programma è

   ● divulgare il valore ed il significato della stagionalità dei prodotti;
   ● promuovere il coinvolgimento delle famiglie affinché il processo di educazione alimentare
     avviato a scuola continui anche in ambito familiare;
   ● diffondere l’importanza della qualità certificata: prodotti a denominazione di origine (DOP,
     IGP), di produzione biologica;
   ● sensibilizzare gli alunni al rispetto dell’ambiente, approfondendo le tematiche legate alla
     riduzione degli sprechi dei prodotti alimentari.

Il Programma prevede la distribuzione di frutta e verdura fresche, insieme a un mondo di consigli e
attività per conoscerle meglio: dalla pianta al frutto, dall’orto alla tavola, secondo un calendario che
tiene conto dei fattori della stagionalità e della varietà della fornitura, perché i bambini possano
provare nuovi colori e sapori , in un’ottica di educazione alimentare alla sostenibilità

12. PROGETTO INTERCULTURA
Grazie a questo Progetto presente da anni in questo Istituto è possibile attivare un percorso di
facilitazione linguistica per un’alunna di classe seconda, di nazionalità rumena inserita all’inizio
dell’anno scolastico.
La metodologia si svilupperà soprattutto nell’alfabetizzazione della lingua della comunicazione di
base e lingua di studio e prevederà attività di tipo linguistico.
13. PROGETTO BIBLIOTECA

Saranno attivate strategie atte a stimolare la scoperta, la riflessione personale, la fiducia nelle
proprie possibilità, anche attraverso l’ampliamento del livello di comunicazione, al fine di realizzare
dei percorsi nei quali i bambini siano protagonisti del loro processo formativo

Oltre alla consueta attività, il progetto prevede uno scambio di libri fra bambini di tutte le classi
organizzato dalla commissione in occasione del Natale: Albero di Natale con libri portati da bambini.

14. PROGETTO ”CONSIGLIAMOCI”

Viene coinvolta la classe 5^. Si svolgerà, come di consueto, con l’intervento della Fondazione
Fontana che si ispira all’Agenda del 2030 definita dalle Nazioni Unite nell’ottobre del 2015 e
costituita da 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Quest’anno (2018-2019) l’argomento che verrà
trattato sarà: Planet. Responsabilità e territorio perché il pianeta deve essere protetto dal degrado
attraverso un consumo ed una produzione consapevoli, gestendo le sue risorse naturali in maniera
sostenibile, in modo che esso possa soddisfare i bisogni delle generazioni presenti e di quelle future.
Per la classe quinta i laboratori con la Fondazione Fontana sono un’occasione importante per la
preparazione al consiglio Comunale dei Ragazzi.

15. PROGETTO “COME STAI? “
Sportello di ascolto: spazio dedicato prioritariamente ai ragazzi, alle difficoltà. E’ anche una spazio
per i genitori per capire e contribuire a risolvere le difficoltà che possono sorgere durante il percorso
scolastico.
16. PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

                   Metti in pratica un articolo della Costituzione

Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo, emerge che “è compito peculiare della scuola primaria
porre le basi per l’esercizio della cittadinanza attiva, potenziando ed ampliando gli apprendimenti
promossi nella scuola dell’infanzia. L’educazione viene promossa attraverso esperienze significative
che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente e
che favoriscano forme di cooperazione e di solidarietà.” Naturalmente l’insegnamento della
Cittadinanza attiva non può essere racchiuso in un’unica dimensione disciplinare in quanto deve
permeare tutto il vivere a scuola che poi deve riflettersi nel vivere civile. La Costituzione, in un primo
approccio, diventerà punto di riferimento essenziale ed i bambini verranno educati al
riconoscimento ed al rispetto dei valori universali da essa

17. PROGETTO SPORT
L’attività è rivolta a tutti gli alunni e si attua in collaborazione col Coni ( classi quarta e quinta) e
con le associazioni sportive presenti nel territorio( tutte le classi)
gli obiettivi sono:
     ● valorizzare l’educazione fisica e motoria nella scuola primaria, al fine di promuovere stili di
         vita salutari e corretti
     ● riconoscere la pratica sportiva come parte di un discorso educativo completo e integrato
     ● favorire lo sviluppo di atteggiamenti di collaborazione e di relazione

18. PROGETTO CONTINUITA’
 Il progetto si propone di favorire la continuità del percorso scolastico degli alunni dei diversi ordini
di scuola, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di secondo grado, attraverso percorsi
condivisi tra le varie scuole del territorio con l’organizzazione dell’accoglienza degli alunni nelle
classi prime dell’Istituto. Inoltre mira a creare strumenti comuni ed efficaci per l’attuazione dei
percorsi programmati. Le attività si attueranno nel corso di tutto l’anno scolastico . All’inizio con le
attività di accoglienza e con interventi specifici a gennaio e a maggio.
19. PROGETTO INCLUSIONE “OLTRE L’APPARENZA”
Il progetto di integrazione propone attività di attenzione all’altro coinvolgendo tutti gli alunni
dell’Istituto in attività ludico-didattiche (percorsi strutturati, incontri con esperti, realizzazione di
materiali, letture, visione e commento di film...) volte a sensibilizzare e riflettere sugli argomenti
presentati. Il progetto ha l’obiettivo di:
    ● riconoscere e valorizzare la diversità
    ● creare momenti di incontro nella realizzazione interpersonale e nell’apprendimento
    ● aiutare a comprendere che ogni bambino/ragazzo è portatore di una propria identità
    ● condividere esperienze particolari
Le attività svolte durante “La settimana di sensibilizzazione alla diversità: Oltre l'apparenza” si
svolgeranno nella seconda parte dell’anno scolastico e coinvolgeranno tutte le scuole dell’Istituto in
attività trasversali di approfondimento e rielaborazione.

                         REGOLE E PRINCIPI PER LA GESTIONE DEL PLESSO

Le insegnanti concordano e condividono le medesime modalità di intervento nella gestione degli
alunni. In particolare si accordano sulla suddivisione degli spazi in giardino e in quelli comuni
all’interno della scuola, stabilendo le forme più idonee di sorveglianza. Ogni insegnante è
responsabile di tutti gli alunni frequentanti.

UTILIZZO SPAZI COMUNI

                         ORARI PALESTRA “FALCONE E BORSELLINO”

    Dalle…alle         LUNEDI’        MARTEDI’       MERCOLEDI’          GIOVEDI’        VENERDI’
  8.00/9.00                                                                                CL 1^
  9.00/10.00                                                                               CL.3^
  10.00/11.00            CL.3^
  11.00/12.00                                                                              CL.2^
  12.00/13.00                                             CL.1^
  13.00/14.00
  14.00/15.00            CL.5^           CL.2^            CL4^
  15.00/16.00            CL.5^                            CL4^
ORARI LABORATORIO INFORMATICA

  Dalle…alle        LUNEDI’        MARTEDI’     MERCOLEDI’           GIOVEDI’   VENERDI’
 8.00/9.00
 9.00/10.00
10.00/11.00            CL.4^                        CL.5^
11.00/12.00            CL.4^           CL.3^        CL.5^
12.00/13.00                            CL.3^
13.00/14.00
14.00/15.00                            CL.1^                                     CL.2^
15.00/16.00                            CL.1^                                     CL.2^

                                       INCARICHI DI PLESSO

REFERENTE MENSA                                 Ferreri Rosaria

REFERENTE CONTINUITA’                           Ferreri Rosaria

REFERENTE VALUTAZIONE                           Sciacca Giuseppina

REFERENTE INTERCULTURA                          Munaretto Chiara

REFERENTE MUSICA                                Vianello Fiorella

REFERENTE ATTIVITA’ SPORTIVE                    Annunziata Rosanna

REFERENTE BIBLIOTECA                            Zecchin Lucia

REFERENTE INCLUSIONE                            Falzone Romina

REFERENTE TECNOLOGIE/REGISTRO ELETTRONICO       Falzone Romina

REFERENTE DSA                                   Falzone Romina

REFERENTE ATTIVITA’ FORMATIVE (ceramica,        Sciacca Giuseppina
ed.stradale, frutta nelle scuole)

REFERENTE LINGUE STRANIERE                      Munaretto Chiara

REFERENTE SICUREZZA                             Moratti Patrizia

REFERENTE CITTADINANZA E COSTITUZIONE           Annunziata Rosanna

REFERENTE PROGETTO AFFETTIVITA’                 Moratti Patrizia

REFERENTE GITE E VISITE D’ISTRUZIONE            Moratti Patrizia
Modalità di organizzazione dei rapporti con le famiglie
I docenti ricevono i genitori nella giornata del martedì, tramite richiesta scritta nel libretto
personale; si riservano inoltre la possibilità di convocare i genitori qualora fosse necessario. Sono
previsti, a dicembre e ad aprile, colloqui individuali per presentare gli obiettivi raggiunti da ciascun
alunno e alla fine di ciascun quadrimestre verrà consegnato il documento di valutazione.
Gli esiti delle prove di verifica, orali o scritte, sono comunicati alle famiglie attraverso il registro
elettronico, il libretto personale dell’alunno e i colloqui individuali. È possibile prendere visione delle
prove ed essere informati degli esiti delle verifiche orali nei colloqui individuali
 La scuola collabora con i rappresentanti dei genitori, parte attiva nell’organizzazione scolastica,
durante gli incontri di Interclasse previsti durante l’anno scolastico. Criteri di valutazione Dall’analisi
della situazione di partenza vengono definiti i percorsi che vengono monitorati in itinere, durante la
loro realizzazione, per poter, alla fine, verificare i risultati ottenuti coinvolgendo tutti i soggetti
interessati: genitori, alunni e docenti.
Valutazione del comportamento Si fa riferimento al regolamento d’Istituto e al Patto Educativo di
Corresponsabilità.

Criteri di valutazione
Dall’analisi della situazione di partenza vengono definiti i percorsi che vengono monitorati in itinere,
durante la loro realizzazione, per poter alla fine verificare i risultati ottenuti coinvolgendo tutti i
soggetti interessati: genitori, alunni e docenti.

Valutazione del comportamento
Si fa riferimento al regolamento d’Istituto e al Patto Educativo di Corresponsabilità.

Valutazione e verifiche
Si fa riferimento ai criteri assunti dal Collegio Docenti

Visite guidate e viaggi di istruzione

Obiettivi:
   ● saper condividere momenti di attività esterne al consueto spazio scolastico nel rispetto dei
       luoghi e delle persone
   ● saper cogliere le caratteristiche essenziali di ciò che si osserva
   ● saper cogliere motivi di approfondimento dal territorio circostante
DATA         classi   Nominativi        META                       Orario a/r           Mezzo di
                      accompagnatori                                                    trasporto
Dicembre     5^       Ferreri Rosaria   Scuola media Don           9.55/11.45           Pulmino
                                        Milani
                                        Visita scuola e stage
dicembre     5^       Moratti           Biblioteca Pier Paolo      Da definire          Pulmino
                      Annunziata        Pasolini
                                        HILA formazione
                                        scientifica

Febbraio/    1^e      Ins.di 1 e 2^     Scuola                     da definire          pulmino
marzo        2^                         Spettacolo burattini
26/3/2018    Tutte    Tutte le          Jesolo(VE) mostra          8.00/16.00           pullman
             le       insegnanti        interattiva scientifica
             classi                     con laboratori

Cadoneghe 31 ottobre 2018                                         La coordinatrice di plesso

                                                                    Fiorella Vianello
Puoi anche leggere
DIAPOSITIVE SUCCESSIVE ... Annulla