Bollettino del clima Febbraio 2018

Bollettino del clima Febbraio 2018

Bollettino del clima Febbraio 2018

Bollettino del clima Febbraio 2018 _ Il febbraio 2018 si è dimostrato particolarmente grigio a livello nazionale. Nelle regioni di montagna febbraio si situa fra i più freddi degli ultimi 30 anni. Al sud delle Alpi, in Vallese e Grigioni è stato contrassegnato da una marcata scarsità di precipitazioni. Solo di rado si sono verificate delle deboli nevicate fino a basse quote e in pianura su entrambi i versanti delle Alpi febbraio è così rimasto per lo più verde. Verso la fine del mese aria fredda, di provenienza siberiana, ha contribuito a una breve ondata di freddo intenso.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  2 Soleggiamento estremamente ridotto al Nord Al Nord delle Alpi il febbraio 2018 è stato caratterizzato da cielo spesso nuvoloso.

Durante 12 giorni il tempo è stato determinato da un regime di bassa pressione che ha limitato sensibilmente il soleggiamento. A questi 12 giorni poco soleggiati si sono aggiunti 10 con nebbia alta. In totale al Nord delle Alpi si sono così avuti 22 giorni coperti o poco soleggiati. Al Sud invece, nello stesso periodo si sono registrati 14 giorni soleggiati e si sono avuti solo 7-10 giorni completamente senza sole a seconda della regione.

In generale la Svizzera si è trovata sotto l’influsso di depressioni dall‘1 al 6, dal 10 al 12, dal 15 al 17, così come il 20 febbraio. Gli anticicloni si sono invece fatti sentire dal 7 al 9, il 13-14 e nel periodo dal 18 al 22. febbraio. In questi giorni, le basse quote al Nord delle Alpi sono però rimaste sotto uno strato di nebbia alta piuttosto persistente. Nella Svizzera nordoccidentale, sul Giura e sull’altopiano centrale e orientale sono state registrate soltanto 30-60 ore di sole, paragonate a 70-90 ore di un febbraio normale. A Zurigo, Lucerna e Berna si è così avuto il febbraio meno soleggiato da 30 anni.

Ore di sole a Lucerna nei mesi di febbraio, 1961−2018. La linea tratteggiata indica la norma del periodo 1981−2010 (72 h). La curva rossa indica invece la media mobile su 20 anni. Serie di mesi di febbraio poco soleggiati al Sud delle Alpi Da alcuni anni a Sud delle Alpi si è potuto constatare una progressiva diminuzione del soleggiamento nel mese di febbraio. Per il sesto anno consecutivo le ore di sole di febbraio a Lugano e a Locarno-Monti sono risultate sotto la norma; uno scarto negativo è pure presente nelle misurazioni dell’alta Engadina. Soleggiamento di febbraio a Lugano, 1961−2018.

La linea tratteggiata indica la norma del periodo 1981−2010 (138 h). La curva rossa indica invece la media mobile su 20 anni.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  3 Freddo in montagna Il freddo si è fatto sentire particolarmente in montagna, dove per 10 giorni la temperatura media giornaliera è restata di 6-8 °C sotto la norma del periodo 1981−2010. Nei rimanenti giorni di febbraio lo scarto negativo di è risultato di 3-4 °C, salvo tra il 15 e il 17 quando con una temporanea corrente di aria mite da ovest la temperatura media giornaliera in montagna ha superato 3-4 °C la norma 1981−2010.

La temperatura media mensile delle regioni di montagna al Nord delle Alpi (quote sopra i 1000 m di altitudine) è risultata di -8,7 °C, 3,5 °C sotto la norma 1981−2010.

Il febbraio 2018 per la montagna al Nord delle Alpi si situa così tra i mesi di febbraio più freddi degli ultimi 30 anni. Temperatura mensile media di febbraio per le regioni di montagna al Nord delle Alpi (per quote sopra 1000 m di altitudine), periodo 1864−2018, con il febbraio 2018 a -8,7 °C. La riga tratteggiata indica la norma del periodo 1981−2010 (-5,2 °C). La curva rossa indica invece la media mobile su 20 anni.

Sempre al Nord delle Alpi, per le regioni sotto 1000 metri di quota, nell’insieme la temperatura media di febbraio è risultata di -1,5 °C, cioè 2,4 °C sotto la norma 1981−2010. Negli scorsi anni temperature nettamente più basse sono state rilevate nel febbraio 2013 con -1,7 °C e soprattutto nel febbraio 2012 con -3,8 °C. Al Sud delle Alpi invece, prendendo la stazione di Lugano come riferimento, si è avuta una temperatura mensile di 3,8 °C, solo di 0,7 °C sotto la norma 1981−2010.

Breve ondata di freddo alla fine del mese Negli ultimi due giorni del mese al Nord delle Alpi le minime in pianura sono scese a -10, localmente fino a -13 °C, valori sicuramente bassi, ma non da primato.

Infatti, nel febbraio 2012 a Zurigo-Kloten si sono registrati parecchi giorni con minime oltre i -15 °C. Pure la durata del periodo di freddo di questo febbraio non è inusuale e già con l’inizio di marzo è previsto un lento rialzo delle temperature. A paragone, nel 2012 a Zurigo-Kloten si sono avute quasi due settimane con minime sotto i -10 °C, mentre nel 1986 il freddo si è protratto un mese circa.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  4 L’ondata di freddo del febbraio 2018 registrata a Zurigo, paragonata ai periodi di maggior freddo degli ultimi decenni. Sono riportate le temperature minime giornaliere da gennaio a marzo. Il Sud riparato dalle Alpi In pianura al Sud delle Alpi le minime giornaliere sono scese due volte sotto i -5 °C, a paragone, nel febbraio 2012 quando è avvenuta l’ultima massiccia invasione di aria fredda, la soglia dei -5 °C è stata superata 7 volte e il periodo gelido si è protratto per circa due settimane. Anche negli eventi di freddo del 1986 e 1987, al Sud si sono registrate temperature minime meno rigide che al Nord, a dimostrazione che le Alpi esercitano una certa protezione contro le invasioni di aria polare da nordest.

L’ondata di freddo del febbraio 2018 registrata a Lugano, paragonata ai periodi di maggior freddo degli ultimi decenni. Sono riportate le temperature minime giornaliere da gennaio a marzo.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  5 Sviluppo lento della vegetazione Dopo una fioritura precoce del nocciolo in gennaio, il suo sviluppo si è praticamente arrestato in febbraio. Al Nord delle Alpi il rilascio di pollini è stato molto ridotto a causa delle temperature basse e del soleggiamento molto limitato. In Ticino la fioritura del nocciolo è invece risultata più forte e si sono registrati 11 giorni con pollini nell’aria.

All’inizio di febbraio nella Svizzera nordorientale e stato segnalato il primo tussilago in fiore, che però ha potuto approfittare delle condizioni miti di gennaio per svilupparsi. In media, questa specie al Nord delle Alpi fiorisce in marzo.

Bilancio del mese Al Nord delle Alpi la temperatura di febbraio è risultata di 2-3 °C sotto la norma 1981–2010, nella regione del lago di Ginevra di 1-2 °C al di sotto. Nelle Alpi invece, lo scarto negativo è stato anche maggiore di 4 °C rispetto alla norma 1981–2010. Per contro, a basse quote al Sud delle Alpi e nel Vallese centrale si è per lo più registrata una temperatura mensile di 0,5-1,5 °C sotto la norma. A livello svizzero lo scaro è stato di 3,0 °C sotto la norma 1981–2010.

Al Sud delle Alpi sono stati raccolti soltanto il 20-30% dei quantitativi normali delle precipitazioni, mentre al Nord delle Alpi nel Vallese e nei Grigioni sono stati misurati il 40-70% della norma 1981−2010.

Lungo il pendio nordalpino si sono invece avuti il 50-90% della media. Il soleggiamento mensile è risultato del 50-80 % rispetto alla norma 1981–2010 al Nord delle Alpi e dell’80-100% nel Vallese, al Sud delle Alpi e in Engadina. Valori mensili di stazioni scelte della rete di MeteoSvizzera paragonati alla norma 1981‒2010. norma Media pluriennale 1981‒2010 deviaz. Deviazione della temperatura dalla norma % Percentuale rispetto alla norma (norma = 100%)

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  6 Temperatura, precipitazioni e soleggiamento, Febbraio 2018 Valori rilevati Deviazione dalla norma Temperatura media mensile (°C) Deviazione della temperatura mensile dalla norma Precipitazioni mensili (mm) Precipitazioni mensili in % della norma % del soleggiamento mensile possibile Soleggiamento mensile in % della norma Distribuzione della temperatura, precipitazioni e soleggiamento per il mese considerato. Sono riportati i valori rilevati (a sinistra) e le rispettive deviazioni dalla norma 1981-2010 (a destra).

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  7 Andamento del tempo nel mese di Febbraio 2018 Andamento giornaliero della temperatura (media e massima/minima), soleggiamento, precipitazioni e vento (raffiche) alle stazioni di Lugano e Samedan.

Per la temperatura media, nel grafico è evidenziato lo scarto positivo o negativo dalla norma 1981-2010, mentre per gli estremi è messa in risalto l’escursione dei valori. Inoltre, per i parametri rilevati, sono segnalati anche eventuali valori primato (che possono avere periodi di riferimento variabili). Un primato giornaliero è indicato con , un primato mensile con . I valori mancanti sono contrassegnati con . Spiegazioni dettagliate per l’interpretazione dei grafici sono riportate in coda al resoconto.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  8 Andamento giornaliero della temperatura (media e massima/minima), soleggiamento, precipitazioni e vento (raffiche) alle stazioni di Berna e Zurigo. Per la temperatura media, nel grafico è evidenziato lo scarto positivo o negativo dalla norma 1981-2010, mentre per gli estremi è messa in risalto l’escursione dei valori. Inoltre, per i parametri rilevati, sono segnalati anche eventuali valori primato (che possono avere periodi di riferimento variabili). Un primato giornaliero è indicato con , un primato mensile con . I valori mancanti sono contrassegnati con .

Spiegazioni dettagliate per l’interpretazione dei grafici sono riportate in coda al resoconto.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  9 Andamento giornaliero della temperatura (media e massima/minima), soleggiamento, precipitazioni e vento (raffiche) alle stazioni di Basilea e Engelberg. Per la temperatura media, nel grafico è evidenziato lo scarto positivo o negativo dalla norma 1981-2010, mentre per gli estremi è messa in risalto l’escursione dei valori. Inoltre, per i parametri rilevati, sono segnalati anche eventuali valori primato (che possono avere periodi di riferimento variabili). Un primato giornaliero è indicato con , un primato mensile con . I valori mancanti sono contrassegnati con .

Spiegazioni dettagliate per l’interpretazione dei grafici sono riportate in coda al resoconto.

Bollettino del clima Febbraio 2018

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  10 Andamento giornaliero della temperatura (media e massima/minima), soleggiamento, precipitazioni e vento (raffiche) alle stazioni di Ginevra e Sion. Per la temperatura media, nel grafico è evidenziato lo scarto positivo o negativo dalla norma 1981-2010, mentre per gli estremi è messa in risalto l’escursione dei valori. Inoltre, per i parametri rilevati, sono segnalati anche eventuali valori primato (che possono avere periodi di riferimento variabili). Un primato giornaliero è indicato con , un primato mensile con . I valori mancanti sono contrassegnati con .

Spiegazioni dettagliate per l’interpretazione dei grafici sono riportate in coda al resoconto.

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  11 Spiegazioni per l’interpretazione dei grafici delle stazioni Colonne rosse/blu: temperature giornaliere sopra, risp. sotto i valori normali. Linea grigia a gradini in alto: temperatura media più alta del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati. Linee nere tratteggiate: deviazione standard (= variazione media) della temperatura giornaliera per il periodo di riferimento (1981-2010). Linea nera: valore medio della temperatura giornaliera del ri- spettivo giorno durante per il periodo di riferimento (1981- 2010).

Linea grigia a gradini in basso: temperatura media più bassa del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati.

Colonne grigie: temperatura massima e minima di ogni giorno (limite superiore/inferiore delle colonne) Linea grigia a gradini in alto: temperatura massima più alta del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati. Linea nera in alto: temperatura massima media del rispettivo giorno per il periodo di riferimento (1981-2010). Linea nera in basso: temperatura minima media del rispettivo giorno per il periodo di riferimento (1981-2010). Linea grigia a gradini in basso: temperatura minima più bassa del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati. Colonne gialle: ore di sole giornaliere Linea nera tratteggiata: soleggiamento giornaliero massimo possibile con cielo sempre sereno.

Colonne verdi: precipitazioni giornaliere. Linea grigia a gradini: precipitazione più alta del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati. Colonne viola: raffica massima giornaliera. Linea grigia a gradini: raffica giornaliera più alta del giorno corrispondente dall’inizio della serie dei dati.

MeteoSvizzera Bollettino del clima Febbraio 2018  12 MeteoSvizzera, 12 marzo 2018 Il bollettino del clima può essere riprodotto senza limitazioni con la dicitura “Fonte: MeteoSvizzera”. Internet: http://www.meteosvizzera.admin.ch/home/clima/presente.html Citazione MeteoSvizzera 2018: Bollettino del clima Febbraio 2018.

Locarno-Monti. Foto di copertina In pianura al Nord delle Alpi, febbraio è per lo più risultato in grigio-verde (foto: S. Bader). MeteoSvizzera Via ai Monti 146 CH-6605 Locarno Monti T +41 58 460 92 22 www.meteosvizzera.ch MétéoSuisse 7bis, av. de la Paix CH-1211 Genève 2 T +41 58 460 98 88 www.meteosuisse.ch MétéoSuisse Chemin de l’Aérologie CH-1530 Payerne T +41 58 460 94 44 www.meteosuisse.ch MeteoSchweiz Operation Center 1 CH-8058 Zürich-Flughafen T +41 58 460 91 11 www.meteoschweiz.ch