AFRICA SOLIDALE - ITALIA SOLIDALE MONDO SOLIDALE

AFRICA SOLIDALE - ITALIA SOLIDALE MONDO SOLIDALE
AFRICA SOLIDALE – ITALIA SOLIDALE
        MONDO SOLIDALE
 Emmaus Centre – Katikamu – Uganda
         4-9 Gennaio 2019
AFRICA SOLIDALE - ITALIA SOLIDALE MONDO SOLIDALE
CONTENUTI DEL MEETING


                   I° giorno Venerdì 4 gennaio (pomeriggio)

1) Breve saluto di p. Angelo a tutti i partecipanti. Ringraziamento per la grandezza che
   rappresentano i partecipanti. Introduzione al meeting “Africa solidale – Italia solidale – Mondo
   solidale”.

2) Santa messa e adorazione eucaristica.


                            II° giorno Sabato 5 gennaio

1) DOCUMENTO INTRODUTTIVO DI DANIELA FORTINI (pag 6)

2) LA REALTA’ DELLA CREAZIONE:
    a. Tutto nasce sempre dall’unico vero Amore, che è Dio e che crea ogni bambino con la
       potenza di Essere concreatori in Lui, corredentori nel Figlio e nella piena verità, libertà e
       carità dello Spirito Santo come ci testimonia permanentemente la Madonna.
    b. Ognuno di noi è Figlio di Dio. Il bambino nei primi 30 giorni è solo nella grazia di Dio.
    c. Tutto ciò lo possiamo vedere nel primo VIDEO: il bambino intrauterino.

3) LA REALTA’ DEL DIAVOLO CHE CI ALLONTANA DAL LIBRO DELLA VITA:
    a. La realtà però è che il bambino, quando entra in relazione innanzitutto con la madre, e poi
       con la famiglia, con la scuola, con gli amici e così via, trova sempre l’opposto rispetto alla
       sua dignità. Il bambino non ha con gli uomini la stessa qualità e intensità di relazione che
       aveva con Dio. Nessuno ha colpa perché tutto questo avviene a livello inconscio. Il
       bambino, non potendo fare fronte al male che ha intorno, lo subisce e questo gli entra
       dentro come un veleno e si registra sulle cellule nervose inconsce, che non cambiano. Di
       conseguenza, il bambino si identifica negativamente con esso e lo ripete senza colpa,
       spesso pensando che è anche la cosa giusta.
    b. In questa mancanza d’amore, si inserisce il diavolo. Tutto ciò lo possiamo vedere nel
       secondo VIDEO: il Virus
    c. La Creazione di Dio è perfetta in ogni persona e mai può essere distrutta. Nello stesso
       tempo sempre il Diavolo si insinua subdolamente tra la persona e Dio e di conseguenza le
       persone non sperimentano mai Dio, se stesse e le vere relazioni con i fratelli e di
       conseguenza ci ritroviamo ad esempio il clan, la poligamia in Africa, la depressione e la
       mancanza di identità in Sud America, la dipendenza, le caste e i matrimoni combinati in
       India, la poltiglia e mucillagine in Italia.


         III° giorno Domenica 6 gennaio: l’Epifania del Signore

1) LA TESTIMONIANZA DI GRAZIA DI P. ANGELO BENOLLI O.M.V. NELLA SUA VITA E
   NEI SUOI 60 ANNI DI SACERDOZIO.
    a. Il fondamento è sempre l’amore di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, che è più forte di ogni
       Diavolo, ed ogni persona geme finché non torna a sperimentare pienamente il loro amore

                                                                                                   1
completo trinitario. Nessuno nella storia si era mai reso conto di queste realtà della
      Creazione, del Diavolo, di Cristo, della necessità della collaborazione di ogni persona nel
      proprio inconscio. Per toccare questo immenso amore era ed è necessario l’incontro con
      degni testimoni di Dio, veri sacerdoti e profeti, nella luce e forza del Cristo e con la carità
      dello Spirito Santo che sostengono, senza sostituirsi, i fratelli a ritrovare se stessi, Dio e le
      sane relazioni familiari e sociali.
   b. Qui cogliamo l’immensa Grazia del sacerdozio di Padre Angelo Benolli O.M.V. che è un
      autentico testimone per migliaia di persone in tutto il Mondo. Padre Angelo, nei suoi 87
      anni di vita e 60 di Sacerdozio ha sempre mantenuto una coerenza col Padre, una
      comunione col Figlio ed una collaborazione con lo Spirito Santo ed ha ricevuto la
      benedizione e la grazia di una luce, una fede ed una carità concreta che ha salvato la vita
      di migliaia di bambini, persone, famiglie, comunità, zone e missioni in ogni parte del
      Mondo. Una testimonianza viva del “Libro della Vita”, di scienza collegata alla fede e di
      fede collegata alla vita che arriva già ad oltre due milioni e mezzo di persone attraverso i
      libri ed i documenti da lui scritti e tradotti in 35 lingue ed attraverso una prassi missionaria
      in spirito e pratica che oggi si manifesta attraverso le persone degne, i Giardini, i bambini,
      i gemellaggi e le relazioni.
   c. Questa esperienza porta numerose e profondissime scoperte di vita, fede, scienza e carità
      che Davide ha riassunto nel documento “Le immense novità attraverso la testimonianza di
      Grazia di P.Angelo nella sua vita e nei suoi 60 anni di sacerdozio” (pag 7)

2) “IL CARISMA DA VIVERE E PROPORRE”
   a. Possiamo cogliere l’immensità di questa esperienza nella sintesi del “CARISMA DA
      VIVERE E PROPORRE” (pag 9)


                            IV° giorno Lunedì 7 gennaio

1) NECESSITÀ DI ACCOGLIERE LA GRAZIA CHE DIO CI HA FATTO ATTRAVERSO P.
   ANGELO E QUINDI NECESSITÀ DI ESSERE ANCHE NOI TESTIMONI OGGI
   a. Oggi siamo tutti chiamati ad essere testimoni di Dio per vivere pienamente le nostre
      energie personali in Lui e nella Carità ai fratelli, facendo fronte alle proprie ed altrui
      identificazioni negative con tutta la luce, la fede e la carità. “Essere missionari nel nostro
      tempo nasce dal fatto della libertà e cioè o si vede il male che va contro le proprie energie
      e con luce e forza lo si fa fuori o tutto quel male ci viene addosso come un veleno. Questo
      è un fatto personale e di continua manifestazione di vita per essere in Cristo e con Cristo
      “parlare lingue nuove, scacciare i Diavoli, non farsi più condizionare e guarire ogni
      malattia” (P.Angelo Benolli)
2) “IL SESSO GENITALE PER ESSERE MISSIONARI OGGI”
  a. Essere testimoni missionari richiede tutta la sessualità genitale in Dio per far fuori tutti i
      Diavoli propri ed altrui. La chiamata è alla completa dignità e sessualità nell’amore per
      essere “sposati con Dio”, come è ben espresso nel documento di P.Angelo “Il sesso genitale
      per essere missionari oggi” (pag 11)

3) SPIRITO E PRATICA PER ESSERE CONCREATORI E CORREDENTORI NELLO
   SPIRITO SANTO ED ARRIVARE ALLA COMPLETEZZA DEL CARISMA CON TUTTO
   L’ORDINE E I FRUTTI


                                                                                                     2
a. Adesso è necessario che tutti siamo autentici testimoni senza dipendere dagli uomini e
     neanche da Dio, ma nello stesso tempo mantenendo la comunione e l’unità con Dio, con i
     testimoni come Padre Angelo e con i contenuti del Carisma, altrimenti c’è la Babilonia
     come è il mondo d’oggi.
  b. Siamo così chiamati a realizzare nell’unità la comun missione a cui Dio ci chiama nel nostro
     tempo. (pag 12)

4) “PERSONE DEGNE – GIARDINI – BAMBINI – GEMELLAGGI – RELAZIONI”
   a. È la stessa missione in Africa, India e Sud America ed è profondamente collegata alla
       missione nei territori italiani per arrivare insieme ai gemellaggi delle 35.000 adozioni in
       Italia ed alle 35.000 adozioni nel Sud del Mondo e quindi alle relazioni eucaristiche
       universali sul Carisma necessarie per ogni persona nel Mondo di oggi.
       Nessuno ha mai realizzato qualcosa di simile nella storia dell’umanità.
      Tutto è grazia di Dio che si è manifestata nel tempo attraverso il testimone Padre Angelo e
      che ci dona oggi uno spirito ed una pratica che tutti siamo chiamati a vivere e realizzare.
      (pag 12)


                            V° giorno Martedì 8 gennaio

1) L’AZIONE DI DIO OGGI NEL MONDO ATTRAVERSO LA GRAZIA DEL CARISMA
  a. Insieme abbiamo già realizzato nel tempo cose immense attraverso la continua tenuta di
      P.Angelo che ha permesso negli anni tanti passaggi concreti di vita e missione (pag 17)

2) PER LA LIBERTÀ, LA DIGNITÀ E L’INDIPENDENZA DEI POVERI
   a. Oggi la grazia si manifesta specialmente con l’immensità del “far fare l’adozione”, come
      espresso nel documento “Per la libertà, la dignità e l’indipendenza dei poveri” (pag 20).
   b. Con questa base si arriva alle persone degne, ai Giardini, ai bambini ed ai gemellaggi. In
      Italia attraverso il movimento del 9,8,7,6,5,4,3,2,1 si avranno 35.000 adozioni gemellate
      con le 35.000 adozioni realizzate dalle famiglie delle comunità del sud del mondo. 70.000
      adozioni che saranno la base per una vera Eucarestia internazionale nel Padre, Figlio e
      Spirito Santo per salvare il Mondo d’oggi.
   c. Ora Dio ci chiama a completare tutto nei tempi e nei modi giusti, arrivando a tutti i
      gemellaggi e tutte le relazioni, formando così Italia Solidale – Mondo Solidale che oggi
      arriva a due milioni e mezzo di persone nel Mondo fondato in 500 territori italiani e 125
      missioni e 500 zone nel Sud del Mondo.

3) LE 7 RELAZIONI CHE COLLEGANO IN ITALIA SOLIDALE - MONDO SOLIDALE
   PERSONE, FAMIGLIE, COMUNITÀ, ZONE E GIARDINI ATTRAVERSO GLI SCAMBI
   INTENSI E VERI DI VITA ALLA BASE DELLE ADOZIONI ITALIANE,
   INTERCONTINENTALI, INTERSTATALI E DEI DONATORI LOCALI
  a. Siamo chiamati a realizzare il tutto nello spirito e nella pratica come espresso nei vari
      documenti ed in modo speciale siamo chiamati già oggi a cominciare a vivere tutte le
      relazioni attraverso tutte le lettere e le foto da inviare a tutti i donatori italiani e mondiali.
      Vedi documento sulle sette tipologie di lettere da realizzare. (pag 14)




                                                                                                      3
VI° giorno Mercoledì 9 gennaio (mattina)

   1) L’INCARNAZIONE NEL CONCRETO DEI GIORNI DI VISITA NELLE MISSIONI
       a. Ogni volontario deve aver chiari i punti che devono essere visti e risolti durante il viaggio
          missionario per realizzare in pienezza tutta la completezza della missione. Alla fine del
          meeting, a cui partecipano le persone degne in tutte le missioni, in collegamento con p.
          Angelo che partecipa al meeting dell’Africa, si va nella missione per realizzare con
          semplicità, gioia e chiarezza i punti della missione. (pag 15)


        “Questo si impone, anche se non è detto che gli altri lo capiscano perché per il 90% le energie
della vita sono inconsce ed oggi, specie tra le culture cosiddette civili, non si valutano le forze
inconsce, la correlazione tra di loro e il modo di risolvere i loro condizionamenti provenienti dal non
amore. Dobbiamo essere e far essere, per essere persone con Dio per la carità. Dobbiamo vedere
tutto l’insieme e tutti i particolari. È necessario che ci siano persone mature per ogni responsabilità.
Bisogna essere molto svelti, dare sempre completamente una vera mano. Dobbiamo fare Chiesa!
Dobbiamo vedere tutto, tutto l’insieme e i particolari, tutti i movimenti, tutti i contenuti.
       È necessaria una grande preparazione nostra. Dobbiamo molto lavorare con i volontari
donatori e con i missionari, per la Chiesa. Dobbiamo far risaltare il valore enorme dell’inconscio,
dell’Io Potenziale, e come queste forze vengono fuori solo attraverso l’Amore. Dobbiamo far risaltare
qual’ è la grande missione nostra e come tutti coloro che non sono completi non possono essere
missionari.
        Tutto questo deve essere impostato a livello mondiale, come ho fatto io nel mio sacerdozio in
cui non mi sono fermato in riduzioni. Questo fatto non deve essere solo mio, deve essere un fatto
continuo e di tutti, perché ci sia questa luce, questo Sacramento, questa carità. Solo così possiamo
trovare l’unità nel meeting, il grande valore missionario della Chiesa innanzi alla quale le porte degli
inferi non prevalgono. Quello che abbiamo qui è una cosa vera, molto superiore a noi. Che cosa vuol
dire? Che il Signore è presente anche oggi e che tutta la gente aspetta la completezza di questa
cultura!”
(conclusione del documento “sintesi antropologica scritturale e scientifica del 2009”)




                                                                                                      4
ORARI GENERALI IN CUI SI SVOLGE IL MEETING


8:00            Colazione
9:00 - 10:30    Prima sessione: approfondimento dei contenuti e testimonianze
10:30           Pausa
11:00 - 12:15   Seconda sessione: approfondimento dei contenuti e
                testimonianze
12.15 - 12.45   Adorazione Eucaristica
13:00           Pranzo
15:00 - 16:30   Terza sessione: Testimoniare i contenuti nei gruppi
16:30 - 17:00   Pausa
17:00 - 18:00   Quarta sessione: risonanze dai gruppi
18:30           Messa e adorazione eucaristica
20:00           Cena




                                                                                5
INTRODUZIONE
1)    Tutto è creato da Dio nell’amore.
2)    Tutto è distrutto dal diavolo che si è infilato come un virus ed ha sempre tentato di fare sì che la creazione
      si autodistruggesse.
3)    Per amore della Sua creazione, Dio ha mandato Suo figlio Gesù, nato dallo Spirito Santo attraverso la
      Madonna, la prima creatura che si è sempre mantenuta senza diavoli, per poterci riportare alla nostra
      creazione.
4)    Tuttavia, nessuno nella storia ha colto la pienezza della testimonianza di Gesù. Così, anche se ci sono
      stati “grandi persone” e “grandi Santi”, che sono stati testimoni nel loro tempo, comunque gli uomini
      sono sempre ricaduti sugli uomini e sulle culture degli uomini.
5)    Dopo secoli di falsità ed inganni ripetuti di generazione in generazione, oggi siamo talmente lontani da
      noi stessi, da Dio e dagli altri che stiamo andando verso la “fine del mondo”. Eppure, ognuno di noi “è”.
6)    Proprio per questo Dio oggi interviene ancora. Lo Spirito Santo si è potuto manifestare nella persona di
      P.Angelo Benolli nel corso della sua vita e del suo sacerdozio perché lui si è sempre tenuto libero dagli
      uomini e, proprio per aiutare gli uomini, è stato costretto a fare come Abramo, solo lui e Dio, senza
      ripetere niente delle culture, religioni o scienze degli uomini, facendo sempre il “6° grado”.
7)    Nell’incontro per 8 ore al giorno con persone e persone per 50 anni (anche questo frutto dello spirito
      Santo che lo ha portato dai preti ai laici nonostante lui) ha potuto fare delle scoperte immense per aiutare
      ogni persona, in ogni luogo ed in ogni tempo, a tornare alla creazione che Dio gli ha dato e che è nel
      sigillo di Dio di ogni persona.
8)    Le scoperte partono dalla Grazia che è Amore, che fondamentalmente è nell’inconscio, ma non è
      l’inconscio di Freud, da cui scaturisce un Nuovo Sapere che porta al Nuovo Potere di Cristo ed il Carisma
      da vivere e proporre, ed una pratica di vita personale, famigliare e missionaria e completa che oggi vive
      in 2 milioni e mezzo di persone in Africa, India, Sud America ed Italia.
9)    Quello che abbiamo oggi, con la persona con Dio e Dio con al persona come la Madonna, è l’immensa
      Grazia che Dio ci dà nel tempo specifico di oggi per “fermare” la fine del mondo.
10)   Nell’ordine e nella completezza di tutto il lavoro nelle 125 missioni nel mondo e nei 500 territori in
      Italia, arriviamo ai gemellaggi ed alle relazioni degne a livello intercontinentale, che è la grande attesa
      dell’umanità oggi, specialmente dei bambini.
11)   Tutto si è potuto manifestare con questa pienezza di luce e di completezza missionaria perché P.Angelo,
      momento per momento, è stato ed oggi sempre è testimone del “libro della vita”, di Cristo-Sacramento,
      non degli uomini. Tutto si può portare avanti solo se ci sono testimoni vivi della Grazia oggi.
12)   Oggi nel mondo ci sono già molti testimoni della Grazia, del Sacramento, della persona con Dio come
      la Madonna senza diavoli. Siamo tutti chiamati ad essere testimoni ed a trovare persone degne che
      anch’esse siano testimoni come la Madonna, nuova stirpe, con cui avere vere relazioni e portare avanti
      la volontà di Dio oggi, che è nei gemellaggi e nelle relazioni.
13)   Siamo chiamati ad arrivare alla completezza della pratica missionaria: ordine nelle comunità, zone e
      missioni, ordine nei territori, tempi e modi, completezza di tutti i donatori locali e donatori italiani,
      gemellaggi, capannoni, relazioni, lettere.
Daniela Fortini
27 dicembre 2018



                                                                                                                  6
LE IMMENSE NOVITA’ ATTRAVERSO LA TESTIMONIANZA DI GRAZIA
     DI P.ANGELO NELLA SUA VITA E NEI SUOI 60 ANNI DI SACERDOZIO.

   Meditavo sulle immense novità che ci hai donato e che sono veramente rivoluzioni d’amore per il nostro
   tempo. Delle vere e proprie scoperte rivoluzionarie che nessuno ha mai fatto prima. Alcune delle rivoluzioni
   sono:

a) La scoperta dell’Io Potenziale e dell’Albero della Vita.
b) Le “rivelazioni” scientifiche sul bambino intrauterino creato concreatore e corredentore e di come dopo il
   trentesimo giorno viene disturbato, confuso, profanato dagli inganni secolari inconsci che passano innanzitutto
   nella relazione con la madre e poi dalla famiglia, scuola, lavoro, etc.
c) La conferma di questa “rivelazione” sia nelle Sacre Scritture che, soprattutto nella vita di ogni persona.
d) oltre 50 anni dove hai fatto esperienza di incontri per 8 ore al giorno con persone e persone di ogni luogo, età,
   religione.
e) Il superamento dell’inconscio di Freud ed il collegamento con la centralità di Dio e dell’anima perché hai
   portato la scienza alla fede e la fede alla vita.
f) La grandiosità di vedere il diavolo di cui nessuno parla se non in senso magico. Il diavolo secolare inconscio
   (virus), che si insinua nel DNA e ci porta lontano da noi, da Dio e dagli altri.
g) Non solo hai visto il diavolo ma offri al Mondo la possibilità concreta di affrontarlo e scacciarlo con il Carisma,
   prendendo la nostra Croce nella Croce del Nuovo Potere di Cristo.
h) Come Oblato di Maria Vergine hai messo al centro la Madonna non come devozionismo ma come vera Madre
   che ama tutte le nostre ferite di non amore.
i) La grandiosità di luce che hai donato sulla sessualità (rimozione, masturbazione, omosessualità, incesto,
   prostituzione, innamoramento e amore).
j) La profonda novità dell’identificazione negativa. Quando davanti a tutto il male, inconsciamente non si fa
   fronte, si subisce, ci entra dentro, lo registriamo nelle cellule nervose inconsce che tutto registrano e non
   cambiano e ci identifichiamo negativamente con esso. Così ripetiamo il male e diventiamo come il nostro
   persecutore.
k) I dieci libri che hai scritto sulla vita (Dieci punti di sviluppo di vita e missione; Uscire da ogni inganno; La
   famiglia non si inganna; La vita non si inganna; Il sesso non si inganna, i libri della scuola e l’ultimo “Portare
   la scienza alla fede e la fede alla vita” e “le relazioni non si ingannano”). Oggi questi libri sono tradotti in 35
   lingue in tutto il Mondo.
l) La possibilità di cogliere e vivere la fede in modo nuovo e collegato profondamente alla vita
m) La scuola non direttiva di sviluppo di vita e missione tradotta in 4 lingue e seguita da centinaia di persone nel
   Mondo.
n) Oltre 20 anni di ricerca religiosa dove ogni domenica c’è l’approfondimento, nel Carisma, delle sacre scritture.
o) Il nuovo modo di fare carità e di salvare i bambini nello Spirito e nel Corpo attraverso un “nuovo modo” di
   fare adozione a distanza incentrato sulle relazioni di contenuto e qualità nel Carisma.
p) La creazione dei territori e del movimento missionari nelle regioni attraverso le persone degne e tutto il
   movimento del 9,8,7,6 e così via per rendere l’Italia un giardino di vita e salvarla dalla poltiglia e mucillagine.
q) Le missioni nel Sud del Mondo fondate non su assistenza o strutture ma su Eucarestia e Carità. Oggi le
   missioni sono 125, circa 500 zone e quasi 5.000 comunità di 5 famiglie.
r) Il passaggio alla centralità della comunità eucaristica e missionaria di 5 famiglie che si incontrano sui libri sia
   in Italia che nel Mondo.
s) La centralità di avere persone degne nel Carisma (sia in Italia che nel Sud del Mondo) come centro di
   eucarestia e missione.
t) La rivoluzione dell’economia che rende sussistenti e liberi.
u) La novità dei conti correnti di comunità dove le famiglie restituiscono a se stessi
v) La bomba delle adozioni intercontinentali, moltiplicazione perpetua dei pani e dei pesci senza il bisogno di
   soldi. Le adozioni interstatali che fortificano questo movimento di scambio e relazione.
w) Il capannone dove le famiglie si incontrano una volta al mese per approfondire il Carisma e dove hanno scambi
   commerciali nuovi e che superano l’economia.
x) L’immensità che ogni famiglia fa fare una adozione a persone degne a loro vicine e fare così in modo che la
   vocazione missionaria che ognuno ha dentro per Creazione sia finalmente pienamente espressa.
                                                                                                                    7
y) I gemellaggi fondati sulle 70.000 adozioni (35.000 in Italia e 35.000 nel Sud del Mondo) come base di
   relazione eucaristiche e missionarie che possono finalmente cambiare e salvare il Mondo.
z) La meraviglia di ordine, silenzio, luce, fede e carità nell'esperienza della Malga Zures a Nago, dove ogni
   settimana persone degne di due regioni diverse si incontrano per vivere e sperimentare la completezza del
   Carisma.

Potrei continuare l’elenco e sarebbe lunghissimo ma ogni passaggio è frutto del tuo Essere Abramo con Dio e
sempre nella carità ai fratelli.

Su ogni punto si potrebbe scrivere un libro, fare una lezione, realizzare un documentario.

Solo per citare brevemente alcune tra le più importanti novità, ho completato l’alfabeto dalla A alla Z.

Ogni punto è una novità assoluta che nessuno ha mai fatto prima nella storia dell’umanità e che oggi è veramente
ciò di cui ogni persona ha profondamente bisogno.

Tutti questi contenuti di spirito e pratica sono ciò che hanno fatto i miracoli che ho visto nella gente che ho
incontrato alla Malga la scorsa settimana e di tante altre migliaia di persone che ho incontrato nel Mondo.

È tutto nuovo ed è necessario che ogni persona incarni questi contenuti completamente per Essere degno, Essere
missionario, portare frutto e far sì che il frutto permanga.

Grazie Padre Angelo per la tua coerenza in Dio Padre, Figlio e Spirito Santo e per il dono del Carisma che è stato
soffiato in tutto il Mondo è che oggi è vita vera per migliaia di persone.

Prego che possiamo partecipare alla pienezza della volontà di Dio per vivere la nostra vita ed essere testimoni
completi per i fratelli.

Che il Signore ci benedica

Davide De Maria
14 marzo 2017




                                                                                                                8
IL CARISMA DA VIVERE E PROPORRE
1) Nasce da Dio Creatore, che crea il bambino con-creatore e con-redentore.
2) Il bambino con queste energie vocazionali, incominciando dalla famiglia, e poi con la scuola, il lavoro e la cultura
    corrente, incontra tutto il contrario rispetto alla propria dignità.
3) Tutta la storia attesta che sempre, inconsciamente, l’uomo non rispetta la persona e Dio.
4) Il bambino invece è creato con energie uniche ed irripetibili, che sempre crescono solo nell’amore, che è rispetto e
    scambio del rispetto nel modo e tempo giusto, come vuole ogni energia dell’albero della vita.
5) Solo Dio ha questo rispetto e amore. Per questo crea le cellule germinali col “Totipotente (Dio), l’immortale
    (l’anima) e il sesso”. Cellule indipendenti e personalissime, tanto che non contengono nessun “DNA” del padre o
    della madre. C’è solo Dio e la persona nell’amore.
6) Quando il bambino incontra persone senza l’esperienza di tutte le energie personali come l’amore vuole, sempre il
    bambino soffre, si chiude, si integra, si ammala nello spirito e nel corpo, si falsifica e, in proporzione, non s’incontra
    più né con se stesso, né con Dio, né con gli altri.
7) Poiché tutto ciò che si vive sempre viene registrato nello spirito e sulle cellule nervose che fondamentalmente non
    cambiano, tutto il passato di amore e di non amore e quindi di verità e violenza, permane registrato e condiziona
    permanentemente la propria vita.
8) Tale amore e non amore, favorisce o colpisce sempre l’“Io Potenziale” e tutto l’albero della vita che l’io potenziale
    contiene. L’albero della vita è composto dalle: a) forze di Dio; b) forze dell’anima o carattere; c) forze del sesso.
    Queste sono le tre forze principali.
9) Queste forze sono contenute nelle cellule germinali e sono inconsce. Poi esse passano sulle forze dei nervi e quindi
    sul corpo, attraverso il sistema nervoso neurovegetativo che è inconscio. Queste cinque forze inconsce sono il 90%
    delle nostre forze. Irrorano poi la mente conscia che è il rimanente 10%. Ma se queste forze non sono nell’amore,
    con tale falsità rendono falsa anche la mente conscia.
10) Tutta questa falsità e violenza sempre registrata dal passato nel presente, condiziona perpetuamente tutte le energie
    dell’albero della vita. Condizionamenti che rimangono installati sulle energie del proprio albero della vita fino a
    quando non si vedono e non si risolvono. Tali condizionamenti non si vedono perché per il 90% sono inconsci e
    non si risolvono non solo per il non amore universale corrente, ma anche perché nei condizionamenti personali
    s’assommano tutti i condizionamenti storici e culturali del passato mai visti e mai risolti. Tali condizionamenti di
    falsità e violenza permangono nell’“Io Reale”.
11) Quindi come “Io Potenziale” nasciamo e cresciamo solo nell’amore. Quando non c’è nel tempo e modo giusto
    questo rispetto o amore di tutto l’albero della vita, tutto ciò rimane registrato come permanente falsità e disturbo
    nell’io reale.
12) Le energie personali contenute nell’io potenziale e poste ordinatamente nell’albero della vita sono:
    a) Il permanere delle forze di Dio. Tutto ciò è contenuto in modo speciale nel “Sigillo di Dio”. Sigillo che la
         Sacra Scrittura dice essere “prima che il mondo fosse” e che rimane sempre in noi, nonostante i diavoli e i non
         amori; e poiché è “Dio con noi”, vivrà anche all’inferno per l’eternità. Dio non si distrugge. Questo Sigillo di
         Dio in noi è la Grazia e la forza più grande del nostro io potenziale.
    b) Le forze dell’anima o del carattere. Tali forze sono uniche, indipendenti ed irripetibili, proprie solo di ogni
         persona. Ma mentre il Sigillo di Dio mai può essere colpito, sempre quando non c’è la pienezza dell’amore,
         l’anima o il carattere, in proporzione, ne risentono. L’anima sempre risente della mancanza d’amore dei genitori,
         della cultura presente e passata e di ogni incompletezza o falsità della vita.
    c) Le forze del sesso. Nel sesso è contenuta la propria identità di maschio o di femmina come dice la Sacra
         Scrittura. Come energia anche il sesso cresce solo nell’amore ed è fatto per l’amore, ma quando non c’è carattere
         nell’amore - e il carattere nell’amore c’è solo quando il carattere è nell’amore di Dio - mai il sesso arriva
         all’amore. Anzi proprio il sesso, fin da Adamo e Eva quando si perde nell’albero della conoscenza del bene e
         del male, o comunque si stacca dalle energie di Dio, sempre si riduce sulla carne e sul diavolo come è successo
         ad Adamo ed Eva, che “s’accorsero di essere nudi ed entrarono nella morte”.
13) Queste tre forze di Dio, dell’amore e del sesso, sono le forze di base della vita. Sono contenute nelle cellule germinali
    che, come dice anche la biologia, contengono appunto il: “Totipotente (Dio), l’immortale (anima) e il sesso”.
14) Queste forze poi passano sugli assoni del neurovegetativo inconscio. Esse sono prima del conscio, poi passano sul
    neurovegetativo inconscio. Sono forze che nascono dal Totipotente-Amore; crescono solo nell’amore. Tutto questo
    non è del 10% ossia della mente, ma irrora la mente. Quindi la primazia della vita non è la mente, o l’albero della
    conoscenza del bene e del male, ma è l’amore di Dio, che rimane nel Sigillo di Dio, ci dà il carattere irripetibile e
    indipendente dei figli di Dio, e, con questo amore di Dio e carattere nell’amore, porta anche il sesso all’amore. Tutto
    lo sviluppo di queste forze nell’amore è la base della vita, che è la crescita nell’amore di esse, che sono inconsce.
    Poi queste irrorano o bene o male la mente.
15) Quando queste forze di Dio, dell’anima e del sesso non sono rispettate o amate, allora la loro sofferenza e
    registrazione falsa condiziona i nervi inconsci che irrorano poi il corpo e la mente.
                                                                                                                            9
16) Quando i nervi sono portatori di forze negative e false, il corpo non regge e s’ammala. Il 90% delle malattie viene
    da tutta la falsità d’amore che inquina sempre prima le energie dello Spirito, poi dei nervi poi del corpo.
17) Quando le forze per il 90% inconsce dell’albero della vita sono colpite e condizionate per il non amore, poiché sono
    esse che irrorano il rimanente 10% che è la mente, al momento in cui la irrorano effettivamente, pensate quanto
    inquinamento mentale e quale scienza o sapienza tutto ciò può produrre. Ecco perché la Sacra Scrittura ci dice di
    stare sull’albero della vita, e non passare senza maturità sull’albero della conoscenza del bene e del male. Ora
    comprendiamo anche perché storicamente non c’è mai stata sapienza e sana antropologia.
18) Era necessario scoprire e vedere tutti questi errori sperimentati e registrati dal passato nel presente in ogni energia
    dell’albero della vita, per dare vero fondamento ad ogni scienza e ad ogni spiritualità. Che vita, che spirito, che
    scienza ci possono essere nella falsità? Tutte queste falsità secolari irrisolte si sono ripetute e riversate sempre su
    ogni bambino e persona. Sempre hanno colpito ed impedito lo sviluppo di ogni fede, anima, sesso, nervi, corpo e
    mente. Era necessario vedere e comprendere tanta violenza e distruzione di vita per poter essere in Dio e nell’amore,
    dando fondamento finalmente ad una sana antropologia.
19) Ma non basta vedere e comprendere tutti questi deleteri condizionamenti inconsci e consci, che si riversano tutti
    insieme su ogni persona. Era infatti ancor più necessario, con luce e amore, risolverli.
20) Tutti i condizionamenti provengono dal non amore, pertanto si risolvono solo con altrettanto amore. Ma gli uomini
    sempre dipendenti dagli uomini inquinati, come potevano vedere e risolvere tanti problemi di non amore? Può la
    legge, l’intelligenza, la struttura, l’organizzazione o la buona volontà vedere e risolvere tanto male? Questo male
    secolare e sempre irrisolto è anche oggi sempre percepito e registrato in ogni persona.
21) Inoltre, come dimostra tutta la storia, mai l’uomo ha sconfitto con una sana fede e con una sana scienza tante
    negatività interiori personali e sociali. Sempre c’è la pienezza della redenzione in Cristo, ma come mai poi non si
    raggiunge la pienezza dello Spirito Santo che è tutta la verità e vita che ci rende liberi? Il Padre crea, il Cristo va in
    Croce e risorge; ma cosa manca agli uomini per permanere nell’amore del Padre e del Cristo? Manca l’amore, manca
    l’anima, manca lo Spirito Santo. Ma il Padre è presente e il Cristo anche. Essi sono l’amore, ma come mai gli uomini
    non riescono a rimanere nella creazione del Padre e nella redenzione del Cristo?
22) Già da Adamo ed Eva si vede con chiarezza che c’è Dio che li crea con tutte le energie dell’albero della Vita. Subito,
    però, si presenta anche la forza intelligentissima e negativa del diavolo, che con l’inganno li allontana da Dio e
    dall’anima; li porta sull’albero proibito della conoscenza del bene e del male, “s’accorsero di essere nudi ed
    entrarono nella morte”. Questa forza intelligentissima e negativa è sempre presente quando non c’è lo Spirito
    d’amore che è lo Spirito Santo. Tale forza negativa c’è sempre quando non c’è amore. Allora non c’è nemmeno
    spirito e verità. Senza questa potenza dello Spirito del bambino e dell’io potenziale, sempre l’intelligentissimo
    diavolo, s’inserisce nel “DNA” delle cellule nervose che non cambiano e lì permane di generazione in generazione.
    Così tutta la storia testimonia che nonostante il Padre e Cristo, sempre gli uomini attraverso i condizionamenti del
    non amore, permangono imbrigliati nella dipendenza dagli uomini e dai diavoli. Gli uomini poi non sono più forti
    del diavolo, ma Cristo sì. Il diavolo ci fa vedere la grandiosità di Cristo, che va fino in Croce per sconfiggerlo e ci
    fa vedere anche la grandiosità della Madonna, che come ogni persona, permanendo nel Padre, con Cristo e lo Spirito
    Santo, sconfigge ogni diavolo e guarisce ogni malattia della falsa fede, dell’anima, del sesso, dei nervi e della mente.
    La Madonna, come lei stessa ha detto: tutte le generazioni la chiameranno beata, perché non ha diavoli, è piena di
    Dio, ha l’anima che magnifica il Signore, il sesso è immacolato nell’amore, pertanto ha i nervi ed il corpo sani, tanto
    da non essere nemmeno è morta. Per questo suo Sigillo di Dio in Dio, è sempre Madre per ogni uomo sofferente.
23) Era necessario in tanto caos culturale ripetitivo e dipendente riscoprire la grandiosità della creazione in ogni
    bambino; riscoprire la grandiosità della redenzione e Croce di Cristo; ma anche riscoprire la grandiosità dell’energia
    indipendente, con-creatrice e con-redentrice di ogni persona che attraverso la Croce di Cristo e la propria croce
    risorge e riceve lo Spirito Santo. E’ lo Spirito Santo, che sostiene tutto il nostro spirito che, come sperimenta la
    Madonna, mantiene sempre completo nell’amore l’albero della vita. Sempre con il nostro spirito nello Spirito Santo,
    vinciamo ogni diavolo e ogni malattia e amiamo ogni persona. La Madonna sempre con lo Spirito Santo magnifica
    il Padre, dà alla luce il Cristo e permane nell’amore universale di Madre per tutti. Questa è fede, scienza,
    antropologia, esperienza, amore, pace, vita e missione per sé e per ogni persona ieri, oggi e sempre, come Dio crea,
    Cristo salva e lo Spirito Santo vivifica se tu collabori con loro e sei con Cristo e il Suo Spirito prima che con gli
    uomini o con i diavoli. Proprio lo Spirito Santo è la verità che ci fa entrare nell’inconscio dell’io potenziale, ci fa
    vedere la realtà prodotta dal non amore nell’io reale, ci fa vedere i diavoli in esso contenuti e ci fa valutare la Croce
    di Cristo, per scacciarli e ritornare così alla pienezza dell’io potenziale del bambino in Dio Padre, Figlio e Spirito
    Santo e così amare, parlare lingue nuove, scacciare i diavoli e guarire veramente ogni malattia dello spirito e del
    corpo dell’uomo d’oggi.

20 gennaio 2011




                                                                                                                           10
IL SESSO GENITALE PER ESSERE MISSIONARI OGGI

Il sesso è proprio per rispettare se' e i figli nascituri, non è per fare i figli, ma per essere genitali,
sposati con Dio, come Cristo, prima che con gli uomini.

Sesso è la forza di tutta la verità e la libertà dello Spirito Santo,che mai si riduce sull'albero
della conoscenza del bene e del male; permane sempre sposato, concreatore e conredentore
con Dio, quindi è testimone di una completa vita sessuata, fa fuori come Cristo tutti i diavoli
e ogni morte e, nello Spirito Santo, fa sempre tutto risorgere nella pienezza della vita come
Cristo, nel Padre e nello Spirito Santo.

Quest'esperienza e quest'amore è il Carisma dei maschi e delle femmine nel mondo di oggi.

Questa sessualità è genitale, viene prima della persona e della famiglia ed è necessaria per far
fuori ogni diavolo e condizionamento nel mondo d'oggi.

Solo così siamo con Dio e siamo missionari oggi, per i giardini o i continenti, perché' sei tu
sposato con Dio e Dio con te.



30 Luglio 2016


                                                                      Padre Angelo Benolli O.M.V
                                                                        Presidente e Fondatore di
                                                                    Italia Solidale – Mondo Solidale




                                                                                                       11
SPIRITO E PRATICA PER ESSERE CONCREATORI E CORREDENTORI
       NELLO SPIRITO SANTO ED ARRIVARE ALLA COMPLETEZZA DEL
                CARISMA CON TUTTO L’ORDINE E I FRUTTI

A) PREMESSA
1. Ogni persona come ogni cosa proviene dall’Eucarestia con Dio. (N.B. I trenta giorni)
2. Siamo tutti creati nella pienezza dell’ordine dell’albero della vita con tutte le forze di Dio, dell’anima, del sesso
      nell’amore, dei nervi e corpo sani e della mente sapiente.
3.    Subito dopo i trenta giorni si registrano le falsità degli uomini senza la completezza del Sacramento e, di
      conseguenza, nel DNA delle cellule nervose inconsce che tutto registrano e non cambiano non si sperimenta più la
      pienezza di Dio ma il prevalere del Diavolo.
4.    Se non vedi e non risolvi con Dio e la tua persona questa base falsa e malefica, non sei più libero e non puoi
      sperimentare né l’Eucarestia né la carità.
5.    Secondo la tua vita, tu devi risolvere con Dio Trinitario e la Madonna queste falsità.
6.    Quando non abbiamo luce sui nostri Diavoli e non vi facciamo fronte non siamo mai in grado di avere vere relazioni
      con Dio, con noi stessi e con gli altri, la nostra anima soffre e la nostra sessualità si disperde in rimozioni,
      masturbazioni, omosessualità, incesti e prostituzioni. I nervi ed il corpo si ammalano e la mente non è sapiente.
7.    Tutte le persone pur essendo create nell’ordine dell’albero della vita, sperimentano in realtà un profondo disordine
      inconscio che è conseguenza della ripetizione di tutti i Diavoli che sono registrati nel nostro DNA da secoli ed a cui
      non abbiamo fatto fronte, identificandoci negativamente con essi. Questa è la causa di tutta la sofferenza che oggi
      ogni persona in tutto il mondo sperimenta a livello personale, relazionale, familiare, comunitario, lavorativo,
      religioso, sociale, politico ed economico e scientifico.
8.    Padre Angelo, Oblato di Maria Vergine, nella coerenza col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, davanti a tutto
      questo caos, ha donato al Mondo il Carisma di sviluppo di vita e missione che collega la scienza alla fede e la fede
      alla vita. Il Carisma è il soffio dello Spirito Santo nel nostro tempo che sostiene ogni persona in ogni continente a
      scacciare tutti i Diavoli secolari inconsci e ritornare al vero Padre e alla vera Madre per essere in Cristo testimoni
      per i fratelli.
9.    Oggi più che mai, ognuno di noi è chiamato a vivere tutto l’ordine dell’albero della vita attraverso l’espressione
      completa della propria sessualità per avere vere relazioni di libertà, dignità, rispetto e scambio di rispetto con se
      stessi con Dio e con gli altri.
10.   Oggi Dio ci chiama a questo e su ciò si basa tutta la missione di Spirito che ognuno di noi ha la grazia di vivere e
      testimoniare in Italia e nel Sud del Mondo in questo momento:
       Nel Sud del Mondo, attraverso le persone, le famiglie e le comunità che partecipano nel Carisma ai gemellaggi ed
            alle relazioni eucaristiche internazionali attraverso le adozioni con gli italiani,le intercontinentali, le interstatali
            e le adozioni a persone degne locali
       In Italia, dove tutto è relazione per arrivare in ogni territorio a trovare persone degne con cui facciamo giardini e
            salviamo i bambini.
11.   In particolare, in questo momento tutto è espresso con Spirito, ordine e pratica nei documenti e nelle lettere che
      Padre Angelo ha scritto e che sono parte di questo fascicolo.

B) PERSONE DEGNE – GIARDINI – BAMBINI – GEMELLAGGI – RELAZIONI
1) Queste 5 semplici parole sono immense perché racchiudono la volontà di Dio per il nostro tempo.
2) Oggi abbiamo Italia Solidale – Mondo Solidale per lo sviluppo di vita e missione che tocca la vita di oltre
   due milioni e mezzo di persone in Italia, Africa, India e Sud America.
3) Una realtà nella Grazia di Dio che sta concretamente rivoluzionando la vita di migliaia di persone,
   famiglie, comunità e zone.
4) È un dono di Dio che si è manifestato attraverso la testimonianza in Cristo di Padre Angelo e che lo Spirito
   Santo ha soffiato verso tutti i poveri della terra.
5) Ciò è stato possibile perché alla base vi è un Carisma vero e necessario per ogni persona, in ogni tempo
   ed in ogni luogo e frutto della concreta esperienza di Padre Angelo nei suoi 87 anni di vita e 60 di
   sacerdozio a contatto con la vita di migliaia di persone.
6) Le tante scoperte, le scelte coerenti ed i passaggi missionari ci hanno portato oggi ad avere una pratica
   missionaria molto semplice e chiara.
                                                                                                                                 12
7) Padre Angelo ha donato a ciascun volontario missionario laico un “pezzetto” di Mondo Solidale.
8) Solitamente un volontario interno ha 12 territori in Italia e 3 missioni con 12 zone nel Sud del Mondo
   dove è chiamato ad Essere degno in Dio per trovare le persone degne, per fare i giardini, salvare i bambini,
   realizzare i gemellaggi ed arrivare alle relazioni di contenuto e qualità.
9) Nello specifico dei territori italiani:
      In ogni territorio si realizzano i Giardini ed i bambini attraverso la missione del 9,8,7,6,5,4,3,2,1.
      Con la persona degna del nove che fa fare le nove adozioni e trova le persone degne del sei e del
         cinque
      Con la persona degna dell’otto che fa fare le otto adozioni e trova le persone degne del quattro e del
         tre
      Con la persona degna del sette che fa fare le sette adozioni e trova le persone degne del due e
         dell’uno
      Con la persona degna del sei che fa fare sei adozioni, quella del cinque ne fa fare cinque, quella del
         quattro ne fa fare quattro, quella del tre ne fa fare tre, quella del due ne fa fare due e quella dell’uno
         ne fa fare una.
      Così in ogni territorio si hanno 9 persone degne e 45 adozioni e come nel Sud del Mondo si fa
         l’esperienza della comunità, si partecipa ai gemellaggi e si hanno le relazioni.

10) Nello specifico delle missioni del Sud del Mondo:
      attraverso la missione delle persone, delle famiglie e delle comunità che si incontrano
          settimanalmente con i libri.
      La prima famiglia di ogni comunità ha fatto fare una adozione ad una persona degna locale nel
          2016, la seconda famiglia ha fatto fare l’adozione nel 2017, la terza famiglia ha fatto fare l’adozione
          a Gennaio 2018, la quarta famiglia si prepara per far fare la quarta adozione nel Gennaio 2019 e la
          quinta ed ultima verrà fatta nel 2020.
          Poi non ci saranno altre adozioni, ma solo relazioni nei gemellaggi eucaristici e missionari sul
          Carisma.
      Ogni due comunità abbiamo una persona degna che vive, sperimenta e testimonia il Carisma e
          sostiene la realizzazione di tutta la missione in comunione con il volontario di Italia Solidale
          collegato e con Padre Angelo.
      Ogni comunità è formata solo da famiglie degne che al momento sono almeno 4. Poi abbiamo la
          zona che è formata da 10 comunità e la missione formata da 4 zone. In ogni missione abbiamo
          l’ordine delle 4 zone e 40 comunità.
      Ogni anno ogni zona forma missionariamente due nuove comunità.
      Non è un fatto numerico o di “organizzazione” ma le nuove comunità sono una benedizione per avere il
          fondamento di ordine su cui costruire il gemellaggio eucaristico internazionale.
         Le nuove comunità ricevono subito l’adozione intercontinentale e promuovono il donatore locale della
          prima, la seconda, la terza e la quarta famiglia entro gennaio 2019. Partecipano così ai gemellaggi insieme a
          tutte le altre comunità. P.Angelo ha voluto dare subito a queste nuove comunità il dono di 255€ così come
          hanno ricevuto anche tutte le altre comunità in passato.
         La famiglia riceve il contributo delle due adozioni per svolgere la sua attività creativa e di servizio
          e lo restituisce tutto a se stessa.
      Inoltre le famiglie e le comunità si incontrano nel capannone per approfondire i contenuti dei libri,
          dei DVD e la scuola non direttiva ma anche per scambiare i prodotti frutto del lavoro per
          raggiungere la sussistenza ed essere liberi dalle multinazionali e dalle diaboliche logiche
          economiche del nostro tempo.
      Ogni comunità ha l’adozione intercontinentale e l’adozione interstatale.
      Tutti i donatori ricevono le lettere e le foto dei bambini e della famiglia a loro collegati.
   11) È la stessa missione in Africa, India e Sud America ed è profondamente collegata alla missione dei
       “Giardini e bambini” nei territori italiani per arrivare insieme ai gemellaggi e quindi alle relazioni
       eucaristiche universali sul Carisma
   12) Ogni volontario ha ricevuto in dono un pezzettino di Mondo Solidale ma nello stesso tempo tutto è di
       Dio e nulla può essere dell’IO.

                                                                                                                    13
13) Deve essere per tutti molto chiaro il senso profondo del gemellaggio. Tutti siamo chiamati a fare un
       grande passaggio verso Dio per cogliere conseguentemente anche l’ordine necessario da parte di tutti
       per avere la base su cui costruire.
   14) Per fare i gemellaggi infatti è necessario che ci siano le 125 missioni nel Mondo con le 500 zone ed i
       500 territori in Italia da cui scaturiscono poi le 70.000 adozioni.
   15) Non è un fatto numerico o organizzativo, ma un passaggio necessario per avere la base di Dio su cui
       impiantare i gemellaggi e realizzare le relazioni.
   16) Questo ci chiama ad un grande passaggio personale. Nessuno si può fermare sul proprio IO; nessuno
       si può ridurre solo sulla propria realtà; nessuno può essere scollegato dall’insieme.
   17) Ognuno è concreatore e corredentore nello Spirito Santo, ma tutti siamo collegati nella comun missione
       che ci è stata donata da Dio e da Padre Angelo.
   18) Dio ci chiama a qualcosa di grande dove ognuno è chiamato a mettere i suoi “cinque pani e due pesci”
       per permettere a Cristo di moltiplicare nella volontà del Padre e nello Spirito Santo.
   19) Quest’anno 2018 abbiamo dato ai poveri del sud del mondo 4.165.000 €.
   20) Tutto questo viene da Dio, ma lo ha pensato, sostenuto, proposto con Dio a tutto il mondo, P.Angelo
       Benolli O.M.V. perché il Natale di Gesù con i poveri continua anche oggi, nell’autentico carisma del
       Fondatore dei Padri Oblati di Maria Vergine, Ven. Pio Bruno Lanteri, nel combattere gli errori correnti
       della cultura e della vita del mondo di oggi.

   Buon Natale e Buon Anno 2019.

   Davide de Maria, volontario di Italia Solidale – Mondo Solidale
   in comunione con P.Angelo Benolli O.M.V.

C) DOCUMENTO DI PADRE ANGELO SULLE RELAZIONI
Nel concreto le relazioni si realizzano nel modo seguente:

   1) Ogni anno una famiglia della comunità fa fare una adozione ad una persona degna locale. Nel 2016 la
       prima famiglia ha fatto fare la prima adozione; nel 2017 la seconda famiglia ha fatto fare la seconda
       adozione; nel 2018 la terza famiglia ha fatto fare la terza adozione; nel gennaio 2019 la quarta famiglia
       fa fare la quarta adozione. Poi nel 2020 ci sarà la quinta famiglia che farà fare la quinta ed ultima
       adozioni. Poi non ci saranno altre adozioni ma solo relazioni.
    2) Questo è un passaggio immenso e Padre Angelo si fa direttamente presente con una lettera di
       ringraziamento scritta per le famiglie che fanno fare l’adozione (prima lettera) ed una lettera di
       ringraziamento per il donatore trovato (seconda lettera). Queste due lettere sono state scritte da Padre
       Angelo e siamo noi, volontari di Italia Solidale, che le dobbiamo portare in missione e consegnare alle
       famiglie ed ai donatori durante il viaggio missionario.
       La famiglia della missione xxx in Africa trova un donatore che sostiene un bambino nella missione
       yyy in Sud America secondo l’ordine dei gemellaggi stabilito.
       Come è già stato ampiamente espresso, il donatore africano adotta il bambino in Sud America ma da i
       soldi alla famiglia africana e viceversa. Cosi si ricevono i contributi superando le banche e le
       transazioni internazionali.
       La famiglia africana scrive una lettera con foto al donatore sudamericano (terza lettera) in cui
       ringrazia ed esprime l’esperienza di vita e missione che vive grazie al Carisma.
       Allo stesso modo la famiglia africana scrive una lettera con foto anche per la famiglia sudamericana
       che ha trovato il suo donatore (quarta lettera)
    3) Queste lettere sono scritte dalle famiglie e durante il viaggio missionario vengono raccolte dal
       volontario di Italia Solidale che le porte in Italia.
       Le lettere vengono verificate e poi inviate alla missione con cui si è gemellati.
       Questo viene fatto una volta l’anno.
       Quest’anno durante il viaggio missionario si raccolgono le lettere della prima, seconda, terza e quarta
       famiglia.
       Durante l’anno bisogna intensificare poi le esperienze via Skype tra le missioni gemellate.

                                                                                                             14
4) Le comunità hanno la grazia di partecipare anche all’immensità delle adozioni intercontinentali e delle
       adozioni interstatali.
       Le adozioni intercontinentali hanno al centro le comunità.
       Sono delle adozioni dove la comunità scrive una lettera all’altra comunità del mondo con cui è
       collegata (quinta lettera)
       Allo stesso modo si hanno le relazioni per le adozioni interstatali (sesta lettera) che vengono fatte più
       a livello di zona.
       Sia per le adozioni intercontinentali sia per le adozioni interstatali se ne occupano principalmente le
       persone degne in comunione con le famiglie, le comunità e le zone.
       Anche queste lettere vengono prese dal volontario di Italia Solidale durante il viaggio missionario per
       essere poi portate in Italia, verificate ed inviate alla comunità e zone mondiali corrispondenti.
    5) Infine abbiamo le relazioni con i generosi volontari donatori italiani.
       Gli italiani meritano una relazione vera e ricca di spirito.
       La famiglia del Sud del mondo scrive la lettera con foto (settima lettera) al suo donatore italiano.
       Anche in questo caso il volontario di Italia Solidale raccoglie tutte le lettere e le foto durante il viaggio
       missionario, le porta in Italia, le verifica e le invia ai donatori.
       Durante il viaggio missionario, oltre alle lettere, ci mettiamo in contatto con i donatori italiani anche
       telefonicamente. Questo aiuta a rafforzare la relazione, la partecipazione ed anche il pagamento dei
       donatori.
    6) Si tratta di 7 tipologie di lettere diverse che concretizzano le relazioni sia nello spirito che nella pratica.
    7) Quando ogni volontario ritorna in Italia dopo tutta l’esperienza svolta in missione, nel concreto porta
       fisicamente con se:
        a) le lettere e le foto per i donatori locali 2016, 2017, 2018, 2019 da scambiare col volontario
            “gemello”
        b) le lettere e le foto per le famiglie che hanno trovato il loro donatore nel 2016, 2017, 2018 e 2019
        c) le lettere e le foto da inviare ai donatori italiani.
        d) le lettere dell’adozione intercontinentale e interstatale
        e) In tutto riporta con se 15 lettere per ciascuna comunità.

Preghiamo di Essere degni e umili testimoni della volontà di Dio per realizzare in Lui tutti i gemellaggi e
tutte le relazioni necessarie per la salvezza dell’umanità.

P.Angelo Benolli
20 dicembre 2018

D) L’INCARNAZIONE NEL CONCRETO DEI GIORNI DI VISITA NELLE MISSIONI
  a) Ogni volontario deve aver chiari i punti che devono essere visti e risolti durante il viaggio missionario per
        realizzare in pienezza tutta la completezza della missione.
   b)   Dopo il meeting iniziale che quest'anno si fa con le persone degne in tutte le missioni, in collegamento con p.
        Angelo che partecipa al meeting dell’Africa, si va nella missione per realizzare con semplicità, gioia e chiarezza
        i punti della missione
   c)   In questo viaggio missionario, senza tralasciare l'incontro con le persone, le famiglie e le comunità, bisogna
        dare molta più centralità alla relazione con le persone degne. Sono loro i missionari perché sono sul posto ed è
        solo insieme a loro che possiamo arrivare al tutto. Non possiamo avere l’ideale presunzione di arrivare noi a
        tutto e a tutti.
   d)   I primi 3 giorni s’ incontra solo con le 20 persone degne delle 40 comunità con cui facciamo una sorta di Malga
        Zures di unità in Dio e sul Nuovo Sapere e Nuovo Potere in Cristo e nella conseguente incarnazione pratica
        missionaria. (Se le persone degne della missione hanno già partecipato al meeting iniziale dal 4 al 9 gennaio
        l’incontro può essere più breve)
   e)   Successivamente si comincia, insieme alle persone degne, con la visita nelle 4 zone e delle 40 comunità della
        missione e per ogni singola zona ci si muove nel modo seguente:
   f)   Dal quarto giorno iniziamo ad incontrare, insieme alle persone degne, le zone. Due giorni per ogni zona (5
        comunità al giorno).
   g)   Inizialmente incontriamo brevemente le 5 comunità insieme e poi una ad una. Nel concreto:

                                                                                                                        15
●  ci relazioniamo umilmente con le famiglie sull’esperienza che stanno sperimentando. È relazione…senza
       insegnare, colonizzare, imporre o chiacchierare ma partecipando nello Spirito e nel Carisma alla loro vita.
    ● Insieme possiamo vedere i due Dvd,
    ● Leggere il documento sulle 7 relazioni di p. Angelo e condividere l’esperienza d’insieme e del far fare
       l’adozione.
    ● Sosteniamo le famiglie a mantenere una forte relazione con il donatore che trovano affinché l’adozione sia
       concretamente realizzata nello Spirito ed anche nel pratico del pagamento che deve avvenire entro 5 mesi.
    ● Contattiamo il donatore italiano individuato per concretizzare la testimonianza di unità tra missioni e Giardini.
    ● rendiamo viva la relazione attraverso le lettere facendo in modo che le famiglie, già preparate, arrivino all’
       incontro con tutte le lettere
    ● allo stesso modo noi consegniamo alle famiglie che hanno fatto fare l’adozione 2016, 2017, 2018 le lettere e
       le foto dei bambini e famiglie della missione con cui si è gemellati. Se l’adozione del 2019è già fatta diamo
       la lettera di ringraziamento di P.Angelo sia alla famiglia stessa, che al nuovo donatore. Se ancora è da far
       fare sosteniamo la famiglia incaricata a completare entro Gennaio 2019.
    ● Consegniamo anche la nuova lettera di P. Angelo alle famiglie e, se ci sono, le lettere delle adozioni
       intercontinentali e interstatali.
    h) Per incontrare le 4 zone ci occorrono 8 giorni.
    i) Poi abbiamo un altro giorno per incontrare le nuove comunità formate da ogni missione. (Ogni zona forma due
       nuove comunità e quindi nelle 4 zone ci sono 8 nuove comunità).
    j) Due giorni li dedichiamo ad incontrare personalmente i donatori locali trovati e per avere anche noi una
       relazione con loro.
    k) I rimanenti 3 giorni li dedichiamo affinché tutto sia completato nel rispetto di Dio, del Carisma, dei bambini,
       dei donatori e di ogni persona (persone degne, adozioni da far fare, lettere e relazioni, capannone, incontro col
       vescovo, etc…)
    l) Cosi abbiamo i primi 3 giorni con le persone degne + 8 giorni nelle zone + 1 giorno per le nove comunità + 2
       giorni per l’incontro con il donatore locale + 3 giorni di conclusione finale.
    m) In totale abbiamo 17 giorni per ogni missione. Nell’ordine le missioni che ciascun volontario segue sono 3 e
       quindi 17 + 17 + 17 = 51 e con i giorno di viaggio si arriva ai due mesi per i volontari interni e un mese per gli
       esterni.
    n) Ovviamente tutto va vissuto nello spirito, senza schema e senza fissazioni ma in unita e comunione con Dio,
       con Padre Angelo e con tutto Mondo Solidale.

E) CONCLUSIONE
… La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro
me stesso, perché siano anch'essi consacrati nella verità. Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno
in me mediante la loro parola: perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in
noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. E la gloria che tu hai dato a me, io l'ho data a loro, perché siano
una sola cosa come noi siamo una sola cosa. Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell'unità e il mondo conosca
che tu mi hai mandato e che li hai amati come hai amato me… (Giovanni 17, 17-23)

Siamo chiamati personalmente a scacciare tutti i Diavoli inconsci per vivere e testimoniare la meravigliosa preghiera di
Gesù ed Essere realmente maschi e femmine come Lui, con tutte le nostre energie personali ed in profonda unità ed
Eucarestia col Padre, con noi stessi e con tutti i fratelli in Italia e nel Mondo realizzando la pienezza di adozioni,
capannoni e relazioni a cui lo Spirito Santo ci chiama attraverso il Carisma.




                                                                                                                       16
Puoi anche leggere
Parte successiva ... Annulla