IL LAVORO PART-TIME DOCUMENTO NORMO ATTUATIVO - DCRUO Relazioni Industriali

 
IL LAVORO PART-TIME
      DOCUMENTO NORMO ATTUATIVO

DCRUO
Relazioni Industriali

                                   Dicembre 2003
INDICE

Struttura del documento                                                pag. 3
Scopo e Campo di applicazione                                          pag. 4

                                  Sezione Prima

Assunzione con contratto di lavoro a tempo parziale
Definizione e tipologia dei contratti di lavoro a tempo parziale       pag. 7
Forma del contratto                                                    pag. 9
Obblighi di informazione                                               pag. 10

                                Sezione seconda

Trasformazione del rapporto di Lavoro
Aspetti formali                                                        pag. 13
Aspetti procedurali                                                    pag. 13

                                  Sezione Terza

Disciplina del rapporto di lavoro
Limiti percentuali di ricorso al part time                            pag. 16
Lavoro supplementare e lavoro straordinario                           pag. 16
Clausole flessibili                                                   pag. 18
Clausole elastiche                                                    pag. 19
Principio di non discriminazione                                      pag. 20
Ferie e comporto                                                      pag. 20
Ambito di estensione della disciplina                                 pag. 21

                                    Allegati

    •       Lettera di assunzione a tempo parziale orizzontale (all.1)
    •       Lettera di assunzione a tempo parziale verticale o misto (all. 2)
    •       Lettera di assunzione a tempo parziale a tempo determinato
            (all. 3)
    •       Lettera di Conversione (all.4)
    •       Richiesta di trasformazione (all. 5)
    •       Comunicazione interna di trasmissione richiesta di
            trasformazione (all.6)
    •       Comunicazione interna di trasformazione del rapporto di lavoro
            (all.7)
    •       Lettera di diniego a domanda di trasformazione (all. 8)

Part Time                                                            DCRUO/RI    2
STRUTTURA DEL DOCUMENTO

Il presente documento ha ad oggetto la disciplina del rapporto di lavoro a
tempo parziale in Poste Italiane –profili normativi, disciplina contrattuale e
aspetti procedurali- e presenta un’articolazione in sezioni, ciascuna delle
quali ha ad oggetto un argomento specifico.

In considerazione delle modifiche intervenute nella disciplina del part-time
con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 276/03, per ogni tema trattato,
accanto alla vigente disciplina contrattuale, sono segnalate le novità
legislative intervenute.

Dal punto di vista dei contenuti il documento è così strutturato:
   • una prima sezione in cui vengono analizzati gli aspetti relativi
      all’assunzione con contratto di lavoro a tempo parziale;
   • una seconda sezione in cui è analizzato il tema della conversione del
      rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale;
   • una terza sezione in cui è analizzata la disciplina (normativa e
      contrattuale) di tale tipologia di rapporto di lavoro.

In allegato al documento, infine, è riportata la modulistica utilizzabile.

Part Time                                                      DCRUO/RI      3
SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

Il presente documento analizza la disciplina dei rapporti di lavoro a tempo
parziale sulla base della disciplina del vigente CCNL e della disciplina di
legge in materia (Decreto Legislativo 61/00 come modificato dal Decreto
legislativo 100/01 e dal Decreto Legislativo 276/03).
Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 276/03, attuativo della Legge
Delega 30/03 (c.d. Riforma Biagi), sono intervenute infatti alcune significative
modifiche alla disciplina di tale tipologia contrattuale considerata oggi dal
legislatore uno dei principali strumenti di politica attiva del lavoro, soprattutto
in funzione dell’incremento dei tassi occupazionali di alcune categorie di
lavoratori (giovani, donne, soggetti di età compresa tra i 55 e i 64 anni).
Tali innovazioni legislative sono peraltro immediatamente operative
non richiedendo ulteriori interventi regolamentari o da parte della
contrattazione collettiva.
Il presente documento fa propria l’impostazione secondo cui le
clausole contrattuali in deroga, che prevedano trattamenti di miglior
favore per i lavoratori, conservano la loro validità ed efficacia.
L’eventuale revisione della disciplina del part-time in Poste Italiane
potrà essere valutata alla luce delle prime attuazioni e in coerenza con
la volontà aziendale di incentivarne l’utilizzo in quanto strumento di
sostegno ai livelli occupazionali e alla flessibilità dell’organizzazione
del lavoro.

Oltre agli aspetti inerenti la disciplina giuridica dell’istituto, particolare
attenzione sarà dedicata alla illustrazione degli aspetti procedurali ed
operativi.
In allegato è riportata la modulistica utilizzabile per gli adempimenti relativi
all’assunzione con contratto di lavoro a tempo parziale e alla conversione del
rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale.

                                       ∗∗∗

Il presente documento ha validità per Poste Italiane e per le Aziende del
Gruppo alle quali si applica il vigente CCNL, fermo restando gli adattamenti
resi necessari dalla struttura organizzativa e dalle esigenze proprie di
ciascuna realtà aziendale.

Con l’adozione della presente disciplina ogni precedente disposizione
aziendale in materia deve intendersi superata.

Acronimi

DCRUO Direzione Centrale Risorse Umane
KAC Key Account Corporate

Part Time                                                      DCRUO/RI          4
RUD Risorse Umane Divisionali
DCRUO – SAP Direzione Centrale Risorse Umane – Servizi di
Amministrazione del Personale

Part Time                                  DCRUO/RI     5
Assunzione con contratto di lavoro a
                tempo parziale

                                  Sezione Prima

Part Time                           DCRUO/RI      6
Definizione e tipologia dei contratti a tempo parziale

Il contratto di lavoro a tempo parziale è il contratto di lavoro subordinato
stipulato ad orario ridotto rispetto a quello normale di cui all’art. 3,
comma 1 del D.Lgs. 66/03 o al minor orario normale fissato dai contratti
collettivi applicati.
In Poste Italiane, pertanto, i contratti di lavoro a tempo parziale prevedono
una prestazione di lavoro di durata inferiore all’orario contrattuale di 36 ore
settimanali di cui all’art. 28 del vigente CCNL.
In base alla vigente disciplina contrattuale inoltre, la durata della prestazione
individuale in regime di part-time non può essere inferiore alle 900 ore e
superiore alle 1300 ore annue.
Tuttavia, mediante accordi sindacali di secondo livello, i predetti limiti
possono essere superati a fronte di particolari esigenze di carattere
organizzativo e/o commerciale.

Il contratto di lavoro part-time può essere stipulato a tempo indeterminato,
o, ricorrendone i requisiti sostanziali e formali previsti dal Decreto legislativo
368/01, a tempo determinato.
Il ricorso al rapporto di lavoro a tempo parziale può avvenire mediante
assunzioni dall’esterno ovvero mediante trasformazione consensuale del
rapporto di lavoro del personale in servizio a tempo pieno.

Sono previste tre tipologie di rapporto di lavoro a tempo parziale 1:

    •       part-time orizzontale, quando la riduzione di orario rispetto al
            tempo pieno è prevista in relazione all’orario normale giornaliero di
            lavoro;

    •       part-time verticale, quando l’attività lavorativa è svolta a tempo
            pieno ma limitatamente a periodi predeterminati nel corso della
            settimana, del mese o dell’anno;

    •       part-time misto, quando l’attività lavorativa si svolge secondo una
            combinazione delle due tipologie orizzontale e verticale.

1
   La scelta del modello di part-time, tra quelli previsti dalla legge, può essere
considerata la prima operazione che attiene alla redazione di contratti di lavoro
subordinato a tempo parziale in quanto presuppone l’esatta individuazione delle
situazioni pratiche da regolare in funzione del miglior contemperamento possibile
delle esigenze organizzative dell’ impresa con quelle dei lavoratori.

Part Time                                                       DCRUO/RI            7
Le previsioni del Decreto Legislativo 276/03
Si segnala che il Decreto Legislativo 276/03 ha previsto la possibilità da
parte dei contratti collettivi nazionali di stabilire “per specifiche figure o
livelli professionali modalità particolari di attuazione delle discipline
rimesse alla contrattazione collettiva”.

Part Time                                                    DCRUO/RI            8
La forma del contratto
I contratti di lavoro a tempo parziale richiedono la stipulazione in
forma scritta ai fini della prova.
Il ricorso alla forma è da ritenersi necessario in quanto la prova per testi è
consentita solo nell’ipotesi in cui il contraente abbia perduto senza sua
colpa il documento.
In mancanza della scrittura, pertanto, il lavoratore potrà agire in giudizio e
ottenere agevolmente la dichiarazione della sussistenza di un rapporto di
lavoro a tempo pieno a partire dalla data dell’accertamento giudiziale della
mancanza della scrittura.

Il contratto a tempo parziale deve contenere l’indicazione dei
seguenti elementi:
   • la data di assunzione o di trasformazione;
   • l’inquadramento professionale;
   • la mansione;
   • il luogo di lavoro;
   • la struttura di assegnazione;
   • il trattamento economico iniziale;
   • la durata del periodo di prova;
   • la durata della prestazione lavorativa;
   • la collocazione temporale dell’orario con riferimento al giorno, alla
      settimana, al mese e all’anno.

La carenza di tali requisiti non comporta la nullità ma sanzioni
differenziate a seconda dei casi:
    • Nel caso in cui manchi la forma scritta ovvero non sia indicata la
       durata, il lavoratore avrà diritto all’accertamento della sussistenza di
       un rapporto di lavoro a tempo pieno dalla data del relativo
       accertamento giudiziale.
    • Qualora l’omissione riguardi la collocazione temporale dell’orario di
       lavoro, la determinazione delle modalità temporali di svolgimento
       della prestazione lavorativa è demandata al giudice con riferimento
       alle previsioni dei contratti collettivi o con valutazione equitativa.
In entrambi i casi il lavoratore ha diritto, per il periodo antecedente la data
della pronuncia della sentenza, alle corresponsione, in aggiunta alla
retribuzione dovuta, ad un emolumento a titolo di risarcimento del danno
da liquidarsi con valutazione equitativa.

Part Time                                                     DCRUO/RI            9
Obblighi di informazione
Per la disciplina dell’assunzione con contratto di lavoro a tempo parziale,
con particolare riferimento agli obblighi di comunicazione ed informazione,
si rinvia a quanto previsto in materia di assunzione di lavoratori a tempo
pieno (cfr. Documento normativo sulla Costituzione del Rapporto di
lavoro).
Si segnala soltanto che, con l’entrata in vigore del Decreto
Legislativo 276/03, è stato abrogato l’obbligo per il datore di lavoro di
inviare il contratto di lavoro al Servizio Competente (Direzione
Provinciale del Lavoro nel cui ambito territoriale è collocata la sede di
lavoro) entro 30 giorni dall’instaurazione del rapporto.
Naturalmente nel caso in cui il contratto sia stipulato a tempo determinato
è necessario consegnare al lavoratore copia del contratto
contestualmente alla stipulazione e comunque non oltre cinque
giorni dall’instaurazione del rapporto di lavoro.

Informativa al Personale in servizio a tempo pieno
In caso di assunzione di lavoratori a tempo parziale, l’Azienda è tenuta a
fornire un’informativa al personale dipendente a tempo pieno occupato in
unità produttive site nello stesso comune “anche mediante comunicazione
scritta in luogo accessibile a tutti nei locali dell’impresa” ed è tenuto a
prendere in considerazione eventuali domande di trasformazione
avanzate dai lavoratori a tempo pieno.

Diritto di precedenza
In Poste Italiane, in caso di assunzione di lavoratori a tempo pieno, la
Società deve riconoscere la precedenza al personale a tempo parziale già
precedentemente impiegato a tempo pieno e, in subordine, a quello
assunto con part time a tempo indeterminato che ne faccia richiesta e sia
in possesso dei requisiti previsti o che ricopra posizioni di identico o
equivalente contenuto professionale.

Le previsioni del Decreto Legislativo 276/03
Per effetto del Decreto legislativo 276/03 è stata abrogata la norma che
prevedeva un diritto di precedenza a favore dei lavoratori assunti a
tempo parziale; l’attuale disciplina di legge prevede soltanto che
nell’ambito del contratto individuale di lavoro possa essere previsto,
in caso di assunzioni di personale a tempo pieno, un diritto di precedenza
a favore dei lavoratori assunti a tempo parziale in attività presso unità
produttive site nello stesso ambito comunale adibiti alle stesse mansioni o
a mansioni equivalenti.

Part Time                                                  DCRUO/RI           10
Informativa sindacale

L’azienda è tenuta a fornire un’informativa annuale alle rappresentanze
sindacali stipulanti in merito all’andamento delle assunzioni a tempo
parziale, relativa tipologia e ricorso al lavoro supplementare.

Part Time                                              DCRUO/RI           11
Trasformazione del rapporto di lavoro

                               Sezione Seconda

Part Time                           DCRUO/RI     12
Aspetti formali

La trasformazione del rapporto da tempo pieno a tempo parziale deve
essere realizzata per atto scritto e convalidata dalla DPL competente
per territorio.

La conversione può avvenire a tempo indeterminato o determinato per un
periodo non inferiore a 12 mesi.
In quest’ultimo caso, salvo disdetta almeno 60 giorni prima della scadenza
del termine, il contratto si intende tacitamente prorogato per la stessa
durata.
Il rifiuto del lavoratore di trasformare il proprio rapporto di lavoro a tempo
pieno in rapporto a tempo parziale o viceversa, non costituisce giustificato
motivo di licenziamento.

Aspetti procedurali
Le richieste di trasformazione del contratto di lavoro da tempo pieno a tempo
parziale, sono presentate al Responsabile dell’unità produttiva di
appartenenza e per conoscenza alle Risorse Umane Regionali (allegato 4).

Il Responsabile dell’unità produttiva esamina la richiesta -avvalendosi anche
della collaborazione del Responsabile RU di riferimento- sulla base delle
esigenze individuali del lavoratore e in funzione della compatibilità di una
prestazione di lavoro ad orario ridotto con la natura delle mansioni espletate
e con le esigenze organizzative e produttive della struttura di appartenenza.

La domanda di trasformazione, corredata dal parere del Responsabile
dell’Unità Produttiva di appartenenza, dovrà essere trasmessa (allegato 5),
alle Risorse Umane Regionali che in caso di riscontro positivo, previa
comunicazione al RUD competente, o al KAC-DCRUO, procedono alla
stipula del contratto.
Analogamente si procederà, sul piano operativo, qualora l’iniziale parere
negativo della struttura interessata venga riconsiderato nei passaggi
successivi sulla base degli approfondimenti intervenuti.
Anche in caso di riscontro negativo all’istanza dovrà essere fornita per iscritto
risposta all’interessato (allegato 6).

Relativamente al personale in forza presso le Strutture Centrali si precisa
che:
   • la percentuale di riferimento va correlata a quella della Regione Lazio;
   • le domande vanno presentate alle Risorse Umane Divisionali per il
       personale assegnato alle Divisioni, al KAC/ DCRUO per il restante
       personale;

Part Time                                                    DCRUO/RI            13
•       l’esame e il parere competono alla Funzione Risorse Umane di
            competenza o al KEY Account Corporate per le Direzioni Centrali.

La lettera di conversione deve essere redatta in triplice copia (firmata, a
seconda dei casi dal RUD o dal Key Account), firmata dal dipendente e
inviata al Servizio (DPL) competente per la convalida.
Copia della lettera di conversione deve inoltre essere trasmessa, per i
necessari adempimenti, all’Ipost, alla DCRUO - SAP e naturalmente alla
Struttura di appartenenza del lavoratore.

Part Time                                                  DCRUO/RI      14
Disciplina del rapporto di lavoro

                                    Sezione Terza

Part Time                             DCRUO/RI      15
Limiti percentuali di ricorso al lavoro a tempo parziale
In Poste Italiane, il numero di rapporti a tempo parziale non può superare,
su base regionale, complessivamente il 10% del personale a tempo pieno
con contratto a tempo indeterminato in forza al 31 dicembre dell’anno
precedente a quello di riferimento, percentuale elevabile di un ulteriore 5%
con accordi stipulati nell’ambito del secondo livello di contrattazione.

Lavoro supplementare

Nei contratti part-time di tipo orizzontale, anche a tempo determinato,
la Società ha la facoltà di richiedere, previo consenso del lavoratore,
prestazioni di lavoro supplementare nelle fattispecie previste dall’art.
23, comma 9, del CCNL:

       ¾    incrementi di attività non prevedibili;
       ¾    esigenze di sostituzione di lavoratori assenti;
       ¾    esecuzione di un incarico definito o predeterminato nel tempo;
       ¾    operazioni di quadratura contabile e di chiusura;
       ¾    esigenze di formazione;
       ¾    esigenze in materia di igiene, prevenzione e sicurezza sul lavoro.

In proposito si segnala che l’art. 15 del Decreto Legislativo 61/00, come
modificato dal Decreto Legislativo 100/01, prevedeva che “le clausole dei
contratti collettivi in materia di lavoro supplementare nei rapporti di
lavoro a tempo parziale, vigenti alla data di entrata in vigore del
presente decreto legislativo, continuano a produrre effetti, salvo diverse
previsione dei contratti collettivi, sino alla scadenza prevista e comunque non
oltre il 30 settembre 2003”.
Un’interpretazione prudenziale di tale previsione ci induce a ritenere, fino a
quando non interverrà una diversa regolamentazione collettiva dell’istituto,
che le clausole del vigente CCNL di Poste Italiane in materia di lavoro
supplementare sfuggono a tale effetto di caducazione in quanto trattasi di
clausole definite tra le parti in data successiva all’entrata in vigore del
predetto decreto legislativo.

Ne consegue che in Poste Italiane lo svolgimento di lavoro supplementare
è consentito nella misura massima del 10% della prestazione annua
individuale e comunque nel limite di 100 ore annue e di due ore
giornaliere.
Peraltro è prevista la possibilità, mediante una regolamentazione specifica
da definirsi con accordi tra le parti stipulanti, di superare i predetti limiti per
il personale impiegato presso i call center.

Part Time                                                        DCRUO/RI             16
L’eventuale rifiuto del lavoratore di prestare lavoro supplementare non
costituisce infrazione disciplinare né integra gli estremi del giustificato
motivo di licenziamento.

Le previsioni del Decreto Legislativo 276/03

Tra le novità intervenute per effetto del Decreto Legislativo 276/03 si
segnala innanzitutto che, in base alle nuove disposizioni, il lavoratore che
si rifiuti di effettuare prestazioni di lavoro supplementare, previste dal
contratto collettivo o consentite sulla base del contratto individuale, può
essere sanzionato disciplinarmente, essendo vietata, a differenza
della precedente disciplina, il solo ricorso a sanzioni espulsive.
Altra novità significativa     è che oggi il consenso del lavoratore
all’effettuazione di prestazioni di lavoro supplementare è richiesto
dalla legge solo ove il ricorso al lavoro supplementare non sia
previsto e regolamentato dal contratto collettivo, e non più in ogni
caso come nella previgente disciplina.

Allo stato deve tuttavia ritenersi che in Poste Italiane il ricorso al
lavoro supplementare possa avvenire solo con il consenso scritto
del lavoratore interessato, in presenza delle causali e nei limiti
percentuali previsti dal CCNL, in quanto trattasi di disciplina di
miglior favore per il lavoratore rispetto a quella di legge.

Infine, ulteriore innovazione di rilievo introdotta dal Decreto Legislativo
276/03, è l’abrogazione delle disposizioni che prevedevano la retribuzione
ordinaria per le ore di lavoro supplementare prestate nel limite del 10%
dell’orario mensile e la maggiorazione del 50% per le ore di lavoro
supplementare svolte oltre il limite consentito dai contratti collettivi. In
proposito si segnala che il CCNL di Poste Italiane non disciplina gli
effetti del superamento dei limiti del lavoro supplementare
consentito, aspetto questo espressamente demandato alla
contrattazione collettiva dalle nuove disposizioni di legge, e che
pertanto, allo stato, in caso di superamento dei tetti previsti non si
applica alcuna maggiorazione.

Lavoro straordinario

Il ricorso a prestazioni straordinarie è consentito nei rapporti di lavoro a
tempo parziale di tipo verticale o misto, anche a tempo determinato.
A tali prestazioni si applica la disciplina legale e contrattuale vigente in
materia di lavoro straordinario, fermo restando il riproporzionamento del
limite annuo (250 ore) delle prestazioni di lavoro straordinario in relazione
alla ridotta durata della prestazione lavorativa.

Part Time                                                   DCRUO/RI            17
Clausole flessibili e facoltà di denuncia
Nei rapporti di lavoro a tempo parziale stipulati sia a tempo determinato
che a tempo indeterminato, il datore di lavoro e il lavoratore possono
concordare, mediante accordo scritto, anche contestuale al contratto di
lavoro, la sottoscrizione di clausole flessibili – le clausole elastiche
della precedente disciplina- che prevedano una diversa collocazione
temporale della prestazione lavorativa.
Per effetto delle innovazioni introdotte dal Decreto Legislativo 276/03 è
venuta meno per il lavoratore la facoltà di denuncia della clausola
flessibile ed è stato ridotto il periodo di preavviso che deve essere di
almeno due giorni lavorativi fatte salve diverse intese tra le parti.
Si ritiene tuttavia che permanga sul punto l’efficacia delle previsioni
del vigente CCNL in quanto trattasi di disciplina di miglior favore per
il lavoratore e pertanto:

    •       Poste Italiane può esercitare la facoltà di avvalersi della clausola
            flessibile pattuita dandone apposita comunicazione al lavoratore
            con un preavviso di 10 giorni;
    •       per tutta la durata della variazione al lavoratore è dovuta una
            maggiorazione pari al 10% della retribuzione globale di fatto;
    •       il lavoratore può disdire il patto con preavviso di un mese, decorsi
            almeno 5 mesi dalla data di stipulazione, in presenza delle seguenti
            condizioni:

        a) esigenze di carattere familiare;
        b) esigenze di tutela della salute certificata dal competente servizio
           sanitario pubblico;
        c) necessità di attendere ad altra attività lavorativa subordinata od
           autonoma;
        d) necessità di frequentare corsi di studio e/o di formazione per il
           tempo necessario a soddisfare tali esigenze.

Il preavviso può essere ridotto in caso di oggettiva impossibilità, nelle
fattispecie di cui alle lettere a) e b) che precedono.
L’eventuale rifiuto del lavoratore di stipulare il patto e l’esercizio della
facoltà di disdetta non integrano gli estremi del giustificato motivo di
licenziamento.

Part Time                                                       DCRUO/RI           18
Clausole elastiche
Le clausole elastiche rappresentano un’importante innovazione nell’ambito
della disciplina del part-time.
Le parti del contratto di lavoro a tempo parziale, anche se stipulato a
tempo determinato, possono concordare, in base alla nuova disciplina
legislativa, l’inserimento nel contratto di una clausola elastica che
preveda la possibilità di variare in aumento la durata della prestazione
lavorativa.
I contratti collettivi di livello nazionale, territoriale o aziendale possono
stabilire:
    • condizioni e modalità in relazione alle quali il datore di lavoro può
        variare in aumento la durata della prestazione lavorativa;
    • i limiti massimi di variabilità in aumento della durata della
        prestazione lavorativa.

In caso di ricorso a clausole elastiche la legge fissa un periodo di
preavviso non inferiore a due giorni lavorativi nonché il diritto del
lavoratore a specifiche compensazioni nella misura e nelle forme
stabilite dai contratti collettivi.
In proposito resta tuttavia da chiarire la portata e il significato della
previsione del Decreto Legislativo 276/03 secondo cui in assenza di
contratti collettivi le parti possono concordare direttamente
l’adozione di clausole elastiche.
Si potrebbe infatti ritenere sulla base del dato testuale che l’accordo
individuale sia sufficiente solo nell’ipotesi in cui manchi un qualsiasi
contratto collettivo applicabile.
Ciò induce a ritenere in via cautelativa l’inapplicabilità di tale previsione in
Poste Italiane, fermo restando, che in ogni caso, per espressa previsione
contrattuale permarrebbe comunque il limite massimo di durata della
prestazione lavorativa individuale del lavoratore a tempo parziale pari a
1300 ore annue.

Si segnala infine che il Decreto Legislativo 276/03 prevede che il
lavoratore possa farsi assistere, al momento in cui presta per iscritto il
consenso alla formalizzazione di una clausola elastica o flessibile, da un
componente della rappresentanza sindacale aziendale da lui stesso
indicato.

Part Time                                                     DCRUO/RI             19
Principio di non discriminazione
Al lavoratore a tempo parziale si applica il medesimo trattamento
normativo ed economico dei lavoratori a tempo pieno inquadrati nel
medesimo livello, fermo restando il riproporzionamento dei singoli istituti
in relazione alla ridotta durata della prestazione lavorativa.

In particolare la parità di trattamento si intende riferita ai seguenti istituti:
    • retribuzione oraria;
    • prova;
    • ferie;
    • maternità;
    • comporto;
    • sicurezza;
    • iniziative di formazione;
    • servizi sociali;
    • diritti sindacali;competenze indirette e differite.

Il riproporzionamento si applica invece ai seguenti trattamenti:
     • retribuzione globale e singole componenti;
     • retribuzione feriale;
     • trattamenti economici di malattia, infortunio, malattia professionale
        e maternità.

Ferie e comporto

I lavoratori in regime di part-time orizzontale hanno diritto ad un numero
di ferie pari a quello dei lavoratori a tempo pieno.
I lavoratori che svolgano un’attività lavorativa in regime di part-time
verticale hanno diritto, invece, ad un numero di giorni di ferie
proporzionato alle giornate lavorate nell’anno.
Il numero delle ferie viene calcolato combinando i suddetti criteri se il
rapporto di lavoro è a tempo parziale misto.

Per quanto riguarda le previsioni relative al comporto, si rinvia al
documento normativo in materia di malattia.

Part Time                                                         DCRUO/RI          20
Ambito di estensione della disciplina del part-time in Poste
Italiane

L’assunzione con contratto di lavoro part-time e la trasformazione del
rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale possono avvenire nei
confronti di tutto il personale non dirigente, compatibilmente con
l’organizzazione del lavoro e le esigenze di servizio proprie della struttura
di appartenenza e tenuto conto delle caratteristiche proprie del ruolo e
dell’attività svolta dal lavoratore interessato, con particolare riferimento alle
figure professionali con responsabilità di coordinamento e alle posizioni di
seguito specificate:

       Direzioni Centrali

            ƒ   Personale impegnato su progetti, processi e attività per la cui
                realizzazione è necessaria una prestazione lavorativa a tempo
                pieno.

       Divisione Rete Territoriale

            ƒ   Responsabile di Servizi di Filiale;
            ƒ   Responsabile di Ufficio Postale, fatta eccezione per gli Uffici
                Postali con apertura ad orario ridotto, compatibile appunto con
                l’orario di lavoro a part-time;
            ƒ   Personale impegnato su progetti per la cui realizzazione è
                necessaria un’attività a tempo pieno;
            ƒ   Personale che svolge turnazioni, attività specialistiche
                (Specialista processi operativi di Filiale - SPOF -, forza vendita
                commerciale ecc.);
            ƒ   Operatori polivalenti e Portalettere che operano su zone che,
                per i volumi di traffico, non consentano prestazioni a tempo
                ridotto.

       Divisione Corrispondenza

            ƒ   Responsabili di Servizi di Polo;
            ƒ   Personale con funzioni di Capo turno o di Capo squadra;
            ƒ   Autisti;
            ƒ   Portalettere che operano su zone che, per volumi di traffico,
                non consentono prestazioni a tempo ridotto.

Part Time                                                        DCRUO/RI            21
Allegato 1

Oggetto: fac simile lettera di assunzione a tempo parziale di tipo
orizzontale

Direzione Centrale Risorse Umane e Organizzazione

Con riferimento ai colloqui intercorsi ed a conferma delle intese
intervenute, ci è gradito comunicarLe la Sua assunzione presso la
nostra Azienda con contratto di lavoro a tempo indeterminato a
tempo parziale di tipo orizzontale con regime orario settimanale
articolato su……ore a decorrere dal ………...
L’orario di lavoro sarà il seguente: dalle ore……..alle ore…….di
(specificare i giorni lavorativi).
Come convenuto, Lei viene inquadrato/a, secondo il vigente sistema
di classificazione professionale per il personale di Poste Italiane
S.p.A, nella qualifica di (operaio, impiegato, quadro, nel Livello di
…., nel ruolo di ………., per lo svolgimento di attività di ……ed
assegnato presso (indicare struttura e luogo di lavoro).
Il Suo rapporto di lavoro è disciplinato dal vigente Contratto Collettivo
Nazionale di Lavoro di Poste Italiane S.p.A. che alleghiamo.
La Sua prestazione, secondo quanto consentito dalla normativa
legale vigente, ed in particolare dal decreto legislativo 25 febbraio
2000 n. 61, come modificato dal decreto legislativo 26 febbraio 2001,
n. 100, e dal decreto legislativo 24 ottobre 2003, n. 276, sarà
quantitativamente ridotta rispetto a quella prevista per il rapporto a
tempo pieno dalla contrattazione collettiva. In conseguenza, quale
remunerazione per la Sua attività e come corrispettivo di ogni Sua
obbligazione, Le verrà corrisposta una retribuzione mensile lorda
composta da:
− minimo tabellare (€___)
− indennità di contingenza (€_____)
− (eventuale: assegno personale assorbibile in caso di eventuali
     miglioramenti economici).
Resta inteso che il riproporzionamento verrà effettuato su tutti gli
istituti retributivi, sia diretti che indiretti ovvero differiti.
Si richiamano, inoltre, le disposizioni del più volte richiamato
contratto per quanto concerne, in particolare:
           ♦ la durata delle ferie e le modalità della loro fruizione;
           ♦ i termini del preavviso in caso di recesso.
Dal giorno dell’assunzione decorre il periodo di prova di mesi…….,
durante il quale ciascuna delle parti potrà recedere senza preavviso.

Part Time                                                    DCRUO/RI       22
Le facciamo presente, in particolare: l’obbligo di mantenere
   assoluta segretezza sugli interessi dell’Azienda; il divieto di trarre
   profitto da quanto forma oggetto delle Sue funzioni e di non
   esplicare sia direttamente sia per interposta persona, anche fuori
   dell’orario di lavoro, mansioni ed attività - a titolo gratuito od
   oneroso - che siano in contrasto anche indiretto od in concorrenza
   con l’Azienda; l’obbligo di astenersi da qualunque attività - a titolo
   gratuito od oneroso - o da qualunque altra forma di partecipazione
   in Imprese od Organizzazioni di fornitori, clienti, concorrenti e
   distributori.
   Alleghiamo alla presente l’informativa ai sensi dell’art. 13 del
   Decreto Legislativo 196/03 “Codice in materia di protezione dei
   dati personali” e l’apposito modello in cui Lei presta il Suo
   consenso al trattamento dei dati personali.
   Le precisiamo che il Suo contratto potrà essere ceduto a Società
   partecipate, direttamente o indirettamente da Poste Italiane. A tale
   cessione Ella dà il Suo preventivo consenso di cui agli articoli
   1406 e seguenti del codice civile con la sottoscrizione della
   presente lettera di assunzione.

   Nell’invitarLa a confermare il Suo accordo su quanto precede,
   sottoscrivendo per accettazione e ricevuta copia della presente,
   Le formuliamo i migliori auguri per un proficuo lavoro presso Poste
   Italiane S.p.A.

Data: ______________
                                            IL DIRETTORE
    Per accettazione e ricevuta : _____________________

                     PATTO DI DISPONIBILITA’ ALLA VARIABILITA’ DELLA
                            COLLOCAZIONE TEMPORALE

       In conformità e fermo restando la disciplina di cui all’ art.
23, comma 8 del vigente CCNL Poste Italiane S.p.A., la
collocazione temporale dell’orario di lavoro potrà essere
modificata, fermo restando il limite complessivo di……….ore
settimanali.
       La variazione della collocazione temporale della
prestazione dovrà esserLe comunicata per iscritto con
preavviso di almeno dieci giorni.
       In relazione al suddetto patto, ai sensi dell’art. 23, comma 8,
del vigente CCNL di Poste Italiane S.p.A., Le è riconosciuta la facoltà
di denuncia, in forma scritta, non prima di 5 mesi dalla data di
stipulazione del patto stesso e con preavviso non inferiore ad un
mese al datore di lavoro, quando ricorrono le seguenti ragioni:

Part Time                                                    DCRUO/RI       23
a) esigenze di carattere familiare;
   b) esigenze di tutela della salute certificate dal competente
      servizio sanitario pubblico;
   c) necessità di attendere ad altra attività lavorativa subordinata o
      autonoma;
   d) necessità di frequentare corsi di studio e/o di formazione per il
      tempo necessario a soddisfare tali esigenze.

Data: ______________
                                            IL DIRETTORE
    Per accettazione e ricevuta : _____________________

Part Time                                                   DCRUO/RI      24
Allegato 2

Oggetto: fac simile lettera di assunzione a tempo parziale di tipo
verticale o misto

Direzione Centrale Risorse Umane e Organizzazione

Con riferimento ai colloqui intercorsi ed a conferma delle intese
intervenute, ci è gradito comunicarLe la Sua assunzione presso la
nostra Azienda con contratto di lavoro a tempo indeterminato a
tempo parziale di tipo (specificare se verticale o misto).
Le prestazioni lavorative saranno rese limitatamente ad alcuni periodi
dell’anno (ovvero della settimana, ovvero del mese) e precisamente
dal…al…e dal…al…di ciascun anno (ovvero nei giorni di…di
ciascuna settimana, ovvero nei giorni di…di ciascun mese).
Il rapporto di lavoro, durante i periodi dell’anno in cui non sarà
prestata attività lavorativa, resterà consensualmente sospeso a tutti
gli effetti e pertanto durante detti periodi, non maturerà alcun diritto
normativo e retributivo, neppure per ciò che concerne l’anzianità di
servizio.
L’orario di lavoro sarà il seguente: dalle ore……..alle ore…….
Come convenuto, Lei viene inquadrato, secondo il vigente sistema di
classificazione professionale per il personale di Poste Italiane S.p.A.,
con qualifica di (operaio, impiegato o quadro) nel livello di……., nel
ruolo di …… per lo svolgimento di attività di ….ed assegnato
presso….. (indicare struttura e luogo di lavoro).
Il Suo rapporto di lavoro è disciplinato dal vigente Contratto Collettivo
Nazionale di Lavoro di Poste Italiane S.p.A. che alleghiamo.
La Sua prestazione, secondo quanto consentito dalla normativa
legale vigente, ed in particolare dal decreto legislativo 25 febbraio
2000 n. 61, come modificato dal decreto legislativo 26 febbraio 2001,
n. 100, e dal decreto legislativo 24 ottobre 2003, n. 276, sarà
quantitativamente ridotta rispetto a quella prevista, per il rapporto a
tempo pieno, dalla contrattazione collettiva. In conseguenza, quale
remunerazione per la Sua attività e come corrispettivo di ogni Sua
obbligazione, Le verrà corrisposta una retribuzione annua lorda di:
Le verrà corrisposta una retribuzione mensile lorda composta da
− minimo tabellare (€___)
− indennità di contingenza (€_____)
− (eventuale: assegno personale assorbibile in caso di eventuali
    miglioramenti economici)

Part Time                                                    DCRUO/RI       25
Resta inteso che il riproporzionamento verrà effettuato su tutti gli
istituti retributivi, sia diretti che indiretti ovvero differiti.
Le ricordiamo inoltre che in conformità alla disciplina del vigente
CCNL il periodo di conservazione del posto di lavoro in caso di
malattia verrà riproporzionato in relazione alle giornate di prestazione
lavorativa pattuita.
Si richiamano, inoltre, le disposizioni del più volte richiamato
contratto per quanto concerne, in particolare:
           ♦ la durata delle ferie e le modalità della loro fruizione;
           ♦ i termini del preavviso in caso di recesso.
Dal giorno dell’assunzione decorre il periodo di prova di mesi_____,
durante il quale ciascuna delle parti potrà recedere senza preavviso.
Le facciamo presente, in particolare: l’obbligo di mantenere assoluta
segretezza sugli interessi dell’Azienda; il divieto di trarre profitto da
quanto forma oggetto delle Sue funzioni e di non esplicare sia
direttamente sia per interposta persona, anche fuori dell’orario di
lavoro, mansioni ed attività - a titolo gratuito od oneroso - che siano
in contrasto anche indiretto od in concorrenza con l’Azienda; l’obbligo
di astenersi da qualunque attività - a titolo gratuito od oneroso - o da
qualunque altra forma di partecipazione in Imprese od
Organizzazioni di fornitori, clienti, concorrenti e distributori.
Alleghiamo alla presente l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Decreto
Legislativo 196/03           “Codice in materia di protezione dei dati
personali” e l’apposito modello in cui Lei presta il Suo consenso al
trattamento dei dati personali.
Le precisiamo che il Suo contratto potrà essere ceduto a Società
partecipate, direttamente o indirettamente da Poste Italiane. A tale
cessione Ella dà il Suo preventivo consenso di cui agli articoli 1406 e
seguenti del codice civile con la sottoscrizione della presente lettera
di assunzione.

Nell’invitarLa a confermare il Suo accordo su quanto precede,
sottoscrivendo per accettazione e ricevuta copia della presente, Le
formuliamo i migliori auguri per un proficuo lavoro presso Poste
Italiane S.p.A.

Data: ______________
                                            IL DIRETTORE
    Per accettazione e ricevuta : _____________________

                     PATTO DI DISPONIBILITA’ ALLA VARIABILITA’ DELLA
                            COLLOCAZIONE TEMPORALE

Part Time                                                    DCRUO/RI       26
In conformità e fermo restando la disciplina di cui all’ art.
23, comma 8 del vigente CCNL Poste Italiane S.p.A., la
collocazione temporale dell’orario di lavoro potrà essere
modificata, fermo restando il limite complessivo di……….ore
settimanali.
       La variazione della collocazione temporale della
prestazione dovrà esserLe comunicata per iscritto con
preavviso di almeno dieci giorni.
       In relazione al suddetto patto, ai sensi dell’art. 23, comma 8,
  del vigente CCNL Poste Italiane S.p.A., Le è riconosciuta la
  facoltà di denuncia, in forma scritta, non prima di 5 mesi dalla
  data di stipulazione del patto stesso e con preavviso non inferiore
  ad un mese al datore di lavoro, quando ricorrono le seguenti
  ragioni:
  a) esigenze di carattere familiare;
  b) esigenze di tutela della salute certificate dal competente
      servizio sanitario pubblico;
  c) necessità di attendere ad altra attività lavorativa subordinata o
      autonoma;
  d) necessità di frequentare corsi di studio e/o di formazione per il
      tempo necessario a soddisfare tali esigenze.

Data: ______________
                                               IL DIRETTORE

        Per accettazione e ricevuta : _____________________

Part Time                                                  DCRUO/RI      27
Allegato 3

Oggetto: fac simile lettera di assunzione a tempo parziale di tipo
orizzontale a tempo determinato

Direzione Centrale Risorse Umane e Organizzazione

Con riferimento ai colloqui intercorsi ed a conferma delle intese
intervenute, ci è gradito comunicarLe la Sua assunzione presso la
nostra Azienda con contratto di lavoro a tempo determinato a tempo
parziale di tipo orizzontale con regime orario settimanale articolato
su……ore a decorrere dal ………...fino al….
La Sua assunzione viene effettuata ai sensi dell’art. 1 del D.lgs. n.
368/2001 per ragioni di carattere ________(tecnico, produttivo,
organizzativo o sostitutivo 2); in particolare, per l’ espletamento
dell’attività di ____(specificare le ragioni che consentono
l’apposizione del termine).

Il Suo rapporto di lavoro, disciplinato sul piano normativo ed
economico dal vigente C.C.N.L. di Poste Italiane Spa, decorre
dal_________________ e cesserà, senza necessità di preavviso,
il_____________.
Il presente contratto avrà durata fino alla scadenza del termine sopra
indicato subordinatamente al superamento da parte Sua del periodo
di prova, pari a (indicare numero dei giorni), durante il quale ad
ognuna delle parti è consentito di recedere liberamente dal presente
rapporto di lavoro, sulla base di semplice comunicazione scritta
all’altra parte.
L’orario di lavoro sarà il seguente: dalle ore____alle ore_____di tutti i
giorni lavorativi.
Come convenuto, Lei viene inquadrato, secondo il vigente sistema di
classificazione professionale per il personale di Poste Italiane S.p.A.,
con qualifica di (operaio, impiegato o quadro) nel livello …., nel ruolo

2
 La causali generali vanno utilizzate in alternativa tra loro e sono individuate in relazione alle
ragioni specifiche che vanno contestualmente indicate nella lettera di assunzione, ad
esempio:
− acquisizione di una specifica commessa;
− realizzazione di un progetto specifico;
− intensificazione dei ritmi di produzione;
− sostituzione di lavoratrice assente per maternità;
− causali di cui al comma 2 dell’art. 22 del vigente CCNL nel limite massimo dell’8% su
    base regionale.

Part Time                                                                 DCRUO/RI             28
di ….. ed assegnato presso………(indicare struttura e luogo di
lavoro).
La Sua prestazione, secondo quanto consentito dalla normativa legale
vigente, ed in particolare dal decreto legislativo 25 febbraio 2000 n. 61, come
modificato dal decreto legislativo 26 febbraio 2001, n. 100, e dal decreto
legislativo 24 ottobre 2003, n. 276, sarà quantitativamente ridotta rispetto a
quella prevista, per il rapporto a tempo pieno, dalla contrattazione collettiva.
Pertanto, quale remunerazione per la Sua attività e come corrispettivo di ogni
Sua obbligazione, Le verrà corrisposta una retribuzione mensile lorda
composta da:
− minimo tabellare (€___)
− indennità di contingenza (€_____)
− (eventuale: assegno personale assorbibile in caso di eventuali
    miglioramenti economici).
Alla cessazione del rapporto Le verranno inoltre corrisposti il TFR e i ratei di
tredicesima e quattordicesima spettanti in relazione ai mesi di servizio
prestato.

In caso di assenze per malattia, che intervengano dopo il superamento del
periodo di prova, Lei ha il diritto alla conservazione del rapporto di lavoro fino
alla scadenza di un periodo massimo di comporto corrispondente ad 1/6
della durata del contratto e comunque non oltre la data di scadenza del
medesimo. Nel computo del predetto periodo si terrà conto delle assenze per
malattia dovute all’unico continuato episodio morboso ovvero a più episodi
morbosi, i cui giorni e/o periodi di riferimento vanno a tal fine sommati tra
loro.
Resta inteso che il riproporzionamento verrà effettuato su tutti gli istituti
retributivi, sia diretti che indiretti ovvero differiti.
Si richiamano, inoltre, le disposizioni del più volte richiamato contratto per
quanto concerne, in particolare:
         ♦ la durata delle ferie e le modalità della loro fruizione.
Le facciamo presente, in particolare: l’obbligo di mantenere assoluta
segretezza sugli interessi dell’Azienda; il divieto di trarre profitto da quanto
forma oggetto delle Sue funzioni e di non esplicare sia direttamente sia per
interposta persona, anche fuori dell’orario di lavoro, mansioni ed attività - a
titolo gratuito od oneroso - che siano in contrasto anche indiretto od in
concorrenza con l’Azienda; l’obbligo di astenersi da qualunque attività - a
titolo gratuito od oneroso - o da qualunque altra forma di partecipazione in
Imprese od Organizzazioni di fornitori, clienti, concorrenti e distributori.
Alleghiamo alla presente l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Decreto
Legislativo 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e
l’apposito modello in cui Lei presta il Suo consenso al trattamento dei dati
personali.
Nell’invitarLa a confermare il Suo accordo su quanto precede, sottoscrivendo
per accettazione e ricevuta copia della presente, Le formuliamo i migliori
auguri per un proficuo lavoro presso Poste Italiane S.p.A.

Part Time                                                     DCRUO/RI         29
Data: ______________

                                            IL DIRETTORE
    Per accettazione e ricevuta : _____________________

                    PATTO DI DISPONIBILITA’ ALLA VARIABILITA’ DELLA
                           COLLOCAZIONE TEMPORALE

In conformità e fermo restando la disciplina di cui all’ art. 23,
comma 8 del vigente CCNL Poste Italiane S.p.A., la collocazione
temporale dell’orario di lavoro potrà essere modificata, fermo
restando il limite complessivo di……….ore settimanali.
La variazione della collocazione temporale della prestazione
dovrà esserLe comunicata per iscritto con preavviso di almeno
dieci giorni.
In relazione al suddetto patto, ai sensi dell’art. 23, comma 8, del
vigente CCNL Poste Italiane S.p.A., Le è riconosciuta la facoltà di
denuncia, in forma scritta, non prima di 5 mesi dalla data di
stipulazione del patto stesso e con preavviso non inferiore ad un
mese al datore di lavoro, quando ricorrono le seguenti ragioni:
    a) esigenze di carattere familiare;
    b) esigenze di tutela della salute certificate dal competente
       servizio sanitario pubblico;
    c) necessità di attendere ad altra attività lavorativa subordinata o
       autonoma;
    d) necessità di frequentare corsi di studio e/o di formazione per il
       tempo necessario a soddisfare tali esigenze.

Data: ______________
                                                IL DIRETTORE
       Per accettazione e ricevuta : _____________________

Part Time                                                    DCRUO/RI      30
Allegato 4

Oggetto : fac simile accordo di trasformazione del rapporto di lavoro da
tempo pieno a tempo parziale ai sensi dell’art. 5 del Decreto legislativo 61/00

Premesso che tra il /la Sig./Sig.ra________, nata a_____,il_____, residente
in ______(C.F._________), attualmente assegnata presso__________, con
sede in ______e Poste Italiane S.p.A., è in atto un rapporto di lavoro a tempo
indeterminato dal______, ai sensi di quanto previsto dal decreto legislativo n.
61/2000, come modificato dal decreto legislativo 100/01 e dal decreto
legislativo 276/03, si conviene, con il presente accordo, che la
trasformazione del suddetto rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo
parziale avvenga, nel rispetto delle richiamate previsioni di legge e del
vigente CCNL di Poste Italiane, alle seguenti condizioni:

    •       decorrenza;
    •       durata;
    •       inquadramento (qualifica, livello e ruolo);
    •       attività;
    •       tipologia della prestazione lavorativa: specificare durata, collocazione
            dell’orario con riferimento al giorno, alla settimana, al mese;
    •       rideterminazione, dalla data di decorrenza della trasformazione, della
            retribuzione in proporzione al nuovo orario di lavoro.

Il presente accordo si integra con le altre disposizioni del CCNL sopra
richiamato e la sua efficacia resta subordinata, ai sensi della legge citata, alla
convalida da parte della competente Direzione Provinciale del Lavoro.

Il lavoratore                                                          Poste Italiane

Part Time                                                         DCRUO/RI        31
Allegato 5
Oggetto : fac simile comunicazione interna di conversione del rapporto di lavoro

                                                D.ssa
                                                Responsabile Dell’Amministrazione
                                                del Personale della DCRUO - Sede

                                                Dr. …….
                                                Responsabile XXXXXXXX
                                                Sede

                                                Responsabile Risorse Umane
                                                Regionale

                                                IPOST
                                                Settore Previdenziale
                                                Viale Europa,175 00144 Roma

  Roma,
  Oggetto: trasformazione part-time del rapporto di lavoro

 Vi comunichiamo che dal ………………. Il/la dipendente ha trasformato il
 suo rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale ai sensi dell’art. 5 del
 D.L.vo n. 61 del 25 febbraio 2000. Vi alleghiamo copia dell’accordo già
 convalidato dalla competente Direzione provinciale del lavoro in
 data________, al fine di provvedere agli adempimenti di competenza.
    • Cognome e nome
    • Luogo e data di nascita
    • Assunzione Poste
    • Struttura
    • Inquadramento
    • Decorrenza Part-Time
    • Durata Part-Time: fino al
    • Tipologia
    • Ore settimanali
    • Articolato nel modo seguente

              Cordiali saluti.

 Part Time                                                       DCRUO/RI          32
Allegato 6

Fac simile domanda di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale

                                               Responsabile Unità produttiva

                                               p.c. Responsabile Regionale
                                               Risorse Umane

 Domanda di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale

 Il sottoscritto___________
 Livello professionale________
 In servizio presso__________

 Chiede di trasformare il rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo
 parziale con decorrenza dal _____ alle seguenti condizioni…( indicare
 orario di lavoro e tipologia contrattuale).

 Motivi della richiesta___________

 Luogo
 Data                                                       Firma

 Part Time                                                 DCRUO/RI          33
Allegato 7
Fac simile lettera di trasmissione domanda di trasformazione

                              Al Responsabile Regionale Risorse Umane

 Trasformazione rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale

Il/la     Sig/Sig.ra _____________Livello ___________in servizio
presso_________ha presentato domanda di trasformazione del rapporto
di lavoro da tempo pieno a tempo parziale in data _______che si allega in
copia.

PARERE :

MOTIVAZIONI:

Data                                         Firma
                                (Il Responsabile dell’Unità produttiva )

Part Time                                                 DCRUO/RI           34
Allegato 8

Fac simile lettera di diniego

 Domanda di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a
                         tempo parziale
                     Comunicazione diniego

La informiamo che in relazione alle esigenze tecnico-produttive della sua
struttura di appartenenza e alla garanzia di funzionalità del servizio, non
può essere accolta la domanda di trasformazione del rapporto di lavoro da
tempo pieno a tempo parziale da Lei presentata.

Data                                                Firma
                                        (Responsabile Unità produttiva)

Part Time                                                  DCRUO/RI           35
STRUTTURE CENTRALI

        FUNZIONI
                   Responsabile
                   Unità          RUR
                   produttiva
ATTIVITA’
Esame della
    richiesta
Stipula del
    contratto

Legenda:

Responsabilità propria
Responsabilità condivisa

STRUTTURE CENTRALI

        FUNZIONI

                   RUD O o KAC RUD O o KAC
                   CORPORATE CORPORATE

ATTIVITA’
Esame della
    richiesta
Stipula del
    contratto

Legenda:

Responsabilità propria
Responsabilità condivisa

Part Time                                    DCRUO/RI   36
Puoi anche leggere
Prossima slide ... Annulla