Vercelli - I giornali del Piemonte

Vercelli - I giornali del Piemonte

Vercelli - I giornali del Piemonte

DONNE CONTRO LA VIOLENZA - a pag. 10 Esce Martedì e Venerdì - CONTIENE IP Venerdì 15 febbraio 2013 - Euro 1,20 - Anno 142 - N. 13 www.lasesia.vercelli.it Redazione, Segreteria, Grafica: Via Q. Sella, 30 - 13100 Vercelli - Direttore responsabile Remo Bassini - Telefono 0161 25.07.48 Fax 21.25.05 Pubblicità': S.P. - Servizi Pubblicitari: - Via Quintino Sella n. 30 - 13100 Vercelli - Tel. 0161 219664 - Fax 0161 69688, info@spvercelli.it DOMENICA 17 FEBBRAIO IN EDICOLA IL GIORNALINO DELLA PRO Fa troppo freddo. Il servizio d’igiene dell’Asl farà un controllo? I miei figli non possono vivere in queste condizioni Bozino: famiglia senz’acqua, luce e gas da tre settimane La protesta di un cardiopatico Ha tre by-pass, chiama il 118 Gli dicono: vada in ospedale ierangelo Nigra ha 60 anni.

L’esta- te scorsa ha subito un intervento al cuore, grazie al quale i medici gli hanno impiantato tre by-pass. Da quel momento la sua vita ha subìto al- cuni cambiamenti: ha dovuto abban- donare l’impegno come volontario in Croce Rossa, ad esempio, e deve cicli- camente sottoporsi ad accurate analisi. Martedì sera, dopo cena, Nigra non si sente bene. «Ho avvertito un forte do- lore al braccio destro, che mi ha preoc- cupato», racconta. Il vercellese chiama il 118, «ma a sorpresa - dice - non mi mag P Una tentata estorsione per il night Baronessa a cercato di compra- re il night club Baro- nessa, ma si è ritro- vato vittima di un tentativo di estorsione.

E tutto per- ché a un certo punto, forse per le richieste un po’ trop- po alte, ha fatto saltare la trattativa. Così, secondo l’accusa, Francesco Ansel- mo e Massimiliano Rosati, i due vecchi gestori, appena hanno saputo che il vercel- H lese stava cercando un ac- cordo con il proprietario del locale, lo hanno ripetu- tamente minacciato. Que- sta storia inizia qualche anno fa e, nei prossimi gior- ni, potrebbe arrivare la sen- tenza del tribunale. Dun- que, siamo a fine 2004: un imprenditore Ma a Mons. Givone: «Quanti hanno lo stesso coraggio del Papa?» Gatti ra - «Ora il Papa è ancora più da ri- spettare».

Monsignor Franco Givone, par- roco da anni della parrocchia San Pietro di Gattinara e un passato nelle missioni in Africa non usa mezzi termini: «Il Pon- tefice è una guida che deve avere le mani sul “volante” ed avere la forza di stringer- lo. Lui ha capito che questa forza gli man- cava. Il suo gesto è esemplare: quanti sono disposti a lasciare il “cadreghino”?». a pagina 25 Livorno Ferraris si comincia a parlare di elezioni amministrative. E il primo a svelare la sua candidatura è l’attuale assessore al Commercio e Attività produtti- ve, Piergiorgio Biddeci, che nel suo pro- gramma ha il compimento dei progetti che furono di Marco Michelone, il sindaco morto alcuni mesi fa in un incidente stradale.

a pagina 24 A Celentano quei microfoni, sbrecciati e dai colori impossibili, proprio non erano piaciuti. Tanto che dopo il concerto di due giorni nell’Arena di Verona, Mediaset aveva deciso di correre ai ripari: affidandoli all’artista-carrozziere vercellese Roberto Mot- ti. Che non solo li ha ridipinti, smontandoli e verniciandoli, ma ne ha anche ricavato un quadro, ora esposto alla galleria Mirage. A Quante fregature dietro l’annuncio “Offro lavoro” erchi lavoro? Occhio alle fregature. Che possono essere mol- te: dai falsi periodi di pro- va, alla “catena di San- t’Antonio” mascherata da commercio porta a porta, dai corsi di formazione a pagamento alle proposte di realizzazione di costosi book fotografici che poi si rivelano essere inutili ai fini della ricerca di un’occupazione.

Da Adi- consum e il Movimento difesa consumatori alcuni consigli per evitare trap- pole.

C Piergiorgio Biddeci si candida a sindaco di Livorno Ferraris Realizza un’opera d’arte coi microfoni di Celentano PRO VERCELLI Braghin: «Ad Ascoli con furore agonistico» «Giocheremo con rabbia» La Pro Vercelli sabato è di scena ad Ascoli in una par- tita molto delicata. Dopo i due ko con le prime della classe e la mazzata del si- gnor Velotto, i bianchi cer- cano l’impresa. Mister Bra- ghin ha suonato la carica. alle pagine 32, 34 Calcio - Serie D: Santhià d’assalto contro il Chiavari a pagina 37 Volley donne: il Red culla il sogno playoff a pagina 39 L ’allenatore Maurizio Bra- ghin fiducioso per Ascoli L’appello del padre: facevo il muratore, ho bisogno di lavorare on ce la facciamo più.

Fa tanto freddo e solo l’idea di dover mandare i bambini a fare i bisogni fuori : ha le lacrime agli occhi Zoubida Elkahlao- ui mentre racconta la situa- zione in cui la sua famiglia vive da fine gennaio: da quando, tra il 28 e il 29, Ate- na ha interrotto le forniture di acqua, luce e gas al campo Bozino di Vercelli, dove loro abitano nella casa del custo- de. Sono rimasti al freddo: per scaldarsi coperte, stufa a gas collegata a una bom- bola e braciere. L’acqua si va a prendere nei fontanili di piazza Mazzini. E per l’elet- tricità c’è un generatore a benzina: che a Zoubida fa anche un po’ paura.

«N «Ho bussato a tutte le por- te, ho chiesto a tante perso- ne, ma nessuno ci può aiu- tare. E anche dalla Figc srl nessuna novità», aggiunge la donna. La Federazione Ita- liana gioco calcio è proprie- taria dell’impianto sportivo: a più voci è stato chiesto un intervento da Roma, ma per il momento tutto tace. Da qualche anno, ormai, Zoubida Elkahlaoui e suo Michela Giuliani continua a pagina 10 TRAGEDIA Fissata la data dei funerali del ragazzo di Buronzo Ho capito che non avrei mai più visto Andrea Lo strazio dei genitori: Ci hanno telefonato, sentivamo solo gente che urlava ELEZIONI Il grillino Mirko Busto e Piccioni (Pdl) irko Busto, 37 anni, ingegnere ambientale, è in corsa per la Camera con il Movimento5Stelle (ter- zo nella lista Piemonte 2).

Lorenzo Piccioni (Pdl) insegue una non facile riconferma al Senato. alle pagine 6 e 7 M ISPEZIONE in Comune: nel mirino i conti pubblici otrebbe essere un controllo di routi- ne, ma potrebbe anche riservare spiace- voli sorprese l’ispezione effettuata nei giorni scorsi in Comune dalla Ragioneria Generale dello Stato.

a pagina 5 P Andrea Lancini, 19 anni La lettera: Hai portato una ventata di giovinezza entusiasmo e vitalità... mpossibile capacitarsi che Andrea Lancini, il “Lancio”, non ci sia più. La sua morte, a 19 anni, per una ca- duta dal tetto, ha suscitato un profondo cordoglio che va ben oltre i paesi di Bu- ronzo, dove Andrea viveva, e di Rova- senda, dove è avvenuta la disgrazia. «Era entusiasta di questo suo lavoro, trovato subito dopo il diploma di perito agrario» raccontano straziati i genitori. I funerali si svolgeranno in parrocchiale, a Buronzo, sabato. “Andrea, hai portato una ventata di giovinezza” ricorda in una lettera la proprietaria della cascina dove è avvenuta la disgrazia.

a pagina 26 I

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 2

Vercelli - I giornali del Piemonte

APPELLO Famigliaconbimbi alfreddo:chesifa? Gentile direttore, la prego di perdonarmi se ri- torno a parlare della situazione in cui si trova la famiglia Lhaj El Khaoudi, ma purtroppo sono ve- nuto a conoscenza che a tutt’oggi nessuno finora si è adoperato per porre fine al disagio che devono sopportare. L’unica cosa che le istituzioni sono riuscite a fare è stata quella di mandare un’ispe- zione al Bozino per vedere se vi era stata qualche manomissione negli impianti che erogano l’ac- qua, luce e gas. I miei compli- menti per la sollecita attenzione volta a risolvere i gravissimi disagi in cui si trova una famiglia e per aver velocemente adempiuto “al- l’atto dovuto”...

non si sa mai, con i tempi che corrono è meglio pararsi. Si dice che la soluzione deve arrivare da Roma, ed allora campa cavallo. Purtroppo non co- nosco quali sono le reali inten- zioni della Figc per quanto ri- guarda, in futuro, l’uso del com- plesso sportivo “Bozino”, ma cer- tamente se verrà lasciato in stato di completo abbandono tornerà ad essere quello del 1999 e cioè una giungla e la sua struttura fi- nirà per essere nuovamente meta di ladri ecc. che vanificheranno tutto il lavoro che a suo tempo è stato fatto. Se alla Pro Vercelli Calcio non interessa più perché non cederne l’uso gratuitamente a qualche società minore? Cordiali saluti.

GIULIO SIRONI Una situazione folle, di cui di- ciamo in altra parte del giornale, con un servizio in prima pagina di Michela Giuliani, che sta se- guendo il caso. Qualcosa biso- gnerà inventarsi (chiamare mam- ma tv?). Le nostre coscienze sta- ranno al caldo, ma non possono dormire tranquille se pensiamo a come hanno dormito i tre figli di questa coppia, in questi giorni di gelo. Non sbraita, non urla, non ce l’ha con nessuno questa fami- glia. E va orgogliosa di avere i figli che studiano e di essere in possesso della cittadinanza ita- liana. REB FORZA PRO Appelloaitifosi eunsogno Gentile direttore, scrivo ancora una volta sulla Pro per chiedere ai Vercellesi la massima partecipazione e vici- nanza alla nostra Rappresentati- va Calcistica.

Nonostante le diffi- coltà, nonostante la lunga serie di sconfitte e di molteplici “errori” subiti sempre in danno, le Ca- sacche Bianche hanno riacqui- stato una volontà fortissima ed un bel gioco pulito e combattivo. Vi prego cari concittadini, venite più numerosi possibile, stringia- moci come avveniva tanti anni fa a questo nostro prezioso simbolo. Quando si vedono in campo i no- stri rappresentanti usare lo stes- so cuore che metteremmo perso- nalmente, dobbiamo combattere con loro. Contro il Sassuolo, dopo una dozzina di minuti di gara, agghiacciato dallo scempio cui stavo assistendo,ho urlato a mio nipote, che sempre mi accompa- gna con passione e anche per eventualmente soccorrere la mia malferma salute, che non avrei subito ulteriori affronti maligni e gratuiti da parte del pessimo ar- bitro, evidentemente afflitto da sindrome di onnipotenza.

Così ho sceso di corsa i gradoni e sono piombato in gradinata. Qui mu- nito del “fià d’na pula ciuca” mi è venuta la tentazione fortissima di saltare in campo “par andè ciapè cul munsù par al cruatin”, forte dei miei disastrati 65 anni e degli attuali 20 chili di muscoli in meno. Immaginate che volo mi avrebbero fatto fare! Ovviamente il pensiero dell’enormità del dan- no che avrei procurato ingiusta- mente alla Pro ha bloccato tale mia sciocca velleità. Nel contempo ho realizzato quanto i Ragazzi in campo meritassero anche il mio sostegno e applauso sino alla fine. Così sono rimasto, come sempre, ed ho assistito alla ma- gnifica lotta di 9 contro 11 (+1) alla grandiosa dignità della Pro Vercelli, ultima contro la prima e di questa oggi di gran lunga mi- gliore, ed al commovente spetta- colo di un pubblico che a più ri- prese e prolungate, applaudiva con strabordante calore quelle nove coraggiose Maglie Bianche.

Un solo appunto vorrei rivolgere ai Tifosi Neroverdi, un entusiasmo appena più contenuto, vi avrebbe fatto grande onore. D’altra parte eravate in pochi, avevate percorso tanti chilometri, speso soldi, poi la vostra squadra sogna la A. Posso capirvi. Però ho fattoi un sogno. Perdiamo 1 a 2; al 94’ Va- lentini abbandona la nostra porta per tentare l’ultimo colpo di testa sul corner a nostro favore. L’attaccante avversario cattura abilmente il pallone nella nostra metà campo e si precipita verso la nostra porta vuota… E qui av- viene il miracolo! Stranamente Berardi rallenta, la palla rotola lenta, talmente lenta che Valentini la recupera, poi va dall’avversario, lo solleva e lo abbraccia.

Immagi- nate ora l’esplosione del Robbia- no-Piol:, l’apoteosi della lealtà… Berardi sarebbe stato ricordato per sempre. Si è invece accon- tentato di un banalissimo ed inu- tile goal che cadrà malinconica- mente nell’oblio. Peccato, la realtà è sempre più somigliante alla sto- ria di Maramaldo, peccato. La ProVercelli, invece, è sempre più somigliante ad uno straordinario sogno. Con tutte le nostre forze: conserviamolo, riconquistiamolo. ARMANDO ROSA Il suo sogno è bello, penso però che Berardi non sarebbe uscito indenne dal Piola. Nonostante l’aplomb, il tecnico del Sassuolo Di Francesco se lo sarebbe man- giato.

Vivo. REB POLEMICA CARVÈ Nonsiamofessi: ilCanadàsaluta Gentile direttore dopo molti anni di inattività dovuta a mancanza di forza lavo- ro, grazie a un gruppo di amici capitanati da Carlo Barberis sia- mo finalmente riusciti di nuovo ad allestire il carro allegorico del rione Canadà. Nonostante i tanti problemi soprattutto di carattere economico e vista la giusta ri- chiesta da parte del Comitato Ma- nifestazioni Vercellesi di organiz- zare un Carnevale sempre più bello, eccoci pronti a ripartire. E’ il Carvé 2010. Affittiamo il carro e giustamente la nostra parteci- pazione è fuori concorso.

Ci chie- diamo: come faremo a rientrare delle spese? Presto fatto... Ci sia- mo tirati su le maniche e via qualche cena a offerta, qualche amico e soprattutto nostra auto- tassazione. Eccoci al 2011. Siamo in concorso nella categoria B con un bellissimo carro e dal tema attuale “I moscerini…”. Classifica: vince Quinto con il carro “Balla con i topi” e noi ci classifichiamo secondi. Attribuiamo la sconfitta, se vogliamo chiamarla tale, ai co- lori… Nessuna polemica, ci può stare, del resto non tutti i gusti sono alla menta… E dunque cer- chiamo di migliorare sui colori. Passiamo al 2012. Ci presentiamo con un carro mastodontico dal titolo “La lenta ripresa economi- ca”: una grossa lumaca spadro- neggia sul nostro pianale.

Ver- detto: noi secondi e primo Quinto con il carro “La Bella e la bestia”. Chissà… Forse questa volta ab- biamo peccato nel gruppo al se- guito? Mah… Comunque nessuna polemica e ci impegniamo a mi- gliorare anche sul gruppo. Arri- viamo al 2013. Siamo pronti!!! Ci presentiamo con un carro di serie A. La pensano così gli addetti ai lavori degli altri rioni, tanto che stavamo per iscriverci alla cate- goria maggiore, ma restiamo nella B. Abbiamo fatto particolare at- tenzione ai colori usando tinte fluo molto alla moda e costose. Abbiamo prestato attenzione al gruppo mascherato partecipando alle sfilate con la collaborazione della scuola di danza Freedom Mad.

Tutti ci dicono che il nostro carro poteva ambire al podio nella categoria A. Ma cosa capita? In serie B vince nuovamente Quinto. Incredbile. A detta di tutti non c’era competizione con il Canadà un gradino sopra gli altri. In tanti sosterranno che scriviamo per in- vidia, ma invidia di che? Di farsi ricoprire da una bordata di fischi alla consegna del primo premio? D’altronde tutta Vercelli ha visto e sentito cosa è successo all’an- nuncio del verdetto. Non basta?

Siamo invidiosi? Vorremmo far notare che La Sesia e La Stampa nelle pagelle dei loro cronisti ave- vano indicato il carro del Canadà vincente. Tra l’altro, tanto per non essere critici…, il Comitato Manifestazioni Vercellesi ci deve ancora (e non solo a noi, sia chia- ro), la seconda rata del contributo del Carnevale 2012. Addirittura quest’anno abbiamo anticipato le spese dei coriandoli. Di questo verdetto siamo indignati. Abbia- mo sempre cercato di giustificare e capire le scelte con i giudizi specifici delle passate edizioni. Ora no. Non siamo dei fessi e tutti hanno visto cosa è sempre accaduto.

Adesso abbiamo smes- so di farci prendere in giro e il prossimo anno il Rione Canadà non parteciperà alle sfilate alle- goriche. E sentendo il parere degli altri carristi dei rioni che hanno preso parte alla categoria B pro- babilmente non saremo gli unici. Ci dispiace per i circa 50 bambini del gruppo mascherato, ma in- tanto ne facciamo divertire 150 giocando a calcio. Precisiamo che decliniamo l’invito alla serata di premiazione che si terrà al teatro Civico di Vercelli. Il rione Canadà non sarà rappresentato da nes- suno. In segno di protesta e indi- gnazione non verremo a ritirare il premio.

Siamo del parere di con- segnare a Quinto anche il Trofeo del secondo posto. Così nella sto- ria un paese potrà vantarsi di es- sersi classificato sia primo che secondo. E saranno tutti contenti: loro, il Comitato Manifestazioni Vercellesi e la giuria. VALTER CEDONE Presidente Gsd Canadà Vercelli (Rione Canadà) MADAGASCAR RingrazioAvogadro eRosaStampa Gentile direttore, come di consueto approfitto del suo giornale, anche se con un po di ritardo per ringraziare non solo i colleghi e alunni della Scuola Media Avogadro, miei fedeli clien- ti, ma anche tutti gli altri inse- gnanti e personale dell’Istituto Comprensivo Rosa Stampa che con le loro generose offerte, in cambio dei miei lavori di pezza, mi hanno consentito di conse- gnare, in occassione del Natale, 400 euro alla Comunità delle Pic- cole Serve del Sacro Cuore di Gesù per sostenere la loro mis- sione in Madagascar.

Grazie ancora a tutti coloro che nonostante la crisi economica hanno continuato ad essere cosi’ generosi. ANTONELLA TARCHETTI ALL’OSPEDALE Angelichefanno nascereibambini Mi chiamo Matteo, e voglio raccontarvi i miei primi momenti di vita. Sono nato il 22 gennaio 2013 alle 5,27 all’ospedale S. Andrea di Vercelli grazie a degli angeli; sì, avete capito bene, degli angeli. La mia mamma è stata portata in ospedale il 21 gennaio e ha in- contrato subito personale molto disponibile e gentile che si è preso cura di lei. Durante la notte, Ele- na - la capo degli angeli del turno - dopo essere stata accanto alla mia mamma per due ore a moni- torare il mio cuoricino, ha deciso di farmi nascere con un cesareo urgente, perchè tutte le volte che arrivavano le contrazioni, io avevo problemi nel battito cardiaco.

Con serenità, per non farla pre- occupare di più di quanto lo fosse già, glielo ha comunicato e ha fatto intervenire lo staff degli an- geli della sala operatoria, perso- nale splendido. La mamma era molto agitata, ma quegli angeli, con dolcezza e professionalità, le hanno dato il massimo conforto. Adesso sono qui con mamma e papà, sto bene e sono la loro gioia! Volevo ringraziare di cuore la capo degli angeli Elena e tutti gli altri angeli dello staff di quella notte, perché, grazie alle loro at- tenzioni e alla loro professionalità, sono qui! Vi auguro un mondo di bene come quello che sto rice- vendo io!

Con infinito affetto e ricono- scenza, MATTEO Le lettere inviate devono riportare la firma leggibile e il numero telefonico che non verrà pubblicato Libertà di parola lasesia@gmail.com LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 3 VERCELLI

Vercelli - I giornali del Piemonte

CORTOCIRCUITO A CENTRALINA ATENA Cortocircuito nelle cabina elettrica di Atena si- tuata in viaWalter Manzone, vicino alla scuola elementare Carducci. Dopo il boato è uscito del fumo, tanto che i bambini sono stati radu- nati in palestra. Problemi alla corrente elettrica anche per alcuni palazzi del rione Isola, ma la situazione è stata risolta nel pomeriggio dai tecnici diAtena.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 4 TENTATA ESTORSIONE Un imprenditore era interessato al locale Dacci 10mila euro e lavorerai Processo ai gestori del night Baronessa UDIENZA PRELIMINARE Omicidio di Zollner: è l’ora del verdetto per Paiola eValera Il 12 marzo il gup Paolo Bar- gero potrebbe decidere in merito all’omicidio di Fede- rico Zollner. Per quella data, infatti, è stata aggiornata l’udienza preliminare nei confronti di Rossana Paiola, ex moglie dell’uomo, difesa dagli avvoca- ti Andrea Corsaro e Anna Binelli; e Marco Va- lera, all’epo- ca dei fatti c o m p a g n o della donna, assistito dai legali Rober- to Rossi e Fe- derica Bog- gio.

Il rinvio è stato deciso martedì, 12 febbraio. In merito alle trascrizioni (intercetta- zioni am- bientali, tele- foniche e, pure, gli sms) de- positate dal perito Tiziana Lomonaco, le difese hanno chiesto un supplemento; ma il giudice ha disposto la pro- secuzione dell’udienza con la discussione. Cosa che, appunto, avverrà il 12 mar- zo. E non è da escludere che, già quel giorno, il dottor Bargero possa esprimersi: o sul proscioglimento dei due imputati o sul loro rinvio a giudizio, comunicando la da- ta dell’inizio del processo davanti alla Corte di As- sise di Nova- ra. Zollner fu ucciso nel giugno del 2006.

Fu ri- trovato mor- to nella sua auto, finita in una scarpata subito dopo il casello di Balocco. Il corpo pre- sentava ferite alla testa che, in un primo mo- mento, furo- no ritenute compatibili con un incidente stradale. Ma dopo una serie di indagini, perizie e consulenze, furono accusati dell’omicidio Paiola e Valera. mi.gi.

Cade in casa: resta a terra per 36 ore E’ ricoverata nel reparto di rianimazione del Sant’Andrea la donna di 78 anni caduta in casa e rimasta sul pavimento per circa 36 ore. E’ accaduto lunedì notte in un palazzo di via Alciati, ma l’allarme è stato dato mercoledì, intorno alle 10,30, da alcuni vicini di casa preoccupati dal fatto che non avevano più notizie della donna da domenica. Dopo aver provato a suonare il citofono più volte, gli inquilini dello stabile hanno telefonato al vigili del fuoco, giunti con una pattuglia della polizia municipale. Quando è stata forzata la porta, l’anziana è stata trovata a terra, in stato confusionale e completamente gelata; è stata subito coperta e riscaldata, poi trasporta in ospedale da un’am- bulanza del 118.

Prima di sentirsi male la donna aveva aperto la finestra per chiedere aiuto, un gesto che ha con- tribuito a far scendere la temperatura nell’appartamento. Federico Zollner Un buco nel muro e addio sigarette Palestro, preso anche un pc Ancora un furto alle scuole medie Caresana: parla la preside Raid dei ladri nella tabaccheria di corso Umberto a Palestro dove, dopo aver aperto un buco nel muro, sono fuggiti con sigarette e un computer portatile. Il bottino ammonta a diverse centinaia di euro. E’ successo nella notte fra domenica e lunedì. I ladri sono entrati nel cortile della proprietà in cui è inserito l’edificio che ospita la tabaccheria.

Una volta dentro hanno praticato un foro nel muro che ha permesso a una persona di entrare all’interno del negozio. Subito il ladro ha girato una telecamera interna verso il muro, in modo da rendere invisibile all’occhio elettronico quanto stava avvenendo nel negozio. La tabaccheria di Palestro era già stata visitata dai ladri nella notte tra il 19 e il 20 ottobre dello scorso an- no. Anche in quell’occasione i ladri aveva agito in maniera pressochè analoga a quella di domenica notte.

sa.ba. Ancora un furto nelle scuole medie di Care- sana. Questa volta il bottino si aggira intorno ai 20 euro, trafugati dalla macchinetta delle bevande. Il fatto risale alla sera di venerdì 8 febbraio. «C’è stato chi – racconta il dirigente scolastico Fulvia Cantone – notando qualcosa di sospetto, ha provveduto a fare una segna- lazione ai carabinieri di Vercelli». E’ così in- tervenuta una pattuglia e, intorno alle 23, c’era anche il vicesindaco Claudio Tambor- nino che con i militari ha constato l’effrazione. «Qualcuno - spiega la preside - si è introdotto nell’edificio scolastico forzando la porta che dal cortile introduce nel corridoio della pri- maria.

E’ stato preso di mira il distributore delle bevande, da cui è stata sottratta una ci- fra di circa una ventina euro. Il giorno suc- cessivo è stata richiesta una verifica da parte della fiduciaria Mariella Varese. Questa volta però nulla è stato messo a soqquadro». La di- rigente scolastica ha sporto denuncia. mcg NOMINA Il direttore dell’agenzia Arpa di Vercelli giurerà in qualità di perito il 19 febbraio Inceneritore, la procura di Torino sceglie Cuttica E’ previsto per il 19 febbraio il giuramento del perito no- minato dalla procura gene- rale di Torino nell’ambito del supplemento di indagine sulle emissioni dell’inceneri- tore, richiesto dalla stessa Procura generale dopo che il gip del Tribunale di Vercelli, Giovanni Campese, aveva re- spinto la richiesta di archi- viazione dell’indagine, nata da un esposto che fu presen- tato da Società Futura.

Il perito nominato dalla procura torinese è Giancarlo Cuttica, direttore dell’Arpa di Vercelli e, di recente, già nominato nel comitato tecni- co che, per conto dell’Ammi- nistrazione provinciale, deve seguire le operazioni di riav- vio del forno di Strada per Asigliano.

L’indagine sulle emissioni dei fumi dell’inceneritore era partita nel 2009 dopo un esposto di Società Futura, nel quale si chiedeva di ac- certare: «la reale situazione di inquinamento prodotta dall’inceneritore a carico del- le falde acquifere, dei terreni, dell’atmosfera e della stessa area dell’impianto; la situa- zione relativa all’area inte- ressata all’interramento del- le ceneri da fondo; la situa- zione del canale Lamporetto, nel quale confluiscono gli scarichi dell’inceneritore e nel quale era stata riscontra- ta la presenza di diossine ol- tre i limiti stabiliti dalla leg- ge».

L’inchiesta, affidata al so- stituto procuratore Pier Lui- gi Pianta, aveva visto una doppia richiesta di archivia- zione, contro la quale Socie- tà Futura aveva presentato ricorso chiedendo anche che l’inchiesta fosse trasferita a Torino.

f.r. segue dalla prima vercellese è interessato all’acquisto del Baronessa, in via Casalino, ai tempi uno dei night più frequentati del- la città. Inizia la trattativa con Anselmo e Rosati che hanno in gestione il locale. I due chiedono centomila eu- ro per cedere la licenza e gli arredi. Per l’imprenditore, però, la richiesta è troppo alta, così si rivolge diretta- mente al proprietario del night: l’obiettivo è rilevare i “muri” e ripartire da zero. Una nuova licenza, quindi, nuovi mobili, pure. Ma è in quel momento che sorgono i problemi: Francesco An- selmo e Massimiliano Rosati avre bbero iniziato a minac- ciarlo: «Ci devi dare diecimila euro per lavorare tranquillo e sereno» è una delle frasi riportate nel capo di impu- tazione.

E poi: «Ti conviene... Sai che sono buono, però questo contratto che hai fat- to, mi ha fatto saltare i ner- vi». Il vercellese, però, non ci sta. Si ribella. Iniziano le indagini, c’è il rinvio a giu- dizio e il processo a carico di Francesco Anselmo e Massimiliano Rosati. La sen- tenza, come detto, dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. ma.g.

Un bimbo, i genitori e la nonna: tutti gravi La loro auto contro un camion Sono ancora in gravi codi- zioni le quattro persone, fra cui un bambino di 2 anni, ferite nell’incidente stradale fra una Toyota Corolla e un camion, avvenuto martedì mattina nel tratto che collega Santhià e Cavaglià. Secon- do una prima ri- costruzione ef- fettuata dalla polizia stradale di Biella, il ca- mion che pro- veniva da San- thià stava svol- tando a sinistra quando si è scon- trato con la Corolla. Sull’auto viaggiavano Ma- nuel Mainero, 24 anni, la moglie Valentina Canova, 21, il figlio Stefano di 2 e la nonna paterna Elena Salvi, 51 anni; tutti sono residenti a Biella.

Per i medici degli ospedali di Vercelli, Novara e Torino dove sono stati ri- coverati i feriti, la prognosi resta riservata per tutti. Fra l’altro l’intera famiglia è ri- masta incastrata fra le la- miere dell’auto ed è stata liberata dai vigili del fuoco.

Per ricostruire l’esatta dinami- ca dello scontro la polizia stra- dale di Biella, diretta dal dot- tor Mauro Pa- tera (foto), co- mandante a Ver- celli ma, in questo periodo, dirigente anche nella città lanie- ra, sta ascoltando alcuni testimoni. L’incidente ha creato qualche problema al- la viabilità visto che la pro- vinciale è stata chiusa al traffico il tempo necessario per effetuare i soccorsi e i rilievi. Quattro arresti per il furto di rame al cimitero della frazione San Silvestro di Crescentino. Da qualche tempo i residenti avevano segnalato ai carabinieri sparizioni di grondaie e di altri oggetti ornamentali, tutti rigorosamente in ra- me.

Sono così stati inten- sificati i controlli. Merco- ledì una pattuglia di mili- tari si è insospettita per un’auto parcheggiata vici- no al cimitero in modo che fosse nascosta dalla vege- tazione. Sono così stati chiesti rinforzi mentre l’area veniva controllata a distanza. Dopo circa mezz’ora, dal cimitero sono uscite 4 persone che han- no iniziato a caricare sul- l’auto diverse grondaie. A quel punto i carabinieri hanno stretto il cerchio e hanno bloccato i ladri con l’accusa di furto aggravato in concorso. Durante gli accertamenti si è scoperto che due degli arrestati era- no minorenni, e uno stava rubando il rame insieme al padre.

I maggiorenni, di 32 e 37 anni, sono stati processati per direttissima, mentre i due minori di 14 e 15 anni, sono stati riaffi- dati ai genitori. Il materiale rubato, che ha un peso di circa 70 chili, è stato resti- tuito ai proprietari.

Con papà a rubare rame: arrestati dai carabinieri Giancarlo Cuttica

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 5 VERCELLI FOSSALE Salvato il concerto di Galliano, ma i problemi restano Conquestitaglinonsivaavanti Vallotti:Cisonosoldiperglistipendidiunmese vercellesi che domenica sera andranno ad ascoltare il concerto di Richard Gal- liano e della Camerata Ducale devono sapere che l’evento è stato ad altissimo ri- schio e si terrà solo grazie a una deli- bera specifica, voluta da sinda- co e assessore alla Cultura. E in virtù delle tante stagioni delle Camerata Ducale, del valore dell’orchestra fon- data da Guido Ri- monda e Cristina Can- ziani, del ruolo svolto nella scoperta e riscoperta di Gio- van Battista Viotti.

Morale: rischio scongiurato, il concer- to si farà. Ma, portato a casa il risultato, l’assessore Pier Giorgio Fossale confida tutto il suo sconforto.

Cos’è successo? Il Comune non è riuscito a firmare la convenzione con cui si affida alla Camerata l’organizzazione del Viotti Festival, con tutto ciò che comporta: l’utilizzo del tea- tro, anche per le prove e la copertura finanziaria per I far sì che la Camerata possa portare a Vercelli artisti di straordinario valore, come ad esempio Galliano, pro- ponendolo al pubblico a prezzi abbordabili. Perché la conven- zione non è an- cora stata firma- ta, anche se il Viotti Festival è ormai da tempo avvia- tissimo?

Perché non sia- mo ancora in gra- do di sapere le di- mensioni reali del ta- glio dei trasferimenti sta- tali previsti, per il 2013, nel nostro Comune.

C’è chi par- la di 5, chi addirittura di 7 milioni in meno: è il risul- tato del fiscal-compatct sot- toscritto in Europa anche dal nostro governo, fiscal compact che ha dato il via alla spending review. Non potendo ancora quantificare quanti contributi statali ri- ceveremo in meno quest’an- no, non abbiamo potuto mettere mano, come prima si faceva, al bilancio plu- riennale dove pure sono previsti fondi per “Vercelli e i suoi eventi” incaricata di attivare le convenzioni più importanti.

C’è il rischio che salti il Viotti Festival 2013? Assolutamente no. Ho avuto la parola anche del sindaco che la convenzione con la Camerata Ducale verrà fir- mata, visto che la Ducale onora e valorizza la nostra città e che ha già qualcosa come 450 abbonati, in pra- tica, la platea del Civico sempre colma. Il Viotti Fe- stival sopravviverà. Ma non è a rischio solo la stagione della Ducale... Esatto potranno esserci problemi per i Musei, per la Società del Quartetto, per la Scuola comunale Vallotti. Ci sono soldi per pagare i docenti ancora per un mese, forse due. Poi si vedrà. Tra l’altro, per quanto riguarda la Vallotti, è assolutamente indispensabile che venga nominato quanto prima il nuovo direttore della scuola, visto che Franco Perone si è ormai dimesso da più di 40 giorni.

E non è possibile lasciare senza guida per co- sì tanto tempo un’istituzio- ne musicale di tale livello.

E la Guggenheim? Per fortuna non ha problemi grazie all’apporto degli sponsor che hanno coperto tutte le spese. Approfittando del riferimento alla Gug- genheim, vorrei dire una volta per tutte a coloro che mi accusano di fare della Cultura, con la c maiuscola, un fatto personale, che io, come assessore, ho il com- pito di realizzare le linee programmatiche che mi as- segnano il sindaco e la giun- ta e che vengono ratificate dal Consiglio. Fissate le li- nee programmatiche, mi vengono assegnati i fondi per attuarle. E’ chiaro che se, di colpo, questi finan- ziamenti calano del 30, del 40 per cento, si devono ri- vedere, anche in corsa, tutti i progetti.

Io parlo della cul- tura perché è il mio ambito, ma i tagli riguarderanno tutti i settori. Per quanto mi riguarda, dico solo che non taglierò acriticamente: cercherò di preservare la qualità, la professionalità e il ritorno per Vercelli. I tagli indiscriminati, in cultura, sono una sciocchezza. Enrico De Maria RAGIONERIA DELLO STATO Ispezione in Comune: ancora verifiche sui conti pubblici Controllo di routine o accer- tamento destinato a portare alla luce criticità contabili? Per avere una risposta occor- rerà attendere che la Ragio- neria Generale dello Stato in- vii al Comune le risultanze dell’ispezione cui la macchi- na contabile cittadina è stata sottoposta nei giorni scorsi.

Una visita, quella dell’ispet- tore della Regioneria Genera- le, che a Vercelli non si era verificata da molti anni, ma che, nel recente passato, ha interessato varie ammini- strazioni pubbliche (20 nel 2010, tanto per fare un esempio), e che ha spesso portato alla luce situazione di forte criticità nelle gestioni dei bilanci comunali. Le fina- lità dell’attività ispettiva della Ragioneria dello Stato consi- stono infatti nel ricondurre ad economicità e legittimità le gestioni pubbliche; nel ve- rificare la regolare produzio- ne dei servizi; nel suggerire i provvedimenti dai quali pos- sono derivare economie nella gestione del bilancio.

In par- ticolare, nel mirino degli ispettori sono spesso finiti i contratti relativi ai dirigenti delle amministrazioni pub- bliche, per i quali, nella rela- zione 2011, la Ragioneria se- gnala «Un forte aumento dei costi della contrattazione de- centrata integrativa, in parti- colare per quella dei dirigen- ti; l’erogazione delle indenni- tà senza differenziazioni le- gate al merito; l’utilizzo delle progressioni orizzontali in modo indiscriminato e spes- so con decorrenza retroatti- va».

Ma quando bussano alle porte di un Comune gli ispet- tori della Ragioneria passano al setaccio tutto: dalla effetti- va capacità di riscossione dei crediti che il Comune vanta verso cittadini o verso enti (dalle imposte alle multe, per fare un esempio), alla gestio- ne dei mutui, alle spese per il personale, alla capacità di solvenza del Comune verso i fornitori. Atti che poi conflui- scono in una relazione che, in caso positivo, rappresenta per il Comune la certificazio- ne ministeriale di aver opera- to correttamente. In caso contrario può sfociare in una denuncia alla Corte dei Con- te (e in certi casi anche alla Procura della Repubblica).

fr False promesse di lavoro e corsi (per nulla) gratuiti Truffe e pratiche scorrette: decalogo IMBROGLI Adiconsum e Movimento di- fesa del cittadi- no, nell’ambito del progetto “Lavoro sicuro” , hanno riscon- trato ben 12 ti- pologie di frodi e pratiche com- merciali scor- rette perpetrate a danno dei giovani in cerca di lavoro o di offerte formati- ve/aggiorna- menti profes- sionali Un’indagine condotta da Adi- consum e Movimento difesa del cittadino, nell’ambito del progetto “Lavoro sicuro”, cofi- nanziato dal ministero del La- voro e delle Politiche Sociali, ha riscontrato ben 12 tipologie di frodi e pratiche commerciali scorrette perpetrate a danno dei giovani in cerca di lavoro o di offerte formative/aggiorna- menti professionali, convinti che una maggiore prepara- zione aumenti le probabilità di trovare un’occupazione.

Comuni denominatori di queste truffe: false promesse di lavoro dietro esborso di de- naro o corsi di formazione di scarsa qualità pubblicizzati come gratuiti salvo poi la ri- chiesta del versamento di somme per il proseguimento delle lezioni. A fronte della ca- sistica raccolta e dell’analisi effettuata, Adiconsum e Mo- vimento difesa del cittadino hanno messo a punto un de- calogo per i giovani in cerca di un’occupazione su come rico- noscere e come difendersi dal falsi annunci di lavoro. Le frodi perpetrate ai danni dei giovani in cerca di lavoro presentano risvolti psicologici e sociali particolarmente gravi.

A livello personale, esse pro- ducono nelle vittime un ab- bassamento della propria au- tostima, a livello sociale, mi- nano la fiducia e le aspirazioni dei giovani che vedano nel la- voro non solo uno strumento di realizzazione personale, ma anche di contributo dato alla società civile e al Paese tutto. Ecco dunque, le dieci regole per evitare di essere raggirati. Prima. Le aziende affidabili non nascondono nulla: de- scrivono subito il lavoro offer- to, i requisiti richiesti e il com- penso. Fanno leggere e firmare un contratto prima di iniziare qualsiasi sorta di attività. Se- conda. Una società seria che vi offre un’occupazione (in uf- ficio o da casa), vorrà certa- mente vedere prima il vostro curriculum vitae e le vostre referenze.

Terza: Ricordate che quando un’offerta sembra troppo bella per essere vera, probabilmente è falsa. Quarta. Diffidate delle aziende che non indicano la propria ragione sociale e par- tita Iva. Quinta. Effettuate ri- cerche online - ad esempio nel Registro Imprese della Ca- mera di Commercio o sul sito dell’Agenzia dell’Entrate - per verificare l’affidabilità del- l’azienda proponente. Sesta. Diffidate delle aziende che vi chiedono contributi economici per poter avviare il rapporto di lavoro. Settima. Non acqui- state kit o materiali di qual- siasi tipo necessari per l’avvio di un’attività a domicilio.

Ot- tava. Diffidate di chi vi chiede di fornire dati personali, indi- rizzi e-mail e recapiti telefonici con la promessa di ricontat- tarvi: spesso si tratta soltanto di catene di Sant’Antonio. No- na. Prendetevi sempre tutto il tempo necessario per riflettere e verificare la validità e l’au- tenticità dell’offerta. Diffidate di chi ha fretta di farvi con- cludere.

Decima. Non iscrivetevi a corsi o training di avviamento al lavoro a vostre spese. Di solito è l’azienda che assume a farsi carico delle spese per la formazione. Nei rari casi in cui il corso viene addebitato al lavoratore, il corrispettivo non deve essere anticipato, ma verrà detratto dal primo stipendio.

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 6 VERCELLI MIRKO BUSTO Movimento5Stelle “Siamo cittadini e non politici di professione” er la maggior parte delle persone che lo conoscono è “Vittorio”, co- me il padre - ingegnere vercellese morto in Africa negli anni ‘70 - che Mirko Busto non ha praticamente co- nosciuto.

Ma il 25 febbraio preparia- moci a chiamarlo onorevole o meglio “portavoce”, come precisa lui: se il Mo- vimento5Stelle avrà davvero i risultati che molti sondaggi gli attribuiscono, Mirko Busto, 37 anni, potrebbe entrare senza difficoltà in Parlamento, forte del terzo posto nella lista della Camera per il Piemonte2.

Chi è Mirko Busto? Sono un ingegnere ambientale che svolge attività di ricerca nell’ambito della sostenibilità ambientale. Ho lavorato al Politecnico principalmen- te nel campo della analisi del ciclo vita dei prodotti e negli ultimi tre anni mi sono occupato di modelli matematici per valutare le emissioni di gas serra dovuti alle attività agri- cole, per conto del Centro Comune di Ricerca, ente europeo che ha sede a Ispra. Dato lo stato di precarietà in cui versa la ricerca italiana, ho fatto vari altri lavori per arrotondare, sem- pre con l’obiettivo di dedicarmi alla ricerca nel campo della sostenibilità ambientale.

E’ il tema che mi appas- siona, è quello che ho studiato al- l’università ed è quello di cui voglio occuparmi nella vita.

Quando si è avvicinato alla politica e perché ha scelto il Movimento5Stelle? Premetto che apprezzo Beppe Grillo perché, con le sue parole di comico che arrivano a tutti, dice cose che condivido e che però non saprei rac- contare con lo stesso impatto. Al Movimento5Stelle mi sono avvicinato quando un caro amico, Raffaele Vota, mi ha coinvolto in una lista per le comunali di Arborio. Ho pensato che potevo dargli una mano attraverso P le mie competenze e mi sono buttato in quell’avventura.

Dalle comunali di Arborio alla can- didatura in Parlamento: la strada è lunga... Lo scorso autunno mi arriva una mail con la richiesta di dare la di- sponibilità a partecipare alle parla- mentarie, elezioni in internet per scegliere le persone incluse e il loro ordine nelle liste elettorali.

La scelta tra i candidati si è basata solamente sul curriculum e su un video di pre- sentazione. Il mio, registrato nel cor- so di una serata in cui parlavo ad altri componenti del Movimento5Stelle, deve essere stato convincente se penso che sono arri- vato ottavo in Piemonte 2. Poi in lista sono finito al terzo posto perché gli under 40 sono stati candidati per la Camera.

Cosa vi distingue dagli altri partiti? Di certo questa modalità di recluta- mento dei candidati, scelti tra co- muni cittadini invece che tra politici di professione. Poi il non avere lobby alle spalle, il che vuol dire essere li- beri quando si dovrà votare. E poi tante altre cose: il nostro programma è aperto, diamo a tutti la possibilità di dare un contributo, la nostra è una politica fatta senza soldi e da persone che vengono da esperienze diverse ma che hanno idee innovative da portare avanti. Chi è in parla- mento da 10 o 20 anni cos’ha da portare di nuovo? Noi ci siamo dati un massimo di due legislature, non ammettiamo i doppi incarichi, ci sia- mo dati uno stipendio di 2.500 euro al mese, rinunciamo al vitalizio e al trattamento di fine mandato.

Sono solo alcuni esempi che dimostrano come il nostro obiettivo sia di portare nelle istituzioni persone motivate a cambiarle in meglio e non dal fine dell’arricchimento personale. Cosa risponde a chi critica il Movi- mento5Stelle accusandolo di scarsa democrazia interna?

Che noi non siamo un partito tradi- zionale, verticistico, strutturato. Io ho incontrato Beppe Grillo anni fa, per dieci minuti, durante la campa- gna elettorale di Arborio. Forse non abbiamo scambiato nemmeno una parola. Eppure sono ora candidato in buona posizione per essere eletto. Inoltre la nostra idea è riportare la politica al servizio del cittadino. Ognuno potrà chiedermi conto in ogni momento del mio operato, per- ché ogni voto, ogni spesa, ogni pro- posta di legge e ogni atto che votere- mo verrà messo on-line corredato dai documenti che ci hanno spinto a prendere una certa decisione.

L’obiettivo è rendere trasparente il parlamento e permettere ai cittadini di informarsi e partecipare. I componenti del comitato NoInc hanno invitato i candidati a chiarire la loro posizione rispetto a temi co- me chiusura dell’inceneritore, ge- stione dei rifiuti, modalità per ri- durre i quantitativi di rifiuti prodotti e opposizione alla realizzazione di un nuovo impianto. Qual è la sua posizione in proposito?

L’incenerimento è una pratica anti- economica, che va contro alle indi- cazioni europee sulla necessità di ri- duzione dei rifiuti, riuso e riciclaggio. Un esempio banale: Vercelli ha avuto per 30 anni un inceneritore, con il risultato che è stata l’ultima provin- cia del Piemonte a partire con la dif- ferenziata, che ancora oggi la porta avanti con evidenti difficoltà, basta guardare lo spettacolo indecorso che si crea attorno ai cassonetti lasciati in strada. Senza contare altri aspetti con i quali occorrerà fare i conti: ad esempio la bonifica dell’area, o le conseguenze sulla qualità dell’aria e sulla salute dei cittadini.

La soluzione che noi proponiamo prevede l’impie- go di impianti di Tmb, trattamento meccanico biologico, con recupero di materia, vale a dire con sistemi per separare i materiali presenti nella parte indifferenziata. Anche da un punto di vista occupazionale: un impianto Tmb impiega più del doppio delle persone che potrebbero trovare lavoro con la riapertura dell’impianto di strada per Asigliano. E poi occorre lavorare sulla qualità della differen- ziata, adottando una tariffazione ba- sata sul quantitativo di rifiuto che non viene differenziato, permettendo cosi di ridurre la spesa a carico di chi si impegna per il bene della col- lettività: più inquini più paghi.

Ma ci sono molte piccole e grandi cose da fare per rendere la differenziata più facile: ad esempio etichette intelli- genti che dicano dove buttare i vari pezzi di imballaggio.

Questa è la sua prima campagna elettorale: che cosa le chiedono le persone che incontra ai banchetti? E lei che cosa sta “imparando” dal confronto diretto con gli elettori? Quella dei banchetti è un’esperienza bellissima. Si entra in contatto con persone di ogni genere, soprattutto anziane. Molti sono delusi da anni di promesse non mantenute e per prima cosa dicono: Buttateli fuori a calci nel sedere. Qualcuno prende il programma, qualcuno no, però tutti restano colpiti quando capiscono che la nostra idea di democrazia è che tutti, attraverso internet o at- traverso il contatto diretto, potranno verificare il nostro operato e parteci- pare alle nostra decisioni.

E’ questo il messaggio rivoluzionario del Movi- mento5Stelle: è finito il tempo della delega in bianco, partecipazione e trasparenza sono le parole d’ordine. fr CANDIDATO Mirko Busto, 37 anni, ingegnere ambientale, è ter- zo nella lista che il Movimento5Stelle ha presentato alla Camera per la cir- coscrizione Pie- monte 2. Nato a Somma Lombardo da una famiglia vercellese, è cre- sciuto in città e nella vita si occu- pa di ricerche nel settore della so- stenibilità ambien- tale Lavoro e crisi: incontro UilTucs con i candidati Occupazione e crisi sono al centro dell’incontro che la UilTucs organizza oggi, venerdì mattina, con i candidati alle ele- zioni politiche.

L’appun- tamento è alle ore 9 nella sala Biginelli in via Lavi- ny 2. Al centro dell’in- contro, moderato dal giornalista Enrico De Maria, ci saranno temi molto sentiti nella realtà vercellese, dove (i dati sono di Rete Imprese), chiudono dodici aziende ogni mese e le ore di cas- sa integrazione schizza- no in alto di anno in an- no.

Molti i dati che i sinda- calisti porranno all’at- tenzione dei futuri rap- presentanti al Parlamen- to. A partire dal calo di 40 punti percentuali dei contratti di apprendista- to nel settore artigiano. Confronto politici e pensionati Incontro confronto, pro- posto dai sindacati dei pensionati Cgil, Cisl, Uil ai candidati e ai rappre- sentanti delle liste che concorrono alle votazio- ni. L’appuntamento, moderato dal giornalista Enrico De Maria, viene ospitato nel salone della Camera del Lavoro di Vercelli, in via Stara, 2 oggi, venerdì 15 febbra- io, alle 14,30. A coloro che chiedono il voto per governare il Paese, i pensionati chiedono precisi impegni per la di- fesa del potere d’acqui- sto delle pensioni, sbloc- co della rivalutazione annuale, fisco più equo, welfare pubblico e soli- dale, legge a sostegno delle persone non auto- sufficienti, equità e giu- stizia sociale, contrasto agli sprechi e ai privilegi.

Agricoltura: ilministroCatania saràaVercelli Mario Catania, ministro dell’Agricoltura, sarà a Vercelli domenica: il mi- nistro visiterà la mostra “Gli anni Sessanta nelle Collezioni Guggenheim” e poi sarà al punto di promozione del territorio e dei suoi prodotti tipici “La Città del Riso: coltu- ra e cultura del riso”, or- ganizzato da Confagricol- tura Vercelli e Biella sull’angolo tra via Galileo Ferraris e via Dante. Ver- so le 16,15, il ministro sarà al Dugentesco per l’incontro con i presiden- ti delle organizzazioni agricole Confagricoltura, Cia e Coldiretti sul tema: “Consumo del suolo, bu- rocrazia e crisi dei mer- cati: quali prospettive per la tutela dell’agricol- tura e della risicoltura”.

LA VIGNETTA DI ARDILELLO OSCAR GIANNINO Agricoltura e sviluppo: se ne parla con Fariano Insieme a“Fare per Fermare il declino” Dai gazebo all’incontro con Lucio Fariano per affrontare il tema “Agricoltura e svi- luppo del territorio”. Prose- gue l’attività di candidati e sostenitori di Fare per Fer- mare il declino, il movimento che si riconosce in Oscar Giannino e che, martedì 19 febbraio propone, alle 11, al bar Golden di via Vittorio Veneto, un incontro con Fa- riano candidato alla Camera nella lista Piemonte 2 (così come i vercellesi Stefano Sa- rasso e Maurizio Loiacono) e da 20 anni imprenditore con un’azienda nel cuneese che si occupa di cerealicol- tura ed itticoltura.

L’incon- tro, che sarà occasione per uno scambio di idee sul pro- gramma di Fare per l’agri- coltura e lo sviluppo del ter- ritorio; sarà seguito da un aperitivo. Intanto stanno ot- tenendo risultati interessan- ti i gazebo allestiti in città. «C’è la curiosità di conoscere e di addentrarsi nelle pro- poste concrete avanzate da Oscar Giannino e dai suoi collaboratori - dicono gli at- tivisti -. Crediamo che il de- siderio di cambiamento in questa tornata elettorale non sarà un semplice auspicio, ma poggerà su basi consi- stenti: i voti di numerosi cit- tadini».

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 7 VERCELLI PICCIONI L ’Irap, tassa rapina Ungovernoamico alfiancodiimprese famiglie,lavoratori a riduzione delle tasse è uno dei punti cardine della campagna elettorale lanciata da Silvio Ber- lusconi. Temi sui quali si sofferma anche Lorenzo Piccioni, senatore uscente del Pdl e ricandidato al Sena- to, in Piemonte al settimo posto. Una posizione eleggibile solo nel caso che, nella nostra regione, il Pdl vinca, ag- giudicandosi, così, la maggioranza dei seggi.

Il Piemonte è una regione conten- dibile? Innanzitutto il Pdl crede nella vittoria del centro destra a livello nazionale.

Già nelle settimane scorse c’erano i segnali della rimonta, grazie soprat- tutto al grande impegno del nostro presidente Berlusconi tornato in prima fila. In quest’ultimo periodo di campagna elettorale, tocca a tutti noi impegnarci per completare il sorpasso. Tenga conto che anche nel 2006, quando vinse Prodi, al Senato, in Piemonte la maggioranza dei seggi andò al centro destra. La questione fiscale è tornata in ci- ma all’agenda del Pdl.

E’ fondamentale per tornare a fare crescere il nostro Paese. Berlusconi l’ha detto chiaramente, annuncian- do l’impegno del Pdl per favorire le assunzioni e per ridurre la spesa pubblica al fine di diminuire la pres- sione fiscale un punto all’anno. Inol- tre Berlusconi ha anche elencato i temi che saranno affrontati nel pri- mo Consiglio dei Ministri: abolizione dell’Imu sulla prima casa e restitu- zione di quella pagata nel 2012, ri- strutturazione della tassazione sugli immobili, impignorabilità della pri- ma casa e pagamento dei debiti dello Stato nei confronti delle im- prese private.

Questione fiscale anche per ricom- pattare le fila dei delusi, special- mente tra gli imprenditori? L Quello che sta succedendo nel no- stro Paese è davvero angosciante.

Se la vessazione delle imposte da parte di Equitalia porta addirittura un cittadino, un imprenditore a to- gliersi la vita, bisogna fermarsi a ri- flettere. Un tema troppo delicato per essere affrontato solo in campa- gna elettorale. Deve esserci l’impe- gno di qualsiasi futuro governo per far fronte a una simile questione. Se poi alle tasse troppo elevate ag- giungiamo le amministrazioni pub- bliche che non pagano i loro debiti con le imprese e le banche che ne- gano i finanziamenti e chiudono l’accesso al credito, abbiamo il qua- dro di una situazione insostenibile alla quale bisogna subito mettere mano.

Le imprese hanno bisogno a questo punto dello Stato, uno Stato che deve essere amico e che collabori in questa fase delicata di crisi mon- diale, sentita dai nostri imprenditori che non riescono ad uscire da una situazione sempre più insostenibile. Non si può restare inerti dinanzi alla crescita della disoccupazione. Più aziende chiudono più disoccu- pati ci saranno.

Volete abolire anche l’Irap entro quattro anni. Occorre ridare fiato o comunque speranza a chi vuole continuare a fare impresa. L’Irap è una tassa “ra- pina”, ignobile. Arrivare a toglierla, anche se gradualmente, sta diven- tando sempre più indispensabile. C’è un settore particolare, che è in crisi più di tanti altri. E’ il settore edilizio che ormai è in ginocchio perché l’ulteriore tassa dell’Imu sulla casa ha ridotto il valore degli immo- bili e le banche hanno quasi smesso di erogare mutui. Restituire l’Imu vuol dire restituire ai cittadini quella tredicesima di cui hanno dovuto privarsi e che potrà essere utilizzata per far ripartire i consumi.

Come procede la campagna eletto- rale? La campagna elettorale del Pdl pro- cede bene e non è fatta di promesse vane, ma impegni concreti per su- perare questa fase di crisi. La prima emergenza è creare sviluppo, occu- pazione tramite la detassazione per i nuovi assunti, aiutare le imprese, togliere l’Imu sulla prima casa e re- stituire i soldi per far aumentare i consumi, obbligare le banche a fare le banche e quindi sostenere le fa- miglie e le imprese. Senza questi in- terventi la nostra economia rimarrà allo sfacelo e la situazione non potrà che peggiorare.

Molti elettori sono però delusi, i cittadini sfiduciati.

Questa crisi ha sfiancato un po’ tutti. Lo sviluppo è essenziale per far ri- partire l’Italia. Alcuni provvedimenti possono essere adottati nel primo Consiglio dei ministri, altri hanno bisogno di più tempo. Però l’inten- zione del centro destra è di restituire fiducia ai cittadini nei confronti di uno Stato che deve essere rinnovato anche sul piano istituzionale per consentire ai governi di poter rea- lizzare il proprio programma, avendo tempi certi per l’approvazione dei propri disegni di legge.

Berlusconi ha attaccato pesante- mente Equitalia, annunciando, nei prossimi giorni, una proposta al ri- guardo? Bisogna delineare bene l’obiettivo di Equitalia: strozzare i cittadini o recuperare tasse e imposte non pa- gate? Per questo, occorrerà rivedere i termini operativi, congelare o an- nullare gli interessi e le sanzioni. E’ indispensabile intervenire perché la fiducia dei cittadini, nei confronti dello Stato, passa anche da qui. Bruno Casalino RivoluzioneCivile: Ferrero(Rifondazione) inviaVeneto Sabato 16 febbraio sarà a Vercelli Paolo Ferrero, can- didato alla Camera dei De- putati nella lista Rivoluzio- ne Civile per la circo- scrizione Piemonte 1.

Paolo Ferrero, segreta- rio nazio- nale di Ri- fondazione Co- munista, incontrerà i gior- nalisti e i cittadini al gaze- bo di Rivoluzione Civile in corso Libertà, angolo via Vittorio Veneto alle ore 16. Fratelli d’Italia: alTwenty aperitivo con Guido Crosetto Arriva uno dei leader nazio- nali di Fratelli d’Italia saba- to, alle 18,30 al Bar Twen- ty. Ospiti del- l’aperitivo elettorale sono Guido Crosetto (foto), lea- der nazio- nale del mo- vimento Fra- telli d’Italia e Gaetano Na- stri: con i consiglieri comu- nali Emanuele Pozzolo, An- na Rosso e Franco Corradi- no e del candidato al Sena- to Giuseppe Arlotta - incon- trerà i cittadini vercellesi e illustrerà la linea politica nazionale del movimento.

PEDRALE: SANITA’ Venerdì alle 21 al Mo- do Hotel in piazza Me- daglie d’Oro 21, conve- gno dal titolo “La dife- sa della sanità vercel- lese e valsesiana. Gli ospedali di Vercelli e Borgosesia e il nostro territorio” . Interverran- no i candidati alla Ca- mera del Pdl: Luca Pe- drale, presidente del Gruppo regionale; Da- vide Gilardino, coordi- natore provinciale; Ca- rolina Ferraris, sindaco di Asigliano e il candi- dato al Senato Lorenzo Piccioni. LEGA NORD: GAZEBO La Lega Nord si prepa- ra a una settimana di incontri con gli elettori: gazebo leghisti saran- no in piazza Cavour ogni martedì e venerdì dalle 9 alle 13; sabato e domenica dalle 16 al- le 19,30.

Gli elettori po- tranno incontrare i candidati alla Camera, Alessandro Montella (sindaco di Arborio) e Daniele Baglione (sin- daco di Gattinara) e al Senato, Riccardo Valli- no (sindaco di Fonta- netto) e Carla Camoria- no (vice sindaco di Crova). Venerdì 22 chiusura della campa- gna elettorale con Gianluca Buonanno. PD: CONFRON- TO Gli attivisti del Pd sa- ranno al mercato di Vercelli oggi, venerdì, mentre lunedì alle 18 al bar Cavour propone un botta e risposta con i candidati Luigi Bob- ba, Anna Urban, Chia- ra barone e Nicoletta Favero a cura di Elisa Alaimo, Mariella Moc- cia e FrancescaTini Brunozzi.

Modera Nel- lo Pietropaolo, segre- tario del circolo di Ver- celli.

Sel, Vendola incontra i vercellesi Sinistra, Ecologia e Libertà ospita sabato il leader na- zionale del partito, Nicki Vendola. Il governatore del- la Puglia incontrerà la stampa al bar Cavour alle 13. Al termine incontro con la cittadinanza sotto i porti- ci della piazza. Con Vendola ci saranno i rappresentanti vercellesi del partito.

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 8 VERCELLI Rivoluzionetrasportomerci Il progetto Trailblazer è alle battute finali ndividuare un sistema ef- ficace ed efficiente di ge- stione e razionalizzazione del traffico merci in città.

Il tutto insieme alla riduzione di carburante del 10 per cen- to, della congestione del traf- fico, dell’inquinamento atmo- sferico e alla volontà di age- volare gli operatori e i loro utenti. Sono le finalità del progetto europeo triennale Trailblazer, che si sta avvian- do alla fase finale. L’iniziativa, finanziata dall’Agenzia Euro- pea Competitività e Innova- zione per un budget totale di un milione e 900mila euro, di cui 179mila destinati a Vercelli, coinvolge 12 partner europei. E’ stato così redatto un piano di logistica merci relativo al centro storico, nell’area inclusa entro la cer- chia dei viali.

Dall’analisi ini- ziale effettuata su tale zona, con raccolta di dati attraverso questionari sottoposti alle 890 attività destinatarie delle consegne e ai trasportatori, sono emersi valori medi gior- nalieri quali: 169 veicoli uti- lizzati per le consegne di cui l’84% diesel, 701 litri di car- burante consumati, 36 stalli di parcheggio riservati al ca- rico e scarico, 1,82 tonnellate di emissioni di anidride car- bonica. “Con le nuove misure di riorganizzazione della lo- gistica merci in centro storico – sottolinea il mobility mana- ger Franco Zanello - si è arri- vati alla realizzazione di nuo- I va segnaletica, con ridistri- buzione e ampliamento, in collaborazione con il settore Lavori Pubblici, delle piazzole di carico e scarico che sono passate a 63 stalli, all’impiego del nuovo sistema di controllo video sorvegliato dei varchi della Ztl e a nuove tipologie di permessi per l’accesso e nuovi accreditamenti delle targhe dei veicoli dei vari ope- ratori di trasporto merci, non- ché all’ampliamento degli orari per tali operazioni”.

La fase finale di Trailblazer, al momento in corso, riguar- da i monitoraggi dell’attiva- zione delle nuove misure del piano per una valutazione degli effetti rispetto al quadro iniziale e sarà oggetto di rela- zione nell’ambito del meeting di aprile a Praga e poi a Bru- xelles a giugno. “La parte conclusiva del progetto – sot- tolinea l’assessore ai Traspor- ti Ercole Fossale – vede inoltre la collaborazione attiva del- l’Università del Piemonte Orientale, attraverso un me- todo informativo e operativo da condividere con associa- zioni di categoria del com- mercio e dell’imprenditoria locale, del trasporto merci e loro destinatari, consumatori, enti locali, agenzie e associa- zioni ambientali”.

“Il processo – continua – valuterà, nella giornata del 25 marzo, nuove opportunità di servizi innovativi ecoso- stenibili di consegna merci, per il cosiddetto “ultimo mi- glio” come il van sharing, i furgoni condivisi e il bici car- go a pedalata assistita”. Sarà dunque consultata una giuria selezionata per verificare sia l’interesse all’attivazione al nuovo servizio di trasporto da adottarsi, sia quale tipo- logia possa meglio rispondere all’esigenze delle categorie in- teressate.

mcg IL BILANCIO Alessandra Bel- lardone, Ufficio Europa, Ercole Fossale, Franco Zanello mobility manager, Gian- Luigi Bulsei do- cente di Sociolo- gia e coordinato- re del centro di ri- cerca interdisci- plinare dell’Uni- versità Piemonte Orientale fanno il punto sulla situa- zione del proget- toTrailblazer COMITATI E PARTITI segue dalla prima «non mi hanno inviato un’ambulanza.Non mi hanno chiesto nulla,nemmeno l’indirizzo.Quando ho spiegato quale fosse il problema, la signorina - ricorda molto arrabbiato - mi ha semplicemente detto: «Vada in ospedale, si faccia fare un elettrocardiogramma:al massimo la ricoverano».A quel punto Nigra,con la sua macchina,raggiunte il San- t’Andrea.Appena giunto al pronto soccorso,sono le 20,22,gli viene assegnato il codice giallo:il secondo per gravità nellascaladelleemergenze.Imedicilosottopongonoadiversiesami,tantocheilverce llesevienedimessosoloalle 2 di notte.

E gli viene consigliata un’ulteriore visita. «Ho voluto far sapere a tutti quello che mi è successo, perché - spiega Pierangelo Nigra - non credo sia questo il modo più corretto di comportarsi». Il vercellese, che visti i suoi trascorsi in Croce Rossa conosce la procedura per il pronto intervento, invita «quelli che non credono al mio racconto ad andare a verificare:tanto - sottolinea - le telefonate al 118 vengono tutte registrate». mag LA PROTESTA Firme contro l’inceneritore ma anche proposte alternative La consegna avvenuta mercoledì in Comune Le oltre 700 firme raccolte in città per dire no all’incenerito- re sono state consegnate mer- coledì in Comune.

E 1400, re- perite sul territorio provincia- le, erano già state depositate in Provincia a settembre. Peti- zioni, queste, che come spiega Flavio Bruzzese, rappresen- tante del Movimento Valledora e del Carp, il coordinamento ambientalista rifiuti Piemonte, non sono solo contro all’ince- neritore di Vercelli, ma sono anche portatrici di proposte. “All’iniziativa – precisa – han- no aderito partiti come Idv, Pd, Movimento 5 Stelle, ma anche comitati da Valledora a No Inc a Genitori Vercelli”. “Siamo ar- rabbiati – continua Bruzzese – perché la Provincia, a distanza di oltre 4 mesi dalla consegna delle firme, non ha dato rispo- ste concrete.

Solo lunedì 4 feb- braio, dopo le lamentele per un perdurare del silenzio, l’as- sessore provinciale Davide Gi- lardino ci ha convocati, ma si è girato solo intorno alla que- stione rifiuti senza dare rispo- ste esaustive”. “Abbiamo chie- sto un verbale di quel collo- quio – racconta Anna Andorno del Carp Vercelli – ma sono passati quasi 10 giorni e non è arrivato nulla”. “La gente - ag- giunge - è stata sensibile verso la questione rifiuti e vorremmo trovare quella stessa sensibili- tà nelle istituzioni. Abbiamo avvisato anche il Prefetto”. Concorde anche Carlo Rossi dell’Idv, consigliere provincia- le.

“Di fronte a queste mobili- tazioni di cittadini - dice - la ri- sposta del sindaco Andrea Corsaro e del presidente di Atena Fernando Lombardi è quella di creare una nuova so- cietà di Atena, con un nuovo consiglio di amministrazione e quindi altra gente da pagare. E’ già stato chiesto al sindaco che ci rendicontasse sugli in- troiti derivanti dalla vendita di plastica e carta, ma ci ha ri- sposto di chiedere ad Atena, che sfugge alle richieste”. “L’impiego di milioni, per ria- prire una sola linea dell’ince- neritore - conclude - non può essere un’azione nell’interesse della collettività”.

Sulla possi- bilità di perseguire strade al- ternative intervengono Mirko Busto del Movimento 5 Stelle e Patrizia Jorio del Pd. “Piccoli impianti di Trattamento mec- canico biologico – spiega Busto – darebbero lavoro a più per- sone e viaggerebbero meno ca- mion”. “Da tempo il Pd – pun- tualizza Jorio – chiede un’al- ternativa al sistema dell’ince- nerimento e una raccolta por- ta a porta vera che porterebbe a un aumento della percen- tuale di rifiuti differenziati”. mcg

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 9 VERCELLI Iniziative “sociali” da sovvenzionare Scade il 23 marzo il termine per la presen- tazione delle richieste di sovvenzione da parte dell’assessorato alla Cultura e al Turi- smo: per tutti i progetti e le iniziative relativi all’anno in corso, anche quelle pensate a fi- ne 2013. “Devono essere presentate le do- mande per l’ammissione alle sovvenzioni - spiega il dirigente del settore Gianni Vercel- lone - per qualsiasi vantaggio economico ri- chiesto, sia esso la concessione di sale co- munali e spazi, come per locandine, le affis- sioni e l’occupazione di suolo pubblico, an- che se l’iniziativa è in programma, ad esem- pio, a fine anno”.

Le richieste possono esse- re presentate in forma libera. L’ammissibili- tà dovrà però rispondere a dei requisiti. “L’intervento del Comune - continua Vercel- lone - è diretto a privilegiare le manifesta- zioni e le iniziative che abbiano consonanza con le politiche dell’assessorato alla Cultu- ra, che abbiano rilevanza per la buona re- putazione culturale della città e uno spicca- to profilo civile e sociale”. Una commissione valuterà le domande pervenute, sarà poi stilata una graduatoria. Ci possono essere comunque delle eccezioni. Qualora però do- vesse presentarsi la possibilità di realizzare un’iniziativa di particolare rilevanza, oltre alla scadenza fissata per la presentazione delle domande, sarà la Giunta a disporne l’accoglimento in deroga.

C’è però una novi- tà, in tema di trasparenza, che riguarda la concessione delle sovvenzioni, dei contribu- ti, sussidi e ausilii finanziari: saranno pub- blicati sul sito del Comune. Dovranno esse- re indicati: il nome dell’impresa e altro be- neficiario con i suoi dati fiscali, l’importo, la norma o il titolo a base dell’attribuzione, l’ufficio e il funzionario o il dirigente respon- sabile del procedimento amministrativo, la modalità seguita per l’individuazione del beneficiario e il link al progetto selezionato, al curriculum del soggetto incaricato, non- ché al contratto e capitolato della prestazio- ne, fornitura o servizio.

A tali informazioni si accederà dalla home page, cliccando a si- nistra sulla voce “amministrazione aperta”. Per informazioni è possibile contattare l’Urp ai numeri: 0161-596333 o 596321.

mcg Si concentrerà sulle proprie tematiche fondamentali, i beni culturali e la loro conservazione, e darà libero spazio ai cittadini e agli esperti di questo settore, la prima tavola rotonda organizzata a cura della delegazione Fai diVercelli;ap- puntamento iniziale delle iniziative pre- viste per questo nuovo anno. Le tavole rotonde costituiscono un nuovo filone di approfondimento per la delegazione, che,nell’organizzarle,sièispirataall’“Eu- rope 2020” , l’agenda dell’Unione Euro- pea, e si articoleranno in una serie di in- contri,incentratinellafiguradiunospea- ker d’eccezione e di quattro ospiti, i quali differenziano per età e conoscenza della tematica in esame, che dialoghe- ranno tra loro sul tema stabilito.

A pre- senziare, in qualità di speaker, il primo incontro, previsto per venerdì 15 feb- braio,a partire dalle ore 17,30,nella sede del Rettorato (via Duomo, 6), sarà lo stessovicepresidentedelFai,MarcoMa- gnifico che si addentrerà nella spinosa questione della tutela dell’arte e del pa- trimonio naturale, a partire da una cita- zione di Oscar Wilde: “Le grandi opere d’arte sono solo le cose vive” . Dialoghe- ranno con Magnifico,moderati dal capo dell’ufficio stampa dell’Università Avo- gadro, Paolo Pomati: Carlotta Sillano, in arte Carlot-ta,musicista;Cinzia Lacchia, conservatoredelmuseoBorgogna(nella foto);FiorenzoRosso,pittoreefotografo e Franco Berruto, architetto.

de.m TAVOLA ROTONDA CON IL FAI Concerti,danzaeShopart Centri eccentrici: il calendario degli appuntamenti ell’ambito delle iniziative col- laterali alla mostra “Gli anni sessanta nelle collezioni Guggenheim. Oltre l’informale ver- so la Pop Art”, in corso di svolgi- mento all’Arca di San Marco, stan- no per partire i centri eccentrici, un ricco programma che porterà in città molti e qualificati appun- tamenti. L’intero cartellone è stato presentato mercoledì dall’asses- sore alla cultura Pier Giorgio Fos- sale, presenti i rappresentanti del- le associazioni e degli organismi che hanno collaborato all’organiz- zazione del programma.

S’inizia mercoledì 20 febbraio con la pre- sentazione, al salone Dugentesco, alle ore 17,30, del volume di Pino Dell’Acqua “L’Arca e i suoi giganti”, sulla mostra dello scorso anno.

Venerdì 16 marzo, al teatro Civico, ore 21, andrà in scena “Stars Ga- là”, spettacolo di danza classica con Dinu Tamazlacaru, primo bal- lerino opera di Berlino, Vladimir Malakhov, etoile internazionale, e Christina Kretova, prima ballerina teatro Bolshoi di Mosca. Venerdì 5 aprile, alle 21, al Civico, tornano i Nomadi con il nuovo tour 2013. Domenica 14 aprile, al Civico, ore 18, spettacolo di balletto dell’Ac- cademia di danza città di Vercelli “Hansel e Gretel e le fiabe in pop”. Venerdì 19 aprile, al Civico, ore 21, concerto “Pop Art icolare”, canzoni per una società in evolu- zione: cinquant’anni di idee e di ideali con Petrucci Quartet.

Sabato 27 aprile, al Civico, ore 21, con- certo di Cheryl Porter con la par- tecipazione del coro Gospel e din- torni, diretto da Paolo Donà. Do- N menica 28 aprile, doppio appun- tamento al Museo Borgogna, ore 18 e ore 21, “Lezioni di piano – The Piano”, spettacolo musicale e voce recitante diretto dal maestro Massimo Viazzo, pianoforte, con le voci di Ivo De Palma e Licia Di Pillo. Venerdì 3 maggio, teatro Ci- vico, ore 21, spettacolo teatrale “I.P.S. Italian Pop Style”, una pro- duzione Il Porto con il gruppo tea- trale i Camalli, di e con Roberto Sbaratto. Domenica 12 maggio, teatro Civico, ore 21, spettacolo della Freebody danza “Dal classico al pop, dall’ottocento ai sixties tra Europa e America”.

Non solo. Sono in programma altre iniziative, sempre legate alla mostra in Arca. Confagricoltura apre il punto vendita dei prodotti tipici e divulgherà alle scolaresche, in visita alla mostra, la conoscenza del territorio e la lavorazione del riso. Il punto vendita “La città del riso” è situato a pochi passi da Arca in via Ferraris, angolo via Dante. La cooperativa Artigiana San Giuseppe e Terreriflesse han- no realizzato un portfolio di carto- line d’arte di Andrea Cherchi che sarà messo in vendita nel book- shop di Arca. L’associazione cul- turale PasparTù, in collaborazione con la Libreria S.Andrea propone “Pagine d’artista, un’iniziativa de- dicata ai più piccoli, dai sei ai dieci anni.

Una serie d’incontri con laboratori ludico-creativi che si terranno, dalle 16 alle 18, il 23 febbraio, 23 marzo, 13 aprile e 4 maggio. A StudioDieci è in corso “Effetto Arca/Nuvole Eterotopiche a cura di Diego Pasqualin e sempre StudioDieci ha programmato una serie di conferenze al salone Du- gentesco, alle ore 17,30, il 28 feb- braio, 21 marzo, 4 aprile e 18 aprile. Domenica 3 marzo, infine, in occasione dell’apertura festiva degli esercizi commerciali, Ascom e Viva Vercelli organizzano Sho- part, shopping e arte in strada con i writers. L’evento è realizzato in collaborazione con Sir Two, alias il vercellese Cristiano Lupa- ria.

b.c.

Pier Giorgio Fossale e Paoletta Picco Cristiano Luparia

Vercelli - I giornali del Piemonte

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 10 VERCELLI RUMORE DI FONDO Il Papa Servegenteilluminata capacedidipanare matasserischiose Serviva un evento epocale autentico, non l’offerta pro- mozionale di certi politici, per oscurare, solo per un giorno o due, la rissosa e volatile campagna elettorale in corso. È una delle poche conse- guenze benaccette delle di- missioni di Benedetto XVI dalla Cattedra di Cristo, im- provvise e spiazzanti. Nanni Moretti in “Habemus pa- pam”, analizzando la fragilità umana, ha immaginato il ce- dimento d’un Papa, ma sul punto di assumer il pesante carico, non come rinuncia avvenuta durante.

Ora è evi- dente a tutti che stiamo at- traversando un periodo mol- to complicato della Storia e con definizione calda ma az- zeccata un vaticanista ha de- finito l’ambiente vaticano “un vespaio impazzito”, chiaren- do l’effetto che produce la mancanza di un leader quan- do esiste il bisogno di essere guidati. È un altro effetto im- portante delle dimissioni del Pontefice: rimarcare quanto oggi si senta la mancanza di leadership, di guide sagge, coraggiose ed affidabili. Per- sonalità rarissime in grado di contrastare i disastri avviati in questi anni da altri leader, quelli della sciagura, come gli spericolati manager della fi- nanza pazza, artefici della crisi franosa che viviamo.

Non serve l’uomo forte che da solo lotta e risolve, sarebbe una sciagura; ma manchia- mo quasi ovunque di gente il- luminata capace di dipanare matasse contorte e rischiose come quella del sogno euro- peo bloccato, delle fraintese “primavere arabe”, dei popoli devastati e dimenticati del- l’Africa priva anche di Man- dela o dell’India delle con- traddizioni. Misera risorsa è un finora timido presidente di colore a Washington, uno coraggioso e umile in Uru- guay, alcune donne volente- rose in vari punti della Terra per compensare il vuoto do- vuto alla penuria di gente va- lida e solida che contrasti il turbocapitalismo famelico, l’irruenza soffocante di Putin, la follia nordcoreana, la fero- cia di molti dittatori.

In Italia la necessità di leadership è addirittura angosciosa, quel- la oggi impegnata nella deli- catissima campagna d’inver- no è a volte imbarazzante, al- tre grigia, altre volenterosa ma confusa. Nessuno che emerga per spinta ideale e propositiva anziché per teme- rarietà pirotecniche, per doti organizzative e slancio civile piuttosto che per superficiali- tà o ipocriti disimpegni. Uo- mini credibili e decisivi nella costruzione del ponte verso il futuro, fermo da decenni nel- la nostra fantasia, che le gio- vani generazioni attendono di poter attraversare.

Mario Ferrari Daniela,8anni.Elda,93 Le donne: per le donne vittime di violenza onne di tutte le età. Chi con borsa, sciarpa o ad- dirittura capelli rosso fuoco (l’invito del comitato “Donne Vercelli per le Donne” infatti era di vestirsi di rosso e nero), chi con nessun segno distintivo. E anche uomini: curiosi, attenti o lì per caso. Tant’è: l’appuntamento - or- ganizzato a livello mondiale - in piazza Cavour per dire basta alla violenza sulle donne gio- vedì pomeriggio avrebbe po- tuto essere più partecipato. «Mi spiace non aver portato qui della gente, avrei voluto vedere questa piazza piena, stracolma» dice Chiara, una cinquantina d’anni.

Gina, 60 anni, è in piazza perché «il femminicidio esiste ancora: si parla tanto di progresso ma invece siamo fermi al medioe- vo». Lei ha saputo dell’iniziati- va da un’amica «e mi piaceva l’idea che fossimo in tante. Ma non ballerò: troppo com- plicato». Diana ha 23 anni: «Ho visto una donna, Donika, morire sotto i miei occhi. E i giornali hanno scritto solo bu- gie», mentre Giulia, 21 anni e Chiara di 19 parlano di «modo costruttivo per portare all’at- tenzione della gente questi problemi. Anche se noi, grazie al cielo, non abbiamo mai visto donne maltrattate». Francesca aggiunge: «E’ un problema che c’è sempre stato e magari si faceva finta di nulla: è giusto ora portarlo all’attenzione della D gente, anche se è triste che si debbano organizzare manife- stazioni di questo tipo».

«Il coinvolgimento interna- zionale di questa manifesta- zione è uno dei motivi che mi ha spinta a venire in piazza oggi - dichiara Patrizia, 45 anni - Un’iniziativa “da donne per le donne” senza alcuna connotazione politica. E mi sconvolge leggere i nomi stam- pati su quello striscione lag- giù»: è un lungo lembo di tes- suto bianco, appeso a uno dei palazzi che si affacciano sulla piazza; sopra c’è scritto “Ver- celli ricorda le 105 donne uc- cise in Italia dal 2012 a oggi”. Più di cento hanno trovato la morte, ma l’iniziativa è stata organizzata contro ogni tipo di violenza: «Purtroppo non è una novità - dichiara Maria, 48 anni - io stessa avevo un’amica che veniva picchiata dal compagno.

Ci si conosceva tutti dall’infanzia e si usciva insieme. Gli amici lo sapevano, ma non sono mai intervenuti. Per sfuggirgli lei ha dovuto cambiare città. Ed ora ha tro- vato la pace e una persona che la rispetta». Anche la scuola ha deciso di trattare l’argomento. E’ il caso della Media Lanino di Vercelli dove le professoresse Cristiana Cau, Gianna Rosso e Alessandra Sarasso, su loro iniziativa, hanno dedicato le ore del laboratorio pomeri- diano a questo tema. Un bal- letto ha concluso la giornata, proprio come il programma definito dal Comitato in piaz- za Cavour.

«E’ una valida alternativa alla festa di San Valentino!», dichiara lapidaria Anna, 40 anni, che ha saputo dell’in- contro da Facebook e, vista l’eccezionale adesione, ha de- ciso di esserci. E, ancora: «Siamo motivatissime» è la risposta di un gruppo di gio- vani danzatrici adolescenti, tutte in felpa rossa o con un fiocco rosa tra i capelli. Qual- cuna di loro, ammette candi- damente di non sapere per- ché si trova lì, un’altra, riden- do, che le piace ballare. Ma due più grandicelle lo sanno, e lo spiegano, consapevoli del- l’importanza che questo tipo di manifestazione può avere sulla sensibilità della gente.

Intanto sulla plancia di piaz- za Cavour vengono letti, ad alta voce, i nomi delle donne, 105, uccise: da Daniela, 8 anni a Elda Tiberio, 93 anni. «Fa venire da piangere» com- menta una signora abbrac- ciata alla figlia. E poi tutte a ballare, per dire no alla vio- lenza.

p.a. - c.z. CAMPO BOZINO segue dalla prima marito Lhaj El Khaoudi sono abbandona- ti al loro destino; insieme ai tre figli di 18, 12 e 6 anni. E’ il mese di settembre 1999 quando la coppia, che ha origini marocchi- ne, ma la cittadinanza italiana, va ad abita- re in via Canton Billiemme. La prima scrit- tura privata che concede alla famiglia El Khaoudi l’uso gratuito della casa del custo- de, ha validità di due anni (“il Centro Sport Giovanile Pro Vercelli Calcio - si legge - si farà carico delle spese relative a riscalda- mento, acqua luce e gas”; in cambio Lhaj El Khaoudi deve fare le pulizie negli spo- gliatoi, sulle gradinate e nei servizi igienici esterni e deve assolvere al compito di cu- stode); nel 2006 la seconda scritture priva- ta, ancora della durata di due anni; infine, nel 2008, la terza, valida solo per 12 mesi.

Negli ultimi due documenti, sottoscritti da Lhaj El Khaoudi e dalla Us Pro Vercelli Cal- cio srl, però non si fa più cenno a spese e compiti: solo alla concessione “in comodato d’uso gratuito" della casa. Dunque Lhaj El Khaoudi e Zoubida Elka- hlaoui non sono mai stati intestatari dei contratti di fornitura di acqua, luce e gas; anche perché i contatori sono relativi a tut- to l’impianto sportivo, non ce ne sono che riguardano solo la casa. Dunque non sono Lhaj El Khaoudi e Zoubida Elkahlaoui a es- sere morosi nei confronti di Atena, ad aver colpe per l’interruzione delle forniture. «E’ tutto un caos», dice scuotendo la testa la giovane mamma.

Nella sua voce c’è un misto tra rabbia e impotenza. Una delle so- luzioni ipotizzate dalle persone che si sono prese a cuore le sorti di questa famiglia, c’è anche la richiesta, al Comune, di una casa d’emergenza. In realtà, in questo momento non ci sono alloggi di questo tipo a disposi- zione, ma anche ci fossero, la famiglia El Khaoudi non ne avrebbe diritto: «Perché, nonostante tutto, abbiamo la residenza al Bozino», conferma la donna. Già, peccato che, da quasi tre settimane, in quella residenza manchino i servizi fon- damentali quali acqua, luce e gas; e che gli accorgimenti (braciere, bombola a gas, ge- neratore a benzina) possono anche essere pericolosi, tanto più considerando che due dei tre figli della coppia sono piccoli.

Chissà, però, cosa ne pensa l’Asl di que- ste condizioni? Soprattutto dal punto di vi- sta igienico...

Non solo: «Mio marito, per venire a lavo- rare al Bozino, ha lasciato il suo vecchio posto da muratore. Però, da quando nessu- no usa più il campo, lui non ha più il lavo- ro. Adesso ci aggiustiamo con quello che trova in giro, ma se dovremo andare via dalla casa del custode in via Canton Bil- liemme, per pagare le bollette e magari an- che l’affitto di un’altra casa, lui avrà biso- gno di un’occupazione “vera”: muratore, giardiniere, addetto alle pulizie...». mi.gi Al gelo, senza luce e senz’acqua: una famiglia abbandonata al suo destino. E nessuno fa nulla Piazza Cavour: contro la violenza alle donne Apartiredal12febbraio,saràoperativoilnuovoambulatoriopneumologico dedicato ai “Disturbi Respiratori del sonno” (Drs) negli ambulatori sito al 4° piano del Sant’Andrea.

L’ambulatorio è dedicato a tutti quei pazienti che,dopo aver effettuato l’esame polisonnografia in Neurologia,ricevono una diagnosi specifica appunto di “disturbo respiratorio del sonno” . I pa- zienti di questo ambulatorio presentano quindi sintomi quali russamento abituale, apnee riferite nel sonno, sonnolenza diurna, risvegli improvviso con sensazione di soffocamento.Vi si accede con prescrizione del Medico di Famiglia che riporti la dicitura “visite pneumologiche per apnee” . Va sottolineatochelaPneumologiadell’AslVCsioccupainvecenellospecifico dei disturbi strettamente legati a problemi di carattere respiratorio (Drs) ed è in possesso dei requisiti regionali di Centro Prescrittore.

ASL E’ fissata per domenica la“Camminata per le strade della città”che si sno- derà su un percorso di 5 chilometri. Il ritrovo è fissato a partire dalle 10,30 davanti alla basilica Sant’Andrea, con partenza alle 11. L’iniziativa è orga- nizzata dall’assessorato all’Ambiente del Comune in collaborazione con l’associazionesportivaPgsDecathlonVercelli-“ClubCamminatoriVercelli” .

Tutti possono partecipare dal momento che si tratta di una normale cam- minata a passo libero; inoltre non è richiesto nessun abbigliamento parti- colare: solo scarpe comode. Saranno presenti istruttori di fitwalking che daranno alcune nozioni per sfruttare al meglio la camminata e verranno spiegate le giuste tecniche del “buon cammino” . Il percorso si snoderà al- l’interno della zona chiusa al traffico delle auto a passo libero.Alla fine del percorsoèprevistounmomentoconvivialeconladistribuzionedipanissa. 5 CHILOMETRI

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 11 VERCELLI Il requisito dei 15 anni (del 1992) rimane La norma non è stata abrogata La notizia del momento è che l’Inps ha riconosciuto il mantenimento del re- quisito dei “15 anni di contributi al 1992” per poter andare in pensione.

Spiegazione. Ora per maturare il di- ritto alla pensione, al rag- giungimento dell’età della vecchiaia, occorre aver la- vorato almeno venti anni. Invece fino al 1992 ne bastavano 15. Fu il Governo Amato, con la Legge finanziaria dell’autunno ‘92, ad ele- vare questo livello minimo da 15 a 20 anni. La stessa legge, tuttavia, stabilì esplicitamente di mante- nere il vecchio requisito (i 15 anni, appunto) per co- loro che lo avevano già raggiunto col dicembre di quell’anno o che, alla stessa data, avessero avuto l’autorizzazione ai versamenti volontari.

La problematica riguar- da soprattutto quelle don- ne che, magari dopo la nascita di un figlio, hanno deciso di dedicarsi esclu- sivamente alla famiglia o quei lavoratori che, dopo alcuni anni di lavoro in regime Inps, hanno svolto professioni con casse au- tonome (avvocati, geome- tri . Nessuno ha mai osato o anche solo accen- nato a voler modificare questa norma. In verità nemmeno la legge Fornero lo ha fatto. E’ che c’è sempre qualcu- no più realista del Re. Co- sì in fase di stesura della principale circolare appli- cativa della legge da parte dei propri esperti, l’Inps – all’inizio del 2012 – stabilì che siccome la “Fornero” parlava del requisito mi- nimo dei 20 anni per ma- turare il diritto a pensione e non accennava in nes- sun modo alla precedente deroga del 1992, tale re- gola veniva considerata decaduta.

O 20 anni di la- voro o niente pensione! All’improvviso un nu- mero limitato, ma niente affatto trascurabile, di ex lavoratori ormai vicini al- la pensione, forti dei loro 15 anni di contributi ac- quisiti in un’era prece- dente, si sono trovati di fronte a questa prospetti- va: o pagarsi 5 anni di versamenti volontari o buttare nella pattumiera i loro vecchi 15 anni di contribuzione.

La normativa sui “sal- vaguardati” ha stabilito che coloro che erano già stati autorizzati ai versa- menti volontari potevano limitarsi a pagare fino ai 15 anni. In questo modo però ve- niva introdotta una di- scriminazione: chi aveva in parte lavorato e in par- te versato contributi vo- lontari sarebbe stato “sal- vo”, chi aveva “solo” lavo- rato restava fuori dai gio- chi. E così, dopo più di un anno, l’Inps ha fatto una virata di 180 gradi e in so- stanza, con una nuova circolare, ha detto: scusa- te, abbiamo scherzato, il requisito dei 15 anni al ‘92 rimane. D’altra parte, quando si vuole cancella- re una norma, la si “abro- ga”: ovvero una nuova norma dice esplicitamen- te che quella precedente viene cancellata.

In man- canza di questo, una cir- colare dell’Inps non può “interpretare” una legge dello Stato.

Risultato? Tanta confu- sione e sempre meno au- torevolezza da parte di chi dirige “in alto”, ad onta dell’impegno delle loro se- di nei territori. Renzo Stievano direttore patronato Inca Cgil PENSIONI E LAVORO CONFESERCENTI Mobilitazione Iva, Irpef, Irap: le nostre ricette contro la crisi impresa presenta il conto” è lo slogan scelto da Confe- sercenti per la giornata di mobilitazione nazionale, organizzata per sensibilizzare le forze politiche e le istituzioni sul gravissimo momento di crisi attraversato dalle piccole e medie imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato e che fa seguito alla manifestazione, promossa a gennaio, da Rete Italia Imprese.

A Vercelli, l’iniziativa è stata pre- sentata ieri, giovedì, nella sede di via Meucci. “L’economia - ha esordito il presidente Antonio Gobbato - è in dif- ficoltà, per la scarsa fiducia, il sempre maggior appesantimento fiscale e la conseguente trasformazione dell’abi- tudine ai consumi. Una situazione che trova ancor maggiore riscontro nella nostra provincia, poiché i dati ufficiali sono significativi nel riscon- trare il ruolo occupato dalle piccole e medie imprese sul territorio”. “Basterà “L’ ricordare - ha proseguito - che le ditte individuali rappresentano oltre il ses- santa per cento del totale e che, ben il 94 per cento, ha meno di dieci addetti.

Confesercenti non si limita, però, alla denuncia ma avanza una serie di pro- poste che vanno dalla riduzione del- l’Irpef e dell’Irap, al ritorno dell’Iva al 20 per cento, per rilanciare la spesa delle famiglie, all’esclusione dal paga- mento dell’Imu per gli immobili stru- mentali alle attività d’impresa e per la prima casa, al completamento delle infrastrutture già cantierate, a risorse per la scuola e ad un diverso modo di approcciare l’evasione fiscale”. “La lotta agli evasori – ha concluso - è cor- retta ma è scorretta la caccia alle stre- ghe, dando per scontato che tutti siano disonesti.

Così come vanno mo- dificate le disposizioni di legge su Equitalia, oggi troppo vessatorie”. “A tutto questo – ha dichiarato il direttore Germana Fiorentino – aggiungerei la prevista introduzione della Tares che sarà un’altra mazzata, la liberalizza- zione selvaggia tolta alle competenze regionali e la rete di credito organizzata dalle associazioni di categoria che va incoraggiata perché rappresenta una vera boccata d’ossigeno per le impre- se”. All’incontro ha preso parte l’ono- revole Luigi Bobba del Pd, l’invito era esteso a tutti i principali partiti, che ha sottolineato l’importanza di fare politiche che non siano rivolte solo alle grandi imprese.

“Inoltre - ha detto - come annunciato da Bersani, è no- stra intenzione sbloccare i debiti della pubblica amministrazione, intorno ai cento miliardi, con un primo paga- mento di almeno la metà. Questo rap- presenterebbe un grosso aiuto alle imprese, specialmente le medie e le piccole, al pari della ridiscussione del patto di stabilità che lega le mani an- che ai comuni virtuosi”.

b.c. Da sinistra il presidente Antonio Gobbato e il direttore Germana Fiorentino OFFERTE ALLA LILT Tramite la fiduciaria di Co- stanzana, Graziella Villa, è pervenuta alla Lega ita- liana per la lotta contro i tumori, sezione diVercelli, la somma di 300 euro de- voluta da N. N. di Desana per le finalità istituzionali dell’associazione. IN RICORDO DI BERNARDINO OPPEZZO Dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori, se- zione provinciale di Ver- ccelli, riceviamo e pubbli- chiamo. I componenti la classe di leva del 1944 di Stroppiana hanno devo- luto la somma di 300 eu- ro, pervenuta tramite la fiduciaria, Caterina Op- pezzo, in memoria di Ber- nardino Oppezzo.

SOS PER MINO, GATTONE SMARRITO Si è smarrito Mino, un bel micione bianco a pelo lungo, al rione Cervetto. Ormai manca dalla sua adorata casa da venerdì. Chiunque l’avesse visto o trovato è pregato di chiamare questo numero: 328 9712722. ANPI: VOTARE E’ IMPORTANTE L’Associazione nazionale parti- giani d’Italia (Anpi), comitato provinciale di Vercelli, lancia un appello per un’Italia rinnovata nei valori dell’Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione. Chiede quindi ai partiti e ai can- didati alle prossime elezioni di assumere un solenne impegno a favore dei principi e dei valori di seguito elencati: il rigore mora- le; la correttezza e la dignità del- la politica e del vivere civile; la trasparenza; la lotta contro ogni forma di corruzione e di mafia, ogni tipo di razzismo e ogni tipo di discriminazione; il lavoro.

Ri- volge pertanto ai cittadini un for- te invito a manifestare la propria volontà attraverso il voto.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 12 VERCELLI “In attesa di risposte da parte del Governo, la Giunta regionale si è responsabilmente fatta carico dei 164 esonerati dell’ente” . Lo sotto- linea Giovanna Quaglia, assessore al Bilancio e Personale della Re- gione Piemonte dopo l’approva- zione di una delibera di Giunta, di proroga della condizione di eso- nero al servizio. “Il rischio concreto - spiega l’as- sessore - era che già alla fine di febbraio alcuni dipendenti regio- nali, a cui era stata concesso l’eso- nero secondo la normativa regio- nale, si ritrovassero senza il 50% dello stipendio e senza contributi pagati.

Questo perché la circolare del ministero del Lavoro che mo- difica i criteri di accesso alla pen- sione, non ha riconosciuto ai di- pendenti regionali gli stessi diritti di quelli delle amministrazioni pubbliche statali” .

E aggiunge: “Con l’approvazione di questa delibera, la Regione si fa carico della loro permanenza in servizio in condizione di esonero, garantendo loro lo stipendio e il trattamento contributivo, fino a quando non avranno raggiunto i nuovi requisiti per la pensione” . Il provvedimento riguarda com- plessivamente 164 dipendenti dell’ente regionale, in particolare 122 nelle Asl, 6 nell’Arpa, 3 nelle Atc, 1 nell’Edisu. “E’ chiaro - conclude l’assessore Giovanna Quaglia - che la partita in sede di conferenza Stato-Re- gioni resta aperta. Il nostro pres- sing sarà incalzante fino a quando il Governo non avrà corretto que- sta anomalia, prodotta anche di- sapplicando la stessa normativa regionale e creando una disparità di trattamento difficilmente com- prensibile” .

DELIBERA DI GIUNTA Internet@CafFè Viaggi in rete Le costruzioni più famose: viste da Archdaily Fra le nuvole di internet l’in- solito è di casa, se poi si rag- giunge il sito di www.ar- chdaily.com, le case sono una sfilata di opere di gran- de architettura, in un viag- gio ai quattro angoli del mondo. Le pagine dell’osser- vatorio riservato ai grandi progetti, “i classici” hanno inizio da questo indirizzo http://www.archdaily.com/ category/ad-classics/pa- ge/10/; chi ha fretta può passare da una ricerca via Google con “houses archdai- ly 112” per parole chiave. Due parole su Archdaily, un sito fra rivista ed enciclope- dia, che si sfoglia per imma- gini, per un viaggio a cavallo fra tempo, storia e alcune delle opere di architettura più famose al mondo, segna- lato dalla Biblioteca digitale del Politecnico di Torino, dunque una curiosità di per se stesso.

Qualche esempio che appare nella pagina 10? La cappella di Notre Dame de Haut a Ronchamp, anni Cinquanta del ‘900, conside- rata l’opera più significativa della ricerca di Le Corbusier: ha quattro prospettive diver- sissime fra loro e nonostante sia in calcestruzzo armato ha forme di una grande leg- gerezza e un tetto a vela! Po- co oltre ecco la Ennis Brown House di Frank Lloyd Wright, sulle colline di Los Angeles, in California, con i suoi singolari 45.000 bloc- chi di calcestruzzo e le deco- razioni ispirate ai templi Ma- ya, diventata quasi fatal- mente la casa dei fantasmi in alcuni film degli anni ‘30, che ospitò anche le scene del famoso “Blade Runner”, an- no 1982, di Ridley Scott.

Ac- costate in ordine sparso, for- se per il gusto di stupire i vi- sitatori, si ritrovano vicine le fotografie di edifici simbolo come la Tour Eiffel e avveni- ristici progetti che fanno pensare ad atmosfere inter- planetarie. Nello spazio de- dicato all’esposizione per l’Expo’ 1958 a Bruxelles, il padiglione Philips ideato da Le Corbusier e Iannis Xena- kis, il viaggio nel tempo si fa multimediale con alcuni vi- deo storici trasformati in formato digitale (pag. 4)! Per tutti coloro che vogliano cu- riosare più da vicino le sin- gole opere e cerchino una via semplice per leggere in “pa- role nostre” la presentazione in lingua inglese, il modo più rapido (ma pur sempre ope- ra di un programma infor- matico!) consiste nel trasfe- rire l’indirizzo della pagina internet, con il classico co- pia-incolla, nel sito Tradut- tore di Google! Buona esplo- razione fra archivi storici, modernissimi mezzi telema- tici e digitali, vie di cono- scenza aperte al mondo inte- ro senza alcun limite né di giorni né di età! Anna Piovesan REGIONE Incontro sulle linee Santhià-Arona e Vercelli-Casale Autobus, quattro nuove corse Nei giorni festivi.

Operative da domenica 17 uattro c o r s e a u t o - bus speri- mentali pren- dono il via da domenica 17 febbraio con cadenza nei giorni festivi. Sulla Linea 60 – in moda- lità sperimen- tale – verran- no introdotte due corse: una con par- tenza da Tri- no piazza Dante (stazio- ne) alle ore 6,50 e arrivo a Vercelli cor- so Gastaldi (autostazio- ne) alle 7,20; l’altra con par- tenza da Vercelli, corso Ga- staldi (autostazione) alle ore 18,55 e arrivo a Trino, piazza Dante (stazione) alle 19,25. Le fermate principali dei mezzi Atap, per quanto ri- guarda la corsa Trino - Ver- celli sono: Tricerro (piazza Cavour) alle 7,01; Desana (piazza Castello) alle 7,06, e Vercelli via Trino (all’altezza della scuola Verga) alle 7,16.

Per quanto riguarda il tra- gitto di ritorno, tappe alle 18,59 in via Trino, alle 19,09 a Desana e alle 19,14 a Tri- cerro.

Sempre da domenica, par- Q tiranno due corse sperimen- tali anche sulla linea Vercelli - Borgosesia - Varallo - Ala- gna. La prima con partenza da Vercelli alle 7,20 e arrivo ad Alagna alle 9,52. La se- conda con partenza alle 16,20 da Alagna e arrivo alle 18,50 in corso Gastaldi. Intanto, sul versante del trasporto pubblico locale, do- po le polemiche relative alla soppressione dei collegamen- ti sostitutivi delle linee ferro- viarie Santhià - Arona e Ver- celli - Casale (ma anche di altre corse effettuate in tutto il Piemonte), il presidente della Regione, Roberto Cota, ha annunciato la convoca- zione, per martedì 26 feb- braio, di un tavolo con tutte le Province ineressate.

«Sul trasporto pubblico - precisa il presidente della Regione Roberto Cota - abbiamo spie- gato alle Province che il fondo unico di funzionamento isti- tuito quest’anno dal governo Monti è insufficiente. Se non ci danno i soldi come faccia- mo a far funzionare i servizi? Non accetto più il gioco dello scaricabarile. La Regione non ha gli strumenti per aiutare le Province, che material- mente gestiscono il trasporto pubblico locale su gomma”. CENTRO POLIS: CONFERENZA Nuova conferenza cpn il centro studi “Polis” - Ri- cerca e formazione in scien- ze umane, sociali e umani- stiche“Homo sum, humani nihil a me alienum puto” curata dal docente Piero Barberis e con la direzione della professoressa Graziel- la Canna Gallo, dirigente dell’istituto Lagrangia.

Ad affrontare il tema “Demo- crazia e informazione: i me- dia e la manipolazione della realtà” arriverà dall’Uni- versità degli Studi di Perugia il professor Massimo Chiais. La conferenza si ter- rà lunedì 18 febbraio, dalle ore 14,30 alle ore 16,30, nell’aula magna del liceo classico “Lagrangia” , in via Duomo 4, aVercelli. Le con- ferenze sono aperte a tutti. VCGUIDO: VISITA IN DUOMO Secondo appuntamento, domenica 17 febbraio, con “Cartoline daVercelli, il pro- getto di“VcGuido”; questa volta, meta della visita gui- data, sarà il duomo. Durata circa un’ora; costo: 5 euro a persona; ritrovo alle ore 15 di fronte alla cattedrale

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 13 VERCELLI L’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” si pre- senta agli studenti degli Istituti Supe- riori nell’ormai tradizionale appunta- mento del Salone dell’Orientamento Universitario. Rivolto principalmente aglistudentidelleclassiquarteequin- tedegliistitutidiistruzionesuperiore, il Salone si articolerà in tre giornate, nelle tre città sedi dell’Ateneo, in cui sarannopresentatiisetteDipartimenti nati a seguito della riforma Gelmini, l’offerta didattica e i servizi offerti dal- l’Università. Nelle aule delle strutture saranno presenti docenti e studenti universitari che illustreranno i corsi attivi, mentre a intervalli regolari ogni dipartimentoeffettueràunapresenta- zionepiùdettagliata.Oggi,venerdì15 febbraio,dalle9alle13,alDipartimento di studi Umanistici, in viale Garibaldi 98, a Vercelli, verranno presentate le offerteformativedellasedevercellese dell’UniversitàdelPiemonteOrientale.

«Si tratta di un’occasione da non per- dere per gli studenti - sottolinea il professorAndreaTurolla,dirigentedella divisione Didattica e Studenti - po- tranno potenziare la propria consape- volezza e una certa autonomia nelle scelte formative, acquisire tutte le in- formazioni relative all’Università,par- lare direttamente con i docenti e con glistudentiiscritti.InquestianniilSa- lone dell’Orientamento si è rivelato unimportantestrumentoperorientare le scelte dei giovani e delle loro fami- glie; accanto ad altre iniziative come gli open day e i career day, esso costi- tuisce uno strumento fondamentale per l’Ateneo, per accompagnare gli studenti nel loro cammino universita- rio dall’immatricolazione alla laurea».

Per chi fosse interessato alle facoltà noveresi, invece, l’appuntamento è per venerdì 22 febbraio dalle 9 alle 13 al complesso Perrone di via Perrone 18.

SALONE DELL’ORIENTAMENTO IN ATTESA DEL CONGRESSO Docg e doc compiono cinquant’anni vini Gattinara ed Erbaluce, vera distinzione delle province di Ver- celli, Biella e Torino sono docg, cioè a denominazione di origine con- trollata e garantita. Nelle aree a ca- vallo tra il vercellese, il biellese e il novarese, il Lessona, il Bramaterra e il Coste della Sesia si sono conquistati da tempo la doc (denominazione di origine controllata) come, del resto, i vini delle colline novarese che si af- facciano sul fiume Sesia.

Giuseppe Martelli, direttore gene- rale della Associazione Enologi Eno- tecnici italiani di Milano, ricorda due aspetti fondamentali: il riconosci- mento in diverse tappe delle docg e doc incominciò nel 1963 “con lo sto- rico DPR 12 luglio numero 930”; ma prima ancora, nel 1957, i trattati di Roma sul mercato comune sancirono lo stretto collegamento fra territorio e produzione di qualità dell’agroali- mentare.

I vini docg e doc, con il trascorrere degli anni sono diventati i depositari di un’altra caratteristica: sia pure in anni di crisi incarnano un’assoluta importanza economica che influenza positivamente tutti i comparti agroa- limentari. Claudio Sacchetto, asses- sore all’Agricoltura del Piemonte, in I un summit del settore ha richiamato cifre precise. In Piemonte le docg sono ben 18 e le doc 42. “Il numero più alto tra le regioni italiane”. Ne conse- gue un riflesso più che soddisfacente sul volume delle esportazioni di cui godono la regione e le sue province. “All’estero - osserva Sacchetto - va circa il 60% di vini piemontesi, tra cui 66 milioni di bottiglie di Asti docg, 20 milioni di moscato docg, 10 milioni di barbera d’Asti docg, 8 milioni di Barolo docg, 2,5 milioni di bottiglie di Gavi di docg e tanti altri”.

Questi vini - è il commento di tanti esperti che si preparano a celebrare proprio in Pie- monte il 68° congresso di categoria - vanno in tutto il mondo e sono il sim- bolo del made in Italy. E la Regione ha anche varato un “programma ocm” nel periodo 2012-2013 con un budget di 21 milioni di euro per promuovere il prodotto di qualità nei Paesi terzi, la ristrutturazione e la conversione dei vigneti, investimenti produttivi e commerciali nelle aziende e nelle can- tine.

Puntualmente c’è chi non condivide del tutto i risvolti positivi evocati dal cinquantenario delle docg e doc. Fra di questi è anche l’ultimo numero del periodico “Moscato d’Asti” diretto da Giovanni Satragno, un esponente molto vivace del mondo dell’enoga- stronomia piemontese. Infatti, anche lamentandosi della presunta scarsa capacità di comunicazione delle azien- de, Marchio Borchio fornisce dati che a suo dire preoccupano: “In Cina, su 100 bottiglie importate, solo sei sono italiane mentre i francesi ne piazzano 55”. Il problema non sembra solo lo- cale e settoriale, ma riguarderebbe più in generale l’agroalimentare i cui esponenti chiedono da tempo mag- giori sostegni dalle istituzioni e regole più precise “per essere alla pari” con i competitori ormai globali.

Tornando al cinquantenario delle docg e delle doc, è ancora Giuseppe Martelli a rammentare un’epoca in cui si misero le basi per quello che sarebbe poi stato lo sviluppo socio economico del settore agricolo. Il bo- lognese Arturo Marescalchi (1869- 1955) agronomo enotecnico e depu- tato, prima insegnante a Conegliano e poi spostatosi nella vicina Casale Monferrato fra Ottocento e Novecento affrontò il problema della qualità, oggi ovvia ma non un secolo fa e nel 1921 avviò il cammino dei “vini tipici” che avrebbe portato alle docg e alle doc. Nel 1930 finalmente la legge 1164 regolò la materia, però in modo sterile.

Allora, infatti, non fu varato il regolamento di applicazione della leg- ge e la n.1164 non ebbe efficacia e decadde. Di conseguenza, passando attraverso alla denominazione di “vino di pregio” tra cui il Gattinara, il Les- sona e il Bramaterra, bisognerà at- tendere fino ai Trattati di Roma per privilegiare “l’origine del prodotto - come annota Martelli - ossia la sua sinergica armonizzazione con il terri- torio e le sue tradizioni”. In quegli stessi anni con Arrigo Serpieri che negli anni Trenta avrebbe varato la fondamentale legge sulle bonifiche italiane, prese anche corpo il progetto di una stazione di risicoltura per combattere il brusone e migliorare la qualità delle varietà di riso.

La dire- zione della Stazione fu affidata a No- vello Novelli, senatore per meriti scientifici come Marescachi e altri il- lustri personaggi del periodo. Però Giuseppe Innocenti di Confragricol- tura di Vercelli e di Biella fa notare: “L’idea originaria della Stazione di ri- sicoltura fu di Vincenzo Ricci, allora presidente degli agricoltori vercellesi”. Fu un altro tassello importante del- l’agroalimentare del territorio. Enrico Villa Autotrasporto: in provincia 282 aziende (erano 292 nel 2011) Sono 11.171 le imprese at- tualmente attive in Piemon- te nel settore dell’autotra- sporto e della logistica.

Ri- spetto al 2011 il calo è del 2,40%. Nella graduatoria nazionale delle regioni, il Piemonte si colloca al sesto posto. I dati citati derivano da uno studio realizzato dall’Osservatorio Autopro- motec, che è la struttura di ricerca di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’af- termarket automobilistico. Nel vercellese, nel 2012, le aziende registrate sono sta- te 282, a fronte delle 292 dell’anno precedente, con una variazione negativa del 3,42 per cento. Il settore dell’autotrasporto merci su gomma, sottolinea l’Osser- vatorio Autopromotec, con- tinua a rivestire un ruolo di primo piano nel contesto economico nazionale in quanto rappresenta la mo- dalità assolutamente preva- lente (oltre il 90% del totale delle modalità di trasporto) di movimentazione dei beni sul territorio.

La struttura dimensionale dell’autotra- sporto nazionale riflette la caratterizzazione dominan- te di piccole imprese del no- stro Paese ed evidenzia per- tanto un numero elevatissi- mo di padroncini (operatori individuali con un solo mez- zo) e poche grandi flotte.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 14 VERCELLI La gravità della situazione che colpi- sce l’edilizia piemontese, con oltre 18milalavoratoripersiinquattroanni. Questo il tem dell’incontro tra il pre- sidente della Regione Piemonte Ro- berto Cota e il vice Ugo Cavallera da una parte, il presidente dell’Ance Pie- monte e i tre sindacati di riferimento, dall’altra.La delegazione ha sottopo- sto ai vertici regionali un documento relativo alle esigenze del comparto edilizio in Piemonte, i cui contenuti sono all’esame della Giunta e sulla basedeiqualièstatodecisodiattivare una consulta permanente per l’edili- zia.

In questo modo si potranno veri- ficare costantemente i problemi del comparto e trovare delle soluzioni in presa diretta. «Come governo regio- nale - dichiara Cota - abbiamo sin qui messo in campo un’azione impor- tante per lo snellimento della buro- crazia, ad iniziare dalla legge urbani- stica che è in avanzata fase di discus- sione in Consiglio Regionale. Condi- vidiamo inoltre la necessità eviden- ziatadall’Ancediarrivarealpiùpresto ad una sensibile riduzione della pres- sione fiscale, che è oggettivamente troppo alta e ammazza letteralmente il sistema.Proprio per questo da tem- po chiedo al governo centrale di at- tuare una politica di alleggerimento fiscale su lavoro e imprese.Come Re- gione stiamo inoltre lavorando per abbreviareitempidipagamentodella Pubblica amministrazione per il com- parto edilizio».Durante l’incontro so- no state ricordate le problematiche inerenti l’introduzione del Patto di stabilità per i Comuni tra i 1000 a 5mila abitanti, fatto questo che crea un’ulteriore difficoltà per il comparto edilizio:da sempre le piccole imprese edili hanno nelle opere di costruzione e di manutenzione dei piccoli centri una fonte cospicua di lavoro che oggi rischia di scomparire.

MIRAGE Giuseppe Quaglino espone il quadro di Roberto Motti Dai microfoni a... “Marte” Celentano li criticò: ora son un’opera d’arte a un brutto impianto microfonico può nasce- re un’opera d’arte. E’ davvero singolare la genesi del quadro “Marte” che si può am- mirare in questi giorni alla galleria “Mirage” di Giuseppe Quaglino Anguissola, al nu- mero 359 di corso Libertà. Il quadro, molto grande (170 centimetri per 130) è una fo- tografia rielaborata su carton- cino dell’artista-carrozziere Roberto Motti, già apprezzato nella nostra città e quotato in Meeting Art.

Giuseppe Quaglino Anguis- sola, a sua volta pittore e scul- tore (con studi all’Albertina) ha deciso di valorizzare i gio- vani che faticherebbero a tro- vare spazio in altre realtà espositive vercellesi e la sua “Mirage” concede puntual- mente visibilità ad artisti in cui crede e che, spesso, da ve- ro talent scout, è lui stesso a scoprire, incoraggiare, valo- rizzare.

Così, alla “Mirage” hanno già trovato spazio opere singolari che Motti ha “as- semblato” partendo anche da pezzi di ricambio delle vetture che egli tratta nella sua attività di carrozziere. Dietro ad ogni realizzazione di Motti, una sto- ria.

Ma quella del quadro “Mar- te” si merita l’Oscar dell’origi- nalità. Accade dunque che Media- set dedica di organizzare il grande concerto dal vivo di Celentano all’Arena. Lo ricor- derete tutti: due serate tra- smesse, di seguito, da Canale 5, con share alle stelle, tipo semifinale Italia-Germania. Successo pieno, cd, dvd. Ma anche qualche piccolo disgui- do, dietro le quinte. Ad esem- pio, il commento di Celentano D sui microfoni usati all’Arena. “Un vero schifo”, si lamentò il Molleggiato più pagato nella storia della tivù. A concerto fi- nito, i responsabili di Mediaset accusano il colpo: “Un con- certo curato nei dettagli e dob- biamo prenderci i rimbrotti per i microfoni?”.

La stilettata di Celentano viene approfon- dita e si scopre che la critica del cantante è puramente estetica: dal punto di vista della resa fonica l’impianto era eccellente, erano i micro- foni in sé ad essere brutti, sbrecciati e dai colori impos- sibili. Sembra una quisquilia, ma Mediaset corre ai ripari. La fama di veniciatore-artista di Motti ha varcato i confini del vercellese, e un apicale di Mediaset si rivolge a lui. “Sal- vaci tu - gli dice - da future re- primende”. Motti si mette al lavoro, smonta, rimonta, ver- nicia: c’è una tonalità di blu che lo affascina, decide di pro- varla.

Consegna i nuovi mi- crofoni che vengono subito provati in “Quinta Colonna”: promossi a pieni voti.

“Mentre lavoravo ai micro- foni - racconta Motti - ho avuto l’improvvisazione di accata- stare le prove sui microfoni e di fotografarle. Ne ho ricavato una specie di galassia, di si- stema solare che ha colpito la mia immaginazione. Dalla fo- to, alla gigantografia, al qua- dro. Pur non essendo il rosso il colore predominante, l’ho battezzato, con licenza arti- stica ‘Marte’. A Giuseppe è piaciuto e così ai tanti che, in questi giorni, sono venuti a vederlo alla Mirage. Conclusa la mostra, finirà alla Meeting Art e, se troverò un acquirente al prezzo che intendo, man- derò due righe a Celentano, per ringraziarlo di cuore".

edm Bosnia, volti e speranze nella mostra degli scout Bosnia Erzegovina, luglio 2012. Gli scout del Vercelli 1 attraversano una terra di dolore e di speranza. E oggi la raccontano, attraverso una mostra fotografica. «Ci sono voluti mesi a prepararci - spiegano in un breve comuni- cato -: dopo aver passato un anno a conoscere le diver- sità che vediamo nel nostro mondo non poteva esserci una meta migliore di questa. Una settimana tra Saraje- vo, Kravika, Srebrenika, nei luoghi segnti da un terribile conflitto che si è concluso 17 anni fa. 17 anni di difficile ricostruzione, 17 anni in cui la popolazione ha cercato di riprendersi dallo shock di una guerra tanto improvvi- sa quanto insensata.

E stato qui che noi scout el Vercelli 1 abbiamo stabilito un contatto con le persone che vivo- no in questa realtà, ascoltando le storie di chi c’era in quei tre anni di orrore, e cercando un motivo di speran- za nel futuro. Un contatto vero, senza visioni di parte e con la consapevolezza che il futuro della Bosnia Erzego- vina è nelle mani di tutti i suoi abitanti, di qualsiasi et- nia siano». Quei volti e quelle emozioni sono stati ferma- ti negli scatti della macchina fotografica. Oggi pomerig- gio (venerdì) dalle 15,30 le fotografie di quel viaggio sa- ranno esposte a “Studio 10”, in via Galileo Ferraris 89.

La mostra è visitabile oggi dalle 15,30 alle 20; sabato e domencia dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 20. E’ la “festa del gatto”: iniziative di Baffi e code Colorare maschere di gatto, far merenda e ridere con un clown: sono gli ingredienti del laboratorio per bambini organizzato dall’associazione di volontariato Baffi e Code in occasione della Festa nazionale del gatto, in program- ma domenica 17 febbraio. L’appuntamento è dalle 15 al- le 18,30 nel negozio Michi di corso Libertà 262, a Vercel- li. Il ricavato del pomeriggio, attraveso una raccolta fon- di, sarà destinato alle cure dei gatti randagi della città ri- coverati al gattile comunale, gestito, appunto dall’asso- ciazione Baffi e Code.

Nell’occasione si potranno rinno- vare le tessere e fare nuove iscrizioni. Il 17 febbraio è il giorno dell’anno dedicato al più infedele degli animaletti da compagnia, il gatto. La giornata venne introdotta nel 1990 da un referendum proposto ai lettori della rivista “Tuttogatto”. La giornalista ideatrice dell’iniziativa, Claudia Angeletti, chiese appunto ai lettori di indicare il giorno più consono da dedicare alla festa dei mici e la ri- sposta fu, appunto, il 17 febbraio. Nel territorio le inizia- tive per festeggiare i felini crescono di anno in anno: mo- stre, fiere, mercatini, spettacoli, vengono promossi da città, associazioni ed enti al fine di festeggiare e sancire ancor di più l’amore che molti nutrono per il gatto.

«Al di la del valore commerciale di molte iniziative - precisano da Baffi e Code - è giusto dedicare una giornata ai felini, cercando di impegnarsi a proteggere un animale che spesso subisce maltrattamenti o viene abbandonato». Da sinistra Roberto Motti e Giuseppe Quaglino Anguissola COMUNICARE: LABORATORI PER LE IMPRESE Si è svolto mercoledì il primo dei tre Laboratori Csr organizzati dalla Ca- mera di Commercio con l’obiettivo di fornire alle aziende gli stru- menti per comunicare adeguatamente gli in- terventi di responsabi- lità sociale e migliorar- ne impatto ed efficacia. Destinatari del progetto sono le imprese che in- tendono avviare o valo- rizzare le proprie inizia- tive in tema di sosteni- bilità, innovazione e competitività.

I princi- pali argomenti, presen- tati allo scopo di avviare con le aziende del terri- torio un percorso di mi- glioramento, sono stati la valorizzazione delle risorse umane, la crea- tività e i giovani talenti. I prossimi incontri si svolgeranno il 27 feb- braio e il 13 marzo dalle 14,30 alle 17 ,30 alla Ca- mera di commercio. La partecipazione è gratui- ta, previa iscrizione al- l’Ufficio Studi, telefono 0161 5908219 - 598296 - info@vc.camcom.it – www.vc.camcom.it.

Per approfondimenti sul progetto e sulla me- todologia adottata è possibile visitare il sito http://www.csrpiemon- te.it/condivisione/ labo- ratori.htm.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 15 VERCELLI AGROENERGIE Il convegno La sfida possibile: ottenere energia a costi sostenibili VIABILITA’ L ’inascoltata battaglia di Quinto per la sicurezza stradale Dobbiamo aspettare il morto? Incrociopericoloso:servonorotondaepiùluci Carlo Piazza, presidente di Univer, ne è convinto: la mostra convegno Agroenergia è la testimonianza di un’Italia che vuole cambiare. E aggiunge: il cuore del problema è ottene- re energia a costi ragionevoli.

Tra queste energie il biogas che si trasforma in biometano, una buona carta da giocare per i prossimi otto anni, da adesso al 2020. Lo confermano i calcoli, giovedì ripetutamente richiamati a Caresanblot nel- le relazioni e nelle tavole rotonde svoltesi al Centro Fiere durante la “Agroenergia 2013”, la settima edizione della manifestazione. Nella “filiera del biogas” già funzionano 850 impianti per un fatturato di 2,5 miliardi che producono 5,6 miliardi di metri cubi di “metano verde”, ossia il 50% della produzione nazionale di gas.

Secondo gli specialisti, che si sono alternati al podio e nelle tavole rotonde, l’apporto economico e ambientale ap- pare evidente. Lo scenario delineato a Caresanablot non so- lo sul biometano è stato tracciato, in particolare, da Piero Mattirolo amministratore delegato di EnergEtica che ha promosso la mostra convegno e da Alessandro Marangoni, docente al- la Bocconi di Milano e al vertice della società di consulenza Al- thesys che ha curato lo studio sul “metano verde” anche gui- dando “L’osservatorio 2013 per le agroenergie”. Attual- mente, il nostro paese impor- ta 70 miliardi di metri cubi di gas naturale e il biometano, ol- tre a dare lavoro al 70% delle aziende italiane del comparto, ci farebbe risparmiate dal 5% al 10% del consumo lordo di energia.

“Il meta- no ecologico - ribadisce Marangoni - può contribuire alla strategia energetica nazionale” riducendo la dipendenza da- gli instabili paesi esteri. In più - lo ha evidenziato una tavo- la rotonda moderata dal giornalista di Repubblica Antonio Cianciullo - la filiera del “metano verde” può saldare indu- stria e agricoltura coesistendo con l’ambiente come sottoli- neato da Paolo Dellarole di Coldiretti, da Riccardo Garrione di Confagricoltura, da Antonio Tamburelli di Cia, nonché può aprire prospettive ai giovani come ha richiamato Lella Bassignana per le associazioni giovanili piemontesi.

Ma l’energia pulita con tutti gli altri aspetti positivi può essere inoltre ricavata dai corsi d’acqua artificiali e dalla geotermia. Nel corso della mostra convegno Davide Guidot- to e Roberto Isola di Univer e di Enermhy, direttore e coor- dinatore delle due istituzioni si sono soffermati sul ruolo che esse svolgono in fatto di ricerca, di formazione e di con- sulenza. Roberto Isola ha presentato “Mhy-tec” per favorire lo sviluppo del “micro-hidro con lo sfruttamento di mulini e salti d’acqua basato su impianti inferiori ai 100 kw. La settima edizione di Agroenergia, sponsorizzata da Inte- sa San Paolo, Agriventure e Same Deutz-Far si conclude og- gi.

Il messaggio generale della due giorni sull’energia soste- nibile è riassunto da Piero Mattirolo, amministratore dele- gato di EnergEtica: un settore in precedenza dominato da aziende straniere, oggi incomincia a esportare con succes- so.

en.vi. na rotonda è indi- spensabile e così pure un nuovo im- pianto di illuminazione pub- blica sulla Trossi”. Il sindaco di Quinto, Giuseppe Ghisio, e il suo vice, Sandra Ticozzi, hanno letto la rubrica “L’Acqua del Lucca” di martedì e hanno deciso di cavalcarla, convo- cando una conferenza stampa in municipio per chiedere a gran voce ciò che non riescono ad ottenere da anni, pur aven- done sacrosantamente diritto: una rotonda che elimini il pe- ricolosissimo incrocio fra la Verceli-Biella e l’ingresso di Quinto e un impianto di illu- minazione che non vada in tilt a ogni accenno di umidità.

Nella rubrica satirica, avevamo segnalato l’ultimo lungo blac- kout, risolto dall’intraprenden- za di una parrucchiera.

“Prendiamo atto del merito- rio intervento della nostra compaesana - precisa Ghisio - ma questo problema va ri- solto radicalmente, siamo stufi di essere presi in giro”. Ag- giunge, caustica e dura la Ticozzi: “Sinora ci è stato risposto che si preferiscono fare rotonde altrove perché qui non ci è mai scappato il morto. Aspettia- mo un volontario che si faccia am- mazzare per avere una rotatoria che consenta agli auto- mobilisti di poter en- trare e uscire tranquilla- mente dal paese?”. Ai giornalisti che, mercoledì, sono andati ad ascoltare le loro ragioni hanno spiegato di aver convocato l’incontro con la stampa proprio a Quinto affinché i cronisti si rendessero conto praticamente, una volta di più, della situazione.

Ha premesso il sindaco: “La complicata canalizzazione stradale che immette in paese ha non meno di quarant’anni e, a quei tempi il traffico non “U era certo l’attuale. Oggi la si- tuazione si è fatta difficile. Ci sono automobilisti che si infi- lano in senso vietato, frenano all’improvviso: non si contano le vetture che, almeno una volta alla settimana, fi- niscono contro il guardrail del ri- storante del Bi- vio. Non ci sono stati incidenti mortali, ma d o b b i a m o aspettare che ne accada uno prima di prov- vedere? Il rischio maggiore viene corso, quotidiana- mente, da chi entra in paese, perché deve tagliare diagonalmente la Trossi e la manovra, specie con il buio e con la nebbia è molto rischio- sa”.

Tanto più che l’illuminazio- ne pubblica va spesso fuori uso. Sandra Ticozzi, che ha retto le sorti del Comune dal 2001 al 2011, mostra il voluminoso dossier che ha messo assieme scrivendo, inutilmente, alla Provincia, alla Polstrada e alla Prefettura. “Il nostro interlocutore prin- cipale, cioè la Provincia – rac- conta – ci ha sempre risposto che non ci sono i fondi dispo- nibili per realizzare una ro- tonda nel nostro incrocio. Eppure si costruiscono rotatorie dappertut- to, tranne che qui. Ma nonostante let- tere, solleciti, ap- pelli, non sono riuscita a ottenere niente”. Sandra Ticozzi mostra il carteggio, con i ripetuti “no, no e poi no” sia della giunta Masoero, sia del commissario straordinario, sia della giunta Riva Vercel- lotti, e poi sbotta: “La beffa fi- nale è stata la più atroce.

Era- vamo verso la fine del mio se- condo mandato e la Provincia mi aveva appena fatto sapere che, almeno per quanto ri- guardava l’illuminazione il pro- blema non si sarebbe più posto perché era stato apportato un miglioramento sostanziale al- l’impianto. Così sostanziale, che la luce continua a manca- re tuttora... E mentre ormai eravamo rassegnati ecco che, nel dicembre del 2010, arriva una comunicazione che, sulle prime ci accende di entusia- smo: la Provincia comunica che ha intenzione di realizzare cinque rotonde fra Vercelli e Quinto”. Continua il vice- sindaco: “Come la nostra illu- m i n a z i o n e pubblica, ci siamo però subito spenti, quando abbia- mo scoperto che la rotonda prevista nel no- stro territorio era in località Dossi, dove non serve a nessuno: lì la Trossi incrocia una strada di cam- pagna.

Ci siamo sentiti presi in giro. Da allora non abbiamo più sollecitato alcunché, ma adesso è ora di tornare alla carica”.

La sensazione è che Quinto voglia portare a casa, al più presto, rotonda e illuminazione nuova. E ben venga, dunque, l’intraprendenza della parruc- chiera che ha dato la scossa. Enrico De Maria CROCIATA Da anni le ammi- nistrazioni co- munali di Quinto tentano invano di ottenere una rotonda all’in- gresso del paese così come chie- dono di avere un impianto di illu- minazione più efficiente. nelle foto piccole: Giu- seppe Ghisio (sindaco del pae- se) e Alessadra Ticozzi (vice sin- daco) C’è un legame strettissimo fra l’Oftal, l’istituto Sant’Eusebio e il Carnevale. Uno dei primi atti del Bicciolano, Andrea Cher- chi, subito dopo l’insediamento sul trono del Carvè Varsleis, accanto alla dolce e simpatica Francesca Borsetti, è stato quello di ricordare Jury Gastaldo Brac, anima, factotum e mascotte del Sant’Eusebio.

E sabato scorso, i due monarchi del Carnevale sono stati ospiti dell’Oftal, con i dinamici Gioebi e Majot dei Cappuccini, al secolo Andrea Raineri e Vittoria Baltaro, al ristorante Iris per il tradizionale pranzo di Carne- vale, inventato dall’amatissimo ex presidente Giuseppe Carel- la. All’appuntamento non poteva mancare una folta delega- zione del Sant’Eusebio che ha donato (nella foto di Giorgio Morera) due disegni del Bicciolano e della Bèla Majin ad An- drea Cherchi e Francesca Borsetti. Le quattro maschere pre- senti al pranzo sono state disponibili, squisite e hanno voluto concludere l’incontro intonando le più famose canzoni dialet- tali vercellesi.

E le maschere del Carvé saranno sicuramente presenti alla messa per Juri che le suore di Sant’Eusebio han- no programmato per domenica 3 marzo alle 15, invitando tut- ti coloro che volevano bene all’eterno ragazzo che divertiva e coinvolgeva il mondo con la sua prorompente simpatia. "Jury - è il messaggio - è sempre con noi e quindi viviamo un pome- riggio tutti assieme in sua compagnia".

In questi giorni è partito da Torino il tour nelle scuole piemontesi per sen- sibilizzare i giovani a combattere il gioco d’azzardo patologico. Gli in- contri si baseranno su “conferenza spettacolo”rivolte agli studenti delle superiori e punteranno a far com- prendere le conseguenze del gioco compulsivo. Inoltre, con l’aiuto della matematicaverràdimostratoinmodo divertente e interattivo che il banco nonperdemai.Realizzatoefinanziato dalla Regione in collaborazione l’Os- servatorio sul fenomeno dell’Usura, l’Ufficio Scolastico Regionale e il per- sonale dei Ser.T delle Asl, il progetto propone anche un concorso rivolto agli studenti per la realizzazione di unvideo,cheaffrontiiltemadelgioco d’azzardo.Gli autori dei dieci migliori elaborati riceveranno un premio in denaro da spendere in materiale di- dattico.

Il tour delle conferenze spet- tacolo sarà presente nel vercellese il 19febbraioall’IpssarPastorediVarallo dalle10alle12eaVercelliil22febbraio all’Itis Faccio dalle 8 alle 10 e al liceo scientifico Avogadro dalle 11 alle 13. Nel corso delle conferenze ci sarà un breve intervento da parte degli spe- cialisti del SER.T dell’ASL di Vercelli, che presenteranno le problematiche e i rischi connessi al gioco d’azzardo ponendo una particolare attenzione al concetto di gioco sociale, gioco a rischio e gioco patologico. «Il Pie- monte è stato un pioniere nel tratta- mentodelleludopatie–spiegaVittorio Petrino direttore del Sert -.

Negli ultimi anni in regione i pazienti affetti in forma grave da ludopatia sono quadruplicati e la media di soggetti a rischio nella nostra regione è più alta di quella nazionale (il 6,2% contro il 5,4% nazionale). I soggetti presi in carico negli ultimi 3 anni presso il no- stro Ser.T per dipendenza patologica da gioco sono circa 61». LUDOPATIE:TOUR NELLE SCUOLE SANT’EUSEBIO Maschere in visita Ricordando Jury

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 16 VERCELLI Il 92,72% del parco di autovetture cir- colanti in Piemonte all’inizio del 2012 era costituito da modelli alimentati a benzina o a gasolio. Solo il restante 7,28%, quindi, era costituito da auto ecologiche, e cioè alimentate a me- tano,a gpl o elettriche.Tra le province piemontesi quella con la percentuale maggiore di autovetture ecologiche èTorino (8,99%), seguita da Alessan- dria (6,56%) e Novara (6,38%). Grazie a questi dati il Piemonte si colloca al quinto posto della classifica delle re- gioni in base alla percentuale di auto ecologiche sul totale del parco circo- lante.

A tracciare un quadro del tra- sporto “verde” è un’elaborazione di Federpneus (Associazione dei Riven- ditori Specialisti di Pneumatici) su datiAci. In particolare, nel vercellese, a inizio 2012 circolavano 66.277 auto a benzina,43.669 a gasolio,474 a me- tano, 5.551 alimentate a gpl e 6 auto elettroniche. In totale, sui 115.977 mezzi in cicolazione, la quota di auto “ecologiche” era del 5,19%, mentre la quota di mezzi a benzina rispetto al diesel era del 94,81%. Da Feder- pneus anche alcuni consigli per ren- deremaggiormente“ecologico”ilpar- co auto circolante.«Di particolare im- portanza è il controllo della pressione digonfiaggio;unapressionedeipneu- matici troppo bassa, infatti, provoca una maggiore resistenza al rotola- mentochecomportaunmaggiorcon- sumo di carburante ed un conse- guente aumento delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, oltre ad una ra- pida ed irregolare usura del battistra- da.

Pneumatici gonfiati alla giusta pressione,quindi,possonocontribuire inmanieradecisivaaridurreiconsumi e quindi la spesa per il carburante ed allo stesso tempo a diminuire anche le emissioni di CO2 dell’auto su cui sono montati».

re.se. CONSIGLI PER INQUINARE MENO PROGETTO Portsmouth, invece, la destinazione di Elisa Martinotti Erasmus, scoperta e scambio Sara Fernández: da Barcellona a Vercelli ei stata scelta per an- dare in Erasmus a Portsmouth”. È que- sta la frase che Elisa Marti- notti, studentessa di media- zione linguistica e traduzione all’università Iulm di Milano, e anche uno dei volti del Ca- lendario de “La Sesia”, ha sen- tito pronunciare dal suo coor- dinatore. “Sono partita a set- tembre, Portsmouth è una cit- tadina a un’ora e mezza da Londra, è sull’oceano, ha un bellissimo centro storico, è ben collegata, insomma è a misura di studente”.

Elisa, 21 anni, si laureerà a luglio, per poi con- tinuare la specialistica: “Mi ci è voluto meno di un mese per abituarmi a vivere da sola - racconta - perché anche se ero con tre coinquilini, c’era sempre l’ostacolo della lingua, e spesso della mentalità. Sono rimasta stupita dal fatto che nessuno in casa avesse una sala da pranzo, non c’è il con- cetto di sedersi ai pasti e rac- contarsi la giornata”. Elisa Mar- tinotti è una delle poche f o r t u n a t e , che dopo un lungo iter di preparazione e di test scritti e orali, è riuscita a partire. L’Erasmus, il programma di mobilitazione europea, risulta sempre meno accessibile a molti, a causa, “S inutile dirlo, di problemi eco- nomici.

“Con l’Erasmus, ci ve- nivano garantiti 230 euro al mese: a mala pena ci pagavo metà del mio affitto. Oltre- tutto, accre- ditati dopo qualche mese dalla parten- za”, conferma la studentes- sa. Che, su questo pro- gramma, ha comunque un giudizio alta- mente positivo. “E’ un’espe- rienza che ti cambia dentro - dice -. A livello lavorativo dà una marcia in più, è pur sem- pre un’esperienza di studio all’estero, ma soprattutto cam- bia la tua mentalità, apre nuo- vi orizzonti”.

E il merito non è della scuola estera: “La nostra università rimane più accessibile, perché c’è anche statale, mentre quel- la britannica è in maggior parte privata e le rette sono da ca- pogiro, sfiorano i 9mila euro all’anno. E’ vero, anche, che è possibile chiedere un prestito, che si inizierà a coprire a par- tire dal primo lavoro: che lì si trova, è la stessa scuola che se ne occupa”. Elisa Martinotti è cosciente del fatto che in molti non si possano permettere questo ti- po di esperienza: “Ci vuole im- pegno, bisogna riuscire a te- nere il passo anche con gli esami italiani mentre si è al- l’estero.

Andare in Erasmus non è sinonimo di fare baldo- ria: andare all’estero è sempre scoperta e scambio”.

Anche Sara Fernández Car- mona, è in Erasmus, da Bar- cellona a Milano, stessa facoltà di Elisa: parla cinque lingue (spagnolo, catalano, italiano, inglese e francese) e le sue idee sul progetto sono molto simili a quelle di Elisa: pure per lei infatti viaggiare vuol dire scoprire nuovi luoghi e culture. Durante il suo seme- stre lontano da casa è riuscita a visitare tutti i luoghi lom- bardi più famosi, dal centro di Milano, alla zona dei laghi, ma non le è bastato. A fine genna- io, si è lasciata affascinare proprio da Vercelli. Il tour è partito dalla basilica di San- t’Andrea, coinvolgendo tutto il centro, per poi nel pomeriggio arrivare al Duomo, e al suo museo.

“La cattedrale mi ha emozionata davvero tanto, la cripta dei vescovi, da poco re- staurata è un gioiello non da poco, ne parlerò sicuramente ai miei amici di Barcellona, la prossima volta mi piacerebbe visitare anche la vostra cam- pagna, e il mare a quadretti che si vede nei depliant”, com- menta alla fine dell’itinerario. Roberta Botta LETTERA APERTA Cari politici, diteci perché noi giovani dovremmo votarvi PICCOLI PARTICOLARI A cura di Andrea Cherchi Scopri Vercelli...

Anche questa volta un particola- re insolito e difficile da indovi- nare. Su La Sesia di marte- dì vi sve- leremo di cosa si tratta DOV’E’? Il piccolo particolare pubblicato su La Se- sia di mar- tedì è stato fotografa- to sulla facciata dell’Istitu- to di Belle Arti di Ver- celli Riceviamo e pubblichiamo. Siamo un gruppo di stu- denti di scuola superiore di Vercelli. Abbiamo deciso di scrivere questa lettera aper- ta, per far capire come noi giovani e le nostre famiglie, stiamo vivendo questo perio- do di crisi. Al contrario di co- me si pensa, non siamo in- differenti alla drammatica situazione, in quanto il no- stro presente e il nostro fu- turo sono fortemente com- promessi.

Il Governo viene eletto per rappresentare il popolo, ma oggettivamente chi state rappresentando? Con quali ideali può e potrà crescere la nuova generazione? L’Articolo 3 della Costitu- zione Italiana esplica il prin- cipio di uguaglianza e affer- ma: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religio- ne, di opinio- ni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repub- blica rimuo- vere gli osta- coli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglian- za dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della perso- na umana e l’effettiva parte- cipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Pae- se”.

Essendo voi politici, non dovreste conoscere meglio di noi le leggi? E magari rispet- tarle? Non capiamo per quale motivo i nostri genitori non riescano ad arrivare econo- micamente a fine mese, di- versamente da chi ha delle retribuzioni immeritate e as- surde e anche dei privilegi. L’Articolo 36 della Costitu- zione Italiana afferma che “il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esisten- za libera e dignitosa”.

Pensiamo che l’Articolo sia talmente chiaro che non me- riti ulteriore commento.

La crisi estremamente grave sta compromettendo la nostra istruzione e il no- stro futuro; considerando i dati più recenti che afferma- no che gli studenti universi- tari, in Italia, sono diminuiti del 17% mentre nel resto del mondo sono in crescita, rite- niamo che le cause siano al- meno duplici. Innanzitutto, la carenza di risorse econo- miche nelle famiglie e, se- condariamente, la percezio- ne che la laurea non assicu- ri più un buon posto di lavo- ro.

Queste sono alcune testi- monianze su quello che ac- cade nelle nostre vite. “A scuola non posso più permettermi i libri nuovi, ma solo usati, sperando di trovarli” (Sarah) “Frequento saltuariamen- te la scuola perché mio pa- dre ha perso il lavoro e non ho più la possibilità di paga- re l’abbonamento dei mezzi di trasporto” (Melissa) “Ho dovuto rinunciare ad alcuni alimenti, a causa dell’elevato prezzo” (Irene) “Visto l’aumento dei furti nel mio paese, a casa non mi sento più in sicurezza” (Ste- fania) “In casa mia ho dovuto spegnere il riscaldamento per risparmiare sulla bollet- ta. O mangio o mi scaldo” (Umberto) “Abbia- mo dovuto vendere l’unica au- to di fami- glia perché non riusci- vamo più a mantener- la” (France- sca) “Non posso permettermi le visite specialistiche perché hanno un costo troppo ele- vato” (Veronica) “Non ho soldi per vestirmi” (Matilde) “Devo rinunciare alla gita d’istruzione, per pagare le tasse scolastiche” (Erika) “Io non riesco più ad an- dare a trovare la mia fami- glia in Marocco a causa dell’elevato prezzo del bi- glietto aereo” (Chadia Khadi- ja) Questi vogliono essere so- lo pochi esempi, ma ritenia- mo che anche gli altri stu- denti possano rispecchiarsi in queste situazioni.

Vorremmo che questa let- tera trovasse ascolto presso i destinatari interessati e che rispondessero chiara- mente, viceversa quale moti- vazione dovrebbero trovare i giovani, le nostre famiglie e tutti i cittadini per recarsi al voto? In base a quale offerta potremmo scegliere?

Certamente Berlusconi, Bersani e tutti gli altri “big” saranno occupatissimi, ma i diversi esponenti sul territo- rio, che normalmente hanno la missione di fare da cin- ghia di trasmissione, devono svolgere il loro compito, sciogliere i dubbi e parlare chiaro. Se ci dimenticate, non ci rappresentate, rappresenta- te solo voi stessi. TESTIMONIANZE I LIMITI “Un mese con Faber”: serata vercellese a Torino Guido Michelone presenta i suoi nuovi libri «Faber romanzo di vita» e «Storia della canzone italiana in 100 voci» al secon- do appuntamento di "Amici fragili - Un mese con Faber" do- menica 17 febbraio alle ore 21 al Polski Kot di via Massena 19/a (Torino).

Insieme a Michelone ci saranno il cantautore Federico Sirianni e il chitarrista Matteo Negrin. I due musi- cisti tornesi alterneranno brani celebri di Fabrizio De André mentre Michelone leggerà passi dei suoi libri. Regione: erogazione straordinaria per i fornitori Boccata d’ossigeno dalla Regione Piemonte per i fornitori del Servizio sanitario regionale e delle Politiche sociali. Nel mese corrente un’erogazione straordinaria di liquidità sarà effettuata cominciando dalle strutture che si occupano di handicap, disa- bilità, psichiatria, servizi di recupero, degenze per anziani. Lo sforzo finanziario della Regione è importante perché al normale trasferimento mensile alle Asr che supera i 600 milioni di euro saranno erogati circa 100 milioni di euro nei prossimi giorni.

SCUOLA BIBLICA E’ dedicato al tema “Ha senso vivere? Il vuoto esistenziale. La sapienza conte- statrice e la sapien- za radicale” la lezio- ne che viene tenuta lunedì alla scuola Bi- blica di Sant’Andrea. L’appuntamento, nella sala capitolare, è alle ore 21: l’analisi di don Carlo Orec- chia verterà sul libro di Qoélet (Ecclesia- ste).

Elisa Martinotti Sara Fernández Carmona

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 17 SPAZIO SCUOLA Martedì 19 febbraio alle ore 11,15, al- l’Istituto professionale “B. Lanino” di Vercelli,ilgiornalistaescrittoreGiorgio Levi presenterà agli studenti il libro “VolevoessereJimGannon“ ,Edizioni Mercurio 2012. Romanzo e biografia, racconto e storia personale, il libro ri- percorretrent’annidigiornalismonar- randoillungoinseguimentodiGiorgio Levi a Jim Gannon, il mitico capocro- nista di un quotidiano di New York. Nel film del 1958“Dieci in amore”era Clarke Gable a interpretare il burbero ma onesto giornalista innamorato di DorisDay.“Sprofondatonellapoltrona con le gambe di traverso sul braccioli, sono entrato nella storia e non ne sono mai più uscito.Avevo dieci anni evolevoessereJimGannon.Hoquasi sessant’anni e vorrei essere ancora Jim Gannon” .

Illibrosegueil percorsoprofessionale di Levi,giornalista di razza,brillante e spiritoso: dalla gavetta di Torino al- l’esperienzamilaneseconRetequattro all’iniziodeglianniOttanta,dallaMon- dadori al gruppo dei quotidiani di Re- pubblica, dalla guerra di Segrate alla redazione de La Stampa. Oggi Giorgio Levi è il presidente del Collegio dei Revisori dei Conti all’Or- dine dei Giornalisti di Torino, consi- gliere del Comitato Esecutivo del sin- dacato dei giornalisti Stampa Subal- pina, collabora con La Stampa, inse- gna al master di giornalismo dell’Uni- versità diTorino ed è nel consiglio del Comitato Scientifico del Centro Studi sul giornalismo Gino Pestelli.

Il libro, ha scritto Levi, “è dedicato a quelli che guadagnano un euro ad ar- ticolo,aquellichesonodisoccupati,a quelli che amano la professione di giornalista e la difendono dai soprusi, aquellichehannovent’annievogliono fare questo mestiere, a quelli che lot- tano per vincere le proprie battaglie” .

Redazione I.P.C. “B. Lanino” PROFESSIONALE LANINO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Ci si può iscrivere al liceo musicale e coreutico diVercelli Dall’istituto superiore Lagrangia riceviamo e pubblichiamo. Sai suonare? Sai cantare? Sai ballare? Sei un giovane appassionato di musica, canto o danza e non vuoi che queste tue attitudini culturali si possano esprimere sono in parte, nei momenti liberi? Allora il Liceo Musicale e il Liceo Coreutico è la tua nuova scuola: informati al www.istitutosuperiorelagrangiavc.it o telefona ai numeri 0161- 252676 o 0161 213355 per chiarire ogni tuo dub- bio! A tal fine ti ricordiamo che fino al 28 di febbraio 2013 sono aperte le iscrizioni al nuovo Liceo Musicale e Coreutico dell’Istituto di Istruzione Superiore ‘L.Lagran- gia’ di Vercelli per favorire famiglie e studenti della Pro- vincia di Vercelli.

Come previsto dal piano di razionaliz- zazione della rete scolastica della Regione Piemonte, si prevede l’apertura dei nuovi corsi dei Licei Musicale e Co- reutico per l’anno scolastico 2013-2014 come previsto dalla Riforma Gelmini ma sarà il Ministero della Pubblica Istruzione, in base al numero degli iscritti, a decidere se anche la Provincia di Vercelli, come in Piemonte già Tori- no, Cuneo, Novara ed Omegna, potrà avere il suo Liceo Musicale e Coreutico. Ti ricordiamo che l’iscrizione, che da quest’anno potrà avvenire solo on line, verrà ratificata solo dopo il superamento delle prove musicali e attitudi- nali di ammissione che avverranno entro l’11 marzo 2013: allora non aspettare, segui la tua strada e aiutaci a realizzare un sogno, il Liceo Musicale e Coreutico della Provincia di Vercelli.

Umorebuonoesaggezza Concerto e poesie per la visita delle maschere BicciolanoeBelaMajin accoltidareeregine Il carnevale ha finalmente bussato alla scuola dell’infanzia Concordia. Ma la visita del tra- volgente Bicciolano, Andrea Cherchi, e della sua elegante compagna Bela Majin, Francesca Borsetti, doveva lasciare il segno. Così di buon anticipo, i piccoli hanno costruito con cartapesta colorata e colla, corone, collane, papillon per trasformarsi in re e regine del carnevale. Naturalmente, l’intento non era quello di spodestare il re e la regina ufficiali, per questo anche per loro sono state realiz- zate corone speciali.

La festa è stata accom- pagnata da canti, filastrocche e poi da balli di gruppo. Al momento di congedare i loro graditissimi ospiti, non poteva mancare una fotografia di rito, la distribuzione di morbide caramelle e l’augurio di trovarsi al prossimo anno.

e.r. iovedì 31 gennaio una delegazione di autorità del Carne- vale vercellese, al seguito del Bicciolano e della Bela Majin, è stata accolta con tutti gli onori dagli allievi e dagli insegnanti della scuola secondaria di pri- mo grado “A. Avogadro” di Vercelli. Gli ambasciatori, in qua- lità di rappresentanti del buonumore e soprattutto dell’umore “buono” e della saggezza antica, sono stati intrattenuti con un con- certo di allegri brani mu- sicali eseguiti dal gruppo scelto dei fiati preparato e diretto dalla professoressa Rosa Russo.

Questi i protagonisti. Ai flauti Beatrice Barberis, Paola Beccaro, Emanuele Chiarini, Alice Fraudata- rio, Pietro Pelizzaro, Vitto- ria Perrone, Chiara Pollo- ne, Sara Taffelli, Giulia Zanetta; al flauto traverso Chiara Magini; il tutto con l’accompagnamento alle maracas di Beatrice Bar- beris e l’assistenza al mi- xer di Stefania Catapano.

I conduttori, Alice Frau- datario e Gabriele Cavan- na, si sono alternati pre- sentando e recitando com- ponimenti poetici sul Car- nevale, uno dei quali scrit- to per l’occasione da An- nalisa Bendelli, insegnan- te di lettere della scuola (ne riportiamo qui sotto, quasi integralmente, il te- sto).

L’allegria e il brio si sono via via intensificati e l’ese- cuzione del gruppo musi- cale, particolarmente ap- prezzata, ha trascinato gli illustri ospiti in un allegro serpentone danzante sui ritmi latino-americani. In chiusura Bicciolano e Bela Majin si sono com- plimentati con la profes- soressa Russo per il livello della preparazione musi- cale degli allievi della scuo- la, ben in linea con la tra- dizione musicale della cit- tà e si sono congedati, do- po aver ricordato che il te- ma del Carnevale di quest’anno è l’amicizia, in- vitando i ragazzi a riflette- re sulla funzione liberato- ria ma anche etica, mora- lizzatrice, di questa festa antica.

G “E’ CARNEVALE” Per le strade sento spirare / le arie beffarde del Carneva- le / colori coriandoli allegri accordi / un soffio un fremito di pazzia / sottile malia che vale a trasformare il mondo / voglia di divertirsi e provocare / il brivido mi assale / ho voglia di folleggiare / e dimenticare / preoccupazioni dolori / tutto quello che va male / se il mondo non mi piace / almeno a Carnevale / lo voglio ribaltare / Sta- volta però non mi accontento / di ‘arlecchinare’ / con un banale travestimento / penso a un vero cambiamento / un mutamento radicale / nell’euforia generale / mi coglie un estro particolare / quello del mascheramento .

. a rovescio / A ben considerare / maschere buffoni pa- gliacci / han preso a circolare / anche nel tempo normale / almeno a Carnevale / all’aria i Balanzoni saccenti / i tra- gici Capitan Fracassa / gli avari Pantaloni / i meschini Ar- lecchini / all’aria i quotidiani mascheramenti / e contro i comportamenti / di ordinaria follia / propongo una stra- ordinaria strategia / approfitto della carnevalesca magia / e provo se ci riesco / a mascherare il mondo / da pulito e onesto / Sarebbe un bell’effetto non vi pare? / Ancor più se potesse durare / ben oltre il Carnevale. I CONDUTTORI Alice Fraudatario e Gabriele Cavanna, si sono alternati presentando e re- citando componi- menti poetici sul Carnevale, uno dei quali scritto per l’occasione da An- nalisa Bendelli, in occasione delle maschere cittadine che hanno visitato la scuola al segui- to del Bicciolano e dalla Bela Majin

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 18 VERCELLI 16.2.2008 16.2.2013 cav. Carlo Maria Mentegazzi geometra Sei sempre con noi. Carla e figlie Santhià, 15 febbraio 2013 16.2.2012 16.2.2013 Battista Salis (Tino) Sei sempre con noi nel cam- mino di ogni giorno. I Tuoi cari. Vercelli, 15 febbraio 2013 16.2.2004 16.2.2013 Giuseppe Margara (Giovanni) Sei vissuto felicemente con noi e con noi continui a vi- vere. La moglie, i figli, le nuore e le care nipotine. La S. Messa sarà celebrata do- menica 17 febbraio alle ore 9,45 nella chiesa parrocchiale di Prarolo.

Prarolo, 15 febbraio 2013 19.2.1990 19.2.2013 dottor Franco Sigaudo I Tuoi cari Ti ricordano con immutato affetto.

La S. Messa sarà celebrata martedì 19 febbraio alle ore 18,30 nella chiesa di S. Maria Maddalena. Vercelli, 15 febbraio 2013 17.2.2000 17.2.2013 Franco Donis Il tempo passa ma Tu sei sem- pre con noi e nei nostri cuori perché è stato facile amarTi ma impossibile dimenticarTi. I Tuoi cari. Una S. Messa sarà celebrata domenica 17 febbraio alle ore 10,30 nella chiesa del Sacro Cuore(Belvedere).

Vercelli, 15 febbraio 2013 17.2.2012 17.2.2013 Erminia Martinetti ved. Rosso Marina e Maria Grazia ricor- deranno la loro mamma sa- bato 16 febbraio alle ore 18 nella chiesa di San Paolo e do- menica 17 febbraio alle ore 11,15 nella chiesa di San Mi- chele. Vercelli, 15 febbraio 2013 I familiari commossi per la manifestazione di cordoglio tributata alla loro cara Mary Mazzetto ved. Zanoni ringraziano tutte le persone che hanno partecipato al loro dolore. Un ringraziamento particolare a tutto il personale del reparto di rianimazione dell’Ospedale S. Andrea.

Vercelli, 15 febbraio 2013 Renato con Daniela ed Edoardo, Alberto con Elisa commossi e riconoscenti per le attestazioni di stima e di affetto tributate alla cara Silvana Bonifaccio ved.

Destefanis ringraziano tutti coloro che con presenza, scritti, fiori e preghiere hanno partecipato al loro dolore. Un particolare ringrazia- mento alla direzione e al per- sonale tutto della Residenza Anziani S. Pietro di Desana per le attenzioni e le amore- voli cure prestate. Vercelli, 15 febbraio 2013 15.2.2010 15.2.2013 Oreste Brignoni Il Tuo ricordo è sempre vivo nei nostri cuori.

I Tuoi cari Vercelli, 15 febbraio 2013 16.2.1990 16.2.2013 Dino Assale Il tempo trascorre inesorabile ma il bene che mi hai donato, papà, resta per sempre. Caterina con Teresio ed En- rica. Tronzano, 15 febbraio 2013 16.2.2010 16.2.2013 Mario Innocenti E’ sempre vivo il Tuo ricordo. I Tuoi cari La S. Messa sarà celebrata sa- bato 16 febbraio alle ore 17 nella parrocchia B.V. Assunta (Cappuccini). Vercelli, 15 febbraio 2013 E’ mancato all’affetto dei suoi cari Agostino geom. Castagno di anni 68 Ne danno il triste annuncio: - la moglie Piera, - la figlia Elisa, - il figlio Massimiliano con la moglie Catherine, - il fratello Francesco e fami- glia, - le cognate, i cognati, i nipoti - i parenti tutti.

I funerali si terranno oggi ve- nerdì 15 c.m. alle ore 10,30 nella chiesa di Villata. I familiari ringraziano sentita- mente quanti hanno preso parte al loro dolore. Vercelli, 15 febbraio 2013 Polizia 113 Carabinieri 112 Guardia di Finanza 117 Sanità-Ambulanze 118 Vigili del Fuoco 115 Forestale (incendi boschivi) 1515 Telefono Azzurro Emergenza Infanzia 114 Linea gratuita bimbi 19696 Soccorso Stradale Aci 803116 Europ Assistance Vai 803803 Telefono antitruffa 800177720 Atena Centralino 0161226611 Gas 800237694 Pronto intervento 24 800343992 Enel Luce 803500 Gas 800992659 ARPA (protezione ambiente) 0161-269811 Telecom 187 Infostrada 155 Tim 119 Taxi 0161-257722 Atap (autobus) 0161-250015 Ferrovie (Call CenterrTrenitalia) 892021 Aeroporti Torino Caselle 011-5676361 Milano Malpensa 02-74852200 Milano Linate 02-74852200 Teatro Civico 0161-255444 Teatro Barbieri 0161-253379 Assessorato Sport 0161-215741 Palazzetto 0161-392003 PalaHockey 0161-215888 Stadio 0161-57355 Pro Vercelli 0161-257221 Campo CONI 0161-391306 Farmacie (vediTaccuino pag.

44) AlcolistiAnonimi 334 3962244 Ambulanze (servizi ordinari) CRI Vercelli 0161-213000 MISERICORDIA Vercelli 329 6335757 0161 216018 CRI Cavaglià 0161-966066 VAPC Cigliano 0161-424757 CRI Crescentino 0161-841122 CRI Gattinara 0163-832600 PAL Livorno 118 GVSS Santhià 118 0161/931297 PATTrino 0161-801465 Asl N. 11 Vercelli Guardia medica Vc 0161-255050 Ospedale S. Andrea Vc 0161-5931 Urp (ufficio relazioni col pubblico) 0161-593282 Cup (centro prenotazioni) 800396300 Sert (tossicodipendenze-alcolismo) 0161-250097 Santhià Ospedale SS. Salvatore 0161-9291 Gattinara Ospedale S. Giov. B 0163-8221 Borgosesia SS.

Pietro e Paolo 0163-2031 PREFETTURA centralino 0161-225411 Carabinieri (pronto intervento 112) Comando provinciale 0161-6101 Polizia(soccorso pubblico 113) Questura 0161-225411 Polizia Stradale 0161-226711 Urp 0161-225578 Polizia ferroviaria0161-257005 Polizia postale 0161-259069 Esercito Italiano Caserma Scalise 0161-250341 Distretto militare 0161-252740 (sede staccata) Vigili Urbani (pronto intervento 0161/392939) 0161-296 711 NUMERI UTILI CONVEGNO CONFAGRICOLTURA Normepensate inun’otticadicrescita perleaziende agricoltura del nostro paese ha un organico di 1 milione 100mila lavoratori e, ultimamente, nelle aziende agricole sono state assunte 1 milione 200mila persone.

Ma l’infor- mazione trascura, o sottace, questa realtà. Invece biso- gnerebbe avere ben presente questo scenario sociale ed economico. In termini diversi, si dovrebbe puntare sempre a un punto di equilibrio tra produttività e sostenibilità. Confagricoltura di Vercelli e Biella, presieduta da Paolo Carrà a questo tema con ri- svolti di dettaglio sul lavoro, sulla sicurezza e sull’ambien- te, ha dedicato un convegno svoltosi giovedì nella sala cripta Sant’Andrea, anche aula magna dell’università Avogadro. Questi i relatori: Roberto Caponi direttore dell’Area sindacale di Confa- gricoltura che si è soffermato a lungo sulla legge Fornero nonché su alcune sue con- traddizioni; e Donato Rotun- no direttore dell’Area ambien- te ed energia dell’organizza- zione agricola che ha analiz- zato i reali rapporti che devo- no intercorrere tra le imprese, il lavoro che in esse si svolge e il territorio.

Sulla sicurezza dell’attività sono intervenuti anche gli esponenti dell’Inail, dei vigili del fuoco, dell’Asl, dell’Arpa e della Provincia. Le conclusioni del conve- gno sono state tratte dal pre- L’ sidente di Confagricoltura di Vercelli-Biella, Paolo Carrà, che ha proposto una prima osservazione di carattere ge- nerale.“Ormai da tempo - ha sottolineato - l’agricoltura sta subendo un inspiegabile au- mento di adempimenti buro- cratici il cui fondamento è esclusivamente quello di de- terminare un aumento dei costi per le aziende”. E poi ha osservato: “Il nostro con- vegno vuole sensibilizzare le istituzioni affinché le norme attuali vengano pensate in un’ottica di crescita per le aziende”.

Carrà si è anche soffermato sul moltiplicato rigore degli enti preposti nei confronti del macchinario agricolo e delle altre installazioni strumentali per le aziende. “La revisione delle macchine agricole così come la verifica dell’idoneità per la guida di mezzi agricoli - ha evidenziato - non hanno alcuna utilità se non quella di fare cassa per alcune am- ministrazioni. Anche sul fron- te delle emissioni in atmosfe- ra da parte degli impianti di essiccazione e le recenti nor- me antincendio - ha aggiunto - sono frutto di un totale di- sinteresse da parte del legi- slatore su che cosa sia l’agri- coltura”.

Questo l’auspicio del convegno su lavoro, sicu- rezza e ambiente: “Basta - ha detto Paolo Carrà - con norme calate dall’alto e generaliste”. en.vi.

UNA ROTATORIA PERICOLOSA “La rotatoria che si trova all’intersezione con la strada per Morca, nel Comune diVarallo, è stata ultimata nell’autunno scorso. Un’opera realizzata in modo approssimativo, vista la segnaletica provvisoria e i guard rail di plastica che non assicurano sicurezza” . Lo fa notare l’onorevole del Pd Luigi Bobba che, all’asses- sore chiede: “Quanto è costata? Quali segna- lazioni di pericolo sono arrivate? Quali mi- glioramenti erano attesi dalla rotatoria?” .

Ospedale:regolamento perparcheggiareincortile Ricavati 100 nuovi posti auto Approvato il regolamento che andrà a determinare gli accessi al cortile interno dell’ospedale Sant’Andrea.

L’ingresso verrà regolamentato e limitato ai soli dipendenti o personale auto- rizzato. Le aree destinate a parcheggio sono quelle segnalate o quelle che non sono a vario titolo riservate (area carico scarico, parcheggio navetta dipendenti, area dializzati, area riservata ai disabili, area riservata alle onoranze funebri, area micronido). L’accesso all’interno del complesso ospedaliero, a bordo di au- toveicoli e automezzi, viene quindi consentito solo ai dipendenti dell’Asl in servizio, alle autoambulanze o mezzi di soccorso, ai pazienti in dimissione (solo se muniti di pass rilasciato dalla Direzione medica di Presidio), ai pazienti degli ambulatori au- torizzati, ai pazienti-utenti dei servizi di radioterapia, dialisi, oncologia e riabilitazione funzionale bisognosi di cicli di tratta- mento terapeutici (anch’essi muniti di pass), agli automezzi che trasportano disabili in possesso di contrassegno, agli au- tomezzi dei Servizi Territoriali Sanitari degli enti pubblici e delle forze dell’ordine, ai taxi (su richiesta dei pazienti dimessi), al personale delle ditte incaricate di svolgere assistenza tecnica o manutenzione, agli addetti alla consegna di forniture o ritiro del materiale, ai religiosi in funzione del loro ministero, ai fa- miliari dei bimbi frequentanti il micronido.

La regolamentazione ha consentito di riorganizzare le aree parcheggio garantendo il massimo accesso e fruibilità a tutte le zone riservate a vario ti- tolo. Inoltre, per venire incontro alle esigenze dei dipendenti, in queste settimane si è provveduto alla risistemazione dell’area retrostante all’edificio da cui sono stati ricavati un centinaio di nuovi posti auto. L’accesso è quindi consentito solo alle auto- vetture munite di autorizzazione da esporsi in modo visibile. Sono in corso trattative con la polizia municipale per garantire il rispetto del regolamento, il cui testo integrale è scaricabile dal sito www.aslvc.piemonte.it.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 19 SINAGOGA DIVIA FOA: IN PROGRAMMATREVISITE GUIDATE Visite guidate, domenica pomeriggio, alla Si- nagoga di via Foa.A curarle i volontari della co- munità diVercelli, Biella Novara, eVco che pro- pongono ingressi alle ore 15, 16 e 17. Il ritrovo è davanti al cancelli della Sinagoga. Esce la prossima settimana in distribuzione nazionale, dopo il primo annuncio al recente convegno torinese del centenario di Giulio Einaudi, il volume che raccoglie le lettere tra uno dei maggiori editori italiani e il massimo storico della letteratura italiana dopo De Sanctis, Carlo Dionisotti (nella foto), nativo e strettamente legato a Romagnano Sesia.

«È un piacere fare l’editore per un lettore come te», scrive nel 1978 Einaudi in uno degli ultimi messaggi inviati a Carlo Dioni- sotti, che è stato una delle firme più presti- giose del suo catalogo. I rapporti con l’autore di “Geografia e storia della letteratura italia- na”, un testo capitale per gli studi, iniziano negli anni ‘30, proprio alle origini della casa editrice.

Il carteggio, curato da Roberto Cicala tra Londra e Romagnano con il titolo «Colloquio coi vecchi libri». (Lettere editoriali 1942- 1988) esce nella collana “Biblioteca del Pie- monte Orientale” ed è uno spaccato di pas- sioni culturali e civili, anche politiche (al centro ci sono anche le tensioni del ‘68), tra progetti editoriali e interessi di studio legati all’attualità. Il libro contiene un testo di Cesare Segre, un ricordo di Guido Davico Bonino e un’in- tervista di Mauro Bersani a Dionisotti, di cui resta questo ammonimento: «Non siamo nati per fare storia né romanzo della nostra vita, che è tutta riassunta e consunta nel nostro lavoro».

Carlo Dionisotti, Giulio Einaudi e collabora- tori, «Colloquio coi vecchi libri». Lettere editoriali (1942-1988), a cura di Roberto Cicala, Interli- nea, Novara 2012, pp. 196, euro 18 Il libro Cultura Dionisotti - Einaudi: il carteggio CURIOSITA’ La“rivincita”delbozzetto sconfittonel1862 PartecipòalconcorsoperpiazzaCavour E’ stato uno dei pezzi forti della mostra che il sindaco aveva deciso di allestire al primo piano del Comune per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia; tra poco tornerà nell’Archivio storico Civico di Vercelli, ma in que- sti giorni, Andrea Corsaro se lo coccola nel suo ufficio.

E’ il bellissimo bozzetto in gesso di Cavour che lo scul- tore di Boca Novarse Antonio Bisetti presentò al concorso pubblico bandito dal Comu- ne il 10 giugno 1861 per le realizzazione di un monu- mento in onore dell’artefice numero uno dell’Unità d’Ita- lia, scomparso quattro giorni prima.

Il bando venne pubblicato sulla Regia Gazzetta ufficiale e sul giornale Il Vessillo della Libertà. Risposero entro i termini otto scultori, pre- sentando undici bozzetti. Il sindaco, Luigi Verga, formò una commissione per esa- minare le opere, da lui stesso presieduta e composta da Antonio Malinverni, Felice M o n a c o , V i n c e n z o Verga, Gio- van Battista Malinverni, Luigi Mon- tagnini, Lui- gi Marchet- ti, Giuseppe Locarni; se- g r e t a r i o Carlo Pisani. Il 13 marzo 1862, venne scelto il bozzetto proposto da Ercole Villa, in collabora- zione con il novarese Giu- seppe Argenti: Villa realizzerà la statua dello statista, Ar- genti quelle delle due figure femminili del basamento: al- legorie dell’Agricoltura e del Commercio e Industria.

Notevole pure il basamento presentato dallo scultore di Boca Novarese, con lo stem- ma di Vercelli, allegorie del- l’Agricoltura e del Commer- cio e scene di battaglia per l ’ I n d i p e n - denza. Sui boz- zetti presen- tati per ono- rare la me- moria di Ca- vour e, in ge- nerale, sul Civico archi- vio storico di Vercelli, ha condotto ricerche molto interessanti l’istruttore direttore tecnico socio-cul- turale del Comune, Patrizia Carpo. Ammirando il bozzetto del Bisetti, Corsaro osserva co- me oggi la legge preveda che le proposte ufficiali per que- sto tipo di bandi vadano ri- consegnate ai concorrenti dopo 30 giorni.

Nella fatti- specie, sono passati 151 an- ni, e la statutetta in gesso è ancora a disposizione del Co- mune, perché nessuno s’era presentato a reclamarla: Bi- setti, molto attivo in tutto il Piemonte, ma anche a Roma, morì assai giovane e se oggi centinaia di vercellesi hanno scoperto questo autore, bra- vo e raffinato, il merito è della Carpo e di un sindaco che, anziché nascondere il patrimonio della città, pe- riodicamente lo ostenta e va- lorizza. Non per nulla, la fa- ma, ormai consolidata di "cit- tà d’arte e cultura" è nata dall’esposizione di un ine- stimabile oggetto esposto alla fine del 2004 in Sant’Andrea: il cassone da viaggio del car- dinale Guala Bicchieri.

La Guggenheim e tutto il resto sono figli di quell’evento. edm LA SCULTURA ALLA MONDADORI Domenica Recami presenta “Gli scheletri nell’armadio” Nell’intercapedine di un ca- solare in ristrutturazione sal- tano fuori tre scheletri.... Troppo avvincente la sfida per Amedeo Consonni, tap- pezziere in pensione e colle- zionista per hobby di cronaca nera, e per il suo amico Bar- zaghi, proprietario di casola- re (e scheletri) che vorrebbe chiare il caso senza mettere di mezzo le forze dell’ordine. Arriva alla Mondadori di cor- so Libertà, domenica alle 17,30, il giallista fiorentino Francesco Recami, che pre- senta il suo ultimo lavoro “Gli scheletri nell’armadio”, selezionato per il Premio Scerbanenco.

Una trama ge- niale, una spolverata di cini- smo, un pizzico abbondante di perfidia, una macinata di comicità sfumata al nero. Francesco Recami, con “Gli scheletri nell’armadio", ela- bora una delle sue impecca- bili ricette a orologeria rispol- verando anche la casa di rin- ghiera milanese (protagoni- sta anche di un suo prece- dente romanzo).

Anche in questo romanzo, la linea creativa di Francesco Recami segue tipici connota- ti: un protagonista collettivo e impersonale, la casa di rin- ghiera appunto; la completa inconsapevolezza di ogni per- sonaggio rispetto a quello che succede verament; degli intrecci che seguono un filo geometrico a raggiera, par- tendo dal centro unico del cortile del palazzotto ex po- polare Novecento. Fiorenti- no, classe 1956, Recami ha, tra i suoi libri, L’errore di Pla- tini (2006), Il superstizioso (2008), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009), e La casa di ringhiera (2011).

CELEBRAZIONI Sito (del liceo) per ricordare lo scienziato Avogadro,l’uomodellescoperte Insegnò aVercelli e pose le basi della chimica vogadro fu il primo uomo a sa- pere che l’acqua è H2O».

Linus Pauling, premio Nobel per la chi- mica e per la pace, riassunse con poche parole il marchio che Amedeo Avogadro impresse alla storia: la base della chimica teorica e della teoria della struttura nella chimica. Tradotto: scoprire quanti atomi di tipo diverso facciano parte delle mole- cole delle sostanze. Come l’H2O per l’ac- qua, appunto. Oggi, a duecentodue anni dalla legge di Avogadro, il liceo scientifico lancia sul web uno spazio interamente dedicato allo studioso che, per dieci anni fra il 1809 e il 1819, soggiornò nel capuo- logo.

«Il suo lavoro è stato riconosciuto ed esaltato solo dopo la morte, ma il nostro compito è quello di rendere ancora più fa- moso il suo nome» ha detto il preside, Adalberto Codetta Raiteri (nella foto), du- rante la conferenza di presentazione. Uno spazio, http:// www. liceoscientifico.vc .it /Avogadro.htm, che ripercorre la mo- stra organizzata due anni fa proprio in occasione dei duecento anni di «questa «A straordinaria pagina di storia della scien- za, scritta a Vercelli, dove lo scienziato ri- copriva la cattedra di Filosofia Positiva al- l’École Secondaire, il liceo dell’epoca». Non solo.

Sul portale web si possono ac- cendere i motori della macchina del tempo e tornare a quel 1811, quando il capoluogo era una «delle città ai confini dell’impero di Napoleone. Ciò nonostante - è stato ri- marcato durante la conferenza - era am- biente frizzante, ricco di personaggi illustri e culturalmente molto stimolante». Un’al- tra sosta del viaggio nel tempo può essere programmata nel 1956, quando ci fu pri- ma la battaglia per portare lo Scientifico in città e, poi, ci fu l’intitolazione ad Ame- deo Avogadro. Una sezione curata nei dettagli ed arricchita dalle pagine di gior- nale dell’epoca, fra cui anche quelle de La Sesia che ritrae la posa della prima pietra.

«I ragazzi devono essere orgogliosi per ciò che Avogadro rappresenta per la nostra città e non solo» ha aggiunto il preside, che poi ha rimarcato «l’importanza del la- voro di ricerca fatta dagli studenti e dai professori». E tutto ciò, come detto, per non dimenticare la portata storica dello studioso, nato il 9 agosto 1776 a Torino: il primo uomo a sapere che l’acqua è H2O.

mag

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 20 SANTHIÀ UNITRE: LA STORIA DEL PIEMONTE Santhià (g.l.) – Riprende, dopo la pausa dettata dalla festa patronale di Sant’Agata e dal carnevale storico, il ciclo di incontri dell’Uni- versità popolare. Le lezioni del 19 febbraio, 26 febbraio e 5 marzo saranno dedicate alla storia del Piemonte: dall’unità d’Italia ai giorni nostri, con particolare attenzione ai riflessi sociali ed economici. Relatore sarà il professor Gianni Mentigazzi. Nell’edificio delle scuole medie, appuntamento alle 15.

PREMIAZIONE Ultima sfilata per lo storico gruppo dei Masnà di Bruna Citta Attapirati, ma...

al primo posto Tutti i punteggi assegnati a carri, gruppi misti e maschere Santhià - La si aspetta un anno intero e in pochi giorni tutta la manifestazione si esaurisce, lasciando dietro di sè emozioni, tanta felicità e, come sempre, anche qualche “sana” polemica. Il Carnevale Storico di Santhià, soprattut- to nel dopo premiazione, re- gala spunti e discussioni, quest’anno specialmente per quanto riguarda la classifica delle maschere a piedi, che ha visto per la quinta volta consecutiva vincitrice la com- pagnia dei Rubinet con “Vec- chi balocchi”. Tanto che alla cerimonia di consegna dei ga- gliardetti, un membro della compagnia Articiock ha sug- gerito ai Rubinet, per il pros- simo anno, di cambiare cate- goria, se no non c’è più gusto! Vincitori tra i carri di prima categoria i Butalas con “Sia- mo rimasti attapirati”, già al primo posto nel 2012; tra i carri di seconda categoria pri- mo posto per i Mooncravot con “Lupus in fabula”; cate- goria gruppi misti, primo po- sto per i Pistapistun con “L’ul- tim viagi an San Carlun”.

Qui di seguito la classifica finale per categorie, con il re- lativo punteggio, suddiviso tra giuria popolare e giuria tecnica.

Carri allegorici di prima categoria: 1) Siamo rimasti attapirati (I Butalas) punti 748/1000 (popolare 354 + tecnica 394), 2) La Profezia Maya (I Buric) 694 (281 + 413), 3) Se l’elefant fa’ al carvè tütt al rest al pod nen brüsè (Nuovo Fiaschetto) 619 (235 + 384), 4) E’ tutta una com- media (Ja Scapà da cà) 568 (238 + 330), 5) In un mare di guai (I Dasbela) 363 (85 + 278), 6) L’ultima parola l’è sempi la nossa (I Quat ca l’è restai) 287 (48 + 239).

Carri allegorici di seconda categoria: 1) Lupus in fabula (I Mooncravot) punti 735/1000 (popolare 346 + tecnica 389), 2) E… la favola continua! (I Borriana) 543 (274 + 269), 3) Bat ai man a chi l’è bun rangesi (Gli Scu- bidù) 535 (290 + 245), 4) Sos Bloody Monti in Tassilvania (I Tre Ciochè) 525 (288 + 237), 5) Maya ‘n ditlu? (I Sensa Pei) 488 (200 + 288), 6) Tra Draghi e Monti finiremo tutti sotto i ponti (I Mito) 474 (202 + 272), 7) Scappando dalla crisi (I Disgrasià) 385 (180 + 205), 8) Non vedo, non sento ma parlo (Ai Batusu) 362 (167 + 195), 9) Alla faccia della crisi (Il Rin Tin Team) 352 (162 + 190), 10) Gelo e disgelo (I Ciciu) 339 (146 + 193).

Categoria gruppi misti: 1) L’ultim viagi al San Carlun (I Pistapistun) punti 776/1000 (popolare 394 + tecnica 382), 2) Funfi pride (I Funfi) 648 (310 + 338), 3) Suma i pü bei e lu fuma vegghi… pavoneg- giando (I Ciaparat) 582 (246 + 336), 4) Con le tasse in au- mento per noi è un godimento (I Fulatun) 417 (118 + 299), 5) Oh specc, specc dal Carvè ai pusè bei ien sempi ja stess (I Bagonghi) 409 (157 + 252), 6) Grease (I Cossato Monte) 401 (141 + 260), 7) Tra i can e i gati morti al grill la sfunda i porti (I Pistafum) 328 (134 + 194).

Maschere a piedi: 1) Vecchi balocchi (I Rubinet) punti 813/1000 (popolare 352 + tecnica 461), 2) Pennuti diam sollazzo, senza ali diam sol- lievo (I Articiock) 733 (317 + 416), 3) Siamo stufi di perde- re… chiamate l’idraulico (La Grupia) 717 (338 + 379), 4) Pavoneggiando (I Rabadan) 484 (221 + 263), 5) L’ha culur dla ciculada, ma l’è nen dusa, l’è ‘n poc salada (J’Ampestà) 372 (82 + 290), 6) Brut an fasa bel an piasa (I Masnajun) 359 (91 + 268), 7) Suma carsì tra ris e muschin (I Marsun) 296 (108 + 188).

Un sincero applauso e un ringraziamento speciale sono infine andati a Bruna Citta, figura storica del nostro carvè e fondatrice del gruppo I Ma- snà, che fuori concorso ha partecipato alla sfilata con I Masnà contro la crisi “I Masnà riciclano! Il meglio dei nostri 25 anni”: con questa sfilata I Masnà hanno fatto la loro ul- tima comparsa prima di riti- rasi dalle scene, lasciando negli occhi di tutti il ricordo di maschere e idee bellissime e divertenti. CAMPERISTI Annuale raduno nei giorni di carnevale Arrivati ben 153 equipaggi Santhià - Un vero successo il raduno di camper organizzato dalla Compagnia del- l’Ottimismo.

A parlare sono i numeri: 153 equipaggi provenienti da Lombardia, To- scana, Emilia Romagna e poi ancora Pistoia, Belluno, Trieste e Udine. Un appuntamento che è ormai entrato nell’agenda dei tanti camperisti che, da molti anni a questa par- te, soggiornano a Santhià nel periodo di carnevale. A far loro visita, sabato, il sindaco Cappuccio e l’assessore Corradini, le ma- schere “in borghese” Majutin e Stevulin, Elena Dogliani e Fabio Mazzarino, accom- pagnati dal Governatore del Carnevale Pri- mo Ruffilli. La Compagnia dell’Ottimismo ringrazia i camperisti santhiatesi che hanno aiutato per la buona riuscita del raduno: le famiglie Ricci, Piazzano e Molinaro, Piero Marafante, Roberto Gherardi e le giovanis- sime Sara Gherardi e Alessia Pozzo.

VISITA Anche lui sul balcone per la consegna delle chiavi Accolto il sindaco di Finale Santhià - Un’accoglienza calorosa è stata riservata al sindaco di Finale Emilia, Fernando Ferioli, ospite della città di Santhià nei giorni di carnevale. Tante associazioni, ma anche semplici cittadini hanno partecipato, sabato 9 feb- braio in sala consigliare, alla cerimonia di benvenuto organizzata dall’ammini- strazione comunale. Un “quasi gemellaggio” che, lo ricordiamo, è stato possi- bile grazie all’Associazione xBea guidata da Mauro e Antonella Bedon, che in questi mesi tantissimo ha fatto per il comune di Finale Emilia, duramente colpito dal sisma.

Grazie alla pre- senza di Fernando Ferioli, per la prima volta si sono visti due sindaci presenti sul balcone del municipio alla consegna delle chiavi alle maschere Majutin e Stevulin.

fran.co. LA SINDROME DEL MONELLO Santhià (g.l.) – Si terrà questa sera alle ore 21, nella biblioteca civica, la proiezione del docu- film “La sindrome del monello”; l’opera, già premiata al Film Festival di Torino 2011, è in- centrata su una storia vera e dà una visione sul Disturbo da deficit attentivo e iperattività (ADHD). Il filmato sarà commentato dalle dottoresse Laura Grazio e Sara Rassa. La ser- ata è organizzata dall’Associazione Italiana Dislessia eAifa Onlus di Biella eVercelli. LA PREVENZIONE A SCUOLA Santhià - Il Lions Club organizza un importante appuntamento per venerdì 15 febbraio, nel- l’aula magna dell’Istituto tecnico “Galilei” , in via Nobel 17.

Alle ore 11, incontrerà i giovani delle classi terza e quarta per una conferenza sulla lotta ai tumori. L’iniziativa è svolta nel- l’ambito del“Progetto Martina” .La conferenza sarà tenuta dal dottor Giuseppe Malinverni e dalla dott.ssa Marta Beggiato, responsabili del progetto Martina per il Lions Santhià.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 21 VERCELLESE Cavaglià - Nasce il comitato per il gemellaggio. «Il sindaco ha indetto una riunione per la costituzione di un gruppo di lavoro - spiega l’assessore Assunta Stolfa - che avrà il compito di porre in essere i progetti comuni di collaborazione con il comune francesediMontbazìn(foto),mettendoinattoazioni utili ad alimentare il gemellaggio stesso.Il comitato è aperto a tutti i cittadini che intendono dare utili suggerimenti e partecipare alle attività necessarie per sostenere il progetto. Nel primo incontro hanno dato la loro adesione tredici cittadini, motivati dalla volontà di attivare rapporti con i giovani di un altro paese e di scambio culturale con il centro francese.I cittadini che hanno dato vita al nuovo comitato rap- presentanofamiglieconbambini,personeimpegnate nel sociale e in attività culturali, genitori di ragazzi che fanno parte di società sportive, studenti univer- sitari e ragazzi».

Conclude l’assessore: «Chi fosse interessato a partecipare attivamente al comitato, o a ospitare le famiglie che arriveranno nel prossimo mesedimaggiodaMontbazìn,èinvitatoallariunione che si terrà giovedì 21 febbraio alle ore 21 al centro giovanile».

lo.be. GEMELLAGGIO GurineGurinaallafagiolata Edomenicalasfilatadeicarriallegorici,conpremiazione Pro loco: un direttivo tutto al femminile Cavaglià - E’ Paola Tarello la nuova presi- dente della Pro loco. Un direttivo tutto “ro- sa” ai vertici dell’associazione, composto dal vice presidente Sara Consolandi e dalla segretaria Simona Caldera. Commenta la presidente: «Il nostro primo obiettivo è la collaborazione sia con il comune per il ge- mellaggio, sia con le altre associazioni. Ora ci stiamo attivando per cercare nuovi tesse- rati, persone che abbiano voglia di mettersi in gioco per mantenere vive le tradizioni del paese.

Saremo presto al lavoro per organiz- zare, come da tradizione, la festa della don- na. Sarà un 8 marzo molto divertente, con cena e spettacolo». Aggiunge il presidente uscente Renzo Burzio: «Auguro loro tante soddisfazioni e che riescano a coinvolgere la popolazione cavagliese nella realizzazio- ne di eventi che valorizzino le antiche tradi- zioni e la cultura del territorio, scopo pri- mario della Pro loco».

lo.be. Alice Castello - Il carnevale ad Alice è iniziato alle 5 del mattino. I volontari della Pro loco “La Duja” hanno iniziato presto a preparare la fagiolata, che è poi stata distribuita dopo la benedizione. Anche il Gurin e la Gurina non hanno poltrito domenica mattina. Accompa- gnate dalla banda musicale “Dante Lepora”, le maschere del paese, Fabio Joly ed Elisa Bor, sono state accolte dal parroco don Enzo Marchetti e dal sindaco Vittorio Petrino per la consegna delle chiavi.

Dopo la messa, il corteo carnevalesco ha raggiunto piazza Fratelli Monti per la distri- buzione dei fagioli.

I festeggiamenti prosegui- ranno domenica 17 febbraio alle 14 con la sfi- lata dei carri allegorici. Al termine, per tutti i bambini ci sarà la merenda offerta dal Gurin e dalla Gurina alla palestra comunale; seguirà la premiazione dei carri allegorici e, per finire, si brucerà il Pupazzo. lo.be. Dall’al- to: l’assag- gio dei fa- gioli, Gurin e Gurina coi coscritti e (qui ac- canto) Pro loco, fagio- lai e banda (Claudia Photo e Shop) SCUOLA MATERNA - MIRTILLI, FRAGOLE E MELE ALLA FESTA Allegria e coriandoli con la Croce rossa Cavaglià - La Croce rossa tra nonni e bam- bini. Dopo il pranzo offerto agli anziani in occasione dell’Epifania, il Comitato locale ha rivolto la sua attenzione ai più piccoli, con una grande festa di carnevale.

La Cri ha animato il ballo dei bambini, trasfor- mando il salone polivalente in un campo di battaglia. Una battaglia senza esclusione di colpi, munizioni leggere e colorate fatte di coriandoli e stelle filanti. Musica, animazio- ne e intrattenimento con i volontari del gruppo locale, in collaborazione con il Co- mitato, per far divertire i tanti bambini che hanno partecipato. E per concludere in dol- cezza, la Croce rossa ha offerto la merenda: bugie per tutti!

lo.be. Borgo d’Ale - Una festa speciale per i bambini dell’asilo infantile. Quest’anno il carnevale è stato festeggiato nel salone poliva- lente, dando così modo ai pic- coli di lanciare una grande sfida con i coriandoli alle maschere del paese. Simone Delbene nei panni di Enrico La Porta e Gior- gia Gosto in quelli di Rosmunda hanno accettato la sfida trasci- nando la corte carnevalesca in una girandola di divertimento. I 45 bambini erano divisi per classe: i più piccoli travestiti da mirtilli, i mezzani da fragole e i più grandi da mela, costumi realizzati dalle maestre Simona, Federica, Milena e Vera.

Il pre- sidente dell’asilo, Michele Ga- riglio, ha offerto i dolci per la merenda e i genitori hanno con- tribuito con tante golosità, per la riuscita della festa più colo- rata dell’anno.

lo.be.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 22 VERCELLESE Carisio - Questa sera (venerdì) in municipio, a partire dalle ore 21 avverrà il passaggio delle consegne tra i Gambin in carica, Beatrice Pasquino e Silvio Gosmaro e quelli nuovi, Irene Vitali e il marito Enrico Ratti (foto), che riceveranno dal sindaco le chiavi del paese. Per tre giorni saranno loro i protagonisti del carnevale. Dopo l’investitura ufficiale, accompagnati dai Pifferi eTam- buri di Santhià, i Gambin con il seguito si trasferiranno al padiglione allestito al campo sportivo per la prima serata danzante con “L’allegra Compagnia “ .

Domani, sabato alle 10,30 al bocciodromo, è prevista la colazione intorno alla grande fagiolata che sarà distribuita alle 12. Il pomeriggio sarà dedicato ai bambini e ai loro balli in costume,a partire dalle 15.La serata danzante sarà con la musica dei“Graffito 93” .Inoccasionedel30°annodeiGambin,siripresenteranno tutte le coppie che durante gli anni hanno interpretato le maschere del paese.Domenica le maschere in costume as- sisteranno alla messa alle 11,15; seguirà il pranzo nel padi- glione delle danze; nel pomeriggio, alle 15, inizierà la sfilata dei carri e delle maschere.Al termine,nel padiglione, saranno premiati i partecipanti e sarà sancita la chiusura del carnevale,organizzato dalla Famija Carisin’a presieduta da FabrizioActis.

pec IN I «Lusingatidelrisultato» Rinviato a sabato il giro in notturna sospeso per neve Verso il traguardo dei “Rifiuti zero” Tronzano - Tronzano è tra i comuni italia- ni che hanno adottato la strategia “Rifuti zero”. Nell’ottobre scorso infatti, il paese è entrato a far parte della comunità “Verso rifiuti zero”, intraprendendo un percorso attraverso la definizione di atti deliberativi e di concreti strumenti operativi volti a sco- raggiare l’incremento dei rifiuti e lo smalti- mento in discarica e volti a favorire, oltre ad iniziative di generalizzata estensione della raccolta differenziata, anche la “re- sponsabilità estesa dei produttori” con la quale coinvolgere fattivamente il “mondo produttivo” nell’assunzione di produzioni sempre più pulite e in grado di incorporare i costi ambientali delle merci prodotte.

«Considerato che un’attenta politica di ge- stione dei rifiuti che punti alla loro preven- zione, al riuso, al massimo recupero di be- ni e materiali - si legge sul sito del comune - si pone in linea anche con gli obiettivi di generalizzare la diminuzione dei “gas ser- ra” resa sempre più necessaria e stringente da accordi internazionali che puntano e obbligano i governi a tagliare le emissioni di CO2 legate anche alla produzione dei be- ni di consumo a partire dagli imballaggi, l’amministrazione comunale ha così deci- so, insieme ai comuni di Santhià, Crescen- tino, Crova, San Germano e Fontanetto Po, di voler intraprendere il percorso verso l’in- troduzione di meccanismi di tariffazione premianti, che consentano di contabilizza- re e controllare i singoli conferimenti di cia- scuna utenza domestica e non domestica, al fine di introdurre progressivamente il principio di “chi inquina paga” e superare l’attuale regime di tassazione, iniquo e non incentivante, unicamente basato sulle su- perfici degli edifici.

Anche se, occorre sotto- lineare, i governi degli ultimi anni non ab- biano fatto altro che ostacolare questi com- portamenti virtuosi (la nuova tassa Tares è solo l’ultimo esempio)». Inoltre, «l’intenzio- ne è quella di voler puntare verso il tra- guardo dei “Rifiuti zero” entro il 2020, po- nendosi come obiettivi per il 2014 il rag- giungimento del 70% del riciclo dei rifiuti e per il 2016 dell’80%». Far parte degli oltre cento comuni italiani di “Rifiuti zero” per- metterà a Tronzano di entrare in una rete di realtà virtuose, nazionali e non, nella quale sarà possibile scambiare esperienze e conoscenze per un unico traguardo: “Ze- ro rifiuti”.

st.ar. San Germano - L’ultima giornata del carnevale è stata quella di lu- nedì, che ha visto di mattino la fa- giolata e di po- meriggio l’incre- dibile, massiccia e chiassosa pre- senza dei più pic- cini, accompa- gnati dalle mam- me alla sala Pag- gi per il ballo dei bambini. I fagioli sono stati bene- detti dal parroco don Pier Carlo Galazzo, alla pre- senza della Giar- mani-na e del Giarman, del sindaco Orazio Paggi, del co- mandante della stazione dei ca- rabinieri Pier Luigi Zara, del se- gretario comunale Gian Carlo Sabarino, mentre nel salone dell’edificio Soms, sede della Fa- mija, si sono ritrovati con i car- nevalanti, le varie autorità e gli invitati, per consumare i fagioli.

«Abbiamo distribuito - precisa Alessandro Picco, segretario della Famija e coordinatore della ma- nifestazione - 400 chilogrammi di borlotti saluggesi cotti in 44 “caudere”, delle quali quattro contenenti 1700 salami». «Siamo soddisfatti - commenta Mauro Cobianco, coordinatore dei fa- giolanti che hanno acceso i fuo- chi all’alba sotto la neve - per la grande partecipazione e per l’ap- prezzamento dimostrato, non so- lo dai sangermanesi, ma anche dalle molte persone giunte dai paesi vicini, nonostante il persi- stente nevischio». Il vice presi- dente della Famija, Maurizio Bo- sco, ha tratto le conclusioni: «In questa 35a edizione del nostro carnevale si è riscontrata una buona partecipazione dei san- germanesi di ogni età, sia alle sfilate dei carri allegorici, che alle serate danzanti, con una sala Paggi gremita.

La parteci- pazione al ballo dei bambini, mamme comprese, quest’anno ha superato ogni attesa». «A no- me della Famija posso dire - continua Bosco - che siamo lu- singati del successo ottenuto. Inoltre, siamo stati supportati da una brillante Giarmani-na, Jennifer e un magnifico Giar- man, Pietro. Abbiamo anche chiesto l’autorizzazione a fare il giro in notturna sabato, che cau- sa neve lunedì è stato sospeso e sono lieto di annunciare che la nostra richiesta è stata accolta; inoltre, vi sarà una serata dan- zante alla sala Paggi». Il bilancio lusinghiero è frutto della perse- veranza e capacità organizzativa, unita a tanto entusiasmo e a una buona dose di coraggio dei componenti della Famija e dei suoi simpatizzanti.

Mercoledì se- ra, con il tutto esaurito nella sala Paggi, polenta e merluzzo preparata dai cuochi della Fa- mija, per chiudere il carnevale e iniziare la Quaresima.

Antonio Corona FAGIOLATA Il sindaco: «Una comunità davvero unita» Quattordici caudere per 240 abitanti Salasco - In paese, un effi- ciente Comitato carnevalesco continua a offrire la fagiolata, non soltanto ai propri concit- tadini, poco più di 240, ma anche a moltissimi abitanti dei paesi circonvicini, come Crova, San Germano, Tron- zano e anche Vercelli, otte- nendo ogni anno un lusin- ghiero successo. «La buona riuscita della fagiolata - pre- cisa il sindaco Doriano Berto- lone - è da ascrivere ai fasulat Renato Bernuzzo, Enrico Vi- volo, Antonio Aggio, Michele Gallina, Carlo Piemonti, Gae- tano Rossito, Diego Ranghino e Maurizio Cafasso, coordinati da Francesco Bertolotti.

I gio- chi sono stati preparati e svolti da Davide Bertolotti, l’impian- to audio è stato realizzato e curato da Luca Francesconi e le torte, le frittelle e altri dolci sono stati realizzati da An- nunziata Orfanelli, Rosanna Gallina, Rita Stronati e Giu- seppina Peron». Una miriade di donne e uomini che dimo- stra quanto unita e impegnata sia la comunità salaschese. Tuttavia, è stato lo stesso sindaco Doriano Bertolone il mattatore della mattinata, poiché ha coordinato i giochi dei bambini, come la rottura delle pignatte, il lancio delle uova, “acchiappa l’uovo” e la corsa nei sacchi, quasi un ri- torno ai giochi di un tempo; poi, ha condotto l’estrazione dei biglietti della lotteria, allo scopo di raccogliere fondi per le manifestazioni future.

«Con 14 “caudere” sono stati preparati 150 chilogrammi di fagioli di Saluggia - commenta Francesco Bertolotti - arric- chiti da più di seicento salami. Possiamo dirci soddisfatti non solo per la numerosa parteci- pazione, ma anche per le va- lutazioni molto lusinghiere che sono state espresse». «Pu- re quest’anno, nonostante molte difficoltà, - commenta il sindaco - si è svolto nei mi- gliori dei modi il piccolo, ma per noi salaschesi importante, carnevale e per questo rivolgo un ringraziamento a tutti i volontari, donne e uomini, che hanno lavorato con im- pegno e tanta passione affin- ché le nostre tradizioni conti- nuino nel tempo e siano ac- colte dai nostri figli».

«E’ sem- pre più difficile - conclude Bertolone - mantenere le no- stre tradizioni, ma quando poi le manifestazioni, come do- menica, ottengono una par- tecipazione veramente ecce- zionale, ti danno la forza per continuare, particolarmente felici di aver ospitato il Bic- ciolano e la Bela Majin, che hanno portato i saluti della città di Vercelli e dato un va- lore aggiunto alla nostra pic- cola comunità». a.c.

Tanti ragazzi alla festa della frazione Crocicchio Crocicchio - C’erano tanti ragazzi allegri, pieni di vita, che scherzavano sulla piaz- za della chiesa domenica mattina, mentre le caudere erano al fuoco con dentro i fagioli. Gli abitanti di questa strana frazione, dislocata su tre comuni (Carisio, Formi- gliana e Balocco) hanno un pregio: quando si tratta di fare festa si ritrovano uniti, in armonia, con le loro felpe e la scritta Crocicchio, molte ragazze erano in costume. Mentre i ragazzi preparano la lotteria, la cottura dei fa- gioli è curata con saggezza dalle persone con i capelli d’argento.

«Il fuoco lo ab- biamo acceso alle 7,30 – spiega Anna Maggi - da di- versi anni usiamo le caudere in alluminio, ne abbiamo 8, in una ci sono 45 chili di salamini e nelle altre sette ci sono 55 chili di fagioli Sa- luggia, li facciamo cuocere piano, senza fretta, come una volta». Dopo la messa alle 11,30 don Ettore Espo- sito, il rettore del santuario del Crocicchio dedicato alla Madonna di Fatima, ha be- nedetto la fagiolata; alla fine della distribuzione, gli ad- detti ai lavori e gli amici si sono trasferiti dall’altra par- te della strada, al ristorante l’Angolo, per mangiare in compagnia il tradizionale piatto del carnevale, i fagioli.

pec

Cigliano - Il divertimento più grande non è lanciarsi i corian- doli, ma raccoglierli dal pavi- mento: così i bambini hanno in- terpretato la massima ecologica del “non si butta via niente” al ballo di carnevale che ogni anno la Pro loco dedica loro. Per una volta, infatti, i piccoli hanno po- tuto sfogare in libertà tutto il loro entusiasmo, e pazienza per la polvere... Il ballo dei bambini è ormai una tradizione del car- nevale ciglianese, perché se da un lato si è persa la tradizione più impegnativa delle sfilate, dall’altro si cerca di mantenere l’attenzione per i più piccoli. «Lo facciamo per loro», dicono infatti gli organizzatori della Pro loco, anche se a giudicare dai tanti genitori presenti (molti dei quali mascherati a loro volta), viene il sospetto che il lancio dei co- riandoli non dispiaccia neanche agli adulti.

E poi il ballo di car- nevale non è soltanto il caos al- legro della festa: ci sono i dolci e le bibite, offerti sempre dalla Pro loco, e il circo: quest’anno è stata invitata la compagnia Nie- men, con il pagliaccio Pierino e altri personaggi buffi e diver- tenti. Vedere tante principesse, soldati, uomini ragno e diavoletti che si abbandonano alle risate è forse il ritratto più bello e riu- scito del carnevale.

a.ce. - ORGANIZZATO DALLA PRO LOCO LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 23 CIGLIANO - MONCRIVELLO Cigliano-MarinellaBossiCarello,presidentedelGruppovincenzianociglia- nese, che proprio dal nostro giornale ha ricevuto uno dei Premi di Bontà 2012,èunapersonanonsoloestremamenteattiva,maconuncuoregrande e generoso. Ricevere tale inaspettato riconoscimento ha ancora di più sti- molato il suo desiderio di operare per alleviare le sofferenze e difficoltà altrui,spessodimenticandoleproprie,mahaanchesuscitatoinleiprofonda gratitudine. E così ha chiesto una messa dedicata al dott. Giulio Sambonet (alla cui memoria è intitolato il premio ricevuto).

La funzione sarà celebrata dal parroco don Riccardo Leone giovedì 21 febbraio alle ore 8,30 nella chiesa di San Defendente a Cigliano. «Voglio solo pregare - dice - per una persona grazie al cui nome ho ricevuto il premio di bontà». f.c.

RINVIATA LA PROCESSIONE Cigliano (f.c.) - La processione per la Madonna di Lourdes avrebbe dovuto svolgersi lunedì sera, ma l’abbondante nevicata che, pur se pre- vista, si è presentata fin dalle prime ore della giornata, ne ha sconsigliato la realizzazione. Quindi, è stata spostata, con un annuncio d’e- mergenza fatto per le vie del paese con un al- toparlante montato su un’auto, a sabato 16, con partenza alle 20,30 dopo la funzione reli- giosa, sempre dalla chiesetta delValentino. Dai cartoni animati alla musica lirica: concerto alla casa “Mons. Novarese” La soprano Stefania Bergera e la mezzosoprano Barbero Moncrivello - Cenerentola compie audaci vocalizzi, Ma- ry Poppins gorgheggia e Hän- sel e Gretel lanciano acuti strepitosi: quando la musica lirica incontra il mondo dei cartoni animati, o sono di- ventati tutti bambini, oppure è carnevale.

Nella casa di cu- ra “Mons. Luigi Novarese” del Trompone sono successe entrambe le cose: per festeg- giare il momento più pazzo dell’anno gli ospiti e gli orga- nizzatori si sono calati nel mondo delle fiabe e dei rac- conti dell’infanzia, riscopren- do quelle cantilene che, in fondo, non erano mai state dimenticate. “Basta un poco di zucchero”, “Salagadula” e molti altri mitici ritornelli hanno finito per coinvolgere tutti i presenti e nessuno ha potuto trattenenersi dal bat- tere il ritmo con le mani, o canticchiare le parole di can- zoni così tanto amate. Se pe- rò l’aspetto fanciullesco di ognuno è stato accontentato, dall’altro anche il gusto cri- tico dell’adulto ha avuto la sua parte: le melodie sono state infatti rivisitate in chia- ve lirica da due cantanti di fama ed esperienza ricono- sciute, la soprano Stefania Bergera e la mezzosoprano Elisa Barbero.

La scelta di prestare le voci alle canzoni dei cartoni animati non ha impedito alle due artiste di manifestare la propria abili- tà, anzi: i virtuosismi com- piuti in un contesto così par- ticolare hanno permesso di sfatare l’immagine del canto lirico come disciplina “serio- sa”. Le due interpreti sono state accompagnate dalla pianista Giuseppina Scrava- glieri e da Chiara Raggi, che ha letto alcuni testi dei car- toni da cui erano tratte le musiche: un’atmosfera più fiabesca di così non si poteva proprio avere.

Anna Ceoloni Cigliano - Il progetto che i responsabili del- la biblioteca comunale stanno portando avanti per combattere il randagismo felino sul territorio ciglianese sta dando ottimi frutti: in cinque mesi (agosto - dicembre 2012) quanto è stato fatto non è cosa di po- co conto e l’unico supporto che la biblioteca ha ricevuto è stato quello offerto dalle testa- te giornalistiche locali. E’ Rosangela Vercel- lone a comunicarlo e a commentare l’inizia- tiva, dimostrando anche gratitudine per la sensibilità riscontrata. «Ho avuto il soste- gno - dice - sia per la difesa dei diritti dei gatti liberi sul territorio, sia per le richieste di adozione che sono state davvero nume- rose.

E il bilancio è positivo, in quattro mesi sono stati adottati undici gatti: cuccioli ab- bandonati o nati nelle varie colonie feline. Censita secondo le norme vigenti la colonia felina di piazza Don Bruno Lorenzetti - via Corbetta, costituita da sette soggetti, di cui tre affidati a me e uno a Miriam Meola per mantenimento e cure veterinarie. Un gatto randagio dato in affido provvisorio nella zo- na centrale di Cigliano e tre ritrovamenti su quattro segnalazioni di felini smarriti». La biblioteca, su richiesta dell’amministrazio- ne comunale, si è impegnata a titolo di vo- lontariato a promuovere tale campagna di prevenzione del randagismo sul territorio e continuerà a farlo anche per l’anno 2013.

L’Associazione Protezione Animali “Lietta Marucco” di Borgo d’Ale, iscritta da alcuni mesi all’albo delle associazioni ciglianesi, si è occupata invece della parte onerosa del lavoro: mantenimento di colonie feline non affidate a privati, sterilizzazioni delle gatte femmine, acquisto erogatori di cibo, acqui- sto cucce e di tutte quelle cose necessarie a garantire a un gatto che vive libero tutela, sicurezza e protezione.

f.c. BIBLIOTECA CIVICA Progetto contro il randagismo: adottati 11 gatti Dubbi su presunti funzionari dell’Eni Cigliano - Molta perples- sità e un po’ di preoccu- pazione ha sollevato in paese, mercoledì, la pre- senza di alcuni individui che si presentavano pres- so le abitazioni dichiaran- dosi funzionari “Eni”, in- caricati dal comune di sti- pulare contratti con tale nuovo gestore. Pare che sollecitassero le persone a sottoscrivere il contrat- to, ventilando possibili difficoltà in caso contrario e, comunque, chiedendo in caso di rifiuto di firma- re una dichiarazione di non collaborazione.

Il sin- daco dichiara di non aver incaricato nessuno di sti- pulare contratti. «Qualora si fosse stipulato qualsiasi tipo di accordo - dice Cor- gnati - ne sarebbe co- munque stata data ampia informazione, sia con ap- positi manifesti, che sul giornalino del comune». I vigili urbani sono stati in- caricati di verificare quan- to stava accadendo, ma pare che al momento della segnalazione fossero già stati sottoscritti più di quaranta contratti.

f.c. Il dottor Sainaghi sull’artrite reumatoide: «Ancora da chiarire la causa scatenante» Conferenza conVita Tre: affrontati anche i problemi dell’artrosi Cigliano - E’ una delle poche ma- lattie che può vantare un diminu- tivo, anche se questo non la rende più simpatica: i “reuma”, come spesso vengono chiamati, afflig- gono molte persone, soprattutto anziane. E’ dunque in virtù della popolarità di questa malattia che Vita Tre ha deciso di invitare nella propria sede un esperto in materia: il dottor Paolo Sainaghi, respon- sabile del laboratorio di immuno- reumatologia dell’ospedale di No- vara.

«Seguo i pazienti, ma mi oc- cupo anche di ricerca in collabo- razione con l’Università», ha spie- gato Sainaghi presentandosi.

L’ambito delle malattie reumatiche presenta infatti diverse problema- tiche che ancora attendono di es- sere risolte: «In particolare per quanto riguarda l’artrite reuma- toide, una malattia che si manife- sta anche prima dei 40 anni e con il tempo porta all’invalidità, de- formando progressivamente le ar- ticolazioni colpite. Ciò che dob- biamo chiarire - ha spiegato Sai- naghi - è la causa scatenante: l’infiammazione sembra infatti ma- nifestarsi spontaneamente, senza una ragione particolare. L’organi- smo utilizza i propri meccanismi difensivi contro se stesso, distrug- gendo tessuti sani: per questo mo- tivo l’artrite rientra nelle patologie cosiddette autoimmuni».

All’inter- no di questo vasto ambito, la ma- lattia più diffusa è comunque l’ar- trosi: «Colpisce praticamente tutti, con l’avanzare dell’età perché a differenza dell’artrite ha una causa precisa: il consumo della cartila- gine». «Un uso eccessivo o non corretto dell’articolazione porta al- la scomparsa della cartilagine, che a differenza della pelle e di altri tessuti non si rigenera. Ad ogni movimento dunque le ossa entra- no direttamente in contatto l’una con l’altra, sollecitando i nervi presenti sulla superficie. Da que- sto sfregamento deriva il dolore ti- pico dell’artrosi». Ma cosa si può fare per alleviare i disagi che ne derivano? «Non vi sono farmaci in grado di curare l’artrosi - ha chia- rito Sainaghi - per questo le terapie sono incentrate sull’esercizio fisi- co, che aiuta a rinforzare la massa muscolare: sono ottimi il nuoto e la ginnastica dolce, purché venga compiuta a corpo libero e senza sforzi.

E’ importante anche ridurre quei gesti o quelle pratiche della vita quotidiana che possono au- mentare l’infiammazione, come scendere la scale o aprire i vasetti sigillati. Le iniezioni intrarticolari contribuiscono a lubrificare l’arti- colazione, ma quando infine il mo- vimento appare compromesso è preferibile intervenire chirurgica- mente, sostituendo l’osso con una protesi».

a.ce. Il dottor Paolo Sainaghi ATUTTO SPORT Cigliano (f.c.) - Sabato 16 si terrà, dalle 14 alle 20, la seconda giornata delle ga- re regionali di twirling. Do- menica 17 sarà la volta del concentramento di mini- basket, dalle 9,30 alle 12. Entrambe le manifestazio- ni sono organizzate dal- l’Asd Basket Cigliano.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 24 LIVORNO FERRARIS - BIANZÈ Bianzè - "Bat ai man chi l’è bun rangesi": è questo il titolo del carro costruito dagli Scubidù, che ha conquistato il terzo posto nella seconda categoria a Santhià. Dopo un anno di gruppo a piedi dunque, gli Scubidù sono tornati alla grande,con un carro degno di nota nel quale spiccano personaggi ispirati al personaggio di Batman, a cui si ag- giungono Jocker, l’Enigmista e Catwoman, calati però nella dura realtà che li vede impegnati a svolgere lavori normalissimi:"Ilmessaggiocheabbiamovolutotrasmettere èlegatoalfattoche,comeloro,supereroidell’immaginario collettivo, riescono a combattere di notte ma ad essere normalidigiorno,cosìanchelepersonecomunidovrebbero cercare di non disperare e di aggiustarsi - commentano gli Scubidù - praticamente il carro di quest’anno vuol’essere unplausoacolorochenondemordonoesireinventanoun lavoro"."Seabbiamopotutocostruireuncarrocosìgrande (è lungo 10 metri) lo dobbiamo alla famiglia Eusebietto che ci ha concesso la tettoia e i locali della cascina per la- vorare - aggiungono -ci teniamo molto a ringraziarli".

"Quest’anno sono 19 anni che facciamo carnevale tutti as- siemeesperiamodifarneancoramoltissimi".Giàproiettati nelfuturo,dunque?"Certochesì!Ilprossimoannosaranno 20 anni e renderemo onore a quel traguardo!". an.s.

SCUBIDÙ Livorno Ferraris - Le prime dichiarazioni riguardo le prossime elezioni amministrati- ve vengono rilasciate dall’assessore al Com- mercio e Attività produttive, Piergiorgio Bid- deci (nella foto), che annuncia che si presen- terà come candidato sindaco: “Ho partecipa- to a una riunione dei gruppi che facevano capo a Matteo Capizzi e Franco Sandra in veste di rappresentante del gruppo a cui ap- partengo - dice - che però ha deciso per la non aggregazione, perché crediamo che per riuscire ad amministrare bene bisogna che i componenti della giunta siano coesi e soli- dali e non un insieme di persone unite dalla sola voglia di protagonismo”.

“Se i cittadini ci daranno nuovamente la loro fiducia - aggiunge Biddeci - porteremo a termine i progetti che uno sciagurato destino ci ha negato la possibilità di regalare alla no- stra amata Livorno. Tanti punti del pro- gramma sono stati realizzati - conclude - ma tanti sono in dirittura d’arrivo, come l’accor- pamento dei plessi scolastici, il rifacimento del parco giochi e infine l’apertura della casa di riposo che tanto voleva Marco Michelone”. Elena Furini BIDDECI Candidato “Porterò avanti i progetti di Michelone” Daicampidicalcio allesfilateincostume E’natoilgruppodeiMasnajiun Bianzè - Nato quasi per caso dalla voglia dei ragazzi del CSI Bianzè di divertirsi parteci- pando al carnevale, oltre che di racimolare qualcosa per la squadra, si è formato il gruppo dei "I masnajiun".

In gran parte è for- mato da giocatori della squadra di calcio del paese, ma ci sono anche altri che non ne fan- no parte e altri ancora provenienti da altri paesi, per un totale di 40 persone che hanno contribuito a formare un gruppo a piedi clas- sificatosi sesto alle sfilate di Santhià. "Brut an fasa, bel an piasa" è il detto che ha ispirato i costumi da bebè in fasce, acqui- stati su Internet, e la macchinina, donata da Luca Tonziello e colorata da Jari Gavioli. "Non ci aspettavamo un successo del genere - commenta Tony Bertone, uno dei promotori dell’iniziativa e allenatore del CSI Bianzè - abbiamo anche dovuto chiudere anticipata- mente le iscrizioni perchè i costumi erano pochi.

Siamo contenti che dal nulla si sia creato qualcosa di così bello, anche perchè posso dire che il gruppo è davvero unito". "Come primo anno non possiamo davvero lamentarci - conclude il mister organizzatore - siamo arrivati sesti nella categoria gruppi a piedi, ma va benissimo: l’intento era parteci- pare e divertirci e l’abbiamo fatto!". Spronati da queste prime uscite, i Masnajiun domani si faranno conoscere anche in paese alla sfi- lata notturna e già annunciano che conti- nueranno anche il prossimo anno sulla strada intrapresa.

an.s. FESTA DEI BAMBINI - TRE ORE DI DIVERTIMENTO SENZA INTERRUZIONI Livorno Ferraris - Lunedì 11 febbraio la Pro loco ha organizzato un pomeriggio di festa e divertimento dedi- cato ai bambini. Nonostante la neve scendesse copiosa in molti sono arrivati al boc- ciodromo comunale addob- bato a festa, per trascorrere qualche ora in allegria. E lo staff di animazione della Pro loco e le maschere non hanno deluso i bambini, intrattenendoli con balli, canti e scenette che si sono susseguiti per più di tre ore senza interruzioni, e l’angolo dei trucchi dove era possibile farsi fare sul viso originali e simpatici disegni.

Fatine, principesse, cow boy, teneri cuccioli, Spider- man e altri supereroi si sono divertiti a ridere e scherzare in compagnia di genitori, nonni e amici e il tempo è volato tra un ballo e l’altro e la merenda a base di pane e nutella. La tradizione car- nevalesca livornese ha da sempre dedicato una gior- nata ai bambini, fin dai tem- pi del Grl, quando veniva organizzato il ballo per loro. e.f. “E per chi non è ancora sazio... da noi ricomincia la festa!” CARNEVALE Bianzè - Con la consegna delle chiavi del paese nella sala consi- gliare, è ufficialmente iniziato ieri, giovedì, il 45° carnevale bianzine- se, con Alessio Lomartire e Elena Mezzano a interpretare il Pinutin e la Bela Rusin.

Guidano un nu- meroso seguito, formato da 18 adulti e altrettanti fasuleri e fasu- lat, ragazzi delle medie, e dalle maschere in "miniatura" France- sco Casagrande e Jessica Benet- ti.

Dopo aver ricevuto le chiavi dal sindaco, c’è stata la visita ai bam- bini delle scuole e agli anziani della casa di riposo, dai quali sono anche tornati nel pomeriggio, por- tando allegria e bugie a volontà. Il vivo della manifestazione si raggiungerà però questa sera, ve- nerdì, a partire dalle ore 21,30, quando nel salone dell’oratorio ci sarà il tradizionale passaggio di consegne del cappello e del grem- biule dal Pinutin e dalla Bela Ru- sin 2012 a quelli di quest’anno. Poi, le nostre maschere verranno presentate ai rappresentanti dei vari paesi limitrofi, compresi Bi- ciolano e la Bela Majin.

Ad allietare la serata ci penserà lo s h o w m a n Paolo Drigo. "Il carne- vale è di tut- ti, non man- cate! Vi aspettiamo numerosi, anche per- chè que- st’anno ci sono parec- chie novità che rende- ranno tutto più frizzan- te!": è questo l’invito che lanciano Pro loco e maschere, in vista di questo weekend di festeggiamenti. Le no- vità partono dalla location delle serate si terranno in oratorio da domani, sabato, con il ballo dei bambini alle ore 14,30 e la sfilata notturna prevista per le ore 20, a cui prenderanno parte parecchi carri, tra i quali naturalmente quelli dei gruppi Scubidù e Ma- snajiun che tra l’altro hanno già fatto la loro prima uscita a Santhià lo scorso weekend, ospitando tra loro Pinutin e Bela Rusin.

La sfi- lata terminerà direttamente in oratorio con il gran ballo in ma- schera allietato dall’Allegra dance, che avrà inizio dalle ore 22,30. Il 45° carvè bianzinese terminerà domenica con la fagiolata che at- tende i golosi dalle ore 11,30, e con il pranzo sociale che si terrà sempre nel salone dell’oratorio. Chi fosse interessato a parteci- pare può ancora farlo, contattando l’organizzazione.

Anita Santhià Nelle foto, dall’alto, la visita alle scuole e la consegna delle chiavi da parte del sindaco.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 25 GATTINARA - GHEMME Pannelli fotovoltaici: incontro con gli esperti Gattinara - Tutto sul foto- voltaico: per fare informa- zione e promuovere l’instal- lazione d’impianti che pro- ducano energia pulita, il Comune gattinarese ed il Circolo Legambiente del vercellese, hanno indetto un incontro, dal titolo “In- stallare pannelli fotovoltaici sui tetti, con o senza eter- nit”, che si terrà stasera, venerdì 15, alle ore 21, nel Centro incontri, in corso Cavour 1.

La serata fornirà anche delucidazioni in merito ai costi, alle possibilità di fi- nanziamento ed agli incen- tivi messi a disposizione per favorire la diffusione dei si- stemi energetici rinnovabili, pure in rapporto alle co- perture in amianto. L’appuntamento si inse- risce nell’ambito del pro- getto “Innovazione energe- tica” di Legambiente e Spes consulting; in tale occasio- ne gli interessati potranno anche concordare l’effettua- zione di sopralluoghi gra- tuiti e senza impegno, da parte di Legambiente, per la definizione dell’intervento da compiersi.

s.m. L’assemblea conferma la presidente Zoppis Nebbioli Alto Piemonte: il direttivo Ghemme - Il Consorzio tutela nebbioli Alto Piemonte ha un nuovo consiglio direttivo.

La sua elezione ha avuto luogo nell’ultima assemblea dei soci dell’ente di controllo e promozione enologica con sede a Ghemme, in piazza Castello, a palazzo Gallarati. Alla presidenza è stata confermata ancora Lorella Zoppis, che avrà le redini del consorzio per altri 3 anni, dopo il precedente triennio iniziato nel 2009. Del novello organo consiliare, a fianco di Zoppis, fanno parte: Giorgio Ioppa per il Ghemme, Cinzia Travaglini ed Alessandro Francoli per il Gattinara, Tiziano Mazzoni, Filippo Prolo e Davide Spagnolini per i Colline Novaresi, Carlo Colombera per il Bramaterra, Massimo Clerico per il Lessona, Paride Chiovini per il Sizzano, Sergio Barbaglia per il Boca, Francesca Castaldi per il Fara, Cristiano Garella per il Coste della Sesia; questi i consiglieri per i vini doc e docg a cui gli oltre 60 associati dell’istituzione devono fare riferimento.

La stessa assemblea di cui sopra è stata l’occasione per illustrare le numerose iniziative, circa cento, a cui il Consorzio ha partecipato negli ultimi tre anni, sia in Italia che all’estero. Ad esempio, ha presenziato ad alcune fiere internazionali, tra cui il Vinitaly di Verona, il Bit di Milano ed il Cibus di Parma, ed alle fiere alimentari allestite in Svizzera, Francia, Belgio, Inghilterra e Spagna. Poi, ha organiz- zato delle degustazioni per le guide di L’Espresso e Gambero rosso, che hanno permesso non solo alle grandi aziende ma pure ai piccoli produttori vitivinicoli di farsi conoscere al di fuori del loro territorio.

Il Con- sorzio si è inoltre fatto promotore e organizzatore di al- cune manifestazioni, quali “G & G”, svoltasi a febbraio 2010, e “Nebbiolo grapes”, in ottobre 2011, entrambe sviluppate a Stresa e di respiro internazionale, contri- buendo in questo modo ad accrescere il respiro della produzione dell’Alto Piemonte.

s.m. FESTA DI CARNEVALE NEGLI ASILI NIDO Ghemme - Gattinara (s.m.) - Festa di carnevale anche negli asili nido comunali delle due città del vino. L’appuntamento festivo carnevalesco dedicato ai piccoli iscritti della struttura educativa ghemmese “Rosetta Rossi” di via Rosmini, ha avuto luogo giovedì 7. Il tema dei costumi è stato lasciato alla discrezione dei gen- itori ed ai gusti dei bimbi: per un pomeriggio l’asilo si è popolato di principesse, fatine, animaletti e personaggi dei cartoni animati; tutti hanno cantato e ballato a tempo di musica e giocato con le stelle filanti insieme alle educatrici.

Nell’asilo nido gattinarese di piazza Paolotti il carnevale è stato festeggiato martedì grasso, 12 febbraio, con la classica e molto attesa “merenda di carnevale” .

«QuellodelPapa?Unesempio» DonGivone:Quantiinvecenonlascianoil“cadreghino”... La storia dell’aceto: Ponti ospite al Rotary Gattinara - L’aceto di vino dall’antichità ad oggi e le sue proprietà benefiche sono state il- lustrate da Giacomo Ponti nella serata del Rotary club. L’incontro ha avuto luogo nel ri- storante Il vigneto di piazza Paolotti mercole- dì 13 e vi hanno preso parte i differenti soci dei gruppi rotariani di Orta San Giulio, della Valsesia e di Gattinara, con l’organizzazione di quest’ultimo. Il presidente gattinarese Da- vide Franchi ha presentato Ponti, direttore dell’omonima azienda, a conduzione familia- re, da ben 5 generazioni e con sede nella vici- na Ghemme.

Ponti, per mezzo di slide, ha de- scritto gli utilizzi dell’aceto nelle antiche Gre- cia e Roma, puntualizzando su come il pro- cesso di acetificazione sia rimasto sconosciu- to fino alle soglie della modernità: «Nel Me- dioevo le corporazioni si riunivano segreta- mente di notte per trasformare con dei riti magici il vino in aceto - ha spiegato Ponti - In realtà si tratta di una trasformazione natura- le, che fu capita, solo nel 1800, da Louis Pa- steur, il primo che individuò il microrgani- smo alla base della fermentazione acetica. Poi nel ‘900 s’inizia ad industrializzare la produzione dell’aceto ed in Italia nascono le prime leggi apposite».

Ponti ha poi fatto una rapida carrellata di tutti i tipi di aceto che esistono, anche se, ha detto, quando in Italia si parla di aceto ci si riferisce a quello di vino. «L’aceto balsamico di Modena Igp oggi fattura 350 milioni di euro» ha proseguito Ponti. La seconda parte della trattazione, è stata dedi- cata alla descrizione della ditta Ponti, dalla sua nascita, avvenuta a Sizzano, comune di cui sono originari i Ponti, allo storico trasferi- mento a Ghemme ed all’invenzione di tutta una serie di prodotti innovativi, che hanno fatto la fortuna e l’immagine della famiglia. «Oggi esportiamo in 70 paesi esteri Principal- mente nell’area occidentale; all’estero la pro- duzione enograstronomica italiana viene particolarmente apprezzata - ha affermato l’imprenditore - Noi l’anno scorso abbiamo prodotto 70 milioni di bottiglie d’aceto.

Ab- biamo ideato un nuovo contenitore, non più in vetro ma in pet, che pesa meno, è infrangi- bile e riciclabile».

s.m. Gattinara - Per monsignor Fran- co Givone le dimissioni di papa Benedetto XVI sono un messaggio positivo: «Troppo spesso vediamo che chi prende posto sul “cadre- ghino” dopo non vuole più spo- starsi - spiega il parroco gattina- rese - Il papa lascia perché si è reso conto che non può più por- tare avanti il suo programma». Queste le parole di monsignor Givone, alla guida della parroc- chia San Pietro, a pochi giorni dall’annuncio del capo della chie- sa cattolica di dimettersi dal suo ruolo di vescovo di Roma, assunto 8 anni fa. «Appena ho saputo la notizia sono rimasto sconcertato, un po’ come mi capita spesso con tutto quello che sento - af- ferma monsignor Givone - Non è mai successo, in tempi moderni, che un papa si dimettesse ed ho avuto l’impressione che mi ve- nisse a mancare una guida.

Ma poi ho riflettuto e mi sono do- mandato perché il papà abbia deciso di lasciare. Ed ho capito: si è reso conto che vorrebbe por- tare avanti ancora tante iniziative ed attività ma non ce la fa più. Quest’anno sarebbe dovuto an- dare in Brasile per la Giornata mondiale della gioventù ma già durante il suo ultimo viaggio nell’America latina, è stato rive- lato adesso dai cardinali, si è sentito male. È vero che è al ser- vizio della chiesa ma si tratta di un impegno sia intellettuale che fisico e lui da buon tedesco, prag- matico, ha capito di non essere più in grado, per il suo stato di salute e per la sua età, ha 86 an- ni, di riuscire a condurre ancora il suo mandato come vorrebbe.

Il Pontefice è una guida che deve avere le mani sul “volante” ed avere la forza di stringerlo. Lui ha capito che questa forza gli mancava - prosegue il parroco - Qualcuno dice che ha fatto male a dimettersi ma secondo me ha fatto bene, la sua è una logica molto bella e positiva, da cogliere. Dopo la decisione il Papa è ancora più da rispettare di prima perché non è mia intenzione fare pole- miche ma troppe volte vediamo persone che, una volta che hanno preso posto, non vogliono più al- zarsi; troppo comodo». s.m.

Elezioni: i candidati del Pd si presentano Gattinara (s.m.) - In vista delle elezioni politiche nazionali, un incontro di presentazione dei candi- dati del Partito democratico, si terrà stasera, ve- nerdì 15, alle ore 21, nella sede dell’associazione culturale Cardinale Mercurino, nell’omonima via. Ad introdurre l’appuntamento sarà Laura Filiberti, segretaria cittadina del Pd, che presenterà i diffe- renti aspiranti alla Camera dei deputati ed al Se- nato della repubblica. Si tratta di Luigi Bobba, Anna Urban, Chiara Barone e Nicoletta Favero. Monsignor Franco Givone «Oro, argento e pure bronzo: i ragazzi non ci hanno deluso» TAEKWONDO Gattinara - Cresce la presenza gattinarese e di rappresentanti del palazzetto dello sport all’in- terno del Centro sportivo educa- tivo nazionale ed aumentano an- che le vittorie degli atleti dell’as- sociazione taekwondo, che hanno conquistato l’oro, l’argento e pure il bronzo al “Golden young cup”.

La competizione interregionale ha avuto luogo a Biella, domenica 10, e vi hanno preso parte tutte le differenti e numerose formazioni, che praticano la disciplina mar- ziale, piemontesi, lombarde e li- guri. Anche i ragazzi della scuola gattinarese di taekwondo, gestita da Franco Barattino, si sono recati nel capoluogo biellese per la gara di combattimento per le giovani promesse del taekwondo. «Gli oltre 250 atleti iscritti si sono affrontati su 4 quadrati davanti ad un pub- blico che riempiva completamente gli spalti - ha illustrato Paolo Fo- scolo dell’associazione sportiva gattinarese - I nostri ragazzi non hanno deluso le aspettative».

Ben 3 atleti gattinaresi si sono aggiu- dicati la medaglia d’oro; si tratta di Giuseppe Pilotta, Andrea Cre- scenzio e di Alba Pilotta. 4 giova- nissimi hanno conquistato l’ar- gento: Marco Gibellino, Nicole Pavani, Luca Monferrino e Claudio Gioè. Medaglia di bronzo invece per Matteo Coscia e Matteo Mon- ferrino. «Importante esperienza anche per Emanuele Barattino - ha aggiunto Foscolo - che a soli 9 anni ha gareggiato con atleti di 11 - 12 anni, piazzandosi al quinto posto e dimostrando una grande volontà e determinazione». s.m.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 26 VERCELLESE TRAGEDIA Sabato i funerali di Andrea Lancini morto a 19 anni «Signorenonprendermeloadesso» Lamamma:Continuavoaripetermelomentreguidavo Maria Paola Di Rovasenda è la proprietaria della cascina Teglio, a Rovasenda, dove è accaduta la tragedia: Andrea è caduto a terra da una buco nel tetto, probabilmente battendo la nuca e morendo sul colpo. La si- gnora Di Rovasenda ha inviato una lettera a papà e mamma Lancini dedicata ad An- drea, pubblicata qui di seguito. Sei passato pochi mesi nella cascina Te- glio... una ventata di giovinezza, entusia- smo e vitalità.

Sei passato pochi mesi, puntuale e mattiniero, la tua macchina davanti alla porta dell’officina, testimone della tua presenza operosa. Pochi mesi soltanto, grande lavoratore, e la cascina ha cambiato aspetto, sembra rinata: puli- ta e ordinata come da anni ormai non av- veniva. In pochi mesi soltanto, la tua di- sponibilità ci ha conquistato, con quanta gentilezza, due ore prima di andartene, hai sostituito lo specchietto della mia macchina. Pochi mesi di lavoro, ma la ca- pacità e la voglia di programmare un futu- ro, far funzionare un’azienda, a favore di chi vi lavora, ed a favore dei poveri nel mondo.

E già ci parlavi di andare in Africa... “a lavorare però, mica a fare le ferie...”. Una domanda ci attanaglia la mente: potevamo evitare l’incidente? La nostra mente, le nostre mani, i nostri occhi, sono imperfetti e limitati, ed è con il nostro essere imperfetto e limitato che ab- biamo agito, come meglio sapevamo, per indirizzare e proteggere la tua giovane vi- ta. Ora che puoi leggere nei nostri cuori lo sai bene, per un figlio, un nipote, un fra- tello, non avremmo agito diverso. Ci man- chi tanto Andrea, ma voglio vedere la tua caduta come un volo verso la Beatitudine del Paradiso. Giovane amico gentile, forte ed entusiasta...

grazie di essere stato con noi , proteggici da Lassù... e arrivederci al giorno in cui, oltre la morte ci ritroveremo, nell’infinito Mondo dell’Amore! Buronzo - La morte di Andrea Lancini, 19 anni ha suscitato un profondo cordoglio che va ben oltre i paesi di Buronzo, dove An- drea viveva, e di Rovasenda, dove è avvenuta la disgrazia. La cascina dei Lancini è lungo la strada che da Buronzo va a Rovasenda; è tutta pulita, ordinata, con gli at- trezzi agricoli al riparo, l’impres- sione è quella di una azienda effi- ciente. Incontriamo i genitori di Andrea e il fratello maggiore Marco nella loro cucina alla cascina Ines Bice.

La mamma, Laura Giacomini racconta: «Quel mattino di venerdì ero al telefono con la mia amica Francesca, la moglie di Pier Carlo Tosone di Albano; appena ho mes- so giù la cornetta, il telefono ha suonato... Sentivo gente che urla- va e una donna che parlava ma non si capiva bene, me lo sono fatto ripetere, era Maria Paola Di Rovasenda la titolare dell’azienda agricola alla cascina Teglio di Ro- vasenda: “E’ successa una disgra- zia, suo figlio è caduto” mi diceva. Ho telefonato a mio marito che era ad Albano proprio dai Tosone e sono andata alla Teglio, per strada andavo velocissima e den- tro di me ripetevo “Signore non prendermelo adesso”.

Arrivata alla Teglio ho chiamato “Andrea, An- drea, dove sei”, le persone presenti mi hanno fatto solo segno, senza parlare, Andrea era sul pavimento con la nuca in una pozza di san- gue». Renato Lancini dopo la tele- fonata della moglie è partito subito da Albano con il figlio maggiore Marco: «Con il cuore in gola - rac- conta papà Renato - Mentre an- davamo a Rovasenda mi ha tele- fonato Silvano Rubinetto che era alla Teglio, Silvano mi diceva di andare là subito, ma io sentivo le urla di mia moglie e ho capito che non avrei più rivisto Andrea». Andrea Lancini organizzava tut- to il lavoro.

Il fratello Marco ci mostra la sua agenda, dove aveva segnato tutto ciò che aveva fatto, fino al giorno prima: «Anche nella nostra azienda era così - racconta ancora il papà - lui programmava sempre tutto: al mattino sul lavoro arrivava sempre un quarto d’ora prima e sapeva già cosa fare; in pochi mesi aveva fatto l’inventario del parco macchine e ordinato de- gli attrezzi nuovi, era entusiasta di questo suo lavoro, trovato su- bito dopo il diploma di perito agra- rio».

In questi casi gli amici sono di grande aiuto; è ancora Renato a raccontare: «Emanuele Goio di Rovasenda ha 4 figli, ma tutti i giorni viene qui a darci una mano e va via alla sera tardi; suo figlio Edoardo (Dodo) è coetaneo di An- drea, io li chiamavo gli avvocati, sempre pronti a difendere gli altri compagni di scuola... Andrea sa- peva sempre organizzare ogni co- sa, lo scorso anno aveva fatto il coscritto a Buronzo: i conti li te- neva tutti lui, i permessi li aveva fatti lui. E per sabato scorso aveva già programmato di fare una cena qui sotto con i suoi coscritti e poi andare al Tre Merli a fare festa in maschera con i coscritti di que- st’anno».

Sulla dinamica dell’incidente le indagini sono in corso. Dice a questo proposito Renato Lancini: «Nel sottotetto ho visto un’asse spessa 4 centimetri, su cui si po- teva camminare in sicurezza; forse la scala che saliva al tetto è scivo- lata, non lo so». Domenica scorsa la partita della Pro Roasio contro l’Occhieppese è stata rinviata, per rispetto a questa tragedia, Andrea infatti era portiere della Pro Roa- sio. Marco il fratello di Andrea, è anche lui portiere, nel Cossato, come lo è stato papà Renato: «Do- menica all’entrata in campo - rac- conta Marco - tutti i giocatori hanno indossato la maglia con su scritto “Lancio siamo tutti con te” e prima della partita c’è stato un minuto di silenzio in ricordo di Andrea».

I funerali del giovane si svolgeranno domani, sabato 16 febbraio, alle 15, partendo dalla chiesa parrocchiale di Buronzo; il rosario sarà celebrato oggi, ve- nerdì, alle 18, sempre in parroc- chiale.

Pier Emilio Calliera LETTERA AD ANDREA “Hai portato una ventata di giovinezza” Cascina Ines Bice, a Buronzo, dove viveva Andrea Lancini, morto a 19 anni Oldenico - «Manca l’attenzione verso la gente». La protesta arriva dalla minoranza comunale di Oldenico. Che spiega: «Un esempio? E’ dall’inizio della brutta stagione che la gen- te ci segnala che all’ambulatorio medico fa freddo. E a ra- gione: perché la temperatura che abbiamo riscontrato in quei locali è di 13 gradi. Passi per la sala d’aspetto, ma farsi visitare nel gelo, magari pure un po’ malati, è impensabile» affermano Antonio Puliserti e Anita Reda a nome della mi- noranza.

I locali dell’ambulatorio sono messi a disposizione dal Co- mune: «Le spese di riscaldamento sono pagate dai medici, ma è proprio il sistema che non funziona, il Comune do- vrebbe aggiungere degli elementi, magari dei termoconvet- tori» suggeriscono. Che faccia freddo, comunque, lo dimo- stra il fatto che chi può va negli ambulatori dei paesi vicini a farsi visitare. «Ho personalmente informato il Comune della situazione - sottolinea Reda, che, tra l’altro, utilizza i locali per il servizio iniezioni - Mi è stato risposto che erano già state ricevute segnalazioni del problema, e che sarebbe- ro stati presi provvedimenti al più presto».

Ma il fatto che la gente - soprattutto anziani - debba farsi visitare al freddo non va giù alla minoranza: «Dimostra la scarsa attenzione che c’è nei confronti degli oldenichesi. Al- tro esempio, mercoledì della scorsa settimana: si è rotta una pompa e il paese è rimasto senz’acqua dal mattino fino a sera. Niente avvisi alla popolazione, e questo ci sta: ma vi- sto che si tratta soprattutto di persone anziane non sarebbe stato male pensare di distribuire buste d’acqua, no?» con- cludono Puliserti e Reda.

p.a. FESTE DI CARNEVALE PER I PIU’ PICCINI Lenta - Arborio (s.r.) - Costumini colorati, per viaggiare con la fantasia nel regno delle fatine, dei supereroi, di Zorro, tutti rigorosamente mascherati come vuole la tradizione carnevalesca: e questo appuntamento non è stato dimenticato dagli alunni e dalle maestre delle scuole per l’infanzia di Ar- borio e di Lenta. Per rendere ancor più accoglienti gli edifici che ospitano le scolaresche, sono stati appesi a muri e fi- nestre, disegnini carini fatti dai piccoli e tutto questo in attesa che arrivasse il momento di festeggiare. Coriandoli e stelle filanti dappertutto per un felice carnevale, fatto di poesie, di canti e di buona merenda con i dolci del mo- mento, gustati insieme a coca cola e aranciata.

POLENTA E SARACA: INIZIA LA QUARESIMA Arborio (s.r.) – Dietro le transenne che delimitavano l’area dei pentoloni, una fila composta di cuffie indossate dai bambini della scuola per l’infanzia di Arborio, osservava con curiosità i volontari del gruppo Alpini che rimestavano all’interno dei paioli la polenta per la saraca. Fin dalla prima mattina le penne nere si sono trovate in piazza Santa Maria per rinnovare, mercoledì delle Ceneri, il rito penitenziale di antica memoria: dopo le feste di carnevale, si passa alla penitenza quaresimale in attesa della Pasqua. La polenta è stata benedetta da don Eusebio Costanzo tra gli applausi della gente in coda; tra gli ospiti, a sorpresa, l’onorevole Gianluca Buonanno.

Antonio Puliserti e Anita Re- da, della minoranza di Oldeni- co L’ambulatorio è gelido: impensabile farsi visitare «Poca attenzione per la gente»

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 27 LOMELLINA: ROBBIO E DINTORNI LA PLAVAN A BOLOGNA Robbio (sa.ba.) - Trasferta bolognese per la Plavan Robbio domenica nel campionato re- gionale unico dell’Emilia Romagna di calcio a 5 femminile. Le robbiesi andranno in casa della Mader di Bologna. Si giocherà domenica alle 18 nel centro sportivo “Corticelli” . E’ la sesta giornata d’andata. Le robbiesi del tecnico Massimo Arisio hanno 9 punti: 3 vittorie, una sconfitta ed hanno già fatto il turno di riposo. I play off sono quindi alla portata per le rosanero. GLI AIRONI SOGNANO LE 20VITTORIE Robbio (sa.ba.) - La capolista del campionato di serie D lombarda girone D, la Fluidotecnica Aironi Robbio, torna in campo questa sera (venerdì) alle 21,15 al Cantone per la quarta di ritorno.

I robbiesi di Sguazzotti ospiteranno l’Ardens Sedriano. Gli Aironi dominano, da neopromossi, il campionato a punteggio pieno. 18 partite giocate ed altrettante vitto- rie. Ora la dirigenza guidata da GiordanoAn- dreello sogna di arrivare a 20 vittorie di fila. LEGA NORD: CALCETTO ELETTORALE Robbio - Calcetto pre elettorale organizzato dalla Lega Nord rappresentata in consiglio co- munale dal consigliere Orieto David. I leghisti terranno una partita di calcetto lunedì 18 feb- braio, alle 21, al palasport Cantone. Interverrà il parlamentare diValle Lomellina Marco Mag- gioni nell’ambito della campagna elettorale per le elezioni politiche per il rinnovo del par- lamento e regionali lombarde per la nomina del nuovo governatore del 24 e 25 febbraio.

Siinstallanuovosemaforo Fra via Mortara e via Papa Giovanni Paolo II PALLACANESTRO ROBBIO Palasport Cantone: gestione confermata per tutto il 2013 Robbio - Fino alle fine del 2013 la società sportiva di basket “Aironi Pallacanestro Robbio” gestirà il palasport Gino Can- tone di viale Artigianato. La compagine presieduta da Gior- dano Andrello riceverà ogni mese un contributo di 800 euro dal Comune (200 nei mesi di luglio e agosto) per la gestione della struttura. Rispetto al 2012 il contributo mensile, ec- cezion fatta per quello dei mesi estivi, è aumentato di 150 euro. Gli Aironi Robbio avevano ottenuto la concessione del palasport in via sperimentale già nel 2011.

Ora la giunta guidata da Marcelo Gasperini ha deciso di rinnovare. Alla base di questa scelta da parte dell’amministrazione comunale c’è il riscontro positivo avuto dalla gestione del palasport da parte degli Aironi. La società sportiva avrà l’obbligo di cu- stodia, guardianeria dell’impianto e delle sue pertinenze, pulizia ordinaria, gestione del riscaldamento e dell’impianto elettrico. La società di basket potrà anche eseguire piccoli lavori di miglioramento alla struttura. Inoltre gli Aironi ge- stiranno anche l’assegnazione delle ore d’utilizzo della pale- stra, inaugurata nel 2008 e costata circa 1 milione di euro, ad altri soggetti sportivi.

La decisione dell’amministrazione di affidare il palasport in gestione privata era stata presa a fine 2010. A motivarla sono i costi elevati che la struttura fa ricadere sulle casse comunali: tra il palasport e il vicino centro sportivo ogni anno escono 90mila euro e ne entrano solo 10mila.

sa.ba. Dissuasori e paletti: viabilità modificata Robbio - Cambia la viabilità in via Magen- ta, all’angolo con via Cernaia. In arrivo 4 paletti e 6 dissuasori di sosta. La polizia lo- cale, in base alle ri- chieste di migliora- mento della viabilità presentate dall’ammi- nistratore condomi- niale del complesso “Magenta”, ha disposto queste novità. Quindi all’angolo tra via Ma- genta e via Cernaia ve- ranno posizionati i nuovi paletti e i panet- toni che impediranno la sosta. Lo scopo è quello di evitare che le auto parcheggino da- vanti agli ingressi car- rai e pedonali del con- dominio. Inoltre verrà lasciato spazio intorno anche all’attraversa- mento pedonale di via Cernaia, che si trova di fronte al lato corto del condominio.

Inoltre il Comune traccerà an- che la nuova segnale- tica orizzontale nel- l’area. L’amministra- zione del Magenta avrà il compito di mante- nere posizionati e ben visibili i dissuasori di sosta e i paletti. I ri- corsi alla decisione so- no ammessi entro 60 giorni al ministero dei Trasporti o al Tar Lom- bardia.

sa.ba. Incidente stradale con due feriti Robbio - Incidente stradale giovedì, nel primo pomeriggio, in via Rosasco. In prossimità dell’incrocio con la circonval- lazione si sono urtate due auto. Non ci sono feriti gravi. Ad essere coinvolte nell’urto sono state una Ford Focus fami- gliare e una Renault Twingo. La piccola Renault ha urtato sulla parte anteriore del cofano, dal lato guida, la Focus. Un impatto che, alla luce dei danni, è fortunatamente avvenuto a bassa velocità. Il tutto è accaduto poco dopo le 14,30 di ieri mattina. Sono intervenuti i vigili urbani. Gli agenti rob- biesi hanno effettuato i rilievi del caso per accertare la re- sponsabilità e la dinamica dell’incidente.

Inoltre sul posto il 118 ha inviato una squadra dei soccorritori volontari della Croce Azzurra di Robbio. I volontari di via Mortara hanno caricato i due feriti, che erano i due autisti delle macchine incidentate, in ambulanza. Entrambi hanno riportato solo ferite lievi, tanto che il codice d’emergenza è immediatamente rientrato dal giallo, secondo di tre gradi di emergenza, al verde, che è il grado minimo d’emergenza. I vigili urbani chiariranno le responsabilità dell’incidente. sa.ba. VERCELLESE - NOVARESE Robbio - C’è l’ipotesi di un semaforo in via Mortara, stra- da di penetrazione urbana che da accesso all’abitato.

Po- trebbe essere installato all’al- tezza con l’incrocio con via Papa Giovanni Paolo II. At- tualmente questa strada sbarrata a metà da panettoni in cemento e quindi intransi- tabile ai veicoli, se non par- zialmente. Infatti questa via è di pertinenza della lottizza- zione edile intrapresa dai pri- vati che sta interessando la zona. Però presto potrebbe riaprire con un aumento del traffico veicolare nell’area. In- fatti via Giovanni Paolo II è il proseguimento naturale del- l’asse di scorrimento di via del Riso e viale dell’Artigiana- to, che taglia trasversalmente la zona nord est di Robbio.

Una sua eventuale apertura, per cui l’amministrazione co- munale ha già attivato i vigili urbani negli scorsi mesi, por- terebbe un aumento consi- derevole di traffico in quel- l’area. Infatti via Giovanni Paolo II collegherebbe anche la zona dell’ipermercato Iper- dì, un’area molto trafficata. Insomma l’aumento di traffico all’incrocio con via Mortara, altra strada molto trafficata, è una previsione quanto mai realistica. Per questo la polizia locale guidata da Francesco Dal Moro ha già realizzato un sopralluogo. Nella relazione, che è già in mano all’ammini- strazione comunale guidata dal sindaco Marcelo Gasperini e dall’assessore ai lavori pub- blici Flavio Barbon, si eviden- zia la necessità di installare un impianto semaforico in quell’area.

Il suo scopo sa- rebbe quello di ridurre la pro- babilità di incidenti. E di tam- ponamenti, anche con la stra- da parzialmente aperta, se ne sono già verificati nel corso degli ultimi mesi. Ora ci sono due punti da chiarire. Il primo è quello della riapertura della strada, che è legata alla lot- tizzazione privata e che deve essere terminata totalmente prima che la strada possa es- sere riaperta, l’altro è la pos- sibilità finanziaria del Comu- ne di installare eventualmente il nuovo semaforo.

Sandro Barberis Francesco Dal Moro UN OROLOGIO PER RICORDARE IL PAPA Robbio - Nella sua collana di gagdet sacri Simone Accardo ne ha aggiunto uno par- ticolare, visto il momento. Si tratta di un orologio da taschino con l’effige di Papa Benedetto XVI, che di recente ha rasse- gnato le sue storiche dimissioni dal ruolo di Pontefice della Chiesa Cattolica. «Ho già avuto un boom di richieste, circa un’ottantina, per quest’orologio - spiega Accardo, barbiere nella vita e che da anni si è specializzato anche nella creazione di prodotti legati alla religione come biscotti ed orologi per l’appunto - molti sacerdoti hanno voluto questo ri- cordo del Papa che si dimetterà a fine me- se».

Simone Accardo ha un anche un altro obiettivo: «Ne spedirò due in Vaticano. Uno per Benedetto XVI e l’altro per il nostro ex vescovo ed ora cardinale Tarcisio Bertone», aggiunge Simone Accardo. sa.ba. MASCHERE Con Bacan e Bacanota anche Bicciolano e Bela Majin Una grande festa alla scuola dell’infanzia Caresanablot - Tutti presenti alunni e insegnanti della scuola per l’infanzia in occa- sione della festa di carnevale, organizzata con Bicciolano e Bela Majin, Bacan e Bacano- ta e tutto il seguito. Divertiti i bambini vestiti in maschera per l’occasione. Accolto il cor- teo con la recita di una poe- sia, seguiti da canti e balletti.

Il pomeriggio di festa si è concluso con una gustosa merenda a base di dolci car- nevaleschi. Tutti i bambini hanno poi atteso l’arrivo dei genitori allegri e contenti per la bella giornata e con tanta voglia di raccontare. s.r.

San Nazzaro Sesia – I piccoli centri offrono grandi sorprese. Nel caso di San Nazzaro, noto per l’abbazia benedetti- na, non ci si può che sor- prendere per la ricchezza dell’archivio comunale, dal 2002 seguito e curato da Mauro Caneparo, scrittore pluripremiato. Nel 2002 l’ex sindaco Mauro Crivelli chiese a Caneparo di mettere in or- dine le 4 stanze in municipio ricolme di documenti antichi. Caneparo in tre anni ha letto ogni singolo documento e ha iniziato a creare un inventario per la consultazione. Ne è na- to ad esempio il Fondo Isnard, che racconta le vicende di questi nobili possidenti fran- cesi stabilitisi nelle terre di San Nazzaro a partire dalla dominazione napoleonica.

La prima tesi di laurea sul paese è nata dalla consultazione e dallo studio di queste carte ed è confluita in un testo cu- rato da Silvano Crepaldi, oggi il responsabile della bibliote- ca. Il documento più antico conservato nell’archivio risale al 1644 e tratta di una richie- sta di pagamento in oro an- cora in quello che era il Du- cato di Milano. Dal 1814 l’ar- chivio racconta la vita del ter- ritorio: sono conservati docu- menti relativi alla storia, alla contabilità, alla scuola e al catasto. Ci sono persino le gazzette ufficiali dal 1833 e i fogli delle elezioni dal 1848. Un mondo di memorie, oggi consultabile scrivendo a san.nazzaro.sesia@ruparpie- monte.it o telefonando allo 0321-834131.

ema.fo. Nell’archivio comunale un “mondo” di memorie La banda di Santa Cecilia ha rallegrato gli anziani Villata - Come si dice: se Maometto non va alla mon- tagna, la montagna va a Mao- metto. Così è stato per gli anziani della residenza di via Veneto di Villata, quando la banda musicale di Santa Ce- cilia ha portato il carnevale anche tra loro.

Qualche canzone popolare, è bastata agli anziani per sorridere un po’, e cantare a ritmo. Grazie anche alle ma- schere del paese, che al cen- tro della sala hanno ballato per i loro vecchietti. Erano presenti anche il sindaco Franco Bullano e il suo vice, passati per un sa- luto e un ringraziamento alla Banda. I musicisti hanno poi aperto la sfilata di carnevale, prima che iniziassero le can- zoni dei carri, a mo’ di ri- chiamo per tutta la cittadi- nanza. Per i musicisti villatesi è poi venuto tempo di divertir- si: era dalla mattina che sta- vano in piedi per preparare la fagiolata del paese, che ha riscosso il solito gradito suc- cesso.

ro.bo.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 28 CRESCENTINO - FONTANETTO PO - SALUGGIA STORIA DEL PARTIGIANO RAF Crescentino - La storia del partigiano Raf.Lunedì 18 febbraio alle 15, al Centro Sociale Lidia Fontana, verrà presentato il video sulla vita di DelioVerna.“Raf” ,questo il suo nome di battaglia, era un giovane diVerolengo che fece una scelta coraggiosa, lottando per la libertà dell’Italia nei tragici anni di guerra. Sara Daniele, insegnante e nipote di Verna e Piero Cappone, presidente Anpi e amico di Raf, racconteranno la storia del partigiano a cuiVerolengo ha dedicato una via.

PARCHEGGIO PERTAXI Crescentino (s.c.) - E’ stato istituito in corso Roma,adiacente piazza Caretto,un parcheggio riservato ai taxi. Non essendo tuttavia attivo il servizio nel comune,la piazzola potrà essere utilizzata dai veicoli per il noleggio da rimessa con conducente. Chi avesse necessità può richiedere telefonicamente il servizio. Attual- mente i titolari della autorizzazioni sono:Luca Verdi 347.8144234, Nicola Altieri 333.1893307 e Massimiliano Di Maria 345.5046458. COLLETTA PER CANI E GATTI Crescentino (s.c.) - L’associazione Diamoci la zampa organizza per sabato 16 febbraio una giornata di raccolta di cibo per gli ospiti del canile Balto e per i gatti randagi del territorio.

All’interno del supermercato Conad di via Giotto verranno posizionati appositi carrelli.E’ possibile donare scatolette, crocchette per cani e gatti, riso soffiato e biscotti. Sono ben accetti anche prodotti per la pulizia quali candeggina e Liso- form. Referente della raccoltaAnna Crosara. ADOTTA UNA COMPAGNIA AlgruppodiMongiano lagestionedelViotti finoadicembre2016 Fontanetto Po - Il teatro Viotti di corso Montano, inaugurato nel mese di ot- tobre del 2010, rinasce “adottando una compa- gnia”. Al fine di illustrare questo nuovo progetto, sa- bato 16 alle ore 10,30, nel teatro sarà presentata a cu- ra del Comune di Fon- tanetto Po e della Fondazione Pie- monte dal Vivo, sostenuta dalla Regione Pie- monte, una conferenza stampa.

Oltre al sindaco Ric- cardo Vallino (fo- to), prenderanno parte alla presenta- zione il presidente della Fondazione Pietro Ragione- ri e il fontanettese Giovanni Mongiano, regista, attore, imprenditore teatrale, non- ché presidente della com- pagnia “TeatroLieve”, ovve- ro la compagnia “adottata”. A quest’ultima sarà affidato in gestione, fino al 31 di- cembre 2016, l’elegante stabile di corso Montano. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, ha coinvolto dieci Co- muni piemontesi dotati di un teatro funzionante e uniti dall’intento di pro- muovere e valorizzare la cultura.

Nasce così un cir- cuito teatrale del Piemonte, dove le dieci botteghe, ruo- tando, andranno a compor- re una stagione nelle città aderenti al progetto. «Fonta- netto Po, unico Comune della provincia ver- cellese - sotto- linea Vallino - trova posto al pari di città quali Torino, Alessandria, Or- bassano, Ceva, Avi- gliana, Cavallermag- giore, Candiolo, Valperga e San Maurizio d’Opaglio. Con questa opportunità, l’amministrazione comuna- le si sta avviando all’obietti- vo prefissato di fare dell’au- ditorium il polo culturale, musicale e teatrale della nostra zona. La competen- za, l’esperienza e la profes- sionalità di Mongiano com- pleteranno il cammino».

mpc - 250 CHILI DI FAGIOLI Crescentino (lo.be.) - Gran- de successo per la fagiolata alla frazione Campagna. Gente in fila dalle 10,30 per portare a casa i fagioli del martedì grasso. Piero Asber- to, vicepresidente del circolo Mauro Greco, ha capitanato una dozzina di volenterosi cuochi che, tra un panino e un bicchiere di vino, hanno cucinato 250 chili di fagioli, 170 di salamini e 110 di co- tiche. I fagioli sono stati di- stribuiti dopo la benedizione dei paioli, mentre all’interno del circolo si apparecchiava il tavolo per il pranzo, altro momento di festa per gli abitanti della frazione che hanno lavorato per la riu- scita della fagiolata.

Assistenti bagnanti: corso in piscina Riunione informativa il 27 febbraio Crescentino - La Federa- zione Italiana Nuoto orga- nizza un corso per assisten- ti bagnanti alla piscina co- munale di Crescentino. Partirà nel mese di marzo con una riunione informati- va che si terrà mercoledì 27 febbraio alle ore 19,30, sempre in piscina. Durante la riunione verranno illu- strati tutti i dettagli del cor- so e verrà effettuata la pro- va pratica per l’ammissione (occorre, quindi, portare al- la riunione l’indispensabile per l’ingresso in acqua). So- no previste una serie di le- zioni teoriche e altre prati- che utili ad apprendere le tecniche di salvataggio.

Al termine del corso sarà ne- cessario sostenere un esa- me teorico pratico. Tutti co- loro che sono già in posses- so del brevetto per piscine e vogliono ampliarlo anche per mare possono lasciare i nominativi alla segreteria della piscina. Il corso sarà organizzato dal fiduciario provinciale di Vercelli Attilio Marchesi, in collaborazione con i volontari Opsa della Croce rossa. Per partecipa- re occorre: un’età compresa tra i 16 e i 65 anni (i 16 anni devono essere necessaria- mente compiuti prima del giorno della riunione); non aver riportato condanne pe- nali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori a un an- no, ovvero a pene che com- portino l’interdizione dai pubblici uffici superiori ad un anno; non aver riporta- to, salvo riabilitazione, squalifiche o inibizioni sportive complessivamente non superiori a un anno da parte delle Federazioni Sportive Nazionali, del Coni o di organismi internazio- nali riconosciuti; avere buo- ne capacità natatorie, da verificare attraverso la pro- va di ammissione.

Per infor- mazioni e iscrizioni rivol- gersi direttamente alla se- greteria della piscina comu- nale di Crescentino al nu- mero 0161.841748.

CALDAIE ACCESE ALL’ALBA AL CIRCOLO «LA DORETTA» Crescentino (lo.be.) - Grande fagiolata Galli - Cascinotti. Il circolo “La Doretta” rinnova il direttivo e organizza la seconda edizione della fagiolata. Il nuovo presidente Paolo Laio, il vice Pietro Botto e il segretario An- tonio Desogus invitano la popolazione a partecipare all’ultimo appuntamento con il carnevale. Domenica 17 il comitato accen- derà le caldaie all’alba per distribuire i fagioli alle 11. L ’appuntamento è al circolo “La Do- retta” , nella piazza vicino alla chiesa dei Galli. Spiega Desogus: «Il nostro prossimo impegno sarà quello di risistemare il circolo che, con le sue salette, il bar e il campo da bocce, rappresenta un punto di aggrega- zione per la frazione».

LAMPORO E ora si pensa alla festa patronale in piazza Deva Successo per il Comitato dei Baldi Lamporo - Grande successo e adesione, da parte non solo dei lamporesi, ma anche di molte persone dei paesi limi- trofi, per la fagiolata di car- nevale organizzata dal Comi- tato dei Baldi, sabato in pae- se. Il gruppo ha lavorato sino a tarda notte del venerdì per i preparativi e, già al mattino dalle 4 e mezza, erano tutti vicino alle caudere, in piazza Deva per la cottura. Intorno alle 11, diverse le persone in attesa della distribuzione, av- venuta intorno alle 11,30, do- po la consueta benedizione da parte del parroco don Ed- ward Swiatoski, il quale ha scherzato: «Attenzione, vi ri- cordo che i preti sono duri da digerire».

E ancora. «Non pos- so mangiare i previ, farei can- nibalismo!». Una lunga coda, anche diversi bambini ma- scherati e qualche coriandolo, per assaporare i primi fagioli, previ e salamini, cucinati dai Baldi. Un buon profumo nel- l’aria e ottimo sapore all’as- saggio. Ora i Baldi si prepa- rano a organizzare la festa patronale che si terrà nel me- se di giugno: «Quest’anno prenderemo la cucina mobile e faremo noi da mangiare - racconta Cristina Oletto - la festa si terrà ancora qui, nella piazza Deva, perché è bella spaziosa». Prepariamoci dun- que a nuove sorprese!

f.pego. PRELIEVI Fontanetto Po - Il primo appuntamen- to del 2013 per i do- natori di sangue fon- tanettesi è fissato per domenica 17 febbraio. I prelievi sa- ranno effettuati nella sede di viaViotti dalle ore 8,30 alle ore 11. Il presidente della lo- cale Fidas,Anna Ma- ria Crosara, si appella alla sensibilità di tutti gli iscritti, ma spera anche sull’adesione di nuovi donatori. Il parco giochi sarà intitolato a Di Matteo Saluggia - Durante la se- duta di giunta comunale del 31 gennaio, l’assessore alle politiche sociali Ade- langela Demaria ha illu- strato l’intenzione dell’am- ministrazione di intitolare il parco giochi di via Ponte Rocca a Giuseppe Di Mat- teo, vittima innocente della mafia.

Con una delibera di giun- ta dell’11 ottobre 2012 era già stato recepito il patto “Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, già sottoscritto in data 24 aprile 2012 dal sindaco Barberis (allora ancora can- didato a sindaco). Nel patto veniva richiesto al sindaco di celebrare il 21 marzo la giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e di adottare tutti gli inter- venti atti a promuovere l’educazione e la sensibiliz- zazione in materia di legali- tà.

Nella giunta del 31 gen- naio l’amministrazione ha deliberato di demandare al responsabile dell’area ma- nutenzione l’incarico di ap- porre una targa al parco giochi.

Contestualmente, il parco giochi verrà inaugu- rato il 21 marzo con il coin- volgimento delle scuole del territorio e la partecipazione dell’associazione Libera. s.c. Coriandoli, cioccolata calda e pure... farina e uova sode Verrua Savoia - I ragazzi dell’ora- torio si sono ri- trovati tra gio- chi, coriandoli e cioccolata calda. Domenica è sta- to un pomeriggio molto divertente con Peter Pan e il secchio pieno di riso farina, formaggio, uova e ceci in cui si doveva trovare la chiave, con le uova da spaccare in testa sperando di trovare quella soda, con la rottura delle pi- gnatte. Tanti giochi divertenti, ragazzi mascherati e una al- legra sfilata per le vie del pae- se.

Il gruppo Alpini ha offerto la merenda a tutti: bugie e cioccolata calda.

lo.be. PROTEZIONE CIVILE INAZIONE Crescentino (lo.be.) - Protezione civile ancora in azione. Dopo il servizio svolto alla sfilata del carnevale, il gruppo di volontari ha imbracciato le pale per rimuovere il ghiaccio. «La nevicata di lunedì ha lasciato una lastra di ghiaccio sui gradini e sul piazzale della parrocchia – spiega il coordinatore Gianmario Francheo – e siamo intervenuti in collaborazione con il personale del comune spargendo il sale. In mattinata c’era un funerale e sarebbe stato pericoloso camminare sul ghiaccio. Siamo poi intervenuti sui marciapiedi adiacenti le scuole per rimuo- vere le lastre di ghiaccio che si erano formate durante la notte».

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 29 TRINO Trino (f.pe.) – Continua l’avventura della trinese Barbara Carelli ai laboratori di Zelig. «Da Asti ci siamo spostati a Torino al teatro “Tac” in corso Regina Margherita dopo un’altra selezione. Purtroppo Renato Trinca, il nostro re- sponsabile, non ci potrà seguire per due mesi perché è im- pegnato nella registrazioni delle nuove puntate di “Zelig circus” . Ora c’è Federico Bianco e ogni tanto alle serate di cabaret si vede nelle prime file anche la responsabile nazio- nale dei provini di Zelig Emanuela Dogliotti. E’ una bella esperienza perché a ogni serata partecipano comici del cali- bro di Diego Parassole,Vito Garofalo,il grande Franco Neri - spiega divertita la Carelli - La strada è lunga e di persone brave ce ne sono davvero tante».

La comica trinese spiega che questo cammino le fa capire che «per diventare un bravo pilota bisogna fare migliaia di ore di volo. Per adesso ci divertiamo e passiamo serate in allegria e risate.Ci hanno consigliato anche dei corsi teatrali a Milano per la postura e per migliorare i nostri personaggi da settembre». Racconta che«ametàgennaiosulpalcodeilaboratoridiZeligc’erano ilmentalistaPierinoWalter,l’attriceElisaPotenzaeilcomico Attilio Borra. Continuo a scrivere i miei monologhi, corretti poi da Domenico Ippolito. Sto anche realizzando un sito in- ternet con la mia presentazione e i miei monologhi, presto visibili a tutti».(nella foto Neri e Carelli) BARBARA CARELLI INCHIESTA Cosa vorreste dalla prossima Amministrazione comunale? «Basta faide, portano solo guai» Serietà, lavoro e wi-fi libero: le richieste dei giovani PRIMARIE Per il sindaco Rinnovamento: la parola chiave di Portinaro Trino – «Penso che anche con il gruppo di Tos e Garrione si possa condividere un per- corso comune».

Alessandro Portinaro, ex ca- pogruppo di “Trino è tua”, è ora candidato al- le primarie del centro sinistra. Sul gruppo di “Italia futura” spiega che «ci siamo incontrati, abbiamo idee che possono collimare per co- struire insieme un percorso». Le primarie sa- ranno il 17 marzo: «La scelta di farle permet- te alla gente di partecipare e scegliere. Sarò il candidato del Pd, se sabato 16 febbraio avrò il benestare dell’assemblea degli iscritti, ed è candidata Patrizia Massazza del Gruppo sen- za sede». Con loro si arriva dalla divisione del 2009: «Ora ci sono le condizioni per lavorare insieme e sono convinto che Gruppo senza sede e Pd saranno due di molti altri soggetti che costruiranno la lista».

Daniele Pane dice di voler dialogare anche con lei: cosa ne pen- sa? «Il dialogo non lo si nega mai a nessuno. Pane ha però avuto un ruolo importante nell’ultima giunta. Vedremo quali sono le sue intenzioni». Che ruolo può recitare Roberto Rosso? «Ha detto di essere stato il “sindaco ombra” in questi anni, quindi ha la respon- sabilità del fallimento. Non so quanto sarem- mo compatibili io e chi ha fatto spendere a Trino 200 mila euro per gli stendardi. Chi sta affrontando un processo è meglio che prima chiuda questo momento e dimostri la sua in- nocenza». Nei mesi scorsi si è vociferato della candidatura di Giovanni Tricerri: «Lo esclu- do.

Ci sono stima e affetto, collaborazione, ma lui non ha mai dato segnali di questo ti- po». Altra voce, lei non sarebbe così desidera- to dalla base del Pd: «Mi stupisce che qualcu- no dica queste cose. Noi siamo democratici di nome e di fatto, mi presenterò all’assemblea per avere la sua fiducia». Con i gruppi di Ra- vasenga e Burrone c’è dialogo? «Ravasenga è nella situazione di Rosso. Con Burrone ab- biamo posizioni diverse, ma ci parliamo». Co- sa ne pensa di Roberto Gualino? «Trovo fuori luogo la polemica nei confronti dei partiti lo- cali. Parla del fondo di garanzia, vuol dire che ha letto il mio programma del 2009.

Avevamo individuato la copertura finanziaria e le mo- dalità per la costituzione del fondo. Se Guali- no avrà buone idee sarà ben accetto». Cosa dice del leghista Alberto Mocca? «Da una for- za che interpreta il rinnovamento con Maroni in Lombardia, ministro di Berlusconi nel 1994, non accettiamo lezioni su come si fac- cia il rinnovamento». Portinaro annuncia poi che «la bella sorpresa di rinnovamento ci ar- riva da un gruppo di ragazzi trinesi tra i 18 e i 30 anni con cui stiamo lavorando e che ci chiede fortemente di partecipare». Sulla sini- stra di Rifondazione conclude che «siamo di- sponibili a dialogare con loro, sono ben ac- cetti».

f.pe. Trino - Cosa vorreste che rea- lizzasse la prossima Ammini- strazione comunale per la vo- stra città? Siamo al secondo appuntamento della nostra ru- brica in vista delle elezioni Co- munali di maggio. Questa set- timana abbiamo ascoltato al- cuni giovanissimi, tutti poco più che ventenni. Ha le idee molto chiare Devis Cognasso: «Quello che vorrei dalla nuova Amministrazione sono coesione, innovazione, chiarezza preventiva sui pro- grammi e coerenza nel seguirli. Non vorrei più assistere a faide interne che portano a commis- sariamenti. Desidero che venga stilato un programma fattibile da portare avanti con coerenza e trasparenza.

Considerato il periodo e la scarsità di fondi poi, direi che si dovrebbe pun- tare a non mettere troppa carne al fuoco e non a fare promesse che non si possono mantenere. Quindi spazio a proposte inno- vative come una campagna rea- le di risparmio ed efficienza energetica: pannelli solari sulle strutture pubbliche, acqua a chilometro zero, riqualificazio- ne di aree ex industriali, smal- timento eternit, mantenimento e cura delle aree verdi del rione Fusa e di piazza dell’Aeronau- tica. Sarebbe bello se fosse pre- sentato un progetto per il wi-fi libero, nei limiti delle normative vigenti.

E vorrei - prosegue Co- gnasso - che si incentivassero le iniziative culturali e ricreative dei giovani di Trino mettendo semplicemente a disposizione, con opportune agevolazioni, i locali già esistenti. Vorrei inol- tre che gli eventi e le feste fos- sero gestiti dal Comune in ac- cordo con tutte le associazioni trinesi e non lasciate all’inizia- tiva sporadica di alcune di esse. Vorrei che venissero preventi- vamente messi in chiaro dalle varie liste, programma e anche posizioni riguardo a temi caldi per Trino, come per esempio il nucleare».

Vanno sul concreto anche Giulia Martinotti e Francesca Demonti: «Trino ha bisogno di fabbriche serie che diano la possibilità di creare nuovi posti di lavoro. Bisogna che la pros- sima Amministrazione trovi la formula per incentivare gli im- prenditori e le piccole aziende con sgravi fiscali, in maniera che si possa facilitare l’inseri- mento dei giovani nel mondo del lavoro. Speriamo che la prossima Amministrazione fo- calizzi il suo interesse sul bene della nostra cittadina e della sua popolazione. A noi giovani interessa anche che continui un impegno adeguato nell’or- ganizzazione della festa patro- nale, e infine sarebbe interes- sante l’installazione del wi-fi gratis in tutta la città».

Per finire Riccardo Mussino: «Da studente universitario a fi- ne corso, mi interessa che ci sia la possibilità di trovare la- voro, se fosse a Trino meglio ancora. Pertanto la prossima Amministrazione deve lavorare al meglio per riportare aziende sul nostro territorio. Di conse- guenza arriverebbe anche gente nuova a Trino e la popolazione tornerebbe ad aumentare. Per noi giovani sono importanti an- che iniziative di svago, distri- buite bene durante tutto l’anno. Vorrei che ci fosse una gestione cristallina dell’Amministrazione per il bene della città e senza guardare ai propri interessi personali».

f.pe. Comicità e un appello: aderire al Gruppo Storico Fagiolata GENTE MATTA Palazzolo - Ottimo successo di pubblico per l’edizione 2013 di “Gente matta”. La tradizionale kermesse car- nevalesca anche quest’anno ha richiamato un gran numero di persone, a testimoniare come l’appuntamento sia ormai di- ventato una piacevole tradizio- ne. Gli organizzatori, ovvero i palazzolesi stessi, hanno realiz- zato a uno spettacolo che ha ri- specchiato lo slogan della ma- nifestazione “divertire diverten- dosi”.

Con la presentazione di Piero Gardini e Marcella Toccano, le serate di giovedì 7 e venerdì 8 febbraio infatti si sono svilup- pate sul tema della comicità e dell’ironia, intervallate dalle esi- bizioni delle scuole di ballo del paese, oltre che degli alunni del- le scuole elementari.

Ad aprire lo show è stato il gruppo di suore gospel alla “Si- ster Act”, seguito dalle scenette irriverenti sui regali di matri- monio, sui traduttori di un ce- lebre sketch del trio Aldo, Gio- vanni e Giacomo, sulla cucina televisiva di Benedetta Parodi rivisitata dai Fichi d’India e altre ancora. I momenti di ballo han- no invece riguardato i diversi gruppi della scuola di hip hop di Sara Lione e di quello di Balla e Brucia di Giuli Cossardo. Alla manifestazione, tenutasi al teatro parrocchiale “Monsi- gnor Bono”, hanno inoltre pre- senziato le maschere di Trino, Quinto, Crescentino e del rione Canadà di Vercelli.

Proprio a proposito delle ma- nifestazioni carnevalesche il sin- daco Maria Luisa Poy, durante il suo intervento, ha rinnovato a tutti l’invito ad aderire al Grup- po Storico Fagiolata, colonna portante dei festeggiamenti pa- lazzolesi che quest’anno non ha potuto organizzare la solita di- stribuzione di fagioli. s.o.

Mocca: Primarie? Risultato scontato Trino – «Le pri- marie per il sin- daco del centro sinistra sono so- lo una facciata e sono già sconta- te». Il responsa- bile provinciale dei Giovani pa- dani della Lega Nord Alberto Mocca (foto) tor- na a farsi senti- re sulla politica trinese. «Ales- sandro Portina- ro non è vecchio ma non porta aria nuova e fresca, è già stato candidato più volte tra Comunali e Provin- ciali. A tutti, centro sinistra e centro destra, suggerisco che è ora di mettere volti nuovi, Trino ha bisogno di un rinnovamento. Alter- nativi a Portinaro nel Pd non vedo però nes- suno, povera sinistra.

Non conosco e non giudico Patrizia Massazza del Gruppo senza sede, ma è chiaro che il risultato delle pri- marie è già scontato». Mocca concorda inve- ce «con i commercianti e il loro pensiero su ciò che c’è da fare per Trino. Il lavoro è una emergenza nazionale, l’urgenza a Trino è cercare di dare un’immagine diversa alla cit- tà, che oggi è sporca, ha i portici che fanno continuamente cadere persone anziane. Tri- no è sporca anche per colpa dei padroni dei cani che non puliscono i bisogni del proprio animale ma anche perché non c’è il giusto controllo da parte della polizia municipale». f.pe.

Devis Cognasso Francesca Demonti Giulia Martinotti Riccardo Mussino Il centro sinistra sceglie il suo candidato sindaco Trino (f.pe.) – Il Partito Demo- cratico e il Gruppo senza sede hanno reso note alcune carat- teristiche delle prossime pri- marie del centro sinistra per il candidato a sindaco. Potranno candidarsi i cittadini in pos- sesso dei requisiti di legge che li rendano eleggibili, che non abbiano procedimenti giudiziari in corso, patteggiamenti di pena o condanne, che non siano iscritti a partiti o movimenti politici che si oppongano al centrosinistra. Potranno votare gratuitamente e senza impegni di iscrizione al partito, per esprimere la loro preferenza, secondo i principi della più am- pia democrazia partecipata, sot- toscrivendo una dichiarazione di adesione ai valori del centro- sinistra, i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Trino, i residenti a Trino che abbiano compiuto 16 anni, gli stranieri muniti di permesso di soggiorno, in corso di validità.

Chi vorrà proporsi come candi- dato sindaco potrà contattare il Pd entro il 3 marzo. Tutti i lu- nedì dalle 21 nella sede del Pd potranno essere condivisi pro- grammi e modalità. Le primarie si svolgeranno il 17 marzo dalle 9 alle 19.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 30 TRINO E’oradi...carnevalone Gran galà, visite benefiche e ultima sfilata FAGIOLATE E BASSA COSTANZANA RONSECCO TRICERRO PERTENGO STROPPIANA Piazze affollate di centinaia di persone in coda con pentole di varie fogge e dimensioni: la scena si è ripetuta in tutti i paesi in occasione delle tradizionali fagiolate di carnevale. Il “brodo” ar- ricchito di vedure e salamini è sempre gradito da tante gente e il suo profumo, che si spande tra le case insieme alla musica che accompagna la sua distribuzione, offre la sensazione di festa co- munitaria. A Costanzana la Famija Custansaneisa ha preparato nove “caudere” con salsicce, a Pertengo sono stati otto i pentoloni cucinati dal Comitato festeggiamenti, con 70 chilogrammi di fa- gioli, pancetta, salami e cotiche.

A Ronsecco la Pro loco ha di- stribuito una trentina di pentole di brodo, accompagnate da pa- nini con salsicce; a Stroppiana sono stati 16 i calderoni portati in piazza dalla Pro loco, mentre a Tricerro la Famija Trisereisa ha meso a disposizione della popolazione mille salamini e 650 litri di fagiolata. m.m.

Pertengo - Ha finalmente un nome l’assegnataria del ne- gozio di vicinato, selezionata per mezzo di un bando pub- blico dall’Amministrazione co- munale, al fine di garantire alla popolazione il servizio di vendita di generi di prima ne- cessità, totalmente mancante in paese. Tra i cinque parte- cipanti alla selezione, la com- missione ha attribuito il pun- teggio maggiore ad Anna Ma- ria Bordigion, residente a Ca- sale Popolo e, attualmente, titolare di un esercizio com- merciale per la vendita di pro- dotti alimentari e non a Rive. La signora Bordigion si è al- tresì impegnata ad aprire il negozio entro 45 giorni dalla firma del contratto da parte del Comune, ad espletare il servizio di consegna a domi- cilio su richiesta agli ultra- sessantacinquenni residenti, ad effettuare almeno dodici aperture l’anno in giorni fe- stivi e ad aumentare di due ore l’orario minimo di aper- tura al pubblico fissato dal bando.

Il locale, in comodato d’uso gratuito e con utenze di acqua e riscaldamento a ca- rico del Comune, viene affi- dato alla locataria per nove anni.

m.m. BANDO PUBBLICO Il punteggio maggiore ad Anna Maria Bordigion Pertengo avrà il suo negozio di alimentari Trino – Ultimo week end di appuntamenti per il 62° Car- nevale storico trinese. Domani sera, sabato 16 febbraio, dalle 21 al Teatro civico ci sarà il gran galà in onore della Bella Castellana Sandra Bolzonaro. Con lei Capitan Ceccolo Bro- glia Gabriele Di Prospero e il loro seguito. La serata sarà allietata dalla musica di “Re- nato e i Master” e dovrebbe esserci la presenza di Biccio- lano e Bela Majin. Domenica 17 febbraio ultima visita be- nefica alle 9,45 all’Ipab Sant’ Antonio Abate, forse la visita più sentita dai personaggi.

Il Comitato presieduto da Lo- riano Vallongo invita infine tutti i trinesi e gli amanti del carnevale dei paesi e città li- mitrofe a partecipare alla con- clusiva sfilata cosiddetta del “carnevalone” che partirà alle 14,30 da piazza San Giovanni Bosco. Ottima la riuscita della prima sfilata di domenica scorsa nella quale hanno spic- cato i trinesi: d’attualità più che mai diventa il gruppo di “Avemus Papa moru” (foto) dopo le annunciate dimissioni di Papa Benedetto XVI. Colo- ratissimi i ragazzi della “24Trin” con il loro “Circo loco trinese”. Rione Porta Vercelli col trenino e il carro realizzato con l’oratorio salesiano e il li- ceo artistico “Alciati” di Trino, “Il mare d’inverno”.

“Che pizza è la solita minestra” è il titolo del carro dei trinesi “Ris e versi” con le facce dei politici italiani. Grandi e piccini in- vece per il gruppo della ma- terna “Mamma Margherita” intitolato “Streghe e stregoni”. Confermati tutti i carri della prima sfilata, dovrebbero ag- giungersi un altro carro di Li- vorno Ferraris, uno da Bianzè e uno da Borgo San Martino. Più eventuali adesioni dell’ul- timo momento.

f.pe. Pullman sostitutivi: tornano le corse festive Trino (f.pe.) – Tornano due corse festive dei pullman, in modalità sperimentale, da domenica 17 febbraio. Lo comu- nica l’Atap specificando che sulla linea 60 fra Trino e Vercelli da questa domenica verrà sperimentato il ritorno di due corse. Quella in andata da Trino partirà alle 6,50 dalla stazione di piazza Dante, alle 7,01 sarà in piazza Cavour a Tricerro, alle 7,06 in piazza Castello a Desana, alle 7,16 in via Trino a Vercelli e alle 7,20 l’arrivo in autostazione del ca- poluogo. La corsa di ritorno in città partirà da Vercelli auto- stazione alle 18,55, alle 18,59 sarà in via Trino, alle 19,09 a Desana, alle 19,14 a Tricerro e alle 19,25 a Trino.

Le fermate indicate sono quelle principali. A Trino ne esistono infatti altre intermedie.

Enel apre lo sportello “punto di ascolto” Trino (f.pe.) – E’ aperto a Trino un nuovo sportello punto di ascolto Punto Enel, partner, luce e gas. Si trova in corso Cavour 92 al Centro studi e risorse per il cittadino. A que- sto sportello sarà possibile fare un contratto (voltura o subentro) di energia elettrica o gas, richiedere una prima attivazione elettrica o gas, co- noscere la situazione dei con- sumi e dei pagamenti, richie- dere la domiciliazione banca- ria della bolletta, comunicare le letture del contatore elettrico e gas, ricevere informazioni, conoscere nuove offerte luce e gas.

Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30, il sabato su appunta- mento per aziende, liberi pro- fessionisti, amministratori di condominio. Ed è contattabile allo 0161/801828.

I 5 STELLEAL CIVICO Trino (f.pe.) – Appuntamento alle 21,15 di domenica, 17 febbraio, per l’incontro elettorale del Movimento 5 stelle. Si terrà alTeatro civico con la presentazione dei candidati“grillini” alle Politiche del 24 e 25 febbraio. Durante la serata ci sarà la di- rettastreamingconBeppeGrillodaSavona.IntantoilMovimento 5 stelle sarà al mercato di sabato mattina per il volantinaggio elettorale, come tutti gli altri partiti e movimenti in corsa per le Politiche. Mercoledì sera si è invece presentato il movimento “Fare per fermare il declino” con i candidati vercellesi Stefano Sarasso e Maurizio Loiacono.

PARTE LAVIA CRUCIS Trino (f.pe.) – Inizia laVia Crucis alla parrocchia diTrino. Questo pomeriggio, venerdì 15 febbraio, si terrà alle 16,30 alla chiesa del Sacro Cuore, alle 17 e alle 21 nella parrocchiale di San Bar- tolomeo. Continua l’impegno di assistenza del Centro d’ascolto: a gennaio ha aiutato 74 famiglie italiane e 56 immigrate, ha pagato 805,29 euro di bollette, 202 euro di bus per studenti, 81,42 euro per l’acquisto di alimentari necessari, 25 euro di medicine.

FESTA IN MASCHERA Trino (f.pe.) – Festa di carnevale questa sera, venerdì 15 febbraio, all’Iron Cutter Pub. Nel locale in localitàTagliaferro, a due passi daTrino, dopo il ponte sul Po, stasera ci si scatenerà con la festa in maschera che prelude alla chiusura delle attività carnevalesche che avverrà domenica.

Dalle 22,30 la musica di dj Ciuffo e l’ intrattenimento musicale di voice Max animeranno la festa durante la quale saranno premiate le migliori masche- re.

DIVIETI DI SOSTA Trino (f.pe.) – Divieti di sosta e fermata anche questa domenica, 17 febbraio, in occasione della sfilata di carnevale, che partirà alle 14,30. Dalle 11 alle 13 sarà quindi vietato sostare su piazza San Giovanni Bosco, così come in via Marconi da via Sincero alla piazza. Dalle 13 alle 18 sarà vietato sostare e circolare nel tratto di partenza, in corso Cavour, piazza Garibaldi nel lato par- cheggio esterno in porfido sul lato nord, in via Pasubio da corso Cavour a via Ortigara, in questa via, in corso Italia dall’inizio a largo Geisenheim, piazza Martiri della Libertà, corso Galileo Ferraris da piazza Martiri a via Gorizia, corso Roma da via Gorizia a piazza Martiri.

Nelle zone interessate dalla sfilata dalle 18 alle 21 di domenica e dalle 5 alle 12 di lunedì, sarà vietato so- stare per permettere la pulizia delle strade.

CORSO DI CUCITO Trino (f.pe.) – Un corso pratico di taglio e cucito al bar Cittadella. Chi volesse arricchire le proprie conoscenze pratiche o cercare di crearsi qualcosa di nuovo, può aderire a questo corso di taglio e cucito con orari da concordare. Chi fosse interessato può telefonare allo 0321-620052. Trino – E’ mancato improvvisamente Stefano Marello. Molto conosciuto in città, storico titolare della Elettrauto Marello che si trova sulla ex statale 31 bis, poco dopo la ro- tonda del rione Cappelletta, il trinese è stato stroncato da un infarto mercoledì mentre si trovava a Camino per alcuni acquisti.

Stefano Marello aveva 70 anni e lascia la moglie Norma, i figli Loredana e Guido, con Rosa, e i nipotiAndrea ed Elisa. La ditta di elettrauto di Marello è un pezzo storico delle at- tività trinesi, e lui era conosciuto come persona sempre dedita al lavoro, da una vita. I vecchi autisti della Scat lo hanno frequentato per lunghi anni avendo sempre un buon rapporto con lui, al di là dell’aspetto lavorativo. Sono rimastimoltocolpitidallaimprovvisascomparsadiMarello, persona che in tanti descrivono come buona e sempre di- sponibile.

Il trinese era molto legato anche alla terra che curava e col- tivava personalmente.

Il funerale di Stefano Marello si terrà oggi, venerdì 15 febbraio, alle ore 14,30 nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo dove gli amici e conoscenti potranno salutarlo. La sua salma verrà in seguito portata al cimitero di Ponte- stura per riposare nella tomba di famiglia. act - f.pe. AVEVA 70 ANNI Stefano Marello

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 31 BASSA Pioggia di stelle filanti alla scuola dell’infanzia Caresana – Una pioggia di stelle filanti e persino le insegnanti mascherateper la festa di carnevale alla scuola dell’infanzia. L’appuntamento ha permesso ai bambini di indossare i loro costumi colorati. Chi da damigella e chi da Power Ranger, sempre gettonato Zorro. E tra un gioco e un balletto ha trovato spazio anche una merenda offerta dai genitori. mcg DANZE, GIOCHI E ANIMAZIONE Stroppiana - Danze, giochi, animazione e una merenda: così le mascherine hanno festeggiato il carnevale in oratorio.

Grazie all’iniziativa del consiglio pastorale e di Giuspìn e Bèla Barlitera, con la collaborazione della Pro loco e delle mamme, i bambini hanno potuto trascorrere una giornata di festa. m.m. ELEZIONI Bisogna raggiungere la strategia dei “rifiuti zero” Ambiente, lavoro e pensioni Presentazione asiglianese per i grillini Asigliano – Presentazione per il Movimento 5Stelle che ha dato spazio a Mirko Busto di Vercelli e Marco Rodella di Ca- vaglià, entrambi candidati alle politiche. L’intervento di Busto è stato centrato sulla difesa dell’ambiente e del territorio: «L’ambiente è la casa in cui tutti viviamo, quindi è un do- vere mantenerlo in condizioni ottimali», ha sottolineato Bu- sto, il 10 per cento del territorio italiano risulta fortemente in- quinato».

L’oratore si è poi sof- fermato sui problemi relativi all’amianto, nucleare, incene- ritori e raccolta differenziata, presentando alcune possibili soluzioni; fino alla strategia dei “rifiuti zero”. L’intervento di Marco Rodella è stato foca- lizzato sul lavoro, sottolinena- do come le piccole e medie im- prese, che sono il cuore e il motore del Paese, rimangono fuori dalle agenda degli altri partiti politici. L’argomento è poi scivolato sull’Irpap: «una tassa iniqua che le aziende devono pagare anche se in perdita» e sul rapporto con il fisco che da esattore dovrebbe diventare consulente d’impre- sa, aiutando l’imprenditore in difficoltà con prestiti tempo- ranei a basso tasso d’interesse.

Rodella non ha dimenticato i giovani che necessitano di age- volazioni fiscali per l’assun- zione a tempo indeterminato. In questo ventaglio di proposte l’oratore non ha dimenticato la riforma delle pensioni. a.d. LUTTO A STROPPIANA Scomparso Verna: il ricordo dei soci della Pro loco Stroppiana - Ha suscitato cordoglio in paese la prema- tura scomparsa di Luigi Ver- na, 65 anni, socio dell’As- sociazione Nuoto Stroppianese, della Sportiva e della Pro loco. «Ricor- dare un amico scomparso è motivo di tri- stezza per tutti coloro che gli sono stati vicini e lo hanno am- mirato ed apprez- zato, ma non esiste separazione definitiva fi- no a quando c’è il ricordo e farlo attraverso le sue opere e il suo impegno è doveroso.

– affermano dal direttivo Pro loco - Lavoratore instanca- bile ma soprattutto amico, compagno in tante feste, col- laboratore negli eventi e an- che marito, padre e nonno. Ancora adesso e un domani tutti potranno apprezzare quello che Luigi ha creato e trarre be- neficio dagli sfor- zi fatti per ren- dere viva Strop- piana». Senti- menti condivisi anche da amici e persone che scambiavano con lui qualche parola dietro al bancone nel giorno della festa. «Siamo si- curi che lo sentiremo ancora presente fra noi e questo ci darà la forza di andare avanti sulla strada che ha tracciato. – proseguono - Con nostalgia non possiamo che dire Gra- zie e ciao Luigi».

m.m. La bagna cauda inaugura la rassegna gastronomica Rive - Hanno mantenuto la promessa. A carnevale, han- no preferito riposarsi per poter dedicare tutte le ener- gie ai preparativi della ras- segna gastronomica dedica- ta ai sapori della Bassa. Così per i ragazzi del Comitato Festeggiamenti, domenica 17 febbraio, è giunto il mo- mento di servire la regina della tavola: la bagna cauda. Il menu è invitate e curato, per far esaltare al meglio i sapori del piatto piemontese: lingua in salsa, bagna cauda con verdure di stagione, cappelletti in brodo e dolce. Bevande, caffè e amari sono inclusi nei 15 euro previsti dalla cucina.

Prenotazioni allo 0161/770148 o al 338/1337807. e.r. Carnevale concentrato al martedì grasso Ronsecco - In paese è tradi- zione concentrare le iniziative carnevalesche nel giorno di martedì grasso. Così si ha an- che l’occasione di tirare un po’ le somme della manifesta- zione, che vede il gruppo gui- dato da Brusatùn e Brusa- tun-a (Mario Tonelli e Isabella Pierin, insieme ai piccoli Fi- lippo Morgante e Camilla Pa- squino) partecipare attiva- mente alle iniziative del car- nevale benefico vercellese. Do- po aver presenziato alla di- stribuzione della fagiolata e aver visitato la casa di riposo, le maschere sono state accolte nella sala consiliare munici- pale dal sindaco Davide Gi- lardino: «E’ sempre un piacere ospitarvi - ha detto - perchè portate solidarietà ed amicizia dove ci sono persone anziane e sole e tanta gioia ai bambini.

Siete una comunità unita co- me lo è la nostra, questo è il segreto per risolvere i problemi di tutti». Brusatùn e Brusa- tun-a hanno ringraziato il sin- daco e la Pro loco del presi- dente Alessio Actis: «Mi sono emozionato come se fosse il primo anno», ha confessato Mario Tonelli, mentre l’esor- diente Isabella Pierin ha ma- nifestato il suo entusiasmo per essere stata accolta con un sorriso e un abbraccio dalle altre maschere: «Siete per me come una seconda famiglia. Abbiamo patito tanto freddo, ma il vostro cuore ha scaldato tutti», ha dichiarato. Tanti complimenti ai due giovani sono giunti anche da Bèla Maijn e Bicciolano, protago- nista anche di una simpatica gag con Giulio Pretti.

m.m. Il Comitato ha stilato il calendario del 2103 Rive - Il Comitato Fe- steggiamenti da 7 anni cura appuntamenti ga- stronomici e feste che costituiscono per i ri- vesi una valida alter- nativa agli impegni di famiglia. Una funzione sociale garantita dai soci che riconfermano la loro fiducia contri- buendo a rimpinguare le casse del sodalizio. Domenica scorsa il presidente del Comi- tato Festeggiamenti, Vicenzo Lomanto, ha voluto incontrare i so- ci, al fianco del vice Angelo Pozzi e del se- gretario Andrea Mana- chino. Approvato il ca- lendario 2013. Si parte domenica 17 febbraio con la rassegna gastro- nomica dedicata alla bagna cauda, per bis- sare a marzo con il frit- to misto.

La biciclettata si terrà il 1° giungo e sarà allietata dall’esi- bizione di una band, all’area Polivalente. La discussione si è poi concentrata sulla festa patronale. «Abbiamo pensato a tre giorni, dal 15 al 17 agosto – ha esordito Manachino - due orchestre sono già state prenotate, ov- vero Mauro Orchestra e Paola Damì, manca quella dell’ultima se- ra». Il ricco programma prosegue con il “Vespa raduno” in memoria di Giuseppe Pasquino, domenica 25 agosto. Definito due appunta- menti invernali: la ca- stagnata del 1° novem- bre e la festa degli au- guri del 22 dicembre. Organizzare feste è un sacrificio fisico ed eco- nomico, per questo Vincenzo ha voluto evi- denziare i dati di spe- sa.

«Nel 2012, 11.100 euro sono stati spesi per pagare le orche- stre, quest’anno pre- vediamo una spesa di 12mila euro, conside- rando che 1.200 ver- ranno investiti per l’ac- quisto di nuovi fuochi e di un frigorifero», ha precisato. Ma per il co- mitato c’è anche un pensiero alla solidarie- tà, che consente di adottare una bimba del Mozambico. «La scelta cade sempre sulle fem- mine perché loro pos- sono garantire un’edu- cazione ai figli, mentre i ragazzi vengono man- dati al lavoro e nessu- no vuole investire sul loro futuro culturale», ha concluso Manachi- no.

e.r.

CALCIO Eccellenza: è big match Borgopal Borgomanero a pagina 35 BIKE POLO Team Piccante nell’area della palestra Mazzini a pagina 40 Esce il Martedì e il Venerdì Anno 142 N. 13 WEEK END G CALCIO - SERIE B . La ProVercelli è attesa ad Ascoli (stadio «Del Duca») per la sfida contro i marchigiani (sabato - ore 15). G CALCIO - SERIE D . Il Santhià torna in campo al campo «Fabio Pairotto» per affrontare il Chiavari (domenica - ore 14,30). G CALCIO - ECCELLENZA . Big match per il Borgopal che al campo «Vigino» di via Repubblica affronta il Borgomanero (domenica - ore 15).

G CALCIO - PROMOZIONE . Gare interne per Cavaglià e Orizzonti United che ri- ceveranno rispettivamente la visita della Romentine- se al «Machieraldo» e dell’Ardor San France- sco al «Bassanino» di Cigliano (domenica - ore 15). G CALCIO - PRIMA CATEGORIA . Sfide casalinghe per Le Grange eVirtusVer- celli: al «Picco» diTrino arriva il San Domeni- co Savio, mentre al «Piola» diVercelli ecco scende il Moncalvo (domenica - ore 15). G CALCIO - SECONDA CATEGORIA . Fari puntati sullo scontro direttore del giro- ne C al «Cornaglia» di Palazzolo fra la Pro Pa- lazzolo e la capolista Greggio.

G CALCIO - TERZA CATEGORIA .

LaViveronese vuole sbancare il terreno della Nova Ghislarengo (domenica - ore 15). G VOLLEY FEMMINILE - SERIE B1 . Il RedVillata se la vedrà al PalaLauraVicuna di piazza Giovanni XXIII contro la Foppapedretti Bergamo (sa- bato - ore 17,30). G VOLLEY MASCHILE - SERIE C . L’Olimpia Mokaor andrà all’assalto dellaTorino Pal- lavolo al PalaPiacco di via Donizetti (sabato - ore 21). G VOLLEY FEMMINILE - SERIE D . Il RedVolley è di scena al PalaLauraVicuna di piazza Giovanni XXIII contro l’Argos Lab ArquataVolley (do- menica - ore 17).

Ad Ascoli Sini sarà in panchina perché non ancora al top della condizione. L ’allenatore Braghin parrebbe orientato a confermare l’assetto di centrocampo degli ultimi due incontri Pro: Ranellucci ritorna al centro della difesa Attacco, due alternative In avanti il tandem Greco-Grossi o il modulo ad «albero di Natale» er la Pro Vercelli quella ap- pena trascorsa è stata una settimana che si è portata dietrounalungasciadipolemiche. Ancora vivo è il ricordo della gara disabatoscorsocontroilSassuolo, segnata dalle contestatissime de- cisionidell’arbitroVelottodiGros- seto. Come non bastasse martedì èarrivatapuntualelastangatadel giudice sportivo che ha squalifi- cato Abbate per quattro giornate, Borghese per una e il massofisio- terapistaStefanoFranceseperdue (sic).Inpiùun’ammendadi10mila euro alla società, la stessa che do- vrà pagare il direttore generale Giancarlo Romairone il quale è stato inibito a svolgere qualsiasi attività in seno alla Figc fino al 15 maggio.

Infine, dulcis in fundo, il prossimoturnoal«Piola»saràgio- cato a porte chiuse. Sebbene il ri- corsosiagiàstatopresentato,tutto ciò non giova certo all’armonia della squadra che deve già fare i conti con la classifica deficitaria che la vede sempre al penultimo posto con 16 punti. In tal senso la P trasferta di domani, sabato, ad Ascoli potrà dire molto su quale potrà essere il futuro dei bianchi. Un eventuale successo, a cui do- vrebberoseguireidueincasacon Bari e Cittadella, rilancerebbe le quotazionisalvezzae,soprattutto, garantirebbeun’iniezionedifidu- ciacheèrisaputonelcalcioessere la miglior medicina.

Sì, perché dall’inizio del 2013 la Pro ha di- mostrato di essere una lontana parente di quella abulica e incon- cludente vista nella prima parte dicampionato.Meritodiunacam- pagna acquisti che sembrerebbe azzeccata in cui sono arrivati gio- catori che hanno fatto vedere di possedereilpassodacategoria,la grinta e la qualità che servono in questi casi. Maurizio Braghin lo sa bene, dato che da quando è tornato a sedere in panchina li ha voluti fortemente. E finora ha sa- puto pure disporli a dovere. Resta da risolvere l’annoso problema della prolificità degli attaccanti (non a caso contro il Sassuolo è andatoasegnoCristianocheèun centrocampista),perciòtuttisiau- guranocheGreco,Ragatzu,Eusepi e Grossi si sblocchino in fretta.

Magari già sabato, ripetendo l’ex- ploitdell’incontrodiandataquan- do i vercellesi vinsero per 3-1. La formazione di allora era del tutto diversa, compresi i marcatori Ca- ridi e Tiribocchi, eccezion fatta per Fabiano che comunque non ci sarà visto che si sta rimettendo dalla frattura al perone occorsa a dicembre.Allostatoattualel’Ascoli ha il doppio dei punti della Pro ed è reduce da una partita a dir poco rocambolesca: in vantaggio di tre gol a La Spezia si è fatto prima ri- montareepoisuperare,scatenan- do la rabbia del tecnico Massimo Silva.DunqueiragazzidiMaurizio Braghin dovranno stare molto at- tenti, specie agli acuti di Simone Zaza,centravantisulqualehanno messogliocchialcunebigdiserie A.

In settimana il tecnico di Cos- satononhavolutodistrazioni,in- fatti gli allenamenti si sono svolti secondo il programma consueto. Lunedìeserciziatleticiecolloquio conlostaff,martedìdoppiasedu- ta, mercoledì test in famiglia con laPrimavera,giovedìsolomattino evenerdìrifinitura.Standoaquan- tovisto,oltrealconsolidato4-4-2, potrebbe esserci la sorpresa 4-3- 2-1giàsperimentatoqualchevolta loscorsoannoinPrimaDivisione, come a Terni ad esempio. Per quanto riguarda l’undici titolare, fermo restando che in porta ci sarà Valentini, la difesa è pratica- mente obbligata, viste le assenze di Abbate e Borghese e con Sini non ancora al top: Vinci a destra, Modolo e Ranellucci al centro e Scaglia a sinistra.

Sulla mediana Erpen,Filkor,GeneviereCristiano, mentreinattaccoprobabileiltan- dem formato da Greco e Grossi. Viceversa, con il modulo ad «al- bero di Natale», decisamente più offensivo rispetto all’altro, Erpen, Grossi e Ragatzu in appoggio a uno tra Greco ed Eusepi. Intanto sono usciti gli anticipi e posticipi del mese di marzo. Domenica 24 laProgiocheràaLaSpeziaalleore 12,30.

Massimiliano Muraro Alessandro Ranellucci, difensore (foto Lussoso) Riceviamo e pubblichiamo: La F.C. Pro Vercelli 1892 - preso atto delle squalifiche e delle sanzioni comminate dal giudice sportivo al se- guito dei fatti refertati dal signor Massimiliano Velotto al termine della gara casa- linga con il Sassuolo - co- munica di aver incaricato l’avvocato Mattia Grassani di ricorrere alla sede della Corte di Giustizia Federale di Roma. I fatti riferiti dal direttore di gara sono certa- mente l’unico elemento a disposizione del giudice, mentre alla Corte di Giusti- zia verranno portati elemen- ti utili e probatori che si spera possano limitare i provvedimenti disposti a ca- rico della società e dei propri tesserati.

Ci preme tuttavia sottolineare, nelle more del ricorso, il comportamento esemplare del pubblico ver- cellese al quale va rivolto il nostro sincero ringraziamen- to per il calore e il sostegno e solo per questo la riaper- tura dello stadio «Silvio Pio- la» per la prossima gara in- terna con il Bari ci sembra un atto dovuto che rende onore alla civiltà e alla di- gnità dello spettatore. Fc ProVercelli 1892 COMUNICATO La società si appella alla Corte di Giustizia Il ricorso è affidato a Grassani BIANCHI DA LEGARE Quel «no» alle maschere è uno sgarbo arecchi tifosi della Pro, soprattutto i meno gio- vani, si sono lamentati perché, quest’anno, non si è rinnovata la tradizione del «calcio d’inizio» del Biccio- lano e della Bèla Majin alla partita interna delle bianche casaccheinperiodocarneva- lesco.Ebbene,spieghiamolo- rochesocietàeComitatoMa- nifestazioniVercellesi aveva- nofattolarichiesta,maiver- tici della Lega di serie B han- no risposto, per farla breve, che si trattava di una mani- festazione incongrua con il blasone della categoria.

Una tradizione che resisteva da circa sessant’anni (e che non avrebbe rubato neppure un secondoallapartita)èincon- grua; mentre è congruo, ad esempio, continuare a tolle- rare che gli ultrà del Verona espongano,ancheintrasferta, vessilli neonazisti. Ed è pure congruo che si consenta al designatore degli arbitri di spedireaVercelliunresidente in provincia di Grosseto, quandolasquadraoradiMo- riero è una diretta rivale dei vercellesi nella lotta per la salvezza.No secco,dunque,a uno spizzico di Carnevale al «Piola» e sì,invece,e qui par- liamodellaserieA,all’idiozia di far vedere i giocatori in mutande e parastinchi negli spogliatoi prima delle gare della massima divisione,con gliatletiopportunamenteca- techizzati da Sky che sorri- dono, beoti e muti o che si avventurano, al massimo, in frasideltuttospontanee,tipo: «Suvvia, dobbiamo giocare concentrati, perdindirindi- na».Delresto,questoèilmon- dodelcalcioincuilaProbec- cò una multa perché prima di una partita (eravamo an- cora in Prima Divisione) «osò» rubare mezzo minuto al fischio d’inizio per conse- gnare un premiuncolo inti- tolato un giocatore da due soldi,tale Silvio Piola.

e.d.m.

P Venerdì 15 febbraio 2013

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 33

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 34 SPORT L’Ascoli deve rinunciare a Peccarisi e Scalise L’AVVERSARIO DEI BIANCHI E’ in calendario domani, sabato 16 febbraio (ore 15), la quinta giornata di ri- torno (ventise- iesima totale) del campionato di serie B. Que- sto il program- ma e gli arbitri delle undici partite: Ascoli (32)-PRO VER- CELLI (16) (ar- bitro: Palazzino di Ciampino; assistenti di linea: Vici- nanza diAlbenga eAlassio di Imperia; quarto uomo: Fiore di Barletta).

Bari (25)-Crotone (29) (La Penna di Roma); Brescia (34)-Vicenza (22) (Nasca di Ba- ri); Cittadella (31)-Cesena (30) (Pairetto di Nichelino); Grosseto (15)-Virtus Lan- ciano (29) (Baracani di Firenze); Livorno (51)-Modena (33) (ore 18 - arbitro: Giancola diVasto); Novara (28)-Verona (47) (domenica 17 febbraio - ore 12,30 - arbitro: Gavillucci di Latina); Reggina (26)-Padova (35) (Borriello di Mantova); Sassuolo (55)-Spezia (32) (Pizani di Empoli);Ternana (29)-Empoli (38) (Ab- battista di Molfetta);Varese (42)-Juve Stabia (34) (Di Paolo di Avezzano). Il giudice sportivo ha squalificato per quattro turni Abbate (Pro Vercelli) più ammenda di mille euro; per una gior- nata: Peccarisi e Scalise (Ascoli); Sciau- done (Bari); Pettinari (Crotone); Croce (Empoli); Baldanzeddu e Zito (Juve Stabia); Borghese (ProVercelli); Ante- nucci e Okaka (Spezia);Fazio (Ternana); Damonte (Varese); Laver (Verona); Ca- stiglia (Vicenza); Amenta e Falcinelli (Virtus Lanciano).

Il direttore generale della ProVercelli Giancarlo Romairone è stato inibito fino al 15 maggio 2013 e dovrà pagfare un’ammenda di 10mila euro.Tre turni di stop al massofisiote- rapista del Varese Giulio Clerici a due a quello della ProVercelli Stefano Fran- cese. Ammede: 10mila euro alla Pro Vercelli con un turno a porte chiuse; 1.500 euro alVerona. In diffida i gioca- tori della Pro Vercelli De Silvestro, Er- pen, Fabiano e Filkor. Il Tnas del Coni ha tolto all’Empoli il punto di penaliz- zazione.

Tre appuntamenti per le squadre gio- vanili nazionali della Pro Vercelli. Gli Allievi professionisti classe 1996 ospi- tano al campo «Ardissone» di via Vi- cenza domenica alle ore 15 la Sam- pdoria. Sempre dopodomani, alle 11 in contenporanea, i Giovanissimi pro- fessionisti classe 1998 al «Piola» e gli Allievi fascia B Lega Pro classe 1997 all’«Ardissone» se la vedranno contro l’Alessandria. Intanto è stato fissato per giovedì 28 febbraio alle ore 18 allo stadio «Piola» il recupero di Pro Ver- celli-Pavia del campionatoAllievi fascia di Prima e Seconda Divisione. Dopo un turno di sosta, riprende sa- bato 16 febbraio (ore 15) con la sesta giornata di ritorno il gironeA del cam- pionato nazionale Juniores.

Trasferta in terra ligure per il Santhià atteso dalla Lavagnese al campo «Riboli» di via Riboli a Lavagna. Match interno per il Borgosesia che al Comunale di via Marconi riceve la vista del forte Chieri.

(f.pe.) - Ammenda di 150 euro per il Formigliana nel campionato di serie D femminile. Le ragazze del presidente Simone Rigolone e di mister Pier Et- tore Bergamo non si erano presentate per il recupero adAlessandria la scorsa settimana, preannunciando l’assenza al Comitato regionale. Il giudice spor- tivo ha pertanto assegnato la vittoria a tavolino per 3-0 all’Alessandria, che comunque non prende punti in quanto è una formazione fuori classifica, e ha comminato 150 euro di sanzione al Formigliana quale prima rinuncia. Il programma di domenica 17 febbraio: alle 15 il Formigliana riceve il Borghetto Borbera, alle 18 il Piemonte Sport al «Ferrante» riceve l’Azeglio Ivrea.

Se nella ProVercelli c’è grande voglia di riscatto dopo la batosta interna controilSassuolo,ancheincasaAscoli si attende con ansia la sfida di domani per cercare di dimenticare la sconfitta contro lo Spezia.Un 4-3 arrivato dopo essere stati in vantaggio addirittura di tre gol che ha lasciato l’amaro in bocca alla formazione bianconera,de- siderosa di ritrovare il successo inter- no, che manca dal 26 dicembre. Setti- mana di lavoro intenso al campo spor- tivo«CittàdiAscoli»,quartiergenerale in cui la squadra allenata da Massimo Silva prepara le proprie partite. Da ri- levare qualche problema di formazio- ne: assenti sicuri saranno il difensore Maurizio Peccarisi,espulso nello scor- so match, e il centrocampista Manuel Scalise,che contro i liguri si trovava in diffidaeharicevutouncartellinogiallo.

Lavoro differenziato anche per l’attac- cante Robert Feczesin, alle prese con unrisentimentoalpolpacciochemette a forte rischio la sua presenza contro i bianchi.Assente poi il centrocampista Tommaso Morosini, che sta prose- guendo le terapie per recuperare dal- l’infortunio. Inutile dire che l’uomo più pericoloso della squadra allenata daMassimoSilvaèSimoneZaza(nella foto), giovane punta classe 1991 se- guita molto attentamente da club bla- sonati di serie A. Sulle sue tracce ci sono già Milan e Juventus, anche se non è detto che la Sampdoria, che ne detiene il cartellino,sia intenzionata a lasciarselo sfuggire così facilmente.

Già quattordici reti per lui al cospetto di 23 presenze, un bottino di tutto ri- spetto che lo rende il giocatore più pericoloso della formazione marchi- giana e colui al quale i difensori della Pro dovranno prestare maggiore at- tenzione.OcchioperòancheadAndrea Soncin, che potrebbe fare coppia con Zaza in avanti al posto di Feczesin. Samuel Pelliccia L’INTERVISTA Il trainer della Pro: «Zaza? La Sampdoria cambiò idea...» «Una squadra cattiva e affamata» Braghin: «Verrà fuori la forza di questo gruppo» « na squadra cattiva, affamata e vogliosa di riscatto». E’ un Maurizio Braghin to- talmente nuovo, quello che si è visto in sala stampa alla vigilia della par- tenzaperAscoli.Maiavevainfattielo- giato pubblicamente un gruppo: lui, caratterizzatodaquell’ariaunpo’bur- beraescontrosa,avevasempreevitato icomplimenti.Questavoltano,questa volta fa intendere che la nuova Pro gli piace.

E pure tanto. Ma soprattutto fa capire che i suoi ragazzi sono pronti alla riscossa, dopo quanto accaduto sabatocontroilSassuolo:«Unapartita - non perde occasione per ribadirlo Braghin - che, fino a quel rigore in- ventato, stavamo vincendo meritata- mente». Ma, ora, non è più tempo di rimpianti,ètempodiAscoli:all’andata fulamigliorpartitadiquestastagione, ma ora i marchigiani sono altra cosa. Grazie in particolare a quel Simone Zazache,quest’estate,potevaarrivare a Vercelli ma poi «ci fu l’affare Masi e la Sampdoria...» sorride, amaro, Bra- ghin.

Mister, quanto ha influito la partita di sabato in questi quattro giorni di allenamento? Ne abbiamo parlato, ma ora il di- scorso è chiuso e si deve voltare pagina: a tutti i costi. Si potrebbero dire tante, tantissime cose, ma è meglio rimanere in silenzio. Non possiamoanalizzareneppurelaga- ra contro il Sassuolo, visto che è durata solo quindici minuti... In più si va ad Ascoli senza Abbate e Borghese, la coppia centrale che ha fattofareilsaltodiqualitàallasqua- dra. E’ un momento complicato, ma è neimomentidifficilichevienefuori la forza del gruppo: questa è una U squadracattiva,affamataevogliosa diriscatto.Giàsabatohadimostrato il suo valore: nel secondo tempo abbiamo infatti rischiato di pareg- giare, nonostante fossimo in nove controundici.Insomma:siamosul- la strada giusta, ma dobbiamo ini- ziare assolutamente a fare punti.

Viste le non eccezionali condizioni di Sini,si va verso il duo Modolo-Ra- nellucci?

Sì, sarà così. Nell’allenamento di domani (oggi per chi legge - n.d.r.) sceglieremo poi il modo di giocare: se 4-4-2, 4-3-2-1, come facemmo all’andata quando disputammo la miglior partita di questo campio- nato, oppure 4-2-3-1 con Grossi, Ragatzu ed Erpen "sotto" una pun- ta, che potrebbe essere Greco. Ab- biamo molte opzioni perché tanti ragazzi sono in ottima forma. E, poi, non dimentichiamoci che la prossima settimana giocheremo due partite ravvicinate: il sabato controilBarieilmartedìseracontro il Cittadella.

Squadra offensiva, dunque, per vin- cere la prima partita lontano dal «Piola»...

E’ vero, è un brutto tabù che ci por- tiamo dietro. Forse, l’unica volta che siamo andati vicini al segno 2 è stata contro la Virtus Lanciano... Nondevecondizionarcipiùditanto, però, questo fattore: mancano 17 partitee,sevorremorestareinserie B, dovremo cercare di vincerne il più possibile. L’Ascoli arriva dalla grande rimonta subita per opera dello Spezia di San- sovini.

Sì,marestacomunqueunasquadra che, negli ultimi due anni, si è sem- pre difesa egregiamente in serie B. Ripeto, non sarà la compagine del girone di andata, quando riuscim- mo a chiudere i conti già nel primo tempo. E’ infatti esploso quello Zaza che lei avrebbe tanto voluto già in estate... Bè (sorride - n.d.r.), diciamo che poi c’è stato l’affare Masi e la Sam- pdoria, come dire, ha cambiato su- bito idea... Non importa, però. Ri- peto:questogruppostadandotan- to, perché ha capito che a Vercelli perdonano tutto ma non il fatto del mancatoimpegno.Sonosicuroche, dopo quello che è successo sabato, potremo dare una grande risposta sul campo.

Matteo Gardelli Maurizio Braghin è determinatissimo (foto Lussoso) CLUB FORZA PRO «Città offesa» Sconcerto e disagio Il pubblico diVercelli non è violento Riceviamo e pubblichiamo: Il Club «Forza Pro» esprime sconcerto e disagio in relazione ai provvedimenti di inusitata se- verità scaturiti dal referto arbi- trale del signor Massimiliano Velotto a seguito dell’incontro ProVercelli-Sassuolo. I provve- dimenti assunti dal giudice sportivo, avverso i quali la socie- tà ha già deciso di presentare ri- corso, colpiscono non tanto la ProVercelli, ma l’intera città e il suo territorio, dove il calcio ha radici forti e prestigiose.

Non può sottacersi infatti che il pub- blico vercellese, nonostante il comportamento del direttore di gara, ha reagito in maniera composta e ordinata. Infatti non si è verificata alcuna violenza, né fuori, né dentro lo stadio, nessun lancio di oggetti, petar- di, fumogeni, bengala. Anzi, pur essendo abbassate le barriere che dividono il terreno di gioco dagli spettatori, non vi è stato nemmeno il più timido tentati- vo di invasione. Perciò sorpren- de e offende soprattutto il prov- vedimento che dispone che l’in- contro col Bari sia giocato in as- senza di pubblico. Il comporta- mento del competentissimo pubblico vercellese è stato en- comiabile.

Lasciano poi molto perplesse le risultanze del refer- to arbitrale, laddove viene incre- dibilmente definita «ambigua e inusuale» la comunicazione al pubblico dell’espulsione del ca- pitano della ProVercelli, Abbate, avvenuta negli spogliatoi nel corso dell’intervallo. E’ assolu- tamente normale che lo speaker dia notizia al pubblico del- l’espulsione di un calciatore ne- gli spogliatoi, cioè di un fatto importante, proprio perché i ti- fosi non potevano essere a co- noscenza di quanto accaduto. Che cosa pretendeva il signor Velotto? Che venisse sottaciuta una espulsione solo perché av- venuta nel «segreto» degli spo- gliatoi, come se si trattasse di un fatto estraneo al regolare svolgi- mento della gara? O pensava che il pubblico non si accorges- se che la ProVercelli era rientra- ta in campo in nove uomini? Tutto ciò purtroppo rivela un at- teggiamento non sereno e pre- venuto da parte della direzione di gara, i cui numerosi errori, grossolani e talvolta persino provocatori, non possono esse- re sottratti alla critica del pub- blico, soprattutto in un caso do- ve non sembra possano essere rubricati sotto la voce asettica di semplici «errori arbitrali».

Ed è ancora più inaccettabile in una situazione dove la designazione di un arbitro proveniente pro- prio da Grosseto già era fonte di legittimi sospetti per una scelta la cui inopportunità ha trovato sul campo clamorose conferme. Riteniamo, infine, doveroso esprimere stima e appezzamen- to per l’onestà intellettuale e il fair play dimostrato dall’allena- tore del Sassuolo, Eusebio Di Francesco, secondo il quale gli episodi dell’11° minuto del pri- mo tempo (due rigori e un’espulsione), hanno «chiuso» la partita. E’ la più sincera e im- parziale conferma che la Pro Vercelli ha subito davanti a tutti un grave sopruso i cui effetti de- vono essere rimossi nell’interes- se del calcio e per la credibilità delle istituzioni sportive.

Club «Forza Pro» LE REAZIONI Su internet tifosi scatenati Velotto nemico numero 1 C’è chi parla addirittura di una class action MassimilianoVelotto come il gangster francese Jacques Mesrine: è diventato il nemico pubblico numero uno. Al- meno per i tifosi della ProVercelli. Per- ché mai, nell’era di internet, si era vista una simile mobilitazione contro unarbitraggio.C’èchiparlaaddirittura di una class action, lo strumento di tutela che consente di avere un risar- cimento dopo un illecito prodotto da un soggetto professionale. «Massimo Secondo e i suoi dirigenti hanno fatto tanto per noi, ora tocca a noi fare qualcosa per loro» è quanto ribadito da uno dei promotori dell’ini- ziativa.

E poi c’è chi ha scritto a Le Iene, chi ha Striscia la Notizia e chi ha convinto un amico, giornalista di Sky Sport, a parlare dei fatti di Pro Vercel- li-Sassuolo. «Non deve più arbitrare» tuona un tifoso, al quale gli fa eco un amico: «In trent’anni non ho mai visto una cosa del genere, nemmeno quan- do giocavamo a Caltignaga in Promo- zione». E fra chi parla di complotto, chi di mascalzonata su commissione, sono pochi quelli che fanno notare che «i sedici punti in ventiquattro par- tite non sono stati conquistati solo per colpa degli arbitri». Tant’è. Un’intera città sta andando a caccia del suo ne- mico pubblico numero uno, Massi- miliano Velotto.

E, nel caso in cui il ri- corso contro la giornata a porte chiuse non andasse a buon fine, c’è chi si sta organizzando: «Andiamo fuori dallo stadio» propone un ragazzo. «No, ci vuole il maxischermo ai giardini» ri- batte un altro.

ma.g. Calcio a cinque serie D: nella Pro c’è il debutto di coach Castellano Andrea Castella- no è dunque il nuovo allenatore della Pro Vercelli di calcio a cin- que.Prendeilpo- sto di Davide Amato ed esordi- rà lunedì 18 feb- braio alle ore 20,45 sul campo amico contro la Vecchia San Be- nigno. Lunedì scorso, infatti, il campionato è stato sospeso vista la fitta nevicata che rendeva pericolose le strade in tutta la regione. Castellano provienedalFutsalAlessandriadicalcio a 5, società iscritta alla C1. E’ un ex portiere con varie esperienze in C1, C2 e D.

«Abbiamo scelto Castellano per la sua esperienza - ha spiegato il presi- dente Luca Granziero - e per il carattere dirompente.

Chiede e pretende il mas- simo dai suoi giocatori. Insieme a lui arriverannoinprovadueelementidalla C1 che giocavano nella squadra gri- gia». Castellano dopo il primo allenamen- to ha dichiarato di «aver accettato que- sto nuovo incarico con grande entu- siasmo,speroditrasmetterelamiapas- sione per il calcio 5». Salvo diverse disposizioni del Comi- tato regionale, la Pro affronterà quindi laVecchiaSanBenignoprivadellosqua- lificato Giordano Angelilli. f.pe.

G. Palazzino

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 35 SPORT Dilettanti: calendario partite domenica 17 febbraio ECCELLENZA Al «Vigino» c’è il big match con il Borgomanero Un Borgopal più offensivo? Con Bettini dietro a Bisesi e De Lorentiis Classifiche marcatori: lo scatenato Ciucci vola a quota 20 ECCELLENZA GIRONE A 17RETI:Massaro(SportingBel- linzago). 15 RETI: Zenga (Borgoma- nero). 14 RETI: Soncini (Sporting Bellinzago). 12 RETI: Pallante (Ivrea). PROMOZIONE GIRONE A 16 RETI: Umeroski (Cever- sama Biella).

10 RETI: Urban (Cossato); S. Negrello (Oleggio).

9RETI:Guzzone(Ceversama Biella); Rosso (Cossato); Bar- bera (Dufour Varallo); Blanda (Oleggio). 8 RETI: Brunetti (Omegna). PROMOZIONE GIRONE B 16 RETI: Greco Ferlisi (Ca- selle); Rovira (Charvensod). 15 RETI: Di Matteo (Atletico Torino);Padoan(OrizzontiUni- ted). 13 RETI: Garbini (Charven- sod). PRIMA GIRONE B 20 RETI: Ciucci (Biogliese Valmos). 19 RETI: Friddini (Pollone). 15 RETI: Roveda (Lumello- gno). 12 RETI:Tugnolo (Cameri). PRIMA GIRONE F 16 RETI: Panipucci (Bianzé). 11 RETI: Aniello (La Chivas- so).

10RETI:DiopeI.Marangoni (Le Grange); Cardone (Pavaro- lo). SECONDA GIRONE C 16 RETI: Vendemmiati (Ca- saleggio). 12 RETI: Pizzolato (Ozzano); Gigliotti (Pro Palazzolo). 10 RETI: Musumeci (Casa- leggio). 8RETI:Accettura(Caresana); Catanzaro (Greggio); S. Fusco (Piemonte Sport); Innocente (Pro Palazzolo); Mistroni (Ter- ranova). SECONDA GIRONE D 1o RETI: Andoli (Grignasco). 9 RETI: Beschin (Carpigna- no). 8 RETI: Tambone (Pro Can- delo Sandigliano); Ferreira Go- mos (Stella Alpina). SECONDA GIRONE E 13 RETI: Calandritti (Bosco- nerese).

10 RETI: Guglielmetti (Ca- stellamonte). 7 RETI: Facco (Atletico Vol- piano); Luccioni (Bosconere- se).

a cura di Nicopal ornando al girone d’anda- ta, la partita contro il Bor- gomaneroèstata,conogni probabilità, la più grande occa- sione sciupata dal Borgopal di GiorgioRotolo.Unasconfittaevi- tabile, nei minuti finali di una gara ben giocata dai vercellesi, chedopoquellacontroilBaveno centrarono la seconda sconfitta consecutiva.Adistanzadiquattro mesi, il Borgopal si presenta alla sfida con un punto di vantaggio, unasalvezzaacquisitaconpieno merito e nessuna intenzione di mollare proprio sul più bello. Il pareggio di Baveno ha lasciato nuove certezze al tecnico, che sa di poter contare, finalmente, su T Simonluca Agazzone a tempo pienoanchese,ovviamente,non ancoranellacondizionemigliore.

L’exditurno,siinfortunòloscor- so anno proprio con la maglia delBorgomaneroepotrebbegio- carsi nuovamente le proprie «chance»perunpostonell’undici titolare. Tutto ruota intorno al modulo che Rotolo schiererà nell’incontro di dopodomani. L’unica certezza al momento è legata alla difesa, dove al posto dellosqualificatoBonatotroverà spazioilrientranteCaninoconil tuttofare Biano pronto a confer- marsiancoraunavoltaelemento fondamentale per lo scacchiere vercellese.Idubbimaggiorisono acentrocampo.Rientracapitan Cherchidallasqualifica,conPiz- zighello e Agazzone in ballot- taggioperunpostochepotrebbe essere coperto anche da una stuzzicante ipotesi.

Con una classificapiùchetranquilla,an- cheinprospettivafutura,Rotolo potrebbe anche scegliere uno schieramentopiùoffensivopun- tando su Bettini, recuperato dal malannochel’avevatenutofuori a Baveno, a supporto di Bisesi e De Lorentiis. Soluzione più az- zardata,macertamenteaffasci- nante contro un Borgomanero più propenso alla fase offensiva rispetto a quella difensiva. Giacomo Baraggioli Domenico Bettini, 24 anni Calendario partite campionati di- lettantistici (domenica 17 febbraio - ore 15).

Eccellenza gironeA (6ª di ritorno): Aygreville-Gassino; Borgaro-Gatti- nara; Borgopal-Borgomanero; Ju- nior Biellese Libertas-Ivrea; Juve Domo-Sporting Bellinzago; Lasca- ris-Baveno; Pro Settimo e Eureka- Settimo;Volpiano-Galliate. Promozione gironeA (4ª di ritor- no):Arona-Trecate; Briga-Varallo e Pombia; Cavaglià-Romentinese; Ceversama Biella-Alicese; Fomar- co-Omegna; Fulgor RoncoValden- go-DufourVarallo; Oleggio-Castel- lettese; Stresa-Cossato. Promozione girone B (4ª di ritor- no): Caselle-Charvensod; Cenisia- Rivoli; Nolese-AtleticoTorino; Oriz- zonti United-Ardor San Francesco; Pont Donnaz-Victoria Ivest; Rivaro- lese-Brandizzo; San Mauro-Cre- scentinese; Venaria Reale-HoneAr- nad.

Prima Categoria girone B (4ª di ri- torno): BioglieseValmos-San Roc- co; Borgolavezzaro-Piatto; Briona- Lumellogno; Fulgor Cossila-Pollo- ne; River Sesia-Chiavazzese; Tor- naco-Olimpia Novara;Valle Cervo- Cameri;Vespolate-Ponderano. Prima Categoria girone F (4ª di ri- torno): Fortitudo F.O.-Bianzé; Le Grange-San Domenico Savio; Monferrato-Sandamianese; Nuova Sco 2005-Pavarolo; ProVillafranca- La Chivasso; San Giuseppe Riva- Praia;Villanova-Junior Pontestura; VirtusVercelli-Moncalvo. Seconda Categoria girone C (4ª di ritorno): Caresana-Lenta 2011; Ca- stigliano-Ozzano; Fulvius-Canadà; Pro Palazzolo-Greggio; Scuole Cri- stiane-San Nazzaro Sesia;Terrano- va-Piemonte Sport; riposa: Casa- leggio.

Seconda Categoria girone D (4ª di ritorno): Grignasco-La Cervo; Par- lamento-Occhieppese; Pro Cande- lo Sandigliano-Pro Roasio; Serra- vallese-Valsessera; StellaAlpina- Valduggia;Vigliano-Gaglianico; ri- posa: Carpignano. Seconda Categoria girone E (2ª di ritorno): Castellamonte-Atletico Volpiano; Corio-Rocchese; LaVi- schese-Amici di Montegiove; Li- vorno Ferraris-Busignetto; San Maurizio Canavese-Bosconerese; Verolenghese-Aglié; riposa: Iveco. Terza Categoria girone di Biella (3a di ritorno):Andorno-Varallo; Betto- le-Lozzolo; Lessona-Stronese; Masserano Brusnengo-Tronzano; Nova Ghislarengo-Viveronese; Valle Elvo-Quaronese; Veloces-Vil- laggio Lamarmora.

Dopo un risultato premiante co- me il 3-1 ottenuto a Galliate, si respira un’altra aria in casa Gat- tinara. Ne è portavoce mister Gianmarco Mellano, che entu- siasta dice: «Finalmente dome- nica abbiamo ottenuto un risul- tatoconsonoallaprestazioneche abbiamo fatto. Non come il bu- giardo risultato della domenica precedente contro il Borgoma- nero. Ho visto i miei ragazzi af- frontare il Galliate con il piglio giusto e tutti hanno dato una mano ai propri compagni». NellapartitadiGalliate,infatti, sono stati pochissimi gli errori commessi dalla compagine gat- tinarese in fase difensiva, prova dellagrandeconcentrazionedel- lo spogliatoio.

«Polito è stato uno degli uo- mini chiave della partita - prose- gue il tecnico - anche se per noi è sempre fondamentale. Russo, che di solito ha qualche impre- cisione nell’appoggio al compa- gno, ha giocato con buona pre- cisioneeanchel’apportodiTorta è stato decisivo: quel suo rigore procuratoal4’cihasicuramente spianato la strada verso la vitto- ria». Parole di elogio per la propria squadra a parte, Mellano è con- vintocheunasingolaprestazione non basta al raggiungimento dell’obiettivo di fine stagione. «Andiamoadaffrontarecinque incontrimoltodifficili-conclude il trainer -, già da domenica a Borgaro.All’andatainquestecin- que match totalizzammo zero punti: ora sogno, invece, di fare bottino pieno».

Per Borgaro a disposizione di Mellano torna Mangolini, ma si ferma l’altro giovane Rega, in- fortunatosi la scorsa settimana durante l’impegno con la rap- presentativa di categoria. Andrea Bono Il Gattinara a Borgaro per bissare il colpaccio Mellano ritrova Mangolini - Rega out PROMOZIONE Alicese attesa dal Ceversama - Crescentinese a S. Mauro Gli Orizzonti United scelgono Boschetto Il d.s. Rosso: «Vineis merita un grande grazie, ma dovevamo cambiare» VercellesidiPromozioneincam- po domenica per la quarta gior- nata di ritorno.

Nel girone A il Cavaglià di mi- sterFabioBuglionericeveal«Ma- chieraldo»laRomentinese.Sono davvero tanti gli infortuni che vi stanno condizionando: «E’ vero ma non dobbiamo piangerci ad- dosso - dice Buglione - Abbiamo diversiinfortunati,alcuniragazzi domenica hanno giocato senza essersi allenati in settimana per problemi fisici.

Abbiamo dispu- tato una buona partita, ma ab- biamocommessodueerrorigravi sui gol». Siete in piena zona pla- yout, si fa dura: «Lotteremo fino alla fine. Dobbiamo fare assolu- tamente punti. Nulla è compro- messo - spiega ancora il trainer - ma la cerchia di chi lotta per sal- varsi si sta restringendo. A Pom- bia non ho visto differenza fra noi e loro. Avere qualche scelta in più non guasterebbe, i troppi infortuni ci condizionano». Do- menica arriva la Romentinese: «Curerò ogni particolare. I nova- resi sono tranquilli, un’arma a doppio taglio per noi che dob- biamo vincere, cosa mai facile».

L’Alicese di mister Ugo Yon saràall’«ArmandoPicchi»diVer- rone per sfidare il Ceversama Biella.

Nel raggruppamento B la Cre- scentinese di mister Gianfranco Marangon sarà al «Terzuolo» di San MauroTorinese. Gli Orizzonti United al «Bas- sanino»diCiglianoricevonol’Ar- dor San Francesco: nuovo il mi- sterRiccardoBoschetto,exSciol- ze, al posto di Enzo Vineis. «Ab- biamo una buonissima squadra, ma i risultati non arrivano più. Pertanto la società ha scelto di sostituirel’allenatore-sottolinea il d.s. Vilmo Rosso - per cercare di cambiare rotta. La decisione è stata condivisa. La società lo rin- grazia per i risultati conseguiti nello scorso campionato e quest’annoinCoppaItalia.Vineis estainsocietàcomeresponsabile dell’area tecnica del settore gio- vanile».SarannoassentiDossena e Gianetto, ma rientra Munari.

Fabio Pellizzari Prima: Le Grange, altri 3 punti? Virtus al «Piola» col Moncalvo La quarta giornata di ritorno del campionato di Prima Categoria potrebbeesserecondizionatadai campi ghiacciati.

IlgironeFvedeLeGrangecon- fermarelaleadershipdopolabel- la vittoria dello scorso week end. Per domenica prossima è in pro- gramma la sfida interna contro il SanDomenicoSavio.Unapartita che sulla carta non sembra in- sormontabile, ma che in realtà presenta delle insidie. All’andata gliastigianiebberolamegliosugli uomini di Nicola Petrucci, che persero 1-0. E’ l’unica sconfitta rimediata finora per i trinesi, che quindi dovranno ben guardarsi dal non ripetere gli errori fatti in passatosesivoglionoconservare i due punti di vantaggio sull’in- seguitrice Pavarolo.

Partita casalinga anche per la VirtusVercelli, che proprio con- tro il Pavarolo domenica scorsa hadovutosubìreunabattutad’ar- resto.

Dopodomani al «Piola» ar- riva il Moncalvo, attuale quarta forza del campionato. Un impe- gno sicuramente non facile da affrontare per mister Alberto Li- cari, che avrà di che pensare du- rante la settimana di avvicina- mento al match. All’andata si ri- solse con una vittoria a favore delMoncalvoper2-0.Gliastigiani in questo 2013 sono ancora im- battuti (due vittorie ed un pareg- gio).

Il Bianzè sarà di scena ad Oc- cimiano contro la squadra locale della Fortitudo F.O., che attual- mente naviga in cattive acque in graduatoria.LasquadradiAlber- to Costanzo vuole continuare la sua marcia in zona playoff e di sicuro giocherà per conquistare l’intera posta in palio. Il River Sesia nel raggruppa- mento B vuole subito vendicare larocambolescasconfittainterna controilBorgolavezzaro.Dimez- zoc’èl’incontrodiRecettocontro la Chiavazzese. Una sfida sulla cartaabbastanzaagevoleperWil- liam Brusati e soci che vogliono trovare i tre punti per rilanciarsi subito in classifica. La partita di andata si concluse con la divi- sione della posta tra le due squa- dre (1-1).

Antonio Scala Alberto Licari, allenatore della Virtus Vercelli (fo- to Barale) SECONDA Il Canadà si affida alle cure di Bassano Una Pro Palazzolo d’assalto Arriva il leader Greggio: obiettivo è ridurre le distanze Campipraticabilipermettendosigiocheràlanuo- va giornata del campionato di Seconda Categoria. IlgironeC,arrivatoallaquartadiritorno,presenta due derby tra squadre vercellesi. Il primo, che sarà poi il match che catturerà l’occhio dell’intera giornata, è la sfida Pro Palazzolo-Greggio.Le due compaginisonoincimaallagraduatoria:ipadroni di casa allenati da Claudio Fiorentino inseguono a quattro punti di distacco la capolista e dopodo- mani hanno una ghiotta occasione per tornare a ridosso del primo posto.

Il Greggio di Gigi Putrino arriva a questa sfida ancora imbattuto in campio- nato. Un ruolino di marcia impressionante che neancheinquestoinizio2013haregistratointoppi. Si preannuncia quindi un match elettrico tra due squadrechegiocherannoavisoapertoperarrivare allavittoria.L’altroderbydigiornataètraCaresana e Lenta 2011. La squadra della Bassa la scorsa settimana ha avuto l’opportunità di preparare al meglio l’incontro dato che ha osservato il turno di riposo. Per il Lenta 2011 di Giovanni Santoro si tratterà di una partita difficile da affrontare, sicu- ramentecombattutatraisuoiinterpreti.IlCanadà sembra entrato in crisi dopo gli ultimi risultati e soprattutto dopo lo 0- 6 interno rimediato contro la Pro Palazzolo.

La squadra, che si trova al ter- z’ultimo posto, ha deciso di dare una sferzata. Fe- derico Bassano, già trainer del vivaio biancoros- soblu, ha assunto la guida tecnica al posto di Ago- stino Ferrigno. Alle viste la delicata trasferta diVa- lenza Po contro la Fulvius, diretta concorrente in lotta per evitare la retrocessione. Le Scuole Cri- stiane saranno impegnate al «Pretta» contro il San Nazzaro Sesia. Match da 1 fisso per la compa- gine guidata da Claudio Finotello. Anche il Casti- gliano sarà di scena in casa contro l’Ozzano: partita non facile, ma che i ragazzi di Fabrizio Fa- sano possono far loro.

Chiude il Piemonte Sport che giocherà in terra monferrina contro il Terra- nova. Il Livorno Ferraris nel raggruppamento E scendeincampoperlasecondagiornatadiritorno. Al «Bigando» si giocherà il primo match del 2013, un importante scontro in ottica salvezza contro il Busignetto. Nel girone D la Pro Roasio tornerà in campo dopo il doveroso rinvio della partita della scorsadomenicacausalatragicamortedelportiere AndreaLancini.DomenicoPotenzaeisuoiragazzi affronteranno in trasferta la Pro Candelo Sandi- gliano.

an.sc. Terza giornata di ritorno per la TerzaCategoriadiBiella.Icam- pi ghiacciati sono numerosi. La Viveronese guarda con più ottimismo la classifica dopo gli incoraggianti risultati dell’ul- timo turno che la vedono tor- nare a ridosso della capolista Bettole.Ildistaccoèquinditor- nato a soli due punti dal primo posto e ora la concentrazione dei giocatori di Piccolo dovrà rimanere alta per il proseguio di stagione. In vista c’è il derby esterno contro il Nova Ghisla- rengo, che di certo punterà a unagrossaprestazionedavanti ai propri sostenitori. La squa- dra di mister Brunazzi arriva da due sconfitte consecutive mainpiùoccasioni,inpassato, ha dimostrato di saper tenere testa a compagini sulla carta più forti.

Partita quindi più che mai dal risultato incerto e di sicuro spettacolo per i tifosi che assisteranno all’incontro. Oltre a questa sfida i giocatori della Viveronese porgeranno attenzione a un altro match dove protagonista è un’altra squadra vercellese, il Lozzolo. L’undici di Fonte, infatti, do- menica prossima affronterà fuori casa la capolista Bettole. Match difficile per capitan Ro- bertoSellaecompagni,mache seaffrontatoconlagiustamen- talità potrà portare non pochi grattacapi alla prima in classi- fica. Il Lozzolo, inoltre, arriva daltennistico6-2rifilatoalmal- capitato Masserano Brusnen- go, mentre il Bettole è reduce dalla sconfitta contro il Villag- gioLamarmora.ProprioilMas- seranoBrusnengo,attualmente fanalino di coda della gradua- toria, sarà il prossimo avversa- rio del Tronzano, che quindi affronterà questa trasferta con laconsapevolezzadipotercon- seguire la vittoria.

Infine, la Ve- loces guidata da Gianluca Iur- manò se la vedrà in casa nella difficile sfida contro i biellesi delVillaggio Lamarmora.

an.sc. TERZA I lacuali chiedono aiuto al Lozzolo che sfida la capoclassifica LaViveronese crede ancora nell’impresa Riavvicinato il Bettole, ora deve superare l’ostacolo Nova Ghislarengo

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI PROFESSIONISTI CLASSE 2000 Classifica finale prima fase:Juven- tus p.ti 24; Novara 18; Cuneo 12; Alessandria 4; ProVercelli 1. SECONDA FASE Prossimo turno (1a giornata di an- data): Alessandria-Novara (dome- nica 17 febbraio, ore 15); Juven- tus-ProVercelli(sabato16febbraio - via Stupinigi di Vinovo, ore 18); riposa: Cuneo. GIOVANISSIMI FASCIA B PROFESSIONISTI E SERIE D Girone B Risultati (4a giornata di ritorno): Alessandria-Casale rinv.; Cuneo- Torino B 4-4; Juventus-Chieri B 4- 0; Novara-Asti B 4-2; Pro Vercelli- Novese B 7-0.

Classifica: Juventus p.ti 39;Torino B 30; Novara 29; Pro Vercelli 24; Chieri B 19; Cuneo 16; Asti B 11; Alessandria* 8; Novese B 6; Casa- le* 0. Prossimo turno (5a giornata di ri- torno - domenica 17 febbraio):Asti B-Juventus (ore 15); Chieri B-Pro Vercelli (via Andezeno, 18); Casa- le-Cuneo (sabato 16 febbraio, 17); Novese B-Alessandria, 10,30); To- rino B-Novara (15). GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B GironeA Risultati (7a giornata di andata): Chiavazzese-Pool Cirié 1-1; La Chi- vasso-Alpignano3-4;Lucento-Bor- gosesia 10-0; San Giacomo Nova- ra-Evancon 3-1; Santhià-Real Ca- navese3-1;hariposato:Accademia Borgomanero.

Classifica: Lucento e Santhià p.ti 18; Alpignano 16; Real Canavese 10; Pool Ciriè e San Giacomo No- vara 9; Accademia Borgomanero 7; Borgosesia 6; Evancon 4; Chia- vazzese 2; La Chivasso 1. Prossimo turno (8a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 15): Alpignano-Lucento (ore 18); Borgosesia-Accademia Borgoma- nero(10,30);Evancon-Santhià(Fra- zione Berriaz - Montjovet); Pool Cirié-La Chivasso (17,30); Real Ca- navese-Chiavazzese. GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B Girone B Risultati (7a giornata di andata): Borgaro-Junior Biellese Libertas 2-3; Gassino-Cenisia 1-2; Lascaris- Sunese 3-1; Ramatese Omegna- Ivrea 2-4; Sparta Novara-Venaria Reale 0-2; ha riposato: Piemonte Sport.

Classifica: Junior Biellese Libertas e Lascaris p.ti 16; Sparta Novara 15; Venaria Reale 13; Cenisia 10; Gassino e Ivrea 9; Sunese 6; Bor- garo 4; Piemonte Sport 3; Ramate- se Omegna 1. Prossimo turno (8a giornata di an- data - domenica 17 febbraio): Ce- nisia-Ramatese Omegna (sabato 16 febbraio, ore 15,30); Ivrea-Pie- monte Sport (piazza Pertini - Cara- vino, 15); Junior Biellese Libertas- Gassino (15); Sunese-Sparta No- vara(10,30);VenariaReale-Borgaro (15). GIOVANISSIMI REGIONALI GironeA Risultati (7a giornata di andata): Aygreville-Sunese 3-2; Barcanova Salus-Verbania 0-1; Piemonte Sport-Pro Settimo e Eureka 0-2; Team Borromeo-Lascaris 1-0; ha riposato: Accademia Borgomane- ro.

Classifica: Team Borromeo p.ti 15; Aygreville e Pro Settimo e Eureka 11; Sunese 10;Verbania 9;Accade- mia Borgomanero 8; Lascaris 7; BarcanovaSalus4;PiemonteSport 2. Prossimo turno (8a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30): Lascaris-Piemonte Sport (via Claviere - Pianezza); Pro Setti- mo e Eureka-Barcanova Salus (ore 10,45); Sunese-Team Borromeo (sabato 16 febbraio, 15,30);Verba- nia-Accademia Borgomanero; ri- posa:Aygreville. GIOVANISSIMI REGIONALI Girone B Risultati (7a giornata di andata): Baveno-Pool Cirié 4-0; Juventus Club Novara-Borgopal 2-2; Char- vensod-Real Canavese 1-6; Chia- vazzese-Ivrea 0-4; ha riposato:Vol- piano.

Classifica: Real Canavese p.ti 18; Juventus Club Novara 12; Borgo- pal 11; Baveno e Ivrea 10;Volpiano 8;Charvensod6;PoolCirié3;Chia- vazzese 1. Prossimo turno (8a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30): Borgopal-Chiavazzese (Vi- gino - Borgo Vercelli); Ivrea-Bave- no; Pool Cirié-Real Canavese;Vol- piano-Juventus Club Novara; ri- posa: Charvensod. GIOVANISSIMI PROVINCIALI FASCIA B Girone di Novara Risultati (5a giornata di andata): Cameri-JuventusClubNovara(gio- vedì 21 febbraio, ore 16); Libertas Rapid Novara-Borgopal 1-6; San Rocco-Oleggio 2-5; Sanmartinese- Olimpia Novara 4-1; ha riposato: Audax Santa Rita.

Classifica: Borgopal p.ti 13; San- martinese 10; Oleggio 8; Audax Santa Rita 6; San Rocco 4; Libertas Rapid 3; Juventus Club Novara* e Olimpia Novara 2; Cameri* 1. Prossimo turno (6a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30): Borgopal-Audax Santa Rita (Comunale di Caresanablot); Ju- ventusClubNovara-LibertasRapid (sabato 16 febbraio, ore 16,30); Oleggio-Cameri; Olimpia Novara- San Rocco (sabato 16 febbraio, 15); riposa: Sanmartinese. ALLIEVI REGIONALI FASCIA B GironeA Risultati (7a giornata di andata): Alpignano-Gassino sosp.; Cossa- to-Rivoli 1-2; Pool Cirié-Lascaris 1- 4;TeamBorromeo-OrizzontiUnited 2-3;Verbania-Vanchiglia 1-2.

Classifica: Orizzonti United e Van- chiglia p.ti 18; Pool Cirié 15; Lasca- ris 12;Team Borromeo 11;Verbania 10;Alpignano*eGassino*6;Rivoli 3; Cossato 1.

Prossimo turno (8a giornata di an- data - sabato 16 febbraio, ore 15): Gassino-Verbania (ore 15,30); La- scaris-Alpignano; Pool Cirié-Team Borromeo;Rivoli-OrizzontiUnited; Vanchiglia-Cossato (16,30). ALLIEVI REGIONALI FASCIA B Girone B Risultati (7a giornata di andata): Aygreville-Borgaro 6-3; Ivrea-Lu- cento 1-3; Junior Biellese Liber- tas-San Giacomo Novara 6-0; Pro Settimo e Eureka-Sparta Novara 1-2; Santhià-Casale 1-1. Classifica: Junior Biellese Libertas p.ti 18; Sparta Novara 15; Lucento 10;Aygreville e Ivrea 9; Borgaro 7; Pro Settimo e Eureka 5; San Gia- como Novara e Santhià 3. Fuori classifica: Casale p.ti 8.

Prossimo turno (8a giornata di an- data - sabato 16 febbraio, ore 15): Borgaro-Lucento;Casale-Aygrevil- le; Junior Biellese Libertas-Ivrea; San Giacomo Novara-Pro Settimo e Eureka (ore 10,30); Sparta Nova- ra-Santhià (domenica 17 febbraio - Patti di viaAlcarotti, 15). ALLIEVI REGIONALI GironeA Risultati (6a giornata di andata): Alpignano-Omegna 4-1; Borgaro- Settimo1-1;Canadà-AtleticoTorino 1-4; Cenisia-Romentinese 3-1; Monte Cervino-Lucento 1-4. Classifica:Lucento p.ti 19; Borgaro 17; Alpignano 13; Atletico Torino 12; Canadà e Cenisia 10; Settimo 7; Romentinese 6; Monte Cervino e Omegna 2.

Prossimo turno (7a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30):AtleticoTorino-Cenisia (ore 10,45); Lucento-Canadà (sabato 16 febbraio - corso Lombardia diTori- no,17,30);MonteCervino-Borgaro; Omegna-Setimo;Romentinese-Al- pignano. ALLIEVI REGIONALI Girone C Risultati (7a giornata di andata): J-Stars-Fulgor Ronco Valdengo 5- 0; Lascaris-Charvensod 4-1; Oleg- gio-Santhià 4-1; Pro Settimo e Eu- reka-Rivarolese 3-1; Volpiano-Ve- naria Reale 1-2. Classifica: Pro Settimo e Eureka p.ti 18; J-Stars 17; Venaria Reale 16;Volpiano 14; Fulgor RoncoVal- dengo 12; Rivarolese 9; Lascaris 6;Santhià4;CharvensodeOleggio 3.

Prossimo turno (8a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 11): Charvensod-Volpiano; Fulgor RoncoValdengo-Pro Settimo e Eu- reka (10,30); J-Stars-Oleggio; Ri- varolese-Lascaris; Venaria Reale- Santhià (via San Marchese, 10,15). GIOVANISSIMI PROVINCIALI FASCIA B Girone di Biella Risultati (6a giornata di andata): Cossato-Serravallese 3-0; Fulgor RoncoValdengo-Fulgor Cossila 5- 5; Gattinara-Lessona 1-1; Orizzonti United-Valle Elvo 2-0; Virtus Ver- celli-Masserano Brusnengo 7-0. Classifica: Virtus Vercelli p.ti 18; CossatoeSerravallese15;Orizzonti United 13; Fulgor RoncoValdengo 8; Gattinara 7;Valle Elvo 6; Fulgor Cossila 2; Lessona e Masserano Brusnengo 1.

Prossimo turno (7a giornata di an- data - domenica 17 febbraio): Ful- gor Cossila-Lessona (ore 15); Mas- serano Brusnengo-Gattinara (via Campo sportivo - Brusnengo, 10,30); Orizzonti United-Cossato (Comunale diVillareggia, 15); Ser- ravallese-VirtusVercelli (sabato 16 febbraio - Bossi, 15); Valle Elvo- Fulgor RoncoValdengo (10,30). GIOVANISSIMI PROVINCIALI Girone di Novara Risultati (5a giornata di andata): Cerano-Carpignano 3-2; River Se- sia-Libertas Rapid 4-0; Romenti- nese-Voluntas Novara 8-0; Treca- te-Veveri0-8;hariposato:Sporting 2001.

Classifica: Cerano e Veveri p.ti 12; River Sesia 10; Romentinese 9; Carpignano e Trecate 4; Sporting 2001 2; Libertas Rapid 1; Voluntas Novara 0.

Prossimo turno (6a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30):Carpignano-RiverSesia(Co- munale); Libertas Rapid-Trecate; Veveri-Romentinese;Voluntas No- vara-Sporting 2001 (sabato 16 feb- braio, ore 15); riposa: Cerano. GIOVANISSIMI PROVINCIALI Girone diVercelli Risultati (5a giornata di andata): Le Grange-Livorno Ferraris 4-2; Orizzonti United-Alicese 1-1; San- thià-Castigliano 18-0; Villanova- Crescentinese 3-1; ha riposato: Tronzano.

Classifica:Santhiàp.ti15;Villanova 12; Orizzonti United 11; Le Grange 6; Alicese e Crescentinese 5; Li- vornoFerraris3;CastiglianoeTron- zano 0. Prossimo turno (6a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30):Alicese-Villanova (Salusso- lia); Castigliano-Orizzonti United (via Oberdan); Crescentinese-Le Grange (sabato 16 febbraio - Co- munale, ore 15,30); Livorno Ferra- ris-Tronzano (Bigando); riposa: Santhià. ALLIEVI PROVINCIALI FASCIA B Girone di Biella Risultati (6a giornata di andata): Cavaglià-CeversamaBiella0-0;Ful- gorCossila-Chiavazzese5-0;Grand Paradis-Fulgor RoncoValdengo 1- 2; Serravallese-Charvensod rinv.; ha riposato: Evancon.

Classifica: Cavaglià e Ceversama Biella p.ti 11; Evancon e Fulgor RoncoValdengo 10; Fulgor Cossila 8; Serravallese* 5; Charvensod* 4; Chiavazzese 3; Grand Paradis 1. Prossimo turno (7a giornata di an- data - sabato 16 febbraio, ore 15): Ceversama Biella-Charvensod; Chiavazzese-Serravallese; Evan- con-GrandParadis(ore15,30);Ful- gor RoncoValdengo-Fulgor Cossi- la; riposa: Cavaglià. ALLIEVI PROVINCIALI FASCIA B Girone di Novara Risultati (5a giornata di andata): Borgopal-Galliate 5-1; Juventus Club Novara-Canadà 5-2; Pernate- se-Marano 3-2; hanno riposato: Olimpia Novara eVirtusVercelli. Classifica:Borgopal p.ti 13; Juven- tusClubNovara9;Galliate7;Olim- pia Novara 6; Pernatese 3; Canadà 4; Marano 1;VirtusVercelli 0.

Prossimo turno (6a giornata di an- data - sabato 16 febbraio): Cana- dà-Pernatese (Maglione, ore 15); Galliate-Juventus Club Novara (16);VirtusVercelli-OlimpiaNovara (via Baratto, 15); riposano: Borgo- pal e Marano.

ALLIEVI PROVINCIALI Girone di Biella Risultati (8a giornata di andata): Alicese-Gaglianico 0-2; Biogliese Valmos-Vigliano 2-1; DufourVaral- lo-Ponderano 3-1; Gattinara-Qua- regna Parlamento 2-1; Valle Cer- vo-Crescentinese 3-1; ha riposato: Pro Candelo Sandigliano. Classifica: Dufour Varallo e Valle Cervo p.ti 18; Gattinara e Pro Can- delo Sandigliano 16; Quaregna Parlamento 15; Alicese 12; Ponde- rano 11; Gaglianico 7; Biogliese Valmos3;Crescentinese1;Vigliano 0. Prossimo turno (9a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30):Crescentinese-BioglieseVal- mos (Comunale); Gaglianico-Vi- gliano(sabato16febbraio,ore16); Ponderano-Valle Cervo; Pro Can- delo Sandigliano-Gattinara (via Santa Maria - Candelo); Quaregna Parlamento-Alicese(sabato16feb- braio - Gelondo via Parlamento di Cossato, 15); riposa: DufourVaral- lo.

ALLIEVI PROVINCIALI Girone di Novara Risultati (8a giornata di andata): Cameri-Le Grange 3-1; Cerano-Vo- luntas Novara 0-3; Juventus Club Novara-River Sesia 3-1; Parrocchia Santa Rita-Bellinzago 0-5; Scuole Cristiane-Sanmartinese 1-0; ha ri- posato: Edelweiss. Classifica: Cameri p.ti 16; Scuole Cristiane 15; River Sesia 13; Bel- linzago e Juventus Club Novara 12;Voluntas Novara 10; Sanmarti- nese 9; Cerano e Le Grange 6; Edelweiss e Parrocchia Santa Rita 0. Prossimo turno (9a giornata di an- data - domenica 17 febbraio, ore 10,30):Bellinzago-ScuoleCristiane (viaCameri);LeGrange-Parrocchia Santa Rita (Picco - Trino, ore 10); River Sesia-Edelweiss (sabato 16 febbraio - Comunale di Recetto, 15,30); Sanmartinese-Cerano; Vo- luntas Novara-Juventus Club No- vara (10); riposa: Cameri.

JUNIORES PROVINCIALI Risultati (1a giornata di ritorno): Fortitudo F.O.-San Carlo 1-0; Le Grange-JuniorPontestura3-0;Pie- monte Sport-Vigliano 1-4; Ponde- rano-Fulvius 3-0; Scuole Cristia- ne-Bianzé 2-0; Virtus Vercelli-Ser- ravallese 2-0.

Classifica: Fortitudo F.O. p.ti 28; Ponderano 27; Le Grange e Scuole Cristiane 26;VirtusVercelli 24; San Carlo 22; Piemonte Sport 18; Ser- ravallese 16; Fulvius e Junior Pon- testura 9; Bianzé eVigliano 3. Prossimo turno (2a giornata di ri- torno - sabato 16 febbraio, ore 15,30): Bianzé-VirtusVercelli (Aria- gno);Fulvius-PiemonteSport(stra- da delle Oche - Valenza); Junior Pontestura-Ponderano (strada Maura, ore 15,30); San Carlo-Le Grange (via Santa Maria - Borgo San Martino); Serravallese-Forti- tudo F.O. (Bossi, 16,30); Vigliano- Scuole Cristiane (vialeAlpini d’Ita- lia).

JUNIORES REGIONALI Girone B Risultati (3a giornata di ritorno): Borgopal-Romentinese 0-1; Cava- glià-Valle Cervo 3-3; DufourVaral- lo-Orizzonti United 0-2; Galliate- Fulgor Ronco Valdengo 1-3; Gatti- nara-Cossato 0-2; Junior Biellese Libertas-Cerano1-0;Trecate-Cever- sama Biella 2-3.

Classifica: Junior Biellese Libertas e Romentinese p.ti 36; Cossato 35; Borgopal 34; Orizzonti United 33; Fulgor Ronco Valdengo 29; Cava- glià 23; Dufour Varallo 19; Cever- sama Biella 16;Trecate eValle Cer- vo 14; Gattinara 12; Galliate 10; Cerano 9.

Prossimo turno (4a giornata di ri- torno - sabato 16 febbraio, ore 15): Borgopal-Galliate (Comunale di Caresanablot); Cerano-Gattinara (via Bellotti); Ceversama Biella- Dufour Varallo; Cossato-Trecate; Fulgor Ronco Valdengo-Cavaglià (via Libertà); Romentinese-Oriz- zonti United (via del Tintoretto); Valle Cervo-Junior Biellese Liber- tas. Pagina a cura di Paolo Sala Per comunicazioni risultati e recuperi inviare e-mail a: salpaolo@gmail.com LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 36 SPORT I FASE PRIMAVERILE L ’attività partirà tra il 2 e il 9 marzo I gironi di Pulcini ed Esordienti La Delegazione Figc di Vercelli ha varato i gironi della fase pri- maveriale dell’attività Pulcini ed Esordienti 2012/2013.

Ecco- li.

Esordienti 2000 a 11 Girone A: Alicese, Borgopal, Canadà, Junior Pontestura, Le Grange, Libertas Robbio, Oriz- zonti United, Pro Vercelli, San- thià, Scuole Cristiane e Virtus Vercelli. Inizio sabato 2 marzo, chiu- sura sabato 18 maggio. Esordienti 2001 a 9 Girone B:Alicese, Borgopal A, Junior Pontestura A, Orizzonti United, Piemonte Sport A, Pro Vercelli e Santhià. GironeC:BorgopalB,Canadà, Crescentinese,JuniorPontestu- raB,LeGrange,LibertasRobbio e Piemonte Sport B. Inizio sabato 2 marzo, chiu- sura sabato 1° giugno (gare di andata e ritorno).

Esordienti misti a 9 Girone D: Castigliano, Junior Pontestura,Tronzano,Villanova eVirtus Saluggese.

Inizio sabato 9 marzo, chiu- sura sabato 18 maggio (gare di andata e ritorno). Pulcini 2002 a 7 Girone A:Alicese, Borgopal A, Canadà, Junior Pontestura A, Orizzonti United, Pro Vercelli, Santhià e Scuole Cristiane A. Girone B: Borgopal B, Junior PontesturaB,JuniorPontestura C, Le Grange, Libertas Robbio, Scuole Cristiane B e Virtus Ver- celli. Inizio sabato 2 marzo, chiu- sura sabato 1° giugno (gare di andata e ritorno).

Pulcini 2003 a 6 Girone C: Borgopal, Canadà A,JuniorPontesturaA,LeGran- ge A, Libertas Robbio, Orizzonti United A, ProVercelli, Santhià e Villanova A. GironeD:CanadàB,Crescen- tinese, Junior Pontestura B, Ju- nior Pontestura C, Le Grange B, Orizzonti United B, Piemonte Sport, Scuole Cristiane e Villa- nova B. Inizio sabato 9 marzo, chiu- sura sabato 11 maggio. Pulcini 2004 a 5 Girone E: Junior Pontestura A, Orizzonti United A, Pro Ver- celli, Santhià, Scuole Cristiane eVillanova. Girone F: Alicese, Crescenti- nese, Diavoletticalcio Vercelli, Junior Pontestura B e Orizzonti United B.

GironeG:Canadà,JuniorPon- testura C, Le Grange, Libertas Robbio e Piemonte Sport.

Inizio sabato 9 marzo, chiu- sura sabato 18 maggio (gare di andata e ritorno). Pulcini misti a 6 GironeH:Bianzé,Canadà,Ca- stigliano, Crescentinese, Don BoscoTrino,Tronzano,Villano- va A eVirtus Saluggese. Inizio sabato 2 marzo, chiu- sura sabato 1° giugno (gare di andata e ritorno). Pulcini misti a 6 (2003/2004) GironeI:Alicese,LivornoFer- raris,Verolenghese,Villanova B eVirtusVercelli. Inizio sabato 9 marzo, chiu- sura sabato 18 maggio (gare di andata e ritorno).

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 37 SPORT Il Borgosesia in Liguria ritrova capitan Lunardon SUL CAMPO DEL BOGLIASCO Si disputa dopodomani, domenica 17 febbraio (ore 14,30), la sesta giornata di ritorno (ventitreesima totale) del campionato nazionale di serie D. Que- ste le nove partite in programma nel gironeA: Bogliasco (25)-BORGOSESIA (36); Bra (48)-Imperia (16); Chieri (44)- Derthona (29); Folgore Caratese (33)- Sestri Levante (27); Lavagnese (45)- Verbania (33); Novese (14)-Gozzano (29); SANTHIÀ (44)-Chiavari (34); Tor- tona Villalvernia (23)-Verbano (17); Trezzano (20)-Asti (22). Il giudice spor- tivo ha squalificato per quattro turni Ungaro (Bogliasco); per due Montin- gelli (Derthona); per una giornata Bac- ciosi e Rega (Bogliasco); Giacomoni (Bra); Grasselli (Chiavari); Didu (Chieri); Dallera (Folgore Caratese); Sampo (Gozzano); Merlin (Lavagnese); Bu- streo (Novese); Di Sisto (Sestri Levan- te); De Lucia (Trezzano).

L’allenatore dell’Imperia Alessandro Lupo è stato squalificato per una gara. Ammenda di 700 euro al Bogliasco. (al.pici.) - Il m a l t e m p o non perdona. A causa della nevicata veri- ficatasi tra lu- ned ì e mar- tedì, il cam- pionato calci- stico amato- riale del Csi diVercelli vie- ne ufficial- mente so- speso per il prossimo week end. Il Comitato di Vercelli, tramite un comunicato emes- so mercoledì sera, informa le società che la terza giornata di ritorno prevista per venerdì 15 e sabato 16 febbraio slitta a venerdì 22 e sabato 23 febbraio. Slitta così in avanti di un turno tutto il campionato.

Decisione saggia in quan- to i campi sono ancora imbiancati e ghiacciati. Secondo il Comitato Csi presieduto da Giuseppino Cedone non valeva la pena rischiare l’incolumità dei calciatori.

(g.p.a.) - Turno di riposo per la Gessi Valsesia, che tornerà in campo sabato 23 febbraio contro il Collegno. La classifica della serie C maschile regionale di basket vede la Gessi al comando con 36 punti,seguita daAlba con 34. (f.pe.) - Niente da fare per la Pal- lacanestroTrino nella tana della capo- lista Ponderano. I biellesi vincono 74- 56 la seconda giornata di ritorno del campionato di Prima Divisione contro i ragazzi di coach Francesco Tricerri e rimangono a punteggio pieno al co- mando del girone A.Tricerri ha schie- rato: Coppo p.ti 12, Montarolo 12, M. Vigliaturo 10, Deandreis 8, Cigliano 7, Boido 4, Reiser 3, R.Vigliaturo, Pane e Pescarolo.

La classifica: Ponderano p.ti 20, PlaygroundTorino 16, Pallacanestro Trino, Uisp River Borgaro e B.C. Novara 12, Pont Donnas eAmici Pallacanestro 6,Trivero 4 e Novara Basketball 0. I tri- nesi tornano in campo oggi, venerdì 15 febbraio, alle ore 21 alla palestra «Buzzi» contro il PlaygroundTorino. (f.pe.) -Vittoria sulla sirena mercoledì sera per i Mooskins Vercelli nel cam- pionato Csi di basket. Sul campo ami- co i vercellesi di coach Gabriele Bonni hanno battuto il Canavese per 55-52 grazie a una bomba allo scadere di Federico Corona. Hanno giocato: F. Corona p.ti 22, Bertotto 12,A. Bonni 7, Marco Rova 5, Maurizio Rova 4, Bisiach 2, Sguazzotti 2,Viale 1, Guerra, Marco Braghin e Mauro Braghin.

I Mooskins torneranno in campo venerdì 22 feb- braio alle ore 21 a San Giusto Canavese contro lo Ouagadougou, per chiudere mercoledì 27 in casa contro Cigliano alle 21,15.

Domenica alle ore 14,30 riparte il cam- pionato di serie D. Il Borgosesia sarà impegnato sul campo del Bogliasco d’Albertis.L’allenatoreVincenzoManzo (nella foto) saràprivodellosqualificato Tettamanti e degli acciaccati Montesa- no,GiraudoeRomani.InLiguriacisarà però il ritorno di Lunardon, assente da inizio dicembre a causa di una lunga squalifica dovuta al fallimento della vecchia Biellese.Torneranno a disposi- zione pure Chieppa e Benincasa. La formazione dovrebbe dunque preve- dere:Ferrautotraipali,Cagliano,Camilli e Colombo in difesa, Maffei, D’Iglio, Baldan,BegoloePavanacentrocampo, Lunardon e Guidetti in attacco.

3-5-2 il modulo di gioco. Il Borgosesia sta at- traversando un periodo tutt’altro che positivo: nelle ultime quattro partite hatotalizzatolamiseriadiunpunto(0- 0 al Comunale contro la Folgore Cara- tese) senza segnare nemmeno un gol, il quale manca dalla goleada rifilata al Sestri Levante per 6-0 a inizio gennaio. Fuori casa,inoltre,la vittoria non arriva dal25novembre,quandoivalsesianisi imposero2-1aChiavari.Dibuonoresta la classifica, che nonostante tutto li vedeancoraalquintopostoa+2proprio sul Chiavari. Anche il Bogliasco è in crisi. Nell’ultimo turno, prima della so- sta, è stato umiliato dal Sestri Levante 4-0 e nelle ultime tre giornate, com- plessivamente,haraccoltosolounpun- to.Due,invece,ipuntidivantaggioche hasullazonaplayout.All’andatalapar- tita finì 2-2: il Bogliasco pareggiò al 95’ conPierobon,oraalSanthiàeautentico incubo del Borgosesia (ha infatti se- gnato anche nel recente derby provin- ciale).

I liguri hanno da poco tesserato il difensore ex Pro Vercelli Corallo (19 gettoni nel 2009/2010 in C2), protago- nista di 68 presenze e un gol tra serieA e B con le maglie diAscoli, Cremonese eAvellino.

Francesco Ravelli CALCIO SERIE D Al «Pairotto» rientrerà il centrocampista Brognoli Santhià: un cliente scorbutico Il Chiavari all’andata riuscì a battere i vercellesi iprende domenica il cammino del Santhià nel campionato di serieDdopolasosta.Avversario di giornata sarà il Chiavari di Boris Stagnaro, prima squadra ad aver bat- tuto il Santhià prima del pirotecnico 4-3 di Gozzano. I granata saranno quanto mai motivati a restituire con gli interessi il 3-1 dell’andata: una sconfitta sfortunata per i ragazzi di Gianni Koetting nella quale andò a bersaglioDiPaola.IlChiavariambisce ancora a un posto nei playoff, logico pensarechepossavenireal«Pairotto» con il chiaro intento di strappare un risultatopositivoalfinedinonperdere terreno con il Borgosesia.

Dal canto suo il Santhià non può permettersi di perdere ulteriore terreno dalla capo- lista Bra impegnata contro il non tra- scendentaleImperia.Ottimoilgirone diritornodeigenovesicontrevittorie, un pareggio e una sola sconfitta di misura sul campo della Folgore Cara- R tese. Rispetto all’an- data sono giunti alla corte di Stagnaro il difensore Stefano Prizio,cresciutonelle giovanili del Pescara e con alle spalle una stagione con la ma- gliadellaProVercelli, e l’attaccante classe 1985 Andrea Cardini dallaNovese,unpas- sato nei professioni- sti con Poggibonsi e Sangiovannese. La difesa dei verdeblu è tra le migliori del gi- rone e si fonda sul- l’esperienzadel1984 ManueleDelNero.In attacco da segnalare lapresenzadelbom- ber Simone Baudi- nelli, un attaccante classe1979acquistatolascorsaestate dal Bogliasco e autore di 16 reti nella passata stagione.

All’attivo ha quasi cento reti in serie D con le maglie di Sarzanese, Cossatese, Pergocrema e Novese. Finora 19 gettoni e 8 reti in campionato per il bomber. Tra le fila del Chiavari mancherà il difensore Alessandro Grasselli, squalificato per una giornata. Per quanto riguarda il Santhiànoncidovrebberoesserepro- blemi di formazione.Torna infatti di- sponibile il centrocampista Stefano Brognoli dopo aver scontato il turno di squalifica nel derby contro il Bor- gosesia. La formazione anti-Chiavari dovrebbe vedere Goio in porta con li- nea difensiva a quattro formata da Virga, Tos, Lazzeri e Bosisio.

Centro- campo a tre con Rossi, Pramotton e Brognoli.InattaccoBellleriePierobon supportatidaMinincleri.Fischiod’ini- zio alle 14,30.

Paolo Ranghino Stefano Brognoli del Santhià Ghemme e Borgosesia: trasferte molto insidiose Nella serie D del basket maschile BASKET PROMOZIONE Old Blacks super I Mooskins castigatori Ecs Crescentino e Teens Cossato al tappeto Il regno del Victoria Novara sembra ormai lontano, Franchini & C. hanno perso con il Montalto Dora e ora sono al terzo posto, superati anche dal San Mauro. E il prossimo turno metterà i novaresi a con- fronto con il Ghemme (domenica, ore 18). Prova del nove per i vignaioli che sono a un passo dai playoff, ma devono ancora trovare la continuità dell’anno scorso. Per intanto il Castelnuovo Scrivia sta- tonettamentebattutoconunabuonaprovadiHenriquezeSebastiani.

Ovvero i due giocatori principali della squadra di Luca Campari. Nei padroni di casa un ex importante, l’allenatore Facchin che guidò i ghemmesi in serie C2. E proprio il Castelnuovo Scrivia sarà il prossimo avversario (oggi, venerdì 15 febbraio, alle ore 21,15) della Libertas Borgosesia, che sarà impegnato in terra mandrogna. Purtroppo la crisi dei valsesiani continua, a dispetto del buon organico e dell’arrivo di Schifano. Questo turno potrebbe portare qualche novità positiva visto che il Castelnuovo Scrivia non è certo in un momento felice avendone subiti 30 dal Ghemme. I ragazzi di coach Cordone sono al penultimo postoedevonocambiareimmediatamentel’inerziadiquestastagione con poche luci e molte ombre.

Gian Paolo Arborio Old BlacksVercelli 84 Viguzzolo 79 OLD BLACKS: Sarrocco p.ti 18, S. Co- rona 15, Gobetti 14, Simone 10, Mattea 8,Berardi7,S.Bendazzi4,Pirosa4,Pezzoli 4 e G. Bendazzi. All.: Pugliesi. Ecs Crescentino 54 MooskinsVercelli 77 MOOSKINS: Iacassi p.ti 22 punti, Mar- zolla 20, Pergola 10, Ilagan 8, Manitta 7, Amatulli 4, L. Gaietta 3, Pirruccio 3, Novo e Ziino. All.: Frigato. MooskinsVercelli 69 Teens Cossato 59 MOOSKINS: Marzolla p.ti 11, Ilagan 11,Pergola10,Novo8,Iacassi8,Amatulli 7, Manitta 6, Pirruccio 6, Ziino 2 e Bellan. All.: Frigato.

Classifica: Omega Asti p.ti 26 (15 gio- cate),FulgorValsesiaVarallo26(15),Epo- redia Ivrea 20 (15), Mooskins Vercelli 20 (16), Novi 1980 18 (15),Viguzzolo 18 (15), Teens Cossato 18 (16), Cierre Asti 16 (15), Rices Vercelli 14 (15), Valenza 14 (15), SpartansVigliano10(15),EcsCrescentino 6 (15), Elettra Casale 4 (15), Old Blacks Vercelli 2 (15).

Programma (3ª giornata di ritorno): domenica 17 febbraio (ore 20,30) Elettra Casale-Ecs Crescentino; lunedì 18 feb- braio (ore 21,15) Fulgor Valsesia Varallo- Old Blacks Vercelli e Rices Vercelli-Novi 1980.

Programma (4ª giornata di ritorno): mercoledì 20 febbraio (ore 21,15) Spar- tans Vigliano-Mooskins Vercelli; giovedì 21 febbraio (ore 21,15) Old BlacksVercel- li-RicesVercelli; venerdì 22 febbraio (ore 21) Ecs Crescentino-Eporedia Ivrea. f.pe.-g.p.a. Proseguono i campionati giovanili di basket. Alla seconda fase l’Un- der 19 Elite: Pallacanestro Trino- GinnasticaTorino 99-73. Prossima partita: mercoledì 20 febbraioTri- no-Aba Saluzzo (ore 21). Seconda fase per l’Under 14 Elite dove l’An- dromeda Vercelli esordirà sabato 16 febbraio contro l’Arona (ore 16 a Castelletto Ticino). Seconda fase di spareggi per l’Under 13 Elite, dove Vercelli aveva chiuso battendo la Pallacanestro Biella 84-81: domenica 17 febbraio ore 15 Don Bosco Crocetta Torino- AndromedaVercelli, il ritorno sa- bato 23 febbraio alle 15,30 a Ver- celli.

Le prime fasi: nell’Under 19 regionale venerdì 15 febbraio Il Canestro Alessandria-Andromeda Vercelli (18,30), sabato 16 Borgo- sesia-Trecate (18), martedì 19 An- dromeda-College Basketball Bor- gomanero (21,15). Nell’Under 17 Elite Novara Basketball-Borgose- sia 70-74. Prossime partite: do- menica 17 febbraio Vercelli-Usac Rivarolo (15,30) e Sea Settimo- Borgosesia (18); mercoledì 20 feb- braio Lettera 22 Ivrea-Andromeda (18,45). Nell’Under 17 regionale Basket Team 71 Bra-Ecs Crescen- tino 49-73. Prossimo match: sa- bato 16 febbraio Ecs-Basket Fos- sano (17,30). Nell’Under 15 Elite Rouge et Noir Aosta-Andromeda Vercelli 57-69.

Prossimo match: sabato 16 febbraio Vercelli-Nole (15,30). Nell’Under 15 regionale Libertas Borgosesia-Scuola Basket Asti 62-51.

Prossima partita: sabato 16 feb- braio Alessandria Basketball- Li- bertas Borgosesia (16). Nell’Under 14 regionale Libertas Borgosesia- Trivero 81-73, Libertas Borgose- sia-Scuola Basket Ticino 43-89. Prossime partite: domenica 17 febbraio Rosmini Domodossola- Libertas Borgosesia (14,30 a Va- rallo), lunedì 18 Ecs Crescentino- Scuola Basket Asti (18,30). Nell’Under 13 regionale Liber- tas Borgosesia-Galliate 48-86. Prossima partita: sabato 16 feb- braioTrecate-Libertas Borgosesia (17,30). f.pe.

Pallacanestro giovanile: i risultati delle vercellesi Le cestiste della Pfv Corona di scena nel derby di Biella VARESE CAMP Due settimane di stage a giugno Baby calciatori a Le Acacie Archiviata la sconfitta incassata contro la Lettera 22 Ivrea, le ce- stiste delle Pfv Corona Immobi- liaretornanoincampodomenica (ore 20,30) nel match valido per la decima e ultima giornata della prima fase del campionato cesti- stico di serie C femminile.

Ormai certe della seconda posizione in classifica,amenodiunpocopro- babile passo falso dell’Ivrea, ca- pitan Balocco e compagne parti- ranno alla volta di Biella con la testa sgombra da troppi pensieri e libere di proporre la bella palla- canestro mostrata fino a oggi. Ad attendere le vercellesi ci sarà una compaginepiuttostomodestama che, nonostante una sola vittoria conquistata e con al passivo ben ottosconfitte,proveràachiudere in maniera decorosa una poco esaltantestagione.Sipreannuncia dunqueunasfidapiùinteressante rispetto a quella dell’andata, gio- catasisulparquetdelPalaPiacco, dove le ragazze di coach Fabrizio Castelli si imposero senza troppi problemi, strapazzando le «cugi- ne»echiudendoconben12punti di divario.

Da non sottovalutare infine il fatto che si tratti di un derby, dettaglio rilevante che po- trebbe dare quel pizzico di pepe inpiùaunincontroutileallebic- ciolane per ritrovare la concen- trazione in vista dei playoff. Alberto Dalmasso L’estate 2013 a Vercelli si tingerà di bian- corosso con il nuovo appuntamento del VareseCamp,sestaedizione.Rispettoallo scorsoanno,lostagedicalcioraddoppia: non una, ma due settimane di lezioni per i bimbi dai 6 ai 15 anni. In cattedra sali- ranno come sempre l’ex bianca casacca Alessandro Andreini (ora responsabile degli osservatori di Varese), Mario Ber- naudo,SabinoNecardoeAlbertoFontana, coadiuvati da un nutrito staff.

«Il Varese Camp è ormai diventato un appunta- mentofisso:ogniannocresceeognianni presenta novità. La scorsa estate molti genitori ci hanno chiesto di prolungare lostage:abbiamoesauditoillorodesiderio - conferma Andreini -. Come lo scorso anno il calcio sarà protagonista, ma non mancheranno le sorprese». Lo stage si svolgerà dal 17 al 22 giugno e poi dal 24 al 29 giugno al circolo «Le Acacie» di corso Rigola dalle ore 8,30 fino alle 18. Ai parte- cipantiverràconsegnatounkitconabbi- gliamento sportivo, cappellino, borsone epallone,necessariperilcampus:ilcosto, per una settimana di frequenza, è di 190 euro più 10 euro per l’assicurazione.

Chi frequenta entrambe le settimane spen- deràcomplessivamente370euro.«Ilprez- zo comprende pranzo e merenda, più l’ingresso in piscina - spiega Andreini -. La novità delVarese Camp 2013 è che c’è, per chi lo desidera, la possibilità di per- nottare al circolo Le Acacie». In questo caso il costo è di 440 euro a settimana, più i soliti 10 di assicurazione.Tariffa che prevede la pensione completa. Info: 389- 7985766 oppure varesecamp@libero.it.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 38

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 39 SPORT Stamperia Alicese attesa dal sestetto di S. Giuliano PALLAVOLO MASCHILE SERIE B2 (s.a.) - Match interno per la formazione di serie D del RedVolley che domenica 17 febbraio, a partire dalle ore 17, ospi- terà al PalaLauraVicuna l’Argo LabAr- quata Volley, attuale terza forza del torneo. «Abbiamo la possibilità di can- cellare immediatamente la sconfitta subita nel derby dello scorso week end contro la Reale Mutua ProVercelli - dice coach Nicola Mainardi - ma sap- piamo che non sarà per nulla semplice.

L’obiettivo è quello di superare le ales- sandrine e riconquistare la terza piaz- za. Servirà però una grande prova da parte di tutte le ragazze». Nella sfida di andata ebbero la meglio capitan Montalenti & C., che si imposero con un netto 3-0.

(a.ce.) - Do- menica, a par- tire dalle ore 18, il TD Gris- sini Cigliano dovrà investi- re tutte le pro- prie risorse per superare l’ostico pas- saggio in casa del Valnegri Pneumatici. In queste settimane la squadra alle- nata da Marco Bono ha pagato un pe- sante dazio all’influenza. «Praticamen- te tutte le ragazze sono state conta- giate - dicono i dirigenti - Questo per- lomeno ci dà la certezza di terminare l’inverno senza il sopraggiungere di altri casi». L’imprevisto non ha per- messo al Cigliano di raggiungere una posizione di sicurezza nella classifica di serie D femmiile di pallavolo, anche se Bono precisa che «sarebbe difficile definire una soglia per la salvezza: le squadre della seconda parte della clas- sifica sono separate da distacchi mi- nimi.

Questo fa sì che, a differenza degli altri gironi, l’esito del nostro campionato sia ancora molto incer- to».

(sa.pr.) - Reduci da un provvidenziale turno di riposo, i ragazzi dell’Olimpia Mokaor impegnati nel campionato re- gionale di serie D torneranno in campo sabato 16 febbraio al PalaPiacco, per affrontare dalle ore 18 lo Sporting Pa- rellaTorino. La squadra vercellese, gui- data in panchina dal volenteroso Fran- cesco Bertolini e sponsorizzata Multi- med, cercherà di dare il massimo per conquistare tre punti ai danni di una squadra che sulla carta si annuncia più esperta e in classifica qualche pun- to più avanti.

(sa.ba.) - Il Robbio di Mario Anti dopo tre vittorie di fila cerca di al- lungare la striscia positiva in casa.

Do- menica, se il Comitato regionale lom- bardo non sospenderà d’ufficio il cam- pionato di Seconda Categoria lom- barda girone V, arrivo lo Zibido che con 23 punti è dietro di due lunghezze al Robbio che di punti ne ha 25 punti ed è a 5 punti dalla zona playoff. Nel Robbio fuori per infortunio il difensore Monteleone e gli squalificati Santini e Marchesin. Rientra però capitan Bo- rotti. Si gioca al Comunale di viale dell’Artigianato con inizio alle ore 14,30.

(sa.ba.) - Delicato impegno interno per il Confienza nel girone A della Terza Categoria pavese. Salvo rinvii per neve si giocherà contro il SupergaVigevano. E’ un incontro d’al- ta classifica. Il Confienza, con 30 punti, è secondo a una lunghezza dal Fra- scattore. Il Superga, campione d’in- verno ma che ha perso le prime due partote del ritorno, ora è terzo a 28 punti.All’andata si era imposto il Con- fienza di Giorgio Zublena. Si gioca domenica alle ore 14,30 al «Mortarino» di Confienza.

Domani, sabato 16 febbraio (ore 21), trasferta lombarda in B2 per la Stam- periaAlicese Pallavolo Santhià.

I ragazzi di coach Gianluca Manavella saranno di scena a San Giuliano Mi- lanese contro la Lunica. Una partita delicata con i favori del pronostico che pendono tutti per i padroni di ca- sa. «Anche a Cuneo eravamo sfavoriti - commenta il direttore sportivo san- thiatese Ivano Salussolia - ma i pro- nostici sono stati invertiti sul cam- po». Nulla da obiettare. I punti più pesanti la Pallavolo Santhià li ha ottenuti fuori dalle mura amiche contro formazioni di medioalta classifica e questo lascia ben sperare per San Giuliano Milane- se. Lavoro duro in settimana per pre- parare la partita di domani.

Sicuro il rientro del secondo libero Pietro Ober- ti assente nell’ultima gara, mentre per Matteo Fioravera potrebbe far parte della trasferta,ma il suo impiego è legato alla prova di questa sera in allenamento. Il morale dei ragazzi è ancora scosso dalla partita persa sa- bato scorso in casa con l’Alba,la zona salvezza è ancora lontana ma gli scon- tri diretti con le avversarie che lottano per evitare la retrocessione devono ancora arrivare.Tutto può ancora suc- cedere.

«Se per noi è più facile fare punti in trasferta - commenta il tecnico san- thiatese Gianluca Manavella - ben vengano. E’ tutto oro colato». FuoricasaprobabilmentelaStamperia Alicese è sottovalutata dagli avversari. La sua classifica può indurre nei pa- droni di casa la convinzione che tutto sia più facile. Certo che la Stamperia Alicese dovrebbe trovare quella con- tinuità di gioco che è capace di espri- mere quando tutti i reparti e fonda- mentali di gioco girano al meglio. Daniele Boschetti VOLLEY B1 FEMMINILE Appuntamento al PalaLaura Vicuna col Vistalli Il Red vuole mangiarsi la «Foppa» Coach Boieri: «Non possiamo perdere colpi» opo l’importante successo ottenuto lo scorso sabato sul campodellaYamamayBusto Arsizio (3-2), match interno per il Red Volley «Vigneti Valle Roncati» che sabato, con fischio d’inizio fis- sato per le ore 17,30, ospiterà al Pa- laLaura Vicuna di piazza Giovanni XXIII il Vistalli Foppapedretti.

Al- meno sulla carta la sfida dovrebbe essere alla portata delle ragazze al- lenate dal duo Riccardo Boieri-Ia- copo Morri, visto che le lombarde attualmenteoccupanoquart’ultima posizione a quota 12 (quattro vit- torie ed undici sconfitte) e sono in piena lotta per evitare il baratro della retrocessione. Classifica de- cisamente diversa, invece, per ca- pitan Gomiero & C. che di punti ne hanno 31 e sono in corsa per un posto nella zona playoff, attual- mente occupata dal team piemon- tese del Lilliput Pallavolo che vanta appena quattro lunghezze in più delle vercellesi.

«Nonpossiamopermettercipassi falsi se vogliamo continuare a lot- tare per un posto al sole - dice il co- D ach biancorosso Riccardo Boieri - visto che le prime della classe viag- giano a un ritmo incredibile e non perdono colpi. Chiaramente però dobbiamo tenere conto che dall’al- tra parte delle rete ci troveremo una formazione molto giovane, con al- cune atlete del 1994 e 1995 allenate da un ottimo mister quale Turino, che sta crescendo di partita dopo partita e che dal mio punto di vista non avrà alcun problema a centrare la salvezza. Ci teniamo inoltre a vendicare la sconfitta per 3-2 subita all’andata.

Sicuramente, quello di inizio stagione era un altro Red, ma ho ben chiaro nella mente i primi due set di sabato scorso, in cui sia- mostatiletteralmentedominatidal- le avversarie».

«Sarà decisivo l’approccio che riusciremo ad avere - conclude Bo- ieri - sin dalle prime battute». Nessuna defezione in casa bian- corosso, con i due tecnici che po- tranno contare sull’intera «rosa» di giocatrici. La gara sarà diretta da GiovanniGiorgiannieFabrizioAsta. Stefano Amarilli Il Red Volley sogna i playoff (foto Barale) OLIMPIA MOKAOR Ora l’obiettivo è vincere sempre «Vendicare il 3-0 dell’andata» Al PalaPiacco arriva la Tipografia Gravinese di Torino S2M Mokaor a Trecate «Che partita sarà? Cosa riusci- remo a combinare? Sono do- mande alle quali potrò rispon- dere solo alla fine.

Di certo nella sfida del girone di andata loro non ci riservarono un tratta- mento di favore con i guanti, anzi ci rispedirono a casa con un inappellabile 3-0». E’ il presidente dell’Olimpia Mokaor, Antonio Bertolini, a ri- cordare la pesante sconfitta su- bita a Torino a inizio campio- nato, al cospetto di quella for- mazione, sponsorizzata Tipo- grafiaGravinese,chepartitado- po partita si è conquistata la terza posizione in classifica, a ridosso di Pallavolo Novi e Pla- stipol Ovada che si incontre- ranno sabato nello scontro di- retto che potrebbe cambiare la vetta del girone.

Sabato al PalaPiacco (fischio d’inizioalleore21)capitanMat- teoPiazzanoecompagniavran- no una grande occasione di ri- scatto, opposti a una squadra forte, reduce però da un mezzo passo falso casalingo contro il Chisola. Dopolasconfittacontrol’Ao- sta, nessuno in «casa» Olimpia Mokaor vuole più sentire par- lare di conti, quelli si faranno alla fine. Vincere tutte le partite rima- ste nel girone di ritorno, po- trebbe non bastare a raggiun- gere i playoff promozione, così tanto vale scendere sottorete per giocare senza avere nulla da perdere, magari regalando ai tifosi finalmente qualche bel- la prestazione da applausi e da tre punti.

Magari laTipografia Gravine- se Torino non sarà felicissima di dover tornare a casa a mani vuote,peròl’Olimpiadovràgio- care dando il massimo per far tornare a valere la legge del Pa- laPiacco. sa.pr. Si prospetta una difficile sedicesima giornata del girone A del campionato femminile di pallavolo di serie B2 per le atlete di coach Piazzese che sa- bato,alleore21,scenderannosulparquetdelPa- laAgil diTrecate. Una gara impegnativa che sicu- ramente richiederà la massima concentrazione e grinta da parte di tutte le bianconere. La S2M Mokaorstadimostrandoforseun«risveglio»dopo cinque mesi di abulia e assenza totale.

L’ultimo incontro casalingo, infatti, ha messo in luce il la- voropositivodelneotrainerPiazzeseel’impegno chelebicciolanestannoricominciandoamettere in campo. La gara contro il Normac Genova non è solo servita a conquistare il bottino pieno, che certo non fa male alla S2M Mokaor che ancora occupa le posizione basse della graduatoria, ma è stata utile soprattutto come forma di riscatto. Levercellesi,dopotantotempo,hannofinalmente tirato fuori gli artigli e hanno dimostrato di voler ancora combattere per la salvezza. Di certo il match contro l’Agil non sarà dei più facili. Le no- varesi occupano la quinta posizione e vantano tra le proprie fila giocatrici di alto livello.

Questo non deve, però, impedire alla S2M Mokaor di crederci e lottare fino alla fine. Mister Piazzese sta infondendo fiducia al gruppo.

Joana Gjoni Red Under 16 e Green U14 sono andati a bersaglio PRO VERCELLI Le leonesse per il bottino pieno All’esame Raicam Lingotto Sconfitta interna per l’Under 18 del RedVolley che nello scorso week end è stata supe- rata per 3-0 dalla forte capoli- staTeamVolley. Merito senza dubbio alle biellesi, che sono state ciniche e spietate, ma in casa Red resta un po’ di rammarico per non avere giocato con più cattive- ria. A referto: Carizzano, Carrera, Fiorenzi, Ramella, Carnieletto, Fassone, Sangiacomo, Sella, Macco,Vincenzi e Rizzi. E’ andata decisamente me- glio, invece, per la compagine Under 16, guidata da mister Prezisosa che ha rimediato alla sconfitta di Chiavazza supe- rando senza problemi (3-0) le ragazze delle Generali Biella EstTeamVolley.

Sono scese in campo: Sella, Zambotti, Fiorenzi, Chihab, Carrera, Fassone, Rizzi, Bertot- ti,Valente, Greppi e Catapano. Molto bene anche le Under 14 del GreenVolley che hanno avuto la meglio sulle biellesi dellaVirtus Chiavazza. Dopo l’avvio migliore delle biellesi (25-14), le ragazze di Preziosa prendono le misure e prima pareggiano i conti (25- 16), poi mettono la freccia e su- perano le avversarie (25-18). E nonostante la rimonta biellese nel quarto periodo (25- 22) sono le vercellesi a mettere il sigillo sulla vittoria finale (16- 14).

A referto: Bertolone, Catapa- no, Cerone, Costa, Cotugno, Franchino, Greppi, M.

Lesca, R. Lesca, Santoro e Siciliano. Battuta d’arresto esterna, in- vece, per le Under 13 che par- tono con il piede giusto (25-21) e nonostante abbiano fatto ve- dere buone cose e dimostrati grandi passi avanti, si sono do- vute arrendere alle biellesi del- laVirtus Chiavazza. A referto: Barberis, Bertolo- ne, Costa, Curto, Franchino, Orrico, Patrucco e Santoro. s.a. Non dovrebbe essere un incontro mol- to ostico per la ProVercelliVolley Reale Mutua Borgogna quello di sabato 16 febbraio (ore 20) sul parquet del Rai- cam Lingotto.

Le torinesi, al momento in terz’ulti- ma pozione della classifica, sono ben lontane dai 41 punti con cui la Pro oc- cupa la vetta della graduatoria. Una testa della classifica della serie D conquistata e occupata meritata- mente da una Reale Mutua Borgogna che anche nel difficile derby con il Red dello scorso sabato ha ribadito ancora una volta la sua tenacia e la sua volontà di vincere. L’atteggiamento delle leonesse è sempre positivo e propositivo e così dovrà essere anche nella trasferta di Torino.

Anche se sulla carta non dovrebbe dimostrarsi una gara complicata per le bicciolane, la concentrazione non dovrà mai mancare.

Alla Pro serve il bottino pieno. Le formazioni alle spalle delle leonesse sono agguerrite e pronte a sfruttare eventuali passi falsi della capolista. j.g.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 40 SPORT Il Montecchio Precalcino avversario dell’Amatori HOCKEY SU PISTA SERIE A2 La responsabile dell’Ufficio di Educa- zione Fisica e Sportiva Laura Musazzo è sta nominata delegato del Coni pro- vinciale diVercelli. In pratica prende il posto di Paolo Sangrigoli, ultimo pre- sidente del Coni dopo la chiusura dei Comitati provinciali nazionali decisa dal Coni nazionale a partire dal 1° gennaio 2013. Nel programma di Laura Musazzo le linea guida già attuate da Paolo Sangrigoli nel corso dei suoi se- dici anni di presidenza. «Hanno fatto un lavoro straordinario - sottolinea Laura Musazzo - e per quanto mi com- pete cercherà di proseguire la strada tracciata da Sangrigoli.

Ovviamente i mezzi sono diversi perché, come è noto, sono stati fatti dei tagli». Il nuovo delegato punta molto sulla collabora- zione con le Federazioni sportive e le società. «E’ mia intenzione convocare nei prossimi mesi un tavolo di lavoro - dice Laura Musazzo - coinvolgendo i rappresentanti delle istituzioni (Re- gione, Provincia, Comune, Scuola) e delle Federazioni.Vorrei impostare con loro un programma per un progetto rivolto ai giovani». Insomma, la voglia di iniziare questa nuova avventura non le manca di certo.

(ma.mu.) - Febbraio è il mese in cui si inau- gura la sta- gione delle Granfondo. Dopo quel- la di Loano, segnata dal forte vento che ha co- stretto mol- ti al ritiro, domenica scorsa è toccato a Laigueglia, inizialmente in programma il 24, ma anticipata per via delle elezioni. In una giornata fred- da, ma per fortuna soleggiata si sono dati appuntamento quasi tremila ap- passionati di ciclismo.Tra di loro anche un nutrito gruppo di corridori vercellesi che bene si sono comportati sui ner- vosi e impegnativi percorsi liguri. Il migliore è stato Marco Bordone del Team Cycling Center che ha chiuso in 3 ore 25 minuti e 40 secondi, classifi- candosi 202° assoluto e ventunesimo di categoria.

Quattro gli atleti delTeam Oliva: Lori Cillerai, Matteo Petrucci, Carlo Minoia eAntonio Pucciarelli che tornava alle gare dopo un anno di stop. Tutti hanno completato il trac- ciato di 110 chilometri e 1.800 metri di dislivello in meno di quattro ore, di- mostrando già una buona condizione. Ora è tempo di prepararsi per un’altra classica del circuito: la Gepin Olmo che si correrà il 24 marzo a Celle Ligu- re.

AmatoriVercelliinVenetodomani(sabato16febbraio)a«caccia»delMontecchio Precalcino, avanti di solo due punti in classifica. «E’ evidente che ritornare a casa con qualche punto sarebbe molto importante per la nostra classifica - spie- gano i gialloverdi - però lo stesso vale per il Montecchio, non ci accoglieranno certo con il clima di chi vuole giocare una partita amichevole.Sono una squadra ben attrezzata per una serie A2 e di certo non sarà un’impresa facile impedire loro di sfruttare il fattore campo, però ci proveremo». All’andata il confronto AmatoriVercelli-Montecchio Precalcino fu una bella «battaglia» sportiva, con il risultato a lungo in bilico e il gol del definitivo 2-1 dei vercellesi arrivò a meno di cinque minuti dal suono della sirena finale.

La terza giornata di ritorno propone queste altre sfide: Pordenone-Sandrigo;Amatori Modena-Correggio; Pieve 010- Roller Scandiano; Viareggio-Roller Bassano (riposa il Cresh Eboli). Sabato 23 febbraiocapitanSimoneMotaran&C.ospiterannoalPalaPregnolatoilViareggio: una partita importante, di qualità, per la quale la società di via Restano sta stu- diando alcune iniziative per invogliare la partecipazione dei tifosi. Samantha Profumo BIKE POLO Il sodalizio vercellese ringrazia e chiede materiale edile «Abbiamo un campo tutto nostro» Team Piccante nell’area della palestra Mazzini Riceviamo e pubblichiamo: a frase «A Vercelli giochiamo a bike polo da due anni» non è corretta, si dovrebbe dire «Siamo diVercelli e giochiamo a bike polo da due anni» perché in città, a partequalchesporadicaapparizione, nonabbiamomaipotutogiocare,co- me risaputo, a causa dell’assenza di uncampoidoneo.Eraormaiunanno e mezzo che il Team Piccante ogni mercoledìseradopocenapartivamu- nito di buona volontà e tutta l’attrez- zatura per raggiungere i «cugini» del Fruit Team di Corsico (Milano) per poter giocare delle vere partite.

Dalla scorsa settimana le cose sono cam- biate anche nella nostra città! E per questo vorremmo ringraziare pub- blicamente l’assessore allo sport del ComunediVercelliGiovanniMazzeri e Guido Manolli (presidente del Co- mitatoVecchia PortaCasale)peraver- ci concesso l’utilizzo del campo poli- valentepresenteall’internodelcortile della palestra Mazzini. Non è ancora il top vista l’assenza delle sponde ne- cessariepergiocare,macominciamo ad avere una struttura «nostra» dove poterciallenare.Sabatoscorsosiamo andatimunitidiscopepaletteesacchi neri e abbiamo pulito il campo di di- mensioni 32x19 metri.

Sfruttando le giornate di sole abbiamo anche te- statolasuperficieconcedendociqual- che ora di scambi e tiri in porta. Una voltacheriusciremoainstallareanche dellespondesaràuncampoperfetto, un paio di lati sono contro le pareti ma purtoppo hanno ogni due metri L una colonna sporgente. Le misure sono ottime, non troppo grande ma ben giocabile, il fondo è in cemento quarzato fatto nel 2000 ed ancora perfetto,inbollasenzanessunacrepa o irregolarità. Nella speranza di tro- vareabreveilmaterialeperrealizzare le sponde, lanciamo un appello a chiunqueabbiadelleassi(deltipoda cantiere) e non sapesse come disfar- sene, donatele al Team Piccante che venesaràimmensamentegratoevoi avrete liberato dello spazio in ma- gazzino e guadagnato uno spazio tra i nostri sponsor tecnici! Magari qual- che impresa edile che ne ha di inuti- lizzatesisenteinvenabuonaperaiu- tareunosportemergente!Quelloche vogliamo fare una volta ultimato il campoèfarvenirealtrigiocatoridalle cittàlimitrofe(TorinoeMilanohanno una scena molto attiva) per organiz- zaredellegiornatedimostrativeesuc- cessivamente ci piacerebbe anche riuscire a organizzare un bel torneo vercellese.

Team Piccante Bike Polo KARATE Altri sei atleti sono saliti sul podio nelle prove di kata e kumite Yanagi: in trionfo il giovanissimo Fasano Argento per la coppia femminile composta da Carola Lucidi e Margherita Peila Buoni risultati per i giovani porta- colori della Yanagi Karate Club alla loro prima uscita del nuovo anno alla Coppa «Città di Moncalieri». La competizione prevedeva prove di kata (forme) per i bambini e ragazzi fino ai 16 anni, prove a coppie, ri- servate alle cinture nere di età su- periore, dove i partecipanti si sud- dividevano in specialisti di kata e kumite (combattimento) e prove di kataasquadre,sempreriservatealle sole cinture nere adulte.

Seppure la rappresentanza della squadra bic- ciolanafossealquantoridotta,stante i numerosi appuntamenti previsti inquestoavviodistagione,irisultati non sono certo mancati. Nel kata individuale la medaglia d’oro è arri- vata con il giovanissimo Gabriele Fasano, cintura arancione classe 2001; da quando ha iniziato a ga- reggiare, lo scorso anno, è sempre salito sul podio. Nelle cinture verdi Emanuela Ferruggia, classe 1999, ottenevaunimportanteterzoposto. Un altro terzo piazzamento anche nelle cinture marroni con la bravis- sima Sofia Gogna, classe 2001, ora- maiabbonataalpodiodaalcunian- ni.Podioancheperl’esordientecin- tura gialla Brajan Qoshja, classe 2005, classificatosi al quarto posto in una agguerrita poule.

Nella prove a coppie le atlete bicciolane Carola Lucidi e Margherita Peila, dopo una condotta di gara esemplare, si ag- giudicavano la medaglia d’argento. Anchenellacompetizioneasquadre di kata il terzetto formato da Ale- xander Giordano, Carola Lucidi e GaiaLescaottenevaunbuonquarto posto. Si sono comunque ben com- portati, sfiorando il podio, anche Alessio Sampietro, Alberto Fragali, Matteo Boschetto e Alexander Gior- dano impegnati nelle prove a cop- pie.

Margherita Peila e Carola Lucidi dellaYanagi MASTER CLUB Simone Cervellera si è aggiudicato l’oro all’esordio fra le cinture blu Sette medaglie conquistate al Trofeo «Da Giau» La Master Club conquista sette medaglie nel Trofeo «Da Giau», che si è svolto a Moncalieri. Al torneo hanno preso parte 200 atleti, pro- venienti dal Piemonte, che si sono confrontati nel kata e kumite. Simona Cervellera, al suo esordio fra le cinture blu, ha vinto la medaglia d’oro.

MarcoMazzarda,cinturanera,haconquistato l’argento: la prima posizione gli è sfuggita per un solo decimo di punto. Beatrice Anghel ha occupato il terzo gradino del podio, nonostante fossestatainseritainunapoulemistaframaschi e femmine.

MedagliadibronzopureperMartaMazzarda, cintura nera nei Preagonisti, Andrea Bertuca, marrone Cadetto, Matilde Scarpa, cintura gialla nella categoria Bambini. Sono entrati nei mi- gliori otto: Francesca Corradino, Eleonora Si- monetta, Nicolò Scarpa e Roberto Deidda.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 41 SPORT Arti marziali: le tecniche dell’accademia di Olmo (ma.g.) - Brilla la stel- la dell’Asso- c i a z i o n e S c h e r m a Pro Vercelli ai campio- nati italiani Under 17: M a t t e o S a n s o n e , Francesca Triveri e Ric- cardo Mila- ni centrano il settimo posto nella prova di Udine. «Ottimi ri- sultati - commenta il maestro Massi- mo Zenga Germano -: per una società come la nostra è infatti un successo aver qualificato tre atleti nelle finali sui cinque convocati».A tradire un po’ le attese sono state le ragazze: Camilla Messina è stata eliminata nei sedici, mentre Giulia Giorgione non ha fatto tanta strada nelle eliminatorie.

I ra- gazzi vercellesi si sono poi messi in luce anche nella gara privata di Desio: FrancescaTagliabò ha vinto l’oro,Pietro Pelizzaro è invece salito sul terzo gra- dino del podio. L’attenzione della Pro è ora rivolta ai campionati italiani a squadre Under 14, che si disputeranno nel prossimo fine settimana a Firen- ze.

Portacolori del Centro JudoVercelli in evidenza al Gran Premio di primo, se- condo e terzo dan che si è svolto a Giaveno. Mirko Terranova, dopo due anni di inattività, alla sua prima com- petizione ha ottenuto un buon piaz- zamento. E’ giunto sino alla finale. L’infortunio subito gli ha pregiudicato la conquista del primo posto. Eccel- lente prestazione per Alberto Passoni che si è posizionato terzo. Settimi posti centrati daArianna Cortissone e Stefano Mattoli. Nel terzo dan da sot- tolineare il terzo gradino del podio conquistato da Alessandro Mattoli, che è tornato a gareggiare dopo sei mesi di inattività.

Il prossimo appun- tamento per gli atleti del Centro Judo Vercelli è fissato per sabato 23 febbraio ancora a Giaveno.

(f.pe.) -Torna in pista oggi, venerdì 15 febbraio, dalle ore 21, il campionato Gt Inline. Si disputa sulla pista di piaz- za Dante Alighieri della Trino Slot Ra- cing. La seconda prova era stata vinta da Carlo Barbano precedendo Stefano Gatti,AntonioVandone, Francesco Ca- biati, Gianni Sandigliano, Stefano Ube- zio, Riccardo Ferrero, Giorgio Cesarini, Luca Nicolosi, Fabio Marangoni. La classifica generale vede al comando Barbano con 188 punti, secondi Cabiati eVandone con 148, quarto Sandigliano con 120, quinto Nicolosi con 108, sesto Ferrero con 104, settimo Rota con 100, ottavo Cesarini con 89,noni Marangoni e Gatti con 88.

Sabato 16 e domenica 17 febbraio, or- ganizzato dalla Crevacuorese, si svol- gerà il terzo memorial di bocce «Walter BarberisVignola» con la partecipazio- ne di ventiquattro formazioni a terne CCC-CCD-CDD.Appuntamento sabato dalle ore 14. Il sistema di gara è a poule. Arbitrerà Livio Debernardi. Si giocherà nei bocciodromi di Creva- cuore eValduggia. Nell’evoluzione del programma tec- nico e di apprendimento delle arti marzialicinesidell’Accademiaitaliana Shen Qi Kwoon Tai di Vercelli nuovi corsi, stili e progressioni si affacciano alla ribalta del serio percorso di studi e pratica delle nobili discipline del kung fu e del taijiquan.

Nel kung fu, l’arte marziale caratterizzata da mo- vimenti circolari,veloci,riflessi in con- tinua stimolazione, potenza di colpi, imitazioni degli animali ma anche grande rispetto dell’avversario e ar- moniainteriore,neglistiliamaninude si assiste a un fiorire di studio dello stile della tigre con le tre forme imita- tive portate avanti magistralmente e conindomabilepassionedallacintura nera secondo danValentina Dimitri e dell’aspirante cintura nera Giulia Bo- nello, ora integrate anche da un pre- stabilitoincoppiaaltamentefigurativo edirarabellezzaeintensitàespressiva e che necessita di una assidua e dura preparazione.Altra assoluta afferma- zione è Sara Marchisio, che ha impa- rato oltre a un abilissimo maneggio di vari livelli di difficoltà, la prima forma intermedia di sciabola.

Il kung fu più altamente spettacolare e acro- baticoperlefunambolicheesecuzioni dove fa il suo ingresso anche un altro esponente di spicco dell’accademia: Emanuele Olmo, il figlio del maestro caposcuola, già campione italiano e plurimedagliato nelle specialità tradi- zionale e imitativo, che sta continua- mentespecializzandosinellostileimi- tativo dell’aquila. E se Olmo Caruso Ridolfi si sta applicando nello stile difficilissimo della scimmia eAmedeo Ventrescasiequipaggiadiconoscenza tecnicanelloshaolindellatigreedelle sette stelle eAndrea Calcagno nelTon Qi Gong,l’arte acrobatica dei bambini guerrieri,AndreaParaporti,cinturane- ra secondo dan e istruttore della se- zione di Santhià, ha preso a cuore lo stile del serpente con una forma che lo terrà impegnato per anni di studio eapplicazioni mentre,semprenel set- tore armi,Alberto Murgioni, figlio del maestroSilvan,proseguenellostudio del nunchaku doppio, mentre Seba- stiano Olindo si perfeziona nello stile imitativo del leopardo e poi Sandro Turati si accinge a completare la pre- parazione nell’originale arma doppia degli antichi sicari con una forma a doppia lama.

E infine Serena Rubini segue da anni con accorata determi- nazione l’insegnamento diretto da CarloOlmoconlaformasuaprediletta dello stile imitativo del drago. KWOONTAI ATorino previsti spettacolari numeri di kung fu e taijiquan Davanti a 900 spettatori cinesi Esibizione per l’ingresso dell’anno del serpente n occasione delle celebrazioni per l’inaugurazione del Capo- danno cinese e l’ingresso nel- l’annodelserpente,l’AsdAccademia italiana Shen Qi Kwoon Tai di Ver- celli,guidatadaimaestriCarloOlmo, Gian Paolo Crescenzo, Silvano Mur- gioni e Angela Oliviero, è stata invi- tata a esibirsi in spettacolari numeri di kung fu e taijiquan domenica 17 febbraio dalle ore 14 alTeatro Gran- de Valdocco di Torino dall’Aicup, l’Associazioneimmigraticinesiuniti per il Piemonte diretta dal fraterno amico Paolo Hu Shaogang che già numerose volte ha visitatoVercelli e ha una profonda amicizia e legame con il maestro caposcuola Carlo Ol- mo.

Di fronte a più di novecento spettatori cinesi, si esibiranno, in onore proprio alle tradizioni delle I arti marziali dell’antica Cina, Ema- nuele Olmo nello stile imitativo dell’aquila,ValentinaDimitri,Giulia Bonello e Andrea Calcagno nella forma in coppia della tigre Wudang e nel Free Style acrobatico, mentre neltaijiquan,sottolavocemelodiosa del soprano Serena Rubini accom- pagnata al pianoforte dal maestro Stefania Bellini, si esibiranno nella Forma 12 e terza parte del passo li- berodiYulamaestraAngelaOliviero e la campionessa mondiale Cristina Cantatore,mentrenellaprimaparte di Yu in gruppo parteciperanno: Claudio Zammarchi, Lorenza Flora, Bruno Cipriani, Iosita Frè, Daniela Casetto,RosariaPomati,Giuseppina Barberis, AlessandraTaverna,Tizia- noTassì, Ezia Ferrario, Luciano Ghi- lardi e Alessandro Di Perna.

Emanuele Olmo presenterà lo stile imitativo dell’aquila Medaglia di bronzo per Simone Costanzo Judo: il trinese brilla a Modena GINNASIOTRINO Terza tappa del K1 Cup Pugni e violenti scambi Cicciarella, Nevi e Lentini sul ring a Castiglione Medaglia di bronzo per il judoka trinese Simone Co- stanzo al dodicesimoTrofeo «Città di Modena». Il porta- colori del Centro Ginnastico Torino era al PalAnderlini di Modena con altri cinque- cento atleti da tutta Italia alla manifestazione orga- nizzata dal Geensink Mo- dena. Il Centro Ginnastico Torino era presente con quattordici atleti. Simone Costanzo era alla prima competizione del 2013 nella nuova categoria al limite dei -45chilogrammi.Questaga- ra serviva come preparazio- ne all’importante appunta- mento di Vittorio Veneto di sabato 16 e domenica 17 febbraio, dove i punti presi, con altre tre gare in cartel- lone, serviranno per deter- minare i partecipanti alla finale del campionato ita- liano Esordienti B in pro- gramma a novembre ad Ostia.

Costanzo a Modena nonerainottimecondizioni per via di una contrattura al quadricipite rimediata nell’allenamento del vener- dì prima della gara. La con- dizione tecnico atletica però lo sorregge molto bene ha voluto gareggiare affrontan- do sei incontri molto tirati di cui cinque vinti prima del limite e uno perso. Arri- vava così alla gara per il ter- zo posto contro un atleta sardo e nonostante il dolore, oltre alla preparazione è sta- to il carattere dimostrato in questa occasione, col terzo posto finale, a far ben spe- rare per la stagione appena iniziata. Simone Costanzo questa settimana ha ripreso gli allenamenti in vista di VittorioVeneto.

f.pe. Soddisfazioni per la Ginnasio Trino nel mantovano, a Castiglione delle Stiviere, per la terza tappa del K1 Cup con la presenza di numerosi atleti di tutto il Nord Italia pronti per gli incontri di K1 light e Full contact. I trinesi erano pre- senti con Joseph Cicciarella, Gabriele Nevi e Marco Lentini. Cicciarella, cate- goria 74 chilogrammi, per la sezione Fullcontacthasubitoaffrontatoilcam- pione italiano 2012, sulla distanza delle tre riprese. Buone tecniche e ottime combinazioni da parte di Cicciarella, anche se fin dalle prime battute si nota lasuperioritàtecnicadelcampione,ma i violenti scambi di colpi da entrambe le parti, ricordano che il risultato pos- sibileèsempreincerto.Cicciarellaperde solo ai punti.

Lentini, categoria 67 chi- logrammi, è di fronte a un atleta ben preparato: sono frequenti le sequenze di pugni e low kick che mettono fin da subito in difficoltà e portano più volte all’angolo il suo avversario. Nella se- conda ripresa, i pugni di Lentini sem- brano più pesanti e incisivi del solito e la superiorità tecnica di Lentini gli per- mette di vincere ai punti al terzo round. Nevi,categoria70chilogrammi,acausa di un infortunio, dopo aver disputato i tre round, per la prima volta, perde ai punti. In casa Ginnasio c’è comunque soddisfazione da parte del tecnico Ivan Provini che sprona i giovani ad avvici- narsi a questo sport.

f.pe. PATTINAGGIO All’appuntamento dello Skating anche un atleta giunto dal Giappone Uno stage con i campioni e gli istruttori federali Grande partecipazione ed entusiasmo per la seconda edizione dello stage di pat- tinaggio artistico specialità singoloorganizzatodall’Asd Skating Vercelli con il re- sponsabile Siri Sara Locan- dro, il tecnico federale Mi- chele Terruzzi, il pluricam- pione del mondo Roberto Riva e la preparatrice atleti- ca Elena Benini. Lo stage di pattinaggio artistico a ro- telle aperto a tutti gli atleti di qualsiasi categoria e li- vellotecnicoprovenientida ogni regione di Italia, ha portatonellanostracittàol- treduecentotratecnici,giu- dici e atleti, un atleta è ad- diritturagiuntodalGiappo- ne,cheneiduegiornihanno potuto affinare le loro ca- pacità atletiche e cognitive, supportati da questi tecnici che rappresentano il gotha a livello mondiale in questo sport.TerruzzielaLocandro hanno dato agli atleti, agli allenatori e ai componenti del Comitato Tecnico Arbi- trale preziosi consigli sul- l’impostazioneel’esecuzio- nedisaltietrottole,presen- tandoanchenuovetecniche trattedastudirealizzatidalla Fihp.

«Questa esperienza - commentailpresidentedel- lo Skating Marinella Gibin - ha rappresentato un ulte- riore tassello verso la con- cretizzazione del program- ma di“crescita” della nostra società,cheormaidadiversi annicivede“investire”sullo sviluppo tecnico e interiore deinostrigiovaniedeinostri tecnici».

F .Tagliabò

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 42 SPORT Nasce la Coppa Piemonte: in programma dieci prove MOUNTAIN BIKE CICLISMO SU STRADA: CIRCUITOA CERRIONE (sa.pr.) - E’ il Pedale Cossatese di Fau- sto Dondi a rompere il ghiaccio per l’attività agonistica su strada sulle strade delle province diVercelli e Biella. Lo fa con una new entry nel calendario agonistico cicloamatoriale: il trittico di fine inverno, simpaticamente chia- mato «Scauda garun». Tre competi- zioni distinte, con classifiche di cate- goria a ogni gara ma legate tra loro da una classifica a punti finale, determi- nata dalla somma dei punti ottenuti dai singoli atleti nelle tre gare e l’as- segnazione di un punto di partecipa- zione per ogni gara.

Condizioni clima- tiche permettendo il primo appunta- mento è fissato per domani (sabato 16 febbraio) a Cerrione, presso il col- laudatissimo circuito dell’aeroporto: sette chilometri a giro, in un contesto di traffico molto accettabile. Il ritrovo per le iscrizioni è fissato dalle ore 12 al Bar «Vinci Red Caffè», accanto alla pista di decollo e atterraggio che si trova nei pressi di Cerrione. Prima par- tenza alle ore 13,15 per il gruppo della categoria Gentlemen, seguito a cinque minuti da Supergentlemen e Donne, dalle ore 14,45 circa sarà poi la volta di Cadetti, Junior e Senior, seguiti dai Veterani.

Otto giorni dopo (sabato 23 febbraio) si correrà sul circuito traArro e Salussola, con ritrovo di partenza e premiazioni previste però nella fra- zione San Damiano, sulla strada da Carisio verso Salussola. Ritrovo dalle ore 12 alla trattoria «Cuore d’Oro». Partenze dalle 13,15. Terza e ultima gara del trittico sabato 3 marzo a Ol- cenengo, con operazioni di ritrovo e premiazioni finali alla trattoria «La Piazzetta», circuito inedito di 22 chilo- metri da ripetere tre volte, con a ogni giro un tratto di 4,5 chilometri di «stra- da bianca». Il Pedale Cossatese, con- sapevole di trovarsi a fronteggiare una stagione climaticamente difficile da prevedere, si riserva di decidere di volta in volta l’eventuale rinvio delle competizioni.

VETERANI DELLO SPORT: SABATO L’ASSEMBLEA Domani, sabato 16 febbraio, alle ore 10 nella sede in via Quintino Sella 3 a Vercelli si terrà l’assemblea ordinaria annuale della sezione «Marino Frova» dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel corso della riunione ver- ranno discussi i seguenti punti: rela- zione morale del presidente Piero Fran- cese sull’attività 2012; approvazione del bilancio consuntivo per l’anno 2012 e preventivo per l’anno sociale 2013. Seguirà l’assemblea elettiva per il rinnovo della cariche sociali per il quadriennio 2013-2016. I soci che in- tendessero candidarsi sono pregati di darne comunicazione al presidente della sezione Piero Francese (0161- 393362).

Fra le attività dell’Unvs di Vercelli il fiore all’occhiello è come sempre rappresentata dall’annuale consegna dei Premi Fiaccola. Il rinnovo delle cariche è altresì propedeutico alla cinquantaduesima assemblea na- zionale della Unione Nazionale Vete- rani dello Sport che si terrà a Cecina (Livorno) da giovedì 21 a domenica 24 marzo 2013.

Nasce la «Coppa PiemonteAcsi 2013» di mountain bike. Grazie alla fervida passione di Gian- nino Riconda, il presidente del Pedale Pazzo Borgodalese e vicepresidente del Comitato di Biella,che ha raccolto intorno alla sua idea la collaborazione dei Comitati Acsi di Cuneo, Asti e Alessandria, mentre abbastanza sor- prendentemente si è defilato il Comi- tato di Torino. Dieci le prove in pro- gramma. Il 10 marzo a Castellero (Asti); il 17 marzoaVillareggia(PedalePazzoBor- godalese); il 31 marzo a Dogliani (Cu- neo); il 7 aprile a Valmanera (Asti); il 14 aprile a Saliceto di Pocapaglia (Cu- neo); il 21 aprile a Burolo (Biella); il 28 aprile a Samone (Biella); il 5 maggio adAlbiano d’Ivrea (Biella); il 21 luglio a Cerrina (Alessandria) e il 28 luglio a Solonghello (Alessandria).

Per entrare nella classifica finale i ci- cloamatori di qualsiasi ente che par- teciperanno alla Coppa dovranno prendere parte ad almeno sei prove delle dieci in programma. Saranno ritenuti validi i migliori otto piazzamenti quindi con due prove di scarto. Queste le categorie ammesse: Prima- vera (unica), Debuttanti, Cadetti, Ju- nior, Senior,Veterani, Gentlemen, Su- pergentlemen A, Supergentlemen B e Donne (unica). Al termine dell’ultima prova si terrà la premiazione finale per i primi cinque classificati di ogni categoria. Questa nuova iniziativa ha costretto ad una revisione del calendario del campionato provinciale di mountain bike di Biella con il cambiamento di alcunedate,rispettoaquantostabilito in un primo tempo e pubblicato su «La Sesia» di venerdì 8 febbraio, pur mantenendo le tredice prove com- plessive.

Lo riportiamo dunque con le modifi- che. Il 17 marzo a Villareggia (Coppa Pie- monte); il 24 marzo a Bienca; il 30 marzo a Borgo d’Ale (Master); il 13 aprile a Roppolo; il 21 aprile a Burolo (Coppa Piemonte); il 28 aprile a Sa- mone (Coppa Piemonte);il 1° maggio a Torre Canavese; il 5 maggio ad Al- biano d’Ivrea (Coppa Piemonte); l’8 giugno a Candelo (Master); il 23 giu- gno a Trivero, la Sopranissima (Ma- ster); il 4 agosto a Salussola (Master); il 1° settembre a Candelo,Ysangarda Bike (Master);il 28 settembre a Borgo d’Ale (Master).

r.c. Giovedì 14 febbraio 2013 1 5 6 9 12 17 19 25 29 33 38 39 42 52 61 69 85 88 89 90 CONCORSO 11 I sistemi dei pronostici del Totocalcio costano euro 128 (ridotto euro 16) Catania - Bologna Genoa - Udinese Napoli - Sampdoria Pescara - Cagliari Torino - Atalanta Portogruaro - Treviso Reggiana - Virtus Entella Avellino - Frosinone Carrarese - Pisa Albinoleffe - Carpi Alto Adige - San Marino Catanzaro - Viareggio Perugia - Nocerina Fiorentina - Inter CONCORSO 21 CONCORSO 20 Montepremi 1.885.261,93 24-32-44-60-64-76 25 76 Bari 33 5 69 77 4 Cagliari 19 29 1 28 23 Firenze 61 89 72 37 34 Genova 38 12 83 55 90 Milano 52 25 32 11 17 Napoli 6 17 36 5 67 Palermo 90 39 68 72 43 Roma 88 33 40 20 89 Torino 85 42 41 35 2 Venezia 39 9 5 13 61 Nazionale 37 38 47 59 52 24 27 35 42 55 69 70 83 88 90 1 1 1 12 1X 1 1X 1X X2 1 1X 1 1X X2 CICLOCROSS A Simone Crittino e alla Bertocco le maglie del trionfo Due successi vercellesi al Palzola LaProfumo(DonneA)eFerraroMorey(Debuttanti) ala ufficialmente il sipario sul Criterium Palzola, la manife- stazione di ciclocross articola- tasi in quattordici tappe tra ottobre e febbraio,coordinatadalresponsabile nazionale del fuoristrada dell’Acsi, Carmine Catizzone, con la collabora- zione dei Comitati provinciali Acsi di Novara del presidente Alberto Filip- pini,diMilanodelpresidenteFabrizio Scaramuzzi e di Biella del vicepresi- dente Gianni Riconda.

Cala il sipario con due trionfi vercellesi: quello di Samantha Profumo (Pedale Borgo- dalese) nelle Donne A, un successo forse inatteso vista l’esperienza di un solo anno in questa specialità, ma ampiamente meritato per la grinta e la volontà che hanno caratterizzato il suo percorso in tutte le tappe del Cri- terium;equellodiAlessioFerraroMo- rey (Pedale Pazzo Borgodalese) nella categoria dei Debuttanti, meno sor- prendente perché il ragazzo da anni si dedica con successo al ciclocross. Si aggiunge poi la vittoria di Orlando Borini, borgosesiano dell’Albertoni, nella categoria deiVeterani.

Cala il si- pario dunque domenica 17 febbraio C conlamanifestazionedipremiazione che si terrà alle ore 17 alla sala poliva- lente dell’Oratorio di Orago. Sia Sa- manthacheAlessiovestirannolapre- stigiosa maglia del primato. Maglie anche per Simone Crittino e Silvia Bertocco che sono risultati i primi dei «nonvincenti»neiPrimavera2enelle DonneA.Questol’elencodeivercellesi premiati domenica pomeriggio alla conclusione del Criterium Palzola di ciclocross.

Primavera2:4.SimoneCrittino(Pe- dale Pazzo Borgodalese); 5. Michele Gelli(TeamCicliFratelliOliva);6.Ste- fano Riconda (Pedale Pazzo Borgoda- lese); 7. Edoardo Debernardi (idem). Primavera1:6.NicolòTumiati(Velo ClubValsesia). Debuttanti:1.AlessioFerraroMorey (Pedale Pazzo Borgodalese); 5. Gian- luca Aimaro (Cigliano); 6. Loris Car- chia (Pedale Pazzo Borgodalese). Junior:8.VincenzoJellamo(ARuota Libera);9.MarcoChiocchetti(Pedale Pazzo Borgodalese). Senior: 3. Claudio Duò (Velo Club Valsesia); 7. Massimiliano Salvia (idem).

Veterani: 1. Orlando Borini (Alber- toni); 3. Angelo Borini (idem); 14.

Claudio Bottino (Team Cicli Fratelli Oliva). Gentlemen:11.SalvatoreGelli(Cicli Fratelli Oliva); 12. Giancarlo Pagani (idem); 14. Piero Gelli (idem). Super- gentlemen A: 6. Fabrizio Folli (Velo ClubValsesia). Donne A: 1. Samantha Profumo (Pedale Borgodalese); 3. Silvia Ber- tocco (Velo ClubValsesia). Inoltre l’organizzatore ha deciso di assegnarelemagliedelprimatoaque- gli atleti che non hanno vinto alcuna gara ma che si sono distinti per la loro partecipazione,dietroi«draghi».Vin- cono la maglia i vercellesi: Simone Crittino (Pedale Pazzo Borgodalese) nei Primavera 1; Claudio Duò (Velo Club Valsesia) nei Senior; Silvia Ber- tocco(VeloClubValsesia)nelleDonne A.

r.c. A. Ferraro S. Profumo S. Bertocco S. Crittino Michele Gelli (Primavera): un’affermazione scontata Al 42° Gran Premio Albertoni di Auzate CICLISMO Nel debutto di Gerenzago Zefelippo, bell’avvio Terzo l’atleta del Pedale Borgodalese Con il Gran Premio Albertoni, una classicadelciclocrossgiuntaall’edi- zione numero 42, disputato dome- nica 10 febbraio ad Auzate paese sulla collina che sovrasta Gozzano, è calato il sipario sull’attività della specialità2012-2013eanchesulCri- terium Palzola di cui la gara tanto cara a patron Giulio Moretti era la provaconclusiva.Perfettoilpercorso ideato da Fraberto Franco Bertona, splendida la giornata, freddissima ma soleggiata, ampia la partecipa- zione di cento cicloamatori per la soddisfazionediCarmineCatizzone inventore del Criterium, di Alberto Filippini presidente del Comitato AcsidiNovaraeditutticolorochein quasi quattro mesi di gare hanno collaborato alla realizzazione del- l’iniziativa coronata da ampio suc- cesso.Interranovareseinostriatleti hanno ottenuto una vittoria e un se- condo posto di categoria.

Pressoché scontata l’affermazione nei Prima- vera di Michele Gelli, il giovane por- tacolori delTeam Cicli Fratelli Oliva. Mentre papà Salvatore nella catego- ria dei Gentlemen si è dovuto ac- contentare solo della undicesima piazza. Medaglia d’argento, invece, perSamanthaProfumo(PedaleBor- godalese) nelle Donne A dopo una combattuta battaglia con Cristina Cortinovis (Clamas Team Tergas) messa a dura prova fino alle battute conclusivedall’atletavercelleseicui risultati complessivi della stagione di ciclocross possono essere definiti strabilianti, tenuto conto che si è trattatodelsuoprimoannodiattività nellaspecialità.Aleiilmeritatotrion- fo conclusivo di categoria nel Crite- rium Palzola.

Questi i risultati degli altri vercellesi in gara.

Senior: 9. Claudio Duò (Velo Club Valsesia). Veterani: 1. Angelo Borini (Alber- toni); 2. Orlando Borini (idem); 12. Claudio Bottino (Team Cicli Fratelli Oliva). Gentlemen: 12. Antonino Gram- matico (Team Cicli Fratelli Oliva); 14. Claudio Biella (Velo Club Valse- sia); 21. Piero Gelli (Team Cicli Fra- telli Oliva); 22. Gianni Riconda (Pe- dale Pazzo Borgodalese). Supergentlemen A: 13. Fabrizio Folli (Velo ClubValsesia). Donne A: 4. Silvia Bertocco (Velo ClubValsesia). r.c. Nel segno di Mario Zefelippo, il Gentleman riconfermato alla cor- te del Pedale Borgodalese. L’atleta di Godiasco ha ottenuto un ottimo terzo posto nella gara del suo esor- dio stagionale che si è disputata sabato 9 febbraio a Gerenzago (Pavia) nella seconda prova del «Gran Premio di Primavera» che ha visto una qualificatissima par- tecipazione di cicloamatori pro- venienti anche dalVeneto.

Un pas- so indietro per dire che la nuova stagione ciclistica amatoriale Acsi su strada è iniziata con un po’ di anticipo rispetto al passato. Si è aperta appunto con il Gran Premio di Primavera, cinque tappe orga- nizzate dalla Edilferramenta e dal Pedale Santangiolino. Prima fra- zione il 3 febbraio a Valera Fratta (Lodi) con un’ampia partecipa- zione. Nessuno dei vercellesi, ma val la pena sottolineare due risul- tati di atleti molto conosciuti nel vercellese per la loro frequenza alle nostre gare. Il neo Supergen- tleman A Giuliano Barboni della Edilferramenta si è classificato se- condo a conferma di una condi- zione fisico-atletica già molto avanzata.

E nei Supergentlemen B ancora una volta a dettare legge è stato Roberto Gnoatto (Ceramiche So- naglio) con la prima vittoria sta- gionale. Poi sabato 9 a Gerenzago per la seconda tappa che tra l’altro ha fatto registrare il nuovo posto d’onore di Giuliano Barboni e il secondo consecutivo successo di Roberto Gnoatto, rispettivamente nei Supergentlemen A e nei Su- pergentlemen B. Le altre tappe del Gran Premio di Primavera: il 17 a Sant’Angelo Lodigiano, il 24 a Bargano di Villanova del Sillaro (Lodi) e il 2 marzo ancora a Ge- renzago per la quinta tappa con- clusiva.

Passiamo a domenica 10 feb- braio quando oltre tremila con- correnti si sono presentati alla partenza della classicissima Gran- fondo di Laigueglia con la parte- cipazione di una buona rappre- sentanza vercellese.

Negli uomini segnaliamo il terzo posto dell’ex professionista biellese Andrea Pa- luan che quest’anno difende i co- lori della Ezio Borgna. r.c.

CORSO FIUME: in stabile moderno, ul- timo piano con ascensore, ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere, bagno, balcone e terrazzo. Cantina e soffitta. € 148.000,00. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 RIONE CAPPUC- CINI: casa indipen- dente composta da 2 alloggi di circa 90 mq. cad. A corredo: cantina, giardino, box auto doppio. Di un alloggio viene venduta la nuda pro- prietà. Trattativa riservata presso i nostri uffici. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA BASSANO DEL GRAPPA: al primo ed ultimo pia- no in palazzina completamente e si- gnorilmente ristrutturata con riscalda- mento autonomo: ingresso, soggiorno con cucina, camera, zona armadi, ba- gno, balcone e terrazzo coperto.

Box auto. Euro 94.000,00. IPE 81,817 Kwh/m2 classe B. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VERCELLI - (via Martiri del Ki- wu) - libero bell'appartamento abitabile di 4 locali con bagno e lavanderia. Balcone e cantina. Euro 55.000 - (ce: e - kwh/m2: 213,7865) SAN MARCO IMMOBILIARE Tel. 0161 211282 RIONE CERVETTO villa indipendente per 3 lati su più livelli per circa 600 mq. (collegati da scala interna). P.S.: tavernetta conlavanderia,cantina,localecaldaia,tet- toia. P.R.: ingresso, sala pranzo, cucina; 2° ingressosusalone,cucina,camera,bagno, ripostiglio. P. 1°: disimpegno, 4 camere, bagno padronale, lavanderia e balcone.

P. 2° locali mansardati. A corredo giardino e cortilecircamq.1000conboxautodoppio. IPE 289,6982 Kwh/m2 DI STADIO GORIA Tel. 0161 215877 - 215793 335 5424739 BILLIEMME-liberaalrogitovillaaschiera. P.S.boxdoppio,taverna,cant.P.T.giardino su fronte e retro: ingr., salone, cucina abit., bagno di servizio. P. 1° 3 camere, doppi servizi, balconi. Sottotetto: disimp, camera e predispos. per ulteriore bagno, terrazzino. Risc. aut., doppi vetri, buone finiture.IPE245,402Kwh/m2.

DI STADIO GORIA Tel. 0161 215877 - 215793 335 5424739 LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 43 PICCOLA PUBBLICITA’ Le Occasioni de La Sesia VETRINA DEL MERCATO IMMOBILIARE Gli avvisi economici si ricevono pres- so gli uffici della S.P . Servizi Pubbli- citari - via Quintino Sella 30 - Tel. 0161 219664 - Fax 0161 69688 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12 e 14 - 17 . Non si accettano per te- lefono. Il prezzo è di € 1,20 per parola più Iva 21% e diritti. Per la composizione in neretto la tariffa è raddoppiata. Pagamento anticipato. Le offerte di impiego e di lavoro s’intendono rivolte ad ambo i sessi.

(Legge 903 del 9.12.1977).

SOCIETA’ immobiliare acqui- sta direttamenteVercelli e cir- condario immobili di qualsia- si tipo anche occupati. Anche nuda proprietà. Trattiamo esclusivamente con la pro- prietà.Tel. 329 6341347. AFFITTASI casetta autonoma Casalrosso (Lignana): cucina, soggiorno, camera, bagno, stanza-ripostiglio, tettoia, cor- tiletto, giardinetto, caldaia a metano. Contattare 339 7938812. SANTHIA’ affittasi alloggio si- gnorile mq. 120. Telefonare 335 7782152. VENDESI appartamenti San GermanoV.se stabile d’epoca, diverse metrature, posto au- to, cantina. 0161 95467 - 331 2915471.

A.A. VERCELLI novità Cinzia esegue massaggi rilassanti Tel.

339 6995323. ACCOMPAGNATRICE italia- na, per incontri, momenti re- lax, Trino Vercellese. Tel. 346 3639829. ALESSANDRA Vercelli novità esegue massaggi relax. No anonimi.Tel. 388 8737745. ALIA Argentina 20enne esegue massaggi appena arrivata a Vercelli. 327 3233219. CASALE MONFERRATO thai- landese nuova appena arri- vata, esegue massaggi.Tele- fonare 346 9746947. GABRIELLA Vercelli massaggi facile da trovare. Tel. 380 1419837. ITALIANISSIMA per incontri privati, tutto il tempo che vor- rai, momenti relax. Vercelli 329 4658978.

MARISOL Vercelli, disponibile per il tuo passatempo 9/19 no anonimi. 349 0664628. MILLI caraibica venezuelana 28enne. Ore 9,30 - 23,30.Ver- celli tutti giorni. Tel. 320 8903444. NOVITA’ massaggiatrice thai- landese 24 anni.Telefono 366 1719328. NOVITÀ Vercelli Sara spagnola 23enne ti aspetta, massaggi relax. 327 9546031. ORIENTALE esegue massaggi relax.Tel. 388 0767749. PAMELA colombiana, 23 enne, Vercelli per incontri relax.Tutti giorni 327 1817631. RITORNATA massaggiatrice vicinanze stazione. Tel. 338 2846197.

SIMONA italiana vicinanzeVi- verone, esegue massaggi in ambiente riservato.

348 4084796. VERCELLI orientale esegue massaggi. Cell. 328 9551011. VISITATE IL NOSTRO SITO http://www.turcatoimmobiliare.it TURCATO IMMOBILIARE S.R.L. via XX Settembre, 3 - VERCELLI Tel. 0161 54321 ISCR. RUOLOAG. IMMOBILIARI N. 873 VIA RODI: VENDESI VILLINO UNI- FAMIGLIARE LIBERO DA RIAT- TARE disposto su due piani per complessivi mq. 120 c.a. A corredo giardino-cortile esclusivo di mq. 400 c.a. € 210.000,00 tratt. CENTRO STORICO: VENDESI SPLENDIDO ALLOGGIO LIBERO di mq. 400. Informazioni solo presso i ns. uffici PRESTIGIOSO- PIAZZA CAVOUR: VENDESI ALLOGGIO LIBERO, posto al 3° ed ultimo piano con ascensore di mq.

170 c.a. con ter- razzo su p.zza Cavour e posto auto coperto di pertinenza. Informazioni solo presso i ns. uf- fici VIA MARSALA: VENDESI signorile alloggio libero, di mq. 230 c.a. posto al 6° piano (c/ ASC.) composto da ampio ingresso, salone, studio, cuci- notto c/tinello, 4 camere, tripli servizi, ampio ripostiglio, quattro balconi (di cui 2 verandati), aria condizionata, zanzariere, tapparelle elettrificate, serramenti c/doppi vetri, cantina. Ri- scaldamento Autonomo. Ottime condizioni.

Informazioni dettagliate presso i ns. uffici VIA NEGHELLI: VENDESI ALLOG- GIO libero, completamente riattato, di mq. 120 c.a., posto al secondo piano s/ASC., composto da: in- gresso-soggiorno, cucina ab., doppi servizi, rip., due camere, due balconi, cantina. € 125.000,00 tratt. VIA AOSTA: VENDESI ALLOGGIO LIBERO, posto al 1° piano c/ASC., mq. 180 c.a., composto da: doppio ingresso, cucinotta c/tinello, sog- giorno, doppi servizi, tre camere, tre balconi, cantina, box. € 168.000,00 tratt. COSTANZANA: VENDESI CASA BI- FAMIGLIARE LIBERA in ottime con- dizioni, composta da: P.T. cortili esclusivi, lavanderia, box, alloggio di tre camere + servizi; P.1° alloggio di 4 camere + servizi + terrazzo esclu- sivo.

€ 160.000,00 tratt. VIA CACIAGLI: ap- partamento con ri- scaldamento auto- nomopostoalsecondopiano:ingresso, soggiorno, cucina, tre camere, bagno, ripostiglio, balconi e cantina. IPE 193,49 Kwh/m2. Euro 70.000,00. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA CARDANO: in palazzina al 2° ed ultimo piano, spa- zioso e luminoso appartamento: in- gresso, salone, cucina, 3 camere, doppi servizi, balconi, cantina, posti auto, ri- scaldamento autonomo € 158.000,00. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA MONVISO: in stabilemodernoap- partamento con risc. autonomo. Ingresso, cucina, sog- giorno, 2 camere, bagno, ripostiglio, balconi, cantina e box auto.

Euro 100.000,00. IPE 229,522 Kwh/m2. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA PORZIO: villa indipendentedispo- stasu2livellidicirca 150 mq. ciascuno. A corredo taverna, cortile e box auto. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VERCELLI - (cen- tro storico) - libero bilocale arredato con risc. autonomo. Euro 60.000 (ce: g - kwh/m2: 358,24). Tel. 0161 211282 VERCELLI - (ZO- NA OSPEDALE) - LIBERO apparta- mento: ingresso, soggiorno, cucinotto con tinello, camera, bagno, 2 balconi e cantina. Abitabile! Euro 62.000 (ce: e - kwh/m2: 224,64). Tel. 0161 211282 VERCELLI - (VIA MARCO POLO) - LIBERO apparta- mento: ingresso, cucinotto, tinello, 2 camere, servizio, 2 balconi e cantina.

Riscaldamento autonomo. Euro 70.000 - (ce:g - kwh/m2: 340,0922). Tel. 0161 211282 VERCELLI - (C.SO BORMIDA - ADIA- CENZE "EURO SPIN") - LIBERO ap- partamento abitabile di 3 locali e servizi. Riscaldamento con termovalvole. Euro 70.000 - (ce: g - kwh/m2: 337,339). Tel. 0161 211282 VERCELLI - LIBE- RA VILLETTA IN- DIPENDENTE: in- gresso, corridoio, salone, tinello, cucina abitabile, 2 camere da letto, servizio e terrazzo. Ampio locale uso magazzino e laboratorio con servizio. Autorimessa doppia. Giardino. Subito abitabile! Possibilità realizzo altro alloggio di 4 locali e servizi. Progetto visionabile in ufficio.

Euro 185.000 - laboratorio: (ce: f - kwh/m3: 79,489) - apparta- mento: (ce: f - kwh/m2: 273,508). Tel. 0161 211282 QUINTO V.SE: splendida casa in- dipendente su 4 lati, posta su due piani, circondata da giar- dino con fontana. A corredo 3 box auto e locale magazzino. Si esamina even- tualeparzialepermuta.Documentazione pressoinostriuffici.IPE312,33Kwh/m2. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA W. MANZONE: capannone fronte strada di circa 750 mq. con a corredo uffici e alloggio. Cortile privato con 6 ampi box auto. Trattativa riservata. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739 VIA FOA’: in stabile ristrutturato muri negozio per circa 90 mq.

con collegato ampio magazzino, stessa metratura. Riscaldamento auto- nomo. Euro 140.000,00. Tel. 0161 215877 - 215793 - 335 5424739

Dovrai utilizzare tutta la tua capacità organizzativa per far fronte agli impe- gni.Inambitolavorativo,unproblema imprevisto rallenterà i tempi di realiz- zazione. In ambito affettivo, saprai usare le tue migliori parole. Si presenterà una importante questio- ne di lavoro, che ti darà ottime occa- sioniperfarapprezzarelatuagenialità e le tue intuizioni. In ambito affettivo, evita di mostrarti scontroso e non pre- tendere cose impossibili. In ambito lavorativo, le premesse di questa fase sono ottime per rinnovarti e per rendere il tuo ambiente più con- sono alle tue esigenze. In amore, gli Astriticonsiglianodiesseredisinvolto nell’accettare una critica.

Inamore,avraiunatteggiamentotrop- po rigido nei confronti del partner. Nel lavoro, sarai in grado di far ricre- dere alcuni colleghi che criticavano il tuo modo di gestirti.

Sonoprobabilidellebattutediarresto, ma non dovrai preoccuparti. In ambito lavorativo, il periodo risulta essere piuttosto faticoso e pieno di impegni. In ambito affettivo, sarai di umore ot- timo e il partner ne sarà entusiasta. Latuafantasiasaràveramenteelevata e affascinerai chi ti circonda con le tue iniziative. In ambito lavorativo, le ri- vincite saranno alla tua portata. In am- bito affettivo, il tuo partner ti chiederà di essere meno discontinuo. Il periodo sarà piuttosto difficile, gli Astri ti suggeriscono di accettare i consigli di chi ha più esperienza di te. Nel lavoro, evita le reazioni accese verso i colleghi.

In amore, sarai irresi- stibile e nulla riuscirà a frenarti. Gliaspettisuggerisconochedeviusare adosilatuaenergia:nonèilmomento di strafare, soprattutto nel lavoro di tutti i giorni. In ambito affettivo, ap- profitta di un invito per svagarti. Un consiglio: libera la mente. La precisione che dimostrerai nello svolgere i tuoi compiti lavorativi ti farà guadagnare un elogio. In amore riceverai una dimostrazione di affetto dal tuo partner, che ti darà il suo aiuto su una questione che ti preoccupa. Dovraiprendereledistanzedaun’ami- cizia che si è conclusa. In ambito lavo- rativo, dovrai confermare le tue doti per mettere a tacere il malcontento.

In ambito affettivo, un imprevisto ti por- terà a rimandare una decisione. Dovrai essere molto leale circa una ri- chiesta che ti verrà fatta da un tuo fa- miliare. In ambito lavorativo, gli Astri ti consigliano di contenere l’impulsi- vità. In ambito affettivo, avrai modo di renderti conto della sua sincerità. Dovraifareparecchisforziperfarticom- prenderedallepersonecheticirconda- no.Inambitolavorativo,adotteraidelle misure drastiche. In ambito affettivo, dedicherai parole molto romantiche. MEDITATIVO E intanto la ricerca diventa un vero labirinto di contrasti La felicità è fatta di piccoli momenti A portata di uomo e di donna nel loro vissuto, nella fedeltà dei sentimenti un periodo in cui ho tra le mani vari libri, molto diversi tra loro, che leggo a spizzichi, tra un in- contro e l’altro con la gente, e tutto mi serve a coltivare la possibile conoscenza sull’ampiezza del mistero di vita (che pure la mia missione mi lascia esplorare alla grande).

C’è una folle rincorsa alla felicità, quella che dovrebbe colmare tutte le attese e i desideri. Sto leggendo “Dicono di Clelia” di Remo Bassini, continuo a prendere appunti su Dietrich Bonhoeffer che sempre mi ha affascinato per un pensiero adulto di significato del vivere; ho una voglia matta di rileggere “Attesa di Dio” di Simone Weil per l’attualità di una ricerca libera dell’Assoluto per cui si dissangua, ascolto persone che si dibat- tono fra desiderio e impotenza, mamme e papà alle prese coi figli sedicenni dove i canali di comunicazione si sono interrotti e il silenzio diventa opprimente.

E intanto leggo e rileggo il vangelo di domenica che, guarda caso, è sulla tra- sfigurazione di Gesù. E allora i pensieri si accavallano l’uno sull’altro, dalla Clelia del romanzo che per quei fotogrammi notturni di- venta ricerca, quasi ossessi- va, di un in- contro, ma il fotogramma rivela una tra- sfigurazione all’incontra- rio; alla mam- ma disperata per un silen- zio non supe- rabile con il fi- glio che sbatte porte, mangia ed esce, e il bimbo bello e buono di un tempo è di- ventato un orso chiuso e irraggiungibile. La ricerca di felicità diventa labirinto di contrasti e sembra che crescendo ne perdiamo l’immagine con cui la si era fi- gurata, restano sfumature o contorni che assumono valenze del tutto diverse.

La felicità è fatta di piccoli momenti, di piccoli gesti, di piccole parole e così via che infiorano la vita quotidiana: è quel sale della terra di cui ci parla il vangelo delle beatitudini, è quel pugnetto di lievito che dà corposità alla torta fatta in casa, è quel brillio di luce che fa splendere an- che gli angoli bui. La piccola felicità a portata di uomo e di donna nel loro vis- suto, nella fedeltà dei sentimenti, nel- l’attesa di sempre qualcosa di nuovo che però è lì, lo sappiamo, negli attimi che verranno.

Gesù ha appena comunicato ai suoi discepoli (amici con cui condivide il pel- legrinaggio verso Gerusalemme) che la sua morte è imminente, che addirittura sarà messo a morte, e lo sconcerto che ne deriva in loro è traumatico. Chiama Pietro, Giacomo e Giovanni e davanti a loro si mostra in quello splendore che li stupisce, li lascia senza fiato: bellezza che non sapranno spiegare con parole. E’ un attimo. Non è tempo, come Pietro vorrebbe, di stabilità (“facciamo tre ten- de”): quello che un assaggio, un piccolo momento, ma la vita ha ancora sempre altri scorrimenti.

Don Piero Borelli (tratto da La Sesia del 10 marzo 2006) E’ Soluzione agli schemi pubblicati su la Sesia di martedì 12 febbraio Solitudine: quando io sono nato, mia madre non c’era.

(Ivan Della Mea) Punteggiatura. Sono vi- vo e vegeto. Sono vivo. E vegeto. (Paolo Cananzi) I gatti sono destinati a insegnarci che in natu- ra non tutto ha uno scopo. (Garrison Keillor) PREVISIONI METEO PER LA PROVINCIA DIVERCELLI VENERDÌ 15 FEBBRAIO Temperatura Min -4 Max 7 SABATO 16 FEBBRAIO Temperatura Min -4 Max 6 DOMENICA 17 FEBBRAIO Temperatura Min -2 Max 6 LUNEDÌ 18 FEBBRAIO Temperatura Min -3 Max 7 ORARI MESSE PRE-FESTIVA (può sostituire quella di domenica): Beata Vergine Assunta (Cappuccini): ore 17; Billiemme: ore 16,30-17,30; Madonna di Lourdes (Con- cordia): ore 18; Duomo: ore 18,30; Maria SS.Assunta (Larizzate): ore 16; Re- gina Pacis: ore 18,30; Sacro Cuore: ore 18; San Bernardo: ore 17; San Cristoforo: ore 18; Cappella Sacra Famiglia - Oratorio Ss.

Salvatore di via Pa- rini: ore 18; San Giuseppe Oratorio reg. Cervetto: ore 17,30; San Paolo: ore 18; Sant' Agnese: ore 17,30; Sant' Antonio Rione Isola: ore 18; Santa Cecilia (Caresanablot): ore 17; Santa Maria Maddalena: ore 18,30; Spirito Santo: ore 18,30.

FESTIVA Beata Vergine Assunta (Cappuccini): ore 9-11; Beata Vergine di Lourdes (Brarola): ore 9,30; Billiemme: ore 9-10,30; Duomo: ore 8-9-10,30- 12-17,30; Madonna di Lourdes (Concordia): ore 8-10,30-18; Maria SS. As- sunta (Larizzate): ore 11; Regina Pacis: ore 8,30-10,30-17,30; Sacro Cuore: ore 9,15-10,30-17; San Bernardo: ore 9-11-21; San Cristoforo: ore 8-10,30- 17,15; Cappella Sacra Famiglia - Oratorio Ss. Salvatore di via Parini: ore 9- 11,15; San Giuliano: ore 9,30-17,30 San Giuseppe Oratorio reg. Cervetto: ore 9-11; San Michele: 11,15; San Paolo: ore 10-11-18; San Pietro Apostolo: ore 10; Sant' Agnese: ore 10,45; Sant' Andrea: ore 10-11,30-18; Sant' Antonio Rione Isola: ore 9-11,15; Sant' Elena (Bivio Sesia): ore 17,30; Santa Caterina: ore 9; Santa Cecilia (Caresanablot): ore 11; Santa Maria Maddalena: ore 9,30- 11-18,30; SantissimaAnnunziata Casa di Riposo: ore 9; Santissimo Salvatore: ore 10-17,30; Spirito Santo: ore 9,30-11,30-18,30.

ALTRI CULTI Chiesa Cristiana Evangelica: mercoledì ore 20 Testimoni di Geova: giovedì ore 20; domenica ore 17. Chiesa Cristiana Evangelica: domenica ore 10, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni (Mormone): domenica ore 10, Chiesa Evangelica Metodista: ogni seconda domenica del mese in lingua inglese ore 10; Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni (Mormone): domenica ore 11; Chiesa Evan- gelica Metodista: domenica ore 11. SuDoKu www.giochigratisonline.com Il SuDoKu è un piccolo rompicato logistico. Esiste una sola regola: riempire la scacchiera in modo tale che ogni riga, ogni colonna e ogni sotto-riquadro contengono i numeri dall’1 al 9.

Schema medio Schema difficile Soluzioni Aforismi e bestialate Gli oroscopi de La Sesia sono realizzati in collaborazione con oroscopofree.com OROSCOPO DUEMILATREDICI ARIETE 21 marzo - 20 aprile TORO 21 aprile - 20 maggio GEMELLI 21 maggio - 21 giugno CANCRO 22 giugno - 22 luglio LEONE 23 luglio - 22 agosto BILANCIA 23 settembre - 22 ottobre VERGINE 23 agosto - 22 settembre SCORPIONE 22 ottobre - 22 novembre PESCI 20 febbraio - 20 marzo ACQUARIO 20 gennaio - 19 febbraio CAPRICORNO 22 dicembre - 19 gennaio SAGITTARIO 22 novembre - 21 dicembre ONOMASTICI Venerdì 15 febbraio S. Faustino Sabato 16 febbraio S.

Giuliana Do- menica 17 febbraio S. Donato Martire, I di Quaresima Lunedì 18 febbraio S. Costanza TURNO DELLE FARMACIE 24 ORE Battenti aperti ore 9-12,30 e ore 15-20. Battenti chiusi ore 12,30- 15 e ore 20-9 solo con ricetta medica urgente. Diritto di chiamata Euro 1.55 diurno. Euro 3,87 notturno.

Venerdì 15 febbraio farmacia Ravera di corso Libertà n. 176 (tel. 0161/250672) Sabato 16 febbraio farmacia Comunale N. 1 di viale Rimembranza n. 4 (tel. 0161/256625) Domenica 17 febbraio farma- cia Balzar di via Thaon De Revel n. 48 - Rione Cappuccini - (tel. 0161/301325) Lunedì 18 febbraio farmacia Garavana di corso Li- bertà n. 78 (tel. 0161/257766) DISTRIBUTORI DI CARBURANTE Domenica 17 febbraio elenco impianti della città dotati di Self-ser- vice. AGIP, p.zza Solferino; AGIP, Stradale Torino 6; ERG, corso De Rege 115; ERG, Tang. Ovest - Carrefour; Q8, via Gastaldi; Q8, p.zza Sardegna; TAMOIL, Tang.

SS11/31 Km. 74+90 (fronte Carrefour; TA- MOIL, via Trino; TOTAL, corso Prestinari 148; TOTAL, c.so Matteotti.AGIP, tangenziale SS 31 bis; AGR. PERAZZO, via fam- Jona; API,corso Giovanni Paolo II; ERG, via W. Manzone; ESSO, corso A. di Quaregna; IP, p.zza Cugnolio; NATIONAL GAS, SS per Torino Km. 70+507, anche Gpl; Q8, corso Matteotti; Q8, corso Presti- nari; SHELL, c.so Prestinari; TAMOIL, p.zza Mazzucchelli; TOTAL, via Viviani; ESSO, piazza Cugnolio.

TURNO DELLE FARMACIE Venerdì 15 febbraio Olcenengo, Di Gregorio di piazza Antonio Gram- sci n. 4 (tel. 0161/271004); Romagnano, Longhi - Borghi di via Gari- baldi, 38 (tel. 0163/835246); Tronzano, Grosso di corso Vittorio Emanuele II n. 40 (tel. 0161/911245); Varallo, Gino di piazza De Ga- speri n. 4 (tel. 0163/51294) Sabato 16 febbraio Desana, Corradino di via Federico Rosazza n. 5 (tel. 0161/318134); Ghislarengo, apertura straordinaria Arosio di piazza Umberto I n. 2 (tel. 0161/860410); San- thià, Dell'Ospedale di corso Nuova Italia n. 167 (tel. 0161/94398); Ser- ravalle, Passerini di corso Matteotti n.

213 (tel. 0163/459701) Domenica 17 febbraio Borgosesia, Martelli di piazza Parrocchiale n. 16 (tel. 0163/22268); Quinto, Balmamori di viale Rimembranza n. 5 (tel. 0161/274349); Santhià, Dell'Ospedale di corso Nuova Italia n. 167 (tel. 0161/94398); Varallo, Anselmetti & C. di via Umberto I n. 25 (tel. 0163/51180) Lunedì 18 febbraio Asigliano, Foglia di viale della Vit- toria n. 5 (tel. 0161/36124); Bianzè, Costanzo di piazza San Eusebio n. 12 (tel. 0161/49637); Borgosesia, Barreca di corso Vercelli n. 2 (tel. 0163/22341) C LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 44 SOCIETÀ

LUCILLA GIAGNONI A BIELLA Per la stagione 2012-2013, questa sera, venerdì 15 febbraio alle ore 21, al Teatro Sociale Villani di Biella, va in scena "Vergine Madre", canti, commenti e racconti di un’anima in cerca di salvezza dalla Di- vina Commedia di Dante Alighieri. Un progetto di Lucilla Giagnoni. Con Lucilla Giagnoni. Collabora- zione ai testi Marta Pastorino. Musiche originali di Paolo Pizzimenti. Info: 0125 641161. LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 45 CIVICO Domenica alle 21 Se la fisa ruba il posto all’oboe trumento principe per le serenate ma anche per le feste da paese (com- prese quelle sull’aia), la fisar- monica è stata rivalutata e no- bilitata da esecutori importanti che non solo ne ha sfruttato le straordinarie capacità timbri- che ed evocative, ma che hanno cercato di dotarla di un reper- torio importante, spesso ricor- rendo alle trascrizioni di mu- siche illustri scritte per altri strumenti.

Un caso a parte è rappresentato, proprio nella nostra Vercelli, dal concerto "En Las Tierras Altas" (si tratta di una frase di Machado), scrit- to da Angelo Gilardino, in cui lo strumento rurale per eccel- lenza si trasforma in tutt’altra cosa.

Senza arrivare alla strania- zione operata da Gilardino, il fisarmonicista jazz e composi- tore francese, ma di origine italiana, Richard Galliano ha inciso profondamente nella sto- ria recente del repertorio, con le sue geniali trascrizioni di concerti famosi, ma anche con musiche composte apposita- mente per il suo strumento che egli - celebrato in tutto il mondo - suona divinamente. Due anni fa, Galliano tenne un memorabile concerto al Ci- vico per il Viotti Festival e, da quella sera, si è creato un rap- porto intenso, di reciproca sti- ma e amicizia, con Guido Ri- monda e Cristina Canziani, al punto che Galliano ha trasci- nato la Camerata Ducale in una straordinaria tournée in Giappone, immortalata in un notevole disco a cura della Emi.

Era quindi naturale che Gal- S liano tornasse ad esibirsi nel Viotti Festival e l’evento, atte- sissimo, si compirà domenica, alle 21,al Civico. Per l’occasio- ne, Galliano e Ducale hanno allestito un programma me- morabile. Si parte appunto con una trascrizione, per fisarmo- nica, del Concerto in do minore per oboe , violino, archi e basso continuo di Bach, in cui la fisa prende i posto dell’oboe, men- tre il violino sarà, ovviamente, lo Stradivari di Rimonda. Toc- cherà quindi a un Concerto per fisarmonica ed orchestra d’archi composto dallo stesso Galliano nel ‘94 e dedicato al collega Joe Rossi.

Quindi un’al- tra rivisitazione di un un cele- berrimo brano vivaldiano, l’Estate. Poi toccherà all’Inver- no, non quello di Vivaldi, bensì quello tratto dalle Cuatro Estanciones di Astor Piazzolla: e qui Galliano abbandonerà temporaneamente la prediletta fisarmonica per cimentarsi, sempre alla grandissima, con il bandoneon. Poi, il pubblico del Civico dischiuderà cari ri- cordi con la popolarissima "Por una cabeza" di Carlos Gardel. Tre composizioni di Galliano (Melodicelli, Tango por Claude e La Valse à Margaux chiude- ranno il concerto. Chiuderanno si fa per dire perché, con la sua proverbiale disponibilità, Galliano regalerà bis a iosa.

Un concerto da tutto esauri- to. Per eventuali posti ancora disponibili, provare oggi, ve- nerdì, al botteghino del Civico dalle 17 alle 20 oppure dome- nica, dalle 20 fino all’inizio dello spettacolo. Il prezzo varia dai 10 ai 22 euro. Due anni fa, al termine della serata, la pla- tea del Civico riservò a Galliano e alla Ducale un applauso in- terminabile: si sono le avvisa- glie che sarà così anche per domenica sera.

Enrico De Maria GLOBO Il “bono” di Canale 5 Da Avanti un altro al concerto di Ivana Spagna Week end ricco di eventi quello che inizia que- sta sera, ve- nerdì, al Glo- bo, la maxidi- scoteca alle porte di Vercel- li. Ospite della serata sarà Daniel Nilsson, il “bono” del programma di Canale 5 “Avanti un al- tro”. Un perso- naggio amato dalle donne di tutte le età, dalle ragazzine alle signore meno giovani. Nella sala dancing l’or- chestra sarà quella di Luigi Gallia. Sabato, invece, con la colonna sono- ra affidata alla formazione di Valentina Valenti, sarà in concerto live Ivana Spagna (nella foto).

L’artista veneta vanta una lunga e invidiabile carriera a livello internazionale. Dopo gli esordi, con varie forma- zioni, Spagna ha raggiunto il grande successo a metà de- gli anni ottanta con il brano “Easy Lady”, seguito da “Call me” e dall’album “Dedicated to the moon” che conteneva “Dance dance dance”, can- zone con cui l’artista ha vin- to il Festivalbar nel 1987. Da lì in avantì è stata una lunga sequenza di grandi successi, in Italia e nel mon- do. Nel 1996 Spagna è terza a Sanremo con “Gente come noi”. Torna ancora in altre occasioni sul palco della ri- viera dei fiori fino al 2008 quando interpreta, in coppia con Loredana Berté, “Musi- ca e parole”.

Un’esibizione indimenticabile anche per il look sfoggiato dalle due can- tanti.

Di Ivana Spagna, negli ul- timi anni, è uscito “Call me remake 2010” che raccoglie nuove versioni remixate dai migliori dj del momento. Nel gennaio dello scorso anno la cantante ha pubblicato “Four” nuovo album di ine- diti in inglese realizzato con la collaborazione di musici- sti del calibro di Brian Au- ger, Eumir Deodato, Domi- nic Miller, Greg Kofi Brown, Fabrizio Bosso e Ronnie Jo- nes. Domenica, la settimana si chiuderà con l’orchestra di Meri e Elisa. Per gli appassionati delle danze latinoamericane, ve- nerdì, in sala Melissa, ecce- zionale stage gratuito di Ki- zomba, il ballo di cui tutti parlano in questo momento, con il maestro Fabrizio Co- meglio.

Domenica, infine, al- tro stage con Ida e Gabriele della scuola di ballo Ensue- no Mivida.

b.c. BARBIERI - DOMENICA IN OVERBOOKING I Camalli, compagnia del teatro instabile de “Il Porto”, tornano dome- nica 17 febbraio al tea- tro Barbieri di via Parini alle 17.30 con “Over- booking”, divertente piè- ce scritta da Giulio Do- gliotti e con la regia di Roberto Sbaratto. In- gresso venduto a 10 eu- ro direttamente alla cas- sa il giorno dello spetta- colo o in prevendita da Dogliotti, viale Garibaldi 56 e Anteprima, piazza Cavour 37. Foto di Davi- de Casazza. Rockin4, dj set e Tea filosofico al Circolino Al Circolino dei Lavoratori di Porta Torino questo sabato arrivano i Rockin4 per un live in pura salsa hard rock.

Si tratta di una giovane band vercellese di cui fanno parte il vocalist e chitarrista Axe Blake, l’altro chitarrista Paolo Castelli, il bassista Marco Bianco e il batterista Steve Bucci. In repertorio i classici “old school” degli anni ‘70/’80. Quindi cover di gruppi come i Guns n’Roses, AC/DC, Cin- derella, Twisted Sister, Motley Crue e altri ancora. Inizio pre- visto per le 23. Questa sera, venerdì, sempre a partire dalle 23 in corso Marcello Presti- nari spazio al dj set “Come il sangue così l’arte” firmato dai Wilkinson Bros (foto). Guest star DBsoul, Roofaz e White- flyes. Domenica pomeriggio (ore 17) riprendono gli ap- puntamenti con il “Tea filoso- fico”, incontro curato dal con- sulente filosofico Anna Maria Demarchi in collaborazione con Phronesis.

Ingresso libero con tessera Arci.

ma.mu.

abato 16 febbraio alle 21 e dome- nica 17 alle 16 al teatro Coccia di Novara arrivano gli Oblivion con uno spettacolo divertentissimo dal titolo “Oblivion Show 2.0: il sussidiario”. Gli Oblivion strizzano l’occhio al cabaret, ma anche al café chantant, praticano una satira (di costume, ma non solo) così garbata da essere anche più corro- siva, inventano giochi tra musica e lin- guaggio. Come numi tutelari, il Quar- tetto Cetra e Rodolfo De Angelis, Giorgio Gaber e la follia organizzata dei Monthy Python, il tutto legato dalla sorpren- dente capacità vocale e interpretativa di un gruppo che fa della professionalità e della precisione scenica la sua linea guida.

In "Oblivion Show 2.0 - il sussidiario", il gruppo, sotto la regia di Gioele Dix, mescola Lady Gaga con J.S. Bach e Ti- ziano Ferro con William Shakespeare. I cinque attori giocano per tutto lo show, indossando le vesti ora di innocenti boy-scout alle prese con un perfido di- sturbatore, ora rievocando le fumose atmosfere del Café-Chantant. Il crono- metro scorre inesorabile e con ritmo forsennato tra motivetti retrò, sonorità tecno ed estetica Bollywoodiana. Nel susseguirsi degli sketch, tra un cazzotto e una canzone mimata, si na- sconde però uno sguardo beffardo ma acuminato su una società che assomi- glia sempre di più a una parodia.

Info: 0321 233200.

S LA SE VENERDI’ 15 FEBBRAIO OLTRE L’INFORMALE,VERSO LA POP ART All’Arca di San Marco “Oltre l’Informale, verso la Pop Art. Gli anni Sessanta nelle collezioni Guggenheim” , organizzata con la Fondazione Guggenheim diVenezia. La mostra è vi- sitabile fino al 12 maggio da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19; sabato, domenica e festivi ore 10 - 20 (la biglietteria chiude un’ora prima). LA CATTEDRALE RINNOVATA Al Museo delTesoro del Duomo mostra di disegni, progetti, arredi e opere d’arte dedicata alla cattedrale. Aperta fino al 17 marzo da mercoledì a venerdì 15 - 18; sabato 10 -12 e 15 - 18; domenica 15 - 18.

ESPONE SIMONE BORDIGNON Prosegue,alnegozio“Buchinerishop”diviaGalileoFerraris 76, la personale di Simone Bordignon. “Tensioni” , questo il titolo della mostra, sarà visitabile fino al 17 febbraio negli orari di apertura del negozio. GIORNATA DELL’ORIENTAMENTO Dalle 9,30 alle 15, al Dipartimento di studi umanistici (viale Garibaldi 98), Giornata dell’Orientamento con la presenta- zione di corsi e proposte didattiche della sede vercellese dell’Università del Piemonte Orientale. MOSTRA FOTOGRAFICA SULLA BOSNIA Nei locali di StudioDieci, in via Galileo Ferraris, mostra fo- tografica sul viaggio che il gruppo ScoutVercelli I ha svolto la scorsa estate in Bosnia Erzegovina.Visitabile dalle 15 alle 20; sabato e domenica dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 20.

CONFERENZA DEL FAI Alle 17,30 la sala conferenze dell’Università del Piemonte Orientale in via Duomo 6 "Le grandi opere d’arte sono le sole cose vive", interverranno Marco Magnifico, Carlot-ta, Cinzia Lacchia, Fiorenzo Rosso e Franco Berruto, moderati da Paolo Pomati. MOVIEPLANET MULTISALA MOVIEPLANET BORGOVERCELLI Strada statale, 11 (0161/54287). www.movieplanetgroup.it Zero Dark Thirty di K. Bigelowmcon J. Chastain, S. Adkins, J. Edgerton, J. Gandolfini. Sala 1: venerdì e lunedì ore 21,30; sabato ore 19-22; domenica ore 16-19-22.

Zambezia animazione di Wayne Thornley. Sala 2: venerdì ore 20; sabato ore 17,30; domenica ore 15-17,30; lunedì ore 22.

Studio illegale di U. Carteni con F. Volo, E. Fantastichini. Sala 2: venerdì e lunedì ore 22,30; sabato e domenica ore 20-22,30. Cirque du soleil Mondi lontani 3D di A. Adamson con E. Linz, I. Zaripov, L. Halbhubner. Sala 3: venerdì ore 20; sabato ore 17,30; domenica ore 15-17,30; lunedì ore 22. The impossible di J.A. Bayona con E. McGregor, N. Watts. Sala 3 Digitale: venerdì e lunedì ore 22,30; sabato e domenica ore 20-22,30.

Die Hard Un buon giorno per morire di John Moore con Bruce Willis. Sala 4: venerdì e lunedì ore 20-22,30; sabato ore 17,30-20-22,30; domenica ore 15-17,30-20-22,30. Warm bodies di J. Levine con J. John Malkovich. Sala 5: ven- erdì e lunedì ore 20-22,30; sabato ore 17,30-20-22,30; domenica ore 15-17,30-20-22,30. Il principe abusivo di e con Alessandro Siani con S. Felber- baum. Sala 6: venerdì e lunedì ore 20-22,30; sabato ore 17,30- 20-22,30; domenica ore 15-17,30-20-22,30.

Broken city di A. Hughes con M. Wahlberg, R. Crowe, C. Zeta- Jones. Sala 7: venerdì e lunedì ore 20-22,30; sabato ore 17,30- 20-22,30; domenica ore 15-17,30-20-22,30.

VERCELLI BELVEDERE DIGITAL corso Randaccio, 18 (0161/215 018) www.chiediscenaspettacoli.it Viva la libertà di R. Andò con T. Servillo, V. Mastandrea, V. Bruni Tedeschi. Venerdì ore 21,30; sabato ore 20-22; domenica ore 17,30-19,30. CASALE CINELANDIA Piazza Armi, 1 (0161/54287). www.cinelandia.it The impossible di J.A. Bayona con E. McGregor, N. Watts. Sala 1 Digitale: venerdì e lunedì ore 20,10-22,35; sabato e domenica ore 15-17,30-20,10-22,35. Die Hard Un buon giorno per morire di John Moore con Bruce Willis. Sala 2 Digitale: venerdì e lunedì ore 20,30-22,40; sabato e domenica ore 15,30-17,40- 20,30-22,40.

Il principe abusivo di e con Alessandro Siani con S. Felberbaum. Sala 3 Digitale: venerdì e lunedì ore 20,20-22,40; sabato e domenica ore 15,15-17,35-20,20-22,40. Warm bodies di J. Levine con J. John Malkovich. Sala 4 Digitale: venerdì ore 20,20- 22,30; sabato e domenica ore 15,20-17,30-20,20-22,30. La parte degli angeli di Ken Loach. Sala 4 Digitale: lunedì ore 21,15. Cinema di qualità. Noi siamo infinito di Stephen Chbosky con E. Watson. Sala 5 Digitale: venerdì e lunedì ore 20,15-22,35; sabato e domenica ore 15-17,20-20,15-22,35. Studio illegale di U. Carteni con F. Volo, E. Fantastichini.

Sala 6 Digitale: venerdì e lunedì ore 20,10; sabato e domenica ore 17,30-20,10.

Broken city di A. Hughes con M. Wahlberg, R. Crowe, C. Zeta-Jones. Sala 6 Digi- tale: venerdì e lunedì ore 22,45; sabato e domenica ore 15,10-22,45. Zambezia animazione di Wayne Thornley. Sala 7 Digitale: sabato ore 15-17-20,15; domenica ore 15-17. Les Misérables di T. Hooper con A. Seyfried, H. Jackman, H. Bonham Carter, R. Crowe, A. Hathaway. Sala 7 Digitale: venerdì, domenica e lunedì ore 21,10; sabato ore 22,30. Zero Dark Thirty di K. Bigelowmcon J. Chastain, S. Adkins, J. Edgerton, J. Gandolfini. Sala 8 Digitale: venerdì ore 19,50-22,50; sabato ore 16,30-19,50-22,50; domenica ore 14,40-17,50-21; lunedì ore 21.

NOVARA ARALDO via Maestra 12 (0321/474625) A royal week-end di di R. Michell con B. Murray, L. Linney. Venerdì ore 21,15; sabato ore 20,20-22,30; domenica ore 15,45-18-20,20. Monsieur Lazhar di P. Falardeau con Fellag, S. Nélisse. Lunedì ore 21,15. Cineforum Nord. SACRO CUORE via S. Cuore 7 (0321/465484) VIP via Perazzi 3/c (0321/625688) Il principe abusivo di e conAlessandro Siani con S. Felberbaum. Venerdì e sabato ore 20,20-22,30; domenica ore 15,45-18- 20,20-22,30; lunedì ore 21,15.

Prenotazioni in ore diurne: 348 2520401. Feriali dalla ore 15 alle 18. Sabato e domenica ore 12,30-15.

COSSATO CINEMA TEATRO COMUNALE piazza Mercale 54 (015/93899) Flight di R. Zemeckis con D. Washington, Venerdì e sabato ore 21,30; domenica ore 16 e ore 21. BORGOMANERO CINEMA NUOVO Via IV Novembre, 25 (0322/81741) Il principe abusivo di e conAlessandro Siani con S. Felberbaum. Sala 1: venerdì, sabato e lunedì ore 20,15-22,15; domenica ore 16,15-18,15-20,15-22,15. Die Hard Un buon giorno per morire di John Moore con Bruce Willis. Sala 2: venerdì, sabato e lunedì ore 20,15; domenica ore 16,15-18,15-20,15.

Broken city di A. Hughes con M. Wahlberg, R. Crowe, C. Zeta- Jones. Sala 2: da venerdì a lunedì ore 22,15. Noi siamo infinito di Stephen Chbosky con E. Watson. Sala 3: venerdì, sabato e lunedì ore 20,15; domenica ore 16,15-18,15. Looper - In fuga dal passato di R. Johnson con J. Gordon- Levitt, B. Willis, E. Blunt. Sala 3: venerdì, sabato e lunedì ore 22,15; domenica ore 20,15-22,15. BIELLA MULTISALA MAZZINI 3 via Mazzini, 20 (015/22772) Les Misérables di T. Hooper con A. Seyfried, H. Jackman, H. Bonham Carter, R. Crowe, A. Hathaway. Sala 1: venerdì e sabato ore 21; domenica ore 17-21. Studio illegale di U.

Carteni con F. Volo, E. Fantastichini. Sala 2: da venerdì a domenica ore 20.

Broken city di A. Hughes con R. Crowe. Sala 2: da venerdì a domenica ore 22,30. Sammy 2 La grande fuga animazione di Ben Stassen. Sala 2: domenica ore 17. Lincoln di S. Spielberg con D.D. Lewis, T. Lee Jones, S. Field. Sala 3: venerdì e sabato ore 21; domenica ore 17-21. ODEON via Torino, 69 (015/8493521) Il principe abusivo di e con Alessandro Siani con S. Felberbaum. Venerdì e sabato ore 20-22,30, domenica ore 17-20-22,30. IMPERO via Gramsci, 7 (015/21674) Zero Dark Thirty di K. Bigelowmcon J. Chastain, S. Adkins, J. Edgerton, J. Gandolfini. Venerdì e sabato ore 21-22,30; domenica ore 17-21.

Gli orari possono subire variazioni in base alle esigenze di programmazione delle singole sale Foto tratta dal film “Cirque du soleil Mondi lontani 3D” IL GLOBO - Borgovercelli (0161 213578). Venerdì Luigi Gallia+ Spe- cial Guest Daniel Nilsson. Sabato Valetina Valenti+Ivana Spagna in concerto. Domenica Meri e Elisa. Nelle altre sale discoteca+latino. TERZO TEMPO - Vercelli, strada Torino 15 (389 9114385). Venerdì Russia-Vodka Party. Domenica King of Pop The Michael Jackson Live tribute Band. Martedì Jino Touche contrabbassista di Paolo Conte. Mercoledì Latino. Giovedì Matthew Lee.

LE ACACIE- Vercelli, corso Rigola 128 (0161 213824 www.leacaciev- ercelli.it). CAVALLI E STALLONI - Vercelli, via Bassano del Grappa 8 (0161 503429). Venerdì e sabato disco music. Domenica Aperitivo a buffet. Matedì Ristorante. Mercoledì Giro pizza. Giovedì cena a buffet. BEVERLY HILLS DANCING - San- thià (0161 935243). Sabato Roberto Perazzoli. Domenica dalle ore 15, Ivana - Aria di pais. Tutte le sere latino e disco. A4 - Santhià, corso Aosta 34 (0161 930120 - 335 6243923). Sabato Dj. PHENOMENON - Fontaneto d’A- gogna, Ss. 229 (0322 862870). Ven- erdì Discotecalabirinto Subsonica Dj Set.

Ex Es + Davide Rossi Dj Set. Domenica liscio con Nicola Congiu.

CELEBRITA’ - Trecate, strada Statale 11(0321 71412).Venerdì e sabato in tre sale Privè, House, Re- vival e Latin. Venerdì Valentine’s passion. Sabato special guest Gabry Ponte Dj+Csrnevale Ambrosiano RYAN’S CLUB - Novara, via Morera 2 (0321 399812 - 346 7413032) Venerdì e Sabato Dj+House. GILDA - Castelletto Ticino, via Vigevano 12 (339.7482289) - Ven- erdì, sabato e domenica 3 sale 3 generi. Venerdì e domenica con aperitivo Commerciale + Revival + Latino. Sabato Commerciale + House + Revival. Sabato Carnival Masquerade.

LA ROCCA - Arona, via Verbano 2 (0322 48051- info@discotecalaroc- ca.com).

Dj giovedì Fashion + Hap- py House, venerdì 360°, sabato House+Commerciale. SIXTY ONE - Brusnengo via Rovasenda, 10 (015 9867826). Sabato liscio con Ornella’s group e... festeggiamo gli innamorati. LA PESCHIERA - Valdengo , via Q. Sella 65 (349 4150504). Venerdì Gruppo Due La Spensierata. Sabato Roberto Polisano. Domenica dal pomeriggio Polvere di Stelle. SI BALLA COCCIA Sabato e domenica Gli Oblivion: da Lady Gaga a Bach Venerdì 15 f 46 SPETTACOLI THE GRACE: SILLY RUST, NUOVO SINGOLO A tre anni di distanza dall’uscita del loro ep Four Little Human Beings che li portò in testa alle classifiche d’ascolto dell’allora piattaforma Qoob, prodotta da Mtv e li vide partecipare a diversi contest nazionali quali italiaWave, Emer- genza Festival all’Open Air svizzero di Monte Carasso, tornano The Grace, band vercellese composta dal vercellese Manuel Bonini e dai valsesiani Giulio Bonola, Simone Beltrametti e Beppe Pagnone, con il singolo Silly Rust, scari- cabile gratuitamente da oggi, venerdì 15 febbraio su loro nuovissimo sito: www.thegraceofficial.com.

The Grace sono distruibiti a livello mondiale su iTunes, Amazon, Spotify e da tutti i principali digital store. La canzone, un’an- teprima del loro album di debutto Cities around the big bloom prodotto da DaveTimson e Mik Lennard, sarà in vendita da metà aprile e porterà la band a solcare i palchi di diverse città italiane per tutta la primavera e l’estate 2013. BSA: GIRLESS &THE ORPHAN (ma.mu) - Saranno i Girless & the Orphan (foto) i protagonisti del weekend targato Glu Glu Club. Il duo riminese suonerà sabato a partire dalle 21.30 in via Cima D o d i c i . Dopo es- sersi fatti conosce- re lungo la riviera ro- magnola per i due arriva l’in- contro de- cisivo con l’etichetta indipendente Stop! Records.

Così nel 2011 vede la luce il primo ep al quale ne segue un secondo dal titolo che sembra quasi uno scio- glilingua: “The epic epitaph of our ephemeral epilectic epoch EP” . I Girless & the Orphan hanno da poco pubblicato il primo disco in studio, “No- thing to be worried about except everything but you” , segnato dal fuzz, folk, indie e pop. Questa sera, venerdì, sempre dalle 21.30 dj set con Fe- derico Stella in un viaggio in compagnia del punk e della new wave. Ingresso libero.

TIART: IO SONO HYDE (ma.mu.) - Per la rassegna “Teatro nel castello” , curata dalla compagniaTiart, sabato 16 febbraio alle 21 andrà in scena“Io sono Hyde” . È una rilet- tura del noto capolavoro di Robert Louis Steven- son. La storia di un uomo (Jekyll) che sceglie di dar vita alla sua parte più oscura. La malvagità di Hyde ci insegna che dietro la normalità si celano sempre lati che il più delle volte sono in- sondabili. Ma qui non si parla esclusi- vamente della lotta tra il bene e il male, bensì di un esperi- mento che alla fine diventa, oltre che mostruoso, credibi- le. Questo è ciò che hanno voluto dire i due registi Federica Fragapane e Davide Zanichelli nello scri- vere lo spettacolo.

A dar vita ai vari personaggi ci saranno Alessandro Landi, Cecilia Borghetti, Alice Gobbo, Ettore Cassetta, Emanuela Santa- maria e la stessa Federica Fragapane (foto). L ’ap- puntamento è al Castello diVicolungo. Per infor- mazioni sui biglietti mandare una mail a teatro- tiart@gmail.com.

ESIA DOMENICA 17 FEBBRAIO FESTA DEL GATTO In occasione della giornata dedicata al gatto, dalle 15 alle 18,30 al negozio Michi di corso Libertà, Baffi e Code organizza un incontro con clown, merenda e laboratori per tutti. Il ricavato viene destinato alla cura dei gatti randagi. CARTOLINE DAVERCELLI E’ il duomo la meta della visita guidate che viene proposta daVcGuido,associazionecheriunisceleguideprofessionali della provincia diVercelli. Incontro alle ore 15 di fronte alla chiesa. VISITE GUIDATE ALLA SINAGOGA Organizzate dalla Comunità Ebraica sono previste visite guidate alla Sinagoga a cura dei volontari della Comunità.

Ingressi alle ore 15, 16 e 17 con ritrovo davanti ai cancelli di via Foa.

RECAMI ALLA MONDADORI Alle 17,30 alla Libreria Mondadori di corso Libertà il giallista Francesco Recami presenterà il suo recente romanzo "Sche- letri nell’armadio". GALLIANO ALTEATRO CIVICO ConcertodelfisarmonicistaRichardGallianoedell’Orchestra Camerata Ducale organizzato nell’ambito delViotti Festival al teatro Civico. Inizio alle ore 21. OVERBOOKING: COMMEDIA DEI CAMALLI AL BARBIERI Replica della commedia “Overbooking” al teatro Barbieri di via Parini. L’appuntamento con la compagnia I Camalli del teatro instabile de“Il Porto” è alle ore 17,30. LUNEDI’ 18 FEBBRAIO CENTRO STUDI POLIS: CONFERENZA Si parlerà di “Democrazia e informazione: i media e la ma- nipolazione della realtà” nel corso della conferenza in pro- gramma alle ore 14,30 nell’aula magna del liceo classico Lagrangia.

Relatore Massimo Chiais dell’Università di Pe- rugia. L’incontro è aperto a tutti.

SCUOLA BIBILICA DI SANT’ANDREA “Ha senso vivere? Il “vuoto” esistenziale” è il tema che viene affrontato nel corso della lezione di esegesi biblica che don Carlo Orecchia tiene alle 21 nella sala capitolare di Sant’Andrea. COSA C’È INTV PROGRAMMI TELEVISIVI febbraio 2013 SPETTACOLI Venerdì 15 febbraio RAI UNO 12,00: Laprovadelcuoco-Rubrica 14,10:Verdettofinale-Talkshow 15,15: Lavitaindiretta-Contenitore 18,50: L’eredità-Gioco 20,35: 63° Festivaldellacanzoneitaliana 0,30:L’appuntamento-Show 2,15: Raieducational-Rewind-Rubrica RAI DUE 11,00: Ifattivostri-Contenitore 14,45:Senzatraccia-Tf 15,30: ColdCase-Tf 17,00:RaiParlamento-Elezioni2013 18,45.

SquadraspecialeCobra11-Tf 21,05: RaiParlamento-Elezioni2013 23,00: DarkBlue-Tf RAITRE 8,00: Agorà-ConduceAndreaVianello 13,10: Lena,amoredellamiavita-Soap 15,10: Lacasanellaprateria- Tf 16,00: Cosedell’altroGeo-Rubrica 17,40: Geo& Geo-Docu.

20,35: Unpostoalsole-Soap 21,05: Trust-Film RAI MOVIE 10,45: PlayTheGame-Film 12,30: Saporedimare-Film 14,10: LonelyHearts-Film 17,30: Dovestannoiragazzi-Film 19,10: Ilquartoprotocollo-Film 21,15: BostonStreets-Film 22,55: Loscafandroelafarfalla-Film RAI STORIA 15,00: Dixitguerre 17,00: Afrigaelibertà 18,00: Misterinell’archivio 18,30: ResTauro 19,30:Soggettodonna 21,00: Amidnightclear-Film 23,00: Italiain4D CANALE 5 11,00:Forum-Rubrica 13,40: Beautiful-Soap 14,10:Centrovetrine-Soapopera 16,15: Amici-RealTv 16,55:Pomeriggiocinque-Contenitore 18,50: Avantiunaltro!-Gioco 21,10:Vip-Film ITALIA 1 10,35:ER-Mediciinprimalinea-Tf 13,40:I Simpson-Cartonianimati 15,00:LeavventurediLupinIII-Cartoni 17,40:LavitasecondoJim-Tf 21,10:Push-Film 23,20:Leiene-Show 3,35:Leseminariste-Film RETE 4 10,50: Ricettedifamiglia-Rub.

12,55: Lasignoraingiallo-Tf 14,45: LosportellodiForum 15,35: Lacadutadelleaquile-Film 21,10: Quartogrado-Inchieste 24,00:Torbiderelazioni-Film 02,10: Romaamanoarmata-Film LA 7 9,55:CoffeeBreak-Rubrica 12,30: I menùdiBenedetta 14,45: Testimoned’accusa-Film 16,50:IlcommissarioCordier-Tf 20,30: Ottoemezzo-Attualità 21,10: Speciale“Zeta”-Attualità 23,30:Omnibusnotte IRIS 9,45: Graziella-Film 11,35: Faustina-Film 13,50: AgathaChristie: L’uomodall’abito..-F 17,35: Sevuoivivere...spara!-Film 19,25:A-Team-Tf 21,05: Programmasegreto-Film 22,55: SullestradediPhiladelphia-Film MTV 16,00: Ballerini-Dietroilsipario-Docu-reality 16,50:Lavitasegretadiunateen...-RealTV 17,40:Teenmom-RealTV 20,20: ModernFamily-Tf 21,10: Newgirl-Tf 22,00:IncercadiJane-Tf 23,00: TheInbetweeners: quasimaturi-Tf Sabato 16 febbraio RAI UNO 10,05:Lineaverdeorizzonti-Doc 12,00: Laprovadelcuoco-Rubrica 14,00: Easydriver-Rubrica 17,50: PassaggioaNordOvest-Doc 18,50: L’eredità-Gioco 20,40: 63° Festivaldellacanzoneitaliana 02,15:Piano,solo-Film RAI DUE 10,30:SullaviadiDamasco-Rubrica 11,00:Mezzogiornoinfamiglia-Contenitore 15,40:NoraRoberts:Lucid’inverno-Film 18,05: 90°minuto-SerieB 19,30:Invincibiliangeli-Tf 21,05:Castle-Tf 22,50: Sabatosprint-Rubrica RAITRE 7,50: LasignoraSprint-Film 10,10: L’ispettoreDerrick-Tf 14,55: RaiEdicational-TvTalk 17,15:Assodicuori-Film 20,15: Superstoria2013 21,05:Dresda-Film 24,00:Amorecriminale-Documenti RAI MOVIE 8,05: Dovestannoiragazzi-Film 11,55: Spin-Film 15,20: I fichissimi-Film 16,50:DudleyDo-Right-Film 19,40: FracchiacontroDracula-Film 21,15: HotMovie-Film 22,35: LaballatadiCableHougue-Film RAI STORIA 13,30: Resgestaefatti 15,00: Dixitsport 18,00: ArtNews 18,30:PerlascaUneroeitaliano 20,30: ResGestaeFatti 21,00: Dixit- Voltidiparole 23,00:L’archiviosegretodell’inquisizione CANALE 5 09,05:Superpartes-Politica 13,40: CougarTown-Tf 14,10: Amici-Talentshow 16,00:Verissimo-TalkShow 18,50:Avantiunaltro-Gioco 21,10: Ilprincipeeilpirata-Film 23,20: I laureati-Film ITALIA 1 11,00: RobinHood-Tf 13,40: Junior- Film 15,50: I gemelli-Film 19,30: Leavventuredeltopino...-Filmanimaz.

21,10: OrtoneeilmondodeiChi-Filmanimaz. 22,55: Valiant-Piccionida...-Filmanimaz. 0,30: TotòSaporeelamagicastoria...-Film RETE 4 12,00: Detectiveincorsia-Tf 12,55: Lasignoraingiallo-Tf 14,45: LosportellodiForum 15,30:Poirot-Fermateilboia-Film 19,35: Tempestad’amore - Soap 21,30: AmericanGangster-Film 0,35: Life-Tf LA 7 11,05: Bookstore-Rubrica 12,00: Iltempodellapolitica-Rubrica 13,30:TGLA7-Telegiornale 14,45: L’ultimoApache-Film 17,55: L’ispettoreBarnaby-Tf 20,30:InOnda-InfoePolitica 22,30:Lineadisangue-Film IRIS 10,50: SullestradediPhiladelphia-Film 12,40: MynameisTanino-Film 14,50: Quandol’amorebrucial’anima-Film 17,15: That’samore!-Film 19,15: Amorevuoldirgelosia-Film 21,05: Fantozziallariscossa-Film 22,40: DelittoinFormulaUno-Film MTV 14,20:Geordineshore-RealTV 16,00: Ballerini-Dietroilsipario-Docu-reality 17,40:Teenmom-RealTV 19,20:Isolitiidioti-Sketch 20,20:Newgirl-Tf 21,10:CelebrityStyleStory 22,00: Behindthemusic Domenica 17 febbraio RAI UNO 10,00:Mixitalia-Rubrica 10,55: S.MessadaS.LorenzoMaggiore-Napoli 12,00: Recitadell’AngelusdaS.Pietro 14,00: Domenicain-L’arena 16,35: Domenicain-Cosìèlavita 20,40: Affarituoi-Gioco 21,30:Tuttalamusicadelcuore-SerieTv RAI DUE 10,10:Ragazzic’èvoyager-Rubrica 11,30: Mezzogiornoinfamiglia-Contenitore 13,45: Quellicheaspettano-Talkshow 17,10: Stadiosprint-Rubrcasportiva 18,10: 90°minuto-Rubricasportiva 21,00: NCIS-Tf 22,35:Ladomenicasportiva-Rubrica RAITRE 8,10: IlsolescottaaCipro-Film 10,45: TGR-Estovest 13,25: Passepartout-Arte&Cultura 15,05: AllefaldedelKilimangiaro-Magazine 20,10: Chetempochefa-TalkShow 21,30: Ballarò-TalkShow 1,50: Fuoriorario.Cosemaiviste RAI MOVIE 8,55:Ifiglisò...pezzi‘ecore-Film 10,40: I duecolonnelli-Film 13,55: UomobiancovàcoltuoDio-Film 17,30: Pirati-Film 19,20: IlconteTacchia-Film 21,15: SpyKids-Film 22,45: TheFall -Film RAI STORIA 15,00: DixitReligio 17,05: IlcasoDelgado-Sp.

18,00: Cortoreale 18,30:VitadiAntonioGramsci 19,50: Controfagotto: sguardisulcostume 21,00: DixitGuerre 23,00: Puntidivista CANALE 5 10,00: Zoodoctor-Tf 11,55: Melaverde-Rubrica 14,00: Domenicalive-Cont. 18,50: Avantiunaltro!-Gioco 20,40: Striscialanotizia-Show 21,30: Troy-Film 2,20: Mammaall’improvviso-Film ITALIA 1 10,35: Duegemellenelpallone-Film 14,00:Merlino-Film 16,40: DragonheartIIIldestinodiun...-Film 19,15: BeverlyHillsCop -Film 21,25: LeIeneshow 0,25:Californication-Tf 2,35: MissMonday-Film RETE 4 10,00: Santamessa 11,00: Lestoriedi“Viaggioa...”-Reportage 12,00:Pianetamare-Reportage 15,30: Dalida-Film 19,35: IlcomandanteFlorent-Tf 21,30: Qualcosadicui...sparlare-Film 23,50: Incontrerail’uomodeituoisogni-Film LA 7 11,05: Fuoridigusto-Rubrica 12,30: I menudiBenedetta 14,45: Betrayed-Tradita-Film 18,00: L’ispettoreBarnaby-Tf 20,30: Inonda 21,30: Amadeus-Film 1,05: Ilgiovedì-Film IRIS 10,45: Leragazzedellanotte-Film 12,45: L’imperodeilupi-Film 15,05: RadioAmerica-Film 17,05: Thecompany-Film 19,15: Tuttipossonoarricchiretranneipoveri-F 21,10: Airport77-Film 23,10: Airport80-Film MTV 12,40: Newgirl-Tf 13,30:Larivincitadellebionde-Film 15,20:Teenmom-RealTV 16,50: Ballerini-Dietroilsipario-Docu-reality 19,20: Isolitiidioti-Sketch 20,20:Iltestimone-Reportage 21,10: Ballerini-Dietroilsipario-Docu-reality Lunedì 18 febbraio RAI UNO 12,00: Laprovadelcuoco 14,10: Verdettofinale-Show 15,15: Lavitaindiretta-Contenitore 18,50: L’eredità-Gioco 20,30: Affarituoi-Gioco 21,10: Volare: lagrandestoriadiModugno 23,20: Portaaporta-Talkshow RAI DUE 11,00: Ifattivostri-Rubrica 14,00:Seltz-Scketchcomici 15,30: ColdCase-Tf 18,45: SquadraspecialeCobra11-Tf 20,30: TG2 21,05:RaiParlamentoElezioni2013 23,00: DarkBlue-Tf RAITRE 8,00: Agorà-Rubrica 11,30: Buongiorno-Elisir-Rubrica 14,00: TGRegione 15,10: Lacasanellaprateria-Tf 16,00:Cosedell’altroGeo-Rubrica 21,00: AirForceOne-Film 23,10: RaiParlamentoElezioni2013 RAI MOVIE 8,40: Pirati-Film 10,35: Pronto...Lucia-Film 15,25:Caterinavaincittà- Film 17,15: Silkwood -Film 19,25: Ringoffire- Film 21,10: Orizzontilontani-Film 23,15:GengisKhanilconquistatore-Film RAI STORIA 15,00:Dixitstelle 17,00: Unsecolodilottecontadine 18,30: ViaggioinItalia 19,30:SoggettoDonna 20,30: Resgestaefatti 21,10: Dixitguerre-I managerdiHitler 23,00: Crash-Rubrica CANALE 5 11: Forum-Rubrica 13,40: Beautiful-Soapopera 14,10:Centovetrine-Soapopera 16,55: Pomeriggiocinque-Conteniore 18,50: Avantiunaltro!-Gioco 21,10: ZeligCircus-Show 23,40: Baciatidall’amore-SerieTv ITALIA 1 10,30: E.R.Mediciinprimalinea-Tf 13,40: ISimpson- Cartoni 15,00: LeavventurediLupinIII-Tf 15,50: Whitecollar-Tf 19,20: C.S.I.Scenadelcrimine-Tf 21,10:TransporterTheSeries-Tf 23,05:TrueJustice-Guerrigliaurbana-Film RETE 4 10,50: Ricettedifamiglia-Rub.

12,00: Detectiveincorsia-Tf 12,55: Lasignoraingiallo-Tf 14,45: LosportellodiForum 17,00: Lasignoraingiallo: vagoneletto- Film 21,10: Quintacolonna-Talkshow 3,05:2019DopolacadutadiNewYork-Film LA 7 9,55: Coffeebreak-Rubrica 12,30: I menudiBenedetta 14,45: Unuomoperbene-Film 16,50: IlcommissarioCordier-Tf 20,30:Ottoemezzo-Attualità 21,10: Piazzapulita-Approfondimento 23,45: Omnibusnotte IRIS 9,45: Ergastolo-Film 11,30: LacasadiGiadav-Film 13,20: Airport77-Film 18,00: IlvendicatorediKansasCity-Film 21,15: Vogliadiricominciare-Film 23,20: Maiconunosconosciuto-Film 1,00: Mortacci-Film MTV 16,00: Ballerini-Dietroilsipario-Docu-reality 17,40: 16annieincinta-RealTv 19,30: Scrubs -Sitcom 20,20: Modernfamily-Tf 21,10: GeordieShore-RealTv 22,50:Ridiculousness: VeriAmericanIdiots 23,50: Wakebrothers: fratellirivali-Docureality Cirque du Soleil In visita a un circo vecchio stile, Miaèattrattadaltrapezista.Quan- do il loro sguardo si incrocia, lui perde concentrazione e cade, aprendo un varco nella sabbia.

Inizia un viaggio in un mondo pa- rallelo.

Viva la libertà Enrico, segretario del più impor- tante partito all’opposizione, in un momentodicrisi,fuggeinFrancia. Per sostituirlo, la moglie e il colla- boratore si rivolgono al fratello ge- mello di Enrico, recentemente di- messodaunospedalepsichiatrico. Noi siamo infinito Emotivo e timido, Charlie sta cer- cando di superare il trauma deri- vantedalrecentesuicidiodell’ami- co. Divenendo il confidente ideale per i nuovi compagni e frequen- tando le prime feste, Charlie vede per la prima volta un mondo fatto di droga, aborti, sesso. Il principe abusivo Antonio, squattrinato cronico, si ri- trova al cospetto di Letizia, princi- pessa viziata di cui si innamora.

L’unica possibilità per stare a corte è quella di seguire i consigli del ciambellano di corte.

Die Hard L’agente McClane si ritrova co- stretto ad andare in Russia per aiutare il figlio Jack rimasto coin- volto in un increscioso episodio. I McClane si ritrovano ad agire in- sieme e a guardarsi le spalle l’uno con l’altro. Venerdì 15 Canale 5, ore 14:10, «CentoVetrine» Lapuntata inondaoggi è la numero 2˙823 (a partire dal 2001) e nei piani di Mediaset do- veva essere una delle ultime. Ma ogni giorno questa storia è seguita da 3,5 milioni di tele- spettatori, molti dei quali si sono lamentati suigiornalieininternet, e quindi ne verranno girate altre 192 punta- te, a partire da aprile, nel finto centro com- merciale allestito a San GiustoCanavese.Signi- fica che alcune centi- naia di persone non perderanno il lavoro.

Sabato 16 Italia 1, ore 21:10, «Ortone e il mondo dei Chi» Ortone è un elefante, ma sente un grido d’aiuto provenire da ChiNonSo, città posta su un granello di sab- bia. Nessuno nella fo- resta gli crede, perché Chi è troppo piccolo per essere visto. D’al- tra parte su Chi nessu- no crede che esista la foresta, troppo grande per essere vista. Il film è del 2008, tratto da una storia di Dr. Seuss, e parla ai bambini af- finché i genitori inten- dano.

Domenica 17 La 7, ore 21:30, «Amadeus» Il Festival di Sanremo è finito, e La 7 manda in onda questo film del 1984 di Milos Forman perdareun’ideadicosa sia la «vera» musica, quella scritta a partire dalla più tenera età da quel genio diAmadeus Mozart. Quando uscì nella sale, il prodotto vinse 8 premi Oscar, ma il regista non era contento e nel 2002 ri- lasciò una Director’s Cut con 20 minuti di contenuti in più, che La 7 mostra stasera. Lunedì 18 Rai 1, ore 21:10, te- lefilm «Volare» Il prodotto racconta la vicenda di Domenico Modugno, artista com- pletonell’Italiadeglian- ni ’50, quella del boom economico perfetta- mente capace di «Vo- lare».

Il regista Riccar- do Milani, gli sceneg- giatori Stefano Rulli e Sandro Petraglia, l’at- tore Beppe Fiorello, hanno costruito un mi- metismo perfetto – tanto da far dire alla vedova di Modugno che sì, suo marito e il suo mondo erano pro- prio così. di Guido Tedoldi LETRAME 47 QUARTETTO JAZZ DA CAVALLI E STALLONI Questa sera, venerdì 15 febbraio da "Cavalli e Stalloni", alle ore 22, grande J a z z con il quartet- to "Sing a Song Q u a r- tet" for- mato da Tiziana Cappel- lino (fo- to), vo- ce e pia- noforte, Gigi Di- gregorio al sax tenore, Enrico Ciampini al contrabbasso e Chicco Accornero alla batteria.

Verranno eseguiti standards jazz di Hank Mobley, Tadd Dameron, Horace Silver,Thelonious Monk, Miles Da- vis e altri in una originale rilettura con largo spazio all’improvvisazio- ne. L’ingresso è libero. STAGE DI DANZA DELVENTRE Domenica 17 febbraio la scuola Danzarteorganizzaunmasterclass di danza del ventre con la direttrice ballerina e coreogra- fa Aziza (foto) del c e n t r o studi dan- za e mu- sica e cul- tura orien- tale Aziza di Torino. Lo stage si svolge dalle ore 20,30 alle ore 21,45 nella sede di via Caduti sul lavoro 10 ed è aperto a tutti senza obbligo di iscrizione. Per info 340 5421752 - 335 6485240.

LA SESIA Venerdì 15 febbraio 2013 48