TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici

TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                                                                                     Sito W eb
09/07/2014                                                                                                                                                    www.etribuna.com


  TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici

       Pubblicato: 09 Luglio 2014
TE Wind ha siglato con la società inglese CBRE un memorandum of understanding per la realizzazione “chiavi in mano” di 10 impianti con potenza nominale pari a
circa 100kW per un totale di circa 1MW da installare nelle regioni più ventose della Gran Bretagna. CBRE Corporate Outsourcing Limited (“CBRE”) opera a

livello internazionale da 30 anni, con un fatturato di 468 milioni di sterline e 4.000 dipendenti. In particolare, ciascun impianto sarà costituito da 3 macchine di potenza
nominale pari a 33kW fornite dalla ROPATEC, storica azienda di Bolzano con un track record di oltre 1.000 impianti realizzati in 34 Paesi, che ha avuto parte attiva
nell'accordo.

Con questa operazione TE Wind sottolinea e amplia la propria politica di diversificazione geografica, finalizzata a una riduzione del rischio non più solo a livello italiano
ma anche internazionale, scegliendo come primo Paese estero la Gran Bretagna in quanto rappresenta il mercato dell'eolico per eccellenza, grazie all'importante e
costante presenza di vento, con una contemporanea disponibilità di incentivi favorevoli.

“Siamo profondamente soddisfatti della partnership con CBRE - dichiara Ciro Mongillo, Amministratore Delegato di TE Wind -, che ci offre la possibilità di trarre
vantaggio dalla sua esperienza a livello internazionale. La sottoscrizione di questo accordo sancisce un ulteriore step nel processo di internazionalizzazione di TE Wind
la quale, dopo avere consolidato lo sviluppo in Italia, si pone ora in una prospettiva di espansione anche sul mercato europeo, a partire dalla Gran Bretagna. Riteniamo
che questa alleanza strategica possa rappresentare una importante opportunità per la crescita del Gruppo, anche grazie alla forte connessione con un partner di
standing internazionale e con una importante solidità finanziaria. Le strategie di CBRE, che ci fornirà gli impianti chiavi in mano e si occuperà della relativa
manutenzione per i successivi 20 anni, sono in linea con le nostre, orientate cioè alla internazionalizzazione e alla diversificazione riguardo all'area di investimento e a
creare alleanze con gruppi di consolidata esperienza. Attraverso questo modello di business - conclude l'Amministratore Delegato di TE Wind – entrambe le parti
puntano a unire e a valorizzare il reciproco know how unendo le competenze di natura tecnologica nel settore delle energie di CBRE a quelle di natura finanziaria di TE
WIND, che permetteranno al progetto un rapido sviluppo internazionale”.



Il modello di business individuato da TE WIND e da CBRE è volto allo sviluppo chiavi in mano di impianti mini-eolici che avranno accesso diretto agli incentivi di stato.
L'accordo prevede la firma del contratto definitivo entro l'estate, in linea con l'attuale programma che prevede l'apertura dei cantieri entro il 2014 e la relativa ultimazione
entro 6 mesi dall'apertura. La partnership strategica vedrà CBRE, attraverso la propria controllata Norland Managed Services Limited, impegnato principalmente nel
ruolo di EPC e di General Contractor che curerà la gestione dei rapporti con le Autorità governative in Gran Bretagna, le attività di ingegneria, la progettazione, la
costruzione e la gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, mentre TE WIND sarà responsabile del management della parte finanziaria e del
business development.

       Succ >


http://www.etribuna.com/aas/it/energiaambienteras-othermenu-83/50622-te-wind,-ac
ccordo-in-gran-bretagna-per-la-produzione-di-energia-da-impianti-mini-eolici.html
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 25
                  (diffusione:334076, tiratura:405061)
 Il Sole 24 Ore
08/07/2014
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 15
                      (diffusione:104189, tiratura:173386)
 MF - Ed. Nazionale
08/07/2014
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 38
              (diffusione:88538, tiratura:156000)
 ItaliaOggi
08/07/2014
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 19
 Avvenire - Ed. Nazionale
                            (diffusione:105812, tiratura:151233)
08/07/2014
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 19
                      (diffusione:104189, tiratura:173386)
 MF - Ed. Nazionale
08/07/2014
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                     Sito Web
08-07-2014                                                                             www.lamiafinanza-green.it



                                              Te Wind


Siglato un accordo per la realizzazione di dieci siti in Gran Bretagna per la produzione di energia da
impianti mini-eolici


TE Wind (TEW), Società leader in Italia nella produzione di energia elettrica attraverso impianti
mini-eolici, ha siglato con la società inglese CBRE un memorandum of understanding per la
realizzazione “chiavi in mano” di 10 impianti con potenza nominale pari a circa 100kW per un
totale di circa 1MW da installare nelle regioni più ventose della Gran Bretagna.

CBRE Corporate Outsourcing Limited (“CBRE”) opera a livello internazionale da 30 anni, con un
fatturato di 468 milioni di sterline e 4.000 dipendenti.

In particolare, ciascun impianto sarà costituito da 3 macchine di potenza nominale pari a 33kW
fornite dalla ROPATEC, storica azienda di Bolzano con un track record di oltre 1.000 impianti
realizzati in 34 Paesi, che ha avuto parte attiva nell’accordo.

Con questa operazione TE Wind sottolinea e amplia la propria politica di diversificazione
geografica, finalizzata a una riduzione del rischio non più solo a livello italiano ma anche
internazionale, scegliendo come primo Paese estero la Gran Bretagna in quanto rappresenta il
mercato dell'eolico per eccellenza, grazie all'importante e costante presenza di vento, con una
contemporanea disponibilità di incentivi favorevoli.

“Siamo profondamente soddisfatti della partnership con CBRE - dichiara Ciro Mongillo,
Amministratore Delegato di TE Wind -, che ci offre la possibilità di trarre vantaggio dalla sua
esperienza a livello internazionale. La sottoscrizione di questo accordo sancisce un ulteriore step nel
processo di internazionalizzazione di TE Wind la quale, dopo avere consolidato lo sviluppo in
Italia, si pone ora in una prospettiva di espansione anche sul mercato europeo, a partire dalla Gran
Bretagna. Riteniamo che questa alleanza strategica possa rappresentare una importante opportunità
per la crescita del Gruppo, anche grazie alla forte connessione con un partner di standing
internazionale e con una importante solidità finanziaria. Le strategie di CBRE, che ci fornirà gli
impianti chiavi in mano e si occuperà della relativa manutenzione per i successivi 20 anni, sono in
linea con le nostre, orientate cioè alla internazionalizzazione e alla diversificazione riguardo all’area
di investimento e a creare alleanze con gruppi di consolidata esperienza.

Attraverso questo modello di business - conclude l’Amministratore Delegato di TE Wind –
entrambe le parti puntano a unire e a valorizzare il reciproco know how unendo le competenze di
natura tecnologica nel settore delle energie di CBRE a quelle di natura finanziaria di TE WIND,
che permetteranno al progetto un rapido sviluppo internazionale”.

Il modello di business individuato da TE WIND e da CBRE è volto allo sviluppo chiavi in mano di
impianti mini-eolici che avranno accesso diretto agli incentivi di stato. L’accordo prevede la firma
del contratto definitivo entro l’estate, in linea con l’attuale programma che prevede l’apertura dei
cantieri entro il 2014 e la relativa ultimazione entro 6 mesi dall’apertura. La partnership strategica
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
vedrà CBRE, attraverso la propria controllata Norland Managed Services Limited, impegnato
principalmente nel ruolo di EPC e di General Contractor che curerà la gestione dei rapporti con le
Autorità governative in Gran Bretagna, le attività di ingegneria, la progettazione, la costruzione e la
gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, mentre TE WIND sarà
responsabile del management della parte finanziaria e del business development.
http://www.lamiafinanza-green.it/default.aspx?c=482&a=30799
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                                Sito Web
08/07/2014                                                                                        www.finanzaoperativa.com



             First Capital in Mp7, Te Wind vince appalto in Uk




Aim in fermento.Il debutto ieri di Mp7 Italia 47° Ipo su questo segmento è stato ben accolto
dagli investitori che hanno spinto il titolo, collocato a 2,5 euro, a chiudere la rpiam seduta con un
rialzo del 2,56 per cento. Nel capitale della neo quotata ha fatto il suo ingresso con una quota del
3,58%anche First Capital, altra società Aim, specializzata negli investimenti in Small e Mid Cap
quotate ed in operazioni PIPE ( Private Investment in Public Equity ). Il gruppo MP7 Italia è una
realtà attiva nel settore del bartering pubblicitario (pubblicità in cambio merce) ed è diventato in
pochi anni leader di riferimento, con un giro d'affari a fine 2013 pari a circa 28 milioni di euro. E
sempre ieri un'altra società dell'Aim, Te Wind, ha comunicato di essersi aggiudicata un appalto in
Gran Bretagna per la costruzione di 10 impianti mini eolici
                                                         eolici con la società inglese Cebre (468 mln di
sterline di ricavi e 4mila dipendenti). TE Wind avvia così la propria politica di diversificazione
geografica, scegliendo come primo Paese estero la Gran Bretagna in quanto rappresenta il mercato
dell'eolico per eccellenza, grazie all'importante e costante presenza di vento e alla disponibilità di
incentivi favorevoli.



http://www.finanzaoperativa.com/first-capital-in-mp7-te-wind-vince-appalto-in-
uk/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=first-capital-in-mp7-te-wind-vince-appalto-in-uk
TE Wind, accordo in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                                Sito Web
08/07/2014                                                                                         www.staffettaonline.com



                     Mini-eolico, 10 impianti TE Wind in GB



     TE Wind, società italiana attiva nelle produzione di energia elettrica attraverso impianti mini-
eolici (v. Staffetta 26/02), ha siglato con la società inglese Cbre un Mou per la realizzazione
   chiavi in mano    di 10 impianti con potenza nominale pari a circa 100 kW per un totale di circa 1
MW ...




                       Soltanto gli utenti abbonati al servizio Energie Alternative
                                  possono leggere interamente gli articoli.


                      http://www.staffettaonline.com/energie_alternative/articolo.aspx?ID=129267
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                                                   Sito Web
07/07/2014                                                                                                                 finanza.lastampa.it




          Te Wind: accordo per la realizzazione di 10 siti in Gran Bretagna per la produzione di energia da impianti mini-eolici




TE Wind (TEW), società leader in Italia nella produzione di energia elettrica attraverso impianti
mini-eolici, ha siglato con la società inglese CBRE un memorandum of understanding per la
realizzazione "chiavi in mano" di 10 impianti con potenza nominale pari a circa 100kW per un
totale di circa 1MW da installare nelle regioni più ventose della Gran Bretagna. CBRE Corporate
Outsourcing Limited ("CBRE") opera a livello internazionale da 30 anni, con un fatturato di 468
milioni di sterline e 4.000 dipendenti. In particolare, ciascun impianto sarà costituito da 3 macchine
di potenza nominale pari a 33kW fornite dalla ROPATEC, storica azienda di Bolzano con un track
record di oltre 1.000 impianti realizzati in 34 Paesi, che ha avuto parte attiva nell'accordo.

Con questa operazione TE Wind sottolinea e amplia la propria politica di diversificazione
geografica, finalizzata a una riduzione del rischio non più solo a livello italiano ma anche
internazionale, scegliendo come primo Paese estero la Gran Bretagna in quanto rappresenta il
mercato dell'eolico per eccellenza, grazie all'importante e costante presenza di vento, con una
contemporanea disponibilità di incentivi favorevoli.

"Siamo profondamente soddisfatti della partnership con CBRE - dichiara Ciro Mongillo,
Amministratore Delegato di TE Wind -, che ci offre la possibilità di trarre vantaggio dalla sua
esperienza a livello internazionale. La sottoscrizione di questo accordo sancisce un ulteriore step nel
processo di internazionalizzazione di TE Wind la quale, dopo avere consolidato lo sviluppo in
Italia, si pone ora in una prospettiva di espansione anche sul mercato europeo, a partire dalla Gran
Bretagna. Riteniamo che questa alleanza strategica possa rappresentare una importante opportunità
per la crescita del Gruppo, anche grazie alla forte connessione con un partner di standing
internazionale e con una importante solidità finanziaria. Le strategie di CBRE, che ci fornirà gli
impianti chiavi in mano e si occuperà della relativa manutenzione per i successivi 20 anni, sono in
linea con le nostre, orientate cioè alla internazionalizzazione e alla diversificazione riguardo all'area
di investimento e a creare alleanze con gruppi di consolidata esperienza. Attraverso questo modello
di business - conclude l'Amministratore Delegato di TE Wind entrambe le parti puntano a unire
e a valorizzare il reciproco know how unendo le competenze di natura tecnologica nel settore delle
energie di CBRE a quelle di natura finanziaria di TE WIND, che permetteranno al progetto un
rapido sviluppo internazionale".

Il modello di business individuato da TE WIND e da CBRE è volto allo sviluppo chiavi in mano di
impianti mini-eolici che avranno accesso diretto agli incentivi di stato.

L'accordo prevede la firma del contratto definitivo entro l'estate, in linea con l'attuale programma
che prevede l'apertura dei cantieri entro il 2014 e la relativa ultimazione entro 6 mesi dall'apertura.
La partnership strategica vedrà CBRE, attraverso la propria controllata Norland Managed Services
Limited, impegnato principalmente nel ruolo di EPC e di General Contractor che curerà la gestione
dei rapporti con le Autorità governative in Gran Bretagna, le attività di ingegneria, la progettazione,
la costruzione e la gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, mentre TE
WIND sarà responsabile del management della parte finanziaria e del business development.
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
                         http://finanza.lastampa.it/notizie/0,633621/Te_Wind_accordo_per_la_realizzazione_di_10_siti.aspx
              (GD)
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Data Pubblicazione                                                                                                                  Sito Web
07/07/2014                                                                                                                   www.agienergia.it




                                                           Energia: TE Wind, con CBRE 10 siti mini-eolico in Gran Bretagna




lunedì 7 luglio 2014 17.16

(AGI) - Milano, 7 lug. - TE Wind, specializzata nella produzione di energia elettrica attraverso
impianti mini-eolici, ha siglato con la societa' inglese CBRE un memorandum of understanding per
la realizzazione 'chiavi in mano' di 10 impianti con potenza nominale pari a circa 100kW per un
totale di circa 1MW da installare nelle regioni piu' ventose della Gran Bretagna. Ciascun impianto
sara' costituito da 3 macchine di potenza nominale pari a 33kW fornite dalla Ropatec, storica
azienda di Bolzano con un track record di oltre 1.000 impianti realizzati in 34 Paesi, che ha avuto
parte attiva nell'accordo. Con questa operazione TE Wind sottolinea e amplia la propria politica di
diversificazione geografica, finalizzata a una riduzione del rischio non piu' solo a livello italiano ma
anche internazionale, scegliendo come primo Paese estero la Gran Bretagna in quanto rappresenta il
mercato dell'eolico per eccellenza, grazie all'importante e costante presenza di vento, con una
contemporanea disponibilita' di incentivi favorevoli. "Siamo profondamente soddisfatti della
partnership con CBRE - dichiara Ciro Mongillo, amministratore delegato di TE Wind - che ci
offre la possibilita' di trarre vantaggio dalla sua esperienza a livello internazionale. La sottoscrizione
di questo accordo sancisce un ulteriore step nel processo di internazionalizzazione di TE Wind la
quale, dopo avere consolidato lo sviluppo in Italia, si pone ora in una prospettiva di espansione
anche sul mercato europeo, a partire dalla Gran Bretagna. Riteniamo che questa alleanza strategica
possa rappresentare una importante opportunita' per la crescita del Gruppo, anche grazie alla forte
connessione con un partner di standing internazionale e con una importante solidita' finanziaria. Le
strategie di CBRE, che ci fornira' gli impianti chiavi in mano e si occupera' della relativa
manutenzione per i successivi 20 anni, sono in linea con le nostre, orientate cioe' alla
internazionalizzazione e alla diversificazione riguardo all'area di investimento e a creare alleanze
con gruppi di consolidata esperienza". (AGI) Red
http://www.agienergia.it/NewsML.aspx?idd=156876&id=66&ante=0
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 17
 Milano Finanza - N.131 - 5 Luglio 2014
                                          (diffusione:100933, tiratura:169909)
05/07/2014
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Pag. 3
                      (diffusione:104189, tiratura:173386)
 MF - Ed. Nazionale
03/07/2014
Puoi anche leggere
Parte successiva ... Annulla