Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti

Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e
impatti

Alessio Vitullo
Direzione Relazioni Regionali
Ufficio Gare, HTA e Giurisprudenza Regionale


Convegno MePAIE
Il mercato della Pubblica Amministrazione in Italia e in Europa
Cremona 1°
        1°marzo gennaio 2013
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Agenda

1    Le procedure di acquisto nelle Regioni. Analisi del mercato e dimensione dell’offerta



2    Il Decreto Spending Review. Le disposizioni in materia di acquisto


3    Osservatorio dei Contratti Pubblici. La pubblicazione dei prezzi di riferimento in ambito sanitario



4    Osservatorio dei Contratti Pubblici e Prezzi di riferimento. Il percorso della giurisprudenza


5    Spending Review. Analisi delle disposizioni emanate a livello regionale


 6   Tempi di pagamento. La nuova normativa e lo stato dell’arte
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Analisi del mercato e dimensione dell’offerta. Scenario 2009-
                                                        2009-2012




                                                                                                                                Gare a livello locale
                                                                                                                                Gare di Area Vasta
                                                                                                                                Gare Regionali


               A.V.C.P. Indagine conoscitiva sulle gare per la fornitura di farmaci
               “Il beneficio dell’aggregazione si concretizza solo nel caso in cui non si verifichi una
               riduzione sensibile del numero dei possibili concorrenti, e venga quindi, preservato il
               potenziale competitivo della gara”.

         Spesa sanitaria pubblica e sue componenti (indice 2001=100)            Prezzi dei medicinali e inflazione in Italia (indice 1990=100)

         170                                                                    190
                                  altre spese sanitarie (+63%)
                                                                                180                                          inflazione
         160
                                                                                170
         150
                                                                                160
         140
                                                      totale sanità (+52%)      150
         130                                                                    140
                                                                                                                          medicinali
         120                                                                    130
                                                                 PIL (+24%)
         110                                                                    120
                                                                                110
         100
                                                                                100
          90             convenzionata netta (-5%)
                                                                                 90
                 2001           2004        2006         2008            2010         1990           1996         2001        2006           2011
                                                                                                         Fonte: stime su dati Istat, Aifa, Agenas
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Spending Review. Le disposizioni in materia di acquisti
Acquisti di beni e servizi


                               “Gli importi e le connesse prestazioni relative ai contratti in essere (…) con
                               esclusione degli acquisti dei farmaci stipulati da Aziende ed Enti del S.S.N.
Taglio orizzontale
                               sono ridotti del 5% a decorrere dall’entrata in vigore del decreto per tutta la
                               durata dei contratti”.        La Legge di Stabilità ha imposto una riduzione del 10%



                               Nelle ipotesi di differenze superiori al 20% le Strutture Sanitarie sono tenute
                               a proporre ai fornitori una rinegoziazione dei contratti.
Prezzi di riferimento
                               In caso di mancato accordo entro 30 giorni dalla proposta le Strutture
                               Sanitarie posso recedere senza costi dal contratto.


                               “Per gli anni 2013 e seguenti le misure di razionalizzazione della spesa per
                               acquisti di beni e servizi sono applicate salvo la stipulazione, entro il 15
Patto per la Salute
                               novembre 2012, del Patto per la Salute 2013-2015 (…) nel quale possono
                               essere convenute rimodulazioni delle misure stesse”

              Il Governo ha stimato in € 1.061 milioni gli        500
              effetti economici delle disposizioni in             400
              materia di acquisti:
                                                                  300
                 riduzione dei prezzi e delle quantità del
                                                                  200
              5%;
                                                                  100
                  applicazione dei prezzi di riferimento;
                                                                    0
                  centralizzazione degli acquisti.                            2012               2013               2014
                                                                 Fonte: Relazione illustrativa al Decreto “Spending Review”
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Osservatorio dei contratti pubblici. Art. 7 Codice degli Appalti

                 Competenze
                 1) Raccolta e rielaborazione dati;
                 2) Determinazione dei costi standard;
                 3) Elaborazione di prospetti statistici.

                 Struttura Organizzativa
                 Sezione Centrale presso l’AVCP
                 Sezioni Regionali presso le Amministrazioni Regionali e presso le Province Autonome


                 Obblighi di comunicazione delle Stazioni Appaltanti
                 Entro 30 gg. contenuto dei bandi, importo di aggiudicazione e soggetto aggiudicatario
                 Entro 60 gg. data di inizio e data di ultimazione della fornitura


 Protocollo A.V.C.P. e Conferenza     D.L. 98/2011, art. 17              D.L. 52/2012, art. 8 “Dati in
 Stato Regioni Province               “Razionalizzazione della spesa     tema di acquisizioni di beni e
 Autonome                             pubblica”                          servizi”

 Prevede forme stabili di             Obbligo per l’Osservatorio di      “per garantire trasparenza
 cooperazione e la costituzione       fornire, a partire dal 1° luglio   l’Osservatorio rende pubblici i
 di un sistema informativo            2012, un’elaborazione dei          dati e le informazioni su
 integrato per l’acquisizione e la    prezzi di riferimento “ivi         oggetto della fornitura e
 condivisione dei dati dei            compresi i dispositivi medici ed   soggetto aggiudicatario.
 contratti pubblici.                  i farmaci ad uso ospedaliero”      L’Osservatorio trasmette i dati al
                                                                         M.E.F. ed a Consip”
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Le novità introdotte dal Decreto Bondi e dalla Spending Review

Precedenti                  Art. 9 del Decreto Legge n. 98/2011 ed Art. 1 del Decreto Legge n. 138/2011


Obiettivo                   Riduzione delle spesa per acquisto di beni e servizi


Commissario                 Svolge compiti di monitoraggio e supervisione nei confronti di tutte le
Straordinario               Amministrazioni, le Autorità, gli Enti Locali e le Regioni commissariate.

Art. 15 della Legge n. 135/2012
“Qualora sulla base dell’attività dell’Osservatorio Prezzi e delle analisi effettuate dalle Centrali Regionali
per gli acquisti (…) emergano differenze significative dei prezzi unitari le Aziende Sanitarie sono tenute a
proporre ai fornitori una rinegoziazione dei contratti
                                               contratti. (…) In caso di mancato accordo, le Aziende Sanitarie
hanno il diritto di recedere dal contratto
                                 contratto, senza alcun onere e ciò in deroga all’art. 1671 del Codice Civile
(…). Per differenze significative si intendono quelle superiori al 20% rispetto al prezzo di riferimento. (…)
Le Aziende Sanitarie che abbiano proceduto alla rescissione del contratto, nelle more dell'espletamento
delle gare indette in sede centralizzata o aziendale, possono (…) stipulare nuovi contratti accedendo a
convenzioni-
convenzioni                            Regioni, o tramite affidamento diretto a condizioni più convenienti in
             -quadro, anche di altre Regioni
ampliamento di contratto stipulato da altre Aziende Sanitarie mediante gare di appalto o forniture”.


             Art. 7-bis della Legge n. 94/2012 (abrogato dalla Legge n. 135/2012)
             “Qualora sulla base dell’attività dell’Osservatorio Prezzi e delle analisi effettuate dalle Centrali
             Regionali per gli Acquisti (…) emergano differenze significative dei prezzi unitari, non
                                                                                forniture, le Aziende Sanitarie
             giustificate da particolari condizioni tecniche o logistiche delle forniture
             sono tenute a proporre ai fornitori una rinegoziazione dei contratti” .
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Osservatorio dei contratti pubblici. Pubblicazione prezzi di riferimento


                      Comunicato del 28 maggio 2012
                      Pubblicate le prime elaborazioni di prezzi di riferimento relative a farmaci per
                      uso ospedaliero e dispositivi medici predisposte a cura dell’Osservatorio dei
                      Contratti Pubblici.
                      I risultati definitivi dell’indagine su farmaci per uso ospedaliero e dispositivi
                      medici, sono stati pubblicati il 2 luglio 2012.
                                                                  2012




                                                            Prezzo minimo


                                                            Prezzo al primo decile


                                                            Prezzo medio

                                                            Prezzo mediano

                                                            Prezzo massimo
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Osservatorio dei contratti pubblici. Pubblicazione prezzi di riferimento

 Comunicato del 2 luglio 2012 (aggiornato il 1 agosto ed il 1 novembre)
 L’indagine ha riguardato le principali Stazioni Appaltanti operanti in ambito sanitario su tutto il territorio
 nazionale.
 Le Stazioni Appaltanti sono state selezionate, su base regionale, tra quelle che presentavano la spesa più
 rilevante.
 Si tratta, pertanto, di una rilevazione su base campionaria.
 L’indagine si è svolta nel mese di aprile 2012. Le categorie di beni e servizi oggetto di rilevazione sono
 state:
    farmaci;
    dispositivi medici;
    servizio di ristorazione;               Per tutte le categorie di beni e
    servizio di pulizia;                   servizi viene indicato un prezzo
    servizio di lavanderia;                  di riferimento oltre al prezzo
    materiali da guardaroba;                            mediano
    prodotti di cancelleria.


                                              Il prezzo di riferimento è stato cosi calcolato :
                          25
                                20    20
                                                farmaci: 10°
                                                         10°percentile;
                   17,5                         dispositivi medici: media tra il 10°
                                                                                  10°ed il 25°
                                                                                            25°percentile;
            10                                  servizio di ristorazione: primo quartile (25
                                                                                           25°
                                                                                           25°percentile);
                                                servizio di pulizia, servizio di lavanderia, materiali da
                                              guardaroba e prodotti di cancelleria: 20°
                                                                                     20°percentile.
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Osservatorio dei contratti pubblici. Pubblicazione prezzi di riferimento

 Decreto “Balduzzi
         “Balduzzi”.
          Balduzzi”. Modifiche all’art. 17 del D.L. n. 98/2011

 “Nelle more del perfezionamento delle attività concernenti la determinazione annuale di costi
 standardizzati per tipo di servizio e fornitura da parte dell'Osservatorio dei contratti pubblici e anche al
 fine di potenziare le attività delle Centrali regionali per gli acquisti, l’Osservatorio, a partire dal 1 luglio
 2012, attraverso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici fornisce alle Regioni un'elaborazione dei
 prezzi di riferimento, ivi compresi quelli eventualmente previsti dalle convenzioni Consip alle condizioni
 di maggiore efficienza dei beni, ivi compresi i dispositivi medici ed i farmaci per uso ospedaliero, delle
 prestazioni e dei servizi sanitari e non sanitari individuati dall'Age.Na.S., tra quelli di maggiore impatto
 in termini di costo a carico del S.S.N.
 Per prezzo di riferimento alle condizioni di maggiore efficienza si intende il 5 percentile, ovvero il 10
 percentile, ovvero il 20 percentile, ovvero il 25 percentile dei prezzi rilevati per ciascun bene o servizio
 oggetto di analisi sulla base della significatività statistica e della eterogeneità dei beni e servizi
 riscontrate dal predetto Osservatorio. Il percentile sarà tanto più piccolo quanto maggiore risulterà
 essere l'omogeneità del bene o del servizio. Il prezzo verrà rilasciato in presenza di almeno tre
 rilevazioni”.



                                             Il prezzo di riferimento è stato cosi calcolato :
                                               farmaci: 10°
                                                        10°percentile;
                                               dispositivi medici: media tra il 10°
                                                                                 10°ed il 25°
                                                                                           25°percentile;
                                               servizio di ristorazione: primo quartile (25
                                                                                          25°
                                                                                          25°percentile);
                                               servizio di pulizia, servizio di lavanderia, materiali da
                                             guardaroba e prodotti di cancelleria: 20°
                                                                                    20°percentile.
Spending Review Spending Review e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e e Mercati: prezzi, tempi di pagamento e impatti
Analisi sui principi attivi inseriti in elenco. Dati Osmed 2011
Rapporto tra i primi trenta principi attivi per spesa di farmaci erogati dalle Strutture Pubbliche e l’elenco dei prezzi di rife
                                                                                                                            riferimento
                                                                                                                             iferimento

                                                                                                           100%
                                                                                                           90%
                                                                                                           80%
                                                                                                           70%

                                                                                Inseriti nella lista       60%

                                                                                Non inseriti nella lista   50%
                                                                                                           40%
                                                                                                           30%
                                                                                                           20%
                                                                                                           10%

Dati OSMED 2011                                                                                             0%
                                                                                                                  1-5    6-10 11-
                                                                                                                              11-15 16-
                                                                                                                                    16-20 21-
                                                                                                                                          21-25 26-
                                                                                                                                                26-30

                                                                                        A-
Rapporto tra i primi trenta principi attivi per spesa territoriale di farmaci di classe A -SSN e l’elenco dei prezzi di riferimento
                                                                                                                        riferimento




                                                                                Inseriti nella lista
                                                                                Non inseriti nella lista    Tra i primi trenta principi attivi per spesa di
                                                                                                            farmaci erogati dalle Strutture Pubbliche n. 17
                                                                                                            rientrano nell’elenco dei prezzi di riferimento.

                                                                                                            Tra i primi trenta principi attivi per spesa
                                                                                                            territoriale n. 2 rientrano nell’elenco dei prezzi
                                                                                                            di riferimento.
Dati OSMED 2011
Prezzi di riferimento. Il percorso della giurisprudenza

         Oggetto
         Ricorso per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del
         provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici, pubblicato
         sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012, nella parte in cui sono
         stati determinati i prezzi di riferimento di alcuni farmaci.



                                      multis))
         Decreto n. 2818 del 2012 (ex multis                                                     multis))
                                                                  Ordinanza n. 3217 del 2012 (ex multis

         Il T.A.R. ha accolto i ricorsi avverso le                Il T.A.R. ha respinto l’istanza di
         richieste di alcune Strutture Sanitarie                  sospensiva dell’elenco dei prezzi di
         con le quali era stata attivata la                       riferimento predisposti dall’A.V.C.P.
         procedura di rinegoziazione dei                          ritenendo che “le attività poste in essere
         contratti. I ricorsi avevano ad oggetto,                 al fine di attuare la disposizione
         tra l’altro, la richiesta di sospensione                 sull’elaborazione dei prezzi di
         dell’efficacia dell’elenco dei prezzi di                 riferimento appaiono corrispondenti alla
         riferimento predisposti dall’A.V.C.P.                    ratio della legge”.


               Consiglio di Stato. Ordinanza n. 4209 del 2012 (ex multis)

               “Ritenuto che l’interesse cautelare può essere soddisfatto mediante la fissazione
               dell’udienza di merito, l’appello va accolto al solo fine della sollecita trattazione”


                                                      Fissata al 20 marzo 2013 la discussione di merito
Prezzi di riferimento. T.A.R. Lazio Ordinanza n. 3745/2012

         Oggetto
         Ricorso per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del
         provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici, pubblicato
         sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012, nella parte in cui sono
         stati determinati i prezzi di riferimento di alcuni farmaci
         biologici/biotecnologici/biosimilari.

         Massima

         “Sussistono i presupposti per la concessione della tutela cautelare richiesta sotto il profilo
         della lamentata carenza di istruttoria, in quanto nel provvedimento impugnato non risulta, tra
         l’altro, approfondita la problematica relativa alla comparabilità dei prezzi dei farmaci
         “originator”, “biotech” e “biosimilari” e alla applicabilità dei prezzi dei secondi ai primi pur in
         presenza di specifiche caratteristiche strutturali di ciascuno dei prodotti in questione”

             Ordinanza del 18 ottobre 2012 n. 3754

             Il T.A.R. Lazio ha sospeso il provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici,
             pubblicato sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012 nella parte in cui sono stati
             determinati i prezzi di riferimento di alcuni farmaci biologici/biotecnologici/biosimilari.

               Consiglio di Stato. Ordinanza n. 4842 del 2012

               “Rilevato che il ricorso di primo grado risulta già fissato per l’udienza del 20 marzo
               2013 innanzi il T.A.R. Lazio, non appare grave il danno che subisce l’amministrazione
               dalla sospensione degli atti impugnati”
Prezzi di riferimento. T.A.R. Lazio Ordinanza n. 4044/2012

         Oggetto
         Ricorso per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del
         provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici, pubblicato
         sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012, nella parte in cui sono
         stati determinati i prezzi di riferimento di alcuni farmaci
         biologici/biotecnologici/biosimilari.

         Massima

         “Le osservazioni difensive non appaiono idonee a superare quanto già evidenziato da questa
         Sezione in un caso analogo, secondo cui, si rileva carenza di istruttoria in quanto non risulta,
         tra l’altro, approfondita la problematica relativa alla comparabilità dei prezzi dei farmaci
         “originator” biotech e biosimilari e alla applicabilità dei prezzi dei primi anche ai secondi pur
         in presenza di specifiche caratteristiche strutturali di ciascuno dei prodotti in questione”

             Ordinanza del 9 novembre 2012 n. 4044

             Il T.A.R. Lazio ha sospeso il provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici,
             pubblicato sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012 nella parte in cui sono stati
             determinati i prezzi di riferimento di alcuni farmaci biologici/biotecnologici/biosimilari.

               Consiglio di Stato. Ordinanza n. 51 del 2013

               “Rilevato che il ricorso di primo grado risulta già fissato per l’udienza del 20 marzo
               2013 innanzi il T.A.R. Lazio, non appare grave il danno che subisce l’amministrazione
               dalla sospensione degli atti impugnati”
Prezzi di riferimento. T.A.R. Lazio Ordinanza n. 4236/2012

         Oggetto
         Ricorso per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del
         provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici, pubblicato
         sul sito dell’A.V.C.P. il 28 maggio e successivamente il 1 luglio
         2012, nella parte in cui è stato determinato il prezzo di riferimento
         di uno specifico farmaco.

         Massima

         “Sussistono i presupposti per la concessione della tutela cautelare richiesta, sotto il profilo
         della lamentata carenza di istruttoria, in quanto nel provvedimento impugnato non risulta
         l’iter logico seguito per modificare, rispetto alla pubblicazione del 28 maggio, la riduzione
         del prezzo al 10 percentile per il solo principio attivo in questione in relazione agli specifici
         contratti presi a riferimento e al relativo contesto su base nazionale al fine della concreta
         incisione sulla spesa sanitaria nazionale di tale principio attivo rispetto ad altri”

             Ordinanza del 23 novembre 2012 n. 4236

             Il T.A.R. Lazio ha sospeso il provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici,
             pubblicato sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012 nella parte in cui è stato
             determinato il prezzo di riferimento di uno specifico farmaco.



                                                   Fissata al 20 marzo 2013 la discussione di merito
Prezzi di riferimento. T.A.R. Lazio Ordinanze n. 4237/2012 (ex multis)
                                                               multis)

        Oggetto
        Ricorso per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia,
        del provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici,
        pubblicato sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012, per la
        categoria dei dispositivi medici


        Massima

        “Sussistono i presupposti per la concessione della tutela cautelare sotto il profilo della
        lamentata carenza di istruttoria, in quanto nel provvedimento impugnato non risulta l’iter
        logico seguito per individuare lo specifico prezzo della categoria dei dispositivi medici, in
        relazione alla tipologia di contratti presi a riferimento e al relativo contesto su base nazionale
        al fine della concreta incisione sulla spesa sanitaria nazionale di singoli dispositivi”

                                                        multis))
             Ordinanza del 23 novembre 2012 n. 4237 (ex multis

             Il T.A.R. Lazio ha sospeso il provvedimento dell'Osservatorio dei Contratti Pubblici,
             pubblicato sul sito dell’A.V.C.P. in data 1 luglio 2012 nella parte in cui sono stati
             determinati i prezzi dei dispositivi medici.



                                                   Fissata al 20 marzo 2013 la discussione di merito
Rinegoziazione dei contratti ad evidenza pubblica
                                  Contrattazione tra Stazione Appaltante ed Impresa aggiudicataria per ridefinire il contenuto del
                                  contratto in misura diversa dal risultato dell’aggiudicazione.

                                 Censurato il                                                               “Il divieto di                                                       “Nei settori della
Procedura d’infrazione 95/4646




                                                                                                                                         Consiglio di Stato. Sentenza 126/2006
                                                               Consiglio di Stato. Parere 12 ottobre 2001
                                 comportamento di una                                                       rinegoziazione delle                                                 prestazione dei servizi e
                                                                                                                                                                                 delle forniture il divieto di
                                 P.A. che aveva rinegoziato                                                 offerte deve intendersi in
                                                                                                                                                                                 modificazioni oggettive
                                 con l’aggiudicatario i                                                     linea di principio anche                                             dei contratti stipulati in
                                 termini dell’offerta.                                                      come successivo                                                      esito allo svolgimento di
                                 Per la Commissione la                                                      all’aggiudicazione, in                                               gare pubbliche vale senza
                                 rinegoziazione:                                                            quanto la possibilità di                                             eccezioni”.

                                 a) trasforma una                                                           rinegoziazione tra
                                 procedura aperta o                                                         Stazione Appaltante e
                                 ristretta in una negoziata;                                                l’aggiudicatario finirebbe
                                 b) determina una lesione                                                   con l’indurre oggettivi
                                 della par condicio tra i                                                   elementi di distorsione
                                 concorrenti.                                                               della concorrenza”.
Prezzi di riferimento. Analisi di alcuni dei possibili profili di illegittimità

 Violazione del numerus
 clausus delle procedure      La rinegoziazione trasforma la procedura aperta inizialmente indetta
 di aggiudicazione degli      dalla Stazione Appaltante in una procedura negoziata senza bando.
 appalti



 Violazione delle             La rinegoziazione potrebbe comportare che la nuova aggiudicazione
 disposizioni sulle offerte   avvenga in favore di un’offerta uguale ad una considerata anomala
 anomale                      nel corso di gara e che, in quanto tale, è stata esclusa dalla stessa.




 Violazione del principio     La rinegoziazione, a pena di recesso senza indennizzo, viola il
 “pacta sunt servanda”        principio di stabilità delle situazioni giuridiche.




 Violazione del principio
 di certezza giuridica e      La rinegoziazione ha effetti retroattivi, infatti, le disposizioni
 divieto di irretroattività   incidono su situazioni giuridiche consolidate.
 del diritto
Spending Review. Analisi delle disposizioni emanate a livello regionale

              L’entrata in vigore della “Spending Review” ha comportato una rilevante mole di
              problematiche interpretative che si traducono in criticità ed incertezze applicative.
              Si registra una eterogeneità delle applicazioni della normativa a livello nazionale.



          Regione Lombardia. D.G.R. n. 3976/2012
          Esteso anche ai vaccini l’obbligo di riduzione del 5% degli importi e delle prestazioni.



          Regione Toscana. D.G.R. n. 754/2012 e D.G.R. n. 1235/2012
          Riduzione della variabilità di prezzo tra gli ESTAV:
             allineamento al prezzo più basso tra gli ESTAV;
             acquisto del farmaco presso l’ESTAV con prezzo minore.



          Regione Veneto. D.G.R. n. 1670/2012
          Esteso anche ai vaccini l’obbligo di riduzione del 5% degli importi e delle prestazioni.
Il recepimento della Direttiva sui ritardi di pagamento

                 Il 15 novembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo n.
                 192/2012 di recepimento della Direttiva 2011/7/UE




 Ambito di        Il Decreto Legislativo n. 231/2002 continuerà ad applicarsi alle transazioni
 applicazione     commerciali concluse entro il 31 dicembre 2012


 Ambito di        A partire dal 1 gennaio 2013 tutti i nuovi contratti stipulati tra singole imprese o tra
 applicazione     imprese e Pubbliche Amministrazioni saranno soggetti alla nuova disciplina


 Tempi di         Nei contratti tra Imprese e Pubblica Amministrazione il termine massimo applicabile
 pagamento        è di 60 giorni se si tratta di un Ente che fornisce assistenza sanitaria


 Interessi        In caso di mancato pagamento sulla somma dovuta vanno calcolati su base
 moratori         giornaliera gli interessi di mora (8% + tasso BCE)


                  Al creditore spetta il rimborso dei costi sostenuti per il recupero delle somme
 Risarcimento
                  dovute e non corrisposte entro i termini di legge


 Decreto                    Proroga del blocco delle azioni esecutive nei confronti delle Strutture
 Salute                     Sanitarie delle Regioni sottoposte a piano di rientro.
Tempi di pagamento che bloccano risorse che potrebbero essere investite

       Tempi di pagamento dalle strutture                   In media pagamenti a 250 giorni, con
       pubbliche per le imprese del farmaco                 Regioni stabilmente oltre i 700. Per le
       (giorni, dati trimestrali)                           aziende crediti pari a circa 4 miliardi

                                                            Investimenti in produzione e R&S
                                                            (miliardi di euro)
                                                                         euro

      290                                                 7,5
      280
      270                                                 6,0
      260
      250                                                 4,5
      240
      230                                                 3,0
      220
      210                                                 1,5
      200
      190                                                 0,0
             giu    giu         giu       giu      giu
            2008   2009        2010      2011     2012             ITA          FRA             UK          GER
                                                                                 crescita con tempi di pagamento:

                                                                Livello reale    ITA=FRA       ITA=UK      ITA=GER


                          “Con tempi di pagamento pari a Francia, UK, Germania si libererebbero
                          risorse rispettivamente pari a 2, 3 e 5 miliardi. Maggiori risorse per gli
                          investimenti rafforzerebbero nel medio/lungo termine la competitività delle
                          imprese del farmaco operanti in Italia”
                          Fonte Prometeia,
                                Prometeia, novembre 2011
La situazione dei ritardi di pagamento
Relazione del Presidente dell’A.V.C.P.
                         dell’A.V.C.P.                                                                  Rating assegnati agli Enti
- Anno 2011                                                                                             Territoriali all’11 novembre
“Le imprese che stipulano contratti                                                                     Dal confronto con la precedente
con la P.A. sono da sempre soggette                                                                     situazione al 3 settembre emerge
al gravame di un onere aggiuntivo                                                                       un downgrading (da BBB+ a BBB)
rappresentato dall’ulteriore costo che                                                                  della Regione Sicilia operato da
le stesse devono sostenere per far                                                                      Fitch.
fronte al gap, che si viene a
determinare tra il momento della
liquidazione dei costi e quello
dell’incasso del corrispettivo”

                                                                  Fonte: Dexia Crediop
330
      312               313                                                           Tempi di pagamento. Scenario 2006 - 2012
310         299               302
                  293
                                          284
290
                                                274
                                                      268
270                                 261                                                                                         262
                                                                    251                                                                     251
                                                                                                                                      247         246
250                                                                                                                 242
                                                                          235   238                                       236                           236
                                                            231                                         233
                                                                                            222               224
230
                                                                                                  216

210                                                                                   201


190
                                                                                                                                      Fonte: Farmindustria
I ritardi di pagamento. Prospetto di sintesi

900


800


700


600


500


400


300


200


100


  0




                          D. Lgs. N. 231/2002   Documentazione di gara   D.S.O.
L’industria farmaceutica in Italia: un valore che il Paese non può perdere

Contributo diretto e indotto dell’industria farmaceutica in Italia e spesa pubblica per
medicinali rimborsabili – 2011 (miliardi di euro, dati a ricavo industria)

    16                                                                                 15,3
           Industria farmaceutica
    14     indotto
                                                                      12,5
                                                   3,7                                                    12,2
    12

                                                   3,4
    10
                                    5,9


     8


     6
                                    4,0                                                                                            4,3

     4
               2,9


     2
               2,4



           Investimenti       Stipendi eImposte dirette, specificheContributo         Export          Spesa a ricavo             Contributo
            Produzione        contributi          e IVA             effettivo      farmaceutico    industria medicinali         dell’industria
               e R&S                                              dell’industria                  rimborsabili e vaccini    farmaceutica con sola
                                                                 farmaceutica e                                            presenza commerciale
                                                                   dell’indotto

                               Fonte: elaborazioni e stime su dati Aifa, Farmindustria, Istat
Parte successiva ... Annulla