PROTOCOLLO D'INTESA

PROTOCOLLO D’INTESA

                                 TRA
               REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA
                                   -
                               I.N.P.S.
              DIREZIONE REGIONALE PER LA SARDEGNA
                                  E
                                SFIRS
             SOCIETA’FINANZIARIA INDUSTRIALE RINASCITA
                             SARDEGNA



             Per l’attuazione della L.R. 5 marzo 2008, n. 3, art. 6, comma 3

Corresponsione da parte della Regione Autonoma della Sardegna, tramite l’INPS,
per l’anno 2008, di anticipazioni, a valere sulle risorse del Fondo costituito presso
la SFIRS S.p.A. ai sensi dell’art. 6, comma 3, della Legge Regionale 5 marzo 2008,
n. 3, ai lavoratori individuati dalla Regione stessa tra i destinatari dei benefici
previsti dall’art. 2 comma 521 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e dalle altre
vigenti disposizioni riguardanti procedure ordinarie in materia di ammortizzatori
sociali.

                                           §

Il giorno __marzo 2008, presso l’Assessorato Regionale del Lavoro, Fomazione
Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, in Cagliari, Via XXVIII Febbraio, 1,


da una parte:
la Regione Autonoma della Sardegna, rappresentata dal Direttore                Generale
del’Assessorato Regionale del Lavoro, Dott. Giovanni Antonio Carta,


e, dall’altra, parte:
L’INPS, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale della Sardegna, rappresentato
dal Direttore Regionale Dott. Salvatore Putzolu
e
la SFIRS, Società Finanziaria Industriale Rinascita della Sardegna, dal Presidente,
Prof. Gianfranco Bottazzi …………
VISTO E CONSIDERATO QUANTO SEGUE


VISTA la disciplina in materia di ammortizzatori sociali nonché quanto previsto dall’art. 2,
     commi 521 e 522 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 che, nel caso di
     programmi finalizzati alla gestione di crisi occupazionale, in attesa della riforma
     degli ammortizzatori sociali, prevede, in deroga alla vigente normativa, la
     concessione di trattamenti di integrazione salariale straordinaria, di mobilità e di
     disoccupazione speciale ai lavoratori coinvolti in detti programmi definiti in specifici
     accordi in sede regionale e governativa;

VISTO il verbale d’accordo istituzionale del 3 marzo 2008 sottoscritto tra l’Assessore al
    Lavoro, le Organizzazioni sindacali e datoriali, la Direzione Regionale del Lavoro,
    la Direzione Regionale INPS e INSAR – Italia lavoro;

VISTO il verbale d’accordo governativo del 10 marzo 2008, integrato in data 20 marzo
    2008, stipulato tra la Regione Autonoma della Sardegna e il Ministero del Lavoro e
    della Previdenza Sociale con il quale vengono destinate alla regione Sardegna le
    somme da utililizzare per La concessione degli ammortizzatori sociali in deroga di
    cui al primo punto;

VISTO l’art. 6, comma 3, della legge regionale 5 marzo 2008, n. 3 che ha autorizzato la
    Regione Autonoma della Sardegna a costituire presso la SFIRS SpA un apposito
    Fondo, a totale carico del bilancio della Regione Sardegna per far fronte alle
    esigenze dei lavoratori colpiti da licenziamenti o sospensioni dal lavoro in relazione
    a gravi situazioni di crisi aziendale, deputato a svolgere una funzione anticipatoria
    dei benefici degli ammortizzatori sociali nella fase antecedente: la registrazione alla
    Corte dei Conti dell’Accordo Governativo di cui al precedente punto, la stipula del
    verbale dell’accordo attuativo e l’emanazione del successivo decreto direttoriale;

VISTE le Deliberazioni della Giunta della Regione Autonoma della Sardegna n. 16/30 del
     18 marzo 2008 e n. ____________ del ___________________con cui, in
     attuazione a quanto disposto dall’art. 6, comma 3, della L.R. 5 marzo 2008, n. 3
     sono state approvate le direttive di attuazione disciplinanti le modalità procedurali
     ed i criteri di funzionamento del Fondo;

RILEVATO che la dotazione iniziale del Fondo è di euro 3.000.000,00 (UPB S05.03.004),
    pari alla somma all’uopo stanziata dalla Legge Regionale sopra citata;

PRESO ATTO che con distinta precedente convenzione tra la Regione Autonoma della
    Sardegna e la SFIRS S.p.A. si è provveduto alla concreta istituzione del Fondo ed
    alla disciplina del suo funzionamento;




                   STIPULANO E CONVENGONO QUANTO SEGUE.




                                          ART. 1

                                            2
Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto.

                                            ART. 2

La Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato del Lavoro, con proprio
provvedimento, autorizza l’INPS all’erogazione delle somme, da corrispondere, ai sensi
del comma 3 dell’articolo 6 della legge regionale 5 marzo 2008, n.3, ai lavoratori
interessati da situazioni di crisi occupazionale dichiarate sulla base della disciplina in
materia di ammortizzatori sociali ed individuati nominativamente dalla stessa Regione
secondo le procedure previste dalla legislazione di riferimento.

                                            ART. 3

La Regione tramite la SFIRS S.p.A con proprio provvedimento dispositivo, provvede ad
erogare all’INPS le somme complessive da anticipare ai lavoratori individuati quali
beneficiari delle anticipazioni di cui al presente atto.


                                            ART. 4

Il provvedimento di cui al precedente articolo reca l’importo esatto da trasferire all’INPS,
per l’erogazione delle anticipazioni predette, maggiorato del compenso, a favore
dell’INPS, di cui al successivo art. 12, per il relativo servizio erogativo.
Le erogazioni ai singoli lavoratori avverranno in unica soluzione, per il tramite delle
competenti strutture territoriali dell’INPS, a titolo anticipatorio degli ammortizzatori sociali
spettanti ai lavoratori interessati da situazioni di crisi occupazionale e non darà titolo
all’accredito di contribuzione figurativa e alla corresponsione di altri oneri accessori.

                                            ART. 5

Al fine di consentire all’INPS di provvedere ai suddetti pagamenti, la Regione Autonoma
della Sardegna invierà alla Direzione Regionale INPS ed alle relative strutture territoriali,
l’elenco dei beneficiari recante gli importi individualmente ad essi spettanti al lordo delle
erariali di legge.
Tale elenco dovrà individuare con certezza i lavoratori e pertanto riporterà per ognuno di
essi oltre al nome e cognome anche il codice fiscale; il luogo e la data di nascita; il luogo
di residenza; l’azienda di provenienza e gli estremi identificativi.


                                            ART. 6

La SFIRS SpA effettuerà l’accredito dell’importo complessivo, di cui al precedente art. 3,
sul conto indicato dalla Direzione regionale dell’INPS entro 5 (cinque) giorni lavorativi
dalla data di ricezione del provvedimento dispositivo da parte della Regione Autonoma
della Sardegna.
La SFIRS SpA, effettuato il suindicato accredito, provvederà a darne comunicazione
all’Assessorato Regionale del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e
Sicurezza Sociale ed all’Assessorato Regionale dell’Industria.


                                            ART. 7

L’INPS potrà procedere all’erogazione ai sngoli lavoratori in unica soluzione degli importi
individuati dalla Regione a valere sulle risorse finanziarie stanziate previo accredito
                                             3
dell’importo complessivo spettante ai lavoratori.
E’ esclusa, in mancanza di norme apposite, ogni anticipazione a carico dell’INPS il quale
qui si dichiara unicamente soggetto pagatore, senza oneri aggiuntivi verso i soggetti di
cui al precedente art. 1.

                                          ART. 8

La Regione Autonoma della Sardegna si impegna a far sottoscrivere, preventivamente al
pagamento, da parte dell’ I.N.P.S., delle anticipazioni di cui al presente atto, un
impegno scritto con il quale ogni singolo lavoratore beneficiario autorizza l’INPS a
defalcare dal complesso delle somme da corrispondere ad esso a titolo di
ammortizzatore sociale (CIGS, CIG, MOB, etc.), di cui venga successivamente disposta
l’erogazione, le somme lorde anticipate di cui al precedente art. 2.

                                          ART. 9

I dispositivi di pagamento delle somme da corrispondere ai lavoratori, al netto delle
ritenute erariali, verranno emessi dalle strutture territoriali dell’INPS entro 5 giorni
lavorativi dalla data di ricezione dell’elenco di cui all’art. 4.

                                         ART. 10

A consuntivo l’INPS darà comunicazione dell’importo esatto complessivamente erogato
alla SFIRS e dei nominativi per i quali non si è provveduto all’erogazione
dell’anticipazione alla Regione.


                                         ART. 11

L’INPS, successivamente alla registrazione alla Corte dei Conti del D.M. di attribuzione
alla Sardegna dei fondi di cui all’art. 2 comma 521 della legge 24 dicembre 2007, n. 244,
nonché degli altri ammortizzatori sociali attribuiti alla medesima per effetto dei
procedimenti ordinari, provvederà all’atto del 1° pagamento, ad erogare l’eventuale
differenza che dovesse risultare dovuta tra quanto anticipato e quanto spettante a
ciascun lavoratore.
L’INPS provvederà a riversare le somme così recuperate ovvero non erogate a titolo di
anticipazione (al netto dei compensi di cui al successivo art. 12, nel Fondo, negli stretti
tempi tecnici necessari per la elaborazione dei primi pagamenti di cui all’art. 10.

                                         ART. 12

A fronte del servizio qui convenzionato, la Regione Autonoma della Sardegna, tramite la
SFIRS, riconoscerà all’INPS, Direzione Regionale della Sardegna, il corrispettivo di €
30,84 (diconsi euro trenta e ottantaquattro centesimi), al lordo di eventuali erariali, per
ciascun pagamento disposto di volta in volta per singolo lavoratore.



                                         ART. 13


Il presente protocollo d’intesa ha durata di un anno dalla sua stipula e deve intendersi
tacitamente rinnovato alle medesime condizioni e modalità salvo preavviso di una delle
parti nei 30 giorni antecedenti la sua scadenza.

                                            4
Il presente atto è composto di 5 (cinque pagine)

Letto, confermato e sottoscritto.




                                          5
Puoi anche leggere
Parte successiva ... Annulla