P.E.P. - "procedure e prassi" procedure e prassi "procedure e prassi

P.E.P. - "procedure e prassi" procedure e prassi "procedure e prassi

P.E.P. - "procedure e prassi" procedure e prassi "procedure e prassi

Adriana Volpato Adriana Volpato P.E.P. “procedure e prassi” P.E.P. P.E.P. “ “procedure e prassi procedure e prassi” ” 14 Aprile 2010 14 Aprile 2010

STRUMENTO STRUMENTO STRUMENTO educativo educativo educativo didattico didattico didattico individua gli individua gli strumenti strumenti fa emergere il fa emergere il “ “vero vero” ” alunno alunno Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

  il Consiglio di Classe coinvolto il Consiglio di Classe coinvolto   referente Dislessia d referente Dislessia d’ ’Istituto Istituto  il clinico il clinico   i genitori i genitori   studente studente Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

  permette di creare permette di creare “ “su misura su misura” ” una personalizzazione del una personalizzazione del percorso formativo dell percorso formativo dell’ ’alunno alunno   permette di monitorarne il suo andamento permette di monitorarne il suo andamento   facilita il reperimento delle modalit facilita il reperimento delle modalità à didattiche attivate, il didattiche attivate, il “ “COME COME” ”   favorisce il lavoro collegiale favorisce il lavoro collegiale ( (condivisione nel programmare, condivisione nel programmare, nel processo di insegnamento nel processo di insegnamento – – apprendimento, nel valutare apprendimento, nel valutare) )   facilita il passaggio di notizie al cambio del docente / ciclo s facilita il passaggio di notizie al cambio del docente / ciclo scolastico colastico Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

DIAGNOSI DIAGNOSI DIAGNOSI solo solo solo con con consegnata consegnata si redige il P.E.P. si redige il P.E.P. in qualsiasi momento dell’anno scolastico in qualsiasi momento dell in qualsiasi momento dell’ ’anno scolastico anno scolastico Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

  n normativa di riferimento specifica: ormativa di riferimento specifica:  Nota MIUR 4099/A/4 del 5.10.04 Nota MIUR 4099/A/4 del 5.10.04 : :iniziative relative alla dislessia iniziative relative alla dislessia strumenti compensativi strumenti compensativi – – dispensativi dispensativi   Nota MIUR n.26/A/4 del 5.01.2005 Nota MIUR n.26/A/4 del 5.01.2005 : : iniziative relative alla dislessia iniziative relative alla dislessia utilizzo degli strumenti compensativi utilizzo degli strumenti compensativi – – dispensativi anche in presenza di dispensativi anche in presenza di diagnosi diagnosi   Nota MIUR n.1787 del 1.03.2005 Nota MIUR n.1787 del 1.03.2005 : : Esami di Stato 2004 Esami di Stato 2004- -2005 2005   Nota MIUR n.4798 del 27.07.05 Nota MIUR n.4798 del 27.07.05 : :integrazione scolastica integrazione scolastica   C.M.

n.4674 del 10 Maggio 2007 C.M. n.4674 del 10 Maggio 2007 : :Disturbi di Apprendimento Disturbi di Apprendimento compensazione orale della lingua/e non materna compensazione orale della lingua/e non materna   Nota MIUR Nota MIUR Prot Prot. n. 400/A36/a del 4.02.2009 USP Imperia . n. 400/A36/a del 4.02.2009 USP Imperia: : Nota sui Nota sui disturbi specifici disturbi specifici dell dell’ ’ apprendimento apprendimento   CM 51 CM 51 Prot Prot. 5339 del 20 Maggio 2009 . 5339 del 20 Maggio 2009 : :esame di Stato conclusivo esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione A.S. 2008 del primo ciclo di istruzione A.S.

2008- -2009 2009   MIUR MIUR Prot.n Prot.n.5744 del 28 Maggio 2009 .5744 del 28 Maggio 2009 : Esami di Stato per gli alunni : Esami di Stato per gli alunni affetti da Disturbi Specifici di Apprendimento affetti da Disturbi Specifici di Apprendimento D.S.A. D.S.A.

  DPR n.122 DPR n.122 del 22 Giugno 2009 del 22 Giugno 2009: : regolamento per la valutazione degli alunni regolamento per la valutazione degli alunni   Accordo di Programma della provincia di Imperia 2009 Accordo di Programma della provincia di Imperia 2009- -2012 2012 del 30 settembre 2009 del 30 settembre 2009   Legge Regionale Liguria n.3 del 15 Febbraio 2010 Legge Regionale Liguria n.3 del 15 Febbraio 2010 Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

ritorno Diagnosi scritta alla Famiglia ritorno Diagnosi scritta alla Famiglia  colloquio informativo colloquio informativo  profilo Individuale del soggetto con profilo Individuale del soggetto con D.S.A.

D.S.A.  progetto abilitativo, riabilitativo, compensativo progetto abilitativo, riabilitativo, compensativo   logopedista logopedista   psicologo psicologo   neurospichiatra neurospichiatra  uso degli strumenti compensativi/dispensativi uso degli strumenti compensativi/dispensativi Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

applicare la NORMATIVA applicare la applicare la NORMATIVA NORMATIVA  riferimenti alle Circolari M.I.U.R. riferimenti alle Circolari M.I.U.R.  provvedimenti da adottare provvedimenti da adottare  legge sulla Privacy legge sulla Privacy FAMIGLIA richiesta della r richiesta della ichiesta della SCUOLA Fac Fac simile su simile su www.dislessia.it www.dislessia.it Forum libero Forum libero

si consegna a scuola si consegna a scuola si consegna a scuola   lettera di consegna documentazione lettera di consegna documentazione   fotocopia della fotocopia della DIAGNOSI DIAGNOSI   Normativa Normativa D.S.A.

D.S.A. (Note (Note – – Prot Prot. . – – D.P.R D.P.R. .- - Legge Regionale) Legge Regionale) Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

  al al Dirigente Scolastico Dirigente Scolastico   previo appuntamento previo appuntamento   si richiede la si richiede la PROTOCOLLAZIONE PROTOCOLLAZIONE della documentazione della documentazione consegnata consegnata   si esce dalla direzione con la fotocopia della pagina in cui si esce dalla direzione con la fotocopia della pagina in cui vi vi è è il timbro il timbro   chiedere di conoscere il Referente Dislessia d chiedere di conoscere il Referente Dislessia d’ ’Istituto Istituto Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   chiedere di poterlo conoscere chiedere di poterlo conoscere   condivide le caratteristiche del disturbo del proprio figlio condivide le caratteristiche del disturbo del proprio figlio   informa sulle modalit informa sulle modalità à di studio domestico di studio domestico   comunica gli strumenti compensativi utilizzati nella attivit comunica gli strumenti compensativi utilizzati nella attività à pomeridiana pomeridiana   richiede la sua presenza al richiede la sua presenza al C.di C.di C.

per la stesura del C. per la stesura del PEP PEP   autorizza a prendere contatti con il clinico autorizza a prendere contatti con il clinico

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   Dirigente Scolastico apre il fascicolo personale dell Dirigente Scolastico apre il fascicolo personale dell’ ’alunno alunno D.S.A. D.S.A.   inserisce la diagnosi protocollata inserisce la diagnosi protocollata   avvisa la coordinatrice di classe dell avvisa la coordinatrice di classe dell’ ’arrivo della diagnosi arrivo della diagnosi   informa il referente Dislessia d informa il referente Dislessia d’ ’Istituto Istituto   predispone al primo predispone al primo C.diC. C.diC.

utile il tempo necessario per la utile il tempo necessario per la lettura condivisa della diagnosi (circa 20 minuti) lettura condivisa della diagnosi (circa 20 minuti)   in caso indice un in caso indice un C.di C.di C. straordinario (qualora non fossero C. straordinario (qualora non fossero prossimi) prossimi)

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   al 1 al 1° ° C.di C.di C. utile il C. utile il D.S. D.S. o coordinatore legge la diagnosi di o coordinatore legge la diagnosi di D.S.A. D.S.A.   qualora le informazioni non fossero sufficienti e/o chiare si c qualora le informazioni non fossero sufficienti e/o chiare si concorda oncorda la necessit la necessità à di contattare il clinico e chi lo dovr di contattare il clinico e chi lo dovrà à fare fare   il il C.di C.di C. può chiedere il supporto del referente Dislessia per C. può chiedere il supporto del referente Dislessia per informazioni sul linguaggio tecnico utilizzato, ed eventualme informazioni sul linguaggio tecnico utilizzato, ed eventualmente per nte per prendere contatti con il clinico prendere contatti con il clinico   vengono forniti il modello vengono forniti il modello PEP PEP e gli allegati ad ogni docenti in e gli allegati ad ogni docenti in previsione dell previsione dell’ ’incontro successivo incontro successivo

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   i docenti fino al i docenti fino al C.di C.di C. successivo, si mettono in stato di C. successivo, si mettono in stato di osservazione dell osservazione dell’ ’alunno per cogliere: alunno per cogliere: • • tempi di elaborazione tempi di elaborazione • • tempi di produzione tempi di produzione • • comprensione delle consegne comprensione delle consegne • • quantit quantità à dei compiti assegnati dei compiti assegnati • • uso e scelta di mediatori didattici uso e scelta di mediatori didattici • • gestione del diario gestione del diario attraverso: attraverso: • • attivit attività à di consolidamento in classe di consolidamento in classe • • compiti per casa compiti per casa • • verifiche scritte e orali verifiche scritte e orali

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   fornisce indicazioni sugli strumenti compensativi e dispensativ fornisce indicazioni sugli strumenti compensativi e dispensativi i utili alle discipline utili alle discipline   esplicita i criteri di verifica e valutazione esplicita i criteri di verifica e valutazione   informa della prassi in caso di Esami di Stato informa della prassi in caso di Esami di Stato   risponde su richieste specifiche di strumenti informatici risponde su richieste specifiche di strumenti informatici   risponde su aspetti legislativi risponde su aspetti legislativi   informa sul comodato d informa sul comodato d’ ’uso e i testi in PDF uso e i testi in PDF   NON STENDE IL PEP NON STENDE IL PEP   la famiglia può chiedere la sua partecipazione alla stesura del la famiglia può chiedere la sua partecipazione alla stesura del PEP PEP

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   al al C.di C.di C. successivo il C. successivo il D.S. D.S. predispone per l predispone per l’ ’incontro del tempo incontro del tempo aggiuntivo (1 ora) per la compilazione aggiuntivo (1 ora) per la compilazione COLLEGIALE COLLEGIALE del del PEP PEP   chiede (se ritiene) al referente Dislessia di partecipare chiede (se ritiene) al referente Dislessia di partecipare   chiede (se ritiene) ai genitori e/o all chiede (se ritiene) ai genitori e/o all’ ’alunno di partecipare durante alunno di partecipare durante la stesura del PEP la stesura del PEP   ogni docente propone per ognuno dei 4 parametri gli indicatori ogni docente propone per ognuno dei 4 parametri gli indicatori individuati durante l individuati durante l’ ’osservazione osservazione   coordinatore/docente completa per iscritto il modello in sede coordinatore/docente completa per iscritto il modello in sede

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   il coordinatore/docente trascrive al PC tutti gli indicatori su il coordinatore/docente trascrive al PC tutti gli indicatori sul l PEP PEP   ne fa ne fa 3 copie 3 copie e le consegna al e le consegna al D.S. D.S.   il il D.S. D.S. ne inserisce ne inserisce 1 1 nel fascicolo personale e predispone perch nel fascicolo personale e predispone perché é la la 2 2° ° copia venga messa nel libro dei verbali della classe copia venga messa nel libro dei verbali della classe   la la 3 3° ° copia viene consegnata alla famiglia su appuntamento dal copia viene consegnata alla famiglia su appuntamento dal coordinatore e/o piccolo gruppo di docenti, referente Disless coordinatore e/o piccolo gruppo di docenti, referente Dislessia ia   in quella sede, chi consegna il PEP esplicita il contenuto alla in quella sede, chi consegna il PEP esplicita il contenuto alla famiglia soffermandosi nelle parti pi famiglia soffermandosi nelle parti più ù critiche critiche   chiede alla famiglia di completare la parte riguardante l chiede alla famiglia di completare la parte riguardante l’ ’ambiente ambiente educativo educativo   prendono appuntamento per la restituzione del PEP a scuola prendono appuntamento per la restituzione del PEP a scuola

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   porta a casa la copia destinata alla famiglia porta a casa la copia destinata alla famiglia SENZA FIRMARE SENZA FIRMARE (a meno che non abbia partecipato alla stesura) (a meno che non abbia partecipato alla stesura)   la condivide con l la condivide con l’ ’alunno alunno   apporta le eventuali modifiche/aggiunte apporta le eventuali modifiche/aggiunte   media all media all’ ’incontro di restituzione le modifiche incontro di restituzione le modifiche   sottoscrive se ritiene che il contenuto sia adeguato alle neces sottoscrive se ritiene che il contenuto sia adeguato alle necessit sità à del proprio figlio del proprio figlio

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   non deve trattenere il PEP perch non deve trattenere il PEP perché é non condivide il contenuto, non condivide il contenuto, sar sarà à sufficiente sufficiente NON NON sottoscriverlo sottoscriverlo   non deve trattenere il PEP perch non deve trattenere il PEP perché é i docenti i docenti NON NON applicano la applicano la didattica come indicata nel modello, ma piuttosto ogni qualvo didattica come indicata nel modello, ma piuttosto ogni qualvolta lta non vengono rispettate le indicazioni sottoscritte dall non vengono rispettate le indicazioni sottoscritte dall’ ’insegnante, insegnante, ci si rivolger ci si rivolgerà à direttamente al direttamente al D.S.

D.S. per recriminare quello non fatto per recriminare quello non fatto

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   viene verbalizzato nel verbale di classe ad ogni viene verbalizzato nel verbale di classe ad ogni C.di C.di C. come C. come procede l procede l’ ’alunno, indicando con una riga o poco pi alunno, indicando con una riga o poco più ù le eventuali le eventuali modifiche o aggiunte compensative / modifiche o aggiunte compensative / dispensative dispensative   le eventuali modifiche non verranno pi le eventuali modifiche non verranno più ù inserite nel PEP dello inserite nel PEP dello anno scolastico anno scolastico   solo in caso di Esami di Stato, il PEP prima di essere inserito solo in caso di Esami di Stato, il PEP prima di essere inserito nella nella Relazione Finale / Documento del 15 Maggio deve riportare le Relazione Finale / Documento del 15 Maggio deve riportare le modifiche inserite del verbale di classe modifiche inserite del verbale di classe   il PEP viene aggiornato ogni il PEP viene aggiornato ogni a.s.

a.s.

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato   ogni qualvolta viene aggiornata la diagnosi del proprio figlio ogni qualvolta viene aggiornata la diagnosi del proprio figlio dal dal clinico, dovr clinico, dovrà à avviare la solita procedura di protocollazione avviare la solita procedura di protocollazione   le diagnosi non scadono mai, da accordo di programma deve le diagnosi non scadono mai, da accordo di programma deve essere aggiornata ad ogni ciclo scolastico essere aggiornata ad ogni ciclo scolastico   collabora con la scuola, condividendo aspetti personali e didat collabora con la scuola, condividendo aspetti personali e didattici tici del proprio figlio del proprio figlio   mette in contatto i Tutor pomeridiani con la scuola mette in contatto i Tutor pomeridiani con la scuola   si incontra con il ferente Dislessia per avere in si incontra con il ferente Dislessia per avere in- -formazioni sul testo formazioni sul testo in PDF, strumenti informatici, indicazioni sulla normativa in PDF, strumenti informatici, indicazioni sulla normativa

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato scuola Secondaria di 1 scuola Secondaria di 1° ° grado grado: :   in sede di scrutinio finale verifica e valuta secondo le indica in sede di scrutinio finale verifica e valuta secondo le indicazioni del zioni del Prot Prot.5744 del 28 Maggio 2009 .5744 del 28 Maggio 2009   viene inserito nella Relazione Finale il PEP dell viene inserito nella Relazione Finale il PEP dell’ ’alunno alunno   in sede di plenaria, vengono indicate le modalit in sede di plenaria, vengono indicate le modalità à di esame scritto ed di esame scritto ed orale dell orale dell’ ’alunno, le stesse utilizzate in corso d alunno, le stesse utilizzate in corso d’ ’ a.s.

a.s.   per la prova INVALSI la famiglia può chiedere che venga messo a per la prova INVALSI la famiglia può chiedere che venga messo a disposizione del proprio figlio un disposizione del proprio figlio un “ “buon lettore buon lettore” ” per poter per poter decodificare il testo delle 2 prove decodificare il testo delle 2 prove

Percorso Educativo Personalizzato P Percorso ercorso E Educativo ducativo P Personalizzato ersonalizzato scuola Secondaria di 2 scuola Secondaria di 2° ° grado grado: :   in sede di scrutinio finale verifica e valuta secondo le indicaz in sede di scrutinio finale verifica e valuta secondo le indicazioni del ioni del Prot Prot.5744 del 28 Maggio 2009 .5744 del 28 Maggio 2009   viene allegato nel Documento del 15 Maggio in appendice il PEP viene allegato nel Documento del 15 Maggio in appendice il PEP dell dell’ ’alunno alunno   predispone la 3 predispone la 3° ° prova scritta prova scritta   per la prove Ministeriali la famiglia può chiedere che venga me per la prove Ministeriali la famiglia può chiedere che venga messo a sso a disposizione del proprio figlio un disposizione del proprio figlio un “ “buon lettore buon lettore” ” per poter per poter decodificare il testo delle 2 prove decodificare il testo delle 2 prove

Puoi anche leggere