Margherita sarfatti - Mart

Margherita sarfatti - Mart

2018

Margherita sarfatti - Mart

Introduzione Le sedi Le collezioni Le mostre Area educazione e mediazione culturale La ricerca: archivi e biblioteca Marketing e comunicazione La logistica L’amministrazione Le persone I visitatori Il bilancio di attività Il Mart ringrazia INDICE 5 7 8 22 56 64 74 90 94 96 102 117 123 Il Report è disponibile online sul sito del Mart www.mart.tn.it e consultabile presso la Biblioteca del Museo.

Margherita sarfatti - Mart

5 4 2018 MART ANNUAL REPORT L’Annual Report 2018 è da considerarsi come resoconto delle attività del Mart nell’arco di dodici mesi ed è occasione per una sintetica considerazione sugli indirizzi amministrativi compiuti nell’arco di cinque anni da un CdA che osserva l’avvicendamento dei propri membri.

Tutto ciò avviene alla vigilia dell’entrata in vigore della legge che modifica l’assetto del sistema museale della Provincia di Trento, ridefinendo compiti e procedure delle istituzioni e dei suoi organi. La stessa Direzione del museo, ad esempio, sarà stabilita dal Governatore del Trentino.

Il CdA uscente ricorda invece come la scelta di Gianfranco Maraniello alla guida del Mart sia stata una propria prerogativa e come in quattro anni di lavoro si siano assunte tutte le iniziative per gestire la contrazione di risorse finanziarie e di personale senza rinunciare alla capacità propositiva del Museo. Il Mart è oggi una struttura sana, organizzata, efficiente. Dal punto di vista amministrativo ha recepito le tante novità e ha affrontato quanto il legislatore ha previsto, ad esempio, per il contenimento della spesa, per gli obblighi di trasparenza, per l’inquadramento del personale e per una maggiore responsabilizzazione della P.A.

Il Museo ha saputo proporre una chiara impostazione dei propri servizi, un felice ordinamento delle Collezioni, una serie di mostre straordinarie, una valorizzazione della notevole architettura che lo ospita, la progettazione di una nuova caffetteria e un ampliamento delle attività condivise con i soggetti culturali e per le iniziative di carattere sociale del territorio. Il Mart ha guadagnato un forte posizionamento in termini di reputazione a livello internazionale e ha solide basi per un ulteriore slancio. Non mancano le sfide e non posso che accompagnare l’orgoglio per quanto fatto con il rammarico per i ritardi nel vedere completato l’assetto da noi proposto per un Distretto Mart capace di immaginare una nuova modalità di vivere Rovereto e per creare in Trentino il caso esemplare di una città delle arti e dei saperi che potrà dare forza al Mart del futuro anche in rapporto alla proposta concorrenziale delle più attrezzate aree metropolitane.

In bocca al lupo, caro Mart! Ilaria Vescovi Presidente del Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto INTRODUZIONE

Margherita sarfatti - Mart

7 6 2018 MART ANNUAL REPORT LE SEDI LE SEDI La sede principale del Mart a Rovereto, progettata dall’architetto Mario Botta in collaborazione con l’ingegnere roveretano Giulio Andreolli, ha una superficie totale di 14.500 mq di cui: 5.600 mq gallerie espositive, 280 mq sala conferenze, 616 mq reception, bookshop, guardaroba e caffetteria-ristorante, 1.165 mq archivio e biblioteca, 372 mq area educazione, 508 mq area uffici, 1.700 mq deposito opere e laboratori di restauro, 322 mq area per carico-scarico, oltre 1.100 mq aree di collegamento. La Casa d’Arte Futurista Depero a Rovereto, parte integrante del Mart già dal 1989, e riaperta nel 2009 dopo il complesso intervento di ampliamento e restauro firmato dall’architetto Renato Rizzi, ha una superficie totale di 945 mq, di cui 300 dedicati alla collezione permanente.

La Galleria Civica di Trento riaperta nel 2013 in seguito all’adeguamento museografico di Grigoletto / Studio Atelier Zero, selezionato tramite un concorso indetto in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Trento tra i giovani architetti trentini under 35, ha una superficie totale di 880 mq di cui 410 di superficie espositiva. Nel 2016 sono stati realizzati lavori di adeguamento strutturale che hanno comportato l’intera apertura della galleria al piano terra che risulta attualmente costituita da un unico spazio senza divisioni murarie.

LA CAFFETTERIA Nel 2018 è stata riallestita la caffetteria, proposta dalla collaborazione dell’architetto Mario Botta e dello Studio Baldessari. L’ambiente è caratterizzato dalla progettazione a disegno di alcune sue parti e dalla selezione di prodotti ideati esclusivamente per aziende italiane – la selezione di pezzi iconici nell’arredamento identifica la grande storia del design del nostro Paese. La caffetteria si suddivide in diverse aree di ospitalità, individuate dalla tipologia di sedute, mobili, corpi illuminanti e dall’orientamento di grandi riproduzioni di immagini pittoriche che si propongono come omaggio a Gillo Dorfles, straordinario ed eclettico intellettuale e autore di fondamentali saggi sul design del XX secolo.

MART CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO GALLERIA CIVICA MART ROVERETO C.so Bettini, 43 38068 Rovereto, Tn T. 0464 438887 CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO Via Portici, 38 38068 Rovereto, Tn T. 0464 431813 GALLERIA CIVICA DI TRENTO – ADAC ARCHIVIO TRENTINO DOCUMENTAZIONE ARTISTI CONTEMPORANEI Via Belenzani, 44 38122 Trento T. 0461 985511 info@mart.tn.it www.mart.tn.it 14.500 m2 superficie totale del Mart 945 m2 superficie totale della Casa d’Arte Futurista Depero 880 m2 superficie totale della Galleria Civica

Margherita sarfatti - Mart

9 8 LE COLLEZIONI 2018 MART ANNUAL REPORT La collezione del Mart dispone di opere che spaziano dall’Ottocento al Contemporaneo, passando dall’Astrattismo all’Informale, al Nouveau Réalisme, all’Arte Povera, alla Transavanguardia e alla ricerca Verbo Visuale, solo per accennare ad alcuni degli ambiti più significativi del patrimonio museale, per un totale che si attesta a più di 20.000 opere.

La cura e l’attenzione alla crescita di collezioni, archivi e biblioteca si esplica con una continua ricerca tesa al miglioramento della qualità delle opere presenti in Museo tramite la loro conservazione e l’esposizione in mostre esemplificative della “mission” storico scientifica del Museo.

Il rapporto con i collezionisti privati, quindi, si conferma nella sua priorità ed importanza per le attività del Museo e per lo sviluppo della sua proposta artistica tramite una accurata azione di tutela e conservazione delle opere a noi affidate. 33.412 records presenti al 31.12.2018 LE COLLEZIONI CONSERVAZIONE E RESTAURI MUSEUM PLUS: LA GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DATI 2.188 schede di conservazione 673 per collezioni Mart 1.515 per mostre temporanee 32 interventi di restauro su opere della collezione Mart 1.154 nuovi records inseriti nel 2018 3.212 aggiornamenti effettuati nel 2018 1.560 immagini inserite nel 2018

Margherita sarfatti - Mart

11 10 2018 MART ANNUAL REPORT LE COLLEZIONI LE NUOVE ACQUISIZIONI Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Gesto e segno, 1979 Trama quadrangolare, 1979 Gesto e segno, 1980 Gesto e segno, 1980 Gesto e segno, 1980 Segni di Roma, 1980 Trama quadrangolare, 1980 Segni di Roma – Colonne, 1988 Gesto e segno, 1990 Archi, 1997 Archi, 1998 Archi, 1998 Archi, 1998-2009 Orizzonti, 2001-2007 Orizzonti, 2002 Orizzonti, 2002 Orizzonti, 2002 Senza titolo, 2007 Senza titolo, 2010 Senza titolo, 2010 Gesto e segno, 2016 CONTARDO BARBIERI Conversazione, 1935 LUCA BERTOLO La colonna infame (Palmira) / The Infamous Column (Palmyra), 2016 CARLO BONOMI La madre, 1924-1926 ANSELMO BUCCI Ritratto di Arnaldo Fraccaroli, 1934 CAGNACCIO DI SAN PIETRO (NATALINO BENTIVOGLIO SCARPA) Vaso di fiori – il vaso blu, 1933 I naufraghi (bozzetto), 1934 GIUSEPPE CALANDRIELLO I will save you all, 2017 AMERIGO CANEGRATI Natura morta, 1928 Profilo, 1928 FORTUNATO DEPERO Farfalle in quattro ellissi, 1920 JAQUES DONGUY La horde d’or, 2013 LEONARDO DUDREVILLE Beccaccini di ripasso, 1926 Gli storni, 1926 Natura morta, 1926 MICHAEL FLIRI I pray I’m a false prophet, 2015 TULLIO GARBARI La casalinga, 1916 La raccolta del fieno, 1921 MERI GORNI Letti di notte, 2015 JEPPE HEIN Olympia (Enlightenment), 2003 MARINO MARINI Ragazza seduta, 1929-1930 Cavaliere, 1951 PIERO MARUSSIG Donna pensosa (La moglie dell’artista), 1917 Natura morta con frutta (Natura morta con bottiglia), 1919 JACOPO MAZZONELLI Bodies, 2016 UMBERTO MOGGIOLI Paesaggio, 1918 GIUSEPPE MONTANARI Natura morta marina, 1925 ANTONELLA ORTELLI Lasciamoci la pelle, 2018 GIULIO PAOLINI Senza titolo, 1964 RENATO PARESCE Il porto, 1923 TANCREDI PARMEGGIANI Composizione, 1955 LUCA MARIA PATELLA Senza titolo, 2018 LUCA MARIA PATELLA Senza titolo, 2018 TOM PHILLIPS Angels: Blake, 2011 Irma: The Score, 1969 ALBERTO SAVINIO (ANDREA DE CHIRICO) Il sonno di Eva, 1941-1942 BRUNO SEMPREBON Senza titolo, 1937 MARIO TOZZI Mele su tappeto verde, 1919 FRANCESCO TROMBADORI Natura morta, 1933 NUOVE ACQUISIZIONI / OPERE PRODOTTE DAL MART DEPOSITI LE NUOVE ACQUISIZIONI FORTUNATO DEPERO Ritratto di Alfredo Degasperi, 1913 – AGOSTINO CAROLLO (ROVERETO) Bell Of Peace 1918-2018, 2018 ITALO BRESSAN La vita di un poeta è come un fiore, 1987 Anatomia di un mistero, 1996 Elegante, 2005 ITALO CREMONA Composizione con la lanterna (Natura morta con la lanterna), 1926 ROBERTO CRIPPA Spirali, 1951-1952 Mart, lascito di Mira Forte Caizzi JIM DINE Small Heart Painting #30, 1970 Mart, lascito di Mira Forte Caizzi SIMONETTA FERRANTE Il profumo torna nel paese di origine, la mia anima fa meditazione, 2007 Flying alphabet, 2009 La gioia di scrivere (La fiera dei miracoli), 2011 Messaggi della notte (Colla 14), 2010 Dhammapada 237 , 2017 Dhammapada 235, 2017 Il vento dell’estremo oriente, 2007 Senza titolo (Colla), 2017 Flying alphabets, 2009 Dhammapada, 2016 Mart, Donazione Simonetta Ferrante IGNAZIO GADALETA Assunzione, 1988 EMILIO ISGRÒ La veglia di Bach “La cena e la scena”, 1985 Telex cancellato (Telegramma cancellato), 1973 Mart, lascito di Mira Forte Caizzi ARNALDO POMODORO Torso, V, 1983 Senza titolo, 1973 Mart, lascito di Mira Forte Caizzi MARIO SCHIFANO Sala operatoria, 1970 Mart, lascito di Mira Forte Caizzi GUIDO STRAZZA Combattimento, 1942 Machu Picchu, 1952 Machu Picchu, 1952 Olivone, 1954 Balzi rossi, 1959 Balzi rossi 2 (Metamorfosi), 1959 Balzi rossi 3, 1960 Balzi rossi 4, 1960 Metamorfosi, 1960 Viaggio (Atlantide), 1962 Senza titolo, 1972 Grande ricercare (scarlatto), 1973 Ricercare, 1975 Senza titolo, 1976 Trama quadrangolare, 1976-1978 Trama e segni, 1977 Gesto e segno, 1978 Segni e trame, 1978 Segni e trame, 1978 Segni e trame, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 Trama quadrangolare, 1978 DONAZIONI 111 opere collezioni d’arte 38 depositi 71 donazioni 1 acquisti 1 opere prodotte DONAZIONI

Margherita sarfatti - Mart

13 12 2018 MART ANNUAL REPORT FOCUS. PIETRO CONSAGRA. TRAMA Mart 05 maggio – 26 agosto 2018 Opere in prestito da: Archivo Pietro Consagra, Milano VIAGGIO IN ITALIA. I PAESAGGI DELL’OTTOCENTO DAI MACCHIAIOLI AI SIMBOLISTI Mart 21 aprile – 02 settembre 2018 Opere in prestito da: Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Alessandria Musei Civici, Palazzo Fulcis, Belluno Reggia di Caserta, Caserta Collezione privata Gallerie d’arte moderna e contemporanea, Museo dell’Ottocento, Ferrara Gallerie degli Uffizi. Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Firenze Museo dell’Accademia Ligustica, Genova Collezioni d’Arte Banca Carige SpA, Genova Galleria d’Arte Moderna, Genova Raccolte Frugone, Genova Bottegantica Srl, Milano Art Studio Pedrazzini, Milano Fondo per l’Ambiente Italiano, Milano Galleria d’arte Moderna, Milano Lualdi Consulart sas, Milano Studio d’Arte Nicoletta Colombo, Milano Studio Paul Nicholls, Milano Galleria d’Arte Vittoria Colonna, Napoli Museo e Real Bosco di Capodimonte, Napoli Galleria d’arte Moderna Ricci Oddi, Piacenza Galleria Comunale d’arte moderna, Roma Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, Tortona Musei Civici, Treviso Museo Revoltella, Trieste Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, Venezia Comune di Verona, Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, Verona Istituto Matteucci, Viareggio Società di Belle Arti, Viareggio FOCUS.

ALIGHIERO BOETTI. ERODIADE-FAME DI VENTO Mart 01 settembre – 25 novembre 2018 Opere in prestito da: Collezione Privata FOCUS. LUCA BERTOLO Mart 02 dicembre 2018 – 31 marzo 2019 Opere in prestito da: Collezione Silvia Fiorucci Roman, Monaco Spazio A, Pistoia LE COLLEZIONI I PRESTITI IN ENTRATA ANIMALI METALLICI. IL CULTO DELL’AUTOMOBILE NEL XX SECOLO Casa d’Arte Futurista Depero 03 marzo – 10 giugno 2018 Opere in prestito da: Università degli Studi di Parma, CSAC, Parma Wolfsoniana, Genova Collezione dell’artista Museo Nicolis, Villafranca di Verona MARGHERITA SARFATTI.

IL NOVECENTO ITALIANO NEL MONDO Mart 22 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 Opere in prestito da: Ateneum Art Museum, Helsinki Staatliche Museen zu Berlin, Alte Nationalgalerie, Berlino Regione autonoma Valle d’Aosta, Aosta Archivio Achille Funi, Milano Studio d’arte Nicoletta Colombo, Milano Collezione Gaspare Tosi, Bergamo Collezione privata Collezione privata, Lugano Collezione privata, Milano Galleria Antologia, Monza Galleria degli Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture, Firenze Musei Civici di Forlì, Palazzo Romagnoli, Collezioni del Novecento, Forlì Collezione privata, Gallarate Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Gardone Riviera (BS) Collezione Lorenzo Licini, Livorno Associazione Mario Sironi, Milano Casa-Museo Boschi Di Stefano, Milano FAI – Fondo Ambiente Italiano, Milano Collezione Fondazione Cariplo, Milano ED Gallery, Piacenza Museo del Novecento, Milano Studio d’arte Nicoletta Colombo, Milano Collezione Banco BPM, Milano / Verona Galleria Antologia, Monza Collezione Franchina, Roma Collezione Mita e Gigi Tartaglino, Torino Galleria Narciso, Torino Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino Fondazione La Biennale di Venezia, Venezia Peggy Guggenheim Collection, Venezia Museo del Paesaggio, Verbania Collezione Intesa Sanpaolo Spa, Vicenza Amedeo Porro Fine Arts, Lugano / Londra Moderna Museet, Stoccolma Kunsthaus, Zurigo IL MAESTRO E MARGHERITA.

MARINETTI, SARFATTI E IL FUTURISMO NEGLI ANNI DI REGIME Casa d’Arte Futurista Depero 20 ottobre 2018 – 24 febbraio 2019 Opere in prestito da: Museo civico di Palazzo della Penna, Perugia Archivio Pippo Rizzo, Palermo Comune di Portogruaro Collezione Casa Russolo, Portogruaro Galleria d’Arte Moderna, Roma Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Collezione Scaroni Monti, Roma Collezione Guicciardo Sassoli SAM FALLS.

NATURE IS THE NEW MINIMALISM Galleria Civica 17 marzo – 26 giugno 2018 Opere in prestito da: Galleria Franco Noero, Torino VICINO. NON QUI. PERCORSI DI CREATIVITÀ TRENTINA Galleria Civica 14 luglio – 14 ottobre 2018 Opere in prestito da: Galleria Boccanera, Trento Buonanno Arte Contemporanea, Trento Exquisite J, Milano Rai Teche, Roma NATHALIE DJURBERG & HANS BERG Mart 06 ottobre 2018 – 27 gennaio 2019 Opere in prestito da: Fondazione Prada, Milano Collezione Prada, Milano Galleria Giò Marconi, Milano Tanya Bonakdar Gallery, New York I PRESTITI IN ENTRATA 746 prestiti in entrata per mostre temporanee GIANFRANCO BARUCHELLO Mart 19 maggio – 16 settembre 2018 Opere in prestito da: Fondazione Baruchello, Roma Galleria Massimo De Carlo, Milano / Londra / Hong Kong Collezione Mauro De Iorio, Trento, Collezione Privata ROSA È LA VITA.

IL COLORE PIÙ AUDACE DELL’ARTE MODERNA Mart 22 maggio – 26 agosto 2018 Opere in prestito da: Galleria Giò Marconi, Milano EX POST.

LAURINA PAPERINA | ROLANDO TESSADRI | LUCA COSER | CHRISTIAN FOGAROLLI 17 novembre 2018 – 03 marzo 2019 Opere in prestito da: Courtesy degli artisti Collezione privata

Margherita sarfatti - Mart

15 14 2018 MART ANNUAL REPORT LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA ITALIA ALBISSOLA MARINA ASTI BERGAMO BOLOGNA BOLZANO FERRARA MILANO NUORO PRATO RIVA DEL GARDA ROMA ROVERETO ROVIGO TORINO TRENTO VENEZIA VERONA INCLINAZIONI. OPERE GIOVANILI E DELLA MATURITÀ DI VENTI ARTISTI TRENTINI DEL NOVECENTO Palazzo Trentini, Trento 11 gennaio – 4 marzo 2018 9 opere FORTUNATO DEPERO Presentimento Pungente Mordente e spaventoso, 1913 Mart, Fondo Depero IRAS ROBERTO BALDESSARI Primavera, 1917 Piazza Vittoria (Serie “Bolzano Nuova”), (1938) LUIGI BONAZZA Jovis Amores, Europa, 1912 Jovis Amores, Leda, 1912 FORTUNATO DEPERO Proiezioni crepuscolari, (1926) BENVENUTO DISERTORI Sera a San Gimignano, 1948 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali TULLIO GARBARI Figure mitologiche, 1930 UMBERTO MOGGIOLI Paesaggio asolano (Studio per vendemmia), (1914-1915) FILIPPO DE PISIS.

ECLETTICO CONNOISSEUR FRA PITTURA, MUSICA E POESIA Museo Ettore Fico, Torino 17 gennaio – 29 aprile 2018 3 opere FILIPPO DE PISIS Il ventaglio, 1930 Mart, Collezione privata Rose bianche, 1951 Mart Natura morta con mortaio, conchiglia e pesce, 1925 Mart, Collezione L.F. ESTERO BARCELLONA ESSEN GINEVRA HELSINKI MADRID MARSIGLIA I PRESTITI IN USCITA 182 opere concesse in prestito per 37 mostre 31 in Italia 6 all’estero MAGMA. IL CORPO E LA PAROLA NELL’ARTE FEMMINILE IN ITALIA E IN LITUANIA DAL 1965 AD OGGI Istituto Centrale per la Grafica Palazzo Poli, Roma 25 gennaio – 2 aprile 2018 1 opera MIRELLA BENTIVOGLIO AM – (ti amo), 1970 Mart, Archivio Tullia Denza POST ZANG TUMB TUUM.

ART LIFE POLITICS: ITALIA 1918-1943 Fondazione Prada, Milano 14 febbraio – 25 giugno 2018 21 opere MASSIMO (MAX IHLENFELDT) CAMPIGLI I costruttori, 1928 Mart, Collezione VAF-Stiftung FORTUNATO DEPERO Bozzetto del mosaico di Arti, mestieri e professioni, 1941-1942 La rissa, 1926 Mascherone. Particolare del mosaico per l’“E42”, 1942 Padiglione pubblicitario, [1925] Profilo di donna (Studio di arti, mestieri e professioni), 1941-1942 Solidità di cavalieri erranti (Solidità di cavalieri), 1927 Studio per pubblicità Cicli, [1924-1926] Viso di donna, 1941-1942 Mart, Fondo Depero VIRGINIO GHIRINGHELLI Composizione n.

7, 1934 Mart, Collezione VAF-Stiftung ENRICO PRAMPOLINI I funerali del romanticismo: trasfigurazione estetica, 1934 Superamento terrestre, 1932 Mart, Collezione VAF-Stiftung MARIO SIRONI Bozzetto per la Sala R o Salone d’Onore della Mostra della Rivoluzione fascista, 1931-1932 Condottiero a cavallo, 1934-1935 Studio per il mosaico del Palazzo di Giustizia di Milano, (1936-1937) Studio per la figura dell’Imperium per il rilievo “Il Popolo d’Italia”, 1939-1940 Studio per la Statua dell’impluvio della V Triennale di Milano, 1933 Studio per l’affresco “Le opere e i giorni”, 1932-1933 Tre Studi per l’affresco dell’Università di Ca’ Pesaro a Venezia, 1936 Mart, Archivio Collezione Romana Sironi (ERNESTO MICHAHELLES) THAYAHT Condottiero (Dux con pietra miliare), 1929 Liberazione dalla terra, 1934 Mart RENATO GUTTUSO.

L’ARTE RIVOLUZIONARIA NEL CONQUANTENARIO DEL ’68 GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino 23 febbraio – 3 marzo 2018 4 opere RENATO GUTTUSO Donna alla finestra, 1942 Figure, tavola e balcone, 1942 Natura morta con la scure, 1947 Boogie-woogie, 1953 Mart, Collezione VAF-Stiftung

Margherita sarfatti - Mart

17 16 2018 MART ANNUAL REPORT LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA L’ELICA E LA LUCE. LE FUTURISTE. 1912-1944 MAN, Nuoro 9 marzo – 10 giugno 2018 Documenti d’archivio STATI D’ANIMO. ARTE E PSICHE TRA PREVIATI E BOCCIONI Palazzo dei Diamanti, Ferrara 3 marzo – 10 giugno 2018 2 opere MEDARDO ROSSO Bookmaker, 1894 Mart, Collezione VAF-Stiftung LUIGI RUSSOLO Profumo, 1910 Mart, Collezione VAF-Stiftung ALIGHIERO BOETTI. PER FILO E PER SEGNO Museo Civico Palazzo Mazzetti, Asti 16 marzo – 15 luglio 2018 1 opera ALIGHIERO BOETTI Mappa, 1989 Mart, Deposito collezione privata DIE WELT ALS LABYRINTH MAMCO, Ginevra 28 febbraio – 6 maggio 2018 Documenti d’archivio VOYAGES IMAGINAIRES: PICASSO ET LES BALLETS RUSSES.

ENTRE ITALIE ET ESPAGNE MUCEM, Marsiglia 16 febbraio – 25 giugno 2018 12 opere FORTUNATO DEPERO Ballerina con ventaglio (Marionette dei Balli Plastici),1981 Cartellone per I Balli Plastici, 1918 Figura a tavola, 1917 Meccanica di ballerini, 1917 Pupazzo bianco (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Robot – architettura sintetica, (1917) Selvaggio nero (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Selvaggio Rosso (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Silenzio mistico, 1917 Solidità e trasparenza, 1917 Sportello magico, 1917 Uomo dai baffi (Marionette dei Balli Plastici) 1981 Mart, Fondo Depero SPAZIO FAUSTO MELOTTI Palazzo Alberti Poja, Rovereto 23 marzo 2018 – 31 dicembre 2018 25 opere FAUSTO MELOTTI Pesce, 1930 circa Dafne, (1933) Bambini, 1955 Bambini, 1955 Cerchi, (1955) Mart, Lascito Claudia Gian Ferrari Trasparenze, (1975) Il sole dell’apocalisse, (1976) Frammenti, (1977) I testimoni velati, 1977 Contrappunto IV, (1970) Il piccolo carro, (1959-1961) Mart, Collezione Domenico Talamoni Kore, 1954 Scultura G (Nove cerchi), 1967-1968 Mart, Deposito a lungo termine Dissonanze armoniose, 1972 Mart,Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto Senza titolo, 1951 Senza titolo, 1957 Senza titolo, 1957 Senza titolo, 1959 Teatrino angoscia, 1961 Contrappunto domestico, 1973 Senza titolo, 1978 Senza titolo, 1979 Senza titolo, 1980 Senza titolo, 1980 Senza titolo, 1980 Mart KETTY LA ROCCA 80.

GESTURE, SPEECH AND WORD – XVII BIENNALE DONNA Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara 15 aprile – 03 giugno 2018 3 opere KETTY LA ROCCA Belle e dolci, 1965 Si sceglie sempre, 1965 Segnaletiche, 1967 (fotografia dell’opera) Mart, Archivio Tullia Denza UOMO, NATURA, COSMO Chiesa di San Barnaba, Sella Giudicarie (TN), 19 luglio – 02 settembre 2018 3 opere DACIA MANTO Asterina, 2009 Mart, Collezione VAF-Stiftung ELISEO MATTIACCI Capta segnali, 2003 Mart, Collezione VAF-Stiftung RICHARD LONG Trento Ellipse, 2000 Mart PAOLO VENTURA. RACCONTI DI GUERRA 2014-2018 MAG Museo Alto Garda, Riva del Garda 22 giugno – 4 novembre 2018 1 opera PAOLO VENTURA Un reggimento che va sotto terra, 2014 Mart BONALUMI 1958-2013 Palazzo Reale, Milano 12 luglio – 30 novembre 2018 1 opera AGOSTINO BONALUMI Rosso e nero, 1968 Mart, Collezione VAF-Stiftung Mart CLAUDIO VERNA.

COLORE COME ASSOLUTO MAG Museo Alto Garda, Riva del Garda 6 aprile – 10 giugno 2018 5 opere CLAUDIO VERNA Superficie modulare “9”, 1966 Senza titolo, 1969 Emergenza, 1969 Senza titolo, 1969 A 59, 1971 Mart, Collezione VAF-Stiftung FANTASTICO! ITALIAN ART FROM THE 1920S AND 1930S Ateneum Art Museum, Helsinki 10 maggio – 19 agosto 2018 6 opere CAGNACCIO DI SAN PIETRO (NATALINO BENTIVOGLIO SCARPA) Ritratto della signora Wighi, 1930-1936 Mart, Collezione VAF-Stiftung FELICE CASORATI Beethoven, 1928 Mart, Collezione VAF-Stiftung GIORGIO DE CHIRICO Ritratto di fanciulla (Testa di fanciulla), 1921 Piazza d’Italia (Souvenir d’Italie), (1924-1925) Mart, Collezione L.F.

GREGORIO SCILTIAN Viaggio in Italia, 1937 Mart, Collezione VAF-Stiftung MARIO TOZZI La prima colazione, 1927 Mart, Collezione VAF-Stiftung UNCANNILY REAL.

ITALIEN PAINTING OF THE 1920S Museum Folkwang, Essen 27 settembre 2018 – 13 gennaio 2019 8 opere CAGNACCIO DI SAN PIETRO (NATALINO BENTIVOGLIO SCARPA) Ritratto della signora Wighi, 1930-1936 Mart, Collezione VAF-Stiftung FELICE CASORATI Beethoven, 1928 Mart, Collezione VAF-Stiftung GIORGIO DE CHIRICO Ritratto di fanciulla (Testa di fanciulla), 1921 Piazza d’Italia (Souvenir d’Italie), (1924-1925) Mart, Collezione L.F. ACHILLE FUNI Ragazzo con le mele (Il fanciullo con le mele), 1921 Mart, Collezione VAF-Stiftung PIERO MARUSSIG Autunno, 1924 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali GREGORIO SCILTIAN Viaggio in Italia, 1937 Mart, Collezione VAF-Stiftung MARIO TOZZI La prima colazione, 1927 Mart, Collezione VAF-Stiftung

19 18 2018 MART ANNUAL REPORT LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA EPOCA FIORUCCI Ca’ Pesaro, Venezia 23 giugno 2018 – 13 gennaio 2019 2 opere JEAN-MICHEL BASQUIAT Untitled, 1981 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi KEITH HARING Untitled, 1983 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi A RUOTA LIBERA. LA BICICLETTA IN TRENTINO DAL DINAMISMO DI FORTUNATO DEPERO ALLE VITTORIE DI LETIZIA PATERNOSTER Casa Campia, Revò (TN) 30 giugno – 30 settembre 2018 5 opere FORTUNATO DEPERO Ciclista attraverso la città, 1945 Ciclista moltiplicato (Ciclista veloce), 1924 Ciclista veloce (Ciclista moltiplicato), 1945 Compenetrazione di ciclista e torri, 1942 Torri involate dal ciclista (Ciclista attraverso la città), 1944-1945 Mart, Fondo Depero GALA SALVADOR DALÍ.

A ROOM OF ONE’S OWN IN PÚBOL MNAC Museu Nacional d’Art de Catalunya, Barcellona 5 luglio – 14 ottobre 2018 1 opera SALVADOR DALÌ Couple au tête plein de nuages, 1937 Mart, Deposito Fondazione Isabella Scelsi LUCIO FONTANA E ALBISSOLA Muda Museo Diffuso Albisola, Albissola Marina 2 agosto – 13 gennaio 2019 1 opera LUCIO FONTANA Donna con fiore, 1948 Mart CODICE COLORE. OPERE DALLA COLLEZIONE DI ALESSANDRO GRASSI Museo Pecci per l’Arte Contemporanea, Prato 07 settembre – 02 dicembre 2018 8 opere SANDRO CHIA (FIRENZE, 1946) La rastrellatrice, 1979 Figura con teschio, 1980 Composizione, 1980 Mart, Lascito Alessandro Grassi NICOLA DE MARIA Il regno dei fiori, 1984-1985 In memoriam 11 settembre 2001, 2001 Mart, Lascito Alessandro Grassi BERND E HILLA BECHER Kuhlturm, 1982 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi THOMAS RUFF O.T., 1988 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi CINDY SHERMAN Untitled (n.

121), 1983 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi WARHOL AND FRIENDS.

NEW YORK NEGLI ANNI ’80 Palazzo Albergati, Bologna 28 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 9 opere ALEX KATZ Libby, 1991 Mart, Deposito collezione privata ROSS BLECKNER Untitled (RB 1011), 1993 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi JENNY HOLZER Under a rock, 1986 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi BARBARA KRUGER Untitled, 1985 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi ROBERT LONGO Untitled, 1981 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi ROBERT MAPPLETHORPE Untitled, 1981 Crocifisso, 1988 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi ALLAN MCCOLLUM 5 Colored Surrogates, 1987 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi DAVID SALLE American Glass V, 1987 Mart, Deposito Eredi Alessandro Grassi OSVALDO LICINI 1894-1958 Peggy Guggenheim Collection, Venezia 22 settembre 2018 – 14 gennaio 2019 1 opera OSVALDO LICINI Composizione, 1933 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali MARGHERITA SARFATTI.

SEGNI, COLORI E LUCI A MILANO Museo del Novecento, Milano 21 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 5 opere ANSELMO BUCCI Via Manzoni, Milano, 1916 Mart, Deposito collezione privata LUIGI GIGIOTTI ZANINI L ’incendio, 1924 Mart POMPEO BORRA Composizione (Le amiche), 1924 Mart, Collezione VAF-Stiftung UBALDO OPPI Studio per la pala d’altare di San Venanzio, 1923 Mart, Collezione VAF-Stiftung CIPRIANO EFISIO OPPO B 1913 (Ritratto di Rosso di San Secondo), 1913 Mart, Collezione VAF-Stiftung COME ERAVAMO, COME SIAMO E COME SAREMO Palazzo Calepini, Trento 28 settembre – 14 ottobre 2018 11 opere FORTUNATO DEPERO O la borsa o la vita, 1944 Caraffa paesana, 1947 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto ATTILIO LASTA Paesaggio, 1906 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto UMBERTO MOGGIOLI Il ponte verde, 1911 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto GINO PANCHERI Paesaggio con ciminiera, 1933 Natura morta in celeste (Fiori, Fiori alla finestra, Cesto di margherite sulla finestra), 1936 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto LUIGI PIZZINI Pescatore, 1910 Mart,Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto GUIDO POLO Natura morta, 1960 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto AUGUSTO SEZANNE Sede della Cassa di Risparmio a Rovereto, 1904 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto LUIGI GIGIOTTI ZANINI Finestra, 1922 Inverno, (1930-1933) Mart, Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto ARTE E MAGIA.

IL FASCINO DELL’ESOTERISMO IN EUROPA Palazzo Roverella, Rovigo 29 settembre 2018 – 27 gennaio 2019 3 opere LEONARDO BISTOLFI La Sfinge, (1892) Mart, Deposito Collezione privata LEONARDO DUDREVILLE Aspirazione, 1917 Mart, Collezione Antologia Monza VASILIJ VASIL’EVIČ KANDINSKIJ Rot in Spitzform, 1925 Mart, Collezione L.F. PAUL KLEE.

ALLE ORIGINI DELL’ARTE MUDEC Museo delle Culture, Milano 31 ottobre 2018 – 3 marzo 2019 1 opera PAUL KLEE Umschlingend (Abbraccio), (1934) Mart, Collezione Domenico Talamoni MARIO MERZ. IGLOOS Pirelli Hangar Bicocca, Milano 25 ottobre 2018 – 24 febbraio 2019 1 opera MARIO MERZ Chiaro Oscuro, 1983 Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto COME ERAVAMO, COME SIAMO E COME SAREMO Palazzo del Bene, Rovereto 19 ottobre 2018 – 04 novembre 2018 8 opere FORTUNATO DEPERO O la borsa o la vita, 1944 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto FORTUNATO DEPERO Caraffa paesana, 1947 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto UMBERTO MOGGIOLI Il ponte verde, 1911 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto GINO PANCHERI Natura morta in celeste (Fiori, Fiori alla finestra, Cesto di margherite sulla finestra), 1936 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto GINO PANCHERI Paesaggio con ciminiera, 1933 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto AUGUSTO SEZANNE Sede della Cassa di Risparmio a Rovereto, 1904 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto LUIGI GIGIOTTI ZANINI Inverno, (1930-1933) Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto LUIGI GIGIOTTI ZANINI Finestra, 1922 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

20 2018 MART ANNUAL REPORT BLACK HOLE. ARTE E MATERICITÀ TRA INFORME E INVISIBILE GAMeC, Bergamo 04 ottobre 2018 – 06 gennaio 2019 5 opere SERGIO DANGELO Le Cormoran, 1951 Mart, Collezione VAF-Stiftung JEAN FAUTRIER Whirls, 1958 Mart, Deposito collezione privata LUCIO FONTANA Concetto spaziale, 1954 Mart, Deposito a lungo termine Concetto spaziale, 1955 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali ANTONI TÀPIES Hearth and page, Mart, Collezione Domenico Talamoni CARLO CARRÀ Palazzo Reale, Milano 04 ottobre 2018 – 03 febbraio 2019 3 opere CARLO CARRÀ Ciò che mi ha detto il tram, 1911 La carrozzella, 1916 Composizione TA (Natura morta metafisica), 1916-1918 Mart, Collezione VAF-Stiftung REDISCOVERING THE MEDITERRANEAN MAPFRE, Madrid 27 settembre 2018 – 13 gennaio 2019 6 opere CARLO CARRÀ Venezia e la Salute (La Dogana), 1938 Mart, Collezione L.F.

GIORGIO DE CHIRICO Cavalli in riva al mare (Les deux chevaux), 1926 Le muse (Le muse in villeggiatura; En villégiature), 1927 Mart, Collezione L.F. Bagnante (Ritratto di Raissa), 1929 Mart, Collezione privata C. J. ARTURO MARTINI Donna al sole, 1930 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali ALBERTO SAVINIO (ANDREA DE CHIRICO) Ulysse et Polyphème, 1929 Mart, Collezione VAF-Stiftung INTERNI. MONDI INTERNI IN ARTE E LETTERATURA / EINBLICK. INNENWELTEN IN KUNST UND LITERATUR Sparkasse, Bolzano 22 novembre 2018 – 04 gennaio 2019 4 opere FORTUNATO DEPERO Schizzo per prismi lunari, 1932 Mart, Fondo Depero TULLIO GARBARI Scena domestica: interno con focolare, (1916) Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali GIOVANNI SEGANTINI All’arcolaio, (1892) Mart, Comune di Trento LUIGI GIGIOTTI ZANINI La terrazza della bambola, (1919) Mart, Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto L’AMORE MATERNO.

ALLE ORIGINI DELLA PITTURA MODERNA DA PREVIATI A BOCCIONI GAM Palazzo Forti, Palazzo della Ragione, Verona 06 dicembre 2018 – 10 marzo 2019 1 opera UMBERTO BOCCIONI Nudo di spalle (Controluce), 1909 Mart, Collezione L.F.

FUTURUINS. IL CORPO E LA PIETRA Palazzo Fortuny, Venezia 13 dicembre 2018 – 24 marzo 2019 2 opere ANSELM KIEFER Am Anfang, 2003 Mart, Deposito collezione privata MIMMO ROTELLA Not in Venice, 1959 Mart, Deposito collezione privata

23 22 2018 MART ANNUAL REPORT LE MOSTRE LE MOSTRE MART VIAGGIO IN ITALIA I PAESAGGI DELL’OTTOCENTO DAI MACCHIAIOLI AI SIMBOLISTI 21 aprile – 02 settembre 2018 GIANFRANCO BARUCHELLO 19 maggio – 16 settembre 2018 MARGHERITA SARFATTI IL NOVECENTO ITALIANO NEL MONDO 22 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 NATHALIE DJURBERG & HANS BERG 06 ottobre 2018 – 27 gennaio 2019 LE COLLEZIONI L’INVENZIONE DEL MODERNO L’IRRUZIONE DEL CONTEMPORANEO GALLERIA CIVICA COSTRUIRE IL TRENTINO PREMIO DI ARCHITETTURA 2013_2016 27 gennaio – 04 marzo 2018 SAM FALLS NATURE IS THE NEW MINIMALISM 17 marzo – 26 giugno 2018 VICINO.

NON QUI.

PERCORSI DI CREATIVITÀ TRENTINA 14 luglio – 14 ottobre 2018 EX POST LAURINA PAPERINA | ROLANDO TESSADRI | LUCA COSER | CHRISTIAN FOGAROLLI 17 novembre 2018 – 03 marzo 2019 CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO ANIMALI METALLICI IL CULTO DELL’AUTOMOBILE NEL XX SECOLO 03 marzo – 10 giugno 2018 MANU PROPRIA IL SEGNO CALLIGRAFICO COME OPERA D’ARTE 16 giugno – 07 ottobre 2018 IL MAESTRO E MARGHERITA MARINETTI, SARFATTI E IL FUTURISMO NEGLI ANNI DI REGIME 20 ottobre 2018 – 24 febbraio 2019 EXTRAMUROS FAUSTO MELOTTI A cura di Gianfranco Maraniello Palazzo Alberti Poja, Fondazione Museo Civico di Rovereto 23 marzo – 31 dicembre 2018 CLAUDIO VERNA.

COLORE COME ASSOLUTO A cura di Daniela Ferrari MAG, Riva del Garda, Museo Civico 06 aprile – 10 giugno 2018 UOMO, NATURA, COSMO A cura di Gabriele Lorenzoni Chiesa di San Barnaba, Sella Giudicarie (TN) 19 luglio – 02 settembre 2018 SEGANTINI E I SUOI CONTEMPORANEI A cura di Alessandra Tiddia Galleria Civica Segantini, Arco Mostra Permanente COLLABORAZIONI FANTASTICO! ARTE ITALIANA DEGLI ANNI VENTI E TRENTA Ateneum Art Museum, Helsinki 10 maggio – 19 agosto 2018 ROSA È LA VITA IL COLORE PIÙ AUDACE DELL’ARTE MODERNA Mart – foyer del primo piano, Rovereto 22 maggio – 26 agosto 2018 NATHALIE DJURBERG & HANS BERG.

A JOURNEY THROUGH MUD AND CONFUSION WITH SMALL GLIMPSES OF AIR Moderna Museet, Stoccolma 16 giugno – 09 settembre 2018 GIANFRANCO BARUCHELLO.

DOUX COMME SAVEUR (A PARTIRE DAL DOLCE) MATA – Ex Manifattura Tabacchi, Modena 14 settembre 2018 – 20 gennaio 2019 MARGHERITA SARFATTI. SEGNI, COLORI E LUCI A MILANO Museo del Novecento, Milano 21settembre2018–24febbraio2019 UNHEIMLICH REAL. ITALIENISCHE MALEREI DER 1920ER JAHRE Folkwang Museum, Essen 27 settembre 2018 – 13 gennaio 2019 TUTTI GLI “ISMI” DI ARMANDO TESTA Musei Reali di Torino – Sale Chiablese 25 ottobre 2018 – 24 febbraio 2019 MART FOCUS RAPPRESENTARE L’ARCHITETTURA MODELLI FRA STORIA E VALORIZZAZIONE 03 marzo – 28 ottobre 2018 FRAMMENTI DI UNA STORIA UN MUSEO PER TRENTO E ROVERETO Dal 24 marzo 2018 PIETRO CONSAGRA TRAMA 05 maggio – 26 agosto 2018 ALIGHIERO BOETTI ERODIADE – FAME DI VENTO 01 settembre – 25 novembre 2018 LUCA BERTOLO 02 dicembre 2018 – 31 marzo 2019

24 2018 MART ANNUAL REPORT Nel secolo del progresso scientifico e tecnologico, costellato da invenzioni che hanno rivoluzionato il modo di viaggiare e di osservare il mondo, gli artisti si confrontano con un genere di lunga tradizione che rinnovano profondamente: la pittura di paesaggio. La fotografia, la possibilità di esperire nuovi punti di vista, come nel caso delle vedute aeree riprese dalla mongolfiera, e una mutata sensibilità segnano infatti il fondamentale passaggio dall’idea di semplice veduta a quella, più complessa e soggettiva, di visione.

Nel corso dell’Ottocento i panorami del Bel Paese diventano oggetto di una costante attenzione che porta autori appartenenti a scuole regionali diverse a ripensare prospettive, formati e linguaggi della pittura di paesaggio.

In questo fermento, attraverso continui scambi e connessioni, si gettano le basi della pittura moderna in Italia. Il percorso espositivo si configura come un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio che ripercorre le tappe salienti di questa trasformazione, mettendone in luce i principali temi: la predilezione per la pittura dal vero, le ricerche dedicate alla resa delle atmosfere e agli effetti di luce e colore. Dalle premesse maturate nei primi decenni dell’Ottocento nell’ambito della Scuola di Posillipo, passando attraverso l’innovativa esperienza dei Macchiaioli toscani, si giunge così ai “paesaggi dell’anima” di tendenza simbolista, presentati nelle prime edizioni della Biennale di Venezia.

Gli studi en plein air di Giuseppe De Nittis, la freschezza delle vedute campestri di Giovanni Fattori, gli evocativi controluce di Antonio Fontanesi, i paesaggi lagunari di Bartolomeo Bezzi e le trasfigurazioni simboliche di Gaetano Previati sono solo alcune delle molte suggestioni che accompagnano il visitatore lungo un itinerario tra oltre 80 opere provenienti da importanti musei pubblici e collezioni private. VIAGGIO IN ITALIA I PAESAGGI DELL’OTTOCENTO DAI MACCHIAIOLI AI SIMBOLISTI 21 aprile – 02 settembre 2018 A cura di Alessandra Tiddia in collaborazione con l’Istituto Matteucci di Viareggio mart.trento.it/viaggioinitalia MART

26 2018 MART ANNUAL REPORT Ideata con Gianfranco Baruchello (Livorno, 1924), la mostra ripercorre la ricerca di un autore che ha operato oltre i confini tradizionali dell’arte, mettendo in discussione sistemi e convenzioni culturali. Sperimentatore di linguaggi e tecniche, Baruchello ha avviato la sua attività alla fine degli anni Cinquanta ripensando il mezzo pittorico, praticando l’accostamento, l’assemblaggio, la scrittura. Indipendente dalle principali tendenze del periodo, nella sua lunga carriera ha intessuto rapporti intellettuali e di amicizia con grandi figure culturali come JeanFrançois Lyotard, Alain Jouffroy e Italo Calvino.

In costante dialogo con l’innovativo pensiero di Marcel Duchamp, l’approdo di Baruchello a nuove forme di espressione passa dai dipinti su vari supporti alla creazione di scatole-oggetti, dal montaggio di film alla realizzazione di azioni e progetti su scala ambientale. L’esposizione traccia un itinerario attraverso i principali nuclei di indagine dell’artista. Oltre ai celebri plexiglass e ai numerosi dipinti, spiccano oltre 200 disegni, la maggior parte dei quali inediti, alcuni lavori di grandi dimensioni e due opere realizzate per l’esposizione. Tema centrale nella ricerca di Baruchello, il sogno costituisce uno dei leitmotiv della mostra.

Qui la relazione tra dimensione reale e dimensione onirica viene esplorata secondo una peculiare metodologia adottata tra l’artista e il curatore. GIANFRANCO BARUCHELLO 19 maggio – 16 settembre 2018 A cura di Gianfranco Maraniello in collaborazione con Fondazione Baruchello, Roma mart.trento.it/baruchello MART

28 2018 MART ANNUAL REPORT Giornalista, critica e promotrice dell’arte italiana tra le due guerre, Margherita Sarfatti (1880 – 1961) brilla nel panorama internazionale del primo Novecento per cultura, talento e ambizione. La nascita in una facoltosa famiglia israelita, l’istruzione con illustri precettori e la spiccata personalità delineano la figura di una donna colta e appassionata, ma anche complessa e controversa. Amica di intellettuali e artisti, socialista e poi sostenitrice del regime fascista, lega il suo nome al gruppo di Novecento Italiano, che segue nella prima formazione e promuove con tenacia dal 1924 superando i confini nazionali.

Sono gli anni del ritorno all’ordine e del recupero della tradizione artistica, che Sarfatti interpreta coniando la celebre definizione di “moderna classicità”.

Dagli esordi giovanili alle vicende del secondo dopoguerra, l’esposizione del Mart fa luce sull’ambizioso programma di espansione culturale di Sarfatti, con particolare attenzione alle mostre organizzate in Francia, Germania, Olanda, Ungheria, Svizzera, Scandinavia, Argentina e Uruguay. Il racconto è scandito dai principali episodi che hanno segnato la vita di Sarfatti: i primi contatti con la vivace scena artistica milanese, l’affermazione come scrittrice e critica, la relazione con Benito Mussolini e il ruolo assunto nella propaganda dell’ideologia fascista, la rottura con i centri del potere, la fuga all’estero a seguito delle leggi razziali e il rientro in Italia dopo la guerra.

A documentarne le circostanze sono i materiali del prezioso Fondo Sarfatti, giunto a Rovereto nel 2009 e conservato nell’Archivio del ’900 del Mart. Organizzata in sei sezioni tematiche, la mostra presenta cento capolavori di trenta grandi maestri come Boccioni, Bucci, Carrà, Casorati, de Chirico, Dudreville, Funi, Malerba, Marussig, Morandi, Oppi, Rosso, Severini, Sironi, Wildt.

L’esposizione a Rovereto è frutto di un progetto unitario tra Mart e Museo del Novecento di Milano, con un unico catalogo edito da Electa. MARGHERITA SARFATTI IL NOVECENTO ITALIANO NEL MONDO 22 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 A cura di Daniela Ferrari mart.trento.it/sarfatti MART

30 2018 MART ANNUAL REPORT Personaggi grotteschi, scenari allucinati, ritmi vorticosi. Il mondo di Nathalie Djurberg e Hans Berg irrompe nelle sale del Mart, seconda tappa del progetto che coinvolge Moderna Museet e Schirn Kunsthalle, Frankfurt. È questa la più ampia rassegna mai realizzata dedicata al famoso duo, Leone d’Argento alla Biennale di Venezia del 2009.

Djurberg ha esposto nelle più importanti istituzioni internazionali, tra cui Tate Britain, P.S.1 di New York, Walker Art Center di Minneapolis, 21st Century Minsheng Art Museum di Shanghai e Fondazione Prada di Milano. Da anni collabora con Berg, musicista, produttore e compositore. Il loro lavoro prende forma in grandi installazioni immersive, veri e propri paesaggi dell’assurdo popolati da persone, animali e piante che interpretano pulsioni e contraddizioni dell’animo umano.

La mostra presenta ambienti e animazioni, frutto di una pratica che è anzitutto scultorea e pittorica. Djurberg realizza con la creta personaggi e scenografie che prendono poi vita attraverso la tecnica cinematografica dello stop motion e le sonorizzazioni di Berg. Tra ironia e paradosso, i due artisti mettono in scena taglienti allegorie che esplorano senza giudizio i sentimenti più viscerali, sovvertendo stereotipi e categorie di genere. Il percorso espositivo è stato arricchito da opere inedite e da un’esperienza di realtà virtuale.Disponibile in italiano e in inglese, la monografia con contribuiti di Flavia Alfano, Maria De Vivo, Stefano Ferrari, Denis Isaia, Gianfranco Maraniello e Andrea Viliani costituisce la più esaustiva raccolta delle opere dell’artista resa possibile grazie alla collaborazione con l’Archivio Alfano.

NATHALIE DJURBERG & HANS BERG 06 ottobre 2018 – 27 gennaio 2019 A cura di Lena Essling e Gianfranco Maraniello prodotta da Moderna Museet in collaborazione con Mart e Schirn Kunsthalle Frankfurt Denis Isaia e Gianfranco Maraniello mart.trento.it/djurberg&berg MART

32 2018 MART ANNUAL REPORT Il Focus presenta una selezione di modelli architettonici conservati dall’Archivio del ’900 del Mart. Si tratta di alcuni esemplari giunti con i fondi di archivio e di altri che furono costruiti negli anni ’80 e ’90 per le esposizioni monografiche a Palazzo delle Albere, dedicate a importanti architetti tra cui Adalberto Libera, Ettore Sottsass sr., Angiolo Mazzoni, Luigi Figini e Gino Pollini.

Nell’allestimento i modelli dialogano con la documentazione (fotografie, disegni) presente nei fondi d’archivio. Si realizza così una mostra su una parte del patrimonio museale che permette a un vasto pubblico di leggere i caratteri di importanti edifici novecenteschi tuttora esistenti o irrimediabilmente perduti.

RAPPRESENTARE L’ARCHITETTURA MODELLI FRA STORIA E VALORIZZAZIONE 03 marzo – 28 ottobre 2018 A cura dell’Archivio del ’900 e dell’Archivio fotografico e mediateca mart.tn.it/focusarchitettura MART FOCUS

34 2018 MART ANNUAL REPORT Il riallestimento dell’esposizione permanente L’invenzione del moderno comincia al primo piano della collezione con Frammenti di una storia, un focus dedicato al progetto museografico di Palazzo delle Albere, sede del Mart fino al 2010. La mostra ripercorre alcuni momenti della sua storia espositiva attraverso una selezione di opere, tra cui dipinti e grafiche di Luigi Bonazza, Benvenuto Disertori, Francesco Hayez, Umberto Moggioli e Paolo Vallorz.

FRAMMENTI DI UNA STORIA UN MUSEO PER TRENTO E ROVERETO Dal 24 marzo 2018 A cura di Alessandra Tiddia mart.tn.it/lecollezioni MART FOCUS

36 2018 MART ANNUAL REPORT Il Mart annovera fra le sue Collezioni Trama, l’ambiente di Pietro Consagra già protagonista della Biennale di Venezia del 1972. L’opera viene riproposta per la prima volta in un allestimento fedele ai valori plastici e spaziali che caratterizzano la ricerca dell’artista, impegnato sin dagli anni Cinquanta in una radicale revisione del concetto di scultura. Consagra concepisce un’opera che, per essere colta nella sua interezza, deve essere attraversata. L’installazione è composta da sette sculture in legno colorato, disposte su una piattaforma a poca distanza le une dalle altre e a ridosso delle pareti di un ambiente chiuso.

Percorrendo questo spazio labirintico, il visitatore incontra una seconda opera: si tratta di Un millimetro, un libricino in acciaio inossidabile collocato su un piedistallo – originariamente progettato da Carlo Scarpa, qui proposto in una versione semplificata – che prende il nome dal suo spessore.

Completano l’allestimento alcune sculture della serie Sottilissime, con le quali Consagra rinnova l’indagine sul rapporto tra superficie e ambiente, spingendo la materia al limite della sua fisicità. PIETRO CONSAGRA TRAMA 05 maggio – 26 agosto 2018 A cura di Denis Isaia in collaborazione con Archivio Pietro Consagra mart.tn.it/focusconsagra MART FOCUS

38 2018 MART ANNUAL REPORT In occasione del 38. Festival di danza contemporanea Oriente Occidente, il Mart dedica una mostra alle scene di Alighiero Boetti per lo spettacolo Erodiade – Fame di vento della coreografa Julie Ann Anzilotti.

Ispirata a un poema incompiuto di Stéphane Mallarmé, la pièce narra le inquietudini e le pulsioni della seducente danzatrice Erodiade, Salomè nella tradizione biblica. Boetti, tra i maggiori protagonisti del panorama artistico internazionale, lavora tra il 1992 e il 1993 alla creazione delle scenografie, concependo un progetto che reinterpreta visivamente il tema dell’eterna opposizione e della compenetrazione tra bene e male. Le sintetiche geometrie definiscono una dimensione racchiusa tra mondo terreste e mondo celeste, animata dai movimenti della carta e della danza. In mostra due fondali realizzati dalla scenografa Tiziana Draghi e una selezione di bozzetti preparatori che ripercorre il lavoro di Boetti, indagandone le connessioni con la sua opera e, in particolare, con l’esperienza calligrafica giapponese degli anni Ottanta.

ALIGHIERO BOETTI ERODIADE – FAME DI VENTO 01 settembre – 25 novembre 2018 A cura di Denis Isaia mart.tn.it/focusboetti MART FOCUS

41 40 LE COLLEZIONI 2018 MART ANNUAL REPORT Nel corso del 2018 è entrata a far parte delle Collezioni del Mart un’importante opera di Luca Bertolo (Milano 1968): La colonna infame. In questa occasione il museo dedica all’artista una sala del percorso espositivo contemporaneo, presentando una selezione della sua produzione più recente. Forte di una carriera ventennale, Bertolo è autore di una personale ricerca sui temi della contemporaneità: la pervasività del sistema mediatico, la messa in discussione della cultura moderna, l’instabilità del presente. Su questi elementi l’artista costruisce un discorso sul destino della pittura e dell’immagine, accostando stili e tecniche (iperrealismo, graffitismo, olio, collage).

Al centro dell’allestimento si trova Striscione, un grande “NO” dipinto alla maniera puntinista. Intorno a questo asse si articolano opere dal ciclo dei “retro”, veri e propri racconti di atti iconoclastici; le Bandiere, ispirate a uno dei simboli più in vista della modernità; Il buon futuro di una volta, un quadro costruito su un’immagine idealizzata e resa inattuale dalla pittura a spray; infine la serie Terzo paesaggio, che vede l’artista intervenire su opere di autori anonimi.

mart.tn.it/focusbertolo MART FOCUS LUCA BERTOLO 02 dicembre 2018 – 31 marzo 2019 A cura di Denis Isaia

Margherita sarfatti - Mart
Parte successiva ... Annulla