LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 1 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2: Revisione Generale: vedi indice delle revisioni 2 DE ANGELIS D. DI TULLIO C. LIBERATORE C. Gennaio 2004 1 BOIANI F. LIBERATORE C. LIBERATORE C. Luglio 2001 0 COPPOLA – LUCI POLTICCHIA POLTICCHIA Settembre 2000 Rev. Incaricato/i Verifica Approvazione Data Il presente Documento ha carattere RISERVATO e non può essere trasmesso o divulgato a Terzi senza preventiva autorizzazione del Responsabile Area di Business Illuminazione Pubblica

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 2 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale INDICE DELLE PAGINE REVISIONATE No. PAGINA REVISIONE DATA No. PAGINA REVISIONE DATA Da pagina 1 a 20 1 17/07/01 Da pagina 1 a 20 2 01/2004

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 3 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale INDICE 1. PRESCRIZIONI GENERALI 5 1.0 Premessa 5 1.1 Scopo 5 1.2 Norme Tecniche di Riferimento 5 1.3 Qualità della Fornitura 6 2.

PRESCRIZIONI DI COLLAUDO E CONTROLLO DELLA FORNITURA 6 2.0 Generalità 6 2.1 Oneri del Fornitore 6 2.2 Assistenza ai Collaudi 8 2.3 Facoltà di Ricollaudo 8 3. MODALITA’DI ESECUZIONE DELLE PROVE 8 3.0 Premessa 8 3.1 Elenco delle Prove 9 3.2 Metodo di Prelievo 9 3.3 Quantità da sottoporre al collaudo 10 3.4 Descrizione delle Prove di Tipo 11 3.4.0 Verifica delle prescrizioni meccaniche, fisiche e delle caratteristiche di innesco 11 3.4.1 Verifica dei dati Nominali, misure iniziali, colore e prova di mantenimento 12 del flusso luminoso 3.5 Descrizione delle Prove di Accettazione 13 4. PRESCRIZIONI DI FORNITURA 14 4.0 Imballaggi 14 4.1 Spedizioni 14 4.2 Garanzia 15 5.0 Scheda Tecnica No.

2 16 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 50W 6.0 Scheda Tecnica No. 3 17 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 80W

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 4 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 7.0 Scheda Tecnica No. 4 18 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 125W 8.0 Scheda Tecnica No. 5 19 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 250W 9.0 Scheda Tecnica No. 6 20 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 400W

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag.

5 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 1. PRESCRIZIONI GENERALI 1.0 Premessa 1.0.0 Queste Specifiche Tecniche sono parte integrante del documento di ordinazione e suoi allegati. 1.1 Scopo 1.1.0 Il presente documento ha lo scopo di indicare le principali caratteristiche tecniche- costruttive e le modalità di esecuzione delle prove di collaudo, per l' approvvigionamento delle lampade a vapori di mercurio ad alta pressione con bulbo polverato di forma ellissoidale, da utilizzare negli impianti di illuminazione pubblica di cui alle Schede Tecniche allegate.

1.2 Norme tecniche di riferimento 1.2.0 Le lampade a vapori di mercurio ad alta pressione ed i relativi collaudi dovranno essere conformi a queste Specifiche Tecniche, ai requisiti previsti dalla Norma CEI EN 60188:1997-10 “Lampade a vapori di mercurio ad alta pressione” . 1.2.1 Gli alimentatori dovranno essere conformi alla norma CEI EN 60922:1997 “ Ausiliari per lampade a scarica ( escluse le lampade tubolari a fluorescenza ) Prescrizioni di generali e di sicurezza” ed alla norma CEI EN 60923:1996 “ Ausiliari per lampade a scarica ( escluse le lampade tubolari a fluorescenza ) Prescrizioni di prestazione.” 1.2.2 I dispositivi di innesco dovranno essere conformi alla norma CEI EN 6026:1996 “ Ausiliari per lampade Dispositivi di innesco ( esclusi gli starter a bagliore ) – Prescrizioni generali e di sicurezza” e alla norma CEI EN 6027:1996 “ Ausiliari per lampade Dispositivi di innesco ( esclusi gli starter a bagliore ) – Prescrizioni di prestazione” 1.2.3 I collaudi, oltre ad essere in accordo con queste Specifiche Tecniche dovranno essere eseguiti in corrispondenza dei metodi statistici prescritti dalla Norma UNI ISO 2859 – 0 ; -1; -2; e –3 Febbraio 2001 “ Procedimenti di Campionamento nel Collaudo per attributi” .

1.2.4 Le Dichiarazioni di Approvazione ed i Certificati di Conformità dovranno essere redatte in conformità con le rilevanti Normative applicabili ed in particolare in con le seguenti norme: • Norma UNI CEI EN 45014 - Aprile 1999 Seconda Edizione " Criteri Generali per la Dichiarazione di Conformità rilasciata dal Fornitore " • Norma CEI 0-1: 1997-09 " Adozione di nuove norme per la certificazione dei prodotti nei paesi membri del CENELEC " • Norma CEI 0-3: 1996-11 " Guida per la compilazione della dichiarazione di conformità e relativi allegati " • Norma CEI 0-5: 1997-10

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag.

6 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale " Dichiarazione CE di Conformità Guida all ' applicazione delle Direttive Nuovo Approccio e della Direttiva Bassa Tensione " 1.3 Qualità della fornitura 1.3.0 La fornitura e la produzione delle lampade dovrà essere regolata da processi certificati UNI EN ISO 9002. 2. PRESCRIZIONI DI COLLAUDO E CONTROLLO DELLA FORNITURA 2.0 Generalità 2.0.0 I collaudi comprendono due diverse tipologie di prove: le prove di Tipo e le prove di Accettazione.

2.0.1 Le prove di Tipo hanno lo scopo di verificare la conformità delle lampade oggetto della fornitura ( vedi Schede Tecniche allegate ), a queste Specifiche Tecniche, alle prescrizioni delle rilevanti Normative applicabili ed alle caratteristiche nominali (costruttive, tecniche e fotometriche) dichiarate dal fabbricante. 2.0.2 Le prove di Accettazione hanno lo scopo di garantire alla So.l.e la funzionalità delle lampade destinate alla fornitura, nonchè la rispondenza delle stesse al prototipo certificato dalle prove di tipo.

2.1 Oneri del Fornitore 2.1.0 Tutte le operazioni di collaudo, verifica e il controllo della fornitura saranno a carico del Fornitore.

2.1.1 Le prove di collaudo dovranno essere effettuate presso lo stabilimento di produzione del Fornitore stesso, oppure presso un laboratorio esterno approvato dalla Enel Sole. 2.1.2 Il Fornitore dovrà inviare alla So.l.e entro 10 giorni lavorativi dalla data della Lettera d’ Ordine i Rapporti di Prova relativi alle Prove di Tipo. 2.1.3 La data dei Rapporti di Prova e quindi l’esecuzione delle prove stesse, non dovrà essere superiore a 18 mesi antecedenti la data di emissione della Lettera d ’Ordine. 2.1.4 Nella documentazione relativa al superamento delle Prove di Tipo il Fornitore dovrà includere, oltre ai Rapporti di Prova eseguiti, le relative Dichiarazioni di Approvazione (riferite a ciascuna tipologia specificata ) attestanti il superamento delle prove stesse e la conformità del prodotto a queste Specifiche Tecniche ed alle rilevanti Normative applicabili.

2.1.5 In particolare in ogni Dichiarazione di Approvazione dovrà essere riportato: • La data di Emissione della Dichiarazione • Il numero di riferimento dei Rapporti di Prova • Il prodotto o il componente del prodotto al quale si riferisce la Dichiarazione

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 7 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale • La dicitura “ Materiale conforme alle Prove di Accetazione di cui alla Specifica Tecnica Enel Sole IN 01 SU 0002 1 ed alla Norma CEI EN 60188:1997-10 2.1.6 Le prove di Accettazione dovranno essere eseguite durante il periodo produttivo delle lampade destinate alla fornitura.

2.1.7 Per la descrizione e le modalità di esecuzione delle Prove di Accettazione si veda il paragrafo 3.5 di questo documento.

2.1.8 Le Prove di Accettazione dovranno essere programmate con un congruo anticipo, nel rispetto dei termini di consegna prescritti dai documenti contrattuali e secondo quanto indicato nei successivi paragrafi. 2.1.9 Lo svolgimento delle prove dovrà avvenire durante il normale orario di lavoro. 2.1.10 Il Fornitore dovrà antecedentemente al periodo programmato di produzione delle lampade destinate alla fornitura, inviare una comunicazione via fax alla So.l.e ( Fax di Approntamento al Collaudo ) con un anticipo di 7 giorni per collaudi a livello nazionale e 15 giorni per collaudi approntati all ’estero.

2.1.11 La comunicazione dovrà riportare tutte le informazioni necessarie ad identificare le prove previste per ciascuna tipologia di lampade specificate, ed in particolare: • Gli estremi dell ’Ordine • Il tipo di Prove • La quantità totale di lampade prevista dal ciclo di produzione nell' ambito del quale saranno prodotte le lampade destinate alla fornitura e la numerosità dei campioni che saranno sottoposti alle prove • Un programma di svolgimento delle prove 2.1.12 L’esecuzione delle Prove di Accettazione dovrà avvenire nell ’arco massimo di 5 giorni lavorativi consecutivi.

2.1.13 Nella documentazione relativa alle Prove di Accettazione il Fornitore dovrà includere oltre ai Rapporti delle Prove eseguite, un Certificato di Conformità attestante il superamento delle prove stesse e la conformità del prodotto a queste Specifiche Tecniche ed alla Norma CEI EN 60188.

2.1.14 In particolare per ciascuna tipologia di lampada specificata, il relativo Certificato di Conformità alle prove di accettazione dovrà riportare: • La data di Emissione del Certificato stesso • Il codice di classificazione Enel Sole e la data di riferimento della Lettera d ’Ordine e/o delle Specifiche di Ordinazione interessate • Il prodotto al quale si riferisce la Certificazione • La quantità di lampade che sono state sottoposte alle prove

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 8 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale • La quantità di lampade facente parte del batch di produzione da cui sono stati prelevati i campioni sottoposti alle prove • La dicitura “ Materiale conforme alle Prove di Accettazione di cui alla Specifica Tecnica Enel Sole IN 01 SU 0002 1 ed alla Norma CEI EN 60188:1997-10” . 2.1.15 L ’esito del collaudo sarà vincolato al livello LQA ( Limite di Qualità Accettabile ) applicabile.

2.1.16 La documentazione relativa ai test di collaudo ( Bollettini, Rapporti di Prova ecc.

) ed ai controlli eseguiti, compresi quelli con esito sfavorevole dovrà essere ordinata, a cura e spese del Fornitore, in ordine cronologico in un archivio specifico ed essere tenuta a disposizione della Enel Sole per almeno cinque anni. 2.2 Assistenza ai collaudi 2.2.0 La So.l.e avrà facoltà, dandone preventivo avviso, di intervenire presso lo stabilimento del Fornitore per: • Presenziare tutte o parte le fasi di produzione, verifica, collaudo e controllo • Consultare la documentazione di collaudo per verificarne la rispondenza dei risultati, con quelli previsti da queste Specifiche Tecniche e dalle rilevanti Normative applicabili • Prelevare dai lotti in produzione, campioni di lampade (max 5 unità) per l’ esecuzione di prove di verifica fuori linea 2.2.1 Delle lampade prelevate e degli esiti delle prove sarà effettuata opportuna registrazione.

2.3 Facoltà di Ricollaudo 2.3.0 La Enel Sole si riserva la facoltà di effettuare o di richiedere, in qualsiasi momento ( a proprie spese se l’ esito delle prove è stato favorevole, o a spese del Fornitore se l’ esito delle prove è stato sfavorevole ), la ripetizione di tutte o di parte delle prove previste da queste Specifiche Tecniche e dalle rilevanti normative applicabili, su lampade prelevate tra quelle di normale fornitura. 2.3.1 In caso di esito sfavorevole, la Enel Sole potrà predisporre gli accertamenti ritenuti necessari ed adottare nei riguardi della fornitura in corso gli opportuni provvedimenti, incluso l ’annullamento della fornitura stessa.

3. MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE PROVE 3.0 Premessa 3.0.0 La Enel Sole avrà facoltà di effettuare e di richiedere l’ esecuzione da parte del Fornitore, tutte le prove e le verifiche previste da queste Specifiche Tecniche e dalla Norma CEI EN 60188:1997-10.

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 9 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 3.0.1 Le prove di collaudo dovranno, se non diversamente specificato, essere eseguite ad una temperatura ambiente compresa tra i 10 e i 35 °C.

3.0.2 Il valore effettivo della temperatura ambiente dovrà essere indicato nei Rapporti di Prova. 3.1 Elenco delle Prove 3.1.0 La fornitura delle lampade a vapori di mercurio ad alta pressione sarà subordinata al superamento delle seguenti prove: • Prove di Tipo Verifica delle prescrizioni meccaniche, fisiche e delle caratteristiche d’ innesco I. Marcatura II. Tubo di Vetro III. Dimensioni IV. Verifica degli Attacchi V. Prova di Innesco VI. Prova di Avviamento VII. Prova di Torsione Verifica dei dati nominali, misure iniziali e del colore VII. Misura delle caratteristiche Elettriche VIII. Stabilità della lampada a tensione di alimentazione rapidamente ridotta IX.

Verifica del flusso luminoso nominale X. Verifica del contenuto di radiazioni visibili rosse XI. Verifica della vita media nominale • Prove di Accettazione XII. Marcatura XIII. Tubo di Vetro XIV. Dimensioni XV. Verifica degli attacchi XVI. Prova di Innesco XVII. Prova di Avviamento XVIII. Rispondenza al prototipo certificato 3.2 Metodo di Prelievo

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 10 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 3.2.0 A meno che non venga diversamente richiesto dalla So.l.e, le prove di Tipo dovranno essere eseguite sulla produzione complessiva del fabbricante. 3.2.1 Per ciascuna tipologia specificata, le prove di Accettazione dovranno essere eseguite durante il ciclo di produzione delle lampade destinate alla fornitura, e su campioni prelevati da lotti omogenei facenti parte del suddetto ciclo. 3.3 Quantità da sottoporre al collaudo 3.3.0 In relazione al tipo di prove, il metodo di prelievo dovrà essere come di seguito indicato: • Prove di Tipo Prelievo per Produzione Complessiva del Fabbricante Le prove di Tipo dovranno essere effettuate su lampade dello stesso tipo, facenti parte dello stesso ciclo e della stessa linea di produzione .

La quantità da sottoporre alle prove è indicata nella Tab. No. 1 3.3.1 La produzione complessiva del fabbricante sarà considerata conforme alle prescrizioni di queste Specifiche Tecniche, se i risultati delle Prove di Tipo rientreranno nei limiti di conformità indicati nella tabella No.1 e nei limiti indicati dalle rilevanti Normative applicabili.

• Prove di Accettazione Prelievo per Lotti omogenei di produzione 3.3.2 I campioni da sottoporre alle Prove dovranno essere prelevati come indicato nel paragrafo 3.2.1. La quantità da sottoporre ai collaudi dovrà essere commisurata alla quantità totale di lampade prodotte nell ’ambito del ciclo produttivo del quale faranno parte lampade destinate alla fornitura. 3.3.3 In particolare dovranno essere seguiti i metodi statistici per il controllo della qualità previsti dalla Norma UNI ISO 2859 – 0 e 2859-1 “ Piani di Campionamento Indicizzati secondo un livello di qualità accettabile (LQA) per un collaudo lotto per lotto” , adottando un piano di campionamento semplice per il collaudo ordinario ed il livello di collaudo speciale S4 ( entrambi riferiti alla numerosità del Batch ) 3.3.4 L’ elenco dei controlli e delle prove da eseguire su tutti i campioni e il relativo livello di qualità accettabile (LQA) è il seguente: • marcatura: LQA = 6,5% • tubo di vetro: LQA = 6,5% • dimensioni: LQA = 2,5% • verifica degli attacchi: LQA = 6,5% • prova d’ innesco: LQA = 2,5% • prova di avviamento LQA=2,5% • rispondenza al prototipo certificato: LQA = 2,5%

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 11 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale Tabella No.1 Quantità Minima di Lampade da Sottoporre alle Prove di Tipo e Limite di Conformità Tipo di Prova Numerosità Complessiva del Campione Numero dei Campioni da Utilizzare per la prova Limite di Conformità I. Marcatura 48 12 2 II. Tubo di Vetro 48 12 2 III. Dimensioni 48 12 2 IV. Verifica degli Attacchi 48 12 2 V. Prova di Innesco 48 48 6 VI. Prova di Avviamento 48 48 6 VII. Prova di Torsione 48 24 4 VIII.

Misura delle Caratteristiche Elettriche 48 24 4 IX. Stabilità della Lampada a tensione di Alimentazione rapidamente ridotta 48 24 4 X. Verifica del Flusso Nominale 48 48 6 XI. Verifica del contenuto di radiazioni rosse visibili 48 24 4 XII. Verifica della Vita media Nominale 48 12 4 3.4 Descrizione delle Prove di Tipo 3.4.0 Verifica delle prescrizioni meccaniche, fisiche e delle caratteristiche di innesco I. Marcatura 3.4.0.0 La marcatura delle lampade fornite dovrà essere conforme alle indicazioni relative alle lampade specificate ( si faccia riferimento alle Schede Tecniche allegate ), alle indicazioni della Norma CEI EN 60188 ( Sezione 3 ) ed alle schede tecniche corrispondenti alle tipologie specificate contenute nella norma medesima.

3.4.0.1 In particolare il bulbo di vetro di ciascuna lampada dovrà essere provvisto di marcatura leggibile ed indelebile indicante: i) Il marchio di origine ( potrà essere un marchio depositato, il nome del fabbricante o quello del venditore responsabile ) ii) Una sigla identificativa dello stabilimento di produzione iii) La potenza o la corrente Nominale ( marcata “ W”o “ A”) iv) Il mese e l’anno di fabbricazione II. Tubo di Vetro

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 12 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 3.4.0.2 La superficie totale del vetro delle lampade deve essere priva di difetti che possano pregiudicarne l'impiego. III. Dimensioni 3.4.0.3 Le dimensioni delle lampade dovranno essere conformi a quanto indicato nelle Schede Tecniche allegate ed ai limiti dimensionali indicati nei fogli delle caratteristiche relativi alle tipologie di lampade specificate, contenuti nella Norma CEI EN 60188. 3.4.0.4 La verifica delle dimensioni dovrà essere eseguita in base alle indicazioni della sezione 4 della norma medesima norma.

IV. Verifica degli Attacchi 3.4.0.5 Le dimensioni degli attacchi delle lampade dovranno essere conformi alle indicazioni della Norma CEI EN 60081 sezione 5 ed alle prescrizioni elencate dalla medesima Norma nelle schede relative a ciascuna tipologia di lampada specificata. V. Prova di Innesco 3.4.0.6 La verifica delle caratteristiche di innesco delle lampade deve essere eseguita in conformità con le prescrizioni della Norma CEI EN 60188 paragrafo 6. VI. Prova di Avviamento 3.4.0.7 La prova di avviamento dovrà essere eseguita in base alle indicazioni della Sezione 6 in Appendice B della Norma CEI EN 60188.

VII. Prova di Torsione 3.4.0.8 La prova di torsione delle lampade dovrà essere eseguita in conformità con le prescrizioni della Norma CEI EN 60188 in Appendice A. 3.4.1 Verifica dei Dati Nominali, misure iniziali, colore e prova di mantenimento del flusso luminoso 3.4.1.0 I dati nominali delle lampade dovranno essere conformi ai valori indicati nelle Schede Tecniche allegate e nei fogli delle caratteristiche relativi alle lampade specificate contenuti nella Norma CEI EN 60188. 3.4.1.4 Le prove di verifica dovranno essere eseguite in conformità con le prescrizioni della Norma CEI EN 60081.

VIII.

Prova di Mantenimento del Flusso Luminoso e verifica della vita media nominale della lampada

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 13 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 3.4.1.1 La misura del mantenimento del flusso e la verifica della vita media nominale delle lampade dovrà essere eseguita in base alle indicazioni della Norma CEI EN 60188. 3.4.1.2 La verifica della vita nominale delle lampade dovrà essere verificata in corrispondenza delle seguenti prescrizioni: • Per la verifica potranno essere impiegati alimentatori di mercato adeguati alle tensioni di alimentazione delle lampade • Nel corso della verifica la tensione di lampada dovrà essere stabilizzata entro il 2% • Le lampade dovranno essere sottoposte a cicli di funzionamento consecutivi ciascuno costituito da 12 ore di accensione, seguite da spegnimento di durata non inferiore a 15 minuti, sino a totalizzare il numero di ore accensione pari al valore della durata nominale • Nel corso della verifica che dovrà essere eseguita in accordo con le modalità previste dalla norma applicabile per la prova del flusso luminoso minimo iniziale, dovrà essere effettuata la misura del flusso luminoso dopo un numero di ore di accensione pari a 2000 e a 8000 ore.

3.4.1.3 La verifica della vita media nominale delle lampade sarà considerata superata se al termine della prova il numero di lampade difettose per le cause sottoelencate non supererà il valore di 4 unità. i) Mancato Innesco ii) Mancato Avviamento iii) Flusso Luminoso Intermittente iv) Flusso Luminoso inferiore al 90% di quello minimo iniziale prescritto dopo 2000 ore di funzionamento v) Flusso Luminoso inferiore al 60% dopo 8000 ore di funzionamento 3.5 Descrizione delle Prove di Accettazione 3.5.0 Per la marcatura, il tubo di vetro, le dimensioni, la verifica degli attacchi, la prova di innesco e la prova di avviamento valgono le prescrizioni descritte nei paragrafi relativi alle prove di Tipo.

XIII. Verifica della rispondenza al prototipo certificato 3.5.1 Dovrà essere verificata la rispondenza delle lampade destinate alla fornitura, ai corrispondenti campioni che hanno superato le Prove di Tipo. 3.5.2 Il Costruttore/Fornitore dovrà custodire almeno No.2 esemplari opportunamente marcati, di prototipi che hanno superato le Prove di Tipo.

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 14 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 4. PRESCRIZIONI DI FORNITURA 4.0 Imballaggi 4.0.0 I costi di imballaggio e di trasporto saranno a carico del Fornitore.

4.0.1 Le lampade dovranno essere fornite in imballi singoli e multipli. 4.0.2 All’ esterno di ciascuna confezione singola dovranno essere riportate con caratteri chiaramente leggibili le seguenti indicazioni: • Il Marchio CE • Il Nome del Costruttore • Il Tipo e la potenza della lampada 4.0.3 All’ esterno di ciascun imballo multiplo dovranno essere riportate con caratteri chiaramente leggibili le seguenti indicazioni: • Il Nome del Costruttore • La Sigla assegnata alle lampade dal Costruttore • Il Tipo e la potenza delle lampade • Il Numero dei pezzi contenuti • La Data di costruzione (trimestre ed anno) • La matricola Enel Sole ( si faccia riferimento alle Schede Tecniche allegate ) 4.0.4 Il carico e lo stivaggio su automezzi saranno a cura e spese del Fornitore.

4.1 Spedizioni 4.1.0 I costi di spedizione saranno a carico del Fornitore. 4.1.1 La consegna delle lampade dovrà avvenire nei modi e nei tempi indicati dalle corrispondenti Specifiche di Ordinazione.

4.1.2 E’responsabilità del Fornitore provvedere a sue spese alla sostituzione delle lampade danneggiate durante la consegna. 4.1.3 Per ogni spedizione il Fornitore dovrà indicare sulle Bolle di Consegna e sulle Fatture la dicitura: “ Collaudo di Accettazione a cura del Fornitore – Esito Favorevole “, comprensivo degli estremi del Certificato di Conformità emesso dal Fornitore al termine delle prove di accettazione ( numero e data ). 4.2 Garanzia 4.2.0 Il Fornitore è l’ unico garante nei confronti della So.l.e contro tutti i difetti di progettazione, di materiale e di costruzione e per eventuali danni derivati alle lampade a causa del trasporto a destinazione; lo stesso si impegna pertanto a garantire il perfetto

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 15 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale funzionamento delle lampade fornite per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di consegna. 4.2.1 Durante il periodo di garanzia il Fornitore dovrà effettuare, franco destino, o presso il magazzino dell ’Appaltatore, gratuitamente ed entro un tempo massimo di 1 mese dalla comunicazione della Enel Sole, tutte le sostituzioni necessarie a seguito di guasti sistematici.

4.2.2 Allo scopo si precisa che per guasti sistematici dovranno intendersi tutti quei guasti imputabili a difetti di progettazione, materiali e/o costruzione pari al 10% del lotto di fornitura indicato nelle Specifiche di Ordinazione e riferito a ciascuna tipologia di lampada specificata.

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 16 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 5.0 Scheda Tecnica No. 2 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 50W Matricola Enel Sole PRESCRIZIONI FISICHE L - Lunghezza Complessiva della Lampada dall' apice centrale dell' attacco ( elettrodo centrale all' apice estremo del bulbo ( mm) 130 D - Diametro Massimo del bulbo ( mm ) 56 Forma del Bulbo Ellissoidale Finitura Polverata Posizione di Funzionamento Universale PRESCRIZIONI MECCANICHE Attacco E27 Vita Media Nominale ( ore ) ≥ 9.000 CARATTERISTICHE ELETTRICHE Frequenza ( Hz ) 50 Potenza Nominale della Lampada ( W ) 50 Tensione di alimentazione della Lampada ( V ) 230 Corrente della Lampada ( A ) 0.6 CARATTERISTICHE LUMINOSE Flusso Luminoso Nominale ( lm ) 1800 ( min.

) Temperatura Prossimale del Colore ( K ) 4000 Indice di resa Cromatica Ra 50 ( min. )

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 17 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 6.0 Scheda Tecnica No. 3 Caratteristiche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 80W Codice Enel Sole LA080HGE27 PRESCRIZIONI FISICHE L - Lunghezza Complessiva della Lampada dall' apice centrale dell' attacco ( elettrodo centrale all' apice estremo del bulbo ( mm) 166 D - Diametro Massimo del bulbo ( mm ) 71 Forma del Bulbo Ellissoidale Finitura Polverata Posizione di Funzionamento Universale PRESCRIZIONI MECCANICHE Attacco E27 Vita Media Nominale ( ore ) ≥ 9.000 CARATTERISTICHE ELETTRICHE Frequenza ( Hz ) 50 Potenza Nominale della Lampada ( W ) 80 Tensione di alimentazione della Lampada ( V ) 230 Corrente della Lampada ( A ) 0.8 CARATTERISTICHE LUMINOSE Flusso Luminoso Nominale ( lm ) 3600( min.

) Temperatura Prossimale del Colore ( K ) 4000 Indice di resa Cromatica Ra 50 ( min. )

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 18 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 7.0 Scheda Tecnica No. 4 Caratteristiche Tecniche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 125W Codice Enel Sole LA125HGE27 PRESCRIZIONI FISICHE L - Lunghezza Complessiva della Lampada dall' apice centrale dell' attacco ( elettrodo centrale all' apice estremo del bulbo ( mm) 178 D - Diametro Massimo del bulbo ( mm ) 76 Forma del Bulbo Ellissoidale Finitura Polverata Posizione di Funzionamento Universale PRESCRIZIONI MECCANICHE Attacco E27 Vita Media Nominale ( ore ) ≥ 9.000 CARATTERISTICHE ELETTRICHE Frequenza ( Hz ) 50 Potenza Nominale della Lampada ( W ) 125 Tensione di alimentazione della Lampada ( V ) 230 Corrente della Lampada ( A ) 1.15 CARATTERISTICHE LUMINOSE Flusso Luminoso Nominale ( lm ) 6300( min.

) Temperatura Prossimale del Colore ( K ) 4000 Indice di resa Cromatica Ra 50 ( min. )

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 19 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 8.0 Scheda Tecnica No. 5 Caratteristiche Tecniche delle Lampade a Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 250W Codice Enel Sole LA250HGE40 PRESCRIZIONI FISICHE L - Lunghezza Complessiva della Lampada dall' apice centrale dell' attacco ( elettrodo centrale all' apice estremo del bulbo ( mm) 228 D - Diametro Massimo del bulbo ( mm ) 91 Forma del Bulbo Ellissoidale Finitura Polverata Posizione di Funzionamento Universale PRESCRIZIONI MECCANICHE Attacco E40 Vita Media Nominale ( ore ) ≥ 9.000 CARATTERISTICHE ELETTRICHE Frequenza ( Hz ) 50 Potenza Nominale della Lampada ( W ) 250 Tensione di alimentazione della Lampada ( V ) 230 Corrente della Lampada ( A ) 2.13 CARATTERISTICHE LUMINOSE Flusso Luminoso Nominale ( lm ) 13000( min.

) Temperatura Prossimale del Colore ( K ) 4000 Indice di resa Cromatica Ra 50 ( min. )

Codice di Classificazione: IN 01 SU 0002 2 Divisione Mercato Area di Business Illuminazione Pubblica SPECIFICHE TECNICHE UNIFICATE Pag. 20 di 20 Doc. IN 01 SU 0002 2 Uso Aziendale 9.0 Scheda Tecnica No. 6 Caratteristiche delle Lampade ai Vapori di Mercurio ad alta Pressione Potenza Nominale 400W Codice Enel Sole LA400HGE40 PRESCRIZIONI FISICHE L - Lunghezza Complessiva della Lampada dall' apice centrale dell' attacco ( elettrodo centrale all' apice estremo del bulbo ( mm) 292 D - Diametro Massimo del bulbo ( mm ) 122 Forma del Bulbo Ellissoidale Finitura Polverata Posizione di Funzionamento Universale PRESCRIZIONI MECCANICHE Attacco E40 Vita Media Nominale ( ore ) ≥ 9.000 CARATTERISTICHE ELETTRICHE Frequenza ( Hz ) 50 Potenza Nominale della Lampada ( W ) 400 Tensione di alimentazione della Lampada ( V ) 230 Corrente della Lampada ( A ) 3.25 CARATTERISTICHE LUMINOSE Flusso Luminoso Nominale ( lm ) 22000( min.

) Temperatura Prossimale del Colore ( K ) 4000 Indice di resa Cromatica Ra 50 ( min. )

Puoi anche leggere