FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L'ACQUISTO DELL'ABITAZIONE PRINCIPALE

 
 
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 1 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE

                                                          INFORMAZIONI SULLA BANCA


    Denominazione                                        BANCA CARIM – Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A.
    Sede legale:                                         P.za Ferrari 15 – 47921 Rimini
    Nr. di iscriz. Albo delle banche                     5175.5.0
    Codice ABI                                           06285
    Nr. di telefono                                      0541-701.111
    Nr. Fax                                              0541-701.337
    Sito Internet                                        www.bancacarim.it
    Indirizzo di posta elettronica:                      carim@bancacarim.it

OFFERTA FUORI SEDE – SOGGETTO COLLOCATORE:


Nome e Cognome _________________________________________________________________________
Qualifica _____________________________ Indirizzo ___________________________________________
Nr. Telefonico _________________________ E-mail _____________________________________________
Eventuale Albo a cui il soggetto è iscritto ______________________ N° Iscrizione _____________________



        CHE COS’È IL “MUTUO IPOTECARIO A PRIVATI” PER L’ACQUISTO DELL’ABITAZIONE
                                      PRINCIPALE

Il “Mutuo ipotecario a privati” per l’acquisto dell’Abitazione Principale è un finanziamento ipotecario a
medio/lungo termine riservato a persone fisiche e/o cointestazioni di persone fisiche (cosiddetto
“mutuatario”) che rivestono la qualifica di “consumatori”.
Ai sensi dell’articolo 3 del DLgs 206/2005 – Codice del Consumo, si definiscono “consumatori” le persone fisiche
che utilizzano il finanziamento per finalità estranee all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o
professionale eventualmente svolta.

I finanziamento viene richiesto per acquistare, ristrutturare o costruire un immobile ad uso abitativo
per il quale possono ricorrere i presupposti previsti dalla normativa fiscale per la qualifica quale
“prima casa”.
Il finanziamento può essere anche richiesto per surrogare o rifinanziare mutui già ottenuti per le
stesse finalità.

La concessione del finanziamento è subordinato all’iscrizione di ipoteca sull’immobile a favore di
Banca Carim (cosiddetto “mutuante”) a garanzia del rimborso del finanziamento stesso.
L’importo massimo finanziabile è, di norma, pari al:
• 50% per immobili commerciali e industriali, nonché per immobili residenziali per operazioni non
    di compravendita (ristrutturazione, liquidità, ecc…);
• 60% per immobili residenziali oggetto di compravendita.
Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 2 di 38

    FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
              DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
La durata massima del finanziamento è differenziata in relazione alla specifica tipologia di prodotto
scelto dal cliente e comunque compresa tra un minimo di 5 anni e 1 giorno e un massimo di 40
anni.
A seguito della stipula del mutuo, il mutuatario si impegna a restituire la somma ricevuta mediante il
pagamento, con cadenza mensile o semestrale, delle rate periodiche comprensive di quota
interessi e quota capitale. La quota capitale è determinata sulla base di un piano di
ammortamento sviluppato applicando il tasso previsto al momento della stipula, ferma restando
l’applicazione del tasso minimo previsto.
E’ prevista la sottoscrizione obbligatoria da parte del mutuatario di apposita polizza
assicurativa a copertura come minimo dei rischi di incendio, scoppio, fulmini, caduta di aerei, eventi
socio-politici relativi all’immobile sul quale viene iscritta ipoteca con una primaria Compagnia di
Assicurazione. Tale polizza deve esser vincolata a favore della banca stessa.
La sottoscrizione di un mutuo a tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea
con l’andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate derivanti
dall’andamento dei parametri di indicizzazione applicati.

Tra i principali rischi vanno considerati:
 RISCHI CONNESSI AI MECCANISMI DI INDICIZZAZIONE DEL TASSO: rispetto al tasso iniziale, il tasso di
   interesse può variare, alle scadenze prestabilite, secondo l’andamento di uno o più parametri di
   indicizzazione previsti nel contratto. L'operazione comporta per il mutuatario l'assunzione del
   rischio insito nell’andamento variabile del parametro di indicizzazione applicato, la cui
   determinazione è sottratta alla volontà della banca, ferma restando l’applicazione del tasso
   minimo previsto;
 RISCHI CONNESSI ALLA FISSITA’ DEL TASSO: rispetto al tasso iniziale, il tasso di interesse non può
   variare. L'operazione comporta per la clientela l'assunzione del rischio di non beneficiare delle
   eventuali fluttuazioni al ribasso dei tassi registrati sui mercati finanziari;
 RISCHI CONNESSI ALLA VARIAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE APPLICATE: variazioni in senso
   sfavorevole per il mutuatario delle commissioni e/o delle spese applicate al finanziamento in
   presenza di un “giustificato motivo”, previa comunicazione scritta al mutuatario. La modifica si
   intende approvata se il mutuatario non recede dal contratto entro 2 mesi dalla ricezione della
   comunicazione. Il mutuatario ha diritto di recedere senza spese e di ottenere l’applicazione, in
   sede di liquidazione del rapporto , delle condizioni precedentemente praticate

PER SAPERNE DI PIÙ:
E’ POSSIBILE CONSULTARE LA “GUIDA PRATICA AL MUTUo”, che aiuta a orientarsi nella scelta. La guida è
disponibile sul sito di Banca d’Italia (www.bancaditalia.it), oppure presso tutte le filiali di Banca
Carim e sul sito www.bancacarim.it.




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 3 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                    DOCUMENTO INFORMATIVO DELL’OFFERTA COMMERCIALE
                                             PER MUTUI IPOTECARI A PRIVATI

Il presente documento riepiloga le principali caratteristiche economiche e funzionali relative ai
finanziamenti ipotecari per l’acquisto della abitazione principale che costituiscono l’offerta commerciale
di BANCA CARIM. Per il dettaglio delle condizioni applicate si rimanda ai singoli Fogli Informativi disponibili in filiale.


    ULTIME RILEVAZIONI DEI PARAMETRI DI RIFERIMENTO UTILIZZATI
                                                      Parametro                                                                      Data       Valore
Media aritmetica del tasso EURIBOR a 6 mesi (base 365) come pubblicata da “Il Sole 24 Ore”,                                      01/05/2014     0,500%
rilevata nel mese antecedente quello di erogazione o di inizio maturazione di ciascuna rata                                       01/04/2014    0,500%
posticipata, arrotondata allo 0,125 superiore.                                                                                    01/03/2014    0,375%
Tasso applicato alle operazioni di rifinanziamento principale dell’Eurosistema definito dalla Banca                              10/09/2014     0,050%
Centrale Europea, rilevato nel mese precedente la stipula o l’inizio maturazione di ciascuna rata                                 11/06/2014    0,150%
posticipata.                                                                                                                      13/11/2013    0,250%
I.R.S. (Interest Rate Swap) Lettera con scadenza 10 anni, come pubblicato da “Il Sole 24 Ore”,                                   01/02/2015     0,750%
rilevato l’ultimo giorno lavorativo del mese precedente la data di stipula del finanziamento                                      01/01/2015    0,8500%
arrotondato allo 0,05 superiore.                                                                                                  01/12/2014    0,9500%
I.R.S. (Interest Rate Swap) Lettera con scadenza 15 anni, come pubblicato da “Il Sole 24 Ore”,                                   01/02/2015     1,000%
rilevato l’ultimo giorno lavorativo del mese precedente la data di stipula del finanziamento                                      01/01/2015    1,200%
arrotondato allo 0,05 superiore.                                                                                                  01/12/2014    1,350%
I.R.S. (Interest Rate Swap) Lettera con scadenza 20 anni, come pubblicato da “Il Sole 24 Ore”,                                   01/02/2015     1,150%
rilevato l’ultimo giorno lavorativo del mese precedente la data di stipula del finanziamento                                      01/01/2015    1,350%
arrotondato allo 0,05 superiore.                                                                                                  01/12/2014    1,550%
                                                                                                                                 01/07/2014     0,690%
IRS lettera a 5 anni, come pubblicato da “Il Sole 24 Ore”, rilevato l’ultimo giorno lavorativo del
                                                                                                                                  01/06/2014    0,760%
penultimo mese precedente la stipula del finanziamento.
                                                                                                                                  01/05/2014    0,970%
                                                                                                                                 01/07/2014     1,460%
IRS lettera a 10 anni, come pubblicato da “Il Sole 24 Ore”, rilevato l’ultimo giorno lavorativo del
                                                                                                                                  01/06/2014    1,550%
penultimo mese precedente la stipula del finanziamento.
                                                                                                                                  01/05/2014    1,760%

Prima della conclusione del contratto è consigliabile prendere visione del piano di ammortamento personalizzato
allegato al documento di sintesi.




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 4 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE

                                                                  SERVIZI ACCESSORI

    POLIZZE ASSICURATIVE                         SE ACQUISTATE ATTRAVERSO LA BANCA
    OBBLIGATORIE
    CHIARA INCENDIO                              La polizza Incendio e scoppio di Chiara Assicurazioni offre ai sottoscrittori di un mutuo su
                                                 immobili aventi destinazione abitativa e residenziale o finalizzati ad uso ufficio o studi
                                                 professionali una tutela in caso di gravi danni che l’immobile possa subire. La garanzia
                                                 copre:
                                                 Sezione 1. Incendio, esplosione e scoppio Limite massimo assicurabile: € 1.000.000
                                                 Copre i danni determinati da eventi come incendio, scoppio, esplosione, fulmine, caduta
                                                 aeromobili, fumo fuoriuscito a seguito di guasto agli impianti di riscaldamento.
                                                 Sono inoltre garantite le spese di demolizione, sgombero, trasporto e smaltimento.
                                                 Sezione 2. Eventi naturali e garanzie accessorie:
                                                 a) uragani, bufera, tempesta, vento e cose da esso trascinate, tromba d'aria, grandine;
                                                 b) sviluppo di fumi, gas, vapori, da mancata od anormale produzione o distribuzione di
                                                 energia elettrica, termica o idraulica, da mancato o anormale funzionamento di
                                                 apparecchiature elettroniche, di impianti di riscaldamento o di condizionamento, da
                                                 colaggio o fuoriuscita di liquidi purché conseguenti agli eventi di cui sopra che abbiano
                                                 colpito il fabbricato assicurato oppure beni posti nell'ambito di 20 metri da esso;
                                                 c) sovraccarico di neve
                                                 d) rottura, derivante dal gelo, di tubazioni e condutture di impianti idrici, igienico sanitari,
                                                 di riscaldamento o condizionamento al servizio del fabbricato.
                                                 Eventi sociopolitici:
                                                 e) tumulti popolari, scioperi e sommosse; atti vandalici o comunque dolosi compresi quelli
                                                 conseguenti a esplosione o scoppio causati da ordigni esplosivi; sabotaggio; guasti o le
                                                 rotture causati al fabbricato assicurato dai ladri in occasione di furto tentato o consumato
                                                 Durata della polizza
                                                 La durata è pari alla durata del mutuo
                                                 COSTI
                                                 La polizza prevede un premio unico anticipato.

                                                      TABELLA "Tassi Lordi" (pro-mille)
                                                                Piano di       Piano di
                                                     Anni     adesione A      adesione B
                                                               Sez 1 e 2        Sez 1
                                                           1           0,46           0,26
                                                           2           0,90           0,52
                                                           3           1,35           0,77
                                                           4           1,77           1,01
                                                           5           2,19           1,26
                                                           6           2,62           1,49
                                                           7           3,02           1,73
                                                           8           3,42           1,96
                                                           9           3,81           2,26
                                                          10           4,18           2,40
                                                          11           4,56           2,62
                                                          12           4,93           2,83
                                                          13           5,29           3,03
                                                          14           5,65           3,24
                                                          15           5,99           3,43
                                                          16           6,33           3,64
                                                          17           6,66           3,83
                                                          18           6,99           4,01
                                                          19           7,31           4,20


Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                               Pagina 5 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                                           20              7,62               4,39
                                                           21              7,93               4,56
                                                           22              8,24               4,73
                                                           23              8,53               4,90
                                                           24              8,82               5,07
                                                           25              9,11               5,23
                                                           26              9,38               5,39
                                                           27              9,66               5,54
                                                           28              9,92               5,70
                                                           29             10,18               5,86
                                                           30             10,45               6,00
    CHIARA CASA SICURA                           La Polizza Casa Sicura di Chiara Assicurazioni offre la protezione della casa dai danni che
                                                 possono colpire l’abitazione e quanto in essa contenuto.
                                                 In particolare la garanzia copre:
                                                -     Incendio fabbricato e contenuto: danni arrecati al fabbricato ed al contenuto
                                                      dell’abitazione con un massimale unico,
                                                -     Tutela legale: assistenza stragiudiziale e giudiziale per le controversie relative
                                                      all’immobile assicurato (es. una tegola si stacca dal tetto di casa dell’Assicurato e
                                                      cade su un passante che a causa dell’impatto muore; l’assicurato può nominare un
                                                      legale di fiducia per difendersi in sede penale, quale indagato per omicidio colposo)
                                                -     Furto (garanzia opzionale): copre il contenuto del rischio di furto, rapina e,
                                                      estorsione.
                                                 Altri servizi offerti
                                                 La polizza garantisce all’assicurato altresì l’accesso ad una centrale operativa che
                                                 provvede ad organizzare ed erogare servizi di assistenza riguardanti l’abitazione
                                                 assicurata (servizio di ricerca e invio artigiani in caso di urgenza, ripristino abitabilità,
                                                 sistemazione in albergo in caso di inagibilità dell’abitazione, rientro anticipato
                                                 dell’assicurato in caso di sinistro.
                                                 Durata della polizza
                                                 Annuale con tacito rinnovo
                                                 COSTI
                                                 La polizza incendio fabbricato e contenuto prevede un massimale unico, nella forma “a
                                                 primo rischio assoluto”.
                                                 Il premio è frazionabile senza aggravio di costi (pagamento annuale o mensile).


                                                       Sezione                  Piano 1            Piano 2             Piano 3            Piano 4
                                                   Incendio                    240.000 €          180.000 €           120.000 €           60.000 €
                                                   Tutela Legale                5.000 €            5.000 €             5.000 €             5.000 €
                                                   Assistenza                      X                  X                   X                   X
                                                   Premio Lordo
                                                                                   € 30               € 25                   € 20           € 15
                                                   Mensile

                                                   Furto opzionale              15.000 €           10.000 €            5.000 €             2.500 €
                                                   Premio Lordo
                                                   Mensile                    € 30 furto         € 20 furto           €10 furto           € 5 furto
                                                   opzione Furto

                                                   PREMIO LORDO
                                                                                   € 60               € 45                   € 30           € 20
                                                      TOTALE




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                             Pagina 6 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
    SYSTEMA                                      Il prodotto "Polizza Incendio" consiste in una copertura assicurativa, a premio unico
    ASSICURAZIONI-                               anticipato che deve essere abbinata alle operazioni di prestito con garanzia ipotecaria, per
    POLIZZA INCENDIO                             le quali, come noto, è prevista l'acquisizione di una copertura assicurativa vincolata a
                                                 favore della Banca, a fronte dei rischi che gravano sull'immobile oggetto di ipoteca.
                                                 L'ambito di applicazione del prodotto è costituito dai prestiti con garanzia ipotecaria di
                                                 nuova stipula o in corso di ammortamento, per i quali l'ipoteca gravi su fabbricati costruiti
                                                 o in fase di costruzione o in ristrutturazione, adibiti o da adibire a civile abitazione - studio
                                                 professionale - esercizi commerciali al dettaglio - alberghi.

                                                 COSTI
                                                 Premio unico      e anticipato per tutta la durata del mutuo:
                                                 - € 1,14 ogni     € 1.000 per prestiti aventi durata >5 e 10 e 15 e  20 e
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 7 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                                       o  Inabilità temporanea totale da infortunio e malattia (per i Lavoratori
                                                          Autonomi e Dipendenti di Ente Pubblico)
                                                     o    Ricovero ospedaliero(per i non lavoratori)
                                                     o    Perdita del posto di lavoro (per i lavoratori Dipendenti di Ente Privato)
                                                 Debito Residuo: min € 10.000 max € 500.000 (garanzie Morte e IPT)
                                                 Rata di debito: max € 1.500 (garanzie PI, ITT, RO)
                                                 Durata
                                                 La copertura assicurativa è abbinabile a mutui con durate massime di 30 anni.
                                                 La durata della copertura assicurativa coincide con la durata prevista dal piano di
                                                 ammortamento del Mutuo, con il massimo di 30 anni.
                                                 Per le garanzie della Sezione “Protezione della rata del mutuo” la durata massima. è pari a 10 ann
                                                 Limiti di età
                                                       -   L’età minima di ingresso è 18 anni anagrafici.
                                                       -   L’età massima in ingresso è di 73 anni (assicurativi).
                                                       -   L’età a scadenza non potrà essere pari o superiore a 75 anni (assicurativi).
                                                 COSTI
                                                 Premio unico anticipato, pari al 3,90% del capitale assicurato.
    CHIARA MUTUO                                 La polizza CPI (credit protection insurance) di Chiara Assicurazioni prevede
    PROTETTO A PREMIO                            specifiche garanzie assicurative danni da abbinare al mutuo chirografario al
    ANNUO                                        verificarsi di situazioni gravi, come la morte o l’Invalidità Permanente Totale, o
                                                 impreviste, quali la perdita involontaria dell’impiego, l’inabilità totale temporanea,
                                                 il ricovero ospedaliero da infortunio e malattia
                                                 La polizza è abbinabile anche ai mutui in corso ed è ideale x
                                                 accolli/surroghe.
                                                 Il capitale assicurato può essere inferiore o uguale all’importo erogato
                                                 (mutui nuovi) o al Debito residuo risultante al momento dell’adesione
                                                 (mutui in corso).
                                                 Il Minimo Assicurabile è pari a € 10.000.
                                                 Il Massimo Assicurabile è pari a € 500.000.
                                                 Il prodotto si compone di due sezioni:
                                                       •   Infortuni Mutuatari – protezione del Debito Residuo (max €
                                                           500.000):
                                                       o   Morte da infortunio.
                                                       o   Invalidità Permanente di grado pari o superiore al 60% a
                                                           seguito di infortunio all’Assicurato.
                                                       •   CPI a protezione della rata (max € 2.000 – max12 rate per
                                                           sinistro):
                                                       o   Inabilità temporanea totale da infortunio e malattia (per i
                                                           Lavoratori Autonomi e Dipendenti di Ente Pubblico)
                                                       o   Ricovero ospedaliero(per i non lavoratori)
                                                       o   Perdita del posto di lavoro (per i lavoratori Dipendenti di Ente
                                                           Privato)
                                                   Limiti di età
                                                         - L’età minima di ingresso è 18 anni anagrafici.
                                                         - L’età massima alla sottoscrizione è di 69 anni non compiuti
                                                         - L’età massima in caso di rinnovo è 75 anni non compiuti.
                                                   Durata: annuale con tacito rinnovo
                                                 COSTI
                                                 Premio frazionabile senza caricamenti aggiuntivi (annuale – bimestrale –
                                                 trimestrale – quadrimestrale – semestrale – mensile).
                                                 Tasso lordo pari al 2,90 per mille del Capitale Assicurato;
                                                 Sezione Infortuni mutuatari: 0,90 per mille del capitale da assicurare;
                                                 Sezione CPI-Protezione della rata: 2 per mille del capitale da assicurare.


Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 8 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
    PROTEZIONE                 MUTUO-            La polizza “Protezione Mutuo” è un prodotto assicurativo da proporre alla clientela che
    CATTOLICA                                    stipula un contratto di mutuo ipotecario.
                                                 Il contratto assicurativo è strutturato nella forma della polizza cumulativa, dove la Banca
                                                 è il contraente e il cliente diventa titolare della polizza firmando il modulo di adesione,
                                                 assumendo così la figura dell’assicurato.
                                                 Il prodotto consente di proporre alla clientela di proporre tre versioni della polizza
                                                 (pacchetto A-B-C) nelle quali è possibile una combinazione di coperture danni e vita.
                                                 Pacchetto A (solo “Danni”) che comprende le seguenti coperture:
                                                 - inabilità totale temporanea da infortunio o malattia (qualora l’assicurato sia lavoratore
                                                 autonomo o lavoratore dipendente di ente pubblico);
                                                 - disoccupazione (qualora l’assicurato sia lavoratore dipendente di ente privato),
                                                 - ricovero ospedaliero (qualora l’assicurato sia non lavoratore).
                                                 Pacchetto B (“Danni” + “Vita”) che comprende le seguenti coperture:
                                                 - inabilità totale temporanea da infortunio o malattia (qualora l’assicurato sia lavoratore
                                                 autonomo o lavoratore dipendente di ente pubblico);
                                                 - disoccupazione (qualora l’assicurato sia lavoratore dipendente di ente privato),
                                                 - ricovero ospedaliero (qualora l’assicurato sia non lavoratore);
                                                 - decesso (per qualsiasi tipologia);
                                                 - invalidità totale permanente da infortunio (pari o superiore al 60% sulla base della
                                                 tabella INAIL per qualsiasi tipologia).
                                                 Pacchetto C (solo “Vita”) che comprende le seguenti coperture:
                                                 - decesso (per qualsiasi tipologia);
                                                 - invalidità totale permanente da infortunio (pari o superiore al 60% sulla base della
                                                 tabella INAIL, per qualsiasi tipologia).
                                                 COSTI
                                                 Il premio unico anticipato varia in base al pacchetto scelto:
                                                 - Pacchetto A = CAPITALE RICHIESTO x 1,30%. Tutela i primi 10 anni, rimborsa le rate se
                                                 l’assicurato non può lavorare a causa di:
                                                 Inabilità temporanea totale da infortunio o malattia
                                                 Disoccupazione
                                                 Ricovero ospedaliero
                                                 - Pacchetto B = COSTO PACCHETTO A + CAPITALE RICHIESTO x 0,021% x n° MESI.
                                                 Rimborsa il debito residuo in caso di:
                                                 Morte
                                                 Invalidità permanente totale da infortunio
                                                 Rimborsa le rate se l’assicurato non può lavorare a causa di:
                                                 Inabilità temporanea da malattia o infortunio
                                                 Disoccupazione
                                                 Ricovero ospedaliero
                                                 - Pacchetto C = CAPITALE RICHIESTO x 0,021% x n° MESI. La durata della copertura è
                                                 pari alla durata della vita del mutuo. Rimborsa il debito residuo in caso di:
                                                 Invalidità totale permanente da infortunio
                                                 Morte
    WARRANT EURIBOR CAP                          I Warrant Euribor CAP sono strumenti finanziari derivati in base ai quali l’investitore, a
                                                 fronte di un pagamento di un importo in Euro (prezzo d’acquisto), consegue il diritto a
                                                 ricevere, alle date stabilite (frequenza), un importo in Euro, il cui ammontare dipende dal
                                                 valore        dell’attività      sottostante        (se        sottostante     >      strike).
                                                 Offre copertura contro il rialzo dei tassi, a fronte di un determinato evento (aumento dei
                                                 tassi),    consente       di  ottenere     un     “risarcimento”     (cedola  del   warrant).
                                                 Il detentore di un mutuo a tasso variabile che compra un Warrant Euribor Cap, trasforma
                                                 sinteticamente il proprio debito a tasso variabile in un debito a tasso fisso per tutti i
                                                 periodi di riferimento in cui l’Euribor 3 mesi è superiore allo strike.
                                                 Il cliente acquista un CAP sul tasso Euribor a 3 mesi in forma cartolarizzata (Warrant).
                                                 Al superamento di un certo livello dell’Euribor 3 mesi, il Warrant corrisponde al cliente -
                                                 trimestralmente - la differenza fra il livello dell’Euribor 3 mesi e lo strike prefissato. Ad
                                                 ogni scadenza periodica verrà pagato un importo, se positivo, pari al nominale di
                                                 riferimento del periodo (VN) moltiplicato per la differenza tra il livello di riferimento
                                                 dell’Euribor (LR) e lo strike e moltiplicato per i giorni del periodo.

Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                          Pagina 9 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                                 COSTI
                                                 Vengono comunicati mensilmente i prezzi di emissione direttamente dalla società.
                                                 Tali prezzi si possono consultare direttamente in filiale.
    SCACCIAPENSIERI–                             BAP SCACCIAPENSIERI è una polizza temporanea caso morte appartenente al Ramo I.
    TEMPORANEA CASO                              Il prodotto è legato alla durata della vita umana e prevede la liquidazione del capitale
    MORTE                                        assicurato a favore del Beneficiario in caso di premorienza dell'Assicurato nel corso della
                                                 durata contrattuale.
                                                 COSTI
                                                 L'assicurazione sarà prestata dalla Compagnia mediante l'applicazione della tariffa di
                                                 assicuazione TCM scelta dal contraente e precisamente:
                                                 tariffa A: a premio unico e a capitale assicurato costante
                                                 tariffa B: a premio annuo costante e capitale assicurato costante
                                                 tariffa C: a premio annuo costante limitato e capitale decrescente linearmente



                                                           ALTRE SPESE DA SOSTENERE

Al momento della stipula del mutuo il mutuatario può sostenere costi relativi a servizi prestati da terzi quali:

    VOCE DI COSTO                                DESCRIZIONE
    PERIZIA TECNICA                              E’ richiesta la valutazione dell’immobile oggetto di ipoteca, tramite il Servizio valutazioni
                                                 Immobiliari di Re Valuta s.p.a. Il costo della perizia è a carico del richiedente (in caso di
                                                 surroga il costo è a carico della Banca).Vengono definite:
                                                 - “Perizie Retail” le perizie effettuate su:
                                                    • singoli immobili residenziali ovvero commerciali con un valore stimato in
                                                        sede di richiesta fino a € 2 Mln;
                                                    • immobili ad uso terziario con superficie fino a 300 mq;
                                                    • immobili ad uso industriale fino a 1.000 mq;
                                                    • terreni e terreni con prevista la realizzazione di una unica unità immobiliare
                                                        di valore fino a € 1 Mln
                                                 - “Perizie Corporate”: le perizie effettuate su:
                                                    • singoli immobili residenziali con un valore stimato in sede di richiesta
                                                        superiore a € 2 Mln ovvero complessi residenziali;
                                                    • tutti gli immobili ad uso non residenziale con qualsiasi destinazione d’uso
                                                        (anche edifici ricettivi e speciali) ad esclusione di:
                                                        o immobili commerciali con valore stimato fino a € 2 Mln;
                                                        o immobili ad uso terziario con superficie fino a 300 mq;
                                                        o immobili ad uso industriale fino a 1.000 mq.
                                                    • Terreni con le seguenti specifiche:
                                                        o Agricoli: in questo caso oggetto della perizia è la valutazione del compendio
                                                            immobiliare agrario o agricolo (categoria catastale D10 o similare);
                                                        o Solo terreno: oggetto della perizia è un terreno con una potenzialità
                                                            edificatoria per un valore superiore a € 1 Mln;
                                                        o Terreni edificabili oggetto di interventi edilizi: il costo è calcolato in
                                                            funzione del valore del prodotto edilizio ultimato. Rientrano in tale categoria
                                                            tutte le perizie relative a terreni con finalità non residenziale e quelli con
                                                            finalità residenziale qualora l’immobile da costruire presenti un valore
                                                            superiore a € 1 Mln.
                                                 COSTO PERIZIA RETAIL
                                                 -Standard Retail e SAL Retail iniziale ..................................................... euro 244,00
                                                 -SAL Retail successivi ......................................................................... euro 158,60
                                                 COSTO PERIZIA CORPORATE (costo in funzione del valore dell’immobile):
                                                 -fino a € 250.000 .............................................................................. euro 363,00
                                                 -da € 250.001 a € 500.000 ................................................................. euro 713,90
                                                 - da € 500.001 a € 750.000 ................................................................ euro 883,30
                                                 - da € 750.001 a € 1.000.000 ........................................................... euro 1.645,60

Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                         Pagina 10 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                                 - da € 1.000.001 a € 5.000.000 ......................................................... euro 2.178,00
                                                 - da € 5.000.001 a € 10.000.000 ....................................................... euro 2.420,00
                                                 - da € 10.000.001 a € 15.000.000 ..................................................... euro 2.662,00
                                                 - da € 15.000.001 a € 25.000.000 ..................................................... euro 3.146,00
                                                 - oltre € 25.000.000 ……………………………………………………………………………………….Su preventivo
                                                 Per verifiche successive del bene, con sopralluogo………. -40% rispetto perizia Sal iniziale
    ASSICURAZIONE IMMOBILE                       E’ richiesta la sottoscrizione obbligatoria di una polizza assicurativa, con primaria
                                                 compagnia di assicurazione, che preveda la copertura, per tutta la durata del mutuo,
                                                 almeno dei rischi di incendio, scoppio, fulmini, caduta di aerei, eventi socio-politici per
                                                 un importo come minimo pari a quanto comunicato dalla Banca. Tale polizza dovrà
                                                 essere vincolata a favore della Banca stessa con pagamento da parte della parte
                                                 mutuataria di premio “una tantum” oppure “ricorrente” (secondo le norme che regolano
                                                 le condizioni generali di assicurazione). Il valore da assicurare viene indicato dalla Banca
                                                 medesima.
                                                 COSTI
                                                 vedere riquadro SERVIZI ACCESSORI -OBBLIGATORI
    IMPOSTA SOSTITUTIVA                          Nella misura rispettivamente dello:
                                                 - 0,25% dell’importo erogato quale misura ordinaria;
                                                 - 2,00% dell’importo erogato nel caso di acquisto, costruzione o ristrutturazione di
                                                   immobili ad uso abitativo e delle relative pertinenze per le quali non sussistono i
                                                   requisiti di prima casa d’abitazione (rif. D.L. 168/2004 convertito nella Legge 191/2004)..
    ADEMPIMENTI NOTARILI                         Nella misura indicata dal professionista prescelto sulla base delle tariffe vigenti e dei
                                                 costi da sostenere per gli adempimenti di segreteria

                                                                   TEMPI DI EROGAZIONE

    DURATA    DELL’ISTRUTTORIA                    Massimo 90 giorni di calendario dalla data di presentazione, da parte del
                                                  mutuatario, di tutta la documentazione completa prevista per l’istruttoria.
    DISPONIBILITÀ DELL’IMPORTO                    Massimo 30 giorni di calendario dalla data di stipula del finanziamento (nel caso di
                                                  erogazione non contestuale alla stipula) previa presentazione, da parte del mutuatario,
                                                  di tutta la documentazione prevista.


    ESTINZIONE ANTICIPATA, PORTABILITA’, RISOLUZIONE E DECADENZA E RECLAMI
Estinzione anticipata
Il mutuatario può estinguere anticipatamente in tutto o in parte il mutuo con la restituzione oltre che
dal capitale residuo alla data, anche della quota interessi maturata. L’estinzione totale comporta la
chiusura del rapporto con la restituzione del capitale ancora dovuto - tutto insieme - prima della
scadenza del mutuo.
L'estinzione anticipata parziale determina l'abbattimento del debito residuo del finanziamento (pari
all'importo versato) con calcolo del conguaglio degli interessi, che viene imputato sulla rata
successiva a quella in corso, secondo la seguente formula:
(importo versato x gg. intercorrenti fra la data di versamento e la scadenza della rata x tasso)/365.
Esempio: capitale residuo 100.000, tasso 5,00 , differenza giorni 15, importo versato 5.000
(5.000 x 15 x 5)/365 = euro 10,27

Portabilità del mutuo
Con la cosiddetta “portabilità del mutuo” (art. 120-quater T.U.B.- Surrogazione nei contratti di
finanziamenti) la nuova Banca creditrice eroga al mutuatario il finanziamento necessario per
l’estinzione del mutuo in essere presso la Banca originaria.


Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                         Pagina 11 di 38

    FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
              DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
La normativa richiamata in particolare, dispone al comma 9)a-bis che le disposizioni sulla portabilità
si applicano ai soli contratti di finanziamento conclusi tra intermediari bancari e finanziari con
persone fisiche e microimprese (come definite all’art.1del d.lgs 27/01/2011 n.11). Viene definita
come micro-impresa, quella il cui organico si inferiore a 10 persone e il cui fatturato o il totale di
bilancio annuale non superi 2 milioni di euro”, ovvero una impresa che possiede i requisiti previsti
dalla raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003, vigente alla data di
entrata in vigore del presente decreto (requisiti individuati con decreto del Ministro dell’economia e
delle finanze attuativo delle misure adottate dalla Commissione europea ai sensi dell’articolo 84,
lettera b), della direttiva 2007/64/CE).

Nel caso in cui, per rimborsare il mutuo contratto, ottenga un nuovo finanziamento da un’altra
banca/intermediario in surroga al presente, il cliente non è tenuto a sostenere neanche
indirettamente alcun costo (ad esempio commissioni, spese, oneri o penali). Il nuovo contratto
mantiene i diritti e le garanzie del vecchio (ad esempio l’ipoteca è trasferita senza formalità a favore
della nuova Banca) ed il mutuatario può trattare condizioni (quali tasso applicato e durata) nuove
rispetto a quelle previste dal mutuo originario.

Tempi Massimi di chiusura del rapporto contrattuale
Il rapporto viene estinto entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta di estinzione da parte del cliente.

Risoluzione e decadenza
1. La Banca ha diritto di risolvere il contratto, ai sensi dell'art. 1456 Cod. Civ., mediante
comunicazione inviata per iscritto alla Parte Mutuataria, qualora:
a) ricorra, nei mutui fondiari, l'ipotesi di ritardato pagamento ai sensi dell'art. 40 comma secondo del
D.Lgs. n. 385/1993 (“La banca può invocare come causa di risoluzione del contratto il ritardato
pagamento quando lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine
costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla
scadenza della rata.”);
b) si verifichi il mancato pagamento, protrattosi per 180 giorni, di una rata del mutuo stesso. La
presente clausola risolutiva opererà anche se detta rata risulti solo in parte pagata ed anche se la
stessa sia composta di soli interessi;
c) la Parte Mutuataria abbia impiegato in tutto o in parte le somme ricevute a mutuo per scopi diversi
da quelli contrattualmente dichiarati e stabiliti;
d) risultassero, sui beni concessi in garanzia, altri gravami oltre a quelli enunciati in contratto,
ovvero, sempre con riguardo ai beni cauzionali, risultasse che la Parte Mutuataria o l'eventuale terzo
garante avessero taciuto debiti per tributi, prestazioni di qualsiasi natura e tasse aventi prelazione
sul credito della Banca, ovvero misure sanzionatorie per effetto di opere edilizie, installazione di
impianti, od altro, eseguite senza le prescritte autorizzazioni;
e) al verificarsi di un incendio o altro sinistro coperto da polizza assicurativa vincolata a favore della
Banca negli immobili ipotecati, non si fosse provveduto a darne avviso alla Banca nei termini stabiliti
dalla polizza assicurativa;
f) la Parte Mutuataria non fornisca l'integrazione di garanzia ritenuta congrua dalla Banca nei casi
previsti;
g) la Parte Mutuataria subisca protesti o compia e/o subisca atti, durante la vita del mutuo, che
diminuiscano la sua consistenza patrimoniale ovvero quando la Parte Mutuataria sia assoggettata a


Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                         Pagina 12 di 38

    FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
              DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
una qualunque procedura concorsuale ovvero ricorra a piani di risanamento o accordi di
ristrutturazione o concordati stragiudiziali;
h) non si sia mantenuta in vigore l'assicurazione per tutta la durata del mutuo, presso primaria
Compagnia operante sul territorio italiano e con vincolo a favore della Banca;
i) i beni oggetto di garanzia subiscano procedimenti conservativi o esecutivi o ipoteche giudiziali;
l) la documentazione prodotta, le dichiarazioni e le comunicazioni fatte alla Banca, in ogni fase e
stato del presente rapporto, non risultino veritiere;
m) la Parte Mutuataria non adempia agli obblighi ed ai doveri contrattualmente previsti.
2. Inoltre, la Parte Mutuataria, qualora sia costituita in forma di società, prende atto ed accetta che
costituisce giusta causa di risoluzione di diritto del contratto di mutuo il fatto che i soci, che hanno
assunto nei confronti della Banca, che ha concesso il mutuo alla Parte Mutuataria, l’espresso impegno
a mantenere immutata la propria partecipazione nella società finanziata, abbiano disposto delle
azioni/quote a favore di terzi senza che ricorresse il preventivo assenso scritto da parte della Banca
stessa.
3. Al verificarsi di una delle ipotesi previste all'art. 1186 Codice Civile, la Banca avrà diritto di
dichiarare la decadenza dal beneficio del termine nei confronti della Parte Mutuataria e dei Garanti.
4. In entrambi i casi la Banca avrà il diritto di esigere l'immediato rimborso di quanto dovuto per
capitale, interessi, anche di mora nella misura contrattualmente stabiliti, spese ed accessori tutti.

Tempi massimi di chiusura
A fronte della richiesta del Cliente di estinzione del rapporto, qualora non siano presenti anomalie, la
Banca si impegna a dar corso alla richiesta entro massimo 15 giorni lavorativi.

Reclami
•    Il Cliente può presentare reclamo alla Banca:
     -      con consegna agli sportelli delle Filiali della Banca;
     -      a mezzo posta ordinaria o raccomandata, all’indirizzo:
            BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A.
            SEDE CENTRALE – Customer Care e Reclami
            Oggetto "Reclamo"
            P.zza Ferrari 15 – 47921 Rimini RN
     -      tramite posta elettronica all’indirizzo: reclami@bancacarim.it;
     -      tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: reclami@pec.bancacarim.it;
     -      tramite fax al numero 0541-701.294.
•    La Banca è tenuta a rispondere entro 30 giorni dal ricevimento nel caso di reclamo relativo ad
     operazioni e servizi bancari e finanziari ovvero entro 90 giorni nel caso di reclamo relativo ai
     servizi e alle attività di investimento.
•    Se non è soddisfatto dalla risposta della Banca o se non ha avuto risposta entro i termini di cui
     sopra, prima di ricorrere al giudice, il Cliente, può rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario
     (A.B.F.). Per sapere come rivolgersi all’arbitro si può:
     -      consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it;
     -      rivolgersi alle sedi dell’A.B.F. (i) Segreteria tecnica del Collegio di Milano, Via Cordusio, 5
     - 20123 Milano (Telefono: 02-724241); (ii) Segreteria tecnica del Collegio di Roma, Via Venti
     Settembre, 97/e - 00187 Roma (Telefono: 06-47921); (iii) Segreteria tecnica del Collegio di
     Napoli, Via Miguel Cervantes, 71 - 80133 Napoli (Telefono: 081-7975111);
     -      chiedere alla Banca;
     -      chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia.
Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

         Data release 04/02/2015                                      N° release 0013                                         Pagina 13 di 38

      FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
                DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
•         Prima di far ricorso all’Autorità Giudiziaria, il Cliente e la Banca possono rivolgersi a:
          -   l’Organismo di conciliazione presso il Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la
              soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. Le condizioni e le
              procedure      sono     definite    nel     relativo     Regolamento,    disponibile   sul sito
              www.conciliatorebancario.it ;
          -   oppure un altro Organismo iscritto nell’apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia
              e specializzato in materia bancaria e finanziaria.



                                                                             LEGENDA
    Accollo                             Contratto tra il debitore e una terza persona che si impegna a pagare il debito al creditore.
                                        Nel caso del mutuo, chi acquista un immobile gravato da ipoteca si impegna a pagare
                                        all’intermediario, cioè “si accolla”, il debito residuo del mutuo.
    Ammortamento                        Processo attraverso il quale avviene la restituzione graduale del mutuo mediante il pagamento
                                        periodico di rate.
    Consumatore                         Ai sensi dell’3 del DLgs 206/2005 – Codice al Consumo si definisce “consumatore” la persona
                                        fisica che utilizza il finanziamento per finalità estranee all’attività imprenditoriale, commerciale,
                                        artigianale e/o professionale eventualmente svolta.
    Debito residuo                      Parte del capitale iniziale che il mutuatario deve ancora rimborsare.
    Erogazione                          Versamento da parte della Banca al mutuatario dell’importo concesso. Operazione tramite la
                                        quale avviene il perfezionamento del contratto di credito.
    Estinzione anticipata               Possibilità riconosciuta al mutuatario di estinguere totalmente o in maniera parziale il prestito
                                        prima della scadenza prevista.
    Euribor (Euro Interbank             Tasso interbancario rilevato dal Comitato di Gestione dell’Euribor che maggiorato dello spread
    Offered Rate)                       concordato determina il tasso che regolerà il finanziamento.
    Imposta sostitutiva                 Nel caso di mutui il pagamento di tale imposta sostituisce il pagamento delle imposte indirette
                                        previste quali l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria, l’imposta catastale e di bollo.
    Interessi di mora                   Interessi calcolati sulle rate scadute e non pagate per il periodo di ritardato pagamento.
    Interessi di                        Interessi calcolati sull’importo erogato in base all’anno civile per i giorni che vanno dalla data di
    preammortamento                     erogazione (escluso) al giorno che precede l’inizio della maturazione della prima rata di
                                        ammortamento o preammortamento. L’importo è addebitato unitamente alla prima rata.
    Ipoteca                             Garanzia reale su un bene immobile che attribuisce alla Banca, in caso di insolvenza del
                                        mutuatario, il potere di ottenere l’espropriazione del bene, procedere alla sua vendita ed essere
                                        pagata con preferenza sul netto ricavo.
    Istruttoria                         Pratiche e formalità necessarie all'erogazione del mutuo.
    Mutuatario                          Intestatario del finanziamento
    Parametro di                        Indice del mercato monetario preso a riferimento per determinare il tasso d’interesse nominale
    indicizzazione                      annuo applicato.
    Piano di ammortamento               Il piano di rimborso del mutuo più diffuso in Italia con indicazione della composizione delle
    “francese”                          singole rate, calcolate al tasso definito nel contratto. La rata prevede una quota capitale
                                        crescente e una quota interessi decrescente. All’inizio si pagano soprattutto interessi; a mano a
                                        mano che il capitale viene restituito, l'ammontare degli interessi diminuisce e la quota capitale
                                        aumenta.
                                        L’applicazione del piano di ammortamento di tipo “francese” prevede che in sede di stipula e in
                                        occasione dei versamenti in conto capitale venga applicato il divisore commerciale (mesi di 30
                                        giorni/360).
    Preammortamento                     Periodo iniziale del mutuo nel quale le rate pagate sono costituite dalla sola quota interessi.
                                        che intercorre tra la data di erogazione del finanziamento e la data di inizio maturazione della
                                        prima rata di ammortamento. In tale periodo maturano interessi calcolati al tasso di
                                        ammortamento ovvero preammortamento qualora presente.
    Prima Casa                          Sulla base di quanto previsto dal DPR 131/86 la qualifica di “prima casa” è condizione
                                        essenziale per l’applicazione dell’imposta di registro agevolata. Per ottenere tale qualifica e
                                        usufruire delle agevolazioni è necessario rispettare determinati requisiti:

Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

         Data release 04/02/2015                                      N° release 0013                                         Pagina 14 di 38

       FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
                 DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                        -  l’acquisto deve riguardare una casa di abitazione non “di lusso”;
                                        -  l’immobile deve essere ubicato nel Comune in cui l’acquirente ha la residenza o in cui
                                           intende stabilirla entro 18 mesi dalla stipula, o nel Comune dove l’acquirente svolge la propria
                                           attività principale.
                                        - l’acquirente non deve essere titolare, esclusivo o in comunione col coniuge, di diritti di
                                           proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune
                                           dove si trova l’immobile da acquistare. Non bisogna essere titolari, neppure per quote o in
                                           comunione legale, sul territorio nazionale,di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o
                                           nuda proprietà, su altra casa di abitazione, acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle
                                           agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
    Quota capitale                      Quota della rata periodica destinata a rimborsare il capitale concesso.
    Quota interessi                     Quota della rata periodica costituita dagli interessi maturati
    Rata                                Pagamento che il mutuatario effettua periodicamente per la restituzione del mutuo, secondo
                                        cadenze stabilite contrattualmente. Ciascuna rata è composta da una quota capitale e una
                                        quota interessi.
    Spese di istruttoria                Spese per l’analisi di concedibilità del mutuo
    Spese di perizia                    Spese per l’accertamento del valore dell’immobile offerto in garanzia effettuata da un tecnico
                                        incaricato.
    Spread                              Maggiorazione applicata al parametro di indicizzazione per determinare il tasso finito da
                                        applicare per lo sviluppo del piano di ammortamento
    Tasso Annuo Effettivo               Costo totale del mutuo su base annua espresso in percentuale sull'ammontare del
    Globale (TAEG)                      finanziamento concesso. Comprende il tasso di interesse e altre voci di spesa, quali ad esempio
                                        spese di istruttoria della pratica, imposta sostitutiva e spesa di incasso rata. Alcune spese non
                                        sono comprese, per esempio quelle notarili ed eventuali spese per certificazioni interessi
                                        rilasciate a richiesta.
    Tasso di interesse                  Rapporto percentuale, calcolato su base annua, tra l’interesse (quale compenso del capitale
    nominale annuo                      prestato) e il capitale prestato.
    Tasso di                            Tasso applicato sulla somma finanziata nel periodo di preammortamento, cioè per il periodo che
    preammortamento                     va dal momento di erogazione del mutuo all’inizio dell’ammortamento dello stesso
    Tasso di mora                       Maggiorazione del tasso di interesse applicata in caso di ritardo nel pagamento delle rate.
    Tasso Effettivo Globale             Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze come
    Medio (TEGM)                        previsto dalla legge sull’usura (l. n. 108/1996). Il TEGM aumentato di un quarto, più ulteriori
                                        quattro punti percentuali (sempreché la differenza tra il tasso soglia e il tasso medio non sia
                                        superiore a otto punti percentuali) costituisce il tasso soglia, oltre il quale i tassi sono ritenuti
                                        usurari.
    Tasso minimo                        Tasso d’interesse applicato qualora il tasso variabile determinato sulla base del parametro di
                                        indicizzazione prescelto e dello spread concordato risulti inferiore a tale soglia. Tale tasso viene
                                        applicato per la determinazione della quota interessi di ciascuna rata fino a quanto il tasso
                                        variabile non risale sopra tale soglia e rimane valido per tutta la durata del finanziamento.
    Tasso variabile                     Tasso di interesse che varia in relazione all’andamento di uno o più parametri di indicizzazione
                                        specificamente indicati nel contratto di mutuo.
    TUR BCE                             Tasso minimo applicato sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema fissato
                                        periodicamente dal Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea (BCE).
                                        Documento che fornisce informazioni su qualunque impresa italiana, individuale o collettiva,
    Visura camerale
                                        iscritta al Registro delle imprese delle Camere di Commercio Italiane (una per ogni provincia).
                                        La visura catastale è un documento, rilasciato dall'Agenzia del Territorio, che identifica un bene
                                        immobile o un terreno sito sul territorio nazionale. Essa identifica la posizione di un immobile
                                        sul territorio di uno specifico Comune, e ne definisce categoria (abitazione o ufficio, negozio,
    Visura catastale                    ecc.), classe e consistenza (superficie netta e la superficie lorda).
    e                                   La visura ipotecaria consente di accertare la titolarità di un immobile e la presenza di ipoteche,
    visura ipotecaria                   pignoramenti e altri tipi di gravami sull'immobile. È possibile verificare: i contratti di vendita e di
                                        acquisto (ricerca nominativa o per dati catastali dell'immobile), l'accensione di mutui o di
                                        ipoteche a carico di determinati beni immobili e i passaggi di proprietà avvenuti attraverso
                                        dichiarazione di successione.




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

         Data release 04/02/2015                                      N° release 0013                                         Pagina 15 di 38

      FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
                DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                            ELEMENTI SPECIFICI DEL PRODOTTO

Nella sezione vengono riportate le caratteristiche funzionali specifiche di ciascuna tipologia di finanziamento
ipotecario prevista.



                           CHE COS’È IL “MUTUO VARIABLE-PRIMA CASA EURIBOR”

Il “Mutuo Variable – Prima Casa EURIBOR” è un finanziamento ipotecario a medio/lungo termine a
tasso variabile riservato a persone fisiche e/o cointestazioni di persone fisiche (cosiddetto
“mutuatario”) che rivestono la qualifica di “consumatori” con una durata compresa tra un minimo
di 5 anni e 1 giorno e un massimo di 25 anni.
La sottoscrizione di un mutuo a tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea
con l’andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate.

                                                QUANTO PUO’ COSTARE IL MUTUO
    Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) calcolato considerando un finanziamento di € 100.000,00 e le
    seguenti voci: spese di perizia, spese per accertamenti ipocatastali (10 note), spese per informazioni
    creditizie, spese di assicurazione (Systema incendio, danni ed eventi socio-politici)

                                                           OPZIONE TASSO                                    Valore
                                                               DURATA 10 ANNI                                7,83%

    Oltre al TAEG vanno considerati altri costi, quali le spese per adempimenti notarili.




                                                            L’importo massimo finanziabile è pari al 70% del minore tra il valore
    IMPORTO MASSIMO FINANZIABILE                            commerciale dell’immobile residenziale offerto in garanzia accertato dal
                                                            perito incaricato ed il valore di compravendita.
                                                            Massimo 25 anni
                                                            L’età massima del mutuatario alla scadenza naturale dell’operazione (pari
                                                            all’età del richiedente alla data dell’erogazione aumentata della durata mutuo)
                      DURATA                                non potrà essere superiore a 75 anni (limite elevabile a 80 anni in presenza di
                                                            un terzo garante). In caso di finanziamento ipotecario richiesto da una
                                                            cointestazione tale circostanza dovrà essere verificata per almeno uno dei
                                                            cointestatari purché questi risulti titolare di reddito

    TASSI
    Tasso d’interesse nominale annuo di                             Parametro di indicizzazione come di seguito determinato + spread previsto
    ammortamento                                                    attualmente pari a: ............................................................. 7,250%
    Tasso d’interesse nominale annuo di                             Parametro di indicizzazione come di seguito determinato + spread previsto
    preammortamento                                                 attualmente pari a: ............................................................. 7,250%
    Parametro di indicizzazione                                     Media aritmetica del tasso EURIBOR a 6 mesi (base 365) come pubblicata
                                                                    da “Il Sole 24 Ore”, rilevata nel mese antecedente quello di stipula o di
                                                                    inizio maturazione di ciascuna rata posticipata, arrotondata allo 0,125


Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

          Data release 04/02/2015                                     N° release 0013                                         Pagina 16 di 38

        FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
                  DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
                                                                    superiore.
    Spread                                                          Massimo 7,00 punti percentuali
    Tasso minimo
    (applicato qualora il tasso d’interesse nominale                Uguale al tasso di erogazione
    annuo come sopra definito risulti inferiore a tale
    soglia)
    Tasso di mora                                                   Tasso di ammortamento + massimo 3,00 punti percentuali fermo restando
                                                                    che tale tasso non potrà mai essere superiore al limite fissato ai sensi
                                                                    dell'art. 2, comma 4, della legge 7/3/1996 n. 108
    Divisore fisso per il calcolo                       della       Interessi di ammortamento: il calcolo degli interessi è effettuato con
    rata                                                            riferimento all’anno civile (gg.effettivi/365)
                                                                    Interessi di preammortamento: il calcolo degli interessi è effettuato con
                                                                    riferimento all’anno civile (gg.effettivi/365)
                                                                    Interessi di mora: il calcolo degli interessi è effettuato con riferimento
                                                                    all’anno civile (gg.effettivi/365)



    SPESE
    STIPULA DEL CONTRATTO
    Istruttoria                                                                              0,40% dell’importo erogato, min. € 400,00 trattenute n
                                                                                                                                 sede di erogazione
                                                                                                                Esente nel caso di mutuo in surroga
    Perizia tecnica                                                                                      Vedere sezione ALTRE SPESE DA SOSTENERE
    (preventiva su immobili da ipotecare )                                                                           Esente nel caso di mutuo in surroga
    Assicurazione immobile obbligatoria                                                                      Vedere Sezione SERVIZI ACCESSORI -Polizze
                                                                                                                                Assicurative Obbligatorie
    Stipula (qualora effettuata al di fuori dell’Istituto)                                                                                     € 150,00
    Accertamenti ipocatastali
    - Fino a 10 note consultate:                                                                                           € 20,00 per ciascuna visura
    - Su ogni nota aggiuntiva consultata:                                                              incremento di € 2,00 fino al costo effettivamente
                                                                                                                                 sostenuto per la visura
    Richieste di informazioni creditizie
    (Visure camerali e dossier informativi):
    - per le persone fisiche:                                                                                                                   € 15,00
    - per altri soggetti:                                                                                                                       € 30,00
    Consegna di copia del contratto:
    - dello schema di contratto privo delle condizioni economiche;
    - del preventivo contenente le condizioni economiche basate                                                                                 Gratuita
        sulle informazioni fornite dal cliente.
    -   di copia del contratto idonea per la stipula                                        o 0,40% dell’importo erogato, min. € 400,00 e
                                                                                              comunque massimo pari alle spese di istruttoria
                                                                                              applicate;
                                                                                            o Gratuita da quando è concordata la data di stipula
                                                                                              presso il notaio
    GESTIONE DEL RAPPORTO
    Incasso rata                                                                                                                                  € 2,50
    Gestione pratica                                                                                                                              Esente
    Spese per invio documento di sintesi                                                                   € 0,30 invio cartaceo € 0,00 invio elettronico
    Spese per invio rendiconto                                                                             € 1,10 invio cartaceo € 0,00 invio elettronico
    Invio sollecito pagamento rate arretrate                                                                                                      € 1,50
    Rinnovo iscrizione ipotecaria (decorsi 20 anni                       dalla data di                € 150,00 unitamente al recupero delle spese vive
    iscrizione iniziale)                                                                                                                     sostenute
    Variazione/restrizione ipotecaria

Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

           Data release 04/02/2015                                    N° release 0013                                         Pagina 17 di 38

        FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
                  DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
    - Fisse:                                                                                                                                   € 206,58
    - Per ogni unità immobiliare da periziare                                                                                                  € 77,47
    Accollo mutuo (a carico dell’accollante)                                                                  0,5% del debito da accollare, min. € 70,00
    Cancellazione ipotecaria
    - Mediante atto notarile                                                                                                                    € 206,58
    - Ai sensi dell’articolo 40-bis del D.Lgs 385/1993 (T.U.B.)                                                                                   Esente
    Estinzione anticipata, totale e parziale                                                                                                      Esente
    Rilascio certificazioni:
    -   Concessione mutuo:                                                                                                                       €   20,00
    -   Debito residuo mutuo:                                                                                                                    €   22,00
    -   Disponibilità est. anticipata e assenso cancellazione ipoteca:                                                                           €   85,00
    -   Pagamento interessi anno precedente (duplicato):                                                                                         €   20,00
    Rilascio di copia fotostatica del contratto                                                                                                  €   25,82
    Pagamento per conto del mutuatario dei premi di                                                                                              €   65,00
    assicurazione fabbricato (insoluti) (in aggiunta al
    premio qualora non pagato dal mutuatario)


    PIANO DI AMMORTAMENTO
    Tipo ammortamento                     Francese*
    Tipologia rata                        Costante posticipata comprensiva di capitale e interessi (con l’avvertenza che le variazioni del
                                          parametro di indicizzazione si riflettono solo sulla quota interessi, restando la quota capitale
                                          sempre invariata e sviluppata al tasso previsto al momento della stipula)
 Periodicità delle rate                   Scadente l’ultimo giorno lavorativo di ciascun mese
* l’applicazione del piano di ammortamento        di tipo “francese” prevede che in sede di stipula e in occasione dei versamenti in conto capitale
        venga applicato il divisore commerciale (mesi di 30 giorni/360).




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
FOGLIO INFORMATIVO

        Data release 04/02/2015                                       N° release 0013                                         Pagina 18 di 38

     FOGLIO COMPARATIVO MUTUI OFFERTI PER L’ACQUISTO
6
               DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE
CALCOLO ESEMPLIFICATIVO DELL’IMPORTO DELLA RATA

    OPZIONE EURIBOR
         Tasso di               Durata in           Importo della rata per €                        Se il tasso di                Se il tasso di interesse
        interesse                 anni               100.000,00 di capitale                     interesse aumenta               diminuisce del 2% dopo 2
        applicato                                                                               del 2% dopo 2 anni               anni (tx min = tx stipula)
         7,250%                       10                       € 1.176,51                               € 1.331,34                     € 1.176,51
         7,250%                       15                       € 915,37                                 € 1.082,39                     € 915,37
         7,250%                       20                       € 792,88                                  € 965,62                       € 792,88
         7,250%                       25                       € 725,31                                  € 761,62                       € 725,31

Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996), relativo ai
contratti di mutuo può essere consultato presso ciascuna filiale e sul sito della banca all’indirizzo www.bancacarim.it




Informativa prevista ai sensi della disciplina della TRASPARENZA BANCARIA (cfr. Istruzioni di Vigilanza di Banca d’Italia)
Puoi anche leggere
Parte successiva ... Annulla