Dott. Massimiliano Fedriga

Milano, 2 aprile 2019
Prot. n. A4/279
Il Presidente



                                     Egr.

                                     Dott. Massimiliano Fedriga

                                     Presidente Regione autonoma Friuli Venezia Giulia



                                     e, p. c.

                                     Egr.

                                     Avv. Prof. Sergio Mattarella

                                     Presidente della Repubblica Italiana




        Lo scorso 26 marzo il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato una

mozione (n. 50) che impegna la Giunta e l’assessore competente “a sospendere ogni

contributo finanziario e di qualsiasi altra natura (es. patrocinio, concessione di sale) a

beneficio di soggetti pubblici e privati che, direttamente o indirettamente, concorrano con

qualunque mezzo o in qualunque modo a diffondere azioni volte a non accettare l’esistenza

delle vicende quali le Foibe o l’Esodo ovvero a sminuirne la portata e a negarne la valenza

politica”.
Nel testo si punta l’indice contro “diversi convegni” organizzati “in alcune parti d’Italia,

anche a cura dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia” che avrebbero avuto “il solo fine

di mettere in discussione il dramma delle foibe”. Del pari si accusa l’Istituto regionale per la

storia della Resistenza e dell’Età contemporanea del Friuli Venezia Giulia per aver elaborato

e reso pubblico un “Vademecum del Giorno del Ricordo”, con la volontà di “diffondere una

versione riduzionista della storia della pulizia etnica perpetrata dai partigiani titini”. Ad essere

criticato è altresì un (anonimo) “docente di Filosofia del diritto” che ad un convegno

universitario “ha auspicato la censura del film su Norma Cossetto”.

       Sempre secondo il testo della mozione, tutto ciò rientrerebbe nell’“ondata di becere

iniziative che hanno come unico scopo quello di ‘sporcare’ il Giorno del Ricordo con offensive

polemiche di stampo riduzionista o negazionista, le quali distolgono l’attenzione dal vero

significato di questa celebrazione, che è quello di rivolgere un pensiero sentito e commosso

allo strazio e alla pena di tutte le vittime dell’esodo e delle foibe”. Inoltre, la mozione non

esita a richiamare la legge del 16 giugno 2016 n. 115 che attribuisce “rilevanza penale alle

affermazioni negazioniste della Shoah, dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e

dei crimini di guerra, in particolare quando ’si innesta’ su una comunicazione che già manifesti

i tratti caratterizzanti del c.d. hate speech (incitamento all’odio), ponendo in pericolo la

pacifica convivenza sociale”.

       La mozione si configura come un pericoloso attacco frontale alla libertà di ricerca e

alla libertà di parola, come un tentativo manifesto di imporre una “verità di Stato” (le foibe
come “pulizia etnica”) tacitando, anche con la minaccia di eventuali sanzioni penali, chi

sostiene punti di vista diversi, magari più articolati e anche scientificamente più fondati.

         Noi sottoscritte e sottoscritti storiche e storici, intellettuali, insegnanti, operatrici e

operatori di memoria, cittadine e cittadini riteniamo che la limitazione della libertà di

opinione e di ricerca su temi concernenti le foibe e l’esodo sia un segnale preoccupante per

la democrazia in cui viviamo e leda la possibilità di una discussione serena e articolata su un

momento importante della nostra storia nazionale, nonché il necessario confronto con la

storiografia internazionale. Riteniamo inoltre che questa mozione rappresenti un

arretramento dei diritti della libertà di ricerca in ambito storico e storiografico, elementi

fondamentali e irrinunciabili per la formazione critica del cittadino.

         Chiediamo pertanto che questa mozione, che ha una rilevanza non solo locale ma

anche nazionale e internazionale, sia subito ritirata. Chiediamo inoltre che siano assicurate,

senza ricatti economici, le condizioni necessarie affinché tutti gli istituti impegnati nella

ricerca scientifica sui temi legati al confine orientale, alle foibe e all’esodo possano continuare

a svolgere la loro preziosa attività sia sul piano della ricerca sia sul piano della diffusione dei

risultati, di cui deve essere garantita la piena libertà.




    1.    Paolo Pezzino, presidente Istituto Nazionale Ferruccio Parri – Rete degli Istituti storici

          della Resistenza e dell’età contemporanea
2.   Filippo Focardi, Università di Padova, direttore scientifico istituto nazionale Ferruccio

     Parri

3.   Achilli Fabrizio, presidente Isrec di Piacenza

4.   Adamo Marilena, Cda Istituto Cervi

5.   Albanese Giulia, Università di Padova

6.   Aleffi Silvana, insegnante, Trieste

7.   Altan Francesco Tullio, Aquileia (UD)

8.   Altieri Orietta, Cormòns (GO)

9.   Andri Adriano, IRSREC FVG, Trieste

10. Angiolini Franco, Università di Pisa

11. Annoni Mauro, presidente ISCOP-Istituto di Storia Contemporanea della Provincia

     di Pesaro e Urbino, Pesaro

12. Apolloni Silvia, Verona

13. Armelin Antonio, ANPI sezione mandamentale di Sacile (PN)

14. Arri Pinuccia, insegnante, Israt (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società

     Contemporanea della provincia), Asti

15. Aulo Maieron, Paluzza (UD)

16. Babini Glauco, Istituto Storico di Modena

17. Bacchetti Enrico, Isbrec, Belluno

18. Baiardi Marta, Isrt, Firenze

19. Bajc Gorazd, professore associato, Dipartimento di Storia, Università di Maribor
20. Baldassi Carlo, Udine

21. Balestra Marco, presidente della Associazione Nazionale Deportati Sezione di Udine

22. Balestra Massimo, Moruzzo (UD)

23. Balzarro Anna, Irsifar, Roma

24. Barberis Giorgio, Università del Piemonte Orientale

25. Barbo Tarcisio, Trieste

26. Baron Denis, ricercatore, Colloredo di Monte Albano (UD)

27. Bartolini Stefano, Fondazione Valore Lavoro - rete archivi CGIL Associazione italiana

     di storia orale (AISO), Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea

     Pistoia (ISRPt)

28. Basciani Alberto, Università Roma Tre, Roma

29. Battifora Paolo, ILSREC "R. Ricci", Genova

30. Battini Michele, Università di Pisa

31. Becherucci Andrea, Archivi Storici dell'UE, Firenze

32. Bedei Valeria, docente di Lettere presso IIS Silva Ricci di Legnago (VR)

33. Bego Stefano, Arci, Asti

34. Bella Davide, studente universitario, Asti

35. Bendotti Angelo, presidente Isrec, Bergamo

36. Bergamasco Francesca, Trieste

37. Bergamasco Sara, Biblioteca Statale Stelio Crise, Trieste

38. Berta Elena, Anpi, Asti
39. Bertoli Fabrizio, Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea, Verona

40. Bertoli Marco, Fondazione Memoria della Deportazione Biblioteca Archivio Pina e

     Aldo Ravelli, Milano

41. Bertolini Adriano, Codroipo (UD)

42. Bertossi Romeo, Anpi di Mortegliano, Chiasiellis (UD)

43. Bianchi Luigi, presidente di CamminaTrieste

44. Bianco Diego, Trieste

45. Biecker Luciano, Trieste

46. Bigatti Giorgio, Fondazione Isec

47. Biguzzi Stefano, presidente dell'Istituito veronese per la storia della Resistenza e

     dell'età contemporanea, Verona

48. Biondi Neva, Irsml, Trieste

49. Bisaccia Michele, pittore, Asti

50. Blasina Paolo, docente di ruolo Scuola secondaria I grado, Trieste

51. Bologna Sergio, Fondazione "Luigi Micheletti", Brescia

52. Bolzon Irene, Istresco, Treviso

53. Boniccioli Claudio, già presidente dell'Autorità Portuale di Venezia e Trieste

54. Bonifacio Arrigo, Sapienza Università di Roma

55. Bonomo Bruno, Sapienza Università di Roma
56. Borghello Giampaolo, già professore ordinario e Direttore del Dipartimento di

     italianistica dell’Università di Udine

57. Borghesi Aldo, direttore Istasac, Nuoro

58. Borghi Marco, direttore dell'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della

     società contemporanea, Venezia

59. Borsa Corrado, Torino

60. Bortot Aldo G.M., Belluno


61. Bosia Mauro, studente, universitario, Asti

62. Bosia Stefano, ingegnere, Sant Anna di Rocca d' Arazzo (AT)

63. Bottegaro Patrizia, Gorizia

64. Bourbaki Nicoletta, Gruppo di lavoro sul revisionismo storiografico in rete, sulle

     false notizie a tema storico e sulle ideologie neofasciste

65. Bovenzi Massimo, professore Ordinario, Università degli Studi di Trieste

66. Bovini Gianni, Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea, Perugia

67. Boyer Gabriella, SISSCO Ancona

68. Bramati Luciana, vicepresidente Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e

     dell'età contemporanea (IIsrec), Bergamo

69. Brazzoduro Andrea, Faculty of History, University of Oxford

70. Bregantin Lisa, Istresco, Treviso

71. Bressan Carlo, Associazione quelli del Sessantotto e Associazione Culturale

     Apertamente, Udine
72. Brezzo Stefano, studente universitaria, Asti

73. Brignani Marida, redazione Novecento.org

74. Budin Milos, Trieste

75. Buffardi Giulia, direttrice dell'Istituto Campano per la Storia della Resistenza,

     dell'Antifascismo e dell'Età contemporanea "Vera Lombardi", Napoli

76. Bui Roberto, Wu Ming - collettivo di scrittori

77. Burelli Claudio, Porcia (PN)

78. Burini Francesco, studente universitario, Asti

79. Caccamo Giulia, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali,

     Università di Trieste

80. Calandri Michele, già direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della società

     contemporanea in provincia di Cuneo

81. Campanozzi Simone, responsabile Didattica, Istituto lombardo di storia

     contemporanea, Milano

82. Candotto Emanuela, Codroipo (UD)

83. Capecchi Marco, titolare di Parva Libraria Libreria in Firenze

84. Capobianco Claudio, Trieste

85. Caponi Matteo, Università di Firenze

86. Capristo Annalisa, Roma

87. Carbi Giuliana, Trieste

88. Caron Claudio, Casa del Popolo, Asti
89. Caron Gino, regista cinematografico, Asti

90. Carotenuto Gennaro, Università di Macerata

91. Carrattieri Mirco, Istituto nazionale Ferruccio Parri, Milano

92. Carucci Paola, Istituto nazionale Ferruccio Parri, Milano (e presidente dell'Irsifar,

     Roma)

93. Casellato Alessandro, Università Ca’ Foscari, Venezia (AISO – Istresco, Treviso)

94. Castoldi Massimo, Fondazione Memoria della Deportazione

95. Catalan Tullia, Università di Trieste, prof. associato di Storia Contemporanea

96. Cattero Maria Gabriella, Cuneo

97. Causarano Pietro, Università di Firenze

98. Cavicchi Alba, Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea (Isuc), Perugia

99. Cazzaniga Gian Mario, Università di Pisa

100. Cecchini Carla Maria, insegnante - collaboratrice ISTREVI, Vicenza

101. Cecco Marco, SISSA, Trieste

102. Ceccoli Paolo, Redazione di Novecento.org

103. Ceci Lucia, Università di Roma Tor Vergata

104. Cecotti Franco, insegante pensionato - Vicepresidente Aned provincia di Trieste

105. Cegna Annalisa, Istituto storico di Macerata

106. Ceica Crina, Associazione Memoria Immagine, Verona

107. Cenzon Marina, Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea "Ettore

     Gallo" di Vicenza
108. Cepak Nivea, già programmista-regista Rai, Trieste

109. Cernigoi Claudia, giornalista - ricercatrice presso Resistenza Storica, Trieste

110. Ceroni Guido, Presidente Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea

     in Ravenna e provincia, Alfonsine (RA)

111. Chiandetti Lino, professore Universitario in pensione, Padova

112. Chiaradia Orsola, Pordenone

113. Chiarandini Tommaso, dottorando di ricerca, Università di Teramo

114. Chiereghin Walter, pubblicista, Trieste

115. Chiopris Isabella, Trieste

116. Codega Franco, Segreteria Partito Democratico

117. Colleoni Aldo, presidente della Associazione Quelli del 68, Trieste

118. Colombi Anna, vicepresidente Anpi Udine

119. Colonna Franco, pediatra, San Vito al Tagliamento (PN)

120. Comelli Valentina, Trieste

121. Composta Antonio, Associazione "Cittadini del Mondo", Zevio (VR)

122. Conetti Giorgio, professore emerito di Diritto Internazionale Università dell'Insubria

     Como-Varese

123. Conti Candori Francesca, docente Universitario in pensione - Libertà e Giustizia,

     Perugia

124. Corvonato Angelo, Anpi, Asti

125. Cosattini Giovanna, presidente dell'Università Popolare di Udine
126. Cosolini Roberto, consigliere regionale del Gruppo del PD, Trieste

127. Cotti Paolo, Anpi, Asti

128. Crise Alessandro, Trieste

129. Cuffaro Giulia, Aquileia (UD)

130. D’Agostino Guido, presidente istituto campano storia resistenza "V. Lombardi",

     Napoli

131. Dal Bello Marta, disoccupata, Asti

132. Dal Bianco Liliana, Associazione Memoria Immagine, Verona

133. Dal Martello Maria (Loretta), Lignano Sabbiadoro (UD)

134. Dalla Mura Dario, Associazione Memoria Immagine, Verona

135. Danzini Oris, Monteverdi Marittimo (PI)

136. Dato Gaetano, ricercatore, Novara

137. David Renzo, Borgo San Dalmazzo (CN)

138. De Bortoli Lucio, Istresco, Treviso

139. De Carlo Sara, docente di storia e filosofia distaccata presso l'Istituto Campano della

     Resistenza "Vera Lombardi" di Napoli

140. de Castro Fabrizio, Trieste

141. De Lucia Stefania, Udine

142. De Marco Paolo, Istituto Campano per la Storia della Resistenza e dell'Età

     Contemporanea "V. Lombardi", Napoli

143. Decarli Roberto, Trieste
144. Delben Franco, gia' docente di Chimica Industriale presso l'Universita' degli Studi di

     Trieste, gia' Segretario Territoriale di Trieste del Sindacato CISL Universita'

145. Dellavalle Claudio, presidente dell'Istituto piemontese per la storia della Resistenza

     e della società contemporanea "Giorgio Agosti", Torino

146. Devescovi Riccardo, Centro studi politico sociali “Che Guevara” di Trieste

147. Di Donato Valerio, già giornalista del "Giornale di Brescia", Rodengo Saiano (Bs)

148. Di Fant Annalisa, storica, Trieste

149. Di Gianantonio Anna, presidente ANPI Gorizia e vicepresidente IRSREC del FVG

150. Di Michele Andrea , Libera Università di Bolzano

151. Di Sante Costantino, direttore scientifico, ISML Istituto Provinciale per la Storia del

     Movimento di Liberazione nelle Marche e dell’Età Contemporanea di Ascoli Piceno

152. Diodà Valentina, studentessa universitaria, Torino

153. Dolcher Caterina, Trieste

154. Donadon Marco, Università di Padova

155. Donato Gabriele, Trieste

156. Doncic Marco, studente univeristario, Trieste

157. Durbano Eraldo, Cuneo

158. Emmanuelli Monica, Sacile (PN)

159. Falgio Walter, Issasco, Cagliari

160. Faralli Daniela, Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea in

     Provincia di Pistoia
161. Fasano Nicoletta, ricercatrice Israt, Asti

162. Febbraro Flavio, Istoreto, Torino

163. Felice Emanuele, professore ordinario di Politica economica, Università "G.

     D'Annunzio" di Chieti-Pescara

164. Ferluga Paolo, Trieste

165. Fermeglia Maurizio, Università di Trieste

166. Ferrando Teresa, presidente Dell'ISREC Savona

167. Ferrara Antonio, ricercatore indipendente

168. Ferrara degli Uberti Carlotta, University College London

169. Ferrari Liliana, Università di Trieste

170. Ferron Enrico, disoccupato, Asti

171. Filippa Marcella, storica, direttrice Fondazione Nocentini, partner del Polo del '900,

     Torino

172. Fimiani Enzo, Comitato scientifico Istituto nazionale Ferruccio Parri

173. Finazzi Luca, Dipartimento Welfare, CGIL Lombardia

174. Fischer Marta, Associazione Memoria Immagine, Verona

175. Folchi Silvia, presidente Comitato provinciale Anpi Siena

176. Fornasari Giuseppe, Università di Trieste

177. Forno Mauro, presidente Israt, Asti

178. Forti Steven, Universitat Autònoma de Barcelona (Spagna), Professore di Storia

     Contemporanea
179. Fragiacomo Chiara, docente di Storia e Filosofia, Liceo Classico "Stellini", Udine

180. Francescangeli Eros, Issasco, Cagliari

181. Fresko Susanna, Milano

182. Frusi Mario, medico, Cuneo

183. Fulvetti Gianluca, professore Associato di Storia Contemporanea, Università di Pisa

184. Fumian Carlo, professore ordinario di storia contemporanea, Direttore del Centro di

     Ateneo per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, Università degli

     studi di Padova

185. Gabbas Marco, Università degli Studi di Milano

186. Gabos Daria, Associazione Memoria Immagine, Verona

187. Gabrielli Gianluca, insegnante, Casalecchio di Reno (BO)

188. Gaietta Giorgio, presidente, Istituto per la storia della Resistenza e della società

     contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, Varallo (VC)

189. Gambi Alberto, Udine

190. Garelli Luigii, direttore Istituto Storico della Resistenza, Cuneo

191. Gasparo Dario, insegnante, Trieste

192. Gerin Gabriella , Trieste

193. Ghergolet Luisa, Ronchi dei Legionari (GO)

194. Ghizzoni Manuela, Università di Bologna

195. Gialuz Mitja, professore associato di Diritto Penitenziario Università di Trieste
196. Gibelli Antonio, già professore ordinario di storia contemporanea (in pensione),

     Università di Genova

197. Gigli Ada Carla, presidente Istituto lombardo di storia contemporanea

198. Gioia Annabella, Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza

     (IRSIFAR), Roma

199. Giovannelli Marina, presidente Ass. ADASTRACULTURA “Tito Maniacco”

200. Giuricin Claudio, Trieste

201. Giusti Maria Teresa, professore associato di Storia contemporanea, Università “G.

     D’Annunzio” Chieti


202. Gozzellino Marco, Anpi, Asti

203. Grandi Barbara, San Gimignano (Si)

204. Grasso Matteo, direttore Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea

     in provincia di Pistoia

205. Greppi Carlo, Istituto nazionale Ferruccio Parri

206. Grillo Eulalia, insegnante - Comitato Scientifico di Possibile, Bologna

207. Groppi Giulio, ex funzionario europeo, Bruxelles

208. Guagnini Elvio, Trieste

209. Guarienti Gaia, docente Italiano e Storia ITC Lorgna Pindemonte, Verona

210. Guerrini Irene, bibliotecaria presso l'Università degli studi di Genova

211. Guixé i Coromines Jordi, direttore Eurom European Observatory on memories /

     Osservatorio europeo sulle memorie
212. Insolvibile Isabella, Istituto Nazionale Ferruccio Parri

213. Isnenghi Mario, professore emerito, Univeristà Ca’ Foscari, Venezia

214. Klinkhammer Lutz, Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza,

     Roma

215. Kodrič Ravel, interprete di conferenza presso le Istituzioni Europee - socio ANPI

     Trieste, Capellen (Luxembourg)

216. La Fata Ilaria, Centro studi movimenti, Parma

217. Lajolo Laurana, Anpi, Asti

218. Landi Livio, Associato Anpi, Cividale del Friuli (UD)

219. Lauri Giulio, presidente Open FVG, Trieste

220. Lazzaretto Alba, Vicenza

221. Lenardon Eva, sezione ANPI di Fogliano Redipuglia

222. Leone Antonio, Biblioteca ISRN, Novara

     Leuzzi Vito Antonio, direttore Istituto Pugliese per la storia dell’antifascismo e

     dell’Italia contemporanea, Bari

223. Levi Guido, ricercatore di storia delle relazioni internazionali presso l'Università di

     Genova

224. Lombardi Pierangelo, Istituto pavese per la storia della resistenza e dell’età

     contemporanea

225. Lombardi Sara, docente di scuola secondaria di primo grado, IC Vr 02 Parona Saval,

     Verona
226. Lorenzon Erika, Istresco, Treviso

227. Lorenzoni Antonella, Comitato provinciale ANPI di Treviso

228. Loro Francesca, Aviano (PN)

229. Loukas Estathios ( Stathis), medaglia al valor civile per la lotta contro il regime dei

     colonnelli, Trieste - Atene

230. Lucchetti Leandro, scrittore, Trieste

231. Lumbelli Anna, Trieste

232. Lunardon Lucia, docente dell' IT "Marco Polo" di Verona

233. Luppi Marzia, Fondazione Fossoli Carpi (MO)

234. Lusa Perla, Savogna d’Isonzo (GO)

235. Maestri Andrea, avvocato per i diritti umani, Ravenna

236. Maggi Vanessa, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

237. Magotti Maria, Associazione Memoria Immagine, Verona

238. Magris Claudio, scrittore, germanista, e senatore italiano durante la XII legislatura,

     Trieste

239. Malandrino Corrado, Università del Piemonte Orientale

240. Malni Paolo, insegnante e socio Irsrec FVG, Gorizia

241. Malvestito Elisa, ricercatrice dell'Istituto per la storia della Resistenza e della

     società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, Varallo (VC)

242. Manesso Amerigo, Istresco, Treviso
243. Mansi Adriano, membro del direttivo dell'Istituto storico bellunese della Resistenza

     e dell'età contemporanea (Isbrec), Belluno

244. Mantegazza Raffaele, Università di Milano-Bicocca

245. Marcellini Carla, Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle

     Marche, Ancona

246. Marcheselli Loukas Lucia, già docente Università di Trieste

247. Marchi Liliana, Insegnante scuola primaria in pensione, Trieste

248. Marescalchi Maria Laura, insegnante, Modena

249. Maris Floriana, Fondazione Memoria della Deportazione Biblioteca Archivio Pina e

     Aldo Ravelli, Milano

250. Mariuz Giuseppe, membro del Direttivo Istituto friulano per la storia del

     movimento di liberazione, San Vito al Tagliamento (PN)

251. Martina Giancarlo, Udine

252. Martini Amalia, Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea (IIsrec), Bergamo

253. Martini Andrea, Università di Padova ed Istituto veronese per la storia della

     resistenza e dell'età contemporanea

254. Marzano Arturo, Università di Pisa

255. Marzi Laura, sindaco Comune di Muggia (TS)

256. Maserati Ennio, Trieste
257. Masina Filippo, Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche Storico-Militari –

     Università di Siena

258. Mastella Franca, Associazione Memoria Immagine, Verona

259. Mastretta Elena, Sezione didattica ISRN, Novara

260. Mastrociani Erica, pedagogista e studiosa di storia - presidente regionale delle ACLI

     del FVG, Trieste

261. Matej Caharija, Trieste

262. Matulli Giuseppe, presidente Istituto storico toscano della Resistenza e dell'età

     contemporanea, Firenze

263. Mazzini Federico, Università di Padova

264. Mazzoni Matteo, direttore Istituto storico toscano della Resistenza e dell'età

     contemporanea, Firenze

265. Mazzucco Adriano, Trieste

266. Melotto Federico, direttore Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea, Verona

267. Meneghetti Francesca, dottore in Storia della società europea - ricercatrice

     Istresco, Treviso

268. Menis Giordano, Sindaco emerito, Consigliere comunale del Comune di Treppo

     Grande, Treppo Grande (UD)

269. Mezzoli Erica, Trieste
270. Migone Gian Giacomo, già presidente della Commissione Affari Esteri del Senato,

     Torino

271. Milano Rosario, Istituto per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea

     "T. Fiore", Gioia del Colle (BA)

272. Miletto Enrico, Istoreto, Torino

273. Millan Matteo, Università degli studi di Padova

274. Millo Anna, pensionata, già ricercatrice di storia contemporanea presso l'Università

     degli Studi di Bari, Trieste

275. Minuscoli Mara, Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea (IIsrec), Bergamo

276. Modena Germano, Cuneo

277. Moncelsi Marina, presidente Istasac, Nuoro

278. Montanari Metella, Istituto storico di Modena

279. Monticone Paolo, Anpi, Asti

280. Morabito Michele, Direttore presso Istituzione Parco Nazionale della Pace e del

     Museo Storico della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema, Lucca

281. Mortara Catia, disoccupata, Asti

282. Mozzi Anna Maria, Trieste

283. Mussini Lorena, Sezione Didattica, Istituto storico Parri, Bologna

284. Nani Michele, ricercatore, ISSM-CNR, Napoli
285. Natoli Claudio, professore ordinario di Storia contemporanea all'Università di

     Cagliari

286. Neri Serneri Simone, professore ordinario di Storia contemporanea, Università di

     Firenze

287. Nicoletti Gianpier, Istresco, Treviso

288. Nicolo Marta, Istituto storico della resistenza e della società contemporanea di

     Biella Vercelli e della Valsesia, Varallo (VC)

289. Nogherotto Giorgio, Staranzano (GO)

290. Olivetti Paola, direttrice ANCR, Torino

291. Olivieri Nadia, Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea

292. Olivieri Ornella, Milano

293. Olivo Federico, Trieste

294. Onida Valerio, presidente emerito della Corte Costituzionale

295. Ortis Gianni, presidente dell’Istituto friulano per la storia del movimento di

     liberazione, Udine

296. Ottaviano Chiara, Cliomedia Officina, Torino

297. Ovadia Moni, attore, cantante, musicista e scrittore italiano, Milano

298. Pagano Enrico, direttore Istituto per la storia della Resistenza e della società

     contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, Varallo (VC)
299. Paggi Orazio, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea

     nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, Varallo (VC)

300. Pallante Pierluigi, Roma

301. Pancotti Carlo, Verona

302. Pannacci Raffaello, dottore di ricerca in scienze storiche, cultore di storia

     contemporanea presso il Dipartimento di Lettere-Lingue, Letterature e Civiltà

     Antiche e Moderne, Università degli Studi di Perugia

303. Panzieri Donatella, IRSIFAR, Roma

304. Parella Mauro, Spi-Cgil

305. Pasian Fabio, già dirigente di ricerca, associato all'Istituto Nazionale di Astrofisica,

     Trieste

306. Pastori Bianca, insegnate, Primiero - S. Martino di Castrozza (TN)

307. Pavan Camillo, studioso della lotta partigiana a Treviso

308. Peli Santo, studioso senior, Università di Padova

309. Peloso Elena, Associazione Memoria Immagine, Verona

310. Pes Alessandro, Università di Cagliari - SIM Storie in Movimento - InteRGRace

311. Pessato Maurizio, presidente del CEST-onlus (associazione di familiari di disabili),

     Trieste

312. Petrossi Furio, gìà ricercatore senior e progettista di corsi di formazione per conto

     dell'Istituto di Studi Economici e Sociali del FVG, Udine

313. Petrungaro Stefano, Università Ca' Foscari Venezia
314. Piani Rosanna, medico, Direzione Medica di presidio, Trieste

315. Picamus Daniela, Trieste

316. Picco Erica, Lapsus - Laboratorio di analisi storica del mondo contemporaneo,

     Milano

317. Picotti Stefano, insegnante di diritto ed economia politica presso Itcs Lorgna

     Pindemonte di Verona

318. Pierfederici Benedetta, allieva del Master in Public History - Unimi e Fondazione

     Feltrinelli, Roma

319. Pieri Jonathan, dottorando in Scienze Politiche dell'Università di Pisa; membro

     dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in Provincia di Lucca;

     socio Sissco e socio della Society for Military History

320. Pievani Elisa, Biblioteca Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età

     contemporanea (IIsrec), Bergamo

321. Pitassio Armando, già P.O., Facoltà di Scienze Politiche, Università degli studi di

     Perugia

322. Pitotti Anna, Manzano (UD)

323. Pittoni Marino, Trieste

324. Piva Francesco, Irsifar, Roma

325. Pivato Stefano, ordinario di Storia contemporanea e già Rettore dell'Università

     degli Studi di Urbino "Carlo Bo"

326. Pizzirusso Igor, PopHistory
327. Plebani Tiziana, storica, Venezia

328. Plesnicar Marco, Archivio di Stato di Gorizia

329. Plevano Roberto, insegnante, Liceo Statale "A. Pigafetta", Vicenza

330. Pluviano Marco, storico, Genova

331. Poli Ugo, Trieste

332. Poncina Dalla Palma Carla, Istituto Storico della Resistenza “E. Gallo” di Vicenza,

     Presidente

333. Porciani Ilaria, Università di Bologna

334. Praussello Franco, Università di Genova

335. Prosperi Adriano, professore emerito di Storia moderna presso la Scuola Normale

     Superiore, Pisa

336. Punter Marialuisa, pensionata, Gruppo quellidel68, Trieste

337. Puppini Marco, Monfalcone (GO)

338. Purini Purich Piero, storico, Trieste

339. Rapone Leonardo, Università della Tuscia

340. Raspadori Paolo, Dipartimento di Lettere , Università degli Studi di Perugia

341. Raveggi Patrizia, già Ministero affari esteri, Roma

342. Recchia Luciani Francesca, Università di Bari Aldo Moro

343. Redditi Silvia, insegnante, Udine

344. Reglia Marco, Trieste

345. Rellini Gianluigi, Aviano (PN)
346. Renosio Mario, direttore Israt, Asti

347. Rocchi Luciana, ISGREC, Grosseto

348. Rosato Ettore, Vice Presidente della Camera dei deputati

349. Rossetti Giorgio, già parlamentare europeo, presidente onorario Dialoghi Europei,

     Trieste

350. Rossi Marco, Consigliere comunale della città di Gorizia

351. Rossi Tommaso, Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea (Isuc), Perugia

352. Rosso Irene, Anpi, Asti

353. Rozzo Claudia, studentessa universitaria, asti

354. Ruffini Elisabetta, direttrice Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e

     dell'età contemporanea (IIsrec), Bergamo

355. Sabatti Pierluigi, giornalista e scrittore, Presidente del Circolo della stampa di

     Trieste

356. Salomon Paola, Isbrec, Belluno

357. Salomoni Antonella, Università della Calabria

358. Salvalaggio Elisa, ISTORETO, Torino

359. Salvati Maria (Mariuccia), IRSIFAR, Roma

360. Salvatici Silvia, Università di Milano

361. Salvetti Patrizia, Irsifar, Roma

362. Salvioli Elio, Spi-Cgil, Asti
363. Sandron Roberto, direttore del Centro di Documentazione "Aldo Mori" di

     Portogruaro (VE)

364. Sangiovanni Andrea, IRSIFAR, Roma

365. Sanpietro Eugenia, Anpi, Asti

366. Santaniello Mariano, presidente ISRAL, Alessandria

367. Santin Dario, Trieste

368. Santin Luciano, Trieste

369. Santoro Stefano, storico, Trieste

370. Sarfatti Michele, storico, Milano

371. Sartori Cesare, giornalista professionista, Pistoia

372. Sbisà Marina, Trieste

373. Scarselletti Chiara, Istresco, Treviso

374. Scavino Stefano, agricoltore, Costigliole d'Asti (AT)

375. Schenkel Franco, ingegnere - socio di IVESER-Istituto Veneziano per la storia della

     Resitenza e della società contemporanea, Venezia

376. Schiavi Francesco, già neurochirurgo presso l’Ospedale Civile di Udine

377. Scinni Chiara, Istresco, Treviso

378. Scirocco Giovanni, Università di Bergamo

379. Sclippa Pier Giorgio, Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione, San

     Vito al Tagliamento (PN)

380. Sega Giorgio, Associazione Memoria Immagine, Verona
381. Segantini Giacomo, ANPI sezione di Legnago e Basso Veronese

382. Senardi Fulvio, Trieste

383. Serracchiani Debora, vicepresidente PD

384. Sestili Massimo, docente di Letteratura e Storia (Scuola secondaria superiore),

     Roma

385. Sguazzero Tiziano, Udine

386. Silvestri Marina, giornalista

387. Simčič Tomaž, Trieste

388. Sincovich Adriano, presidente dell'Istituto Livio Saranz di Trieste

389. Sirena Toni, Isbrec, Belluno

390. Širok Kaja, direktorica Muzeja novejše zgodovine Slovenije-Ljubljana / direttrice del

     Museo di Storia Contemporanea della Slovenia, Lubiana

391. Sirovich Livio, ricercatore scientifico (sismologo) associato a Istituto nazionale di

     ricerca e autore di libri a sfondo storico sul Novecento (firmati Livio Isaak Sirovich),

     Trieste

392. Soldani Sonia, Istituto storico resistenza e età contemporanea Pistoia ISRPT

393. Sonetti Catia, Direttrice ISTORECO, Livorno

394. Sorbini Alberto, Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea (Isuc)

395. Spanghero Dino, Anpi Provinciale di Udine

396. Stanese Paolo, Trieste

397. Stefanori Matteo, Irsifar
398. Stochino Laura, Issasco, Cagliari

399. Stock Oliviero, Trieste

400. Tadei Roberto, Politecnico di Torino

401. Targhetta Fabio, Istresco, Treviso (e Università di Macerata)

402. Taverna Paolo (10.7.1962), Trieste

403. Tenca Montini Federico, Udine

404. Tenca Montini Mariangiola, Udine

405. Tenca Montini Nino, architetto, Tricesimo (UD)

406. Todero Fabio, Irsrec FVG, insegnante e autore, rieste

407. Tomasetti Fabio, presidente pro-tempore ISRIC Rimini

408. Toneatto Anna Maria, presidente sez. interzonale ANPI di: Pozzuolo del Friuli,

     Mortegliano, Castions di Strada, Talmassons e Pavia di Udine, Talmassons (UD)

409. Tonizzo Angelo, Valvasone Arzene (PN)

410. Troha Nevenka, Istituto di storia contemporanea, Lubiana (Slovenia)

411. Trovarelli Ileana, Legnano (MI)

412. Tul Rosanna, Trieste

413. Turrina Giulia, Verona

414. Ulliana Stefano, insegnante MIUR, Codroipo (UD)

415. Urettini Luigi, Isbrec, Belluno

416. Valente Rebecca, illustratrice, Asti

417. Vallon Fabio, presidente Comitato Provinciale ANPI VPZI, Trieste
418. Vecchiet Alexander, Trieste

419. Vecchio Giorgio, Università di Parma

420. Venegoni Dario, ANED Nazionale

421. Ventrone Angelo, ordinario di Storia contemporanea, Macerata

422. Venza Claudio, Università di Trieste

423. Verardo Fabio, dottore di ricerca, Istituto regionale per la Storia della Resistenza e

     dell'età contemporanea, Trieste

424. Vercelli Claudio, Torino

425. Verde Giuseppe, docente di Lettere, IC Dante Alighieri, Trieste

426. Verginella Marta, Università di Lubiana

427. Vesentini Giorgia, insegnate di italiano e storia presso ITES Luigi Einaudi, Verona

428. Vidoni Patrizia, Udine

429. Viezzi Roberto, Trieste

430. Villata Francesco, Spi-Cgil, Asti

431. Volpi Gianluca, ricercatore di Storia dell'Europa Orientale presso il Dipartimento di

     Studi umanistici e del Patrimonio culturale dell'Università di Udine

432. Wehrenfennig Andrea, Trieste

433. Zacchei Andrea, Osservatorio Astronomico di Trieste

434. Zangheri Alberto, insegnante di Storia, Istituto statale "Kennedy" di Monselice (Pd),

     Galzignano Terme (PD)

435. Zani Luciano, Sapienza Università di Roma
436. Zanisi Sara, Fondazione ISEC, Sesto San Giovanni (MI)

   437. Zappa Sergio, Società di Mutuo Soccorso “Olga Marchisio”, Asti

   438. Zarli Mario, Savogna d’Isonzo (GO)

   439. Zelotti Laura, Verona

   440. Zigiotti Luciana, Verona

   441. Ziruolo Luciana, direttore ISRAL, Alessandria

   442. Zorzenon Nordio, Monfalcone (GO)

   443. Zorzenon Luca, insegnante, (presidente Centro Studi Scipio Slataper di Trieste),

         Redipuglia (GO)

   444. Zulian Patrik, Comitato Nazionale ANPI

   445. Zupin Odinea, Gruppo Trieste Lab, Salaam Ragazzi del'Ulivo - Slovenski klub, Trieste




NOTA: Abbiamo inoltre raccolto anche 604 firme sulla piattaforma on line Avaaz. Per ragioni

legate alla privacy, nonostante siamo promotori, non ci è possibile avere l'elenco, ma ci risulta

che invece sia un'opzione valida per i destinatari.
Puoi anche leggere
Parte successiva ... Annulla