DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

                         Unità Funzionale Igiene Pubblica e Nutrizione Pisana

  INDICE DEI PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI
                                       Aggiornamento del 24 aprile 2019

Le nuove normative riguardano l’argomento “Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) – Prevenzione e
Riduzione Integrale dell’Inquinamento (IPCC) - Incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose” e sono
state evidenziate in grassetto, in corsivo e sottolineate.

                                         ELENCO DEGLI ARGOMENTI
01 – Acque di balneazione
02 – Acque minerali, di sorgente e termali
03 – Acque potabili
04 – Acque reflue (compresa l’utilizzazione agronomica)
05 – Alimenti (aggiornato al 7/11/2013 – per normativa successiva vedi la banca dati Cerere su
http://cerere.vet.unipi.it/content/cerere/normativacerere/Alimenti)
06 – Alimenti metodi di campionamento
07 – Amianto
08 – Aria
09 – Certificazione antigienicità e idoneità alloggio per ricongiungimento familiare
10 - Commissione di vigilanza comunale e provinciale per i locali di pubblico spettacolo
11 – Cosmetici
12 – Edilizia ed eliminazione delle barriere architettoniche
13 – Estetisti, Parrucchieri e Tatuatori
14 – Fonti energetiche rinnovabili e risparmio energetico
15 – Fumo di sigaretta
16 – Funghi (aggiornato al 7/11/2013 – per normativa successiva vedi la banca dati Cerere su
http://cerere.vet.unipi.it/content/cerere/normativacerere/Alimenti)
17 – Gas Tossici
18 – Impianti
19 – Impianti sportivi – Tutela Sanitaria dello sport
20 – Industrie insalubri
21 – Malattie infettive – Vaccinazioni
22 - Nutrizione
23 – Polizia Mortuaria
24 – Prodotti fitosanitari
25 – Radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti
26 – Radiazioni ionizzanti e Radon
27 – Reach
28 – Rifiuti
29 – Rumore
30 – Sanzioni amministrative
31 – Scuole e Nidi
32 – Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)
33 – Strutture ricettive
34 – Strutture sanitarie (comprese le farmacie)
35 – Strutture sociali (RSA etc)
36 – Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) – Prevenzione e Riduzione Integrale dell’Inquinamento (IPCC) -
Incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose
37 – Vibrazioni
38 – Normativa varia



                                                                              Riferimenti normativi – Pagina 1 di 77

                            _______________________________________________
                                        Azienda Usl Toscana nord ovest
                                      sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                              P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana




01 - Acque di balneazione

Circolare Ministero degli Interni n. 16 del 15 febbraio 1951, artt. 104 – 110 (piscine)
Decreto del Presidente della Repubblica n. 470 dell’8 giugno 1982 “Attuazione della Direttiva (CEE) n. 76/160 relativa alla
qualità delle acque di balneazione” (mare)
Decreto Ministero dell’Interno del 18 marzo 1996 “Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti
sportivi”, art. 14 (piscine)
Accordo del 16 gennaio 2003 tra il Ministro della Salute, le Regioni… sugli aspetti igienico sanitari per la costruzione, la
manutenzione e la vigilanza delle piscine ad uso natatorio (piscine)
Delibera di Giunta Regionale n. 647 del 30 giugno 2003 “Accordo tra il Ministro della Salute, le Regioni… Direttiva alle
Aziende ASL concernenti le caratteristiche delle acque utilizzate negli impianti” (piscine)
Legge Regionale n. 8 del 9 marzo 2006 “Norme in materia di requisiti igienico sanitari delle piscine ad uso natatorio”
(piscine)
Decreto Legislativo n. 94 dell’11 luglio 2007 “Attuazione della direttiva 2006/7/CE concernente la gestione delle acque di
balneazione, nella parte relativa all’ossigeno disciolto” (mare)
Decreto Legislativo n. 116 del 30 maggio 2008 “Attuazione della direttiva 2006/7CE relativa alla gestione della qualità delle
acque di balneazione e abrogazione della direttiva 76/160/CEE” (mare)
Legge 27 febbraio 2009 n. 14 “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti (art.
30)”
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 26 febbraio 2010 n. 23/R “Regolamento di attuazione della legge regionale 9
marzo 2006, n. 8 (Norme in materia di requisiti igienico-sanitari delle piscine ad uso natatorio). (BURT n. 13, parte prima del
5 marzo 2010) (piscine)
Decreto Ministero della Salute 30 marzo 2010 “Definizione dei criteri per determinare il divieto di balneazione, nonché
modalità e specifiche tecniche per l’attuazione del decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 116, di recepimento della direttiva
2006/7/CE, relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione” (GU n. 119 del 24 maggio 2010 – Suppl. Ord. n.
97) (N.B. Il Decreto del 19 aprile 2018 ha abrogato l’allegato B e l’allegato C questo ultimo relativo alla gestione del rischio
associato alle fioriture di Ostreopsis Ovata)
Legge Regionale 21 marzo 2011, n. 10 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2011” artt. 40, 41 e 42 (BURT
parte prima n. 12 del 23 marzo 2011)
Deliberazione Giunta Regionale 10 luglio 2012, n. 607 “DGR n. 235/2011. Indirizzi per la realizzazione delle attività
formative di cui agli artt. 47 e 52 del DPGR n. 23/R del 5 marzo 2010. Regolamento di attuazione LR n. 8 del 9 marzo 2006
(Norme in materia di requisiti igienico sanitari delle piscine ad uso natatorio).” (BURT parte seconda n. 30 del 25 luglio
2012)
Legge Regionale 3 dicembre 2012, n. 69 “Legge di semplificazione dell’ordinamento regionale 2012” artt. 18 e 19 (BURT,
parte prima n. 67 del 7 dicembre 2012)
Legge Regionale 27 dicembre 2012 n. 81 “Misure urgenti di razionalizzazione della spesa sanitaria. Modifiche alla l.r.
51/2009, 40/2005 e alla 8/2006”, art. 15 (BURT parte prima n. 74 del 27 dicembre 2012)
Decreto Ministero Ambiente 29 gennaio 2013, n. 34 “Approvazione piano operativo di pronto intervento per la difesa del
mare e delle zone costiere dagli inquinamenti accidentali da idrocarburi a da altre sostanze nocive” (GU n. 48 del 26 febbraio
2013)
Legge Regionale 24 dicembre 2013, n. 77 “Legge finanziaria per l’anno 2014” art. 59 (BURT, parte prima n. 63 del 31
dicembre 2013)
Legge Regionale 23 dicembre 2014, n. 84 “Modifiche alla legge regionale n. 8 del 9 marzo 2006 (Norme in materia di
requisiti igienico sanitari delle piscine ad uso natatorio). Nuove disposizioni in materia di piscine ad uso natatorio.” (BURT,
parte prima, n. 64 del 30 dicembre 2014)
Decreto Dirigenziale n. 6336 del 24 dicembre 2014 “… Classificazione e individuazione acque di balneazione stagione
2015” (BURT, parte seconda n. 1 del’8 gennaio 2015)
Ostreopsis ovata: Linee guida per la gestione delle fioriture negli ambienti marino-costieri in relazione a balneazione e altre
attività ricreative” (Istituto superiore di Sanità, dicembre 2014). Queste Linee guida devono essere recepite da un decreto
ministeriale
Decreto Presidente della Giunta Regionale 13 maggio 2015, n. 54/R “Modifiche al regolamento emanato con dpgr 5 marzo
2010, n. 23/R. (regolamento di attuazione della l.r. 9 marzo 2006, n. 8 “Norme in materia di requisiti igienico sanitari delle
piscine ad uso natatorio”)” (BURT, parte I n. 29 del 22 maggio 2015) Il Testo unificato del dpgr n. 23/R/10 con le
modifiche apportate dal dpgr n. 54/R/15 è sullo stesso numero del BURT)


                                                                                          Riferimenti normativi – Pagina 2 di 77

                                    _______________________________________________
                                               Azienda Usl Toscana nord ovest
                                             sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                     P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


Delibera Giunta Regionale n. 883 del 21 settembre 2015 “Linee guida di cui al comma 4 dell’art. 19 della legge regionale 9
marzo 2006, n. 8…. Deroga ai requisiti igienico sanitari delle piscine di cui all’art. 51 del dgpr 23/R/2010…” (BURT parte
seconda n. 39 del 30 settembre 2015)
Decreto Dirigenziale Regionale n. 412 del 10 febbraio 2016: “…Classificazione acque di balneazione stagione balneare
2016” (BURT, parte II n. 7 del 17 febbraio 2016)
Legge regionale n. 18 del 26 febbraio 2016: “Riordino delle funzioni amministrative in materia di… inquinamento delle
acque, di qualità dell’aria e inquinamento atmosferico… Modifiche alla l.r. 88/98. (BURT, parte prima n. 9 del 4 marzo
2016)
Legge regionale n. 23 del 9 marzo 2016: “Norme transitorie in materia di piscine ad uso natatorio. Modifiche alla l.r. 8/2006
(BURT, parte prima n. 11 del 16 marzo 2016)
Decreto Dirigenziale Regionale n. 13910 del 20 dicembre 2016: “D.Lgs n. 116/2008 e DM 30 marzo 2010. Classificazione
acque di balneazione stagione balneare 2017” (BURT, parte seconda n. 52 del 28 dicembre 2016)
Decreto Dirigenziale Regionale n. 18578 del 14 dicembre 2017: “D.Lgs. n. 116/2008 e DM 30 marzo 2010. Classificazione
acque di balneazione stagione balneare 2018” (BURT, parte seconda n. 52 del 27 dicembre 2012)
Decreto Ministero Ambiente del 19 aprile 2018: “Modifica del decreto 30 marzo 2010 recante: Definizione dei criteri per
determinare il divieto di balneazione…” (G.U. n. 196 del 24 agosto 2018)
Mozione Consiglio Regionale del 1 agosto 2018, n. 1356: “In merito all’applicazione delle disposizioni inerenti ai titoli
autorizzativi prescritti per le piscine già in esercizio” (BURT, parte seconda n. 37 del 12 settembre 2018)
Legge Regionale n. 57 del 16 ottobre 2018: Disposizioni in merito alle piscine private ad uso collettivo. Interpretazione
autentica dell’art. 14, comma 1 e dell’art. 19, comma 1 della l.r. 9 marzo 2006, n. 8 (Norme in materia di requisiti igienico
sanitari delle piscine ad uso natatorio)




                                                                                        Riferimenti normativi – Pagina 3 di 77

                                   _______________________________________________
                                              Azienda Usl Toscana nord ovest
                                            sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                    P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana




02 - Acque minerali, di sorgente e termali
RD 1924 /1919 Regolamento per l’esecuzione del Capo IV della L16/7/1916 n.947 contenente disposizioni sulle acque
minerali naturali e gli stabilimenti termali idroterapici e di cure fisiche e affini
Ministero della Sanità Circolare 17 del 13/9/1991 Analisi microbiologiche di acque minerali naturali
Regione Toscana Circolare 1 del 2.3.1994 Disposizioni relative ai controlli igienico sanitari sulla produzione e vendita di
acque minerali naturali
Legge regionale n. 38 del 27 luglio 2004 “Norme per la disciplina della ricerca, della coltivazione e della utilizzazione delle
acque minerali di sorgente e termali *
D.M. 24 marzo 2005 Gamme delle acque minerali naturali e delle acque di sorgente destinate alla somministrazione
Ministero delle Attività produttive DGSPC lettera circolare prot.39987 del 6/7/2005
Delibera Giunta Regionale n. 204 del 23 marzo 2009 “Regolamento di attuazione della legge regionale 27 luglio 2004 n. 38 –
Norme per la disciplina della ricerca, della coltivazione e della utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali e s.m.i-
“
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 11/R del 24 marzo 2009 “Regolamento di attuazione della legge regionale
27 luglio 2004 n. 38…”
Legge Regionale del 14 dicembre 2009, n. 75 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2009”, artt. da 73 a 78
(modifiche alla l.r.38/04 (BURT, parte prima n. 54 del 18 dicembre 2009)
Legge Regionale 21 marzo 2011, n. 10 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2011” art. 34 (BURT parte prima
n. 12 del 23 marzo 2011)
Decreto Legislativo 8 ottobre 2011 n. 176 “Attuazione della direttiva 2009/54/CE, sulla utilizzazione e la
commercializzazione delle acque minerali naturali” (GU n. 258 del 5 novembre 2011). Il Decreto Legislativo 105/1992
“Attuazione della direttiva 80/777/CEE relativa alla utilizzazione e alla commercializzazione delle acque minerali naturali” è
abrogato
Legge Regionale 18 giugno 2012 n. 29 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2012”, artt. 90-97 che
modificano la legge regionale 27 luglio 2004 n. 38 sulle acque minerali, di sorgente e termali (BURT parte prima n. 31 del 22
giugno 2012)
Legge Regionale 3 dicembre 2012, n. 69 “Legge di semplificazione dell’ordinamento regionale 2012” art. 17 (BURT, parte
prima n. 67 del 7 dicembre 2012)
Legge Regionale n. 47 del 9 agosto 2013 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale, artt. 59-61” (BURT, parte
prima n. 41 del 14 agosto 2013)
Deliberazione Giunta Regionale n. 364 del 5 maggio 2014 “Stabilimenti termali. Disposizioni generali in materia di requisiti
generali e specifici autorizzativi degli stabilimenti termali e di criteri per l’attribuzione di livelli tariffari alle aziende termali
che erogano prestazioni con oneri a carico del SSN. Approvazione.”
Decreto Ministero Salute 10 febbraio 2015 “Criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali” (G.U. n.
50 del 2 marzo 2015). Il decreto del Ministero della Sanità n. 542 del 12 novembre 1992 è abrogato.
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 15/R del 16 febbraio 2015 “Modifiche al regolamento emanato con dpgr 24 marzo
2009, n. 11/R (Regolamento di attuazione della legge regionale 27 luglio 2004, n. 38 – Norme per la disciplina della ricerca,
della coltivazione e dell’utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali –“ (BURT, parte prima n. 7 del 20 febbraio
2015)
Legge regionale n. 74 del 2 novembre 2016: “Disposizioni in materia di acque termali. Modifiche alla l.r. 38/2004” (BURT,
parte prima n. 49 del 9 novembre 2016)
Legge regionale n. 22 del 16 maggio 2017: “Modifiche alla l.r. 27/7/2004 n. 38 – Norme per la disciplina della ricerca, della
coltivazione e della utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali -) (BURT, parte prima n. 21 del 24 maggio 2017)
Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 14/R del 22 marzo 2019: “Modifiche al Decreto del Presidente della Giunta
Regionale 24 marzo 2009, n. 11/R… (BURT, parte prima n. 15 del 27 marzo 2019)**

*Il testo della legge 38/04, coordinato con le leggi regionali n. 21/05 e 33/08, si trova sul BURT n. 18 dell’11 giugno 2008.
** Il testo del dpgr 24 marzo 2009, n. 11/R, coordinato con il dpgr 22 marzo 2019, n. 14/R, si trova sul BURT n. 16, parte
prima del 3 aprile 2019.




                                                                                               Riferimenti normativi – Pagina 4 di 77

                                      _______________________________________________
                                                  Azienda Usl Toscana nord ovest
                                                sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                        P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana




03 - Acque potabili

Decreto Ministero della Sanità 26 marzo 1991 (GU 10-4-1991, n.84) norme tecniche di prima attuazione del decreto del
presidente della repubblica 24 maggio 1988, n.236, relativo all'attuazione della direttiva CEE n.80/778 concernente la qualità
delle acque destinate al consumo umano, ai sensi dell'art.15 della legge 16-4-1987, n.183
Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 258 "Tutela delle acque dall'inquinamento - Disposizioni correttive ed integrative del
decreto legislativo 11 maggio 1999 n. 152, a norma dell'articolo 1, comma 4, della Legge 24 aprile 1998 n. 128"
D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31 Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo
umano
Decreto Ministero Salute n. 174 del 6 aprile 2004: “Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere
utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano”
(G.U. n. 166 del 17 luglio 2004)
DGR 320 del 28 febbraio 2005 Linee Guida per l’applicazione del D.Lvo 31/2001 relativo alla qualità delle acque destinate
al consumo umano
Decreto Ministero Salute 5 settembre 2006: “Modifica del valore fissato nell’allegato I, parte B, al decreto legislativo 2
febbraio 2001, n. 31 per il parametro Clorito” (G.U. n. 230 del 3 ottobre 2006)
Delibera di Giunta Regionale del 22 dicembre 2008 n. 1103 “Autorizzazione di utilizzo a scopo idropotabile delle acque dei
corsi superficiali con caratteristiche qualitativamente inferiori alle categorie A3”
Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 20 maggio 2009 “Disciplina concernente le
deroghe alle caratteristiche di qualità delle acque destinate al consumo umano che possono essere disposte dalla Regione
Toscana” (GU n. 165 del 18 luglio 2009)
Legge regionale del 14 dicembre 2009, n. 75 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2009 (art. 83, modifiche
alla legge regionale 81/95) (BURT parte prima n. 54 del 18 dicembre 2009)
Ordinanza Ministero della Salute 30 dicembre 2009 “Misure urgenti in materia di approvvigionamento idrico potabile” (GU
n. 54 del 6 marzo 2010)
Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 marzo 2010 “Disciplina concernente le deroghe
alle caratteristiche di qualità delle acque destinate al consumo umano che possono essere disposte dalla Regione Toscana”
(GU n. 73 del 29 marzo 2010)
Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 24 novembre 2010 “Disciplina concernente le
deroghe alle caratteristiche di qualità delle acque destinate al consumo umano che possono essere disposte dalle Regioni
Campania, Lazio, Lombardia e Toscana” (GU n. 12 del 17 gennaio 2011). Tra i comuni della Toscana interessati dalla
deroga è presente, per la USL 5, il comune di Montecatini Val di Cecina (deroga per il parametro boro)
Decreto Regionale 8 febbraio 2011 n. 307 “Decreto concessione deroghe ai parametri previsti dal D. Lgs. 31/01, art. 13.
Acque destinate al consumo umano” (BURT parte seconda n. 7 del 16 febbraio 2011). Tra i comuni della Toscana
interessati dalla deroga è presente, per la USL 5, il comune di Montecatini Val di Cecina (deroga per il parametro boro)
Mozione Consiglio Regionale n. 141 del 25 maggio 2011 “Provvedimenti per limitare la presenza di sostanze inquinanti nelle
acque potabili”(BURT Parte Seconda n. 23 dell’8 giugno 2011)
Decreto del Ministero della Salute dell’ 11 maggio 2011 “Disciplina concernente le deroghe alle caratteristiche di qualità delle
acque destinate al consumo umano che possono essere disposte dalle Regioni Campania, Lazio, Lombardia e Toscana e dala
provincia autonoma di Trento” (GU n. 151 del 1 luglio 2011). Tra i comuni della Toscana interessati dalla deroga sono
presenti, per la USL 5 –Zona Alta Val di Cecina, Pomarance e Castel Nuovo in Val di Cecina)
Deliberazione del Consiglio Regionale 12 ottobre 2011, n. 62 “Modifiche alla Deliberazione del Consiglio regionale 25
gennaio 2005, n. 5 (Programma degli interventi per il superamento delle situazioni di crisi idrica e per la tutela delle risorse
idriche di cui alle lettere b) e c) dell’articolo 15 della legge regionale 19 dicembre 2003, n. 58 “Legge finanziaria per l’anno
2004”). Rimodulazione delle risorse per interventi urgenti nel territorio dell’ambito territoriale ottimale (ATO) n. 5” (BURT
parte seconda n. 43 del 26 ottobre 2011)
Delibera Regionale 12 dicembre 2011 n. 1121 “Linee di indirizzo per la prevenzione e gestione degli eventi di superamento
dei valori di parametro delle acque destinate al consumo umano utilizzate dalle imprese alimentari”
Art. 10 Legge 15 dicembre 2011 n. 217 “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunità Europee. Legge comunitaria 2010 (GU n. 1 del 2 gennaio 2012)
Decreto Ministero della Salute del 22 dicembre 2011 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque
destinate al consumo umano. Modifica del valore parametrico per il Vanadio” (GU n. 4 del 5 gennaio 2012)
Legge Regionale 28 dicembre 2011, n. 69 “Istituzione dell’autorità idrica e delle autorità per il servizio di gestione integrata
dei rifiuti urbani…” (BURT parte prima n. 63 del 29 dicembre 2011)
Decreto Ministero della Salute n. 25 del 7 febbraio 2012 “Disposizioni tecniche concernenti apparecchiature finalizzate al
trattamento dell’acqua destinata al consumo umano” (GU n. 69 del 22 marzo 2012)
                                                                                          Riferimenti normativi – Pagina 5 di 77

                                    _______________________________________________
                                               Azienda Usl Toscana nord ovest
                                             sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                     P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2012 “Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla
grave crisi di approvvigionamento idrico nel territorio della Regione Toscana” (GU n. 114 del 17 maggio 2012)
Legge Regionale 5 giugno 2012, n. 24 “Norme per la gestione delle crisi idriche e idropotabili. Modifiche alla l.r. 69/2011 ed
alla l.r. 91/1998” (BURT, parte prima n. 29 del 15 giugno 2012)
Legge Regionale 18 giugno 2012 n. 29 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2012”, artt. 140-145 che
modificano la legge regionale 28 dicembre 2011, n. 69 sulla istituzione dell’autorità idrica e dell’autorità per il servizio di
gestione integrata dei rifuti urbani (BURT parte prima n. 31 del 22 giugno 2012)
Decreto Presidente Giunta Regionale 9 luglio 2012, n. 142 “LR 24/2012 – Piano Straordinario di emergenza per la gestione
della crisi idrica e idropotabile – Primo stralcio – Approvazione” (BURT parte seconda n. 29 del 18 luglio 2012)
Deliberazione Consiglio Regionale 24 luglio 2012, n. 63 “Zone vulnerabili da nitrati di origine agricola. Attuazione delle
disposizioni di cui all’art. 92, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152” (BURT, parte seconda n. 32 dell’8
agosto 2012)
Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile del 31 agosto 2012 “Interventi urgenti di protezione civile volti
a fronteggiare l’emergenza idrica ed idropotabile nel territorio della regione Toscana (GU n. 211 del 10 settembre 2012)
Delibera Giunta Regionale n. 1048 del 26 novembre 2012 “Linee guida per l’espressione del giudizio di qualità e idoneità
all’uso e per la esecuzione dei controlli sulle acque destinate al consumo umano nelle situazioni di emergenza o in eventi
calamitosi”
Ministero della Salute “Linee guida sui dispositivi di trattamento delle acque destinate al consumo umano” pubblicate sul
portale del Ministero della salute www.salute.gov.it (GU n. 84 del 10 aprile 2013)
Decreto Dirigenziale Regione Toscana n. 474 del 13 febbraio 2014 “DGRT 1235/2012. Sub-obiettivo 4.4. Linee di indirizzo
per il campionamento delle acque.
Decreto Ministero Politiche Agricole del 10 marzo 2015: “Linee guida di indirizzo per la tutela dell’ambiente acquatico e
dell’acqua potabile e per la riduzione dell’uso di prodotti fitosanitari e dei relativi rischi nei Siti Natura 2000 e nelle aree
naturali protette” (GU n. 71 del 26 marzo 2015)
Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 50/R del 21 aprile 2015. “Regolamento di attuazione dell’articolo 12 bis,
comma 4… della l.r. 11 dicembre 1998, n. 91 (Norme per la difesa del suolo). Disposizioni per la riduzione dei consumi di
acqua prelevata ad uso diverso dal potabile.” (BURT, parte I n. 24 del 24 aprile 2015)
Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 51/R del 21 aprile 2015. “Regolamento di attuazione dell’articolo 12 bis,
comma 4… della l.r. 11 dicembre 1998, n. 91 (Norme per la difesa del suolo). Disciplina degli obblighi concernenti la
misurazione delle portate e dei volumi dei prelievi e delle restituzioni di acqua pubblica. Definizione degli obblighi e delle
modalità di trasmissione dei risultati delle misurazioni” (BURT, parte I n. 24 del 24 aprile 2015)
Raccomandazione (UE) 2015/1381 della Commissione del 10 agosto 2015 relativa al monitoraggio dell’arsenico negli
alimenti” (GUCE del 12 agosto 2015)
Legge regionale n. 18 del 26 febbraio 2016: “Riordino delle funzioni amministrative in materia di… inquinamento delle
acque, di qualità dell’aria e inquinamento atmosferico… Modifiche alla l.r. 88/98. (BURT, parte prima n. 9 del 4 marzo
2016)
Decreto Legislativo n. 28 del 15 febbraio 2016: “Attuazione della direttiva 2013/51/EURATOM del Consiglio del 22
ottobre 2013 che stabilisce requisiti per la tutela della salute della popolazione relativamente alle sostanze radioattive presenti
nelle acque destinate al consumo umano (GU n. 55 del 7 marzo 2016)
Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 61/R del 16 agosto 2016: “Regolamento di attuazione dell’articolo 11 commi 1
e 2 della l.r. 28 dicembre 2015, n. 80 (norme in materia di difesa del suolo, tutela delle risorse idriche e tutela della costa…)
recante disposizioni per l’utilizzo razionale della risorsa idrica e per la disciplina dei procedimenti di rilascio dei titoli
concessori e autorizzatori per l’uso di acqua. Modifiche al dpgr 51/R/2015
Decreto Ministro Salute del 14 novembre 2016: “Modifiche all’allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31
recante “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” (G.U. n. 12 del
16 gennaio 2017)
Decreto Ministro Salute del 14 giugno 2017: “Recepimento direttiva (UE) 2015/1787 che modifica gli allegati II e III della
direttiva 98/83/CE sulla qualità delle acque destinate al consumo umano. Modifica degli allegati II e III del decreto
legislativo 2 febbraio 2001, n. 31” (G.U. n. 192 del 18 agosto 2017)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 78 del 16 giugno 2017: “Crisi idrica 2017. Dichiarazione stato di emergenza
regionale relativamente a tutto il territorio regionale ai sensi dell’art. 2 della l.r. 24/2012” (BURT, parte seconda n. 25 del 21
giugno 2017)

Decreto Ministro Salute del 6 luglio 2017: “Proroga dell’entrata in vigore del decreto 14 novembre 2016, recante:
“Modifiche all’allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 recante “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa
alla qualità delle acque destinate al consumo umano” (G.U. n. 164 del 15 luglio 2017)
Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 91 del 13 luglio 2017: “Piano degli interventi sulla emergenza idrica e idro
potabile 2017” (BURT, parte seconda n. 30 del 26 luglio 2017)
                                                                                            Riferimenti normativi – Pagina 6 di 77

                                     _______________________________________________
                                                Azienda Usl Toscana nord ovest
                                              sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                      P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


Decreto Ministero Salute 2 agosto 2017: “Indicazioni operative a carattere tecnico scientifico, ai sensi dell’art. 8 del D. Lgs.
15 febbraio 2016, n. 28”. (G.U. n. 212 del 11 settembre 2017)
Decreto Presidente Giunta Regione n. 174 del 21 novembre 2017: “Integrazione al Piano straordinario di Interventi di AIT
per il contrasto all’emergenza idrica ed idropotabile 2017” (BURT parte seconda n. 48 del 29 novembre 2017) (interessa la
zona dell’Alta Val di Cecina – comune di Volterra)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 199 del 27 dicembre 2017: “Crisi idrica 2017. Ulteriore proroga al 31 marzo 2018
della dichiarazione di stato di emergenza regionale.” (BURT, parte seconda n. 1 del 3 gennaio 2018)
Legge Regionale n. 10 del 21 febbraio 2018: “Disposizioni in materia di servizio idrico. Modifiche alla l.r. 69/2011” (BURT,
Parte Prima n. 10 del 2 marzo 2018)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 43/R del 30 luglio 2018: “Regolamento di attuazione dell’art. 28 della l.r.
28/12/2011 n. 69… Disposizioni relative alle aree di salvaguardia: piano di utilizzazione per l’impiego sostenibile dei
prodotti fitosanitari e dei fertilizzanti (PUFF) e disposizioni per la perimetrazione”. (BURT, parte prima n. 33 del 1 agosto
2018)
Decreto Ministero della Salute del 31 dicembre 2018: “Ulteriore posticipo dell’entrata in vigore del decreto 14
novembre 2016 recante: Modifiche all’allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 recante “Attuazione
della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” (G.U. n. 4 del 5 gennaio
2019)




04 - Acque reflue (compresa l’utilizzazione agronomica)
Legge 11 novembre 1996 n. 574 “Nuove norme in materia di utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e di
scarichi dei frantoi oleari”
Decreto Ministero delle Politiche agricole e forestali 6 luglio 2005 “Criteri e norme tecniche generali per la disciplina
regionale dell’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari…”
Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 19 settembre 2005 “Norme per la progettazione, la costruzione e
l’approvazione dei serbatoi adibiti al trasporto ed allo spandimento di liquame utilizzato in agricoltura”
Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 “Norme in materia ambientale”, Parte Terza (utilizzazione agronomica, art. 112)
Legge Regionale 31 maggio 2006 n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento” (utilizzazione agronomica, art.
12) Abrogazione art. 7 (vedi art. 75 della l.r. 28 dicembre 2011, n. 69 “Istituzione autorità idrica toscana e autorità per il
servizio di gestione idrica integrata dei rifiuti urbani…”)
Circolare Ministero della Salute 31 ottobre 2007 “Linee guida relative alle caratteristiche igieniche minime costruttive e
gestionali dei bagni mobili chimici” (revocata dalla Circolare del Ministro della Salute del 4 dicembre 2009)
Decreto legislativo 16 gennaio 2008 n. 4 “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative al D. Lgs. 152/2006”
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 8 settembre 2008 n. 46/R (entra in vigore il 17 marzo 2009, fatta eccezione
per la parte relativa alla utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento (artt. 22-29) che entra in vigore il 17
settembre 2009 e la parte relativa alla utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione (artt. 30-36) che entra in vigore il 2
ottobre 2008). Sul BURT, parte prima n. 4 del 23 gennaio 2015 è pubblicato il testo coordinato con le ultime modifiche
introdotte dal dpgr n. 10/R del 21 gennaio 2015
Decreto Legislativo 16 marzo 2009 n. 30 “Attuazione direttiva 2006/118/CE relativa alla protezione delle acque sotterranee
dall’inquinamento e dal deterioramento”
Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 4 dicembre 2009 “Revoca della circolare del
Ministro della Salute del 31 ottobre 2007 recante >” (GU del 16 gennaio 2010, n. 12)
Testo coordinato del Decreto del Presidente della Giunta Regionale 13 luglio 2006, n. 32/R (Regolamento recante
definizione del programma d’azione obbligatorio per le zone vulnerabili di cui all’art. 92, comma 6 del D. Lgs. 3 aprile 2006,
n. 152 (Norme in materia ambientale) come modificato dal DPGR 16 febbraio 2010 n. 13/R) (BURT parte prima n. 11 del
24 febbraio 2010)
Legge 25 febbraio 2010, n. 36 “Disciplina sanzionatoria dello scarico di acque reflue” (GU n. 59 del 12 marzo 2010)
Legge Regionale 3 marzo 2010 n. 28 “Misure straordinarie in materia di scarichi nei corpi idrici superficiali. Modifiche alla
legge regionale 31 maggio 2006, n. 30… e alla legge regionale 18 maggio 1998, n. 25…” (BURT, parte prima n. 14 del 9
marzo 2010)
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 10 febbraio 2011 n. 5/R “Modifiche al regolamento emanato con decreto del
Presidente della Giunta Regionale 8 settembre 2008, n. 46 (Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio 2006,
n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento” (BURT parte prima n. 7 del 16 febbraio 2011)

                                                                                           Riferimenti normativi – Pagina 7 di 77

                                    _______________________________________________
                                                Azienda Usl Toscana nord ovest
                                              sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                      P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


Legge Regionale 21 marzo 2011, n. 10 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2011” artt. 61, 62, 63 e 64
(BURT parte prima n. 12 del 23 marzo 2011
Legge Regionale 10 ottobre 2011, n. 50 “Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2006 n. 20 (Norme per la tutela delle
acque dall’inquinamento) e alla legge regionale 3 marzo 2010 n. 28 (Misure straordinarie in materia di scarichi nei corpi
idrici superficiali . Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2006 n. 20 (Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento) e
alla legge regionale 18 maggio 1998 n. 25 (Norme per la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati))” (BURT parte
prima n. 48 del 17 ottobre 2011) Sullo stesso numero del BURT è stato pubblicato il testo coordinato della legge regionale
31 maggio 2006 n. 20 e il testo coordinato dell’art. 4 della legge regionale 3 marzo 2010 n. 28
Decreto del Presidente della Repubblica 19 ottobre 2011, n. 227 “Regolamento per la semplificazione di adempimenti
amministrativi in materia ambientale gravanti sulle imprese…” (GU n. 28 del 3 febbraio 2012)
Legge Regionale n. 12 del 27 marzo 2012 “Disposizioni urgenti in materia ambientale. Modifiche alla l.r. 20/2006…”
(BURT, parte prima n. 16 del 6 aprile 2012)
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 76/R del 17 dicembre 2012 “Modifiche al regolamento emanato con
decreto del Presidente della Giunta Regionale 8 settembre 2008, n. 46/R (Regolamento di attuazione della legge regionale 31
maggio 2006, n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento” (BURT parte prima n. 72 del 21 dicembre 2012). Il
testo coordinato del Regolamento 46/R dell’8 settembre 2008 è pubblicato sul BURT parte prima n. 72 del 21 dicembre
2012.
Legge Regionale n. 47 del 9 agosto 2013 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale, artt. 83-97” (BURT, parte
prima n. 41 del 14 agosto 2013)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 59/R del 22 ottobre 2013 “Modifiche al regolamento emanato con dpgr 8
settembre 2008 n. 46/R (Regolamento di attuazione delle l.r. 31 maggio 2006, n. 20 – Norme per la tutela delle acque
dall’inquinamento)” (BURT n. 50 del 28 ottobre 2013)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 66/R dell’11 novembre 2014 “Modifiche al regolamento emanato con dpgr 8
settembre 2008 n. 46/R (Regolamento di attuazione delle l.r. 31 maggio 2006, n. 20 – Norme per la tutela delle acque
dall’inquinamento)” (BURT n. 54 del 14 novembre 2014)
Decreto Presidente Giunta Regionale n. 10/R del 21 gennaio 2015 “Modifiche al regolamento emanato con dpgr 8
settembre 2008 n. 46/R (Regolamento di attuazione delle l.r. 31 maggio 2006, n. 20 – Norme per la tutela delle acque
dall’inquinamento)” (BURT parte prima n. 4 del 23 gennaio 2015)
Legge n. 221 del 28 dicembre 2015: “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il
contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali” (vedi art. 65 “Acque reflue dei frantoi oleari”) (G.U. n. 13 del 18 gennaio
2016)
Legge regionale 26 gennaio 2016, n. 3: “Disposizioni per la tutela delle acque dall’inquinamento. Modifiche alla l.r.20/2006
in attuazione della l.r. 22/2015 (BURT, parte prima n. 2 del 20 gennaio 2016)
Legge regionale 27 gennaio 2016, n. 5: “Disposizioni straordinarie per il rilascio delle autorizzazioni allo scarico di acque
reflue urbane in corpi idrici superficiali” (BURT, parte prima n. 3 del 5 febbraio 2016)
Legge regionale n. 18 del 26 febbraio 2016: “Riordino delle funzioni amministrative in materia di… inquinamento delle
acque, di qualità dell’aria e inquinamento atmosferico… Modifiche alla l.r. 88/98. (BURT, parte prima n. 9 del 4 marzo
2016)
Decreto Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 25 febbraio 2016: “Criteri e norme tecniche generali per la
disciplina regionale dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e delle acque reflue, nonché per la
produzione e la utilizzazione agronomica del digestato” (GU n. 90 del 18 aprile 2016)
Decreto Ministero Ambiente 6 luglio 2016: “Recepimento della Direttiva 2014/80/UE della Commissione del 20 giugno
2014 che modifica l’allegato II della direttiva 2006/118/CE… sulla protezione delle acque sotterranee dall’inquinamento e
dal deterioramento” (GU n. 165 del 16 luglio 2016)
Regolamento del servizio idrico integrato redatto dal Gestore Unico Acque S.p.A.
Legge regionale n. 58 del 9 agosto 2016: “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale, artt. 40 e 41 (BURT, parte
prima n. 35 del 12 agosto 2016)
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 29 marzo 2017, n. 13/R: “Regolamento recante disposizioni per l’esercizio
delle funzioni autorizzatorie regionali in materia ambientale (modifiche l.r. 25/98; 10/10 20/06, 9/10 e al Regolamento
14/r/04) (BURT, parte prima n. 12 del 31 marzo 2017)
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 3/R del 11 gennaio 2018: “ Modifiche al regolamento emanato con dpgr 8
settembre 2008, n. 46/R (Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio 2006,n. 20 “Norme per la tutela delle
acque dall’inquinamento”)” BURT, parte prima n. 3 del 17 gennaio 2018)
Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 2 del 3 agosto 2018:”Fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue
urbane – Ordinanza con tingibile ed urgente ai sensi dell’art. 191 del d. lgs. 152/2006” (BURT, parte prima n. 36 del 10
agosto 2018)



                                                                                          Riferimenti normativi – Pagina 8 di 77

                                    _______________________________________________
                                               Azienda Usl Toscana nord ovest
                                             sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                     P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana




05 – Alimenti (aggiornato al 7/11/2013 – per normativa successiva vedi la banca dati Cerere su
http://cerere.vet.unipi.it/content/cerere/normativacerere/Alimenti)

Legge 30 aprile 1962, n. 283 art. 5 – “Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle
bevande”
Regolamento CEE n. 2568/91 del 11 luglio 1991 relativo alle caratteristiche degli oli d’oliva e degli oli di sansa d’oliva
nonché ai metodi di analisi ad essi attinenti
D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 109 – “Attuazione delle direttive n. 89/395/CEE e n. 89/396/CEE concernenti l’etichettatura,
la presentazione e la pubblicità dei prodotti alimentari”
D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 111 - ”Norme per la produzione d’alimenti destinati ad un’alimentazione particolare”, che
introduce norme importanti per regolamentare e garantire la qualità dei prodotti dietoterapeutici”
D.Lgs. 3 marzo 1993, n. 123 art. 4 e 2, comma 3 – “Attuazione della direttiva 89/397/CEE relativa al controllo ufficiale
microbiologico dei prodotti alimentari”
Decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 1995 “Atto di indirizzo e coordinamento alle regioni e province autonome
sui criteri uniformi per la elaborazione dei programmi di controllo ufficiale degli alimenti e bevande” (GU n. 260 del 7
novembre 1995)
Decreto Ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209 – “Regolamento concernente la disciplina degli additivi alimentari consentiti
nella preparazione e per la conservazione delle sostanze alimentari in attuazione delle direttive n. 94/34/CE, n. 94/35/CE,
n. 94/36/CE, n. 95/2/CE e n. 95/31/CE”
Decreto Ministeriale 8 ottobre 1998 “Modificazioni alle appendici 2 e 3 del DPR del 14 luglio 1995 contenente l’atto di
indirizzo…” (GU n. 249 del 24 ottobre 1998)
Decreto Ministeriale 16 ottobre 1998 “Approvazione delle linee guida concernenti l’organizzazione del Servizio di igiene
degli alimenti e della nutrizione (S.I.A.N.) nell’ambito del Dipartimento di Prevenzione delle aziende sanitarie locali” (GU n.
258 del 4 novembre 1998)
Legge regionale 6 aprile 2000, n. 53 “Disciplina regionale in materia di Organismi geneticamente modificati “O.G.M.”)
Regolamento CE n. 455/2001 del 6 marzo 2001 che modifica il Regolamento CEE n. 2568/91 relativo alle caratteristiche
degli oli d’oliva e degli oli di sansa d’oliva nonché ai metodi di analisi ad essi attinenti
Regolamento CE 178/2002 del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare e
fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare
D. Lgs. 23 giugno 2003, n. 181 – “Attuazione della direttiva 2000/13/CE concernente l’etichettatura e la presentazione dei
prodotti alimentari, nonché la relativa pubblicità”
Legge 25 giugno 2003, n. 155 “Disciplina della distribuzione dei prodotti alimentari ai fini della solidarietà sociale” (GU n.
150 del 1 luglio 2003)
Regolamento CE n. 852/2004 del 29 aprile 2004 sull’igiene dei prodotti alimentari
Regolamento CE n. 882/2004 del 29 aprile 2004 relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa
in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali
Delibera G.R.T. 27 dicembre 2004, n. 1388 - “Norme in materia di igiene del personale addetto all’industria alimentare”
Legge Regionale 7 febbraio 2005 n. 28 “Codice del commercio. Testo Unico in materia di commercio in sede fissa, su aree
pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica e distribuzione di carburanti”
Delibera Azienda USL 5 n. 597 del 9 giugno 2005
Legge 4 Luglio 2005, n. 123 - “Norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia”
Delibera G.R.T. 24 ottobre 2005, n. 1036 - “Linee guida per la vigilanza sulle imprese alimentari che preparano e/o
somministrano alimenti preparati con prodotti privi di glutine e destinati direttamente al consumatore finale”;Manuale Rapid
Alert System for Food and Feed (RASFF)
Delibera G.R.T. n. 1073 del 31 ottobre 2005 – “Linee guida relative alla rintracciabilità degli alimenti e dei mangimi con
finalità di tutela della salute pubblica”
Regolamento CE n. 2073/2005 del 15 novembre 2005 sui criteri microbiologici applicabili ai prodotti alimentari
Accordo Stato-Regioni n. 2395 del 15 dicembre 2005
D.Lgs. 8 febbraio 2006, n. 114 – “Attuazione delle direttive 2003/89/CE, 2004/77/CE e 2005/63/CE in materia di
indicazione degli ingredienti contenuti nei prodotti alimentari”
Legge Regionale 9 marzo 2006, n. 9 “Istituzione dell’elenco regionale dei laboratori che effettuano analisi nell’ambito delle
procedure di autocontrollo delle industrie alimentari”
Decreto Legislativo 5 aprile 2006 n. 190 “Disciplina sanzionatoria per le violazioni del Regolamento (CE) n. 178/2002 che
stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’autorità europea per la sicurezza alimentare e
fissa procedure nel settore della sicurezza alimentare
Delibera Giunta Regione Toscana 31 luglio 2006, n. 560 – “Regolamento di attuazione del Regolamento CE n. 852/2004
                                                                                               Riferimenti normativi – Pagina 9 di 77

                                      _______________________________________________
                                                  Azienda Usl Toscana nord ovest
                                                sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                        P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull’igiene dei prodotti alimentari e del regolamento CE n.
853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per
gli alimenti di origine animale”
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 1 agosto 2006 n. 40/R “Regolamento di attuazione del regolamento (CE) n.
852/04 del Parlamento europeo… sull’igiene dei prodotti alimentari e del regolamento (CE) n. 853/04 del Parlamento
europeo… che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale”
Regione Toscana Giunta Regionale “Linee guida per il controllo ufficiale degli alimenti ai sensi dei Regolamenti CE
854/2004 ed 882/2004”
Decreto Presidente Giunta Regionale 25 ottobre 2006 n. 49/R “Regolamento di attuazione della l.r. 9 marzo 2006 n. 9”
Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei
prodotti biologici e che abroga il regolamento CEE n. 2029/91
D.Lgs. 6 novembre 2007, n. 193 – “Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza
alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore”
Regolamento (CE) n. 282/2008 della Commissione del 27 marzo 2008 relativo ai materiali e agli oggetti di plastica riciclata
destinati al contatto con gi alimenti e che modifica il regolamento (CE) n. 2023/2006
Deliberazione della Giunta Regionale 21 luglio 2008 n. 559 “Indirizzi in materia di formazione degli alimentaristi. Revoca
della DGR 1388/2004”
Decreto del Presidente della Giunta Regionale 30 luglio 2008 n. 41/R “Modifiche al DPGR 40/R/06…”
Deliberazione di Giunta Regionale 13 ottobre 2008 n. 800 “Guadagnare salute in Toscana: rendere facili le scelte salutari”.
Linee di indirizzo e istituzione dell’Osservatorio sugli stili di vita”
Provvedimento del 13 novembre 2008 della Conferenza per i rapporti tra lo Stato, le Regioni … : Intesa ai sensi dell’art. 8,
comma 6 della legge 5 giugno 2003 n. 131, tra il Governo, le Regioni…sulla proposta del Ministero del Lavoro, della Salute
e delle Politiche Sociali di modifica dell’intesa 15 dicembre 2005 recante Linee guida per la gestione operativa del sistema di
allerta per alimenti destinati al consumo umano”
Decreto Legislativo 19 novembre 2008 n. 194 “Disciplina delle modalità di rifinanziamento dei controlli sanitari ufficiali in
attuazione del regolamento (CE) n. 882/2004
Avviso di rettifica. Comunicato relativo al D. Lgs. 194/2008 (GUn. 289 dell’11 dicembre 2008)
Legge Regionale 21 novembre 2008 n. 62 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale” (artt. 11,12,13 che
modificano la l.r. 28/2005)
Deliberazione di Giunta Regionale 24 novembre 2008 n. 971 “Approvazione linee di indirizzo per la verifica dei controlli
ufficiali in materia di sicurezza alimentare”
Regolamento (CE) n. 1331/2008 del Parlamento Europeo del 16 dicembre 2008 che istituisce una procedura uniforme di
autorizzazione per gli additivi, gli enzimi e gli aromi naturali
Regolamento (CE) n. 1332/2008 del Parlamento Europeo del 16 dicembre 2008 relativo agli enzimi alimentari e che
modifica la direttiva 83/417/CEE del Consiglio, il regolamento (CE) n. 1493/1999 del consiglio, la direttiva 2000/13/CE,
la direttiva 2001/112/CE del consiglio ed il regolamento (CE) n. 258/97
Regolamento (CE) n. 1333/2008 del Parlamento Europeo del 16 dicembre 2008 relativo agli additivi alimentari
Regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento Europeo del 16 dicembre 2008 relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti
alimentari con proprietà aromatizzanti destinati ad essere utilizzati negli e sugli alimenti e che modifica il regolamento (CE)
n. 1601/91 del consiglio, i regolamenti (CE) n. 2232/96 e (CE) n. 110/2008 e la direttiva 2000/13/CE
Direttiva 2008/128/CE della Commissione che stabilisce i requisiti di purezza specifici per le sostanze coloranti per uso
alimentare
Regolamento (CE) n. 41/2009 della Commissione del 20 gennaio 2009 relativo alla composizione e all’etichettatura dei
prodotti alimentari adatti alle persone intolleranti al glutine
Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 18 marzo 2009 “Norme per l’attuazione della
direttiva 2008/100/CE, che modifica la direttiva 1990(496/CEE del Consiglio relativa all’etichettatura nutrizionale dei
prodotti alimentari” (GU n. 120 del 26 maggio 2009)
Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Provvedimento
24 marzo 2009 “Rettifica dell’atto repertorio n. 240/CSR del 13 novembre 2008 recante: Intesa, ai sensi dell’articolo 8
comma 6 della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo… sulla proposta del Ministero del Lavoro, della Salute e delle
Politiche Sociali di modifica dell’Intesa del 15 dicembre 2005 recante Linee Guida per la gestione operativa del sistema di
allerta per alimenti destinati al consumo umano”
Decreto Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali n. 82 del 9 aprile 2009 “Regolamento concernente
l’attuazione della direttiva 2006/141/CE per la parte riguardante gli alimenti per lattanti e gli alimenti di proseguimento
destinati alla Comunità europea ed all’esportazione presso Paesi terzi” (GU 155 del 7 luglio 2009)
Decreto Regionale Settore Igiene Pubblica n. 2063 del 6 maggio 2009 “Registrazione semplificata delle imprese alimentari
che effettuano la produzione primaria di prodotti vegetali destinati all’alimentazione umana, ai sensi del regolamento (CE) n.
852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari” (BURT parte II n. 20 del 20 maggio 2009)
                                                                                        Riferimenti normativi – Pagina 10 di 77

                                   _______________________________________________
                                               Azienda Usl Toscana nord ovest
                                             sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                     P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana


Deliberazione Regionale 11 maggio 2009 n. 382 “PSR 2008-2010 punto 5.2.5 “Sicurezza alimentare” Istituzione del
coordinamento micologico regionale”
Deliberazione di Giunta Regionale n. 405 del 18 maggio 2009 “Linee guida per la gestione del Sistema di allerta per alimenti
destinati al consumo umano e mangimi per l’alimentazione animale nella Regione Toscana”(BURT parte II n. 21 del 27
maggio 2009) Abrogata dalla DGRT n. 890/2011
Regolamento CE 450/2009 della Commissione del 29 maggio 2009 concernente i materiali attivi e intelligenti destinati a
venire a contatto con i prodotti alimentari (GUCE L 135 del 30 maggio 2009)
Deliberazione di Giunta Regionale n. 554 del 29 giugno 2009 “Presa d’atto dell’approvazione del progetto “Buona pratiche
sull’alimentazione da parte del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali” BURT parte II n. 27 dell’8 luglio
2009)
Decreto Dirigenziale Giunta Regionale 2 luglio 2009 n. 3088 “Elenco dei titoli di studio abilitanti all’esercizio dell’attività di
vendita nei settori alimentare e somministrazione ai sensi dell’art. 14 comma 1 lett. a) e b) della legge regionale n. 28/05
(BURT Parte II 5 agosto 2009 n. 31)
Legge 7 luglio 2009 n. 88 “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità
Europee – Legge comunitaria 2008”, art. 40 (accreditamento dei laboratori di autocontrollo del settore alimentare; art. 27
(disposizioni per l’attuazione della Direttiva 2007/68/CE (modifica All.2 del D. Lgs. 27/1/92 n. 109)) (GU 14 luglio 2009,
n. 161, S.O.)
Decreto Dirigenziale Regione Toscana n. 3321 del 10 luglio 2009 “Sistema di allerta per alimenti e mangimi: approvazione
modulistica” (BURT parte II n. 29 del 22 luglio 2009)
Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 luglio 2009 “Circolare ministeriale su
Regolamento (CE) n. 450/2009 della Commissione del 29 maggio 2009 concernente i materiali attivi e intelligenti destinati a
venire a contatto con i prodotti alimentari” (pdf, 0.06 Mb - vedi sito www.ministerodellasalute.it - normativa sanitaria)
Legge Regionale 17 luglio 2009 n. 38 “Modifiche alla legge regionale 7 febbraio 2005 n. 23 (Codice del commercio, testo
unico in materia di commercio in sede fissa, su aree pubbliche, somministrazione alimenti e bevande, vendita di stampa
quotidiana e periodica e distribuzione di carburanti) (BURT Parte I del 24 luglio 2009)
Legge Regionale n. 40 del 23 luglio 2009 “Legge di semplificazione e riordino normativo 2009” artt.51,52,53,54,55,56,57 -
Modifiche alla legge regionale 7 febbraio 2005 n. 28 (Codice del commercio, testo unico in materia di commercio in sede
fissa, su aree pubbliche, somministrazione alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica e distribuzione di
carburanti (BURT Parte I n. 27 del 29 luglio 2009)
Deliberazione di Giunta Regionale 27 luglio 2009 n. 657 “Requisiti per l’esercizio delle attività di auditor, ispettore e esperto
tecnico in materia di controlli ufficiali per la sicurezza alimentare” (BURT Parte II 5 agosto 2009 n. 31)
Decreto Dirigenziale della Regione Toscana 6 agosto 2009 n. 3847 “Sistema di allerta per alimenti e mangimi: modifica
modulistica.” (BURT Parte II del 19 agosto 2009)
Decreto Dirigenziale del 16 settembre 2009, n. 4443 “Approvazione delle procedure e della modulistica a supporto delle
linee di indirizzo per la verifica dei controlli ufficiali in materia di sicurezza alimentare in conformità ed attuazione delle
disposizioni di cui alle DGRT n. 971/2008 e n. 657/2009 (Suppl. n. 102 del BURT Parte II n. 39 del 30 settembre 2009




                                                                                          Riferimenti normativi – Pagina 11 di 77

                                    _______________________________________________
                                                Azienda Usl Toscana nord ovest
                                              sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                      P. IVA: 02198590503
Azienda USL Toscana nord ovest – Dipartimento di Prevenzione – UF IPN Pisana




Decreto Legge del 25 settembre 2009, n. 135 “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per la
esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee” – art. 6 (modifiche al Decreto Legislativo del 27
gennaio 1992, n. 109 etichettatura…. prodotti alimentari) – art. 9 (modifiche al Decreto Legislativo 6 novembre 2007 n. 193
attuazione direttiva 2004/41/CE…controlli in materia di sicurezza alimentare) (GU 25 settembre 2009, n. 223)
Regolamento (CE) N. 901/2009 della Commissione del 28 settembre 2009 “Programma comunitario coordinato di
controllo pluriennale per il periodo 2010, 2011 e 2012 destinato a garantire il rispetto dei limiti massimi e a valutare la
esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale” (GUCE L.
256 del 29 settembre 2009) (abrogazione del Regolamento CE 1213/2008)
Decreto Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali 27 ottobre 2009, n. 176 “Regolamento recante
aggiornamento del decreto ministeriale 21 marzo 1973 concernente la disciplina igienica degli imballaggi, recipienti, utensili
destinati a venire a contatto con le sostanze alimentari o con sostanze d’uso personale, limitatamente agli acciai inossidabili”
(GURI n. 287 del 10 dicembre 2009)
Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 5 novembre 2009 “Linee di demarcazione tra
integratori alimentari, prodotti destinati ad una alimentazione particolare e alimenti addizionati di vitamine e minerali. Criteri
di composizione e di etichettatura di alcune categorie di prodotti destinati ad una alimentazione particolare” (GU n. 227 del
27 novembre 2009)
Decreto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali dell’11 novembre 2009 n. 199 “Regolamento recante
recepimento delle direttive n. 2008/60/CE, n. 2008/84/CE, n. 2008/128/CE e n. 2009/10/CE, riguardanti i requisiti di
purezza specifici degli additivi alimentari (GU n. 5 dell’8 gennaio 2010, S.O. n. 6)
Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 12 novembre 2009 “Determinazione dei requisiti di
professionalità e della dotazione minima delle attrezzature occorrenti per l’esercizio dell’attività di produzione, commercio e
importazione di vegetali e prodotti vegetali” (GU n. 68 del 23 marzo 2010)
Decreto Ministero delle Politiche Agricole n. 18354 del 27 novembre 2009 “Disposizioni per l’attuazione dei regolamenti
(CE) n. 834/2007, n. 889/2008 e n. 1235/2008 e successive modifiche riguardanti la produzione biologica e l’etichettatura
dei prodotti biologici” (Suppl. Ord. n. 24 alla GU n. 31 dell’8 febbraio 2010)
Comunicato Ministero delle Politiche Agricole relativo al Decreto Ministero delle Politiche Agricole n. 18354 del 27
novembre 2009 “Disposizioni per l’attuazione dei regolamenti (CE) n. 834/2007, n. 889/2008 e n. 1235/2008 e successive
modifiche riguardanti la produzione biologica e l’etichettatura dei prodotti biologici”.(Suppl. Ord. n. 24 alla GU n. 31 dell’8
febbraio 2010)
Deliberazione di Giunta Regionale 30 novembre 2009, n. 1081 “Linee di indirizzo per l’applicazione del D. Lgs. n. 194/2008
in materia di rifinanziamento dei controlli sanitari ufficiali, in attuazione del Regolamento n. 882/2004/CE” (BURT n. 49
del 9 dicembre 2009, Parte II)
Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico 3 dicembre 2009 n. 7021 “Circolare esplicativa su etichettatura e
presentazione dei prodotti alimentari. Prodotti dolciari da forno” (GU n.302 del 30 dicembre 2009)
Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 10 dicembre 2009 “Abrogazione dei tenori
massimi di ocratossina A nel cacao e nei prodotti a base di cacao. Allineamento con l’Unione Europea”. (GU dell’11
gennaio 2010, n. 7)
Legge Regionale del 14 dicembre 2009, n. 75 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2009”, art. 70 (modifiche
all’art. 7 della l.r.16/2000);(BURT, parte prima n. 54 del 18 dicembre 2009)
Legge Regionale del 14 dicembre 2009, n. 75 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2009”, art. 81 (modifiche
all’art. 8 della l.r.9/2006) (BURT, parte prima n. 54 del 18 dicembre 2009)
Deliberazione di Giunta Regionale 14 dicembre 2009 n. 1129 “Schema di protocollo di intesa per la diffusione e
applicazione di criteri e modalità di gestione sostenibile nei servizi di ristorazione scolastica. Approvazione” (BURT parte
seconda n. 51 del 23 dicembre 2009)
Direttiva 2009/163/UE della Commissione del 22 dicembre 2009 che modifica la direttiva 94/35/CE del Parlamento
Europeo e del Consiglio sugli edulcoranti destinati ad essere utilizzati nei prodotti alimentari per quanto riguarda il neotame
(GUCE L 344 del 23 dicembre 2009)
Deliberazione Regionale 28 dicembre 2009 n. 1268 “Progetto Stima dell’esposizione ad acrilammide nella prima infanzia ed
a furano nei consumatori di caffè in Toscana” presentato dall’Azienda USL 10 di Firenze. Approvazione.” BURT parte
seconda n. 2 del 13 gennaio 2010)




                                                                                          Riferimenti normativi – Pagina 12 di 77

                                    _______________________________________________
                                                Azienda Usl Toscana nord ovest
                                              sede legale via Cocchi, 7 – 56121 Pisa
                                                      P. IVA: 02198590503
Parte successiva ... Annulla